LA RIVOLUZIONE DEI MANSUETI E PAPA FRANCESCO IMPUGNO’ IL FORCONE


L'appello di papa Francesco: "Una casa a ogni famiglia"

LA RIVOLUZIONE DEI MANSUETI E PAPA FRANCESCO IMPUGNO’ IL FORCONE

[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : LUNEDI’, 23 DICEMBRE 2013 ]

https://azimutassociazione.wordpress.com

[ TUTTO – TRATTO DAL WEB ]

Forconi a San Pietro, Papa: “Sì a impegno sociale, no alla violenza”

Roma – (Adnkronos/Ign) – “A quanti dall’Italia si sono radunati oggi per manifestare il loro impegno sociale, auguro di dare un contributo costruttivo”: così Francesco, dopo la recita dell’Angelus, rivolgendosi ai fedeli,. Poi l’appello: “Tutti abbiano una casa”

I POVERI NON POSSONO ATTENDERE – ROMA – DOMENICA, 22 DICEMBRE 2013. UNA RAPPRESENTANZA DEL MOVIMENTO DEI FORCONI, IN PIAZZA SAN PIETRO, PER L’ANGELUS DEL PAPA.  PAPA FRANCESCO: “SONO A FIANCO DI CHI IN QUESTI GIORNI PROTESTA IN ITALIA”

[ PER LEGGERE TUTTO – VEDI : OLTRE ]

[ “AZIMUT”. – CI CONCEDIAMO UN BREVE INTERVALLO, DATO L’IMMINENTE PERIODO DI FESTE PER IL SANTO NATALE, LA FINE 2013 E INIZIO DEL 2014. RITORNEREMO IN RETE AL PIU’ PRESTO. A RISENTIRCI E AUGURI A TUTTI ]

IL NATALE E’ VICINO

<< DEI VALORI >> : SUI FALO’ DELLA VIGILIA DEL SANTO NATALE….

 “Azimut” – il presidente, Arturo Stenio Vuono. DA UNO DEI NOSTRI COLLABORATORI ONLINE DELLE CALABRIE : IL FRATERNO  E CARISSIMO AMICO, OLIVIERI GIANCARLANTONIO ( DA COSENZA ), CON IL QUALE HO CONDIVISO TANTI E TANTI IDEALI DELLA MIA PRIMA E BELLA GIOVINEZZA, RICEVO QUESTA MAGNIFICA E COMMOVENTE POESIA IN DIALETTO COSENTINO. UN REGALO INASPETTATO. GRAZIE]

——– Original Message ——–

Subject: Poesia sul Natale in vernacolo calabrese
Date: Sun, 22 Dec 2013 15:38:37 +0000 (GMT)
From: Giancarlantonio Olivieri
To: Associazione Azimut <associazioneazimut@tiscali.it>
Cc: Vuono <an.arenella@libero.it>
Ti invio una poesia in vernacolo calabrese sul Natale,vuole essere un’omaggio alla nostra infanzia ed adolescenza e
col ricordo di quanti ci hanno trasmesso il significato intimo e spirituale di questa festa meravigliosa.

Natale duemilatredici

Di vigilia quann’eramo guagliuni

s’appicciavanu fuochi

e s’ardianu vamparini

pp ‘allucere ‘a notti

ca nascia ‘u Bomminu

 

chi purtava ‘na frasca

e chini nu cippuni

s’armava nù fuocu

pp’ ogni riuni

era pp’uso e ppì divozioni

 

Pù i campani a gloria

 ni scarfavanu  ‘u cori

era natu Jesu lu Redentori

vasuni auguri e

pù tutt’ara casa

 

c’era ‘u  cinune

cu tridici purtate

 tante cum’ì discipuli

cù Nostro Signori in capu

ch’erano  tutt ‘immitati

 

Si mintia ‘u piattu

 a chi nun c’era

si vasava la manu

a ri cchiù granni e

 ‘ncignava accussì

‘a Notte Santa.

 

Olivieri Giancarlantonio         Da “la bellezza del vernacolo”                                Cosenza,Natale 20.12. 2013

“Azimut” – NApoli

Alla vigilia quando eravamo ragazzi / si accendevano i fuochi / e  ardevano le fiamme/per illuminare la notte / in cui nasceva il Bambino / chi portava una frasca / e chi un ceppo / si accendeva un fuoco per ogni rione / era per uso e per devozione / Poi le campane a gloria /ci riscaldavano il cuore / era nato Gesù il Redentore / bacioni-auguri e/poi tutti a casa/ c’era il cenone  / con tredici portate / tante come i discepoli/ con Nostro Signore in testa / che erano tutti invitati / Si metteva un piatto  / per chi non c’era / si baciava la mano / ai più grandi e /s’iniziava così la Notte Santa.

(ci scusiamo per eventuale-non precisa traduzione in italiano )

[ L’EDITORIALE. << LA RIVOLUZIONE DEI MANSUETI >>. PER LEGGERE TUTTO – VEDI : OLTRE. – Trattasi d’una sintesi di stralci, dal nostro ultimo intervento, per l’aggiornamento che s’impone, dopo la giornata odierna, a riguardo della presa di posizione di Papa Francesco sul movimento dei forconi ]

[ “Azimut” – il presidente ]

[ IL PAPA E I FORCONI ]

[ TRATTO DAL WEB ]

Il Papa ai Forconi: seguire via del dialogo

Il Santo Padre: ‘Respingere le tentazioni dello scontro e della violenza, difendendo i diritti’

22 dicembre, 2013

Forconi in piazza San Pietro per l'AngelusGuarda la foto1 di 1Forconi in piazza San Pietro per l’Angelus

Il Papa ai Forconi: seguire via del dialogo“A quanti dall’Italia si sono radunati oggi per manifestare il loro impegno sociale, auguro di dare un contributo costruttivo, respingendo le tentazioni dello scontro e della violenza e seguendo sempre la via del dialogo”. Lo ha detto papa Francesco all’Angelus rivolgendosi al movimento dei forconi presente in piazza. “Difendendo i diritti!”, ha poi aggiunto il Pontefice.FORCONI IN PIAZZA SAN PIETRO – FOTO“In questi giorni di Natale inviti tutti, persone, entità sociali, autorità, a fare tutto il possibile perché ogni famiglia possa avere una casa”. Lo ha detto papa Francesco all’Angelus, parlando “a braccio”, dopo aver letto lo striscione in piazza del movimento dei forconi: “I poveri non possono aspettare”.IL PONTEFICE ‘IN DIRETTA’ SU NUOVA APP ANSA – VAI

Sono stati rafforzati, stamane, i presidi delle forze di polizia intorno a Piazza San Pietro per l’annunciato arrivo del movimento dei forconi all’Angelus di papa Francesco. Numerose le pattuglie della polizia e dei carabinieri nella zona intorno al colonnato, che si aggiungono alla costante presenza dell’Ispettorato di pubblica sicurezza “Vaticano”.

Ferro, ‘oggi dal Papa, non siamo violenti’  – I Forconi di Mariano Ferro, l’ala ‘dialogante’ del movimento, sono a Roma, dove tra poco assisteranno a San Pietro all’Angelus del Papa, e alle 15.30 terranno una conferenza stampa in Piazza di Castel Sant’Angelo. “Oggi siamo dal Papa per dire al mondo che la smetta di dipingerci come violenti – ha affermato Ferro in una nota – per confermare quello che lui stesso ha dichiarato qualche giorno fa e cioè che ‘i poveri non possono aspettare’. Ci aggrappiamo a tutto quello che accade intorno a noi e per questo abbiamo apprezzato quanto dichiarato dal Presidente Squinzi. Ci rimangono solo i santi, poi cosa rimane? Oggi ne parliamo a Piazza di Castel Sant’Angelo alle 15,30 durante la conferenza stampa”. “Le dichiarazioni del Presidente di Confindustria Squinzi – ha aggiunto – ci fanno pensare. Più volte abbiamo fatto le stesse considerazioni, per questo condividiamo le sue parole e ci conforta sapere che non siamo i soli a pensare che quanto accade somiglia tanto ad uno sterminio insopportabile senza freni. E se è così, considerando la scarsa attenzione di un governo che non vuole sfasciare i conti e che non è interessato allo sfascio delle sue imprese, pensiamo che forse, se solo lo si volesse – conclude – sarebbe il caso di parlarne”.

FRANCESCO TRA I MALATI DEL BAMBINO GESU’ – FOTO

Il Papa regala 1000 euro a vittima usura che non può incassare  -Finito nelle mani negli usurai Bernardo Raimondi, artigiano palermitano, è costretto a chiudere la sua attività. La denuncia degli strozzini e il piccolo aiuto dello Stato, infatti, non lo salvano. Disperata, la moglie, Antonina Meli, prende carta e penna e scrive al Papa una lunga lettera. Il 4 dicembre scorso, racconta il quotidiano online LiveSicilia, inaspettata, arriva la risposta del Vaticano che invia all’artigiano un assegno di 1000 euro. Ma la burocrazia si mette di traverso.

Bennardo e la moglie provano, infatti, a incassarlo presso uno sportello delle Poste italiane, le Poste, però, non possono pagarlo. I due coniugi girano di filiale in filiale: la risposta è sempre la stessa. L’assegno può essere versato in un conto corrente, che però Bennardo e Antonella non hanno. Per incassarlo si dovrebbe andare a Roma, alla filiale che lo ha emesso. E non è nemmeno possibile girarlo, perchè il titolo non è trasferibile. A risolvere il problema arriva il Vaticano che trova la soluzione: il vaglia postale.

[ ULTIMI – NOSTRI – SERVIZI, IN RETE ]

Post

NON FU IL DIES IRAE MA IL GIORNO DELLA CHIAREZZA SI’ EDITORIALE DI FINE ANNO E PER IL 2014 BREVE INTERVALLO PER LE FESTE

NON FU IL DIES IRAE MA IL GIORNO DELLA CHIAREZZA SI’ EDITORIALE DI FINE ANNO E PER IL 2014 BREVE INTERVALLO PER LE FESTE

Inviato da azimutassociazione ⋅ 21 dicembre 2013
1 Vote

L’EDITORIALE ( DI FINE ANNO E PER IL 2014 ][ PER LEGGERE TUTTO – VEDI : OLTRE ] ( SERVIZIO TRA BREVE, IN RETE ) https://azimutassociazione.wordpress.com NON FU IL << DIES IRAE >> MA IL GIORNO DELLA CHIAREZZA SI’. EDITORIALE DI FINE ANNO E PER IL 2014. BREVE INTERVALLO PER LE FESTE. [ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 22. … Continua a leggere »

Post

Associazione Azimut ha condiviso un link.
IL 2014 (NON) SI PRESENTA COL RAMOSCELLO D’ULIVO MA FACCIAMOCI GLI AUGURI! NESSUNO TEMI L’AVVENIRE. AVANTI! – IN COPERTINA: PARTICOLARE DEL PRESEPE (“AMICI DEL SS CROCIFISSO-COSENZA”) http://wp.me/p2IJHA-BA

IL 2014 (NON) SI PRESENTA COL RAMOSCELLO D’ULIVO MA FACCIAMOCI GLI AUGURI! NESSUNO TEMI…
azimutassociazione.wordpress.com
IL 2014 (NON) SI PRESENTA COL RAMOSCELLO D’ULIVO MA FACCIAMOCI GLI AUGURI! NESSUNO TEMI L’AVVENIRE. AVANTI! – IN COPERTINA: PARTICOLARE DEL PRESEPE (“AMICI DEL SS. CROCIFISSO-COSENZA”) [ 8932 more words. ]

Mansueto è il contrario di prepotente.

Il prepotente usa la forza per imporre la sua volontà, si ritiene superiore agli altri e non sopporta che le persone non gli obbediscano

L’EDITORIALE

   

<< LA RIVOLUZIONE DEI MANSUETI >>.

 Arturo StenioVuono *

Non fu il << dies irae >> ma lo storico giorno della chiarezza, sì. Si vive, ormai, in un clima sudamericano e della costituzione si fa strame nel mentre che la pentola a pressione, nella quale ribolle l’intero paese, prima o poi, farà la deflagrazione. Lo scorso mercoledì se n’è avuto l’inizio.

I tremila di Piazza del Popolo, a Roma, erano solo l’avanguardia dei comitati che si stanno attivando, in ogni angolo della penisola, e lo spontaneismo – come si sa – non mira a trasportare  truppe cammellate. L’altra coda del movimentismo, per il sud,  ha scelto  Piazza San Pietro, all’Angelus del Papa,  ma la saldatura resta, comunque sia, un fatto inevitabile. E Papa Francesco che già s’era, chiaramente espresso, “SONO A FIANCO DI CHI IN QUESTI GIORNI PROTESTA IN ITALIA”, ha augurato “di dare un contributo costruttivo, respingendo le tentazioni dello scontro e della violenza” ma   “Difendendo i diritti!”.

“Cara e vecchia lira valevi il doppio”; uno dei tanti slogan. Come non condividere questa piazza tricolore ? La macchina dei media ha ridimensionato; ma per gli sfascia vetrine, però,  si riempiono pagine intere per “spiegarsene” le ragioni.

Un primo nucleo combattente, di uomini e donne, e di giovani, senza maschere e passamontagna, non s’era più visto da tempo; e potevano convogliarsi – in piazza del Popolo – in misura di due o tre volte in più; ma quel che, poi, conta – a parte che sono continuati, nel contempo, i presidi in sede locale e un poco dappertutto  – è che ognuno dei convenuti, al ritorno,  s’incaricherà dell’organizzazione e curerà d’essere la sentinella d’una << nuova frontiera >> attorno a cui si aggregheranno gli Altri.

In piazza, per il futuro, non ci  sarà una destra o una sinistra perchè quel che, oggi, appare soltanto  l’utopia del trasversalismo tricolore non potrà più essere impedito; ognuno dei presidi, a pelle di leopardo, ha già unito imprenditori, artigiani, dipendenti, liberi professionisti e disoccupati; e la sostanza delle proteste si concentra tutta in tre direzioni : rimuovere il protettorato Italia, azzerare la democrazia sospesa e per la liberazione del lavoro.

Non fu, per ora, il << dies irae  >> ma il giorno della chiarezza certamente sì. Se non si fermeranno in tempo – con le loro Leggi di (in)Stabilità che chiedono a chi più non ha e consolidano i privilegi – << terribile sarà l’ira degli onesti >>.E non potrà, tutto ciò, essere facilmente assorbito

o metabolizzato perchè non funzionerà il miraggio democrat del << nuovo >> che più vecchio non si può, non dalla virtuale rivoluzione, a “5 stelle” ( e “a strisce” ! ) che, ormai, s’è rifugiata, nei fatti, sulla comoda via parlamentare ed elettorale; nel mentre che, già nell’attuale, la cosiddetta

 << partitocrazia >> e sia la  vecchia << sindacatocrazia >>, entrambe, sono destinate ad essere fuorigioco. Peccato che gli esponenti del centrodestra abbiano valutato ancora non maturo-propizio, per l’occasione, una presenza, con un semplice saluto, alla piazza tricolore; che avrebbe significato una solenne dissociazione da chi ha così malridotto questa nostra << Povera Patria >>.  Ma, giocoforza, prima, o poi, toccherà  flettere il muro di gomma che, alle dimostrazioni, ha opposto la << politica .- politicante >>, non in grado neppure di pensare le risposte.

Due settimane, e più, di iniziative – assolutamente spontanee – in tutta Italia, hanno mostrato come tutte queste  manifestazioni pacifiche rendano, praticamente, ogni risposta,  impotente, a  una qualsiasi reazione all’insegna del cosidetto motto di << Legge & Ordine >> ; la piazza non violenta ha denunciato la violenza dei “Palazzi >> e, per la prima volta, non ha trovato ostilità da parte delle stesse forze dell’ordine; il chè, per i propugnatori del cosiddetto “pugno di ferro”, vuol dire , per il futuro – prossimo venturo , il rischio – non peregrino – di ritrovarsi in una condizione di generali senza esercito.

Il seme, dunque, è stato gettato su un terreno, pronto e fertile, e il 2014 sarà l’anno della rivoluzione dei mansueti.

* presidente Associazione Culturalsociale “Azimut” – Napoli

 

LEGGI – VISITA :

https://azimutassociazione.wordpress.com

 http://www.facebook.com/AssociazioneAzimut

https://twitter.com/AssAzimuthttps://azimutassociazione.wordpress.com

 Associazione Azimut, Naples, Italy.
   

ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” –  NAPOLI

Crea il tuo blogAssociazione Azimut - Naples, Italy 
[ “Rione Alto” Municipalità di Arenella – Vomero ]
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI  
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono 
 
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
F I N E    S E R V I Z I O

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...