RENZI PREMIER E LA DIREZIONE POLITBURO ANNUNCI MA SOTTO LA PROPAGANDA NIENTE


RENZI PREMIER E LA DIREZIONE POLITBURO ANNUNCI MA SOTTO LA PROPAGANDA NIENTE

anteprima – web : “Azimut” Ufficio Stampa

Ferruccio Massimo Vuono – massimovuono@libero.it
https://azimutassociazione.wordpress.com

01/04/2014  [ servizio tra breve in rete : aggiornato : a 2/04/’14 ]

associazioneazimut@tiscali.it –an.arenella@libero.it
Oggi: RENZI PREMIER E LA DIREZIONE POLITBURO ANNUNCI MA SOTTO LA PROPAGANDA NIENTE –

LA NEAPOLIS NAPOLEIDE – ALTRO…

[“AZ.-NEWS”:2 APR.’14]

Francesco di Paola

Francesco Piano

[“AZ.”] – (… ) AUGURISSIMI ALL’AMICO DOTTOR FRANCESCO PIANO (PER NOI FRANCESCO) — E A TUTTI GLI ALTRI  FRANCESCO /  FRANCESCA / CHE FESTEGGIANO, OGGI, IL LORO ONOMASTICO  IN ONORE DEL SANTO PATRONO DEL POPOLO CALABRESE, E MERIDIONALE, TAUMATURGO – EREMITA – DI PAOLA;  E COMPATRONO DI NAPOLI ( notizie – vedi : oltre ) 

(2 APR. ’14 )

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
[ “AZ.” ] Per leggere tutto sul Santo – vedi : al termine del servizio ]
San Francesco da Paola
J Bourdichon 1507 Sanctus Francescus de Paula.jpg 

Eremita

Nascita 27 marzo  1416 
Morte 2 aprile  1507 
Venerato  da Chiesa cattolica
Canonizzazione  Da Papa Leone X  nel 1519 
Santuario principale Santuario di san Francesco  a Paola 
Ricorrenza 2 aprile 
Attributi Bastone, mantello
Patrono  di Calabria , Sicilia , naviganti e pescatori, è invocato contro gli incendi, la sterilità e le epidemie

—————————————————————————

[ “AZ.” ]   (… MA LA CRISI E LA REALTA’…NON TANGE – MINIMAMENTE – LA << CASTA >>… )

—————————————————————————

Pensioni magre ma c'è chi ogni mese intasca 10 mila euro[ Tratto dal Web ]

Pensioni magre ma c’è chi ogni mese intasca 10 mila euro

Sotto i 1.000 euro 4 pensioni su 10. Ma 210mila superano i 5mila euro e poi ci sono i vitalizi d’oro

Commenta  Madia: ecco il piano per staffetta generazionale
Commenta  
Il premier: “Servono investimenti in Italia”
Commenta  
L’economista Sdogati: “La deflazione è vicina

—————————————————————————

IN COPERTINA
( da messaggi – “postati” su facebook )
Voi cosa pensate? E' finita la crisi? Dite la vostra con un commento. Fate Mi Piace su Sosteniamo Report e Milena Gabanelli e condividete l'immagine.
Quando Renzi promise "una riforma al mese: a marzo la riforma del lavoro, ad aprile quella della Pa, a maggio il fisco", non specificò l'anno. Vecchio marpione. http://bit.ly/Mer8bl

( . . . ) Quando Renzi promise “una riforma al mese: a marzo la riforma del lavoro, ad aprile quella della Pa, a maggio il fisco”, non specificò l’anno. Vecchio marpione ( . . . )

foto di Antonio Pontorieri.
foto di Antonio Pontorieri.
—————————————————————————————————————————————————————-
[ “AZ.” ]   ( REPRESSIONE NON PAGA…LA DISUBBIDIENZA CRESCERA’ SEMPRE DI PIU’… )
( RICEVIAMO – DA NOSTRI “CONTATTI” – TRATTO DAL WEB )
—————————————————————————————————————————————————————-
  • Blitz contro secessionisti, 24 arresti. Salvini: ‘Follia
Blitz contro secessionisti, 24 arresti. Salvini: ‘FolliaTra gli indagati anche un ex deputato e un leader dei Forconi. In indagini coinvolto anche un ex deputato Operazione dei carabinieri del Ros. Sequestrato anche un carro armato ‘artigianale’
Il Tanko degli indipendentisti veneti (foto: ANSA)
Il Tanko degli indipendentisti veneti
  • VIDEOSequestrato 'carro armato' per azione a Venezia (ANSA)Video Sequestrato “carro armato” per azione a Venezia

Archiviato in

Blitz dei carabinieri del Ros contro un gruppo secessionista accusato di aver messo in atto “varie iniziative, anche violente”, per ottenere l’indipendenza del Veneto, e non solo. Ventiquattro gli arresti   in varie regioni, su ordine della magistratura di Brescia. Il gruppo intendeva utilizzare un carro armato rudimentale – anche questo sequestrato – per un’azione in Piazza San Marco a Venezia, con il coinvolgimento di centinaia di persone, alcune delle quali armate”.

Tra gli arrestati vi è anche il fondatore della Liga Veneta, Franco Rocchetta, ex parlamentare. La Liga Veneta confluì nella Lega Nord ma Rocchetta abbandonò poi il movimento. Di recente è stato tra i promotori del referendum per la secessione del Veneto. In manette anche due ex ‘Serenissimi’ che assaltarono il campanile di san Marco, a Venezia, nella notte tra l’8 e 9 maggio 1997. Si tratta di Luigi Faccia e di Flavio Contin. Nelle ordinanze di custodia cautelare  sono contestati i reati di associazione con finalità di terrorismo ed eversione dell’ordine democratico e fabbricazione e detenzione di armi da guerra. I Carabinieri stanno anche eseguendo perquisizioni a carico di altri 27 indagati.

Il procuratore di Brescia, Tommaso Buonanno, sottolinea che ”non vi sono elementi che evidenzino collegamenti fra queste persone e la Lega Nord. Si tratta di persone che avevano avuto contrasti con la Lega Nord” perché ritenevano linea Carroccio troppo morbida.

Secondo le indagini del Ros, le persone arrestate avrebbero fatto parte di un “gruppo riconducibile a diverse sigle di ideologia secessionista che aveva progettato varie iniziative, anche violente, finalizzate a sollecitare l’indipendenza del Veneto e di altre parti del territorio nazionale dallo Stato italiano”. L’associazione “L’Alleanza” ha riunito più organizzazioni secessioniste sotto il comune progetto dell’indipendenza dallo Stato italiano”: tra queste, secondo gli investigatori, Brescia Patria, Veneto Stato, il movimento indipendentista sardo Disubbidientzia, nonché il movimento dei Serenissimi.

Il procuratore di Brescia, Tommaso Buonanno, ha spiegato che il gruppo si proponeva l’indipendenza dallo stato italiano con il ricorso a metodi violenti e all’insurrezione popolare”. 

Tra gli episodi contestati ai secessionisti  c’è anche quello della “costruzione di un carro armato da utilizzare per compiere un’azione eclatante a Venezia, in piazza San Marco”. Il mezzo è stato sequestrato. Era un trattore agricolo trasformato in una sorta di mezzo corazzato attrezzato con un cannoncino da 12 millimetri, ma durante le fasi di montaggio c’erano stati problemi di calibratura e di recupero dei pezzi per la sua costruzione.

Tra gli indagati figurano, a quanto si è appreso, un leader del movimento dei Forconi e un ex deputato. L’accusa mossa dalla Procura di Brescia è quella di terrorismo (270 bis c.p.). La competenza è radicata a Brescia in quanto nel bresciano si sarebbe costituito il gruppo e si sarebbero tenute le riunioni. Le indagini sono cominciate circa tre anni fa. Il carro armato che è stato posto sotto sequestro era perfettamente funzionante, tanto che erano state eseguite anche delle prove di fuoco.

“Aiutano i clandestini, cancellando il reato di clandestinità, liberano migliaia di delinquenti con lo svuota-carceri, e arrestano chi vuole l’Indipendenza. Siamo alla follia. Se lo Stato pensa di fare paura a qualcuno, sbaglia”. Lo scrive su Facebook il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini, dopo l’arresto di Franco Rocchetta.

Pubblicazione di Matteo Salvini.

“Se lo Stato centralista pensa di spaventare o di chiudere la bocca a uomini come Rocchetta si sbaglia di grosso. Dietro all’idea che lui rappresenta ci sono tutti gli uomini liberi di questo Paese”. E’ il commento dell’europarlamentare della Lega Antonio Borghezio, alla notizia dell’arresto di Rocchetta. “Franco – dice Borghezio – è stato mio collega nel primo governo Berlusconi, è stato sottosegretario agli esteri per 7-8 mesi circa, ed è un amico di vecchia data. Uno straordinario patriota veneto. Un uomo che con la sua grande cultura ha saputo rappresentare un punto di riferimento per coloro che si battono per una Europa delle identità e delle libertà”.

—————————————————————————————————————————————————————-
[ “AZ.” ]   ( TUTTE LE NOTIZIE DAL WEB E SU << “RENZISCOOP” & “RENZISPOT” >> )
—————————————————————————————————————————————————————
Disoccupazione al 13%, Renzi: "Numeri sconvolgenti"

(Dal WEB ) – economia Disoccupazione al 13%, Renzi: “Numeri sconvolgenti” – E’ il dato più alto dal 1977 a oggi. Tornati indietro di 14 anni. In un anno persi 365mila posti – Commenta  Premier a Ballarò: “A maggio gli 80 euro” – Commenta  Più controlli su co.co.pro e partite Iva – Commenta  Nell’Eurozona disoccupazione all’11,9% ( . . . )

Senza carrello anteriore, atterraggio da incubo per un aereo
Play
————————————————————————
[ “AZ.” ]   ( UNA DELLE TANTE “COMBINATE” DEL “GIOVIN SIGNORE DELL SINISTRA” )
————————————————————————
Antonio Cicciotti e Massimo Santaniello hanno condiviso la foto di Carlo Meola.
Renzie la sola!

( DA MESSAGGIO POSTATO SU FACEBOOK )

——————————————————————————
[ “AZ.” ]   ( TRATTO DA COSENOSTREACASANOSTRA )
——————————————————————————
lunedì 31 marzo 2014

Fonte: http://www.imolaoggi.it/2014/03/28/la-ue-dichiara-guerra-ai-risparmiatori-approvato-il-prelievo-forzoso/  

EUROPA UE  , NEWS  venerdì, 28, marzo, 2014
 

rapina-ue
28 mar – La scorsa settimana l’Unione Europea ha deciso sanzioni micidiali contro i proprio cittadini che, a differenza della Russia, non possono difendersi. Con il compromesso sull’Unione Bancaria raggiunto il 19 marzo, il Consiglio UE, la Commissione e il Parlamento Europeo hanno creato una macchina criminale che mira ufficialmente a confiscare i risparmi per mantenere in piedi le banche “zombie”.
L’accordo stabilisce che il Meccanismo di Risoluzione Unico (SRM), il cosiddetto “secondo pilastro” dell’Unione Bancaria, sarà operativo nel 2015; due terzi dei 55 miliardi di euro del Fondo di Risoluzione Unico (SRF) possono essere usati dall’inizio e il 70% dopo tre anni. Il fondo sarà finanziato dalle banche, ma non è chiaro se solo dalle 128 banche che fanno parte dell’Unione Bancaria o se da tutte. Le casse di risparmio e le banche cooperative hanno già messo le mani avanti perché non intendono sacrificarsi per salvare le grandi banche.
Il “primo pilastro” dell’UB, il Meccanismo di Supervisione Unico (SSM), come concordato precedentemente, sarà a regime già nel novembre di quest’anno.
L’intero sistema sarà indipendente dai governi nazionali. Il Consiglio sarà interpellato solo se lo decide la Commissione e solo nel caso che la Commissione disapprovi le decisioni prese dalla BCE e dal Consiglio del SRM (probabilità uguale a quella che gli asini volino).
Al cittadino viene spiegato che nel caso di una “risoluzione” (liquidazione) bancaria, verrà per primo utilizzato lo strumento del “bail-in”, e cioè del prelievo forzoso: vengono confiscati, nell’ordine, le azioni, le obbligazioni e i risparmi al di sopra dei centomila euro. Se questi non bastano si ricorre al fondo. Inoltre, i governi possono chiedere un prestito all’ESM, che naturalmente significa consegnarsi alla Troika.
Il Commissario per il Mercato Interno Michel Barnier ha definito l’accordo “il passo più importante (…) dopo l’Euro”. Il ministro del Tesoro tedesco Wolfgang Schaeuble ha ripetuto il mantra che col nuovo meccanismo i contribuenti non dovranno più sobbarcarsi il costo dei salvataggi bancari.
Due osservazioni. Primo, se salta una banca sistemicamente rilevante, la potenza di fuoco del nuovo meccanismo è del tutto insufficiente. Non miliardi ma migliaia di miliardi saranno necessari. Questo significa che i contribuenti non sono affatto al riparo. In secondo luogo, e ancor più importante, è che le nuove regole rovesciano il principio della fiducia su cui si basa ogni sistema di finanza e di credito, e cioè che il risparmio è protetto dalla legge. La maggior parte delle costituzioni nazionali lo afferma esplicitamente. Il nuovo accordo raggiunto dalle istituzioni UE, e che i parlamenti nazionali sono chiamati a ratificare, asserisce invece la supremazia della “stabilità del sistema finanziario” su ogni altro interesse o settore della società, compresi i risparmi.
Come abbiamo già denunciato, le norme di “risoluzione bancaria” affermano che i contratti derivati devono essere onorati se una loro sospensione minaccia “la stabilità del sistema”.
L’UE ha dichiarato ufficialmente guerra ai risparmiatori e così facendo ha gettato le basi per l’autodistruzione del sistema.
———————————————————————————————————————————————————
[ “AZ.” ]   ( UNA DELLE PRIME “AVVISAGLIE” PER LE PROSSIME << EUROPEE >> )
———————————————————————————————————————————————————
foto di Cristiano Ciccarese.
( DA MESSAGGIO – “POSTATO” SU FACEBBOK ) 
——————————————————————————————————————————————————–
[ “AZ.” ]   ( L’ALTRA EUROPA DELLA FRANCIA )
———————————————————————————————————————————————————-
( DA MESSAGGIO – “POSTATO” SU FACEBBOK ) 
Noi condividiamo! Questa deve essere l'europa e non la casa dei banchieri e degli islamici! Tutti al voto!

( . . . ) Noi condividiamo! Questa deve essere l’europa e non la casa dei banchieri e degli islamici! Tutti al voto!

————————————————————————–

[ “AZ.” ]   ( MARINE HA MILLE RAGIONI DA VENDERE )

( AD ESEMPIO : SULLA FAMIGLIA – VEDI: POST FACEBOOK )

————————————————————————–

foto di La Manif Pour Tous Italia.

[ IL SERVIZIO CONTINUA ]

——————————————————————————————————————————————————
[ “AZ.” ]    ( INTERVENTI DELL’AMICO LEHNER )
——————————————————————————————————————————————————-
LO << SCUDISCIO DI  GIANCARLO LEHNER >>
———————————————————————————————————————————————————
—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner – To:  ( . . .  )
 Sent: Wednesday, April 02, 2014 1:18 PM
Subject: Lehner: Corsera di notte
 
Gli economisti italiani sono famosi nel mondo in foggia di lucidi profeti di eventi passati. Purtroppo, fanno eccezione gli economisti del “Corriere della Sera” (“Disoccupazione come nel 1977”, titola, oggi, a matula il quotidiano) , studiosi emeriti specializzati nella corbelleria spazio-temporale full time.

Giancarlo Lehner

—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner
To: ( . . . ) –  Sent: Tuesday, April 01, 2014 3:00 PM
Subject: Lehner: W Agenparl
 
La democrazia non è in pericolo quando si cassa un carrozzone di Stato, né quando si elimina il Senato. La democrazia è in pericolo quando si limitano gli spazi dell’informazione, come, ad esempio, il proposito illiberale di tagliare l’agenzia agenparl dal sistema telpress di Monte Citorio. 

Giancarlo Lehner
Original Message —– From: Giancarlo Lehner

To: ( . . . ) – Sent: Tuesday, April 01, 2014 1:44 PM
Subject: Lehner: colpo di scena nel centrodestra
 
Drammatico colpo di scena nel centrodestra. Alla luce degli ultimi sondaggi sulle europee, Alfano e Schifani sono usciti dal NCD, lasciando soli Cicchitto e Quagliariello. Fonti autorevoli riferiscono che i due fuorusciti hanno già chiesto a Verdini ed a Bondi d’essere riammessi in Forza Italia.

Giancarlo Lehner
—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner – To: ( . . . ) 
Sent: Monday, March 31, 2014 1:05 PM
Subject: Lehner: un posto all’Inferno

Scorrendo i necrologi, noto con piacere che, nel pur affollatissimo Inferno, ogni tanto si libera un posto.

Giancarlo Lehner
————————————————————————–
[ “AZ.” ]    ( ITALIA: DESTRA – CENTRODESTRA – E DINTORNI… )
————————————————————————–

Girolamo Fragalà ha condiviso un link.
Di momenti difficili, in questi ultimi due decenni, ce ne sono stati parecchi e non si contano più le volte in cui il centrodestra è stato dato per morto e sepolto, sconfitto e umiliato, fatto a pezzi dai potenti bombardamenti dei poteri forti, dall’azione dei banchieri e di alcuni leader europei. N…
secoloditalia.it
[ PER LEGGERE TUTTO – CLICCA SUL TITOLO ]
——————————————————————————
[ “AZ.” ]    ( …MA IL “DUO SUPERSTAR” – CONSIGLIERI NONNO E SANTORO – NON RISPONDE )
SU NAPOLI – VEDI : SOTTO – ANCHE OLTRE )

————————————————————————–

 

facebook
Pietro Foderini ha commentato un link che hai condiviso.
Pietro ha scritto: “Massimo ma la presidenza della commissione trasparenza e la vice presidenza del consiglio comunale è di prassi che vadano all’opposizione..questo non significa in nessun modo salvare il sindaco..anzi..da oggi sarà utile ricompattare l’opposizione e fare il possibile affinché si possa andare al più presto al voto.pietro”

 

[“AZ:” ]    (  DELLA NEAPOLIS – NAPOLEIDE : << “BOTTA” & “RISPOSTA” >> )

Ferruccio Massimo Vuono ha condiviso un link tramite Associazione Azimut.
ACCADDE IN NAPOLI-PRIMIERO CITTADINO IN “ARANCIONE” DE MAGISTRIS
azimutassociazione.wordpress.com
ACCADDE IN NAPOLI-PRIMIERO CITTADINO IN “ARANCIONE” DE MAGISTRIS[ UNA BUONA DOMENICA E UNA BUONA LETTURA ] [ 8423 more words. ]
  • Pietro Foderini Massimo ma la presidenza della commissione trasparenza e la vice presidenza del consiglio comunale è di prassi che vadano all’opposizione..questo non significa in nessun modo salvare il sindaco..anzi..da oggi sarà utile ricompattare l’opposizione e fare il possibile affinché si possa andare al più presto al voto.pietro 
  • Ferruccio Massimo Vuono Consegnare sempre la nostra Città alla sinistra, nonostante la loro totale incapacità di governarla non è accettabile, l’opposizione come la intendo io e solo quella che ti porta i risultati.
—————————————————————————
[ “AZ.” ]    ( UNO TRA I TANTI : IL “PESCE D’APRILE”… )
( E LA COSIDDETTA “OPPOSIZIONE”…SI “STRACCIA LE VESTI”… )
( QUANDO SI TRATTA DEL SINDACO – PER COSI’ DIRE – “…PIU’ PAPISTI DEL PAPA…”
—————————————————————————

Notizie relative a manifesto funebre a napoli per il sindaco de magistris 

 


 
E’ venuto a mancare Luigi de Magistris”. Manifesti funebri in tutta la città. E’ un pesce d’aprile 

La Repubblica – 17 ore fa
Centinaia di manifesti funebri con il volto di Padre Pio. … Uno dei due identificati è un dipendente del Comune di Napoli, per la precisione …

 

————————————————————————–

[ “AZ.” ]   Oggi: RENZI PREMIER E LA DIREZIONE POLITBURO ANNUNCI MA SOTTO LA PROPAGANDA NIENTE –

LA NEAPOLIS NAPOLEIDE – ALTRO…

[“AZ.-NEWS”:2 APR.’14 ]

————————————————————————–

Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole che si sappia. Il resto è propaganda”[ LETTO SUL WEB ] ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI

anteprima di web -“Azimut” Ufficio Stampa

Ferruccio Massimo Vuono – massimovuono@libero.it
scritto : 01/04/2014 ( aggiornato : 02/04/’14 )

https://azimutassociazione.wordpress.com —- associazioneazimut@tiscali.it

 ( tra breve, in rete ) –  E.Mail: an.arenella@libero.it

————————————————————————-

[ “AZ.” ]    ( MESSAGGIO DAL PRESIDENTE BERLUSCONI )

————————————————————————-

————————————————————————-

—– Original Message —– From: Silvio BerlusconiTo: Associazione culturalsociale AzimutSent: Monday, March 31, 2014 4:52 PMSubject: Associazione culturalsociale, noi rispetteremo gli accordi. E la sinistra?

Associazione culturalsociale,

Forza Italia ha aperto la strada delle riforme e l’Italia sarebbe già una democrazia più moderna se nel 2006 la stessa sinistra che oggi si rivolta contro Renzi non fosse riuscita con un referendum a bloccare la rivoluzione istituzionale. Meno parlamentari, fine del bicameralismo paritario, più poteri al premier e meno burocrazia erano e sono ancora oggi le nostre tavole per la modernizzazione dell’Italia.

L’accordo che abbiamo sottoscritto è il patto fra due leader interessati a rinnovare in profondità il Paese, a rendere più sicura e forte la nostra democrazia e meno precarie le libertà civili e repubblicane.

Noi rispetteremo fino in fondo gli accordi che abbiamo sottoscritto e siamo pronti a discutere tutto nel dettaglio, senza accettare testi preconfezionati, ma lavorando insieme per costruire le riforme migliori per il Paese.

Abbiamo dimostrato la nostra serietà approvando alla Camera la legge elettorale, che ora vorremmo vedere in aula al Senato quanto prima. Speriamo che le divisioni emerse nel Partito Democratico non affossino il tentativo di modernizzare le nostre istituzioni.
La sinistra non scarichi ancora una volta sugli Italiani i propri problemi.

AVVISO: l’indirizzo e-mail da cui viene originata non e’ attivo per le vostre repliche.
Per annullare la tua iscrizione a Forzasilvio.it clicca qui: www.forzasilvio.it/utente/cancella

————————————————————————-

[ “AZ.” ]    ( DAI CATTOLICI CHE PREFERIAMO )

————————————————————————-

—-Messaggio originale—-Da: info@alleanzacattolica.org
Data: 30/03/2014 18.38
A: <
an.arenella@libero.it>
Ogg: ACList02/2014: online i video del convegno “La buona politica. I cattolici, la famiglia e il futuro dell’Italia”

ACList 02/2014
Quick Links
Il sito web

Le prossime attività
La pagina Facebook di Alleanza Cattolica

Il canale video su YouTube

Sono online i video del convegno
La buona politica. 
 I cattolici, la famiglia
e il futuro dell’Italia

 

Programma:

  • Introduzione e saluti
  • Il contesto sociale. La crisi, le nuove povertà e l’esortazione apostolica Evangelii gaudium
    • Massimo Introvigne, Reggente Nazionale Vicario di Alleanza Cattolica
  • Il contesto internazionale. Stati Uniti, Russia, Cina, Europa. E l’Italia?
    • Mauro Ronco, Professore ordinario di Diritto Penale all’Università di Padova
  • Pausa pranzo
  • Il contesto nazionale in prospettiva storica: il «berlusconismo» nella storia d’Italia
    • Marco Invernizzi intervista Giovanni Orsina, docente di Storia contemporanea e vicedirettore della School of Governament dell’Università Luiss “Guido Carli” di Roma
  • Tavola rotonda: Il contesto morale. Vita, famiglia, educazione, condizioni per la buona politica
    • Alfredo Mantovano, magistrato, introduce e presenta la tavola rotonda alla quale parteciperanno:
    • Francesco Belletti, Presidente del Forum delle Associazioni Familiari
    • Giancarlo Cerrelli, del Comitato Sì alla famiglia
    • Raffaella Frullone, delle Sentinelle in Piedi
    • Manif pour tous Francia
    • Filippo Savarese, portavoce Manif pour tous Italia
    • Mirjana Andjic e Zeljka Markic, del Comitato del referendum per la famiglia in Croazia
in Jesu et Maria, il webmaster di Alleanza Cattolica – Cristianità
ACList offre un servizio completamente gratuito. Ai sensi del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in Materia di protezione dei dati personali”, si comunica che gli indirizzi di posta elettronica forniti saranno trattati per il solo invio dei messaggi di ACList.
In qualunque momento potranno essere esercitati i diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e si potrà chiedere la cancellazione o la rettifica dell’indirizzo di posta elettronica sia attraverso una semplice procedura automatica, indicata al termine del messaggio, sia attraverso un messaggio di posta elettronica.
 
Forward email

Questa mail è stata inviata a an.arenella@libero.it, da parte di info@alleanzacattolica.org |  Aggiorna profilo/indirizzo e-mail | Rimozione istantanea con SafeUnsubscribe™ | Informativa sulla privacy.

alleanza cattolica | via del Teatro Valle 51 | Roma | 00186 | Italy

 

 

————————————————————————

[ “AZ.” ]   ( EVENTI ANNUNCIATI – TRATTI DA FACEBOOK )

————————————————————————-

 

Movimento Idea Sociale Campania ha pubblicato qualcosa in DX e CDX uniti per restituire la dignità agli Italiani

Movimento Idea Sociale Campania 31 marzo 7.50.15

COMUNICATO STAMPA – MANIFESTAZIONE NAZIONALE DEL MOVIMENTO IDEA SOCIALE FUORI ALLA CAMERA DEI DEPUTATI IN DIFESA DELLO STATO SOCIALE!
Venerdì 4 Aprile, alle ore 11,30, in piazza Montecitorio a Roma (di fronte alla Camera dei Deputati), avrà luogo una presidio in difesa dello Stato sociale del Movimento Idea Sociale, per il reddito sociale ai disoccupati, per l’assegno mensile alle casalinghe, l’aiuto alle famiglie, alle piccole e medie imprese, contro gli sprechi e le ruberie della casta, delle cricche e di tutti i comitati d’affari della politica politicante.
La manifestazione sarà guidata dal Segretario Nazionale del MIS Raffaele Bruno, il quale terrà una conferenza stampa.
Sull’argomento Bruno ha dichiarato:
“Chiedo a tutti gli italiani di protestare insieme a noi contro il governo delle tasse e della disperazione sociale di Renzi, che aumenta la TASI e la benzina e penalizza le fasce più deboli della società continuando la politica nefasta di Monti e di Letta. Noi lottiamo per chiedere una politica a favore della famiglia, contro la disoccupazione, per la difesa dei diritti calpestati dei più deboli, ma anche a favore dei piccoli e medi imprenditori che stanno chiudendo le loro attività per una politica incapace di dare risposte concrete, mentre continua a deludere e a rubare”!
Roma, marzo 2014
L’Addetto Stampa


Visualizza post su Facebook · Modifica impostazioni e-mail · Rispondi a questa e-mail per aggiungere un commento.

[ IL SERVIZIO CONTINUA ]

————————————————————————-

[ “AZ.” ]    ( DOPO IL NOSTRO SERVIZIO – VEDI : SOTTO –  SILENZIO… )

————————————————————————-

“AZIMUT” – WEBM. ADM. DES. : Fabio PisanielloVISITA IL SITO – LEGGICI !

[ “AZ.” ]   ( A.D.[NON]R. ) : A DOMANDA (NON)RISPONDE….

————————————————————————–

[ “AZ.” ]   ( “NAPOLEIDE” SENZA RISPOSTA – REPLICA )

—————————————————————————

 

 

[ “A.Z.” ]    (  IERI : NAPOLI – CAMPAGNA ELETTORALE 1983 )

OGGI : ACCADDE IN NAPOLI-PRIMIERO CITTADINO IN “ARANCIONE” DE MAGISTRIS

E IL “DUO SUPERSTAR” NONNO E SANTORO – NEWS ITALIA EUROPA – MONDO…..

( “AZ.-NEWSLETTER” : 29/30.03.’14 ]

 

IL “DUO SUPERSTAR” <<  NONNO – SANTORO >> …. [“TOP”:NELLA << “NAPOLI NOBILISSIMA” MA SVENTURATA >> (!) DEI BASSOLINO – RUSSO IERVOLINO E DI  DE MAGISTRIS “IL GATTOPARDO”]

 

     

[vedi nelle foto : il consigliere di Napoli Marco Nonno ( “ex – ex – ex” e, oggi, in “Fratelli d’Italia” ), neo vicepresidente del consiglio comunale, e l’altro  consigliere Andrea Santoro ( “ex – ex – ex” e, oggi, nel “Nuovo Centro Destra” ), neo presidente della commissione consiliare trasparenza, etc. ; e Rosa Russo Iervolino, Antonio Bassolino del << prima >> ; e, ora, Mister Luigi De Magistris del “…che cambi tutto… – affinchè non cambi nulla… ( alias – per i lazzari – << Giggino ‘a manetta >> ]

 ( PER (RI)LEGGERE IL SERVIZIO VAI AL SITO )

——————————————————————

[ “AZ.” ]   Oggi: RENZI PREMIER E LA DIREZIONE POLITBURO ANNUNCI MA SOTTO LA PROPAGANDA NIENTE –

LA NEAPOLIS NAPOLEIDE – ALTRO…

[“AZ.-NEWS”:2 APR.’14 ]

 

( TRA BREVE IN RETE )

 

——————————————————————

ULTIMO SERVIZIO IN RETE

 

ACCADDE IN NAPOLI-PRIMIERO CITTADINO IN “ARANCIONE” DE MAGISTRISazimutassociazione.wordpress.comACCADDE IN NAPOLI-PRIMIERO CITTADINO IN “ARANCIONE” DE MAGISTRIS[ UNA BUONA DOMENICA E UNA BUONA LETTURA ] [ 8423 more words. ]

 

—————————————————————————-

[ “AZ.” ]   (  LINK – IN RETE )

————————————————————————————

“AZIMUT” – WEBM. ADM. DES. : Fabio PisanielloVISITA IL SITO – LEGGICI !    [ TRA BREVE IN RETE ]

30/03/2014 – associazioneazimut@tiscali.it – an.arenella@libero.it
Oggi: OBAMA A PUTIN : RESTITUISCI LA CRIMEA – IL BOVE CHIAMA CORNUTO L’ASINO – “NAPOLEIDE” SENZA RISPOSTA ( REPLICA ) E ALTRO [“AZ.-NEWS”:31.03.’14 ]

————————————————————————-

[ “AZ.” ]    ( TRATTO DA COSENOSTREACASANOSTRA )

————————————————————————-

mercoledì 26 marzo 2014

Putin giustiziere del popolo  

Fonte: http://www.informarexresistere.fr/2014/03/14/ecco-come-si-comporta-putin-altro-che-i-politici-italiani/

Vladimir #Putin   viene messo a conoscenza del fatto che migliaia di operai, che non ricevevano stipendio da mesi, stanno per essere licenziati e la loro fabbrica chiusa da quegli stessi dirigenti che ne avevano tratto profitti milionari. (*le happy merchant*)Il Presidente russo saputo della cosa va ad occuparsi personalmente della faccenda: convoca immediatamente Padroni e Oligarchi responsabili dell’ondata di licenziamenti, che con la loro avidità ed incompetenza, stavano per mandare in mezzo ad una strada migliaia di famiglie e li affronta uno per uno, facendogli un cazziatone memorabile! Esigendo le loro dimissioni immediate e concludendo il discorso con la frase: “Il termine ultimo per il pagamento degli stipendi arretrati, È OGGI !”.Nelle successive 4 ore vengono pagati 40 milioni di dollari di stipendi arretrati e gli unici licenziamenti sono quelli dei padroni.Estratto dal documentario integrale
http://www.vplay.ro/watch/ygirq4jf/   
Pubblicato da Nicoletta Forcheri a 00:42    ————————————————————-[ “AZ.” ]   ( SPAZIO LIBERO, APERTO A TUTTI, SENZA FILTRI O CENSURE ) ( UNA VASTA “MOBILITAZIONE” CHE, IN EFFETTI, RAFFORZA CHI DA RAGIONE A PUTIN E NON E’ COSI’ INGENUO DA ACCETTARE UNA PROPAGANDA NON VERITA’ )————————————————————– —– Original Message —– From: CSSEOTo: destinatari ( . . . ) Sent: Monday, March 31, 2014 4:55 PMSubject: 2 aprile – Ucraina e Europa dopo l’invasione russa della Crimea————————————————————–

INVITO

 

UCRAINA E EUROPA DOPO L’INVASIONE RUSSA DELLA CRIMEA

Il Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale organizza a Trento, mercoledì 2 aprile, alle ore 17,30, nella Sala degli affreschi della Biblioteca comunale (Via Roma 55), l’incontro-dibattito Ucraina e Europa dopo l’invasione russa della Crimea. Intervengono Fernando Orlandi e Giuseppe Sciortino. Introduce Massimo Libardi.

Mentre la Crimea passava al fuso orario di Mosca, portando in avanti le lancette di due ore, nella tarda notte di domenica 30 aprile è terminato in modo inconcludente l’incontro parigino di quattro ore fra segretario di Stato americano John Kerry e ilministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, i capi della diplomazia dei due paesi.

Dopo avere minacciosamente aumentato il numero delle truppe russe ai confini con l’Ucraina, forte di questa massiccia presenza militare sul terreno, Mosca ha cercato di ottenere dei vantaggi “negoziando” con Washington. L’obiettivo è quello conquistare l’assenso statunitense affinché si imponga all’Ucraina di modificare il suo assetto istituzionale, federalizzando lo stato e adottando una nuova Costituzione. Proposta inaccettabile da Kiev. Il tentativo di Mosca di negoziare con Washington alle spalle dell’Ucraina è stato rigettato da Kerry, che ha ribadito che nessuna decisione può essere presa senza la partecipazione dell’Ucraina. A sua volta Kiev, tramite una nota del ministero degli esteri, ha rigettato la proposta russa, invitando Mosca “a smetterla di dettare ultimatum a un Paese sovrano e indipendente, e a concentrare la sua attenzione sulla situazione catastrofica e sull’assenza totale di diritti per le sue minoranze, tra cui quella ucraina”.

Kerry ha poi ribadito che l’annessione della Crimea non è legale e che le truppe russe devono ritirarsi dai confini. Le rassicurazioni verbali del Cremlino sul fatto che a Mosca non pensa a invadere l’Ucraina, secondo quanto riferito dallo stesso Lavrov poche ore prima del colloquio anche in una intervista alla televisione russa, evidentemente non sono state ritenute sufficienti. Per l’amministrazione Obama condizione imprescindibile per aprire il dialogo era e rimane quella del ritiro totale delle truppe russe che hanno invaso la Crimea. Anche l’annessione della Crimea è ritenuta inaccettabile da Washington.

Nonostante questo, con l’incontro di oggi si è entrati nei dettagli della proposta Usa di soluzione diplomatica che il segretario di Stato ha presentato al ministro russo in un incontro dell’Aja una settimana fa. L’incontro è stato inconcludente, sebbene Lavrov abbia dichiarato che è stato un momento molto “costruttivo”. Kerry e Lavrov si incontreranno nuovamente fra alcune ore, alle 10 di lunedì.

L’invasione militare della Crimea prima e la successiva annessione della regione alla Russia costituiscono un punto di svolta e impongono di ripensare le politiche adottate fino a questo momento nei confronti di Mosca, affrontando prima di tutto la spinosa questione della sicurezza energetica dell’Unione Europea. La stessa cancelliera Angela Merkel si è espressa a favore di una revisione della dipendenza energetica tedesca ed europea dalla Russia. “Ci sarà un nuovo esame dell’intera politica energetica”, ha detto alcuni giorni fa durante una conferenza stampa con il premier canadese Stephen Harper. Per la cancelliera tedesca nell’Unione europea c’è una dipendenza molto forte dal petrolio e dal gas russi. La questione investe direttamente il nostro paese, interessato alla realizzazione di South Stream, il gasdotto che dovrebbe portare il gas russo in Europa passando nel Mar Nero. Non ci si può non interrogare riguardo a questa scelta: l’interesse nazionale (e più in generale dell’UE) non sarebbe quello di approvvigionarsi del gas necessario da produttori diversi, ad esempio acquisendo quello estratto nella regione del Caspio?

La crisi aperta da Mosca ha poi risvolti economici e militari. L’Ucraina è un paese a rischio di default e l’Occidente dovrà impegnarsi con un importante intervento finanziario. Una missione del Fondo monetario internazionale ha portato a un accordo con le autorità ucraine per prestiti tra i 14 e i 18 miliardi di dollari (e un finanziamento complessivo fino a 27 miliardi di dollari da parte della comunità internazionale nel prossimo biennio: 3 miliardi dovrebbero venire dal budget europeo, altrettanti dalla Banca europea degli investimenti e 5 miliardi dalla Banca per la ricostruzione e lo sviluppo) . Ma i prestiti saranno accompagnato da un pacchetto di provvedimenti e di riforme da attuare che avranno un impatto e ripercussioni sulla popolazione, mentre il paese si avvicina alle elezioni presidenziali, previste per il 25 maggio.

Il Fondo monetario internazionale chiede riforme in alcuni settori chiave fra cui il comparto finanziario, le politiche monetarie e di cambio, i conti pubblici e l’energia, oltre che una maggiore trasparenza. L’obiettivo ambizioso è quello di “ripristinare la stabilità macroeconomica e riportare il paese sul sentiero di una solida crescita”.

L’invasione e annessione della Crimea ha portato l’indice di popolarità di Vladimir Putin a sfiorare il suo record storico: l’82,3% secondo l’istituto di sondaggi Vtsiom. Una cifra vicina all’82,9% del febbraio 2008. La dimensione militare del conflitto ha suscitato preoccupazioni e apprensione ai vertici della Nato e a Washington, dove l’intelligence non ha brillato nel prevedere le azioni di Mosca. Quanto è accaduto ha innescato anche una serie di azioni e contro-reazioni militari. Sotto la calotta di ghiaccio dell’Artico gli Stati Uniti hanno simulano un attacco contro un sottomarino russo, mentre Mosca ha dato il via a esercitazioni dell’aeronautica militare nella regione di Krasnodar, al confine con la Crimea , con l’impiego di Sukhoi-25, che simuleranno una cinquantina di attacchi aerei, con lanci di bombe e missili aria-superficie.

Di quanto accade in Ucraina e in Crimea e delle ripercussioni internazionali generate dall’invasione militare russa e dalla successiva annessione se ne discute a Trentomercoledì 2 aprile, alle ore 17,30, nella Sala degli affreschi della Biblioteca comunale (Via Roma 55). L’incontro-dibattito è organizzato dal Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale. Intervengono Fernando Orlandi (CSSEO) e Giuseppe Sciortino (Università di Trento). Introduce Massimo Libardi.

Il Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale è su  <!–[if !vml]–><!–[endif]–>Facebook.

 

___________________________________________________________

————————————————————————————————————————————-

[ “AZ.” ]    ( DALLA SARDEGNA – RCEVIAMO E PUBBLICHIAMO )

 

————————————————————————————————————————————-

 

—– Original Message —– From: Vincenzo Mannello -To:  ( . . . )Sent: Monday, March 31, 2014 3:39 PMSubject: Kitty Blair…la pornosacrificata
Se non fosse vera,occorrerebbe inventare una storia del genere,indicativa di comportamenti collettivi e non relativi al solo caso specifico.
Ina Groll,in arte Kitty Blair,è una bella tedesca che,di professione,fa la pornostar.
Tra un film e l’altro ritiene un proprio diritto-dovere partecipare attivamente alla vita politica della sua Germania.
Sceglie di farlo attivandosi in favore dell’Npd (Partito Nazional Democratico) che,pur professandosi di estrema destra,dalle autorità e dalla magistratura della Repubblica Federale Tedesca non è considerato “fuorilegge”.
È attiva la Kitty nel propagandare le teorie ed i programmi dell’Npd,lo provano sia i numerosi video girati in favore del partito sia le personali considerazioni esternate su Facebook. Tutte iniziative gradite al vertice che non trova nulla da ridire sulla professione della ragazza.
Ma,galeotto un film,la pornonazi entra in contatto ravvicinatissimo del primo tipo con un afroamericano.
Troppo intimo,malgrado sia solo un momento lavorativo e non una scelta sentimentale.
L’Npd espelle Kitty perché “chi vende il proprio corpo e disonora la sua razza non ha posto nel gruppo”.
Cosi sentenziò non Zarathustra ma un iscritto su Facebook.
“Deutschland über alles” (Germania soprattutto) e palla al centro.
Espulsa la camerata per contaminazione razziale pensano quanti leggono che i guai siano finiti per Ina ?
Macché….,il pornoambiente del cinema hard berlinese decide di metterla al bando dal circuito nazionale ed internazionale.
Tuona il Kapo del porno teutonico,certo Thompson : “accogliamo attori di tutti i colori di pelle e nazionalità ma non accettiamo nazisti”.
Calca la mano un leader pornografo :
“nessuno ha bisogno di una persona con una tale perversa visione del mondo. Sicuramente non potrà piú girare un solo porno nel mondo”.
A prescindere della personale considerazione sul porno, e sull’uso e consumo che se ne gradisca fare, è davvero singolare che tale mondo censuri e condanni al ludibrio planetario la “perversione” della attività politica di Kitty
Blair. Mai,peraltro,messa in discussione dalle autorità tedesche sotto forma di reato.
Trovo sia una presa di posizione di una gravità estrema,da codice penale,corte di Strasburgo e violazione dei diritti dell’uomo.
Una categoria (la pornocasta), che fa del proprio essere motivo scatenante di tutte le piú inimmaginabili perversioni umane (dai bambini agli animali) ,denuncia la “perversione nazista” della legittima appartenenza ad un partito di una attrice.
Sorvolando sul fatto che i film hard basano le migliori prestazioni quando gli interpreti si vestono (e svestono) da SS e danno massimo esempio di cosa significhi far “godere” democraticamente lo spettatore.
Non mi sembra,a leggere la notizia sui media,che si sia colto questo aspetto ben più grave del primo.
L’Npd ha espulso la sua adepta con motivazioni,a mio parere,fuori dal tempo e dalla realtà. Ma sempre un fatto interno ad un partito resta.
I boss del porno invece hanno sentenziato estendendo il loro potere non alla casa cinematografica che rappresentano ma facendolo pesare su scala planetaria. Ed ampliandolo non solo alla malcapitata Kitty ma a tutta la genia “nazista”.
Piú razzismo di questo…..!!!
Qualche star delle istituzioni,della politica,dello spettacolo,della cultura e dei diritti umani prenderà a cuore il caso di Kitty,la pornosacrificata ?

Grazie per l’attenzione.
Vincenzo Mannello
 ———————————————————–[ “AZ.” ]   ( NON SOLO POLITICA…MUSICA E SPORT ) ———————————————————–( MUSICA ) Franco Califano – La Mia libertà (1981)Franco Califano – La Mia libertà (1981) (Califano, Marocchi) Ho una chitarra per amica e con voce malandata canto e suono la mia libertà. Se sono triste cant…youtube.com|Di UnGrandeAmore12

Mia Martini Minuetto (1973) – YouTube 

► 3:56  www.youtube.com/watch?v=BtG2rAj-5Xw22 gen 2008 – 4 min – Caricato da violino11
Bellissima canzone per una Mia Martini al culmine del suo successo … 50+ videos Play …

 Oltre 50 video   Riproduci tutto

——————————————————————( SPORT ) —————————————————————— 

Ferruccio Massimo Vuono

 

Ferruccio Massimo Vuono

 —————————————————————–

[“AZ”]  – ( DALLA CAMPANIA/ AVELLINO – MESSAGGIO “POSTATO” SU FACEBOOK )

 

( PER LEGGERE TUTTO CLICCA LINK – VEDI : SOTTO )

————————————————————————

Ettore de Conciliis ha commentato questo elemento.
Ettore de Conciliis ha condiviso un link. 

Fini contestato, FdI e Movimento azione sociale: la destra siamo noi » ilCiriacohttp://www.ilciriaco.it ——————————————————————[ “AZ.” ]    ( I DIFENSORI DELLA FAMIGLIA CHE PREFERIAMO ) ( CORRISPONDENZE – DAL LAZIO / ROMA )  —– Original Message —– From: Forum delle Associazioni FamiliariTo: AssociazioneazimutSent: Wednesday, April 02, 2014 1:06 PMSubject: FORUM FAMIGLIE – rassegna stampa del 2aprile2014
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

   Rassegna stampa del 02 Aprile 2014    PRIMA PAGINA – Un ricordo di Giovanni Paolo II nel giorno della morte

“Dio, dal quale proviene ogni paternità in cielo e in terra, Padre, che sei amore e vita, fa che ogni famiglia umana sulla terra diventi, mediante il tuo Figlio, Gesù Cristo, “nato da donna”, e mediante lo Spirito Santo, sorgente di divina carità, un vero santuario della vita e dell’amore per le generazioni che sempre si rinnovano”. Pregava così Giovanni Paolo II di cui oggi ricorre l’anniversario della morte. Ci piace ricordarlo così all’avvicinarsi della sua Canonizzazione.
Sui quotidiani odierni vi segnaliamo un ricordo di Renato Buzzonetti, il medico personale del Pontefice che lo ha assistito anche nelle ultime ore, pubblicato da Libero
leggi tutto  

02 Aprile 2014 – Avvenire
SI PARLA DI NOI :: Appello ai candidati: correte per la famiglia 79 KB

01 Aprile 2014 – Zenit
SI PARLA DI NOI :: Corro per la famiglia, anche in Europa 74 KB

01 Aprile 2014 – Ansa
SI PARLA DI NOI :: Manifesto delle associazioni cattoliche per difendere la famiglia 62 KB

01 Aprile 2014 – SirQuotidiano
SI PARLA DI NOI :: Manifesto per un’Europa a misura di famiglia 87 KB

02 Aprile 2014 – avv�
SI PARLA DI NOI :: Fiori per non dimenticare 98 KB

02 Aprile 2014 – Avvenire
Ru486
SI PARLA DI NOI :: Cinque associazioni al Tar 288 KB

02 Aprile 2014 – CittadinoLodi
SI PARLA DI NOI :: I Comuni non vedono i bambini 102 KB

02 Aprile 2014 – ProvinciaLecco
SI PARLA DI NOI :: Anfn e il progetto Aiutiamoci 65 KB

02 Aprile 2014 – Gazzettino
SI PARLA DI NOI :: SACILE. Citta’ senza barriere 65 KB

02 Aprile 2014 – Stampa
Divorzio
DIVORZIO BREVE. La Camera ci riprova 273 KB

02 Aprile 2014 – Libero
Unioni Omosessuali
Se a sfasciarsi � la coppia lesbo 145 KB

02 Aprile 2014 – Foglio
FRANCIA. Lmpt scrive a Hollande 207 KB

02 Aprile 2014 – Stampa
Galantino: in politica piu’ liberta’ ai laici 241 KB

02 Aprile 2014 – Libero
GIOVANNI PAOLO II. Oggi l’anniversario della morte 286 KB

02 Aprile 2014 – Messaggero
Addio a Le Goff, lume del medioevo 420 KB

—– Original Message —– From: Forum delle Associazioni FamiliariTo: AssociazioneazimutSent: Tuesday, April 01, 2014 1:40 PMSubject: FORUM FAMIGLIE – rassegna stampa dell’1aprile2014
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

   Rassegna stampa del 01 Aprile 2014    31 Marzo 2014 – SirPrimaPagina
SI PARLA DI NOI :: I comuni sono strabici, non vedono i bambini269 KB

31 Marzo 2014 – SirQuotidiano
SI PARLA DI NOI :: I Comuni non considerano i bambini 86 KB

01 Aprile 2014 – Avvenire
SI PARLA DI NOI :: Comuni e famiglie, serve alleanza 77 KB

01 Aprile 2014 – VitaPopolo
SI PARLA DI NOI :: I comuni sono strabici, non vedono i bambini883 KB

31 Marzo 2014 – Zenit
SI PARLA DI NOI :: La famiglia pilastro dei diritti dell’infanzia 60 KB

31 Marzo 2014 – Ansa
SI PARLA DI NOI :: Infanzia: i Comuni non vedono i bambini 66 KB

31 Marzo 2014 – RomaSette.it
SI PARLA DI NOI :: I Comuni non vedono i bambini 90 KB

31 Marzo 2014 – tosc.cgil.it
SI PARLA DI NOI :: I Comuni non vedono i bambini 79 KB

31 Marzo 2014 – famiglienumerose.org
SI PARLA DI NOI :: Il Forum alza la voce 165 KB

31 Marzo 2014 – MattinoParma
SI PARLA DI NOI :: A Parma nessun sostegno alla famiglia 247 KB

01 Aprile 2014 – noodle.it
SI PARLA DI NOI :: I comuni sono strabici 66 KB

30 Marzo 2014 – RomaSette
Ru486
SI PARLA DI NOI :: Day hospital, scelta irresponsabile 119 KB

31 Marzo 2014 – Asca
SI PARLA DI NOI :: CATANZARO. Convegno del Forum 63 KB

01 Aprile 2014 – GazzettaSud
SI PARLA DI NOI :: CATANZARO. Famiglia e nuovi media 58 KB

31 Marzo 2014 – Strettoweb
SI PARLA DI NOI :: CATANZARO. Famiglia e nuovi media 389 KB

31 Marzo 2014 – SirQuotidiano
SI PARLA DI NOI :: BARI. Rilanciare il dibattivi in vista delle Comunali 81 KB

01 Aprile 2014 – Avvenire
Strategia Lgbt
Cardia: la spinta ad opporre scuola e famiglia 171 KB

01 Aprile 2014 – Foglio
Unioni Omosessuali
Guerre di famiglia 140 KB

01 Aprile 2014 – Manifesto
Strategia Lgbt
Gender fuoristrada 299 KB

01 Aprile 2014 – Avvenire
Una scelta di cuore 1.5 MB

01 Aprile 2014 – Repubblica
La famiglia infinita 282 KB

01 Aprile 2014 – Unita’
Infanzia: ogni giorno quattro violenze 133 KB

01 Aprile 2014 – SirSpeciale
La terra, dono e responsabiita’ 578 KB

—– Original Message —– From: Forum delle Associazioni FamiliariTo: AssociazioneazimutSent: Monday, March 31, 2014 2:05 PMSubject: FORUM FAMIGLIE – rassegna stampa del 31marzo2014
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

   Rassegna stampa del 31 Marzo 2014    28 Marzo 2014 – FamigliaCristiana.it
SI PARLA DI NOI :: Solo una passerella di politici 149 KB

28 Marzo 2014 – Caleno24ore
SI PARLA DI NOI :: NAPOLI. Convegno Si’ alla famiglia 70 KB

31 Marzo 2014 – Liberta’
SI PARLA DI NOI :: PIACENZA. Confronto di linguaggi 67 KB

30 Marzo 2014 – Liberta’
SI PARLA DI NOI :: PIACENZA. Incontro su genitori e comunicazione 80 KB

29 Marzo 2014 – MessaggeroVeneto
SI PARLA DI NOI :: SACILE. Famiglia nell’arte 59 KB

30 Marzo 2014 – Cittadino
Unioni Omosessuali
SI PARLA DI NOI :: A difesa della liberta’ di espressione 201 KB

30 Marzo 2014 – GazzettaParma
Unioni Omosessuali
SI PARLA DI NOI :: PARMA attacca la famiglia 141 KB

30 Marzo 2014 – NuovaPrimaPagina
Unioni Omosessuali
SI PARLA DI NOI :: PARMA per le famiglie arcobaleno 48 KB

30 Marzo 2014 – Repubblica
Unioni Omosessuali
La crociata delle sentinelle anti-gay 537 KB

29 Marzo 2014 – GiornaleItalia
Unioni Omosessuali
PARMA. Grillini anti-famiglia 131 KB

29 Marzo 2014 – FattoQuotidiano
TORINO. Le schede anti-omofobia secondo i cattolici 53 KB

30 Marzo 2014 – Avvenire
Strategia Lgbt
Bagnasco: scuole, non campi di rieducazione 704 KB

31 Marzo 2014 – CorrieredellaSera
MILANO. Scontro su redditi bassi e famiglie 103 KB

30 Marzo 2014 – CorrieredellaSera
Unioni Omosessuali
Le nozze gay all’inglese 265 KB

30 Marzo 2014 – Avvenire
Unioni Omosessuali
GB. Celebrate le prime nozze gay 62 KB

30 Marzo 2014 – Giornale
Unioni Omosessuali
Londra dice si’ 281 KB

30 Marzo 2014 – Manifesto
Unioni Di Fatto
L’Italia resta al palo 99 KB

31 Marzo 2014 – CorrieredellaSera
Divorzio Breve
Rimini: sintomo di civilta’ 74 KB

30 Marzo 2014 – Sole24ore
Scuola
Giannini: investiamo nella scuola 157 KB

30 Marzo 2014 – Avvenire
Aborto
Ventimila figli salvati dall’accoglienza 541 KB

29 Marzo 2014 – Sole24ore
Gotti scagionato 97 KB

—————————————————————————————————————————–[ “AZ.” ]   ( DALLA CAMPANIA / NAPOLI – POST FACEBOOK )

—————————————————————————————————————————–
[ IL SERVIZIO CONTINUA ]
—————————————————————————————————————————–
[ “AZ.” ]   ( COMUNICAZIONI RICEVUTE – DA NAPOLI )
————————————————————–
—-Messaggio originale—-
Da: 
notification+kr4mymgan4wn@facebookmail.com
Data: 01/04/2014 22.52
A: “Ferruccio Massimo Vuono”<
massimovuono@libero.it>
Ogg: Ferruccio Massimo Vuono, scopri a chi piace la tua Pagina

facebook
Salvatore Spagna piace Associazione Azimut.
Aggiorna Associazione Azimut
Vedi tutte le notifiche
 ( DA ROMA )
—– Original Message —–
Sent: Monday, March 31, 2014 1:04 PM
Subject: Re: Fw: OBAMA A PUTIN : RESTITUISCI LA CRIMEA – IL BOVE CHIAMA CORNUTO L’ASINO – “NAPOLEIDE” SENZA RISPOSTA ( REPLICA ) E ALTRO….. [ “AZIMUT-NEWS” : 31.03’14 ]
 

Da: redazione@opinione.it
 Oggetto: L’Opinione

Si comunica che l’indirizzo di posta elettronica del quotidiano nazionale “L’Opinione” èdiaconale@opinione.it

L’e-mail 
redazione@opinione.it rimarrà comunque attiva, ma non possiamo garantire risposte in tempi brevi in quanto questo indirizzo di posta viene visionato con alterna regolarità.

Grazie

Stefano Cece (L’Opinione)

——————————————————————————————————————————
[ “AZ.” ]    ( DAL VENETO )
( SPAZIO LIBERO, APERTO A TUTTI, SENZA FILTRI O CENSURE )

——————————————————————————————————————————-
—– Original Message —– From: longolegal@libero.it
Sent: Tuesday, April 01, 2014 10:31 AM
Subject: I: SILENZIO…….SI ” GIUSTIZIA”
 

—-Messaggio originale—-Da: longolegal@libero.it
Data: 1-apr-2014 10.28
A: ( . . . )
Ogg: SILENZIO…….SI ” GIUSTIZIA”

http://edoardolongo.blogspot.it/2014/04/silenzio-si-giustizia.html
 

—– Original Message —– From: longolegal@libero.it
Sent: Monday, March 31, 2014 10:59 AM
Subject: I: COLLABORARE AL BLOG ” DISSONANZE”
 

—-Messaggio originale—-Da: longolegal@libero.it – Data: 31-mar-2014 10.59
A: ( . . . ) – Cc ( .  . )
Ogg: COLLABORARE AL BLOG ” DISSONANZE”

http://edoardolongo.blogspot.it/2013/11/un-ringraziamento-tutti-i-collaboratori.html

—– Original Message —– From: longolegal@libero.it
Sent: Monday, March 31, 2014 2:02 PM
Subject: I: I VERGOGNOSI PROCESSI POLITICI DEL TRIBUNALE DI PORDENONE
 

—-Messaggio originale—-
Da: 
longolegal@libero.it
Data: 26-mar-2014 10.55
A:
Ogg: I VERGOGNOSI PROCESSI POLITICI DEL TRIBUNALE DI PORDENONE

http://edoardolongo.blogspot.it/2014/03/i-processi-politici-del-tribunale-di.html 

—————————————————————————————————————————-
[ “AZ.” ]      ( REPORT – FOTO )
—————————————————————————————————————————-
DALLE CALABRIE – COSENZA )
—– Original Message —– From: stenio vuono
Sent: Monday, March 31, 2014 7:32 PM
Subject: Cosenza Corso Mazzini
Siamo all’inizio di Corso Mazzini,l’edificio in fondo è il vecchio ospedale ora piazza dei Bruzi
l'inizio di corso Mazzini. In fondo il Carmine e il vecchio
—– Original Message —– From: stenio vuono
Sent: Sunday, March 30, 2014 8:17 PM
Subject: Cosenza ieri
 
la stazione ferroviaria 1941
stazione1941_e
[ FOTO – TRA BREVE IN RETE E CON SUCCESSIVA E.MAIL ]

Dovrebbe essere piazza stazione ( non sono sicuro)

Dovrebbe essere piazza stazione ( non sono sicuro)

National

National
[ DALLA CAMPANIA – NAPOLI ]
 

Gennaro Capodanno ha condiviso la sua foto.

La Napoli che fu, a cura di Gennaro Capodanno
gruppo al link: 
https://www.facebook.com/groups/napoliantica/ — presso Napoli – Antignaco – via Luca Giordano.

La Napoli che fu, a cura di Gennaro Capodanno
gruppo al link: https://www.facebook.com/groups/napoliantica/

La Napoli che fu, a cura di Gennaro Capodanno
gruppo al link: 
https://www.facebook.com/groups/napoliantica/

————————————————————–

 ( IL SERVIZIO CONTINUA )

—————————————————————

( FOTO GIA’ VISIONABILI, IN RETE, E CON L’ODIERNA E.MAIL – ANTEPRIMA DI WEB )

————————————————————————————

[ “AZ.” ]    ( RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO )

———————————————————————–

—– Original Message —– From: Iuppitergroup
Sent: Tuesday, April 01, 2014 7:40 PM
Subject: Aggiornamento IuppiterNews.it
 

Caro lettore di iuppiternews,

abbiamo aggiornato l’innovativo webzine di storie, attualità, passioni e media ideato e realizzato da Iuppiter Group.

Puoi visitare il sito, leggere gli ultimi articoli e scoprire le novità dalla blog-company cliccando sul sito www.iuppiternews.it

Diffondi i nostri contenuti, condividendoli su facebook, su twitter e tra i tuoi amici.

Ecco le ultime novità:

MOSTRE: Via Fiorelli, la strada dell’arte – Altan e Pegues in mostra  – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=203

IL LIBRO: Napoli incantata – Hermès dedica a Napoli il suo fotolibro – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=202

SOLIDARIETA’: Aiutiamo Ludovica -Ha 12 anni ed è affetta da Midollo Ancorato Occulto –  http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=205

CALCIO: Valori in gioco 2 – La seconda parte del viaggio alla scoperta delle valutazioni dei calciatori – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=206

IL BAGATTO: Gli Arcani – Cenni sulla struttura dei Tarocchi di Marsiglia – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=207

LA SENTENZA:  Puccia con sorpresa – La Cassazione punisce un ristoratore poco pulito – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=204

REPORTAGE: Tutte le strade portano a Napoli – Viaggio tra suoni e profumi partenopei nel mondo – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=40

Invita i tuoi amici a cliccare “MI PIACE” alla pagina facebook di IuppiterNews https://www.facebook.com/iuppiternews
Utilizza il box in alto a destra nella pagina per aggiungere tutti i tuoi amici!

 E a chi utilizza twitter, suggerisci di cinguettare con @iuppiternews dalla pagina https://twitter.com/IuppiterNews

Iuppiter News è un prodotto editoriale di Iuppiter Group

Via dei Mille, 59

80121 – Napoli

http://www.iuppiternews.it

edizioni@iuppitergroup.it

———————————————————-

—– Original Message —– From: SMSengineering Marketing
Sent: Tuesday, April 01, 2014 5:41 PM
Subject: Londra: Opportunità nel Regno Unito – Il Mentoring nelle PMI High Tech – SMS Crowdfunding Model
LONDRA: OPPORTUNITÀ NEL REGNO UNITO
GREEN SHOOTS OF ECONOMIC RECOVERY: THE OPPORTUNITIES FOR UK AND ITALIAN FAMILY BUSINESSES
Si è tenuto il 27 marzo 2014 presso, il Royal Automobile Club di Londra, il tradizionale workshop annuale organizzato dalla Camera di Commercio Italiana a Londra in collaborazione con i soci benefattori Belluzzo & PartnersLa Camera di Commercio Italiana a Londra è stata fondata nel 1886 quando il governo italiano ha iniziato a promuovere l’intermediazione economica e l’avvicinamento delle economie dei diversi paesi. Lontana dai principi di libero commercio, l’Italia ha iniziato per la prima volta, a creare e coordinare una specifica struttura per le relazioni commerciali internazionali. Questa tradizione continua al giorno d’oggi, mostrando la politica e il legame culturale tra madrepatria e le istituzioni che operano in paesi stranieri. Attualmente, nell’ambito delle attività della Camera rientrano diverse aree di business, in particolare promuove eventi  e fiere sia per attirare investimenti diretti esteri, sia per incoraggiare e facilitare la cooperazione internazionale tra le imprese italiane e britanniche nonché promuovere il “Made in Italy” in tutto il Paese.
L’ Evento ha rappresentato un’opportunità per assistere agli interventi di professionisti sulle questioni legali e fiscali più attuali e urgenti di Italia e Regno Unito.
Belluzzo&Partners nasce nel 1982 quando Luigi Belluzzo, brillante manager, decide di dedicarsi alla professione di commercialista.  Nel corso degli anni lo studio viene lanciato sul piano internazionale, con l’apertura di un ufficio a Londra, la Belluzzo&Associati LLP e diventa il riferimento nazionale ed internazionale nelle aree tax&legal, Business&Finance e Private&Family.  Con oltre 30 anni di professione eroga consulenze legali, tributarie, nonché nell’ambito del diritto commerciale, privato-successorio , della contrattualistica d’impresa, tagliate a misura di ogni specifico bisogno.
In foto, sulla sinistra, Massimiliano Canestro, SMS Engineering Vice President, con Edi e Rino Snaidero, della SNAIDERO, Ospiti d Onore della serata insieme a Elena Zambon, della Zambon SpA, che ha presentato il risultato atteso nei prossimi 30 anni dall’attività di Ricerca e Sviluppo dell’Industria Farmaceutica. L’ evento e’ stato aperto dal Presidente Leonardo Simonelli della Camera Di Commercio Italiana a Londra, partner fondamentale per le aziende italiane che operano nel Regno Unito, insieme a partner internazionali come lo Studio Belluzzo che ha presentato le novità fiscali degli investimenti in UK attraverso due presentazioni tenute rispettivamente da Alessandro e Luigi Belluzzo. Il workshop ha visto anche la presenza dell’ Ambasciatore Italiano a Londra, Pasquale Terracciano, insieme alle presentazioni di UKTI ed Invitalia, per stimolare gli investimenti rispettivamente in Inghilterra ed in Italia. L’evento si è concluso con una cena di gala del Club di Londra sempre nel The Royal Automobile Club, in cui la SMS Engineering ha presentato a parte delle aziende partecipanti alcune delle soluzioni che trovano riscontro anche a livello internazionale, in particolare: La Business Intelligence, con referenze in campo Industriale e Farmaceutico, la Business Continuity e la Cyber Security nei settori Difesa e NATO.
LONDRA: IL MENTORING NELLE PMI HIGH TECH
Si e’ tenuta il 26 marzo 2014, presso la sede di TechUK di Londra, il workshop dal titolo “Advice and Mentoring for tech SMEs”. Risorsa umana come capitale: expertise per apportare valore aggiunto capitalizzabile al know how già esistente presso l’azienda. Questa è la visione che emerge dall’incontro presso Tech UK sul tema delle piccole e medie aziende, dove la mentalità innovatrice del dipendente deve essere intesa come capitale societario da valorizzare e motivare sia sul piano economico che su quello esperienziale. Per le piccole e medie aziende italiane forse niente di nuovo, ma certamente non sono discorsi che si sentono spesso in terra italica, dove il know how ha un prezzo prestabilito e molto raramente risulta essere negoziabile dal punto di vista contrattuale (anche di questo si è parlato durante l’evento). Dato sconcertante é stato il numero di 3000 aziende che le Università UK hanno prodotto nel 2011 e che hanno costituito linfa vitale per il circuito delle SMEs. Vi è anche da dire che il modus operandi più da generalist che caratterizza gli operatori di alcune piccole realtà Italiane, costituisce un valore aggiunto dalle nostre parti, esportabile per fornire un prodotto end user ed un modello operativo per un mercato che, abituato a grossi numeri, meno é riuscito ad adattarsi a questo periodo di spending review. Come dire: piccolo, bello e funzionale…Modello per l’estero, ma sofferente in patria! Il panel, presieduto da Antony Walker, Deputy CEO Tech UK, ha avuto tra i relatori rappresentanti di ITNEA, CFR, Postcode Anywhere, Alumni e Motive Television.
TechUK è l’equivalente inglese dell’italiana Confindustria, composta esclusivamente da aziende del settore ICT. Rappresenta le aziende tecnologiche, con più di 850 membri tra piccole e medie imprese e start-up innovative. Nel Board di TechUK vi sono i top manager di alcune delle organizzazioni ad alta tecnologia più innovative del mondo. Queste organizzazioni  si riuniscono in Consiglio sei volte all’anno per discutere e concordare come affrontare le sfide attuali e sfruttare le opportunità per il settore della tecnologia nel Regno Unito.
Tra gli associati presenti la SMS Engineering Ltd, rappresentata (in foto) dal Vice President, Massimiliano Canestro e dal UK Advisor, Raffaele Schiavullo.
SMS CROWDFUNDING MODEL
Il Crowdfunding letteralmente finanziamento da basso di progetti sta cambiando il modo di creare e promuovere idee ed attività.  Da un lato la crisi economica ha reso sempre più complesso l’accesso al credito, dall’altro lo sviluppo e la semplificazione delle relazioni on line consente un dialogo costante, immediato e in tempo reale fra le nazioni. La pratica consolidata di raccontare la nostra vita attraverso i social media,lentamente ha aiutato le persone a raccontarsi prima nella vita privata e poi professionale. Se riesco a raccontare in modo chiaro e completo la mia idea ad un pubblico più ampio, invece di rivolgermi unicamente ad un addetto al credito, le opportunità di realizzazione delle stessa saranno maggiori.
Il valore dirompente del Crowdfunding è proprio aver dato voce a chi normalmente aveva problemi di accesso al credito, e al contempo aver rilanciato, attraverso le piattaforme, le opportunità di conoscere e sostenere nuove idee. Sono nate così vere comunità settoriali che stanno creando nuove imprese e condividendo conoscenze, in modo semplice, diretto e quasi immediato.
Creatività, conoscenza, ingegno e comunità sono parte della Napoletanità e del Made in Italy. Studiando e approfondendo oltre 800 casi di successo nelle diverse piattaforme, abbiamo scoperto i tanti casi italiani e la loro particolarità. Il nostro lavoro di consulenti aziendali e formatori è stato poi la spinta ad ideare un training specifico dedicato all’informazione e diffusione del Crowdfunding per sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove idee e progetti.
Master Mind ha ideato  da circa un anno, Crowdfunding Training un percorso formativo specifico con incontri mensili e settoriali. Ad ogni incontro sono esaminati i casi di successo di Crowdfunding ospitando sovente in aula i protagonisti dei casi di successo. Ideatore del modello è Maurizio Imparato, formatore e ceo Master Mind , svolge attività di consulenza nello sviluppo reti e piani di vendita, personal branding, sales e telemarketing training. Il Training è stato modellato sullo studio di oltre 1000 casi finanziati e altrettanti non finanziati, esaminando piattaforme italiane, estere progetti con siti proprietari,  dal quale sono nati i 6 elementi chiave da inserire nelle campagne di Crowdfunding. Anna Ruggiero consulente comunicazione e marketing, cura la valorizzazione promozionale delle attività, l’organizzazione dei momenti formativi, dei convegni, eventi e la redazione contenutistica dei materiali nei diversi canali di comunicazione.
Nell’incontro, presso gli uffici delle sede centrale, con Massimiliano Canestro Vice President di SMS Engineering il confronto è stato immediato, profondo e profiquo. Insieme stiamo ideando un training per lo sviluppo di progetti di Crowdfunding dedicati al settore delle tecnologie e delle imprese innovative per supportare la crescita e lo sviluppo di queste realtà con finanziamenti dal basso.
Un SMS Crowdfunding Model che possa al contempo finanziare e  generare comunità che sostengano e supportino le imprese anche sul piano promozionale.
————————————————————-
[ “AZ.” ]    ( IL SERVIZIO VOLGE A TERMINE M ALEGGI TUTTO SUL SANTO
————————————————————-
31/03/2014

Francesco di Paola

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
Vai a: navigazione  , ricerca  
San Francesco da Paola
J Bourdichon 1507 Sanctus Francescus de Paula.jpg  
 
Eremita
 
Nascita 27 marzo  1416 
Morte 2 aprile  1507 
Venerato  da Chiesa cattolica
Canonizzazione  Da Papa Leone X  nel 1519 
Santuario principale Santuario di san Francesco  a Paola 
Ricorrenza 2 aprile 
Attributi Bastone, mantello
Patrono  di Calabria , Sicilia , naviganti e pescatori, è invocato contro gli incendi, la sterilità e le epidemie

Francesco da Paola (Paola , 27 marzo  1416  – Tours , 2 aprile  1507 ) è stato unreligioso  italiano , proclamato santo  da papa Leone X  nel 1519 . Eremita , è il fondatore dell’Ordine dei minimi . È il patrono del Regno delle Due Sicilie ed è compatrono della città di Napoli . È inoltre il patrono principale della Calabria , dov’è venerato in innumerevoli santuari e chiese fra i quali, in particolare, quelli di Paola ,Cosenza , Polistena , Paterno Calabro , Spezzano della Sila , Pedace, Terranova da Sibari , Corigliano Calabro , Marina Grande  di Scilla , Catona  di Reggio Calabria  eSambiase  di Lamezia Terme  (ove è custodita la reliquia  di un dito di san Francesco). Attualmente, parte delle sue reliquie  si trovano presso il santuario di San Francesco di Paola , meta di pellegrini , provenienti da tutto il mondo. Inoltre, in Puglia nel comprensorio dei “Cinque Reali Siti” (provincia di Foggia) in tre comuni è praticato il culto di San Francesco. Infatti, a Stornarella e Carapelle è venerato come santo patrono, mentre ad Orta Nova come santo protettore.

Biografia[modifica  | modifica sorgente ]

La formazione[modifica  | modifica sorgente ]

Francesco nacque a Paola  (Cosenza ), il 27 marzo 1416 da Giacomo D’Alessio detto Martolilla e Vienna da Fuscaldo  (il nome certo non si sa; venne dato questo nome dai vecchietti dell’epoca che dicevano che “vinia da fuscaldo”), una coppia di coniugi dalla salda fede cattolica, devoti, in particolare, a san Francesco d’Assisi , all’intercessione  del quale, pur trovandosi già in età avanzata, chiesero la grazia  di un figlio.

Nato, dunque, il primogenito, fu per loro spontaneo imporgli il nome di Francesco.

Al primo si aggiunse, presto, un’altra figlia, Brigida.

Da bambino, Francesco contrasse una forma grave d’infezione  ad un occhio , tanto che i genitori si rivolsero nuovamente in preghiera al “poverello d’Assisi”, promettendogli, in caso di guarigione, che il piccolo avrebbe indossato per un anno intero (il cosiddettofamulato ) l’abitino dell’ordine francescano .

Il decorso della malattia fu rapido.

Fin da piccolo, Francesco fu particolarmente attratto dalla pratica religiosa, denotando umiltà e docilità all’obbedienza.

All’età di tredici anni narrò della visione di un frate francescano che gli ricordava il voto  fatto dai genitori.

Accolto nel convento  francescano di San Marco Argentano  (Cosenza), vi rimase per un anno, adempiendo alla promessa dei genitori.

L’anno di famulato evidenziò le attitudini mistiche del giovane, compresi quei fenomeni soprannaturali che accompagneranno tutta la sua biografia, aumentandone la fama in vita ed il culto dopo la morte. Durante quest’anno di dedizione al convento, il piccolo Francesco si adoperò nell’osservanza regolare e nello sbrigare le mansioni umili della casa come la pulizia dei pavimenti, la cucina, il servizio della mensa e la questua, e praticava già molti digiuni e astinenze.

Concluso l’anno, i frati di San Marco Argentano avrebbero voluto trattenerlo, ma Francesco conservava il desiderio di conoscere anche altre modalità di vita consacrata prima di fare la sua scelta.

Nel 1430  svolse, con la famiglia, un lungo pellegrinaggio  che, avendo Assisi  come meta principale, coinvolse alcuni dei principali centri della spiritualità cattolica italiana: Loreto ,Roma  e Montecassino , toccando anche i romitori del Monte Luco .

Lo sfarzo della Città Eterna lo impressionò negativamente, spingendolo, sembra, a redarguire il cardinal Cusano , al quale fece notare che Gesù  non aveva avuto abiti così sontuosi.

Franziskus von Paola.jpg 

Rientrato a Paola, iniziò un periodo di vita eremitica , utilizzando un luogo impervio compreso nelle proprietà della famiglia e suscitando lo stupore dei paolani.

Nel 1435 , altri si associarono a questa esperienza, riconoscendolo come guida spirituale.

Con i suoi, costruì una cappella e tre dormitori, dando, di fatto, inizio all’esperienza, tuttora in corso, dell’Ordine dei minimi .

Alle prime adesioni, se ne aggiunsero molte altre, tanto che il 31 agosto  1452  il nuovoarcivescovo di Cosenza , monsignor  Pirro Caracciolo , concesse l’approvazione diocesana, atto che comportava la facoltà di istituire un oratorio , un monastero  ed una chiesa .

E proprio l’edificazione del nuovo monastero fu l’occasione che i concittadini di Francesco utilizzarono per attestargli la loro profonda stima: persino i nobili paolani fecero da operai per affrettarne la costruzione.

La fama di santità di Francesco si diffuse rapidamente, tanto che nel 1467  papa Paolo II  inviò a Paola un suo emissario per avere notizie sull’eremita calabrese.

Rientrato a Roma, l’inviato pontificio, monsignor Baldassarre De Gutrossis , presentava un rapporto obiettivo sulla vita di preghiera ed austerità che pervadeva il monastero.

Il 4 luglio  dello stesso anno, quattro cardinali firmarono la lettera che concedeva l’indulgenza  a coloro che avrebbero contribuito alla costruzione della chiesa del monastero di Paola, nonché a coloro che l’avrebbero visitata.

Nel 1470  ebbe inizio il procedimento giuridico-canonico  per l’approvazione definitiva del nuovo ordine di eremiti. La “causa paolana” fu patrocinata da monsignorBaldassarre da Spigno .

Il 17 maggio  1474 , papa Sisto IV  riconosceva ufficialmente il nuovo ordine con la denominazione: Congregazione eremitica paolana di San Francesco d’Assisi.

Il riconoscimento della regola di estrema austerità venne invece con papa Alessandro VI , in concomitanza con il mutamento del nome in quello, ancora attuale, di Ordine dei Minimi.

Con l’approvazione, gli eremitaggi, sul modello di quello di Paola , fiorirono in Calabria eSicilia .

Paterno Calabro , nel 1472 , Spezzano della Sila , nel 1474, Corigliano Calabro , nel1476 , e Milazzo , nel 1480 , furono gli apripista.

Francesco, che nel frattempo aveva trovato stabile dimora a Paterno Calabro , divenne, quindi, un punto di riferimento essenziale per la gente e per i poveri della sua terra.

A lui ci si rivolgeva per consigli di carattere spirituale ma anche per consigli più prettamente pratici.

La situazione politica[modifica  | modifica sorgente ]

Il Regno di Napoli  era in quel periodo retto dagli aragonesi , anche se localmente il potere effettivo veniva retto dalle famiglie nobiliari secondo quello che era il sistema feudale . Naturalmente le condizioni di vita non erano facili per la maggioranza della popolazione, che occupava il livello sociale più basso.

Francesco adempì anche in tale contesto storico la missione della diffusione della vita cristiana.

 

 

Francesco Cappella , Miracolo di San Francesco da Paola, Olio su tela, 250 x 180 cm

Fra i fenomeni soprannaturali attribuiti a Francesco vi è quello della guarigione di un ragazzo affetto da un’incurabile piaga ad un braccio, sanata con delle banali erbe comuni; lo sgorgare miracoloso dell’acqua della “Cucchiarella”, che Francesco fece scaturire colpendo con il bastone una roccia presso il convento di Paola e che ancora è meta di pellegrinaggi; le pietre del miracolo che restarono in bilico mentre minacciavano di cadere sul convento (“Fermatevi, per carità”).

Napoli  davanti al Re che vuole tentarlo con un vassoio pieno di monete d’oro offerte per la costruzione di un convento, San Francesco rifiuta, prende una moneta, la spezza e ne fa uscire sangue. Il sangue che usciva dalle monete era quello dei sudditi, del popolo che subisce i potenti. Di fronte ad una ingente offerta di denaro e ad una proposta di prosperità e di ricchezza definitive, chiunque sarebbe capace di lasciarsi sedurre; così non fu per il Santo Paolano.

Egli era molto affezionato ad un agnellino che aveva chiamato Martinello. Un giorno, gli operai, mentre lavoravano ebbero fame e decisero di mangiare il povero agnellino. Dopo averlo cotto e consumato, gettarono le ossa e i resti nella fornace . San Francesco cominciò subito a cercarlo e chiese agli operai che lavoravano al convento di Paola se avessero visto il suo Martinello; essi negarono, ma quando cominciò a chiamarlo l’agnellino uscì dalle fiamme completamente sano e in vita. Appena l’agnellino uscì dalla fornace fu grandissimo lo stupore e l’imbarazzo degli operai nei confronti di San Francesco.

Ma il “miracolo” più famoso è certamente quello noto come l’attraversamento delloStretto di Messina  sul suo mantello steso, dopo che il barcaiolo Pietro Coloso si era rifiutato di traghettare gratuitamente lui ed alcuni seguaci, che ha contribuito a determinarne la “nomina” a patrono della gente di mare d’Italia.

Altro “carisma” attribuito al santo eremita fu la profezia , come quando previde che la città di Otranto  sarebbe caduta in mano ai turchi  nel 1480  e riconquistata dal re di Napoli .

L’esperienza francese[modifica  | modifica sorgente ]

La notizia delle sue doti di santità e taumaturgia  raggiunse anche la Francia , tramite i mercanti napoletani, arrivando al re Luigi XI  il quale, ammalatosi gravemente, lo mandò a chiamare chiedendogli di visitarlo.

Francesco era molto restio all’idea di lasciare la sua gente bisognosa tanto da indurre il sovrano francese ad inviare un’ambasceria presso il Papa affinché ordinasse a Francesco di recarsi presso di lui.

Il Papa e il re di Napoli colsero l’occasione per rinsaldare i fragili rapporti con l’allora potentissima Francia, intravedendo, in prospettiva, la possibilità di raggiungere un accordo per abolire la Prammatica Sanzione di Bourges  del 1438 .

Ci vollero alcuni mesi però per convincere Francesco a lasciare la sua terra per attraversare le Alpi , e ad abbandonare il suo stile di vita austero, per passare a vivere in un palazzo reale.

Il 2 febbraio  1483 , partendo da Paterno Calabro , Francesco lasciò la Calabria alla volta della Francia, risalendo per il Vallo di Diano si fermò prima a Polla , poi nell’abbazia di Santa Maria La Nova  di Campagna  e a Salerno . Passò per Napoli dove fu accolto da una grande folla acclamante e dallo stesso re Ferdinando I .

A Roma incontrò diverse volte Papa Sisto IV  che gli affidò diversi incarichi. Si imbarcò quindi a Civitavecchia  per la Francia.

Al suo arrivo presso la corte, nel Castello di Plessis-lez-Tours , Luigi XI gli si inginocchiò. Egli non lo guarì dal male ma l’azione di Francesco portò ad un miglioramento dei rapporti tra la Francia e il Papa.

Francesco visse in Francia circa venticinque anni e seppe farsi apprezzare dal popolo semplice come dai dotti della Sorbona .

Molti religiosi francescani, benedettini  ed eremiti, affascinati dal suo stile di vita, si aggregarono a lui anche in Francia, contribuendo all’universalizzazione del suo ordine.

Questo comportò gradualmente il passaggio da un puro eremitismo ad un vero e proprio cenobitismo , con la fondazione di un secondo ordine (per le suore ) ed un terzo (per i laici). Le rispettive regole furono approvate da Papa Giulio II  il 28 luglio 1506 .

Il re Carlo VIII , successore di Luigi XI, stimò molto Francesco e contribuì alla fondazione di due monasteri dell’Ordine dei Minimi, uno a Plessis-les-Tours ed uno sul monte Pincio  a Roma.

Nel 1498 , alla morte di Carlo VIII, ascese al trono Luigi XII  che, benché Francesco chiedesse di tornare in Italia, non lo concesse.

Il sereno epilogo e la grande eredità spirituale[modifica  | modifica sorgente ]

Dopo aver trascorso gli ultimi anni in serena solitudine, morì in Francia  a Plessis-les-Tours  il 2 aprile  1507 . Approssimandosi la sua fine, chiamò a sé i suoi confratelli sul letto di morte, esortandoli alla carità vicendevole e al mantenimento dell’austerità nella regola. Provvide alla nomina del vicario generale ed infine, dopo avere ricevuto i sacramenti, si fece leggere la Passione  secondo Giovanni  mentre la sua anima spirava.

Culto[modifica  | modifica sorgente ]

Fu canonizzato nel 1519 , a soli dodici anni dalla morte durante il pontificato di Papa Leone X  (al quale predisse l’elezione al soglio pontificio quando questi era ancora bambino), evento molto raro per i suoi tempi.

Nel 1562 , degli ugonotti  forzarono la sua tomba, trovarono il corpo incorrotto e vi diedero fuoco.

La sua festa si celebra il 2 aprile , giorno della sua nascita al Cielo. Tuttavia, non potendosi spesso celebrare come festa liturgica perché quasi sempre ricorre inQuaresima , la si festeggia ogni anno a Paola nell’anniversario della suacanonizzazione , che avvenne il 1º maggio  del 1519 . La notizia, però, arrivò a Paola tre giorni dopo; per questo i festeggiamenti si tengono dall’1 al 4 maggio .

Nelle raffigurazioni religiose san Francesco viene rappresentato:

  • Vestito di un saio, con un bastone in mano ed una barba bianca fluente.
  • Mentre attraversa lo stretto di Messina  sul suo mantello, che funge da scafo e da vela, sostenuta dal suo bastone, in compagnia di un fraticello.
  • Vestito di un saio, mentre regge un teschio con una mano e un flagello con l’altra.
  • Mentre levita sopra una folla di fedeli con accanto il motto CHARITAS.
 

 

Veduta del Santuario di Paola

Il V centenario della morte[modifica  | modifica sorgente ]

Il 2 aprile  2007  ricorreva il quinto centenario della morte, ai festeggiamenti del quale il presidente della Giunta regionale  della Calabria, Agazio Loiero , aveva ufficialmente invitato papa Benedetto XVI , il quale ha inviato a Paola un proprio rappresentante.

Il 7 febbraio  2008  la cittadinanza di Paola, insieme alle gioiellerie della Città, alla presenza del nuovo Correttore Provinciale dell’Ordine e del maestro orafo Gerardo Sacco , hanno fuso insieme l’oro usato raccolto in beneficenza per omaggiare il Patrono della Calabria, con la nuova Chiave della Città, in segno di riconoscenza nell’Anno del V Centenario.

Inoltre il paese di Longobardi  ha offerto la custodia per la Chiave, come segno tangibile della vicinanza con Paola e con San Francesco. Il 2 aprile  2008  è stata sancita la chiusura ufficiale dei solenni festeggiamenti del Pio Transito del Santo, ed è stata offerta la Chiave con lo Scrigno, ed inoltre l’Amministrazione Comunale di Paola ha offerto il nuovo Bastone argenteo per il busto del Santo, sempre realizzato dal maestro Sacco.

Santuari di San Francesco Da Paola[modifica  | modifica sorgente ]

  • Santuario di San Francesco da Paola (Genova )
  • Convento di San Francesco di Paola (Pedace )

Bibliografia[modifica  | modifica sorgente ]

  • Francesco Russo, Bibliografia di S. Francesco di Paola, 2 voll., Roma 1957 e 1967.
  • I Codici autografi dei processi cosentino e turonense per la canonizzazione di S. Francesco di Paola (1513), Roma 1964
  • Vita S. Francisci de Paula, Minimorum Ordinis institutoris, scripta ab anonimo eiusque sancti discipulo eique coaevo, a cura di Giuseppe Perrimezzi, Roma 1707 (rist. Paola 1967)
  • Giuseppe Roberti, S. Francesco di Paola fondatore dell’Ordine dei Minimi (1416-1507). Storia della sua vita, Roma 1963
  • S. Francesco di Paola, Chiesa e società del suo tempo., Atti del convegno Internazionale di studio (Paola 20 – 24 maggio 1983), Roma 1984
  • Amedeo Miceli di Serradileo, Nobili e feudatari nel Processo Cosentino (1512-1513) per la Canonizzazione di S. Francesco di Paola” in “Bollettino Ufficiale dell’Ordine dei Minimi”, Roma, XXXVI, n. 1, gennaio-marzo 1990.
  • Amedeo Miceli di Serradileo, Vicende di una lettera inedita (1469) di S. Francesco di Paola diretta a Simone d’Alimena, in “Bollettino Ufficiale dell’Ordine dei Minimi”, Roma, XLII, nn. 3-4, luglio-dicembre 1996.
  • Amedeo Miceli di Serradileo, San Francesco di Paola ed i miracoli dei pesci resuscitati, in “Rivista Storica Calabrese” Reggio Calabria, 2007.
  • Amedeo Miceli di Serradileo, I Cavaniglia e la Calabria, ipotesi per una ricerca, in “Diego Cavaniglia, la rinascita di un conte”, a cura di frà Agnello Stoia, Centro Francescano di Studi sul Mediterraneo, Montella (AV), 2010, pp. 153-160.
  • Pietro Addante, San Francesco di Paola, San Paolo, 1988
  • Alessandro Galuzzi, Origine dell’Ordine dei Minimi, Roma 1967
  • Giuseppe Fiorini Morosini, Il carisma penitenziale di S. Francesco di Paola e dell’Ordine dei Minimi. Storia e spiritualità, Roma 2000
  • Redazioni della regola e correttorio dei Minimi. Testo latino e versione italiana, a cura di Antonio Castiglione, Roma 1978
  • Fede, Pietà, Religiosità popolare e S. Francesco di Paola. Atti del II convegno Internazionale di Studio (Paola, 7-9 dicembre 1990), Roma 1992
  • Gianni Iacovelli, L’ attività taumaturgica di s. Francesco di Paola, Gerni (Collana Scientia), 1990
  • Filippo Abbiati, Guida ai miracoli di san Francesco di Paola, Orizzonti Meridionali, 2007
  • Giuseppe N. Catrambone, Il viaggio incantato di San Francesco di Paola, Adelphi, 2007
  • Giovanni Sole, Francesco di Paola. Il santo terribile come un leone, Rubbettino, 2007
  • Maurizio Ulino, Una confraternita viva dal XIII secolo. La confraternita di S. Maria della Neve della città di Campagna (13 dicembre 1258), Studi & Ricerche, Campagna (Sa) 2010.
  • P. De Leo, Le erbe del santo: nell’orto di Francesco di Paola, Soveria Mannelli 2004.
  • P. De Leo, Le reliquie di San Francesco di Paola donate alla chiesa e convento della Croce di Ferrara da Renata di Francia, in “Analecta Pomposiana”, XXXV-XXXVI (2010-2011), pp. 19-31.

ULTIMO – NOSTRO – INVIO : TRA BREVE IN RETE

OBAMA A PUTIN : RESTITUISCI LA CRIMEA – IL BOVE CHIAMA CORNUTO L’ASINO – “NAPOLEIDE” SENZA RISPOSTA ( REPLICA ) E ALTRO…..

————————————————————————————

[ LE NOSTRE “LOCANDINE REDAZIONALI” – VEDI : SOTTO ]

————————————————————————————

[ “AZ.” ]  ( IL SERVIZIO ODIERNO TERMINA )

————————————————————

[ “AZ.” ]   ( CHI SIAMO E DOVE STIAMO )
————————————————————

 

  

Sede: Via Pasquale del Torto,1 – 80131 Napoli

Municipalità V^ – Collina di Arenella – Vomero

 

    http://www.facebook.com/AssociazioneAzimut

https://azimutassociazione.wordpress.comhttps://twitter.com/AssAzimut

 

 Azimut” – associazione   Festa della Liberazione Associazione CulturalSociale Napoli

<<  La Storia non ha i binari obbligati come le ferrovie  >>
[ Legum omnes  servi sumus ut liberi esse possimus ]
 pagine simili:

 http://digilander.libero.it/an.arenella – http://www.associazioneazimut.it/ 

 

 

————————————————————————————
[ “AZ.” ]  ( IL SERVIZIO ODIERNO TERMINA )

————————————————————

[ “AZ.” ]  ( LA “LOCANDINA REDAZIONALE” )

————————————————————

 ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT”  NAPOLI 
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
FINE SERVIZIO 

————————————————————————————

[ Ass. “Azimut” ] –  INFORMATIVA AI SENSI DEL D.LGS. 196/2003. — Si informano i destinatari della presente email che gli indirizzi sono stati forniti direttamente dall’interessato o, in alcuni casi, reperiti direttamente in internet. Inoltre tali indirizzi vengono utilizzati  solo e unicamente per le comunicazioni di carattere politico, culturale, economico, etc., dell’Associazione e non verranno nè comunicati, ma nè ceduti a terzi. I titolari possono, ai sensi dell’articolo 7 del D.lgs. 196/2003 richiedere la cancellazione; comunicando — nei modi d’uso -agli indirizzi di posta elettronica : ogni loro decisione in merito

————————————————————————————

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...