MALAVACANZA E BUONA RIFLESSIONE – UEISTI MERIKANISTI MONDIALISTI ALLA GOGNA – BANKSTER MUNGITORI VACCHE BORSAIOLI…FINIRANNO CON IGNOMINIA


MALAVACANZA E BUONA RIFLESSIONE – UEISTI MERIKANISTI MONDIALISTI ALLA GOGNA – BANKSTER MUNGITORI VACCHE BORSAIOLI…FINIRANNO CON IGNOMINIA

Associazione “Azimut” NAPOLI

 

per navigare in “mare aperto” – e la politica che “vola alta”

il “pensiero indipendente” – la coerenza del “coraggio civile”

https://azimutassociazione.wordpress.com

 MALAVACANZA E BUONA RIFLESSIONE – UEISTI MERIKANISTI MONDIALISTI ALLA GOGNA – BANKSTER MUNGITORI VACCHE BORSAIOLI…FINIRANNO CON IGNOMINIA[“AZIMUT-NEWS” : 18 .07. 2014 ]
   …..IL SEMESTRE ITALIANO DI PRESIDENZA DELLA UE – l’ALTERNATIVA ALL’EGEMONIA DELLA TROIKA : UNA PIA ILLUSIONE – E COME SEMPRE, COME PER TUTTI I GOVERNI, CHECCHE’ NE DICA LA PROPAGANDA, – SOLO E SOLTANTO IL SIGNORSI’ [ ! ] …..SOLO IL << SI’ >>.
Associazione Culturalsociale “Azimut” NAPOLI – July 17, 2014
—————————————————————————-
NEWSLETTER – VENERDI’, 18 LUGLIO 2014
——————————————————————————-
   LA TROIKA FMI –  BCE  – UE
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI
 [ “AZ.” ]  ( BANKSTER –  MUNGITORI DI VACCHE –  EUROBORSAIOLI –  FINIRANNO  CON IGNOMINIA ! ! )
UEISTI – MERIKANISTI – MONDIALISTI : ALLA GOGNA ! ! !
  
foto di StopEuro.
——————————————————————————-
 IL GOVERNO DEL PRESIDENTISSIMO
E DEL “COMANDANTE PADOAN”….
( tratto dal web ) – ( … ) – Padoan: “Crescita in ritardo. Bonus 80 euro permanente” – ( . . . )
Padoan: "Crescita in ritardo. Bonus 80 euro permanente" …CAMBIA L’ORCHESTRA MA LA MUSICA E’ LA STESSA…” – IN ARRIVO I SESSANTADUE DEL GOVERNO RENZI ED ESATTORI DI GABELLE – ALTRO
L’ESECUTIVO CATTOCOMUNISTA DEL PD – IL COSIDDETTO GOVERNO DI SINISTRA CENTRO – LO STAFF DEGLI IMPOTENTI DEI DEMOCRAT & “PUTTANI” N.C.D. ( SENZA PIU’ D –  DESTRA ) NON CLASSIFICATI…..

  E’ IL TERZO GOVERNO – NON ELETTO – BENEDETTO DAL COLLE NELLA REALTA’ DELL’ ITALIA SEMPRE PIU’ POVERA E DAL CRESCENTE NUMERO IN FILA PER UN PASTO…..

Lunedì nero delle tasse: è caos. Consumatori: "Troppe scadenze"      M5S propone democratellum. Grillo a Renzi: "Facciamo sul serio
UN POPOLO TAGLIEGGIATO DAL VORACE STATO FISCALE E IPNOTIZZATO DA NUOVI PROTAGONISTI MA DALL’ IMPOTENZA CONGENITA…..CHE SI GIOCANO, CINICAMENTE, LA GRANDE PARTITA TRUCCATA…..

——————————————————————————

DEDICATO AI “SERVI ITALY” DEI COSIDDETTI << PADRONI DEL MONDO >>….

——————————————————————————-
Arturo Stenio Vuono “AZIMUT” – IL POST DEL PRESIDENTE
Malavacanza e buona riflessione
di Arturo Stenio Vuono
Lettori, visitatori, collaboratori e molti dei nostri “contatti”, ci chiedono chiarezza. Per intanto non considerateci nel novero degli apprendisti stregoni ; che, facendo il gioco dei vetero repubblikanes , hanno “lavorato” per eliminare il cosiddetto < male assoluto > , per liberarsi del vituperato < cavaliere >, e per insediare, prima. il “contabile – professore”  , cioè tutto il < bene assoluto > ( sic ! ), poi i Letta e i Renzi; però esplicitando  la non condivisione già al < passaggio della campanella >> ; che malissimo  ha fatto, a suo tempo,  il solo e uscente  leader eletto  ad “assecondare”  o ad “abdicare”  oppure a “piegarsi”. Da allora  è tutto un bluff. Squilli di tromba, ripetuti, per equità, sviluppo, occupazione e riforme; ben’altro, però, si continua a perseguire nel “protettorato Italia” : una “grande indigestione”  per l’enorme massa del danaro, che la Bce impresta,  a costo zero, solo utile a “far cassetta” di banche che si limitano al “gioco dello spread”, e alla gestione  degli “usurai interessi” sui titoli pubblici  che pagheremo e pagheranno i nostri figli, e i figli dei nostri figli. Lo < Stato – “cravattaro” > fa il resto e strangola,  pretendendo di riscuotere ma di non dare corso ai pagamenti di quanto dovuto; e, il cosiddetto < debito pubblico >, cioè l’imbroglio,  cresce e “straripa” ! Per tacitare la famelica macchina della  spesa pubblica  , l’ < apparato > e le clientele,  la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate  danno la  caccia all’evasione, ma evadere il fisco significa possesso del danaro che non si versa; e il “trasgressore” – occorrerebbe provarlo – dove lo nasconde ? ; poi, tutti i lavoratori, dipendenti o autonomi, devono pagare il “pizzo” : l’accise sul carburante e lo “strapotere delle 7 sorelle”, per potersi portare sui luoghi di lavoro, dove già il loro magro reddito è tassato; i cittadini devono sobbarcarsi, al posto delle già note addizionali, che  erano solo a integrazione dei  trasferimenti  dello Stato  , una serie odiosa  di continui “balzelli”……;  cioè una doppia o tripla tassazione; etc.; chi ha una casa, non per “una tantum”,  l’Ici non fu mai abolito per coloro che incassavano , deve – comunque sia – versare il resto. Pagare e “zittire”. Corre una strana aria da  “tassa del macinato” e da latente minaccia alla < Bava Beccaris > ! In questo  squallido scenario, buona parte degli eletti non sono – ormai – che una pura, inutile, e semplice comparsa, ogni esecutivo in carica ricorre sempre al  soccorso tecno – grigio  e si avvale , innanzitutto e sopratutto, del  soccorso rosso ; il popolo è confuso, frastornato, vuole uscire dal “tunnel” ma non sa come; in Italia mancano i decisori e siamo, per tradizione, disposti ad innamorarci  del < guitto – capopolo di turno > ;e cadiamo nella trappola degli “eroi a chiamata” , oltre che dell’ < incendio a comando >, ma  dove stanno, da tempo immemorabile, , tutti  i soliti noti, gli ineffabili < antagonisti > ? Nelle latrine ! Verso un 2015,  saranno settant’anni dall’assalto finale all’ideologia italiana, questo residuo simulacro di Stato avrà azzerato  tutto  d’una  < scuola > che ha fatto  la Storia; in illo tempore,  in economia, nulla concedendo alla  collettivistica filosofia  dell’apparato pubblico, che accompagna “dalla culla alla morte” ,  ma non sposando una  soluzione  di  “…laisser faire…”, “…laisser aller…” , che escludesse la priorità del  superiore interesse  e, se del caso,  l’intervento dello Stato. Il futuro è tutto all’insegna  della rinuncia alla Politica, alla guida del < primato >; d’una  (senza demos)crazia  che consente solo  “delegare il governo” all’esecuzione di “opzioni anonime” e  delle decisioni dei < poteri forti >.Quanto, poi, alle Camere, in preda alla propinata morfina letale che ne consente il durare ma vegetando,  tuttavia la chiamata alle urne non potrà essere sospesa all’infinito e, parimenti, lo sgombero di Palazzo Chigi.Vedrete che, in tal caso, tutti i “borsaioli” , non quelli dello “scippo” ma dei noti < affari >, scenderanno a “…più miti consigli”; e, nella delineata ipotesi d’una nuova – futura e  legittima compagine governativa, eletta dal < popolo sovrano >, sarà proprio e unicamente il  nuovo governo a potere “sparare a pallettoni”, avendone tutta – e intera – l’autorità, potendosi dimostrare che i solerti e  zelanti < mercatisti > , a tutt’oggi, sempre  il bluff, impugnavano solo  e soltanto una “scacciacani”, contrabbandata da “revolver puntato alla nuca”.Chi vuol dare lo < scacco matto >, dunque, si faccia avanti ! Prima che sia troppo tardi ! In un modo, o nell’altro, dunque, i manchevoli vanno cacciati ! Tutti ! ! ! Converrano – ne siamo certi –  i molti, tutti coloro che restano intellettualmente onesti , “a destra”, e al < centro >, come “a sinistra” , che ciò si pone quanto mai urgente, anzi urgentissimo. Non ci si addice il regime  con curatori che tengono le redini della loro  Italietta ; proconsoli o “affidatari”, vassalli, valvassori, valvassini – che siano – e < livrea – serventi >; e servili  in politica interna, e in politica energetica, e in politica economica, e in politica estera. Non possiamo, non dobbiamo e non vogliamo che, già passati dallo stato clientelare  allo < stato assistenziale > , ci si ritrovi  con lo < stato fiscale >; e, poi,  con  l’inevitabile  “sbocco” a dimensione di solo < stato di polizia > ! Noi, non abbiamo fatto parte e non facciamo parte, non faremo  mai  parte delle note e diverse – numerose – “schiere interessate” di  apologeti acritici  oppure di  detrattori per pregiudizio; ma questa  loro < repubblica napolitana >> , tutta a propaganda mendace e usa al maquillage, non ci piace e la rigettiamo. Basta col tassa e ritassa e l’impoverimento generale; basta con il crescendo dell’indigenza assoluta, del non lavoro ai giovani; e basta con le aziende che chiudono, e la catena quotidiana dei suicidi; basta con le ripetute estorsioni per decreto e la casa – catasto come bancomat. Basta ! Più chiari di così ! ? Non ci pare ! ! !
——————————————————————————-
COMUNICATO
——————————————————————————-
 Arturo Stenio Vuono  
direzione responsabile: presidenza Associazione
( Arturo Stenio Vuono )
team azimut online – coordinatori:
 Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. : Ferruccio Massimo Vuono
 collaboratori online dalle Calabrie ( Cosenza ) :
Giancarlantonio Olivieri ( interventi )
Stenio Vuono ( report foto :  memoria ieri e oggi – storia)
[ “AIMUT”] – PER IL PERIODO DEL SUBENTRANTE INTERVALLO ESTIVO ANDREMO – A PARTIRE DAL 15 LUGLIO – CON MINORE FREQUENZA IN RETE ( E PER IL MESE DI AGOSTO E’ PREVISTO SOLO L’INTERVENTO STRAORDINARIO ) – A TUTTI I NOSTRI LETTORI E VISITATORI AUGURIAMO BUONE FERIE [ La Presidenza ]
——————————————————————————-
SEGNALAZIONE
[ “AZIMUT” – UNO TRA I FILOSOFI “ORGANICI” – CHIAMATO E DISCESO IN pOLITICA –  PER LA CATEGORIA IN SERVIZIO PERMANENTE EFFETTIVO…..CHE SQUALLORE ! ! ! ]
——————————————————————————-
—– Original Message —– From: Vincenzo Mannello
To: ( . . . )
Sent: Thursday, July 17, 2014 4:10 PM
Subject: che goduria…Vattimo

Vattimo: “Berlusconi puttaniere” – YouTube

► 3:07
http://www.youtube.com/watch?v=FqZgDeoUfnk16 set 2009 – 3 min – Caricato da Voxflos
Gianni Vattimo, parlamentare europeo di Idv, durante la trasmissione “Iceberg”, del 7
[ IL SERVIZIO CONTINUA ]
——————————————————————————-
NOI IN RETE
——————————————————————————-

 IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

azimutassociazione.wordpress.com/ ‎

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut (per Production Reserved)

ULTIMO SERVIZIO IN RETE

Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da WordPress · ( . . . )
FARAGE CENSURATO – TROIKA “REPUBBLICA NAPOLITANA” E “PROTETTORATO ITALIA – ULTIMO SALUTO A SALVATORE GIORDANO – UMORI RETE E ALTRO.. http://wp.me/p2IJHA-Pu
FARAGE CENSURATO – TROIKA “REPUBBLICA NAPOLITANA” E “PROTETTORATO ITALIA – ULTIMO SALUTO A…
azimutassociazione.wordpress.com
——————————————————————————-
“PROVOCATORI” ALL’OPERA ( IN ENTRAMBI I VERSANTI ) CONTRO LA PACE DI PAPA FRACESCO…..
——————————————————————————-
( tratto  dal web ) – ( . . . ) – Tregua a Gaza, da domani c’è il cessate il fuoco. Ma Hamas negaCommenta ( . . . )
Tregua a Gaza, da domani c'è il cessate il fuoco. Ma Hamas nega
( E A PROPOSITO – E NON SOLO… )
DA “AZIMUT – ARCHIVIO ONLINE”
——————————————————————————-
EDITORIALE  REPLICA
2 marzo 2014 [ da “Azimut – Archivio online ]

 

————————————————————————————————-

 IL << NUOVO ORDINE LENINISTA >> E LA RESISTENZA DEI POPOLI – LA CHIESA DI FRANCESCO E LA RUSSIA DI PUTIN

Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” ( * )

Nel mentre scorriamo le cronache della provincia Italia, un triste ritorno alla semplice e pure “espressione geografica” al servizio degli eurocrati, avvenimenti – in gran parte sottaciuti dalla servile catena mediatica – e notizie non confermate ma non smentite, ci portano a sommovimenti in atto o predisposti, non solo in corso, nell’Ucraina, dal Venezuela al Brasile, dall’Iran alla Turchia, alla Thailandia,etc. ( come Colombia, Egitto, Siria, Libia, etc. ) ; che vi siano regimi “di sinistra” o “di destra”, poco importa, in Europa l’attacco ai popoli – recalcitranti – è, sulla carta apparentemente,  di marca Ue e, altrove, chiaramente di carattere << mondialista >> . Chi comanda la quadriglia, uno strumento ben collaudato, al servizio di padroni onnipotenti e anonimi, delegati – come sempre – sono i democratici statunitensi, con e per Obama, i cosiddetti paladini della coesistenza e pacifisti, tutti intenti a usare i cerini che accendono la molteplicità dei focolai. Uno scenario tetro e da brividi che si accompagna a fenomeni come l’alterazione – e la manipolazione – dei mercati nonchè a una informazione, ormai, oltre la funzione menzognera e capace di fabbricare altre “verità”. La resistenza dei popoli all’omogeneizzazione politico – culturale – economica, che – al loro interno – trova servizievoli sottoposti, è sempre più difficile ma non è vinta dalla rassegnazione così come non è disponibile alla resa. L’Italia si attarda attorno a vicende di crisi extraparlamentari, e scontato esito per ratifica delle camere, e il nuovo << libro dei sogni >> si infrange sulla disperazione e la catena, quotidiana, dei molti suicidi (o tentati ) che non fanno più la notizia.L’Italia, in verità, è tutta l’Italia a non fare più notizia. E il << panorama >> , intercontinentale, di cui abbiamo detto, tinge di fosco il cielo e l’avvenire dell’umanità. E’,ormai, una emergenza epocale, il caos planetario, la porta dell’imprevedibile; che, poi, si integra con l’enigma del colosso dai piedi di argilla, cioè,con la c.d. “Cina – sfinge”, libera di pascolare su tutti i terreni del non diritto e di tutte le violazioni delle libertà e della dignità dell’uomo. Nasce, e prospera, in tutti i cinque continenti,  un << nuovo ordine leninista >> , la tentata rivincita del sanguinario, tragico e fallito << socialismo reale >> , per mano e per mezzo dell’ egemonia della finanza e della “direzione globalizzata”, cui si oppone proprio la Russia di Putin – il << battezzato >> –  che rifiuta la filosofia del << villaggio globale >>. Questo provvidenziale antagonismo non è il solo, la Chiesa di Francesco, dopo il passaggio del testimone di Benedetto – che l’ha voluto – ,  è ritornata bastione e roccia avverso la “rivoluzione luciferina” che non si fa scrupolo di nulla e oscura, allo scopo, la rappresaglia della martirizzazione dei cristiani in ogni angolo del mondo. Ma, nel prosieguo, la via che mostra – compiutamente – la separazione dell’ << errore >> che si stigmatizza, duramente e senza infingimenti,   dall’ << errante >> che, con illuminata misericordia,  non si respinge e che ritrova << porte aperte >>, sarà l’arma vincente e taglierà l’erba sotto i piedi ai << grandi burattinai >>. Non è detto che il  << nuovo ordine leninista >> possa, indisturbato, prevalere.<< Fede e Libertà >>, vince ! Da questa grande << cospirazione >> , in verità, il popolo americano ne resta estraneo e prima – vera – vittima della << cupola infiltrata >> del Campidoglio Usa. Papa Francesco, come lo stesso Putin, difficilmente attaccabili,  costituiscono già l’ottimo deterrente che ha fatto inceppare le strategie di aggressione. E , in futuro, chi vivrà vedrà ! Parimenti, quanto a Israele, bussa ormai alle porte – la primavera è vicina – la preannunciata visita del pontefice in Terra Santa che, a nostro avviso, non è solo di routine pastorale o del puro e semplice pellegrino; cosa accadrà, di nuovo, nella nazione del nobile << focolare ebraico >> e nell’immensa << riserva indiana >> dei loro, sinora sacrificati, cugini palestinesi ?  Come reagiranno le rispettive << nomenklature >> che, a tutt’oggi, non trovano mai la concreta coincidenza con l’aspirazione a << Due Popoli e Due Stati >>, per la pace e la sicurezza ?  Nascerà, o no, una << triangolazione >> : Chiesa – Russia – << Terra Santa >> ? Le vie del Signore sono infinite, e chi vivrà vedrà! Detto tutto ciò, facile, dunque, rispedire al solito mittente l’accusa che ci si muove di essere adepti del cosiddetto  << complottismo >> ; e, così,  appare, chiaramente, lo scontro – nel vecchio continente – tra  l’osannato << ueismo >> e << populismo >> – “criminalizzato” ; e nel  pianeta tra il vieto, noto,  << globalismo >> e l’ << identitario >> – che si “dileggia”. Chi vincerà la sfida. ? Non prevarrano.Sì, vincerà,  la libertà e la fede; è la speranza – ma più d’una speranza -, come detto,  d’una << Fede e Libertà >> !

( * ) https://azimutassociazione.wordpress.com

——————————————————————————-
LA STORIA
(  SPAZIO LIBERO, APERTO A TUTTI, SENZA FILTRI O CENSURE )
——————————————————————————-
—– Original Message —– From: Filippo Giannini
Sent: Thursday, July 17, 2014 11:25 AM
Subject: Articolo
Questo articolo sarà pubblicato su “Il Popolo d’Italia”.


di Filippo Giannini

   Ho ricevuto una mail dal Direttore de Il Popolo d’Italia, contenente l’indirizzo di un linkhttp://ceifan.org/bfale_sul_fascismo.htm a firma del dott. Pasquariello Domenico. Evidentemente il Direttore mi ha inviato detto allegato per intervenire e contestare le tante bufale contenute nell’articolo a firma appunto del dott. Pasquariello (Lei dottor Pasquariello sarebbe stato bocciato da Carducci perché prima va indicato il nome e solo dopo il cognome). Solo come esempio, il dott. Pasquarielo contesta addirittura l’esecuzione dei lavori di bonifica delle paludi, scrivendo: <Addirittura i primi lavori furono eseguiti da i Volsci (intono al VI secolo a. c.) i quali riuscirono ad assicurare  la disciplina delle acque per cui la zona divenne prosperosa e fertile (????). Mussolni, quindi, non ha avviato un bel niente>. A  chi vanno addebitate allora le decine e decine di migliaia di morti per malaria che quelle paludi regalavano ai lavoratori del luogo? Ci illumini, dottor Pasquariello, che significa <superare gli aspetti parzial della bonifica per addivenire ad un intervento complessivo di “bonifica integrale”>? Ha mai sentito parlare di un certo Arrigo Serpieri?.  Tutto l’articolo è un susseguirsi (scusate l’espressione) di stronzate del genere. E’ proprio vero, ma qualcuno ha scritto che la peggior colpa del fascismo fu di aver dato vita all’antifascismo.

   Dovrei rispondere con un mio articolo a scemenze e cattiverie del genere? Mi accingerò a presentare solo una serie di citazioni di personaggi al di sopra di ogni sospetto. Un articolo che contesta quanto scritto dal dottor Pasquariello, ma per fare un lavoro del genere avrò bisogno di più spazio. Posso proporre già da ora il titolo I Danni del Fascismo. Dato che di danni il fascismo ne ha fatti tanti, il Direttore mi dovrà accontentare.

  Come anticipazione cito Pio XII (Papa Pacelli), egli ha scritto nel 1952: <Mussolini è il più grande uomo da me conosciuto, e senz’altro fra i più profondamente buoni, al riguardo ho troppe prove per dimostrarlo>. Prego il lettore d tener presente che le citazioni riguardano alcune asserzioni del dottor Pasquariello, quindi sono citazioni mirate a confutare quanto da lui scritto. Il Capo di Stato francese Raimond Poincaré nel 1926: <Non si può dimenticare che alla vigilia del giorno in cui il Fascismo (chiedo venia al dottor Pasquariello, ma l’Effe maiuscola di Fascismo è così nel testo) s’impossessò del potere, l’Italia era sull’orlo dell’abisso. La rivoluzione spuntava in tutta la penisola. Il governo mancava di forza. Si disobbediva alle leggi, non si rispettava la giustizia. Si deve convenire che la disorganizzazione venne scongiurata dalla politica di Mussolini, che elevò l’influenza italiana in Europa, ed accrebbe davanti al mondo la figura e l’autorità dell’Italia. Così Mussolini serve sicuramente bene la sua Patria. Sarebbe una pazzia rimproverarlo>.

   Non so se il dottor Pasquariello è d’accordo con alcuni validissimi studiosi i quali attestano che la crisi congiunturale nata nel 1929 era più grave di quella che stiamo vivendo. Ebbene, nel 1934 (XXII E.F.) una volta eletto Franklin D. Roosevelt  inviò Rexford Tugwell e Raymond Moley due fra i più preparati uomini del Brain Trust (cervelloni) in Italia per studiare il miracolo italiano. Non si incazzi, dottor Pasquariello, ma allora i miracoli erano targati Mussolini. Ecco come lo storicoLucio Villari ricorda  l’episodio tratto dal diario inedito di Tugwell in data 22 ottobre 1934:<Mi dicono che dovrò incontrarmi con il Duce questo pomeriggio (…). La sua forza e intelligenza sono evidenti COME ANCHE L’EFFICIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE ITALIANA, E’ IL PIU’ PULITO, IL PIU’ LINEARE, IL PIU’ EFFICIENTE CAMPIONE DI MACCHINA SOCIALE CHE ABBIA MAI VISTO (…)>. Ecco, immagino che a seguito di queste affermazioni il dottor Pasquariello sia colpito da uno stinnicchio. Ma l’assicuro non fui io ad inviare Tugwell e Moley in Italia, ma i suo padrone Franklin D. Roosevelt.

    Senta, senta, dottor Pasquariello, quanto scrive L’Economia italiana tra le due guerre opera nata sotto l’alto patrocinio di Sandro Pertini, di Nilde Jotti, di Francesco Cossiga, di Romano Prodiecc, ecc. Non c’è ancora il nome del dottor Pasquariello, ma possiamo inserirlo. A pag. 137, leggiamo: <Priva di fondamento, alla luce di un esame scevro da atteggiamenti preconcetti (capito dottor Pasquariello?), è l’affermazione secondo la quale “quota novanta” colpì soprattutto i salari e il peso della politica di rivalutazione monetaria fu scaricato sulle spalle dei lavoratori. Tale tesi è smentita dal fatto che, se i salari nominali furono in media ridotti in percentuale tra il 10% e il 20%, la lira venne rivalutata del 33% circa, per cui i salari reali, cioè il potere d’acquisto degli stessi, NON SUBIRONO AFFATTO RIDUZIONI (…)>.

   Non voglio ricordare la legge bancaria del 1936, che tratterò in altra occasione, però un nuovo riferimento alla crisi nata nel 1929 desidero presentarla; a pag. 169 del volume sopra citato, leggiamo: <Nel 1929, al momento della crisi mondiale, l’Italia presentava una situazione della finanza pubblica in gran parte risanata (…)>.

Ed ecco solo alcune previdenze sociali, come riportato a pag. 189: <(…). Vengono così introdotte le ferie pagate e l’indennità di licenziamento; viene stabilito che, in caso di malattia, un dipendente non possa perdere il posto di lavoro; nel 1934 vengono introdotti, PER LA PRIMA VOLTA GLI ASSEGNI FAMILIARI, corrisposti, in un primo tempo, a partire dal secondo figlio, fino ad essere estesi, nel 1938, agli altri familiari; viene stabilita l’età minima per l’ammissione al lavoro a 14 anni; nel 1935 si introduce il libretto di lavoro (…)>. A pag. 198: <Assai più curato fu invece il settore relativo all’assicurazione contro l’invalidità e la vecchiaia: rese obbligatorie nel 1924 e migliorate le pensioni nel 1928, la svolta vera e propria avvenne nel 1934 con l’istituzione dell’INFPS (si deve leggere: Istituto Nazionale FASCISTA ecc.) (…)>. Capito dottor Pasquariello? Eattamente come oggi!

     Uno dei maggiori scrittori dello scorso secolo, Giuseppe Prezzolini, si trasferì negli Stati Uniti nel 1929, ma non mancherà di tornare frequentemente in Italia. Dopo uno di questi viaggi compiuto negli anni Trenta, scrisse: <Le mie impressioni possono forse parere semplici per i lettori italiani, ma hanno però lo sfondo dei paesi per i quali passo quando torno: un confronto e un controllo. Pace in questa Italia: ecco il primo sentimento certo che si prova venendo da fuori e dura per tutto il soggiorno. La pace degli animi, il silenzio delle lotte che divorano gli altri paesi (…). I ricchi non hanno bisogno di guardie del corpo per salvare i figlioli dal sequestro. I poveri non devono pagare la taglia mensile alla malavita per esercitare il loro mestiere (…). Il popolo italiano appare rinnovato. Gode come nessun altro popolo, del paesaggio, dei fiori, dei colori e dell’atmosfera (…). Non è ricco come altri popoli, ma non lo è mai stato e in confronto del popolo americano mi pare senza dubbio più contento>.

   Il grande banchiere americano John Pierpont Morgan, sembra – checchè ne dica il dottor Pasquariello – condividere l’opinione di Prezzolini, che attesta: <In America i nostri uomini politii non si curano se non di un problema, quello della loro rielezione. Felici voi, italiani, che grazie a Mussolini, avete in questo periodo così difficile il senso della sicurezza e della fiducia in voi stessi. Ci vorrebbe anche per l’America un Mussolini>.

Bernhard Shaw predisse nel 1937 (cito a memoria). <Le cose da Mussolini già fatte lo condurranno prima o poi a un serio conflitto con il capitalismo>. Non si dovette attendere molti anni: le guerre preparate, volute e ottenute dalle tre democrazie: Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti esplose e nella guerra del sangue contro l’oro quest’ultimo prevalse.

——————————————————————————-
RINASCITA DELLA MEMORIA IGNORATA E NEGATA
—————————————————————————
MEMENTO – IL NOSTRO SUD
Due Sicilie
MEMENTO – IL NOSTRO SUD
Accoltellato perché tifoso della Roma
——————————————————————————-
ABROGARE LA COLONIA MEZZOGIORNO
MEMENTO – IL NOSTRO SUD
Striscione apparso ieri in zona Museo
[ NELLA FOTO : LO STRISCIONE A NAPOLI ( SULLA VIA PESSINA “DAL 1861 FRATELLI DI NESSUNO” )….. ]
——————————————————————————-
ABROGARE LA COLONIA MEZZOGIORNO
MEMENTO – IL NOSTRO SUD
———————————————————————————
[ tratto dal web – rassegna stampa Puglie ]

Intitolare vie e piazze ai Briganti, la proposta di Pierfranco Bruni

Pubblicato da Redazione sabato, 3 settembre, 2011 – 14:33 | | 6 Commenti

Manduria briganti 213x285 Intitolare vie e piazze ai Briganti, la proposta di Pierfranco Bruni’Intitolare strade e piazze a Maria 
Sofia e Francesco II, ai martiri della Vandea, ai briganti, a Ninco 
Nanco e Carmine Crocco. L’Unita’ d’Italia si rispetta dando voce 
ufficiale anche alla storia dei vinti’. E’ la provocazione che lancia 
Pierfranco Bruni, presidente del Centro studi e ricerche ’Francesco 
Grisi’ di Taranto, che ieri, nel corso del Caffe’ filosofico di 
Locorotondo (Ba) ha presentato il saggio ’Il canto delle pietre. 
Brigantesse e briganti nella letteratura dei vinti e il destino di 
Maria Sofia’ (Pellegrini editore), di cui e’ autore insieme a Gerardo 
Picardo, Neria De Giovanni, Marilena Cavallo e Micol Bruni. 

’E’ errato -ragiona Bruni- insistere sul concetto di 
Risorgimento perche’ l’Italia nel contesto ottocentesco non doveva 
risorgere da alcuna cenere, in quanto esisteva gia’ da sette secoli 
con le sue glorie rinascimentali e con le sue dignita’. Doveva 
-rimarca lo studioso- soltanto liberarsi dall’invasore e invece in 
pieno Ottocento e’ stata invasa dai piemontesi e dalle tesi cavouriane 
scritte non in lingua italiana ma addirittura francese’.

Dunque, insiste lo studioso delle etnie e della 
cultura meridionale, ’non e’ concepibile intitolare piazze, strade, 
busti soltanto a Garibaldi, Cavour o Vittorio Emanuele lasciando nel 
dimenticatoio le altre vicende e lotte di liberta’, anche quelle che 
la storiografia ufficiale ha definito criminali e che vanno da Carmine 
Crocco alla ’druda’ Michelina De Cesare. Occorre riconsiderare tutti i 
’vinti’ della guerra civile del 1861’. 

’Il brigantaggio politico -fa notare Bruni- non si puo’ leggere 
con i retaggi del perbenismo. Occorre ricostruire verita’ e percorsi 
del Sud. Si parla di storia condivisa o di storia subita. Non posso 
condividere un’invasione che ha distrutto la storia mediterranea del 
Regno di Napoli. E’ inaccettabile -conclude- non ricontestualizzare e 
non rileggere con i parametri storici e scientifici una storia che 
appartiene all’Italia. Non celebriamo in modo retorico liturgie nelle 
quali il Sud non si identifica’.

—————————————————————————
AH – QUESTI ITALIANI ITALIBANI ! ! !
—————————————————————————-
Arturo Stenio Vuono  *
vuono
 [AL VISITATORE E AL LETTORE : SE DOPO QUESTO – ULTERIORE – SERVIZIO ( DOPO I TANTI ) ANCORA AVRETE IN MENTE DI “ARZIGOGOLARE” – O “DESTREGGIARVI” – OPPURE, COMODAMENTE,  FARE I “BASTIANCONTRARI”…ANCHE IO VI DICO CHE : << SO BENE CHE NON SIETE CAPACI DI REAGIRE, NON LO FARESTE NEPPURE AD APPICCARVI FUOCO, INUTILI VIGLIACCHI- NON MI SCRIVETE...>> (COME DA P.B.)… ]
* presidente “Azimut” – Napoli
——————————————————————————-
L’ESTATE ( PIENA ) SI AVVICINA…. ( SPERIAMO )
 Isola d’Ischia –  Casamicciola Terme ( Napoli )
——————————————————————————-

Foto Immagine del profilo

Il porto di Casamicciola Terme

 

Casamicciola terme - Hotel Verde

[ IL SERVIZIO CONTINUA ]
——————————————————————————-
CORRISPONDENZE ( NAPOLI )
——————————————————————————-
—– Original Message —– From: Iuppitergroup
Sent: Thursday, July 17, 2014 5:03 PM
Subject: PREMIO FACENIGHT 2014 – Domani, all’Isola di Wight (Neo Voga), la consegna degli Oscar della movida

Premio FACENIGHT 2014

FACENIGHT 2014 – CONSEGNA DEGLI OSCAR DELLA MOVIDA NAPOLETANA

Domani, venerd� 18 luglio, dalle ore 20.30, all�Isola di Wight/Neo Voga

 (via Coroglio 144 – Napoli)

Manca poco al gran galà di premiazione di Facenight, l’evento che consegna gli oscar del bynight made in Naples ideato dal giornalista Tommy Totaro. L’appuntamento per la lunga notte della movida che conta è fissato per domani, venerdì 18 luglio 2014, a partire dalle ore 20.30, nella suggestiva location dell’Isola di Wight/Neo Voga (Via Coroglio 144 – Napoli).

 

Nel corso della serata verranno cos� incoronati i migliori e più seguiti animatori delle notti partenopee, scelti dopo una selezione avvenuta attraverso la formula della “democrazia web”. Infatti, la giuria del premio è formata da chi la notte la vive e la conosce sul serio, ovvero tutti i nightclubbers partenopei che decreteranno i campioni della movida votando con un semplice click sul sito www.facenight.it.

 

Ventisette le categorie in gara: Dj Producer, Dj Old School, Dj Deep House, Dj Hip Hop /Reggaeton, Dj Happy Music, Light Jockey, Speaker Radiofonici, Programmi Radiofonici, Mc & Vocalist, Animation, Fotografi, Pr/Ad, Security, Party, Barman, Barlady, Bar manager, Lounge Bar/Wine Bar, Club, Summer Club. Gli organizzatori del Premio Facenight provvederanno inoltre ad assegnare alcune menzioni speciali al Personaggio della notte, al Top italian dj, al Top world dj, all�International Mc, al Miglior Progetto Discografico, al Miglior musicista, al Miglior giornalista costume e societ�, al Dj Techno e ad artisti di livello internazionale.

 

Il Progetto Facenight, con il patrocinio morale dell�Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo, dell’Assessorato allo spettacolo della Regione Campania e dall’Assessorato del Turismo del Comune di Napoli, è nato soprattutto, come tiene a precisare Totaro, “per far conoscere meglio creatività, arte e bellezza del mondo dell’intrattenimento napoletano, in cui lavorano persone straordinarie capaci, con il loro talento, di dar vita a un divertimento sano tra sperimentazioni sonore e modi innovativi di comunicazione”.

La pagina facebook dell�evento

https://www.facebook.com/events/1452627524986003/?ref=22
—————————————————————————-

[ IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE ]
—————————————————————————-
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT”  NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
FINE INTERVENTO
Annunci

Un pensiero su “MALAVACANZA E BUONA RIFLESSIONE – UEISTI MERIKANISTI MONDIALISTI ALLA GOGNA – BANKSTER MUNGITORI VACCHE BORSAIOLI…FINIRANNO CON IGNOMINIA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...