GIORGIO NAPOLITANO A NAPOLI DA CITTADINO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO


  

OGGI GIORGIO NAPOLITANO A NAPOLI. DA CITTADINO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO[ “AZ.-NEWS” : 05.12.’13 ]

IN QUESTO NUMERO :

—-Messaggio originale—-Da: redazione@controcorrentedizioni.it
Data: 04/12/2013 17.12
A: “Redazione Controcorrente”<
redazione@controcorrentedizioni.it>
Ogg: Luci e note per Roberto De Simone

[ per leggere tutto – vai al << fuorisacco >> , dopo il termine del servizio ]

 [ ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI  ]
  
NON CI “IMBAVAGLIATE” !
NON RACCOGLIAMO PROVOCAZIONI !
NON ACCETTIAMO INTIMIDAZIONI !

Politica  – L’Agenda di giovedì 5 dicembre di red – 04 dicembre 2013 20:05 fonte ilVelino/AGV NEWS

(… ) NAPOLI (ore 11) – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano interviene all’Accademia Aeronautica di Pozzuoli alla Cerimonia di inaugurazione dell’Istituto di Genetica e Medicina (TIGEM). Successivamente, alle 16.30, a Palazzo Reale, Teatro di Corte, partecipa al convegno “Beni culturali e terzo settore” (. . . ) 

 ULTIMO SERVIZIO, IN RETE ( LINK ) :


webm – adm – des : fabiopisaniello
Pubblicato: 05/12/2013 1.16

Associazione Azimut ha condiviso un link. 
NON SOLO POLITICA (IN COPERTINA): L’ANGELO DEL FOCOLARE – LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO ALTRE NOTIZIE… http://wp.me/p2IJHA-zY

NON SOLO POLITICA (IN COPERTINA): L’ANGELO DEL FOCOLARE – LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO…
azimutassociazione.wordpress.com
IN COPERTINA
( …A ONOR DI CRONACA – ECCO I “MAGNIFICI 4” – QUATTRO… )

Dubbi su Rubbia, Abado, Cattaneo e Piano. La Lega: andrebbero aboliti ( . . . )

“AZIMUT” – NAPOLI : TUTTE LE CATEGORIE, IN EBOLLIZIONE, PER ORA PACIFICA, PRIMA O POI LI TRAVOLGERA’ !
La protesta coi maiali davanti al Parlamento (Ansa)
ROMA – LA PROTESTA DEI MAIALI – DAVANTI AL PARLAMENTO…
Allevatori della Coldiretti coi maiali davanti al Parlamento: “Salvate le nostre stalle…”
“AZIMUT” – NAPOLI : TUTTE LE CATEGORIE, IN EBOLLIZIONE, PER ORA PACIFICA, PRIMA O POI LI TRAVOLGERA’ !
R E P L I C A
[ LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO ]
DA CITTADINO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
per leggere tutto – vedi : sotto ]
Arturo Stenio Vuono – presidente Associazione “Azimut” – Napoli
 DA CITTADINO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
Gentile Presidente,
so bene che, nella Sua agenda, ha appuntato almeno due future scadenze, dal 22 al 28 maggio del prossimo anno elezioni europee e dal primo di luglio, poi, il semestre di presidenza italiana dell’ Ue; e vorrei, in verità, che ne aggiungesse di terza, una scadenza, allorchè si ponga un limite – temporale –  invalicabile a tutti i vulnus e le anomalie, ai cambi di casacca e ai ribaltoni. Bene il prossimo passaggo parlamentare del premier, e tuttavia non ci serve, certo, un governicchio di sinistra – con un centrino – puntellato dal gruppuscolo di eletti, non più in linea con la pregressa legittimazione popolare, assolutamente autoreferenziale e che si definisce di nuovo centrodestra ( sic ). A parte che gli eminenti nominati, non più dal Suo successore, con laticlavio a vita, rappresentando tutti gli italiani, farebbero bene nel prosieguo  a non interferire – avendo  partecipato ai recenti lavori senatoriali una tantun – e ad astenersi, con decenza, dall’assumere posizioni di parte; ciò detto, in premessa, semprechè i democrat, dopo avere smaltito la minestra riscaldata di lor primarie, non diano un out.
Le chiedo la pazienza di ascoltare, e valutare, le mie ragioni. Riandando alla passata riunione congiunta delle camere, vale ricordarlo, Ella non solo giurò sulla carta costituzionale ma, per il Suo secondo mandato, già un fatto straordinario ed eccezionale, ne affermò – solennemente –  la condizione  da tutti accettata, sottoscritta, essendo – per la votazione – marginale che vi siano stati i contro ma con presa d’atto. Una << postilla >> ch’è stata la condizione – sine qua non – per accettare l’investitura; ovverosia l’unità delle forze politiche che L’avevano richiamato in nome di un comune programma politico-eonomico-riformista che non c’è più; e la foglia di fico dell’asse Letta – Alfano, per il presunto passaggio dalle larghe alle solide intese, a poco potrà servire. E chi vivrà, vedrà. Ella, per mantenersi fedele all’impegno preso, confido – perciò – voglia traghettarci verso nuove consultazioni elettorali, con le urgenti nuove norme, in sintonia con le decisioni in merito della Corte Costituzionale,  e con l’abbinamento alle << europee >>, ed immediatamente – successivamente – rimettendo il Suo secondo mandato. Che si vada alle urne è la soluzione logica e legittima, con una nuova legge elettorale ; alla partenza – almeno per l’attuale – i tre potenziali blocchi : centrodestra, centrosinistra e Movimento 5 Stelle; che, in ogni caso, nulla potrà cambiare – ai fini della governabilità – il “fuori uno e tutti a casa” di Beppe Grillo  il quale, nella vagheggiata evenienza del “primeggiare”, sarebbe condannato – comunque sia – ad allearsi proprio con coloro che, da mane a sera, stigmatizza essere la peggiore classe dirigente. Ma ristabilire la normalità, tuttavia, resta – sempre – il problema, urgente e principe, onde azzerare, come Le ho scritto,  i vulnus e le anomalie. D’altronde, come potrà convenire, esistono precedenti di governi mandati a casa – senza voto di sfiducia – per ragioni di emergenza nonchè richiamate, presunte,  discrasie con il quadro internazionale e, per l’oggi, a maggior ragione, definita  – comunque sia – la Legge di Stabilità, mille e mille ragioni – di prevalente natura interna – depongono a favore di questa improcrastinabile soluzione.
Non si tratta, solo, di precaria situazione politico-economico-sociale ma del rischio di aggravarne gli esiti che non potrebbero, certamente, affrontarsi con una pseudo stabilità di governo e la tentazione di supportarla con un ritorno alle piaghe purulenti che, a suo tempo, si richiamarono al preferenzialismo e al proporzionalismo nonchè al mandato senza vincolo, in assoluto, degli eletti; i parlamentari che, anche per l’oggi, presumono legittimo muoversi – sempre – all’incontrario del mandato richiesto agli elettori. Sono certo che Ella, però, si muova nel solco della non contrapposizione agli umori della Nazione che, per stragrande parte dei suoi cittadini, rigetta totalmente, sperando di superare la disaffezione per le urne, una deriva della “democrazia prepotente” e d’una << democrazia totalitaria >> . Far collimare << paese legale > e << paese reale >>, necesse.
Il nostro Paese è una grande Nazione, il semestre di presidenza europea è l’occasione giusta –  non solo per ristabilire equità e occupazione, giustizia sociale e sviluppo, – ma per dare un salutare stop agli apologeti dell’attuale Ue, ormai una gabbia intollerabile, una vera e propria camicia di nesso,  che viaggia irreversibilmente sulla linea del combinato disposto dell’azzoppare i popoli e delle impotenze congenite a far fronte ai suoi doveri.. Con un governo forte,  a tali apologeti diciamo che c’è un limite a tutto. O si rivedono i trattati, da sottoporsi a referendum, oppure è finita: o si giunge alla totale e diretta elezione degli organi di governo, alla moneta di proprietà, a un comune esercito di difesa, etc., oppure è finita. Questa europa non è l’Europa, non ci piace. Nulla cambiando, sempre di più crescerà il numero di coloro che da questa Europa, da quest’euro, vuole tirarsi fuori.  Inutile, quindi, tuonare contro i cosiddetti “euroscettici” e i definiti << populismi >>. Mi richiamo alla Sua sensibilità. Resto, fiducioso e certo, d’una Sua – pronta – pubblica risposta.
Accolga i miei deferenti ossequi.
Arturo Stenio Vuono[ “AZIMUT – ARCHIVIO ONLINE : LINK DUE NOSTRI SERVIZI, IN RETE ]

RESUME’ DI BLOG: LINK – ARTICOLI RECENTI – COMMENTI

azimutassociazione.wordpress.com/…/buona-domenica-e-una-buona-lett…

24/nov/2013 – https://azimutassociazione.wordpress.com … QUANDO SAREMO ( VERAMENTE ) UNITI ( ! ! ! ? ? ? ) – CON GIUSTIZIA PER IL SUD ( ! … Associazione Azimut ha condiviso un link. … E NOI QUANDO CI DECIDIAMO? …. quando c’è il via libera a rumoreggiare e a sfasciare; e c’è veramente da scompisciarsi.

 

INIZIAMO DAL SUD ABROGHIAMO LA COLONIA MEZZOGIORNO!

azimutassociazione.wordpress.com/…/rivolta-morale-e-civile-iniziamo-da…

26/ott/2013 – PAUSA SALUTARE PER NOTIZIE ITALY E DAL MONDO. … Il nuovo disco di Mimmo Cavallo “Quando saremo fratelli uniti” è … l’inno italiano completo con testo nel video..pensatela come volete,questo … sulla giustizia e sul rispetto di tutti…. forse è ancora lontana la Pr… … Associazione Azimut – NAPOLI

[ DA ARCHIVIO : TRE VIDEO – IN NOSTRI SERVIZI ]

Quando saremo fratelli uniti – MIMMO CAVALLO – YouTube (Anteprima)

20/apr/2011 – Caricato da superfrancisproof
Il nuovo disco di Mimmo Cavallo “Quando saremo fratelli uniti” è composto da 14 tracce, di cui 12 inediti. Il cd contiene le canzoni che fanno da colonna son… … Alert icon. You need Adobe Flash Player to watch this video.

Se Tornasse Ferdinando II di Borbone (Valerio Minicillo … – YouTube (Anteprima)

10/lug/2011 – Caricato da Ilovenaples2007
You need Adobe Flash Player to watch this video. … La canzone intitolata “Se Tornasse Ferdinando …

Malaunità – Eddy Napoli / videoclip ufficiale (sottotitoli in italiano … (Anteprima)

05/gen/2012 – Caricato da Angelo Forgione
video del brano di Eddy Napoli sulla vera storia dell’unità d’Italia e del processo … Eddy Napoli
IL SERVIZIO ODIERNO :

OGGI GIORGIO NAPOLITANO A NAPOLI. DA CITTADINO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO

[ “AZ.-NEWS” : 05.12.’13

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO
—– Original Message —– From: Souad Sbai
Sent: Wednesday, December 04, 2013 7:37 PM
Subject: CASO MARO’, SBAI :« CANDIDATURA AL PARLAMENTO EUROPEO UNICA VIA D’USCITA »

Comunicato stampa

CASO MARO’, SBAI :« CANDIDATURA AL PARLAMENTO EUROPEO UNICA VIA D’USCITA »

“Nonostante l’ipotesi della pena di morte per i due fucilieri del battaglione San Marco, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, paventata alcuni giorni fa da un quotidiano indiano, sia stata smentita da parte del governo di Delhi, ad oggi non abbiamo alcuna rassicurazione sulle sorti  dei nostri militari detenuti in India” Così in una nota l’ex parlamentare, Souad Sbai.

“L’unico modo – propone  Sbai – per scrivere la parola fine a questa vergogna, a cui nessun governo ha saputo porre rimedio – è di candidare i nostri marò al Parlamento Europeo per garantirgli quell’immunità diplomatica che gli consentirebbe di tornare in Italia da uomini liberi”.

Roma lì 04.11.2013
Ufficio stampa on. Souad Sbai

Veronica D’Agostino
cell. +39.3394211135
 [ ARGOMENTI CORRELATI : DUE ULTIMI POST – SU FACEBOOK ]

Anche Mario Fucito (amico di Alessandro Sansoni) ha commentato lo stato di Alessandro Sansoni.
Mario ha scritto: “ti faccio un esempio recente, Banco di Napoli, in maniera dissipatrice l’abbiamo distrutto…… acquisito da San Paolo, oggi stanno facendo lo scorporo delle filiali, San Paolo si tiene le filiali del nord e del centro (quelle ricche), al Banco Napoli sono andate quelle del Sud…per dire che: noi siamo inadeguati a difendere noi stessi e ci roviniamo da soli, ma l’Italia non ci guarda come qualcosa di utile, bensì di inutile da continuare a saccheggiare…”
Anche Mario Fucito (amico di Alessandro Sansoni) ha commentato lo stato di Alessandro Sansoni.
Mario ha scritto: “scusate se intervengo un po’ OT, abbiamo tante colpe, ma ci sono troppi luoghi comuni e occorrerebbe un sano revisionismo storico sulla storia post-unitaria della città, cioè da quando, unico caso in europa, abbiamo perso lo status di capitale detenuto per quattro secoli…non per trovare giustificazioni, ma per capire le le cause del male che non possono essere il napoletanismo….un luogo comune? il dopo guerra…….nel dopoguerra l’occupazione ci fu imposta e fu l’ennesimo colpo alla città……piazza mercato come ingrosso commerciale ante guerra primo nel sud europa iniziò il proprio declino economico-sociale con la militarizzazione del bacino portuale durata circa 10 anni dopo la guerra….mentre l’Italia ricostruiva noi dovevamo trovare un punto di equilibrio con gli americani in città….i bordelli sui quartieri, la police che arrivava e buttava mazzate alla cecata per portarsi i militari sbronzi in caserma…(non è stato detto, forse era sottinteso, ma gli americani non spararono perché i nazisti furono cacciati con una rivolta popolare non politica per la maggioranza)”Articoli recenti


IN QUESTO NUMERO :—-Messaggio originale—-Da: redazione@controcorrentedizioni.it
Data: 04/12/2013 17.12
A: “Redazione Controcorrente”<
redazione@controcorrentedizioni.it>
Ogg: Luci e note per Roberto De Simone
[ per leggere tutto – vai al << fuorisacco >> , dopo il termine del servizio ]
IL SERVIZIO ODIERNO :

OGGI GIORGIO NAPOLITANO A NAPOLI. DA CITTADINO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO

[ “AZ.-NEWS” : 05.12.’13

[ IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE – MA DOPO LE LOCANDINE REDAZIONALI LEGGI IL << FUORISACCO >> ]

Luci e note per Roberto De Simone
per leggere tutto – vai a dopo il termine del servizio ]
 
 UNA BUONA LETTURA !
 Associazione Azimut – NAPOLI 
“Azimut” – Ufficio Stampa
Ferruccio Massimo Vuono
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI  
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm.
 Uff. Stampa Associaz. : Ferruccio Massimo Vuono
  
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
IL << FUORISACCO > : per leggere tutto – vedi : sotto
—-Messaggio originale—-Da: redazione@controcorrentedizioni.it
Data: 04/12/2013 17.12
A: “Redazione Controcorrente”<
redazione@controcorrentedizioni.it>
Ogg: Luci e note per Roberto De Simone

Teatrino di Corte
LUCI E NOTE
PER ROBERTO DE SIMONE

L’evento organizzato il 30 novembre al Teatrino di Corte del Palazzo Reale di Napoli ha visto l’applauditissima esibizione di artisti come Patrizia Spinosi, Gianluca Mercurio, Antonella Morea, Quartetto Gagliano, Bruno Persico, Mario Brancaccio, Carlo Faiello, Michele Boné, Patrizia Porzio, Ensemble “Le Musiche Da Camera”, Rosario Scotto Di Carlo, Maria Carla Pennino ed Enzo Amato, e soprattutto la consegna al maestro Roberto De Simone dei premi Internazionali “Salvatore Di Giacomo” e “Lermontov”. La serata è stata presentata da Egidio Carbone.
Roberto De Simone ha manifestato con ancora maggiore chiarezza il suo pensiero sulle cause della situazione di degrado e sofferenza che affligge il nostro Sud. In un intervento emozionante, ha parlato di genocidio culturale e di devastazione ambientale provocati dalla stessa barbarie che in nome del profitto sta distruggendo il pianeta. Ha rivendicato la propria fierezza di figlio di una grande capitale della civiltà europea, evocando i tempi in cui nel palco reale del Teatro sedeva Ferdinando II, e ha chiamato i napoletani alla difesa della loro identità.
A futura memoria l’etnomusicologo Roberto De Simone ha ulteriormente dichiarato:
”Persino il suono della canzone napoletana è stato inquinato. Non ci sono più canti popolari, ma di massa, imposti dall’alto, dalla cultura dominante, dall’industria. Bisogna cercare/ricercare, far ascoltare ovunque la voce. E quindi l’identità, l’appartenenza a un territorio, a una comunità. La voce è regina”.

Un’altra Napoli, dunque.
Palazzo Reale: luci e suoni di un’altra epoca popolano il Teatrino di Corte, ancora una volta.
Note dimenticate tra i rumori della vita, riconosciute appena nell’armonia dei tasti di un pianoforte.
Melodie immortali vibrano nelle corde di un violino.
Una Sirena prende vita da quelle di una chitarra.
Percussioni mimano il battito di un cuore.
Voci sommesse, sussurro di un’antica tradizione.
Versi graffianti, specchio della poesia e della creatività di un Popolo.
Un altro Popolo, appassionato, commosso, estasiato si immerge in un’atmosfera stregata, rapito in un tempo mai trascorso.
Leggera eleganza di una serata.
Michail Lermontov e Salvatore Di Giacomo, immortali, premiano il Maestro Roberto De Simone per il suo genio poetico e musicale.
Napoli premia Roberto De Simone per averle regalato una pagina di storia.
Un lungo, interminabile applauso, l’abbraccio dei Napoletani al Maestro.

Annamaria Nazzaro

FINE SERVIZIO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...