ATTENTI A QUEI DUE – GRILLOSCOOP E RENZISPOT – LA REALTA’ DEGLI ITALIANI IGNARI E SINO A QUANDO? MARINE (E MARINA?) – ALTRO…


ATTENTI A QUEI DUE – GRILLOSCOOP E RENZISPOT – LA REALTA’ DEGLI ITALIANI IGNARI E SINO A QUANDO? MARINE (E MARINA?) – ALTRO…

Evidenza - Manifestazione tricolore
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI
https://azimutassociazione.wordpress.com : Ufficio Stampa ( Ferruccio Massimo Vuono )
 Scritto : Tuesday, March 25, 2014
OGGI : ATTENTI A QUEI DUE – GRILLOSCOOP E RENZISPOT – LA REALTA’ DEGLI ITALIANI IGNARI E SINO A QUANDO ? MARINE ( E MARINA ? ) – ALTRO…[ “AZ.-NEWS” :  25.03.2014 ]
[ “AZ.” ] SERVIZIO – TRA BREVE IN RETE

 

“AZIMUT” – WEBM. ADM. DES. : Fabio Pisaniello
VISITA IL SITO – LEGGICI !
—————————————————————————-
   Associazione Azimut - Naples, Italy
Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole che si sappia. Il resto è propaganda”
[ LETTO SUL WEB ]
—————————————————————————-

[ “A.Z.” ]  LA “GIOSTRA”…”ALTRO TURNO E ALTRO GIRO…”

—————————————————————————-

  Grillo-Renzi: rissa in diretta in streaming "Non sei credibile". "E tu esci dal blog" Berlusconi: "I miei figli non saranno candidati alle europee"

( ATTENTI A QUEI DUE – IL COMMENTO – VEDI : OLTRE  ) – E, ANCORA, IL << CONVITATO DI PIETRA >>…..

—————————————————————————–

[ “AZ.” ] SUL << GIOVIN SIGNORE DELLA SINISTRA >>…..

—————————————————————————–

 [ “AZ.” ] “POSTATO”  SU FACEBOK – E COMMENTI

Vincenzo Zisopulo
Vincenzo Zisopulo 24 marzo 23.31.10
haaaaaaaa Renzie vaffanculooooooooooooooooo
Cronologia commenti
Arturo Stenio Vuono
Post originale
Anthony Ramazzotti
Anthony Ramazzotti 24 marzo 22.42.29
PEGGIO DI COSI’…

Foto del diario

PEGGIO DI COSI'…
—————————————————————————–
[ “AZ.” ]  IN QUESTO NUMERO – L’ARTICOLO ( VEDI : OLTRE )
—————————————————————————–
Vincenzo Nardiello –  Tuesday, March 25, 2014
Una Marine(a) anche per l’Italia 

 

——————————————————————————————————–

[ “AZ.” ]  ( IL “TORMENTONE – ITALY”… )

——————————————————————————

SENZA PAROLE…..

 Eutanasia, Napolitano: "Il Parlamento non ignori il problema"
SENZA PAROLE…..
—————————————————————————-
[ “AZ.” ] L’ARTICOLO – LEGGI
—————————————————————————-
Vincenzo Nardiello – Tuesday, March 25, 2014
( sul << Roma ( “il Giornale di Napoli” ) >>
 

L’opinione

di Vincenzo Nardiello

Una Marine(a) anche per l’Italia
 
Si scrive Marine, si legge Marina. L’unica possibilità del centrodestra per tornare ad esistere. Come proposta credibile di governo, s’intende. Marina Berlusconi è chiamata a fare in Italia lo stesso lavoro di Marine Le Pen in Francia: svecchiare il partito del padre; creare un nuovo equilibrio e diverse gerarchie; dar vita ad una rinnovata coalizione che rilanci le domande di sicurezza, giustizia sociale e fiscale, antistatalismo, Europa dei popoli, primato della persona e difesa dell’identità nazionale. Un centrodestra rigenerato nelle idee, competitivo, che recuperi le ragioni del suo blocco sociale e faccia autocritica rispetto agli errori del passato. A meno che non s’immagini il ritorno ad un centrodestra irrilevante e diviso – ciò che è stato fino al ’94 – l’unico modo di rimetterlo in sesto è dotarlo di una leadership nuova di zecca, che rappresenti al tempo stesso il legame col passato e la proiezione verso il futuro, nell’unità di tutte le forze alternative alla sinistra. Chi meglio di una Thatcher italiana? dagli incerti confini, impone a quest’esigenza il requisito del decreto: è necessaria ed urgente. Di tempo ne è rimasto davvero poco, Marina deve scendere in campo ora, sfruttare la finestra delle Europee per testare le proprie possibilità. Dopo sarebbe troppo tardi. Raccoglierebbe i cocci di un partito disintegrato da lotte intestine e guerre per un potere che non c’è più. A chi sostiene che Marina è più utile in Mondadori, va risposto che è sempre meglio battagliare contro la sinistra a viso aperto che finanziare autori che sputano sulla destra e finanche sull’azienda per la quale pubblicano. Gli euroentusiasti italiani, che continuano a fare analisi ridicole e fuorvianti sulla «destra populista», possono essere battuti non da posizioni antieuropeiste o con idee del tipo “via dall’Euro”, politicamente irrealistiche ed economicamente insostenibili, ma con una seria proposta che ripensi l’intero assetto comunitario, gestito ora da ottusi burocrati che si sono arrogati il diritto di decidere per noi. Renzi, anticonformista a parole, nei fatti resta allineato alla linea eurotedesca. Come l’ultimo vertice Ue ha dimostrato, la sua proposta alternativa si riduce alla richiesta di spendere in deficit: un giovane vecchio keynesiano. Per la crescita, invece, sono necessarie una politica europea monetaria espansiva, attraverso misure non convenzionali sul modello Usa, e una profonda revisione della governance della Bce. Su questi temi, un centrodestra che esista può dare battaglia in difesa di un’Italia espropriata del suo ruolo di Nazione dalla finanza e dalla tecnocrazia eurotedesca. Ma per farlo occorre un leader. Una Cavaliera. Oui, Marine
—————————————————————————-
LO << SCUDISCIO DI  GIANCARLO LEHNER >>
—————————————————————————-
—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner  – To:  ( . . . )
Sent: Tuesday, March 25, 2014 12:29 PM
Subject: Lehner: W Forza Campania!
 
Forza Italia sin dalla nascita è stata una sfida alla geometria, configurandosi in foggia di piramide magica, appoggiata sul vertice e non sulla base. Ora, fra pochi giorni, Berlusconi, il vertice e il mago, dovrà scontare una pena comminatagli non solo dalle toghe ma anche dall’ ignavo consigliere a lui contiguo.   Senza Silvio, Forza Italia è destinata all’entropìa, a meno che non si abbia il coraggio di riportare la piramide sulla base, regionalizzando il partito, ripristinando, così, la centralità del territorio.  La retta via, dunque, è quella di Forza Campania, la formazione di resistenza, sopravvivenza e rinascenza, che teorizzai e proposi ai colleghi campani nel febbraio del 2013. Quanti accusano Cosentino per siffatta “colpa” mentono per la gola, essendo noto che la formula e il progetto scaturiscono esclusivamente dalla mia anacronistica manìa di pensare.
 
Giancarlo Lehner
—————————————————————————-

( ATTENTI A QUEI DUE ! GRILLOSCOOP E RENZISPOT )

—————————————————————————-

[ “AZ.” ] Arturo Stenio Vuono

 

vuono

 [ “AZ.” ]   il commento GRILLOSCOOP RENZISpot

————————————————————————————————————————

 

Abbiamo già detto di questa Europa – che non è la nostra – come, di recente, giustamente, Marine Le Pen, l’Ue, una macchina che fabbrica povertà. Alle urne di maggio, senza farsi facili illusioni, così stando le cose, si rinnova Strasburgo che dovrà, volendo o nolendo, gestire solo il futuro massacro del fiscal compact [ 1 ] . Non è sufficiente, però, manovrare – come per il passato – sulle elezioni europee; non basta solo la predisposizione, congenita a un dna servile e prono, della genia (post?)comunista , unitamente al filone – ventriloquo, cosiddetto del cattolicesimo democratico ( in casa Pd ), per garantire il tutto è in ordine e niente a posto. Non è sufficiente solo l’attuale personale degli addetti del protettorato Italia. Nossignori, serve allo scopo anche una opposizone funzionale che gridi – e remi contro ( si fa per dire ) – ma, poi, sempre inchiodata ai molti se o ma. E’ già partito all’uopo, il lavorio per tirare una doppia volata. Renzi da una parte ( 2 ) e Grillo dalla’altra ( 3 ). Entrambi si prestano alla bisogna : il primo per investitura da parte di coloro che, in illo tempore, servirono il sovietismo e, oggi, ovviamente, riciclatisi in ueisti – merikanisti – mondialisti; il secondo, ancora meglio, quale prezioso agente, superprotetto e supercoperto,  di coloro che, evidentemente, temono il populismo trasversale – autonomo e indipendente – e ne progettano la metabolizzazione onde renderlo inocuo. Entrambi, telecomandati, parlano alla cosiddetta pancia del paese, in perfetta sintonia con le aspettative della gente, perciò, soltanto per prosciugare le tematiche del già e arcinoto vituperato berlusconismo; ma per puntare, nei fatti, a operare – esattamente – per l’incontrario. Questa, in sintesi, la realtà della quale gli italiani sembrano – ancora – non accorgersi; e sino a quando ? I domestici della maggioranza, com’è noto, sono stati sempre una costante della nostra repubblica ovvero della colonia Italia che, adesso, come questa Europa, non ci piaceva; erano, per molti anni, una sorta di necessità della guerra fredda cui si contrapponeva, parimenti, l’opposta pletora di maggiordomi. Una diversa, differente, posizione non era permessa, non fu mai concessa, pena essere rinchiusi nel ghetto e, ove non bastasse, tacciata di tutte le infamità. Siamo stati sommersi, per decenni, da una girandola di angherie e di trasformismi, e dalle grandi manovre che, sin dall’inizio, azzeravano le diverse alternative; si potè contare, a  partire dal qualunquismo, sullo strumento dell’ entrismo che’era, infatti, più che idoneo ad infiltrare e ad inquinare. Siamo stati sommersi, sino a quando lo stesso baricentro politico vacillò ( 4 ), in bagni di sangue che straziavano la patria della quale, noi, dell’allora Msi, ci sentivamo una costola privilegiata e, nonostante tutto, una riserva per il futuro. L’entrismo, una piaga, era fatto da manovalanza che, per l’oggi – sempre – manovrabile ma difficilmente reperibile ( 5 ), ebbe il volto di molti colori – abbondantemente mostrati – ma i cui mandanti, e burattinai, ancora restano, sostanzialmente, sconosciuti. Correva l’anno del Signore 1994 e il ventisette di marzo, orsono vent’anni, il corto circuito del potere si incrociò con una nuova alternativa; e dal divino Silvio ( 6 ), angelo e demonio, partorì la vittoria sulla gioiosa macchina da guerra; poi l’altalena, fatta di successi e di sconfitte, che ci hanno portato ai nostri giorni e al teorema che ha da essere, comunque sia, l’uomo dei festini e l’evasore, il corruttore. Siamo al ritorno del putridune che, a forza di cortine fumogene e polveroni, finisce per non ammorbare l’aria che respiriamo ma per brillare, Renzi docet; e siamo al ritorno, seppure in edizione riveduta e corretta, per ora non cruenta, che – tanto per fare un solo esempio – genera l’occupazione della protesta ma la totale sterilità del dissenso, Grillo docet. Maggioranza e opposizione del sistema di potere, appassionatamente unite nell’espulsione dell’intruso, sono immerse nello sterco che, quotidianamente, schizza – direttamente o indirettamente – su tutti noi. Tra la commiserazione, la compassione, compiacenze e imposizioni dei satrapi dell’europlire; e le frequentazioni di cancellerie ed ambasciate che guidano la quadriglia. Una ( loro ) democrazia che tutto vede e provvede; e le elezioni, salvo quelle – come le imminenti – utili e concesse, ormai considerate solo una schiocchezza; nel mentre che i governi si succedono per staffetta e, ancora non necessario per l’Italia, con licenziamenti ed esoneri per il tramite di rivolgimenti di piazza. Resta il paradosso di scuole, e università, che consentono ai giovani, per farne l’anello debole della possibile rivincita sul regime, la doppia canna – rispettivamente – per doparsi e il perpetuarsi delle tiritere sulle dittature ( come – da noi – il fascismo ) e le riconquistate libertà ( 7 ). Capite ? Un quadro, dunque, impietoso e una brutale realtà che rende problematico l’affrontare il tentativo di rivincita d’una nuova macchina da guerra, attrezzata – per l’oggi – come giano bifronte; ma che non ci toglie la speranza di un ritorno alle urne di quella buona metà degli italiani che, in verità, di nausea e disgusto ne hanno ben donde. Questa l’alternativa possibile per spazzarli via. 
*Note : ( 1 ) – ( 2 ) – ( 3 ) – ( 4 ) – ( 5 ) – ( 6 ) – ( 7 ) –
[ NOTE ALL’EDITORIALE – vai al sito – e leggi il servizio pubblicato ] :
[ “AZ.” ] —- URNE DI MAGGIO – DOMESTICI DI MAGGIORANZA – << ENTRISMO >> DA “ANTAGONISTI” – E ALTERNATIVA POSSIBILE ( E ALTRO ) …[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : LUNEDI’, 24 MARZO ’14 ]
[ “AZ.” ] REPLICA – CON NOSTRA ULTIMA E.MAIL – ALTRO SERVIZIO TRA BREVE IN RETE :  FRANCIA SCEGLIE – MA ITALIA AL BIVIO – ALLE << EUROPEE >> PROVE GENERALI DELLA NUOVA “GIOIOSA MACCHINA DA  GUERRA” DEL GIANO BIFRONTE [“AZ.- NEWS”:24.03.’14]
———————————————————————
[ “AZ.” ] ( DEDICATO AL “CARABINIERE ANTITASSE” …CHE “TIENE BORDONE”… )
———————————————————————
[ DA MESSAGGIO – “POSTATO” SU FACEBBOK – VIDEO ]

PER ANGELINO….ALFANO

Ganluca Rovitti
youtube.com|Di gianluca74660.
—————————————————————————
[ “AZ.” ] DA MESSAGGIO “POSTATO” SU FACEBOOK
San Demetrio Corone ( Cosenza )
—————————————————————————-

San Demetrio Corone ha condiviso la foto di EPP Group.
A trade deal with the US would open new opportunities for Europe's entrepreneurs. Here are some examples of small businesses already exporting to the US who could see their business grow with an open market: http://epp.tw/1m2v1x0 #morejobs

A trade deal with the US would open new opportunities for Europe’s entrepreneurs. Here are some examples of small businesses already exporting to the US who could see their business grow with an open market: http://epp.tw/1m2v1x0 ‪#‎morejobs ( .  .  )

—————————————————————————————————————————————————————-

[ “AZ.” ]  ( IL  << CONVITATO DI PIETRA >>  E I “COMPARI”… )

"Ritorsione della Russia? Potrebbe aumentare prezzo del gas" [ “AZ.” ] (  LA << CONGREGA >>……….. “OBAMA FOR PRESIDENT”……..<< “SODALI” & “COMPAGNI DI MERENDE” >>…. ) – – E, ANCORA, IL << CONVITATO DI PIETRA >>…..

—————————————————————————————————————————————————————

[ “AZ.” ]  ANATEMA DEI POPOLI : PESTE LI COLGA ! ! !
——————————————————————————

 Marine Le Pen: "Ora alleanza tra euroscettici d'Europa" QUESTA DONNA HA VOLUTO LA CROCIATA ANTIGIACOBINA CHE, OGGI, PARTE PROPRIO….. DALLA FRANCIA ! SE LO MERITA : VIVE LA FRANCE ! VIVA MARINE ! ! !

la marsigliese 2 – YouTube 

► 3:09

 

http://www.youtube.com/watch?v=_uqM9dljpL014 nov 2008 – 3 min – Caricato da acdcincubus
Alert icon. You need Adobe Flash Player to watch this
 video la marsigliese 2…. Inno …

Gilda Giuliani La Marsigliese Live – YouTube 

► 6:31

 

http://www.youtube.com/watch?v=MYSXS9klHGk6 ott 2007 – 7 min – Caricato da rodo50
Alert icon. You need Adobe Flash Player to watch this
 videoDownload it from Adobe.
—————————————————————————-

[ “AZ.” ] LA TROIKA ( BANKSTER –  MUNGITORI DI VACCHE –  EUROBORSAIOLI ) FINIRA’ CON IGNOMINIA ! ! !

————————————————————————–

 [ “AZ.” ] UEISTI – MERIKANISTI – MONDIALISTI : ALLA GOGNA ! ! !
—————————————————————————–
[ DA “AZIMUT – ARCHIVIO ONLINE ]
[ ASSOCIAZIONE “AZIMUT” – NAPOLI. –  COME, IN ILLO TEMPORE, L’INVASIONE GIACOBINA  CON LE ARMI / OGGI L’INVASIONE DEI SATRAPI DI BRUXELLES CON L’EURO –  ABBIAMO – SOLO – SOSTITUITO LI Francise  (i francesi  ) CON EUROPISE ( GLI << EUROCRATI >> )  – VEDI : SOTTO / DOPO IL VIDEO ]
In lingua napoletana e meridionale [ parte ]

CANTO DEI SANFEDISTI ( stralcio )

A lu suono de grancascia / viva viva lu populo bascio / A lu suono ‘re tammurrielli /so’ risurte li puverielli / A lu suono ‘re campane / viva viva li pupulane / A lu suono ‘re viulini / morte alli giacubbine. / Sona sona /sona Carmagnola / ( . . . ) So’ venute li Europise / aute tasse ‘nce hanno miso / Liberté… Egalité… / tu arrobbe a me / io arrobbo a te./ ( . . . ) Sona sona / sona Carmagnola / ( . . . ) Li Europise so’ arrivate / ‘nce hanno bbuono carusate / evvualà evvualà / cavece ‘nculo alla libertà / Sona sona / sona Carmagnola / ( . . . ) A lu muolo senza guerra / se tiraje l’albero ‘nterra / afferraino ‘e giacubbine / ‘e facettero ‘na mappina. / Sona sona / sona Carmagnola /  ( . . . )
Traduzione italiana [ parte ]

CANTO DEI SANFEDISTI ( stralcio )

( . . .) Al suono della grancassa / viva il “popolo basso”; /al suono di tamburelli / son risorti i poverelli; / (. . . al suono di campana / viva viva i popolani; / al suono di violini / morte ai giacobini! / Suona, suona /(…)  Suona la Carmagnola / I c.d. Eurocrati sono arrivati, / e ci hanno completamente dissanguati; / “et voilà, et voilà”, / calci in culo alla libertà! / Son venuti  questi Eurocrati/ e ci hanno imposto altre tasse; / “Libertè, egalitè”… / tu rubi a me, io rubo a te! / Suona, suona / Suona la Carmagnola / (. . .)  Suona, suona / Suona la Carmagnola /( . . .) Il tredici di giugno, / Sant’Antonio glorioso, / ai signori, questi birbanti, / fecero il culo grosso così ( … ) 
( … ) Giacobini andate a mare, / che vi brucia il sedere! Suona, suona / Suona la Carmagnola / ( . . . ) / ( . . . )

—————————————————————————-
[ “AZ.” ] ( RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO )
—————————————————————————-
—– Original Message —– From: Vincenzo Mannello
To:  ( . . . )Sent: Tuesday, March 25, 2014 8:17 AM
Subject: la campagna d’Europa
Cannonata d’inizio,spara Napolitano. E giù rampogne contro i populisti ed il pericolo della deriva fascista. Allarmato dal campanello d’allarme suonato in Francia dal Fronte Nazionale di Marie Le Pen, il vegliardo monarca repubblicano chiama a raccolta gli UEisti d’Italia e d’Europa. Che,ciascuno per conto proprio,si organizzano per fronteggiare nei vari paesi l’onda lunga della rivolta contro l’euro. Liberali,popolari e socialisti compattano le armate da gettare nella battaglia elettorale del 25 maggio. Banchieri,finanzieri globalizzati,burocrati di Bruxelles e Strasburgo,economisti affamatori,professoroni titolati,giornali e giornalisti,tutti strettamente collegati alla greppia del regime UEista si preparano a lanciare all’attacco la fanteria di prima linea : i politicanti d’assalto alla Renzi. L’UEismo ha dato loro un dio che è pure un simbolo unitario da sventolare ed imporre a tutti i sudditi : € …..l’euro. Si batteranno alla morte per non perdere il potere ed i privilegi acquisiti con il Trattato di Roma per finire a quello di Maastricht. Con tutti i mezzi,leciti ed illeciti. Questione di sopravvivenza,non di idealismo. In campo opposto uno strano miscuglio. Euroscettici,populisti di ogni tipo e,soprattutto,un mare di popolo astensionista. Tutti uniti dall’odio per l’euro e per quello che rappresenta.  Ma divisi profondamente per le scelte di fondo e sulla strada da intraprendere. Innanzitutto lotta all’euro oppure proprio alla esistenza di questa Unione Europea  ? Partecipazione al voto o astensionismo di massa ? Voto per questo o per quello dei partiti dichiaratamente euroscettici ? Se nella stessa Germania l’euro trova forte opposizione,figuriamoci cosa potrebbe accadere nei paesi che la moneta e la politica del rigore ha ridotto alla fame.  Resta il fatto,inconfutabile,che agli europei non è mai stato concesso di decidere con il voto se accettare o meno la moneta unica.  Così come mai sono stati consultati in relazione alla fondazione stessa della Comunità Europea ed ai vari trattati. Sua Maestà presidente Napolitano nelle  lezioni di democrazia su questo glissa,con aristocratico disprezzo. Astenersi quindi,nella totale repulsione per i partiti ed i deputati che siederanno a Strasburgo ? Anzi,allargando,proprio evidenziando così  la illegittimità morale di rappresentanza del parlamento stesso di Bruxelles  ? Non vale astenersi,sostengono molti. Tutti interessati ad essere eletti. Dimenticano di aggiungere che,fino ad ieri a Kiev,abbiamo visto come la piazza abbia rovesciato un governo eletto democraticamente. Spinta proprio dall’UEismo occidentale. Quindi,agli obiettori,si può rispondere che   si potrà detronizzare qualunque istituzione UEista tramite la piazza,più o meno facilmente. Magari con l’aiuto di Putin. Proprio Barroso e soci ce lo hanno appena insegnato con il loro sconsiderato comportamento al soldo di Obama. Per chi volesse,si potrà giocare la carta degli euroscettici. In Francia,Ungheria,Olanda,Inghilterra e via di seguito non mancano i partiti ed i politici da votare. Tutti ben messi e con affidabilità antieuropea manifesta. In Italia c’è da riflettere su chi si possa definire euroscettico. Lega,Movimento 5 Stelle,Fratelli d’Italia,lista Tsipras minacciano sfracelli contro l’euro e la dittatura economica della troika. Fino ad oggi nessuno di loro ha fatto qualcosa di concreto che dimostri con i fatti di meritare fiducia. Magari promuovere una bella manifestazione di piazza sotto il Quirinale per contestare le offese loro rivolte dal Sovrano. Oppure contestare fisicamente uno tra i tanti commissari UEisti che vengono a Roma per imporre le sanzioni da applicare agli italiani tutti. Niente,neppure una bandiera a 12 stelle bruciata per disprezzo davanti la Boldrini. Riuscirebbero queste formazioni a rovesciare l’Ueismo dall’interno ? Nel parlamento italiano tuonano tutti,grillini in testa,con sceneggiate e fiction televisive da gustarsi. In piazza non si vedono proprio,inconfutabile pure questo. Come uscirebbero dall’euro in un parlamento ove fossero minoranza ? Prendano formale impegno,da soli od in compagnia,a passare dalle parole ai fatti. Che dall’eurodittatura si dovrà uscire : con le buone o le cattive. Solo dopo si potrebbe valutare se appoggiare con un consenso elettorale una di queste formazioni,o tutte. Altrimenti,se tale garanzia non arriverà,sarà piú opportuno astenersi in massa dal voto. Gli eventi storici maturano comunque,dentro e fuori i parlamenti. Ci stanno magari di più ma la storia non si ferma.

Grazie per l’attenzione.
Vincenzo Mannello

—————————————————————————–

[ “AZ.” ]  ( LA STORIA )
—————————————————————————–
—– Original Message —– From: Filippo Giannini
Sent: Tuesday, March 25, 2014 6:29 PM
Subject: Articolo
 
IL SEGRETO PIU’ GELOSAMENTE CUSTODITO NELL’ALTRO SECOLO: IL CARTEGGIO CHURCHILL-MUSSOLINI
Oggi non è più un “segreto” grazie alle lunghe ricerche di Filippo Giannini che ha fatto pubblicare nel volume “Uccidete il Grande Diavolo”.
Fra i documenti pubblicati c’è l'”Agreement (Accordo) stipulato fra questi due statisti alla vigilia dell’entrata in guerra dell’Italia.
Secondo l’opinione dell’Autore, con l'”Agreement” ha avuto inizio la “guerra sporca”.
Greco & Greco Editori s.r.l. Via Verona,10 – 20135 Milano – Te. 02/58312 811 
—————————————————————————–
[ “AZ.” ] ( MARINE LE PEN – STRALCI DALLA RASSEGNA STAMPA IN WEB )
—————————————————————————–
( DA MESSAGGIO – “POSTATO” SU FACEBOOK )
All’indomani del successo ottenuto dal Front National nel primo turno delle elezioni municipali in Francia, Marine Le Pen rilascia un’intervista al quotidiano Le Figaro per commentare lo storico traguardo raggiunto dal suo movimento. La leader dell’estrema destra euroscettica traccia un primo bilanc…
Libero

All’indomani del successo ottenuto dal Front National nel primo turno delle elezioni municipali in Francia, Marine le Pen pensa già alle elezioni europee e lancia il suo appello: “Chiedo a tutte le forze euroscettiche d’Europa di allearsi in difesa degli Stati nazione, del ritorno della democrazia, della sovranità dei popoli e delle identità nazionali”. Intervistata dall’Ansa, la leader del movimento ultranazionalista francese parla anche di Beppe Grillo che qualcuno considera come il suo alter ego italiano: “Non capisco l’odio di Grillo nei miei confronti. In realtà, i nostri partiti sono d’accordo su molti temi, a partire dalla lotta contro l’euro”. Poi, non manca di riservare una stoccata al leader del Movimento Cinque Stelle: “Si limita a contestare senza assumersi le proprie responsabilità”. Il leader pentastellato, per inciso, ha chiuso a qualsiasi ipotesi di alleanza con il Front National.

“La marea blu” – La Le Pen ha rilasciato un’intervista anche al quotidiano Le Figaro per commentare lo storico traguardo raggiunto dal suo movimento. La leader dell’estrema destra euroscettica traccia un primo bilancio sull’esito del voto ed evoca alcune prospettive future per il suo schieramento: “Questo non è che l’inizio” promette ai suoi elettori, ora che la “marea blu” dei suoi consensi sembra aver travolto l’intero Paese. La Le Pen, europarlamentare dal 2004, si dice sorpresa soprattutto per le percentuali di voto conquistate dal FN in alcune delle più importanti città francesi come “Perpignan, Marsiglia, Metz, Lille, Lione e Strasburgo”.

“Niente accorpamenti” – Marine si dice pienamente fiduciosa nelle capacità dei candidati che sono stati eletti: “Sapranno rispondere alle preoccupazioni degli abitanti. Sono pronti per cominciare a lavorare. Le loro squadre sono già pronte e io non ho alcun motivo di temere un loro fallimento”, spiega al giornalista che la incalza sulle critiche mosse da alcuni avversari all’inesperienza politica di alcuni neosindaci eletti tra le fila del suo schieramento. Riguardo al secondo turno, la Le Pen ribadisce la sua intenzione a non accorparsi con la destra moderata (UMP), almeno nelle città in cui FN è in testa: “I miei candidati restano tali. Non ho mai parlato di fondere le liste, e mai lo farò. Se, però, qualcuno decidesse di lasciare l’UMP, allora lo accoglieremmo volentieri”.  

“Sinitra morta” – E sul Front Républicain (la coalizione di centro-sinistra), la sua critica è durissima: “Semplicemente, è morto. Le dichiarazioni dei candidati socialisti sono state patetiche. In certi comuni, rischiano di arrivare al terzo posto: potranno mettere una croce di presenza sui registri dei consigli comunali e nulla di più”. Sul futuro del suo movimento, poi, non nasconde di avere grandi progetti: “Ci rimproverano di essere un partito di protesta ma noi abbiamo dimostrato di saper governare. Adesso dobbiamo pensare alle consultazioni europee, è lì che si gioca la partita più importante”. Poi, conclude: “Adesso, sono molto impaziente. Voglio dimostrare ai francesi cosa siamo in grado di fare”. 

—————————————————————————

Addio Europa ed euro: sette su dieci non la ama più

Di: Francesco Torellini il 24/03/2014
commissione europea

ROMA- Il sentimento dell’opinione pubblica verso un progetto europeo è visto ora come un pericolo per il futuro di intere generazioni europei. L’Italia finalmente si sta svegliando da questo sonno che, per colpa della sinistra, è stata catapultata in un contenitore che adesso consegna il conto. Il fallimento dell’Europa, la sua trasformazione in un Soviet burocratico lontano dai bisogni della gente, la crisi economica che sta mettendo in ginocchio il nostro sistema produttivo e distruggendo la nostra coesione sociale, portano gli italiani a dare ampiamente credito a chi è contro l’Europa e l’euro.  Oggi l’Europa per gli italiani è visto maggiormente come un pericolo e non un bene. Ipsos Mori, una delle maggiori società d’analisi al mondo che lavora assiduamente con i governi europei, ha condotto un sondaggio tra i vari paesi europei e i dati che vengono fuori sono veramente sconfortanti per l’Europa. L’euroscetticismo si espande anche nei Paesi di più giovane adesione come Ungheria e Polonia. Il 68% degli europei ritiene che l’Ue si stia muovendo in modo completamente sbagliato; e tra questi lo scontento degli italiani è il maggiore (77%) insieme a quello francese e spagnolo (76%). Dal sondaggio emerge che oltre il 50% dei cittadini europei vorrebbe meno Europa, il 34% diminuendone il potere, il 20% addirittura uscendone. Questo porta a dubitare sui benefici dello stare nell’Ue: il 65% degliintervistati ritiene che il proprio standard di vita sia peggiorato da quando il suo paese è entrato in Europa. Il giudizio più negativo è in Italia e Svezia. Il sondaggio rivela anche che tra i temi più scottanti quello della perdita di sovranità è il più gettonato, infatti il 64% ritiene che l’Europa abbia un impatto negativo sulla capacità dei singoli governi eletti di prendere decisioni d’interesse nazionale. Quindi la sovranità nazionale tiene ancora nel sentimento dei singoli popoli. Poi l’Europa è considerata ingiusta: oltre la metà degli europei ritiene che l’Unione favorisca i paesi più ricchi a svantaggio di quelli più poveri. Questo sondaggio fa ben sperare gli euro scettici che da anni si battono contro questa Europa voluta dai burocrati della politica e della finanza mondiale.  Stanno cambiando gli europei, hanno finalmente capito che un gruppo di uomini, secondo una loro visione di potere, hanno distrutto il vecchio continente, hanno distrutto le culture e le tradizioni dei popoli, e adesso nessuno li segue più. Le risatine grottesche di ogni immagine che arriva dall’Europa, non lascia leggere quello che sta succedendo tra i popoli. hanno creato l’Europa delle banche e dei circoli riservati, distruggendo l’Europa dei popoli e delle singole patrie.

[ “AZ.” ] tratto da : quotidianoitalia.it

——————————————————–

( DA MESSAGGIO – “POSTATO” SU FACEBOOK )

“L’Europa non è il male assoluto, diventa tale solo se la lasciamo in mano a questa folle Plutocrazia – CAMBIARE SI PUÒ”  –  ‪#‎marinelepen‬ ‪#‎giorgiameloni‬ ‪#‎unioneeuropea‬ ‪#‎nuovoordinemondiale‬ ‪#‎troika‬‪#‎fondomonetariointernazionale‬ ‪#‎sovranità‬

“L’Appello di Marine Le Pen non può cadere nel vuoto, l’unione dei Movimenti che credono in un’Europa dei Popoli è possibile, insieme possiamo sconfiggere i Poteri Forti”
lazanzaradelweb.blogspot.com
( PER LEGGERE TUTTO – VAI AL SITO )
—————————————————————————–
[ “AZ.” ] ( REPORT FOTO )
—————————————————————————–
( DA COSENZA )
—– Original Message —– From: stenio vuono
Sent: Tuesday, March 25, 2014 7:47 AM
Subject: cosenza ieri
 
Una vecchia immagine di Cosenza, in alto a destra ci sono le case ferrovieri, da notare le vecchie poste in costruzione ed una casa davanti al ponte ora abbattuta
cosenza v_e
[ VISIONABILE TRA BREVE IN RETE E CON SUCCESSIVA E.MAIL ]
———————————————————————————-
( DA MESSAGGIO – “POSTATO” SU FACEBOOK )
CIUCCIU ....MODELLO STATION WAGON....... N'TA CALABRIA.......... DE NA VOTA.....

CIUCCIU ….MODELLO STATION WAGON…….
N’TA CALABRIA………. DE NA VOTA…..

[ DA COSENZA ]

Torremezzo di Falconara Albanese: il camping che ora non c’è più

Torremezzo di Falconara Albanese: il camping che ora non c'è più
[ IL SERVIZIO CONTINUA ]
———————————————————————————————————————————————————————–
[ “AZ.” ] ( CORRISPONDENZE )
———————————————————————————————————————————————————————-
—– Original Message —– From: Forum delle Associazioni Familiari
To: Associazioneazimut – Sent: Tuesday, March 25, 2014 1:47 PM
Subject: FORUM FAMIGLIE – rassegna stampa del 25marzo2014
   Rassegna stampa del 25 Marzo 2014

PRIMA PAGINA – Lavoro e gender nella prolusione del card. Bagnasco

Ieri a Roma il Consiglio permanente della Conferenza episcopale si è aperto con la prolusione del cardinal Bagnasco. Il cardinale presidente ha spaziato a tutto tondo sulla situazione della società italiana e non solo. Si è soffermato, tra l’altro, su povertà e lavoro e sul dovere della società di porre le condizioni per creare occupazione; sulla rampante ideologia del gender che si sta concentranto sulla scuola trasformata in “campo di rieducazione” con l’esortazione ai genitori perché “non si facciano intimidire” ma reagiscano “con determinazione e chiarezza”.
Un intervento da leggere ed approfondire che ha richiamato anche l’attenzione della stampa testimoniata dai molti articoli che trovate nella rassegna stampa.

23 Marzo 2014 – GazzettaSondrio
SI PARLA DI NOI :: La famiglia e i giganti 160 KB

25 Marzo 2014 – Adige
SI PARLA DI NOI :: TIONE. SI inaugura lo sportello famiglia 111 KB

25 Marzo 2014 – Avvenire
BAGNASCO. La prolusione 1.3 MB

25 Marzo 2014 – Avvenire
BAGNASCO. La rete virtuosa della gente 149 KB

25 Marzo 2014 – Avvenire
BAGNASCO. Il laicismo allontana l’umanesimo 188 KB

25 Marzo 2014 – Avvenire
BAGNASCO. L’antidoto alle miserie 380 KB

25 Marzo 2014 – Tempo
BAGNASCO. Famiglia maltrattata dalla politica 273 KB

25 Marzo 2014 – Sole24ore
BAGNASCO. Creare lavoro, favorire i consumi 255 KB

25 Marzo 2014 – Mattino
BAGNASCO. Meno sprechi e piu’ lavoro 260 KB

25 Marzo 2014 – Giornale
BAGNASCO. Aborto, eutanasia e schivitu’ devastano l’infanzia 229 KB

25 Marzo 2014 – Stampa
BAGNASCO. Scuole campi di rieducazione 119 KB

25 Marzo 2014 – Sole24ore
Unioni Di Fatto
Coppie di fatto nel redditometro 55 KB

30 Marzo 2014 – Marieclaire
Divorzio
Il bello del divorzio 1.3 MB

25 Marzo 2014 – Avvenire
Fecondazione Artificiale
Provetta boom ma quanti rischi 1 MB

25 Marzo 2014 –
Strategia Lgbt
LIVORNO ci ripensa 163 KB

25 Marzo 2014 – Avvenire
Noi delle statali in viaggio per Roma 248 KB

25 Marzo 2014 – Avvenire
Parit� Scolastica
VENETO. Finanziamenti non contributi 232 KB

24 Marzo 2014 – Zenit
Un piano nazionale per la natalita’ 64 KB

[ IL SERVIZIO CONTINUA ] 

——————————————————————————-
[ “AZ.” ]  ( SPAZIO LIBERO, APERTO A TUTTI, SENZA FILTRI O CENSURE )
——————————————————————————-
—– Original Message —– From: Iuppitergroup
Sent: Tuesday, March 25, 2014 5:37 PM
Subject: Iuppiternews.it –I nuovi articoli sono online
 

Carissimo,

abbiamo aggiornato IuppiterNews. L’innovativo webzine di storie, attualità, passioni e media ideato e realizzato da Iuppiter Group.

Visita il sito, leggi gli ultimi articoli e le novità dalla blog-company. Dacci una mano a diffondere i nuovi articoli, condividendoli su facebook, su twitter e tra i tuoi amici.

 

Ecco le ultime novità:

CULTURA: L’ultimo spettacolo al Mercadante di Napoli – La coscienza di Zeno secondo Tullio Kezich – http://www.iuppiternews.it/site/index.php

SPORT: Il racconto del grande match Real Madrid-Barcelona – Mas que un partido – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=195
SCOMMESSE: La bolletta consigliata per la trentesima giornata di serie A – Roma-Torino. Il gol paga –  http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=194
RIMBOCCHIAMOCI IL CUORE: Il blog di Espedito Pistone – Il ricordo ed il silenzio – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=193
L’EVENTO: Al blu di Prussia la personale di Vittorio Pescatori – “Fotobazar” – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=191
LA PRESENTAZIONE: Interno A14 ospita l’ultimo libro di Claudio Calveri – La città distratta – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=188
LIBRI:  L’ultimo libro di Max De Francesco. Raccolta ingovernabile di pagine ed immagini interrotte d’amori, vite e sogni. – Un giro di bardo – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=100
LETTURE: Reportage tra guinnes e murales, note e riflessioni sullo spirito irlandese – Viaggio al termine dell’Irlanda – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=42

Invita i tuoi amici a cliccare “MI PIACE” alla pagina facebook di IuppiterNews https://www.facebook.com/iuppiternews
Utilizza il box in alto a destra nella pagina per aggiungere tutti i tuoi amici!

E a chi utilizza twitter, suggerisci di cinguettare con @iuppiternews dalla pagina https://twitter.com/IuppiterNews

 
Iuppiter News è un prodotto editoriale di Iuppiter Group
Via dei Mille, 59
80121 – Napoli
———————————————————————————————————————————————————-
[ “AZ.” ]  ( AMICI )
———————————————————————————————————————————————————-
—-Messaggio originale—-Da: notification+acf6oy26@pages.facebookmail.com
Data: 24/03/2014 17.08
A: “Arturo Stenio Vuono”<
an.arenella@libero.it>
Ogg: Controlla su Facebook

Facebook Logo Inviti degli amici
Ciao Arturo,
Lara Comi ti invita a cliccare su “Mi piace” su Lara Comi
page_profile_picture Lara ComiPoliticoPiace a Dino Simonelli, Boccia Antonio e altri 20 amici.
 
  Mi piace  
 
 
 
 
  View All Invites  
 
 
  Open Facebook  
 
 
 
Grazie,
Il team di Facebook
Questo messaggio è stato inviato a an.arenella@libero.it. Se non vuoi più ricevere questo tipo di e-mail da Facebook, annulla l’iscrizione. Facebook, Inc., Attention: Department 415, PO Box 10005, Palo Alto, CA 94303

[ IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE ]

————————————————————————-

[ “AZ.” ]  ( LA “LOCANDINA REDAZIONALE” )

 

 ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT”  NAPOLI 
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332

FINE SERVIZIO

Annunci

3 pensieri riguardo “ATTENTI A QUEI DUE – GRILLOSCOOP E RENZISPOT – LA REALTA’ DEGLI ITALIANI IGNARI E SINO A QUANDO? MARINE (E MARINA?) – ALTRO…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...