UN ANNO DA PAPA PER FRANCESCO E L’APPELLO PER PARAVATI DI MILETO (CALABRIA) – NATUZZA EVOLO SANTA! ALTRE NOTIZIE E CORRISPONDENZE…


UN ANNO DA PAPA PER FRANCESCO E L’APPELLO PER PARAVATI DI MILETO ( CALABRIA ) – NATUZZA EVOLO SANTA ! ALTRE NOTIZIE E CORRISPONDENZE…
Friday, March 14, 2014 [ “AZ.-NEWS” : 15/16.03.’14 ]
IN COPERTINA

Un anno da ‎Papa‬ per Francesco, candidato al Nobel per la Pace

( . . . ) Papa Francesco Nobel per la Pace ( . . . )
( . . . ) E’ il 13 marzo 2013 e, in una piazza San Pietro gremita, al quinto scrutinio dei cardinali arriva la tanto attesa fumata bianca. E’ stato eletto Jorge Mario Bergoglio, arcivescovo di Buenos Aires, argentino di origini piemontesi. ( . . . ) – [“Azimut” – Napoli : Un anno, straordinario, da ricordare e un nostro appello a Sua Santità]

L’APPELLO PER PARAVATI DI MILETO 

 LA CALABRIA ATTENDE PAPA BERGOGLIO !

Natuzza044.jpg 
ED E’ TEMPO – SCADENDO IL << CANONICO QUINQUENNIO >>

NATUZZA EVOLO SANTA !

[ NOSTRO – ULTIMO – SERVIZIO IN RETE ]

 

//
home

Latest Post

VALERIO MARINELLI NATUZZA DI PARAVATI (VOLUME DECIMO) – EDIZIONI FONDAZIONE CUORE IMMACOLATO DI MARIA RIFUGIO DELLE ANIME

VALERIO MARINELLI NATUZZA DI PARAVATI (VOLUME DECIMO) – EDIZIONI FONDAZIONE CUORE IMMACOLATO DI MARIA RIFUGIO DELLE ANIME

Inviato da Production Reserved ⋅ 14 marzo 2014

 

1 Vote


VALERIO MARINELLI NATUZZA DI PARAVATI (VOLUME DECIMO) – EDIZIONI FONDAZIONE CUORE IMMACOLATO DI MARIA RIFUGIO DELLE ANIME

——————————————————————————

[ NATUZZA EVOLO – SANTA SUBITO ! ]

—————————————————————————–

[ TRATTO DAL WEB – GIA’ NELL’OTTOBRE 2012 ]

( . . . ) Natuzza è morta tre anni fa. Secondo le norme stabilite il processo di beatificazione può cominciare a livello diocesano cinque anni dopo la morte. In che modo la sua diocesi si sta preparando per l’inizio del processo e che cosa è stato già fatto negli anni precedenti?

Mons. Renzo: È noto che prima che trascorrano 5 anni dalla morte non si può pensare ad alcun processo di beatificazione. Se ne parlerà eventualmente dopo. Nel frattempo la diocesi e la comunità di Paravati continueranno a prestare ogni attenzione a quanto avviene e a dare le cure pastorali necessarie perché il patrimonio umano e spirituale lasciato da Natuzza non allenti la sua presa nei fedeli. Il resto si vedrà a suo tempo.

Uno dei requisiti per cominciare il processo di beatificazione è la persistente “fama di santità”. Come si manifesta tale fama nel caso di Natuzza? 

Mons. Renzo: Credo che da quanto già detto si possano trarre spunti di risposta al quesito. Di certo Natuzza con la sua vita, ben al di là delle altre fenomenologie a lei riconosciute, ha meritato e merita la “fama di santità” di cui è circondata e costituisce un autentico faro e motivo di speranza per il futuro della Chiesa intera. È la sua semplicità, assieme alla nobiltà d’animo e di cuore a costituirla esemplare maestra di vita secondo il modello della “piccola via” di Santa Teresa del Bambino Gesù.                                                                        

(31 Ottobre 2012 )

[ TRATTO DAL WEB – E GIA’ SEI MESI DOPO DELLA SUA DIPARTITA : 1 NOVEMBRE 2009]

( . . . ) L’Iter della beatificazione è partito sei mesi dopo la sua morte. Il vescovo di Mileto – Nicotera Tropea ha invitato chi l’ha conosceva, a raccogliere ricordi e testimonianze su di Lei ( . . . )

——————————————————————————

[ NOSTRO PENULTIMO SERVIZIO IN RETE ]

——————————————————————————

——————————————————————————

[ GALLERIA ITALY – E IL << TORMENTONE DI “FATTI” & “MISFATTI” >>

——————————————————————————

Berlino: sulle riforme progetto di Renzi ambizioso

——————————————————————————-

( E A PROPOSITO )

[ DALLA SARDEGNA – RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO ]

——————————————————————————–

—– Original Message —– From: Vincenzo Mannello – To: ( . . . )  
Sent: Friday, March 14, 2014 11:25 AM
Subject: no soldi,no voto…!
Questo lo slogan che lancio tra le categorie interessate in occasione delle prossime elezioni europee.
Forte (si fa per dire) di una decorosa esperienza sul campo,tutta spesa nel sindacalismo alternativo,per una volta lascio da parte ideologie e valutazioni politiche.
Vado terra,terra a domanda ed offerta.
Anzi,per essere piú aderenti al vero :
cosa e quanto c’è nel piatto.
Lo shock di Renzi sarebbero gli 80 euro in busta paga,frutto di detrazioni fiscali, per i lavoratori dipendenti che guadagnino fino 1.500 euro netti al mese.
Bene,in tempi in cui non esistono piú rinnovi contrattuali e le buste paga sono state falcidiate dall’inflazione e dalle tasse,è una boccata di ossigeno per chi se li ritroverà (???).
Ad essere maligno potrei avanzare il timore che,nei prossimi mesi,serviranno non ad essere spesi (che poi,in fondo,pochini sono…,si bruciano presto) in consumi ma a coprire aumenti di benzina,tasse locali e balzelli vari.
Ma maligno non sono,si considerino pari ad un aumento medio contrattuale,come dice Renzi (per la gioia degli imprenditori che faranno slittare ulteriormente tutti i contratti).
Si troveranno nelle buste paga del 31 maggio,parola di Premier…..
E qui il primo dubbio concreto mi assale : per le europee si vota il 29 maggio,cosa suggerire ai lavoratori dipendenti ?
Premiare anticipatamente il Pd del Putto fiorentino ed i partiti di governo fidandosi o meno ?
Decidano loro,in totale libertà….,posso solo portare il piccolo contributo di esperienza personale.
Quando,nella lontana prima repubblica,imperava la democrazia cristiana alla vigilia delle scadenze elettorali qualche beneficio concreto entrava in cassa nelle famiglie.
Tra contratti ed una tantum immancabilmente si trovavano decine di migliaia di lire da elargire ai lavoratori pubblici e privati.
Ne usufruivo pure io,paradossalmente nemico giurato di quel sistema di potere.
Patti chiari quindi…..,ti premio prima,mi voti (subito) dopo.
Ma si sa,quelli erano altri tempi….,le lire c’erano…,virtuali o meno si trovavano nel portafoglio. Oggi il miracoloso euro lo vedi solo fino a metà mese (scrivo per i più  fortunati) il resto….mancia.
Siamo nel pieno della “repubblica monarchica” (o “monarchia repubblicana”)….,un Re siede al Quirinale ed un Presidente a Palazzo Chigi.
Per carità,tutto espressione della sovranità popolare,con consenso e “share” da mondiali di calcio….legittimato pure moralmente.
Pertanto,fazioso non voglio essere,i lavoratori dipendenti potrebbero avere di che ringraziare. E,nulla ostando per altre considerazioni,vadano pure a votare.
Negli anni 1950 un sindaco di Napoli,Achille Lauro,divenne famoso in tutto il mondo per aver “impegnato” gli elettori con una scarpa a testa…da completare con l’altra ad elezione avvenuta.
Oggi,si stia “sulla parola”.
Quelli di sopra,i lavoratori,sono circa dieci milioni.
Ora scriviamo dei pensionati,che di milioni di voti ne rappresentano 15.
Ci sono pure io nel mezzo,parlo quindi con cognizione di causa,spoglio di ogni incrostazione politica.
Ed a me ? A noi……?
Renzi ha detto….”niente esce,niente entra”.
È stato lapidario,niente entra……
E questo oramai è assodato,chissà per quanti anni ancora visto che valli a trovare 10 miliardi per i pensionati.
Sul niente esce…,non scommetto un centesimo. Già l’UEista di fiducia di Bruxelles,Padoan,ha messo in conto un “contributo di solidarietà” non ben specificato che interesserà le pensioni.
Quindi,sempre per restare terra terra,a noi pensionati non è stato concesso niente di niente.
Carne da macello eravamo,carne da macello restiamo…per giunta sempre piú avariata (causa trascorrere del tempo).
Invito quindi quanti abbiano la bontà di leggere a trarre le dovute conclusioni,senza farsi ulteriormente irretire dalle “proteste” della Camusso e soci.
Usiamo la vecchia logica araba a fronte di certezze acquisite (niente soldi ai pensionati) e promesse elettorali (faremo piú in là)…”pagare moneta,vedere cammello”.
Brutalmente,in linguaggio elettorale :
“No soldi,No voto”.

Grazie per l’attenzione.
Vincenzo Mannello

—————————————————————————-
[ DA STAMPA LIBERA ]
—————————————————————————-

STAMPALIBERA CHIUDE – MA LA CONOSCENZA CONTINUERA’   

13 marzo 2014 | Autore Lino Bottaro   | Stampa articolo   Stampa articolo  

lupo lingua  Stampa Libera si ferma. C’è un solo ultimo articolo che forse potrò postare e condividere, se ce la farò a scriverlo, dal titolo “La stupidità che uccide” ed un video da me realizzato anni fa in ossequio all’ultimo grande scrittore veneto Gian Antonio Cibotto. Gianantonio ora è vecchio,  vive in una dimensione irreale, essendo “malato o graziato ” dall’Alzeimer. Poi basta. Il sito resterà per qualche tempo aperto per dar modo a chi ne ha bisogno, di ricercare e stampare articoli, poi valuteremo se chiuderlo definitivamente o lasciarlo fermo.  (Se non ci saranno novità sarà più probabile la prima ipotesi).

Il sottoscritto  non sarà più attivo nel blog, non scriverà  nè risponderà a messaggi se non  a coloro ai quali è ” moralmente” dovuto, nè aprirà altri siti, nè seguira attivamente il susseguirsi del teatrino della politica internazionale e nostrana. Quello che potevo dare e fare l’ho dato e fatto pagandone pure un alto prezzo.

Stampa Libera  ha auvuto circa un mese fa un picco record  giornaliero di 28.000 lettori. E’ un numero importante, ed è proprio per questa palese potenzialità che siamo stati sempre attaccati e  lo siamo tuttora.

Leggi il resto di questo articolo »  

      

Pubblicato in COMUNICAZIONE E MEDIA   | 75 Commenti »  

 

 

 

 

 

 

Ucraina: autopsia di un colpo di Stato – segue da Movisol – Situazione Ucraina   

12 marzo 2014 | Autore Redazione   | Stampa articolo   Stampa articolo  

Storia completa del colpo di stato sostenuto dalla Nato in Ucraina

Global Research, March 11, 2014
ucraina-slide

(nella foto, manifestazione a piazza Maidan)

Il movimento di contestazione (battezzato “Euromaidan”) recentemente vissuto dall’Ucraina, è interessante sotto diversi profili. Mostra come un colpo di Stato civile contro un governo democraticamente eletto possa essere fomentato con successo con appoggi stranieri e senza interventi militari. Rivela la flagrante parzialità e la disonestà dei media mainstream occidentali  che, con argomenti falsi, sostengono acriticamente l’interventismo occidentale e, con una visione dicotomica della situazione, gratificano gli uni di essere i “buoni” e gli altri “cattivi”. Ancor più grave, delinea in contorni, fino a poco fa sfumati, una riesumazione della guerra fredda che credevamo sepolta con la caduta del muro di Berlino. Infine ci offre una anticipazione di ciò che saranno i paesi arabi “primaverizzati”, nella misura in cui l’Ucraina ha conosciuto la sua “primavera” nel 2004, primavera comunemente chiamata “rivoluzione arancione”

Ma per comprendere l’attuale situazione ucraina, è preliminare uno schema delle date importanti, oltre che dei nomi dei protagonisti della politica ucraina nell’era post sovietica.

Leggi il resto di questo articolo »  

      

Pubblicato in DOMINIO E POTERE   | 4 Commenti »  
12 marzo 2014 | Autore Redazione   | Stampa articolo   Stampa articolo  
Guerra occulta contro la Russia?
Postiamo qui un rivelatorio articolo del 2010 sui rapporti di forza e alleanze fra Europa e Russia. Oggi con la dichiarazione di guerra (economica per ora, ma pur sempre atto di guerra ) alla Russia, da parte di UE e USA,  l’Eurasia sta rischiando un conflitto nucleare all’interno dei suoi stessi confini mentre Gran Bretagna e USA se la cavano elegantemente.
L’Ucraina è il granaio d’Europa ed il punto di passaggio obbligato dei metanodotti, quindi la regione più strategica in assoluto nell’Eurasia. Impedire, come da imposizione da parte di Usa all’ UE,  di importare il gas russo ed il grano ucraino equivale ad azzannare al collo l’Europa e coinvolgerla in una guerra fratricida con la Russia. I governanti non eletti, burattini delle banche occidentali minacciosi e utili idioti, pagati dal potere mondialista  e della chimica mortifera   sono già a capo dei governi dell’Europa senza più sovranità alcuna e stanno minacciando  la Russia. Il loro compito  meschino è di portare i loro paesi in una drammatica guerra suicida come nella prima e seconda guerra mondiale. Niente di nuovo sotto il sole.
Intanto in Italia, Renzi intrattiene gli astanti mentre Casaleggio espelle parlamentari e sta di fatto sciogliendo il partito di Sasson. Con ciò si crea ad arte una nuvola di polvere che distrae e oscura i pericoli di una guerra drammatica guerra mondiale di cui l’Italia senza sovranità nè esercito di leva potrebbe ricoprire soltanto un ruolo come carne da cannone. GFH

Guerra occulta contro la Russia?

Russia :::: Alessandro Lattanzio :::: 1 ottobre, 2010 ::::

Il 13 settembre 2010, tre dipendenti russi della Sukhoj Design Bureau sono morti inaspettatamente, nella base aerea indonesiana Sultan Hasanuddin della città di Macassar nella Provincia di Sud Sulawesi. Stavano lavorando in Indonesia al trasferimento dei caccia acquistati in Russia. L’ambasciata russa ritiene che la morte dei tre ingegneri russi sia un incidente. Il Capo del Dipartimento Consolare presso l’Ambasciata russa in Indonesia, Vladimir Pronin, ha osservato che la teoria dell’avvelenamento premeditato sia priva di fondamento. “Consideriamo la morte di tre cittadini russi come un incidente. La teoria dell’avvelenamento premeditato avanzata da alcuni media russi è priva di fondamento“, ha detto il diplomatico, in diretta sul canale televisivo dei notiziari Rossija 24. “L’ambasciata non ha ricevuto alcuna relazione forense ufficiale dai medici indonesiani sulle cause della morte dei tre specialisti russi. Nel frattempo, abbiamo prestato attenzione a una dichiarazione che aveva fatto il capo del servizio medico alla stampa locale, che considera l’avvelenamento da metanolo causa della morte dei cittadini russi“. L’ambasciata russa “né smentisce questa affermazione e nè può sostenerla“, perché tale documentazione forense non è stata presa in considerazione dagli specialisti russi, ha osservato Pronin.

Leggi il resto di questo articolo »  

     

Pubblicato in DOMINIO

————————————————————————————————————————-
[ MESSAGGIO DA FORZA SILVIO.IT ]
—————————————————————————–
—– Original Message —– From: Forzasilvio.it
Sent: Thursday, March 13, 2014 5:43 PM
Subject: Associazione culturalsociale, la conferenza stampa di Renzi. Partecipa al nuovo focus group
 

Associazione culturalsociale,partecipa e diffondi il nuovo focus group dedicato agli esiti della conferenza stampa show fatta ieri da Mattero Renzi per presentare gli obiettivi del suo governo per i prossimi mesi.

Qui puoi rispondere alle domande del focus.

Per aggiungere una tua ulteriore riflessione, lascia il tuo commento qui:https://forzasilvio.it/news/4438

Grazie per la tua preziosa collaborazione.
Cordialmente,

on. Antonio Palmieri
responsabile internet Forza Italia

AVVISO: l’indirizzo e-mail da cui viene originata non e’ attivo per le vostre repliche.
Per annullare la tua iscrizione a Forzasilvio.it clicca qui: 
www.forzasilvio.it/utente/cancella

————————————————————————————
[ DA NAPOLI ]
————————————————————————————
—-Messaggio originale—-
Da: 
redazione@controcorrentedizioni.it
Data: 12/03/2014 18.01
A: “Redazione Controcorrente”<
redazione@controcorrentedizioni.it>
Ogg: L’incredibile caso dell’azienda Merloni

L’incredibile caso dell’azienda Merloni

 

Dietro la grande crisi economica che sta attanagliando l’Italia non ci sono solo storie di aziende e capannoni industriali che chiudono, operai che perdono il posto di lavoro, imprenditori che decidono di farla finita con la vita. Le cronache recenti parlano anche della svendita di aziende un tempo gioielli di Stato o di industrie che sono state per decenni fiori all’occhiello dell’economia produttiva italiana. Operazioni che avvengono nel clima di confusione generale che attraversa il nostro Paese e ovviamente con la complicità del governo e della casta dei politicanti. Il caso della Merloni, una della maggiori industrie italiane, produttrice di elettrodomestici fin dal 1930, è emblematico e vale la pena di raccontarlo.

Nel dicembre 2011, i commissari straordinari della Merloni, nominati direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico, decidono di vendere per 10 milioni di euro l’azienda italiana alla JP Industries Spa con sede all’estero. L’«affare» porta alla cassa integrazione per 1.500 lavoratori degli stabilimenti di Fabriano e Nocera Umbra; i restanti 700 operai vengono assorbiti dalla JP Industries. Nel settembre 2013, però, arriva la sentenza del Tribunale di Ancona, dopo il ricorso presentato da alcune banche contro la “vendita” della Merloni. L’operazione di cessione, avvenuta sotto l’egida del Ministero dello Sviluppo Economico, “ha violato un vincolo – si legge nella sentenza – diretto a salvaguardare, nell’ambito della pluralità degli interessi, quello dei creditori”. Inoltre è stata riscontrata anche la violazione “delle norme imperative relative al criterio di determinazione del valore del complesso industriale”, tali da “inficiare l’intera operazione di vendita per illiceità”. In pratica la Merloni viene svenduta per 10 milioni, pur valendone 54, ovvero ad un prezzo cinque volte inferiore del suo reale valore. La vendita, dunque, viene annullata.

Ma non è tutto. I tre commissari del governo – Massimo Confortini, Antonio Rizzi e Silvano Montaldo – presentano ricorso avverso alla sentenza del Tribunale di Ancona. E non solo. Nonostante il ricorso pendente, a detta degli stessi sindacati, continuano a vendere i macchinari dell’azienda a paesi esteri: Turchia, Egitto e Spagna.

Ci si chiede: come è stato possibile che tre esperti di diritto e di economia, come i commissari nominati dal Ministero dello Sviluppo Economico, abbiano svenduto un’azienda di tale portata ad un prezzo così basso, fuori da ogni logica di mercato?

E come mai il governo non ha aperto subito un’inchiesta su quanto accaduto, quanto meno per accertare se ci siano delle responsabilità dei commissari? Perché la casta dei politicanti tace di fronte ad una violazione della legge così evidente? E perché il governo lascia svendere le aziende italiane senza muovere un dito, lasciando che si compiano queste cannibalizzazioni da parte di imprese con sede all’estero?

Come qualcuno ha fatto notare, lasciano portare via tutto, restano pieni solo i portafogli dei tre commissari, che guadagnano la bellezza di 500mila euro all’anno. Alla faccia dei 1.500 cassintegrati e dei 700 lavoratori rimasti, che ogni giorno assistono impotenti al cammino della ex Merloni verso un triste fallimento…

 

Mauro Finocchito

———————————————————————————

[ IL SERVIZIO CONTINUA ]

———————————————————————————

[ MESSAGGI – “POSTATI” SU FACEBOOK ]

—-Messaggio originale—-
Da: 
notification+acf6oy26@facebookmail.com
Data: 14/03/2014 13.56
A: “Arturo Stenio Vuono”<
an.arenella@libero.it>
Ogg: Giampiero ti ha invitato a Incontro UMP: “Cento Città per il Parlamento virtuale” a Napoli su Faceb
ook

 

facebook
Giampiero Catone ti ha invitato al suo evento:
Incontro UMP: “Cento Città per il Parlamento virtuale” a Napoli
Sabato 22 marzo alle ore 10.00 presso Ramada Naples

 

—-Messaggio originale—-
Da: 
notification+acf6oy26@facebookmail.com
Data: 14/03/2014 8.12
A: “Arturo Stenio Vuono”<
an.arenella@libero.it>
Ogg: Arturo Stenio Vuono, scopri a chi piace la tua Pagina

 

facebook
Gianfranco Fortunato piace Associazione Azimut.

 

[ SPAZIO LIBERO, APERTO A TUTTI, SENZA FILTRI O CENSURE ]

—– Original Message —– From: NINO LUCIANI
Sent: Thursday, March 13, 2014 4:01 PM
Subject: On. Alessi: Risposta a lettera di On. Avv. Gianni Fontana

On. Alberto Alessi
Roma 12.03.2014

All’On. G. Fontana
Roma 13.03.2014

Caro Gianni,
leggo con interesse, ma anche con un certo imbarazzo, l’ultima Tua lettera inviata alla attenzione dei soci della Associazione Democrazia Cristiana, con oggetto: rinvio assemblea soci.
Imbarazzo perché dal contenuto della lettera si da ormai per scontato, da parte dell’Associazione, un patto federativo con la nuova formazione politica guidata da Mauro, Dellai, Oliverio per la costituzione del nuovo soggetto politico da presentare al Paese.
Il pronome “del” e non “di” un nuovo soggetto politico sta ad indicare che la partita è ormai chiusa e  pacta sunt servanda, cioè si mettono i soci davanti ad un fatto e ad un patto compiuti.
Tale nuova formazione politica, poi, sempre secondo le Tue intenzioni, dovrebbe essere caratterizzata e identificata dal popolarismo sturziano e cioè in definitiva anche democristiano.
In verità non si è mai sentito da parte di Mauro, Dellai e Oliverio una sola consonante o una sola vocale a favore del popolarismo sturziano e sui valori e ideali democristiani.
Ora non mi pare che vi sia stata una votazione in tal senso dei soci fondatori dell’Associazione Democrazia Cristiana, nè della stessa direzione in tal senso, e che avrebbe implicato una decisione finale, secondo me, non in linea con le iniziali motivazioni che hanno spinto tanti di noi a iscriverci all’Associazione, con la speranza prima di ogni altra cosa di rifondare la DC partendo dal XIX Congresso ( 11-12 novembre 2012)  che ha visto Te protagonista e Segretario Nazionale.
Dal progetto da Te prospettato la DC e i democristiani verrebbero assorbiti dalla formazione Popolari per l’Italia, perché ubi maior minor cessat .
Io credo che tale futuro accordo è costruito per le future elezioni europee con la possibilità di qualche candidatura di qualche autorevole componente dell’associazione Democrazia Cristiana.
Sic transit gloria mundi.
Non posso che augurare un buon successo ai futuri candidati, perché il sogno iniziale dell’Associazione Democrazia Cristiana è laconicamente tramontato.
Con la stima e l’affetto di sempre
Alberto Alessi

________
———- Messaggio inoltrato ———-
Da: Giovanni Fontana <g.fontana@fgalex.it>
Date: 11 marzo 2014 18:42
Oggetto: Rinvio Assemblea soci x venerdì 14 marzo p.v.
A: Giovanni Fontana <g.fontana@fgalex.it>

Roma, 11. III. ’14
Ai componenti l’Assemblea Adc

LORO SEDI

Oggetto: Rinvio Assemblea soci

Cari amici,
la nostra assemblea associativa, già convocata per l’imminente 14 marzo, ha necessità di un rinvio tecnico, dovuto peraltro a una positiva evoluzione in atto della nostra azione, sulla quale mi è gradito informarvi tempestivamente con la presente.

Con soddisfazione vi comunico infatti che la serie intensa di incontri ed eventi di questo più recente periodo ci ha consentito di avvicinarci decisivamente all’obiettivo per il quale abbiamo lavorato in questi mesi: la definizione, insieme con gli amici che hanno sottoscritto con noi il recente Patto Federativo di Comunità Popolare, di una piattaforma di accordo anche con gli amici della formazione politica guidata da Mauro, Dellai e Oliverio, per la costituzione del nuovo soggetto politico da presentare al Paese. Una formazione che intende servire  e tradurre oggi un’antica novità: il popolarismo sturziano  con la missione di restituire al Paese una prospettiva di democrazia e sviluppo consona alla tradizione dei nostri padri fondatori.

Come ricorderete, i due momenti catalizzatori finali di tale cammino sono stati il convegno dei primi di gennaio alla Badia primaziale di S.Anselmo in Roma e la successiva assemblea di gennaio all’Aran Mantegna, sempre in Roma. Già in quest’ultima sede, infatti, autorevoli interventi, e sopra tutti quello dell’allora ministro della Difesa, Mario Mauro a nome dei Popolari per l’Italia, non solo avevano espresso interesse forte e diretto per la conclusione del Patto Federativo da noi proposto, ma avevano condiviso e sottoscritto il documento di principi, di valori e di programma da noi predisposto.

Su tale base sono continuati senza interruzione i rapporti di approfondimento citati così che entro il corrente mese di marzo ci si prospetta appunto il momento di verifica finale decisiva per la costituzione del nuovo soggetto.

Una decisione come questa si impone a noi, promotori dell’intero cammino, come oggetto prioritario e condizionante le prossime nostre determinazioni assembleari. Tale stato di cose conduce, quindi a ritenere superati, per ora, i diversi punti già stabiliti all’ordine del giorno e quindi a rinviare la nostra assemblea, già convocata per venerdì 14 marzo pv, per sottoporre direttamente, appena saranno state definite, le determinazioni relative alla costituzione del nuovo partito.

Vi invito dunque ancor più vivamente a seguire la informativa che sarà nostra premura continuare a comunicarvi sulla evoluzione degli incontri in corso, dandoci a vostra volta tutti i suggerimenti e le riflessioni che nel frattempo riterrete utili.
Fraterni saluti
Gianni Fontana

[ CORRISPONDENZE ]


—– Original Message —– ìFrom: Forum delle Associazioni Familiari
Sent: Thursday, March 13, 2014 1:56 PM
Subject: FORUM FAMIGLIE – rassegna stampa del 13marzo2014
 

 

   Rassegna stampa del 13 Marzo 2014

PRIMA PAGINA – Renzi alla prova della coerenza su fisco e famiglia
Dobbiamo riconoscere al premier Renzi il coraggio di aver introdotto l’esplicito riferimento alle famiglie in tema di equità fiscale. Ci era sembrato di cogliere da suoi recenti interventi, la volontà di muoversi in questa direzione. Questi “cento giorni di lotta per cambiare l’Italia” ci diranno se veramente il Paese ha imboccato la strada di un fisco giusto ed equo con le famiglie.

13 Marzo 2014 – Vita.it
Sistema Fiscale E Tariffario
SI PARLA DI NOI :: Isee. Chi ci guadagna e chi ci rimette 598 KB

16 Marzo 2014 – Cittadino
Strategia Lgbt
SI PARLA DI NOI :: Contro il gender 121 KB

13 Marzo 2014 – Liberta’
Comunicazione
SI PARLA DI NOI :: L’educazione dei figli ai tempi di sms e internet 84 KB

13 Marzo 2014 – Avvenire
Manovra Anti-crisi
SI PARLA DI NOI :: Sulla famiglia il premier alla prova della coerenza 55 KB

12 Marzo 2014 – TgTg (tv2000)
Manovra Anti-crisi
SI PARLA DI NOI :: Intervista del presidente Belletti 197 KB

13 Marzo 2014 – Avvenire
Manovra Anti-crisi
SI PARLA DI NOI :: La meta’ arranca verso fine mese 87 KB

12 Marzo 2014 – SirQuotidiano
Manovra Anti-crisi
SI PARLA DI NOI :: Alla prova della coerenza 79 KB

12 Marzo 2014 – Ansa
Manovra Anti-crisi
SI PARLA DI NOI :: Renzi alla prova della coerenza 59 KB

13 Marzo 2014 – Sole24ore
Manovra Anti-crisi
Sul cuneo solo un piano 1.1 MB

13 Marzo 2014 – Messaggero
Manovra Anti-crisi
Risparmio di 80 eruro al mese 506 KB

13 Marzo 2014 – Avvenire
Manovra Anti-crisi
Se l’Italia dimentica la famiglia 1 MB

13 Marzo 2014 – Avvenire
Manovra Anti-crisi
Giusta direzione dettagli cruciali 150 KB

13 Marzo 2014 – Avvenire
Obiezione Di Coscienza
Aborto choc. L’obiettivo: la legge 40 67 KB

13 Marzo 2014 – Europa
Il Pd non dimentichi i diritti civili 184 KB

13 Marzo 2014 – Avvenire
Dal Papa una sfida al mondo d’oggi 1.2 MB

13 Marzo 2014 – Avvenire
Bagnasco: le parole e le opere 111 KB

13 Marzo 2014 – CorrieredellaSera
Riccardi: Il Papa che costruisce ponti 167 KB

13 Marzo 2014 – Libero
Socci: Il drammatico bivio di Bergoglio 309 KB

13 Marzo 2014 – Giornale
Cammilleri: i cattolici di destra che la Chiesa ripudia 285 KB

13 Marzo 2014 – Foglio
Matrimonio
Amore sponsale, l’autodafe’ 278 KB

12 Marzo 2014 – Disal.it
Parit� Scolastica
Un’occasione per il bene della scuola italiana 28 KB

 

—– Original Message —– From: Forum delle Associazioni Familiari

Sent: Wednesday, March 12, 2014 12:44 PM
Subject: FORUM FAMIGLIE – rassegna stampa del 12marzo2014

   Rassegna stampa del 12 Marzo 2014

10 Marzo 2014 – Assesempione.info
SI PARLA DI NOI :: Fabbrica del programma 405 KB

12 Marzo 2014 – Avvenire
Manovra Anti-crisi
Priorit� alle famiglie con le detrazioni 226 KB

12 Marzo 2014 – EcoBergamo
Manovra Anti-crisi
Inutili 100 euro per le famiglie 318 KB

12 Marzo 2014 – Sole24ore
Manovra Anti-crisi
Cuneo, per ora solo il piano 158 KB

12 Marzo 2014 – Sole24ore
Sistema Fiscale E Tariffario
Redditometro, controlli al via 345 KB

12 Marzo 2014 – Avvenire
Obiezione Di Coscienza
Ho abortito in bagno, la Asl smentisce tutto 150 KB

12 Marzo 2014 – Europa
Aborto
Altro che quote, legge 40, divorzio breve, 194 177 KB

12 Marzo 2014 – Repubblica
Divorzio
Il vangelo dei divorziati 358 KB

12 Marzo 2014 – Foglio
Fedeli contro il vescovo che discrimina gay e divorziati 295 KB

12 Marzo 2014 – CorrieredellaSera
Il welfare del non profit costa il 23% in meno 260 KB

12 Marzo 2014 – Avvenire
Il non profit puo’ salvare i servizi sociali 253 KB

 [ DA COSENZA ]

Genealogia Famiglia Vuono  

Dai Bisnonni ad oggi. di Stenio Vuono Junior. contatti e o invio materiale:
stevu48@yahoo.it · Contatore sito · Istruzioni · Torna alla pagina principale.
Vuono 
...

————————————————————————————————————————————————————
[ CORRISPONDENZE ]
————————————————————————————————————————————————————-
—– Original Message —– From: Forum delle Associazioni Familiari
Sent: Friday, March 14, 2014 1:42 PM
Subject: FORUM FAMIGLIE – rassegna stampa del 14marzo2014

   Rassegna stampa del 14 Marzo 2014

PRIMA PAGINA – Zamagni: Renzi ci dia almeno la data della Conferenza nazionale

In un’ampia intervista rilasciata al Sir, Stefano Zamagni, si sofferma su positività e criticità della manovra del governo nei confronti della famiglia. Tra le altre cose il presidente del comitato sceintifico dell’Osservatorio nazionale per le politiche familiari ricorda che “attendiamo almeno la data della terza Conferenza”. Un’attesa che anche il Forum condivide: fissare una data significa dare la giusta rilevanza ad un evento che non deve risolversi in una passerella di politici ma diventare una tappa fondamentale nel dibattito sul ruolo socile della famiglia.

14 Marzo 2014 – SirQuotidiano
SI PARLA DI NOI :: UnoDiNoi. A Bruxelles si prepara l’audizione 81 KB

14 Marzo 2014 – Libero
Strategia Lgbt
SI PARLA DI NOI :: Segnalate i prof antigay 120 KB

13 Marzo 2014 – SirPrimaPagina
Manovra Anti-crisi
Zamagni: il governo non perda di vista la famiglia 203 KB

13 Marzo 2014 – SirPrimaPagina
Manovra Anti-crisi
La svolta di Renzi alla prova del Paese 255 KB

13 Marzo 2014 – RedattoreSociale
Manovra Anti-crisi
Gori: il sociale non c’� 72 KB

14 Marzo 2014 – Avvenire
Manovra Anti-crisi
Il governo vuole togliere la detrazione per il coniuge 105 KB

14 Marzo 2014 – Repubblica
Manovra Anti-crisi
Irpef: lo sconto sar� da 67 a 90 euro 188 KB

14 Marzo 2014 – Libero
Strategia Lgbt
La lobby gay che monovra il Parlamento europeo 216 KB

14 Marzo 2014 – Avvenire
Strategia Lgbt
MODENA. Trans a scuola 739 KB

14 Marzo 2014 – Avvenire
Strategia Lgbt
PIACENZA. Questionario alle superiori 88 KB

13 Marzo 2014 – Zenit
Strategia Lgbt
Unisex: la creazione dell’uomo senza identita’ 72 KB

14 Marzo 2014 – Avvenire
Strategia Lgbt
Noi sentinelle, mai contro le persone 232 KB

14 Marzo 2014 – Avvenire
Separazione
Aiutare chi si separa 185 KB

16 Marzo 2014 – FamigliaCristiana
Famiglia, l’ora del coraggio 720 KB

19 Marzo 2014 – Tempi
Matrimonio
L’indissolubile viaggio 1.9 MB

13 Marzo 2014 – FamigliaCristiana.it
Sciortino: famiglie numerose ricche di vita 121 KB

14 Marzo 2014 – Repubblica
Mamme Medea 578 KB

14 Marzo 2014 – Avvenire
Obiezione Di Coscienza
Roccella. Teoremi e verita’ 200 KB

———————————————————————————————————————————————————-
[ RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO ]
—————————————————————————–
—– Original Message —– From: SMSengineering Marketing

Sent: Wednesday, March 12, 2014 2:46 PM
Subject: OPEN INNOVATION: CROWDSOURCING E CROWDFUNDING
OPEN INNOVATION: CROWDSOURCING E CROWDFUNDING
“…una piccola impresa, attraverso la rete, può entrare in contatto con esperienze analoghe e quindi realizzare sinergie valutando sbocchi di mercato e/o di approvvigionamento praticamente infiniti” Prof. Amedeo Lepore, Presidente di Napoli Open Innovation
LA CIFIT IN SMS ENGINEERING, 10 MARZO 2014, PER PRESENTARE IL WORKSHOP: “NUOVE SFIDE TECNOLOGICHE NELL’AMBITO DELLA SICUREZZA, DALL’ UTILIZZO DEI DRONI ALLA CYBER SECURITY” CHE SI TERRÀ PRESSO L’OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAPODIMONTE IL 12 SETTEMBRE 2014.

Altissimo è l’interesse verso le applicazioni degli APR e della Cyber Security sia da parte delle Forze dell’ Ordine che in ambito civile ed industriale. Il Presidente del CIFIT (Criminology International Forensic Investigation Technologies), Giuseppe Di Somma con una delegazione composta da Gennaro Roverta, Mario Carinelli e Njegos Visnjic, ha presentato a Massimiliano Canestro, SMS Engineering Vice President, le tematiche che verranno affrontate nel convegno del 12 settembre al fine di stabilire possibili contributi, in ambito Cyber Security, da parte degli ingegneri della SMS Engineering che hanno maturato diverse esperienze nel settore difesa sia sull’ Asset and Connectivity Management sia sulla WAN Accelleration and Optimization che sui Firewall a livello applicativo. Il C.I.F.I.T. è un’associazione di professionisti qualificati che nasce con lo scopo di essere di supporto ad Enti pubblici e privati offrendo consulenza nella formazione e nell’applicazione delle norme in materia di Analisi forense, Criminologia e Scienza dell’Investigazione e della Sicurezza e per tematiche e problematiche relative a dette scienze. L’associazione opera incentrando le proprie azioni su un codice etico al quale tutti i professionisti ed associati C.I.F.I.T. devono far riferimento nell’espletamento delle loro funzioni, e che per statuto e regolamento interno sono tenuti a prenderne atto ed a sottoscrivere all’atto della richiesta in qualità di aderenti all’associazione, ciò da cui non si può prescindere al fine di collaborare con l’associazione stessa. E’ indispensabile infatti identificarsi con lo spirito ed i princìpi del C.I.F.I.T. per potervi aderire e giustamente rappresentarlo, ciò che costituisce già di per sé un marchio di qualità degli aderenti, e chiaro riferimento per tutti coloro che si avvalgono dell’operatività associativa. L’attività principale dell’associazione consiste nell’organizzare per gli Associati, per i non Associati, nonché per conto di Enti pubblici e privati corsi di qualificazione in materia di criminologia e psicologia investigativa, sociologia della devianza, criminalistica, indagini criminali, grafologia, psichiatria forense, scienze forensi, medicina legale, pedofilia e pedocriminalità, esame ed analisi della scena del crimine, criminal profiling, metodologie investigative e sicurezza anticrimine operando anche in collaborazione con altre associazioni aventi scopi sociali inerenti alla CIFIT, o con altri Enti nazionali ed internazionali, Università,Forze dell’ordine. Costituisce inoltre un valido supporto di tipo investigativo-criminologico-forense-tecnologico per le Istituzioni di carattere legale-giudiziario, quali gli stessi Tribunali e Procure della Repubblica, nonché per le Forze dell’ordine territoriali, che possono attingere all’Albo dei Consulenti C.I.F.I.T. quali esperti altamente qualificati per lo svolgimento di analisi e consulenze tecnicamente scientifiche ed obiettive nel settore di interesse, nonché per l’affidamento di perizie e mandati investigativi, costituendo inoltre un valido supporto anche per gli Studi legali che si occupano di indagini difensive sia a favore di privati che di aziende.
————————————————————————————
[ SPAZIO LIBERO, APERTO A TUTTI, SENZA FILTRI O CENSURE ]
————————————————————————————
—– Original Message —– From: Mario Coppeto
Sent: Friday, March 14, 2014 5:10 PM
Subject: Fwd:
spero di fare cosa utile inviandoti

la mia lettera  pubblicata su”La Republica”del 12 marzo scorso
di seguito il testo.
Salut, Mario 
“Il Vomero di Paolo e Chiara”
La settimana che si e’ appena conclusa e’ stata per la citta’, il paese, il territorio collinare di Napoli, in particolar modo, ricca di emozioni negative e positive che hanno mostrato un territorio, capace in poche ore, di scivolare negli inferi e di innalzarsi nella volta stellare.
Paolo 
Sorrentino, grande regista, conquista il premio piu’ ambizioso per chi fa il suo mestiere; l’Oscar per il miglior film straniero e Chiara SenzaCognome, trovata reclusa, nella propria casa dopo otto anni, di indifferenza generale di un palazzo, una strada, un intero territorio considerato benestante, ricco e sapiente.
Due quartieri, due citta’, due faccie della stessa medaglia.
Paolo che rappresenta un territorio laborioso, vincente, sapiente, colto e rappresentativo. Chiara che al contrario ne dimostra tutta la poverta’ d’animo, la fragilita’ e l’indifferenza.
Il Vomero come paradigma di forti contrasti coi quali tutti i giorni ci confrontiamo.
Eppure il Vomero e piu’ in generale l’area collinare della citta’, viene percepita come il luogo del benessere economico e stabilita’; quindi della sicurezza sociale.
In parte e’ cosi’ ma solo se si prendono in considerazione parametri rigidi quali: il reddito pro-capite, il PIL, il livello di istruzione e le numerose eccellenze in campo professionale, commerciale, scientifico e sopratutto sanitario.
Un territorio cresciuto troppo in fretta ed in molta parte disegnato sulla carta.
Francesco Rosi, in “Mani sulla citta’” ha ben raccontato il senso del disastro di allora che ancora oggi mostra tutti i punti di debolezza.
Il Vomero, quindi, dei saperi ma anche dei tanti suicidi, tutti quelli volati dal ponte di Pietro Castellino.
Il Vomero delle quattro Giornate di Napoli ma anche dei ragazzi che inondano le proprie aule di creolina senza motivo e per disaffezione verso la scuola.
Il Vomero che con fatica cerca di reagire al malaffare ed al racket ma la notte sniffa lungo la muraglia cinese dei baretti di via Falcone.
Il Vomero del CNR, dei suoi ricercatori precari che vivono con meno di 800 euro al mese. Il Vomero delle vittime innocenti; di Siani, Ruotolo e Buglione. Il Vomero della cultura, delle belle ville Liberty e dei grandi artisti di un tempo come Bovio, Murolo e di Eduardo. Il Vomero delle passegiate, quelle famose di Renato Caccioppoli mentre pensava al suicidio. Il Vomero degli artisti geniali di oggi come Paolo Sorrentino che con il suo “meritatissimo” Oscar, riscatta una intera citta’ da tante umiliazioni e dai tanti fallimenti di rivoluzioni con colori sgargianti, purtroppo solo annunciate.
Ma anche il Vomero di Chiara, SenzaCognome. Chiara Solitudine, Chiara Disperazione, Chiara Nonvogliodisturbare, Chiara Mifaccioifattimiei.
Insomma un territorio che vive i propri eccessi e le proprie solitudini come tutte le citta’ senza anima o con anima smarrita.
Il Vomero, ma anche l’Arenella con i suoi 120.000 abitanti, con la metropolitana, le funicolari, i parcheggi, le isole pedonali, il centro commerciale, i teatri, il Castello, la Certosa, la Floridiana ed i mercatini ha sicuramente tanti vantaggi rispetto a tanti non luoghi della citta’, ma e’ anche il territorio che si spegne con l’abbassarsi delle saracinesce per rientrare nelle proprie solitudini.
Spetta alla politica, alle amministrazioni, ma anche all’intero sistema sociale e ai singoli cittadini mettere in campo reti di contenimento sociale per abbassare il disagio e per evitare il ripetersi di storie come quella di Chiara: insomma il Vomero ha ancora molta strada da fare per mostrare la sua “Grande Bellezza”
Mario Coppeto
Mario Coppeto
Presidente Municipalità 5
Arenella-Vomero, Comune di Napoli
Via Morghen 84
80128 Napoli
—– Original Message —– From: info@retecivicanapoli.org
Sent: Friday, March 14, 2014 5:10 PM
Subject: news e feed di RCN del 14/03/2014
AVANTI TUTTA CON GLI ALTRI BENI COMUNI:
CIBO – TERRA – ENERGIA – FORMAZIONE
Le news di RCN del 14/03/2014

raggiunte le 500 firme per la petizione “l’europa contribuisca alla salvezza del clima del pianeta”.

sulla neonata lista “l’altra europa con tsipras”

avvio progetto – p.u.l.s.a.r. – corpi civili di pace in kosovo

scuola di pace: lavoro e democrazia, quando la politica fallisce

pisa. si allarga la staffetta del digiuno a difesa del distretto 42

lancio campagna stopttip

le bandiere da lasciare a casa

francuccio gesualdi: lettera aperta al comune di pisa sul distretto 42

2* fest?ssemblea dei soci gasp

pubblicizzare e sostenere il microcredito alla sanità

il cineforum dell’assocciazione miccoli e del gruppo della decrescita: 5 film per storie disperate e di speranza a napoli

lettera al sindaco ed assessori per il raid al campo rom di via del riposo

dal “general intellect” (marx)

zero waste/rifiuti zero a napoli: assemblea nazionale a sostegno della legge popolare

programma dell’ ex asilo filangieri

notizie avaaz

stop ttip – nasce la campagna italiana e a bruxelles i movimenti danno il benvenuto ai negoziatori

partodiprotesta

I feed di RCN del 14/03/2014

crescita, qualche domanda a euro-pen
domande a euro-pen
crescita: vecchi e nuovi problemi
il forum di euro-pen, un’altra strada per l’europa
un’altra strada per l’europa
la bolla a orologeria della finanza
servizio civile, un’alternativa per l’ue
f35 e non solo, la «casta» intoccabile
il complesso militare
la renzinomics
diamo credito a renzi?
le misure di renzi e gli stimoli alla ripresa

——————————————————————————

 ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT”  NAPOLI 
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
Annunci

Un pensiero su “UN ANNO DA PAPA PER FRANCESCO E L’APPELLO PER PARAVATI DI MILETO (CALABRIA) – NATUZZA EVOLO SANTA! ALTRE NOTIZIE E CORRISPONDENZE…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...