MALAREPUBBLICA SILENZIO DEL COLLE E IL P.U.d.Mu.V (“PARTITO UNICO DEI MUNGITORI DI VACCHE”) NEL RIDOTTO DELL’AULA, SORDA E GRIGIA – IN COPERTINA: EFFETTO “FORCONI” E NON SOLO…


 [“AZ.”] MALAREPUBBLICA. SILENZIO DEL COLLE E IL P.U.d.Mu.V ( “PARTITO UNICO DEI MUNGITORI DI VACCHE” ) NEL RIDOTTO DELL’AULA, SORDA E GRIGIA – IN COPERTINA : EFFETTO “FORCONI” E NON SOLO…..
AGGIORNAMENTI
[ “AZIMUT” – NAPOLI : VIETATO MANIFESTARE – VIETATO VOTARE ]
[ TRATTO DAL WEB ]
Napolitano: nessun voto, polemiche dannatamente elettorali

‘Possibile cambiare il Senato. Paese vive clima negativo, dobbiamo reagire’

10 dicembre, 17:47
Video

ROMA –  Basta ”con il frastuono delle polemiche politiche” anche quando ”non ci sono elezioni in programma”, nonostante per qualcuno ”sia di moda invocarle in ogni momento”. Lo ha detto il presidente della repubblica, Giorgio Napolitano, parlando al Senato.

Il Capo dello Stato lamenta ”il frastuono delle polemiche politiche e così dannatamente sempre elettorali anche quando non ci sono elezioni dietro l’angolo per quanto sia di moda invocarle in ogni momento”. Napolitano parla al Senato al convegno su Innovazione, ricerca 

“Sono convinto che sia possibile tagliare le ridondanze e qualificare in modo nuovo ed essenziale il Senato”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Il Paese sta vivendo “un clima, un ‘mood’ che non è esattamente di fiducia” e “noi ora dobbiamo reagire”. Lo ha detto il presidente della repubblica, Giorgio Napolitano, parlando ad un convegno al Senato.

<< “CORSI” & “RCORSI” >>
    
M E M E N T O ( UNGHERIA…DOCET )

Articolo 1 della Costituzione italiana – Wikipedia

it.wikipedia.org/wiki/Articolo_1_della_Costituzione_italiana

Voce principale: Costituzione della Repubblica Italiana. … La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. » (Articolo …

Cosa significa che “la sovranità appartiene al popolo”? – Yahoo 

answers.yahoo.com › … › Politics & Government › Law & Ethics

24/nov/2009 – La Sovranità è la capacita concreta di usare tutti i poteri che vengono … al popolo , che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 17. I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz’armi.

Costituzione italiana – Art. 17

Articolo 17. I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz’armi. Per le riunioni, anche in luogo aperto al pubblico, non è richiesto preavviso ( . . . )

   

FINE DEI VETEROREPUBBLIKANES – INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA

LA PROTESTA CONTINUA – NON SI FERMA !
Blocchi proteste
SEGUI AGGIORNAMENTI SU STAMPA LIBERA

STAMPA LIBERA

6 ore fa – stampa libera, quello che la stampa di regime non dice.
ULTIME DAL WEB ]

La protesta dei Forconi ha interessato anche oggi gran parte d’Italia, con le sole eccezioni di Valle d’Aosta, dove sono previsti due presidi per venerdì, e Trentino Alto Adige. Ecco la mappa delle proteste, regione per regione

“Non è il momento di andare a Roma. Bisogna vivere qualche altro giorno di passione e far salire l’adrenalina degli italiani”. Così al telefono con l’ANSA Mariano Ferro, leader del Movimento dei Forconi, che attribuisce gli scontri di ieri a Torino a “quattro scalmanati, ma la stragrande maggioranza era pacifica”. Sul gesto dei poliziotti che si sono tolti i caschi, Ferro ha detto che “è un’immagine meravigliosa, che rimarrà a lungo”. “Dopo quattro anni di lavoro sembra che l’Italia si sia svegliata – ha aggiunto -. E’ stato un elettroshock”. “Ma non è il momento della ‘marcia su Roma’”, ha ribadito Ferro.

‘Il contingente delle forze dell’ordine che sta operando a Torino verrà rafforzato’ ha detto il prefetto del capoluogo piemontese, Paola Basilone, al termine del Comitato Ordine Pubblico e Sicurezza convocato per fare il punto sulle manifestazioni dei forconi degli ultimi giorni. “Abbiamo richiesto – dice – rinforzi congrui”.

Una persona è stata fermata nel pomeriggio, nel capoluogo piemontese. E’ accusato di avere lanciato una bomba carta nei pressi della stazione di Torino Porta Nuova, nell’ambito di uno dei cortei che da oggi paralizzano la città. L’uomo, di cui non sono state rese note generalità, è stato accompagnato in questura per accertamenti. Proseguono, intanto, le manifestazioni che da ieri provocano numerosi disagi nel capoluogo piemontese e in provincia.

Circa 200 persone stanno occupando con una manifestazione piazzale Loreto a Milano. E’ stata bloccata la viabilità e i manifestanti ogni tanto fanno passare alcune macchine. A presidiare la zona forze di Polizia e Guardia di Finanza. “Bloccheremo piazzale Loreto fino alle 22 di questa sera – ha spiegato uno sei leader del movimento, Chowbe De Leo, tecnico informatico di Milano – vogliamo gridare che ne abbiamo piene le scatole della politica”.

Alla stazione di Albenga i manifestanti hanno invaso i binari della ferrovia bloccando la circolazione. A Savona i dimostranti si sono ritrovati a metà pomeriggio in piazza Saffi davanti alla Prefettura, e hanno raggiunto il centro lanciando petardi e fumogeni. Molti commercianti spaventati hanno abbassato le saracinesche temendo danni. A causa del blocco del traffico partirà in ritardo anche oggi una nave della Costa Crociere, come era successo ieri a un’altro bastimento.

La zona industriale di Molfetta è stata presa d’assalto dai manifestanti: molte aziende della zona Asi sono state fatte evacuare dai manifestanti. Exprivia, Network Contacts, ‘Fashion District’ e centro commerciale Mongolfiera sono chiusi, così come gli Ipercoop di Andria e Barletta.

Piemonte, due cortei in corso a Torino

Liguria Bloccato ingresso A10 ad Imperia

Secondo giorno presidio Teatro Ancona

E i poliziotti si tolgono il casco

LO “SCUDISCIO” DI LEHNER

OGGI
—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner – To: ( . . . ) –
Sent: Tuesday, December 10, 2013 3:26 PM
Subject: FW: Lehner: Alfano colto da Infantioli
Proprio nel giorno dell’Immacolata, roba da perdere la fede e darsi al peccato, Renzi ha asfaltato la nomenklatura piddina e stravolto le coratelle dei parlamentari encidini. Il terrore del voto venturo annuncia lo spettro dell’ufficio di collocamento per tutti i prossimi trombati del NCD. Tuttavia, al tremante Alfano, colto da infantioli, dopo la camomilla della De Camillis, perverrà la terapia di Beatrice, appena la diversamente ministra avrà capito che Schifani non si cura con Bersani ed Epifani, così come il bacillo non si combatte con De Lillo. E non è detto che lo capisca.
Giancarlo Lehner
[ ULTIMO – NOSTRO – INVIO : E.MAIL – ANTEPRIMA DI WEB – SERVIZIO, TRA BREVE IN RETE ]

an.arenella@libero.it
[“AZ.”]MALAREPUBBLICA. SILENZIO DEL COLLE E IL P.U.d.Mu.V ( “PARTITO UNICO DEI MUNGITORI DI VACCHE” ) NEL RIDOTTO DELL’AULA, SORDA E GRIGIA – IN COPERTINA : EFFETTO “FORCONI” E NON SOLO…..

   [ “Az.-News”:10.12.’13 ]

Forconi: caos a Torino e Genova

RIVOLTA DI POPOLO – E’ SOLO L’INIZIO…..
L’onda lunga della protesta dei “Forconi”, contro le tasse e contro il governo si abbatte su tutta l’Italia. Guerriglia urbana a Torino, mentre in altre città i presidi e le manifestazioni si sono svolte in modo più pacifico. Nel capoluogo piemontese la protesta è degenerata in violenza: scontri davanti alla sede della Regione e del Comune. Contro i palazzi della politica sono volati non solo gli slogan “ladri, ladri”, ma anche bombe-carta, sassi e bottiglie. Dopo la tensione però sono scattati gli applausi da parte dei manifestanti quando i poliziotti si sono tolti i caschi, non solo per far calare la tensione, ma in segno di vicinanza con i manifestanti: anche noi siamo oppressi dalla tasse. Molti gli agenti che hanno dichiarato vicinanza alle motivazioni dei manifestanti – FOTO E VIDEO
[ “AZIMUT” – I SOPRACITATI LINK, SE CLICCATI, POTREBBERO NON ESSERE VISIONABILI MA PUOI ANDARE, DIRETTAMENTE, SU LIBERO ONLINE OPPURE SUL SITO DI AFFARITALIANI ]
[ TRATTO DAL WEB ]

I disordini in Piazza Castello a Torino

Sciopero forconi Paese a ferro e fuoco scontri a Torino

— Cronaca —

Annunciata protesta a oltranza. Aggredito un fotografo che collabora con l’ANSA. Pietre contro Regione Piemonte, 14 feriti tra le forze dell’ordine. POLIZIOTTI SI TOLGONO IL CASCO

Forconi: proseguono i presidi Forconi: proseguono i presidi – Scontri: foto – VideoIl leader movimento: “Per ora niente Marcia su Roma”. A Torino due cortei. Ad Imperia occupata la ferrovia. Grillo scrive alle forze dell’ordine: “Non proteggete i politici, unitevi al popolo”guarda il video Presidio a Roma: “Veri italiani si fermano”

IL NOSTRO CONTRIBUTO E LA NOSTRA SOLIDARIETA’

Ultimo post

Associazione Azimut ha condiviso un link
CONTRO DEMOCRAZIA TOTALITARIA! STOP – SATRAPI UE STOP – “DEMOCRAZIA PREPOTENTE” E DI “GOLPE IN GOLPE”…: ORA BASTA! – SPALLATA NECESSE!!! http://wp.me/p2IJHA-Aw

CONTRO DEMOCRAZIA TOTALITARIA! STOP – SATRAPI UE STOP – “DEMOCRAZIA PREPOTENTE” E DI “GOLPE IN…
azimutassociazione.wordpress.com
foto di Occidente 2.1. 09 DICEMBRE 2013...... lo farò anche per loro..
PER UNA << TERZA REPUBBLICA >> – UN MICROFONO PER IL POPOLO !
 
Arturo Stenio Vuono F I N A L M E  N T E

Vox populi, vox Dei – detto popolare ” voce di popolo =voce di dio … – Voce di popolo è ancora voce di Dio… –Voce di popolovoce di dio– Voce ‘e popolo voce ‘e DioVoce di popolovoce … L’unione fa la forza,voce di popolovoce di Dio.

IL SOSTEGNO E LA MOBILITAZIONE

[ TRATTO DA STAMPA LIBERA ]
NOVE DICEMBRE: IMPORTANTE COMUNICAZIONE

9 dicembre 2013 | Autore Redazione | Stampa articolo Stampa articolo

http://www.novedicembre.altervista.org/

LE MANIFESTAZIONI E I PRESIDI CONTINUERANNO ANCHE NELLA GIORNATA DI DOMANI.

PER INFO. SU EVENTUALI SPOSTAMENTI, TENETEVI IN CONTATTO CON I REFERENTI TERRITORIALI O CON IL GRUPPO DELLA VOSTRA CITTA’!

http://www.youtube.com/watch?v=ADdvWj_yv3I (Anteprima)

http://www.youtube.com/watch?v=GWedy6an4FA&feature=share

http://www.youtube.com/watch?v=pRm7CXewT8U&feature=c4-overview&list=UULbE1XU4WSkRn_7wBL3q5bA

http://www.youtube.com/watch?v=k56gCywInRE (Anteprima)

http://www.youtube.com/watch?v=pRm7CXewT8U&feature=c4-overview&list=UULbE1XU4WSkRn_7wBL3q5bA

Gruppi di coordinamento suddivisi per regione

CHI SIAMO

La protesta del 09 dicembre 2013 è una mobilitazione del popolo. L’obiettivo è mandar via la classe politica attuale con presidi a oltranza.

 10 0 0 13

Pubblicato in DOMINIO E POTERE
 NOSTRI – ULTIMI – INTERVENTI ( REPLICA )
FINE DEI VETEROREPUBBLIKANES – INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA
 ARTURO STENIO VUONO *
Tra la domenica, e la giornata odierna, il ritmo dei diversi avvenimenti – di cui ci occupiamo ( unitamente ad altro, oggi, attinto dal web ) – ci portano a una prima, e preliminare, considerazione; che, almeno per i tre quarti degli italiani , e non solo per il costante risultato di sondaggi, la soluzione della crisi politico-economico-sociale-istituzionale, in atto, si chiama Silvio Berlusconi, Matteo Renzi e Beppe Grillo. I tre leader, in sella – saldamente -, che, non a caso, non sono presenti in parlamento.
Chi disperava per tempi bui, nel prosieguo, dovrà ricredersi. Cosa mai potrà sortire -dalle camere – di diverso allorchè, mercoledì, Monsieur Letta – nipote, ripassando la solita lezione, chiederà di nuovo il lasciapassare ? Quello che avanza, per sentimenti trasversali, non è di certo il confidare – ulteriormente – nelle rituali ricette dei Palazzi; e la pancia del paese, a prescindere dalla scelta in tre direzioni che – per il futuro – dovranno trovare un punto di equlibrio,  pretende sempre di più una svolta per il rinnovamento e il cambiamento.
Annaspano i veterorepubblikanes, non tengono più il passo, vanno irreversibilmente  in archivio, e la vecchia partitocrazia, e la vecchia sindacatocrazia, così come si sono perpetuate e come – entrambe – le abbiamo conosciute. Insomma  non s’intravede che possano, ancora, parlare al Paese,  che, in fin dei conti, aspira a volere ritornare Nazione. Ora non c’è solo l’indotta crisi economica ma una crisi di vertice ,ma  per il
miglioramento, e non è un paradosso che, proprio in tempi così disastrati, il crescere
d’una potenziale domanda per una << terza repubblica >> ormai avanzi ad inverarsi e trovi spazio di comunanza. L’avvenire, perciò,  è a portata di mano.
La vetusta << forma partito >> , sia che a destra come a sinistra, e al centro, e sia nell’antagonismo, viene scalzata dal movimentismo che rinnova e che si muove per riformarla  e riorganizzarla; così, parimenti, per l’attuale apparato tri-sindacale che viene, sempre più, superato dall’ebollizione di tutte le categorie sociali in lotta di cui, per fare un solo esempio, il movimento dei forconi è soltanto una punta dell’iceberg. Rinnovarsi per non perire.
Abbiamo, in tal proposito, di recente, voluto indirizzare una sintetica lettera aperta al capo dello Stato ( 1 )  acchè non si prolunghi  più l’accanimento terapeutico, e la respirazione bocca a bocca, asssolutamente inefficaci per sanare la crisi di sistema. Speriamo, perciò, di essere ascoltati. Una lettera, da cittadino al presidente della repubblica -Giorgio Napolitano , per esortarlo a volerci traghettare verso le nuove consultazioni elettorali, con le urgenti nuove norme, in sintonia con le decisioni in merito della Corte Costituzionale, e con l’abbinamento alle << europee >>;cosicchè  immediatamente – successivamente – a poter rimettere il Suo secondo mandato. Che si vada alle urne è la soluzione logica e legittima.
Se, al contrario, il resistere – resistere – resistere finirà per fare ancora testo, una rivoluzione – civile, democratica e pacifica – , prima o poi  si muoverà contro questa sorta di << democrazia totalitaria >>.Sarà, di certo, in mancanza,  prima o poi, uno stop ai satrapi Ue e uno stop a questa “democrazia prepotente”. Sarà rivolta morale e del coraggio civile, per dire che di ”golpe in golpe” ora basta ! Spallata, necesse ! Non è più tollerabile che si riportino le lancette della storia all’indietro. E, nulla muovendo, scadrà – inevitabilmente – il tempo già concesso.
Sarà, dunque, la fine dei veterorepubblikanes e, comunque sia, già per l’oggi e per il crescendo che s’intravede,  è iniziato  il conto alla rovescia.
* presidente Associazione “Azimut” – Napoli
( 1 ) replica
 PRESIDENZA DELLA REPUBBLICAPALAZZO DEL QUIRINALE – 00187 ROMAPiazza del QuirinaleTel. 06 / 46991Fax 06 / 46993125

Telex 06620022

Ind. Internet www.quirinale.it

LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO[ “AZ.-NEWS” : 05.12.’13 ]
Arturo Stenio Vuono – presidente Associazione “Azimut” – Napoli
  
 DA CITTADINO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
Gentile Presidente,
so bene che, nella Sua agenda, ha appuntato almeno due future scadenze, dal 22 al 28 maggio del prossimo anno elezioni europee e dal primo di luglio, poi, il semestre di presidenza italiana dell’ Ue; e vorrei, in verità, che ne aggiungesse di terza, una scadenza, allorchè si ponga un limite – temporale –  invalicabile a tutti i vulnus e le anomalie, ai cambi di casacca e ai ribaltoni. Bene il prossimo passaggio parlamentare del premier, e tuttavia non ci serve, certo, un governicchio di sinistra – con un centrino – puntellato dal gruppuscolo di eletti, non più in linea con la pregressa legittimazione popolare, assolutamente autoreferenziale e che si definisce di nuovo centrodestra ( sic ). A parte che gli eminenti nominati, non più dal Suo successore, con laticlavio a vita, rappresentando tutti gli italiani, farebbero bene nel prosieguo  a non interferire – avendo  partecipato ai recenti lavori senatoriali una tantun – e ad astenersi, con decenza, dall’assumere posizioni di parte; ciò detto, in premessa, semprechè i democrat, dopo avere smaltito la minestra riscaldata di lor primarie, non diano un out.
Le chiedo la pazienza di ascoltare, e valutare, le mie ragioni. Riandando alla passata riunione congiunta delle camere, vale ricordarlo, Ella non solo giurò sulla carta costituzionale ma, per il Suo secondo mandato, già un fatto straordinario ed eccezionale, ne affermò – solennemente –  la condizione  da tutti accettata, sottoscritta, essendo – per la votazione – marginale che vi siano stati i contro ma con presa d’atto. Una << postilla >> ch’è stata la condizione – sine qua non – per accettare l’investitura; ovverosia l’unità delle forze politiche che L’avevano richiamato in nome di un comune programma politico-eonomico-riformista che non c’è più; e la foglia di fico dell’asse Letta – Alfano, per il presunto passaggio dalle larghe alle solide intese, a poco potrà servire. E chi vivrà, vedrà. Ella, per mantenersi fedele all’impegno preso, confido – perciò – voglia traghettarci verso nuove consultazioni elettorali, con le urgenti nuove norme, in sintonia con le decisioni in merito della Corte Costituzionale,  e con l’abbinamento alle << europee >>, ed immediatamente – successivamente – rimettendo il Suo secondo mandato. Che si vada alle urne è la soluzione logica e legittima, con una nuova legge elettorale ; alla partenza – almeno per l’attuale – i tre potenziali blocchi : centrodestra, centrosinistra e Movimento 5 Stelle; che, in ogni caso, nulla potrà cambiare – ai fini della governabilità – il “fuori uno e tutti a casa” di Beppe Grillo  il quale, nella vagheggiata evenienza del “primeggiare”, sarebbe condannato – comunque sia – ad allearsi proprio con coloro che, da mane a sera, stigmatizza essere la peggiore classe dirigente. Ma ristabilire la normalità, tuttavia, resta – sempre – il problema, urgente e principe, onde azzerare, come Le ho scritto,  i vulnus e le anomalie. D’altronde, come potrà convenire, esistono precedenti di governi mandati a casa – senza voto di sfiducia – per ragioni di emergenza nonchè richiamate, presunte,  discrasie con il quadro internazionale e, per l’oggi, a maggior ragione, definita  – comunque sia – la Legge di Stabilità, mille e mille ragioni – di prevalente natura interna – depongono a favore di questa improcrastinabile soluzione.
Non si tratta, solo, di precaria situazione politico-economico-sociale ma del rischio di aggravarne gli esiti che non potrebbero, certamente, affrontarsi con una pseudo stabilità di governo e la tentazione di supportarla con un ritorno alle piaghe purulenti che, a suo tempo, si richiamarono al preferenzialismo e al proporzionalismo nonchè al mandato senza vincolo, in assoluto, degli eletti; i parlamentari che, anche per l’oggi, presumono legittimo muoversi – sempre – all’incontrario del mandato richiesto agli elettori. Sono certo che Ella, però, si muova nel solco della non contrapposizione agli umori della Nazione che, per stragrande parte dei suoi cittadini, rigetta totalmente, sperando di superare la disaffezione per le urne, una deriva della “democrazia prepotente” e d’una << democrazia totalitaria >> . Far collimare << paese legale > e << paese reale >>, necesse.
Il nostro Paese è una grande Nazione, il semestre di presidenza europea è l’occasione giusta –  non solo per ristabilire equità e occupazione, giustizia sociale e sviluppo, – ma per dare un salutare stop agli apologeti dell’attuale Ue, ormai una gabbia intollerabile, una vera e propria camicia di nesso,  che viaggia irreversibilmente sulla linea del combinato disposto dell’azzoppare i popoli e delle impotenze congenite a far fronte ai suoi doveri.. Con un governo forte,  a tali apologeti diciamo che c’è un limite a tutto. O si rivedono i trattati, da sottoporsi a referendum, oppure è finita: o si giunge alla totale e diretta elezione degli organi di governo, alla moneta di proprietà, a un comune esercito di difesa, etc., oppure è finita. Questa europa non è l’Europa, non ci piace. Nulla cambiando, sempre di più crescerà il numero di coloro che da questa Europa, da quest’euro, vuole tirarsi fuori.  Inutile, quindi, tuonare contro i cosiddetti “euroscettici” e i definiti << populismi >>. Mi richiamo alla Sua sensibilità. Resto, fiducioso e certo, d’una Sua – pronta – pubblica risposta.
Accolga i miei deferenti ossequi.
Arturo Stenio Vuono
Associazione Azimut, Naples, Italy. 
CON NOI NON FUNZIONA
   webm. – adm. – des. : fabiopisaniello
 [ ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI  ]
 

NON CI “IMBAVAGLIATE” !
NON RACCOGLIAMO PROVOCAZIONI !
NON ACCETTIAMO INTIMIDAZIONI !
MESSAGGI RICEVUTI
—-Messaggio originale—-

Da: no-reply@forzasilvio.it
Data: 10/12/2013 7.57
A: “Ferruccio Massimo Vuono”<massimovuono@libero.it>
Ogg: Ripartire

Forzasilvio.itFerruccio massimo,

l’incontro di Silvio Berlusconi con i presidenti dei Club Forza Silvio ha avviato la costruzione della nuova Forza Italia. In www.forzaitalia.it trovi tutte le indicazioni e i principali materiali che sono stati distribuiti domenica per chi desidera aprire un Club.

Ovviamente noi continueremo la nostra azione qui in Forzasilvio.it in modo coordinato con l’azione dei Club e sempre con l’intento di poterti rendere protagonista della azione per ridare dignità alla politica, superare la crisi economica e quella delle istutuzioni, ridare a parole come democrazia, giustizia, libertà il loro autentico significato.

Questo è l’obiettivo al quale il presidente Berlusconi e tutti noi con lui ci stiamo dedicando, nonostante tutto quello che è successo in questi anni e che poco ha avuto a che vedere con il funzionamento di una normale democrazia.

Si riparte, dunque: invita un tuo amico a entrare in Forzasilvio.it. Ci attendono mesi importanti e difficili, dobbiamo essere uniti per affrontarli al meglio.

Grazie per quello che farai!

on. Antonio Palmieri
responsabile internet Forza Italia

REPETITA IUVANT E RESTIAMO IN ATTESA.….
Berlusconi contro il Colle, spunta ipotesi asse FI-M5SQUEST’UOMO, CHECCHE’ SE NE DICA, RESTA L’ULTIMA E L’UNICA, VERA, RISORSA DI SALVEZZA DEGLI ITALIANI. CHE, SI DECIDA, DUNQUE PER L’ANNUNCIO FINALE :

DA QUESTI GOVERNI, DA QUEST’EURO, DA QUESTA EUROPA,TIRIAMOCI FUORI ! ! !

ALLA RADICE DEL MALE
LA GRANDE SPOLIAZIONE – NEL DNA DI ORIGINE – INIZIO’ COSI’…
IN ILLO YEMPORE TOCCO’ AL SUD…E, OGGI, ALL’INTERA PENISOLA…
  NAPOLI –  2 VIDEO
 

Malaunità – Eddy Napoli / videoclip ufficiale (sottotitoli in italiano … (Anteprima)

05/gen/2012 – Caricato da Angelo Forgione
video del brano di Eddy Napoli sulla vera storia dell’unità d’Italia e del processo … Eddy Napo
 

Se Tornasse Ferdinando II di Borbone (Valerio Minicillo … – YouTube (Anteprima)

10/lug/2011 – Caricato da Ilovenaples2007
You need Adobe Flash Player to watch this video. … La canzone intitolata “Se Tornasse Ferdinando …
MEMENTO
  

LEGGI – VISITA :

  https://azimutassociazione.wordpress.com

  Ufficio Stampa : Ferruccio Massimo Vuono

Associazione Azimut, Naples, Italy. 
FINE SERVIZIO
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI  
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...