A SETTEMBRE (RI)COMINCIA LA PARTITA – PER USCIRE DAL GREGGE – “REPUBBLICA NAPOLITANA” STOP ! – “PROTETTORATO ITALIA” KO ! ALTRO : Il dialogo salverà il Tibet, etc.


A SETTEMBRE (RI)COMINCIA LA PARTITA – PER USCIRE DAL GREGGE – “REPUBBLICA NAPOLITANA”  STOP ! – “PROTETTORATO ITALIA” KO ! ALTRO : Il dialogo salverà il Tibet, etc.

https://azimutassociazione.wordpress.com  : “Associazione Azimut

ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI : Tuesday, July 31, 2014

A SETTEMBRE (RI)COMINCIA LA PARTITA – PER USCIRE DAL GREGGE – “REPUBBLICA NAPOLITANA”  STOP ! – “PROTETTORATO ITALIA” KO ! ALTRO : Il dialogo salverà il Tibet, etc.

AGOSTO 2014

( comunicato )

[ “AZIMUT” – IL TEAM DI “AZIMUT ONLINE” SI CONCEDE UN BREVE INTERVALLO – FERIALE – PER IL CORRENTE MESE DI AGOSTO MA NON SI MANCHERA’, SE DEL CASO E NECESSARIO, L’INVIO – IN RETE – DI SERVIZI STRAORDINARI << UNA TANTUM >>. A PRESTO SENTIRCI E BUONE VACANZE A TUTTI ! ]

——————————————————————————

IN QUESTO NUMERO : Il dialogo salverà il Tibet. Drogati all’inferno dei Laogai. Cina:nessuno scampo per parenti di cittadini scomodi. Pesticidi nei concimi dalla Cina

PER LEGGERE TUTTO – VAI AL TERMINE DEL SERVIZIO ( DOPO LA “LOCANDINA REDAZIONALE” )

——————————————————————————

[ per ragioni tecniche – non dipendenti dalla nostra volontà – non tutti i link – se cliccati – consentono la visionabilità : puoi andare al sito di origine e leggere ( ascoltare e visionare ) e in altri casi operare digitandone il testo sui motori di ricerca ( google, etc. ) – Ci scusiamo con tutti i lettori e i nostri visitatori  ]

——————————————————————————

IN COPERTINA

( dell’aereo malese caduto sull’ucraina e altro )

Aereo malese cade in Ucraina

——————————————————————————

( tratto da www.stampalibera.com )

Intervista a Gianfranco La Grassa
Administator | 28-07-2014
Catagoria: EsteriFREE

il prof. GLG espone in una chiaccherata il suo autorevole punto dì vista da storico sull’attuale situazione di provocazioni rivolte alla Russia

[ MEMENTO : UNA DELLE PRIME NOTIZIE E INDISCREZIONI ]

Malaysian Airlines MH17 abbattuto da un caccia, errore o cercavano Putin?
Redazione | 18-07-2014 Categoria: Guerra [Mondialismo]

Tweet

L’abbattimento dell’aereo malese  è una trappola? Sapremo a breve se i governi NATO attribuirano la colpa alla Russia o attueranno la no fly zone.

Malaysian Airlines MH17 abbattuto da un caccia, errore o cercavano Putin?

L’ultima notizia è che l’aereo è stato dirottato di 200 chilometri per passare sopra il teatro di guerra.

(RT) Cosa c’è di particolare in merito MH17 è che il volo sfortunato era diverso dal suo solito percorso l’Ucraina. Secondo i dati a flightaware.com, un sito web di monitoraggio del traffico di aviazione civile, il volo il Giovedi dirottato circa 200 km a nord dai sentieri della Malaysian Airlines Boeing 777 aveva usato nei giorni precedenti. E ha portato l’aereo a destra sopra la Donetsk regione dilaniata dalla guerra.

Finora nessuna spiegazione ufficiale è stata data per quanto riguarda il percorso di volo insolito. Ma un conflitto tra la Russia e l’Ucraina sullo spazio aereo sovrastante Crimea può aver giocato un ruolo. L’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile (ICAN), un cane da guardia delle Nazioni Unite, ritiene che lo spazio aereo sopra la parte regione della responsabilità di controllo del traffico nazionale dell’Ucraina. La Russia ha contestato questo sin da quando l’ex regione ucraina divenne parte della Russia.

Durante il conflitto alla maggior parte dei vettori è stato chiesto di evitare di volare attraverso lo spazio aereo di Crimea.Malaysian Airlines non fa eccezione, e voli MH17 erano di solito indirizzato sul Mare di Azov a nord ovest di Crimea o sul Mar Nero a nord di esso. Se sorvolando il Mar d’Azov non era disponibile per qualche ragione il Giovedi, il vettore potrebbe essere stato consigliato dal controllo del traffico ucraino per deviare il volo più a nord.

– Angelo Iervolino – 18 Luglio 2014 –

“Posso dire che il piano di volo di Putin e del aereo malese Boeing intersecano nello stesso punto e nello stesso scaglione. Che era vicino a Varsavia il 330-m echelon all’altezza di 10.100 metri. Il jet presidenziale era lì alle 16:21 ora di Mosca e l’aereo malese – 15:44 ora di Mosca. I contorni degli aeromobili sono simili, dimensioni lineari sono molto simili, come per la colorazione, ad una distanza abbastanza remota sono quasi identici”, aggiunge la fonte.

(traduzione google)

Il Malaysian Airlines MH17  si è schiantato in Ucraina a 60 km dal confine russo e circa 80 km da Donetsk. Era in volo da Amsterdam a Kuala Lumpur con a bordo 283 passeggeri e 15 membri dell’equipaggio, sono tutti morti. Il Boeing-777 si aspettava di entrare nello spazio aereo russo alle 17:20 ora locale. La compagnia aerea Malaysia Airlines e altre fonti, riferiscono che a bordo del Boeing c’erano 298 persone, di cui 154 olandesi, 27 australiani, 23 americani, 23 malesi, 9 inglesi e minimo 4 francesi e nessun russo. L’aereo malese precipitato in Ucraina vicino al confine con la Russia sarebbe stato abbattuto da un caccia ucraino, a sua volta poi colpito dalle forze filorusse. E’ la ricostruzione che fa il sito ufficiale della Repubblica di Lugansk, in mano ai separatisti filorussi. “Testimoni-si legge-hanno visto il Boeing 777 attaccato da un caccia ucraino. Il Boeing si è spaccato in due ed è caduto nel territorio della repubblica di Lugansk. Dopo l’attacco il caccia è stato abbattuto ed è caduto sullo stesso territorio”.

http://www.youtube.com/watch?v=o7dI-2TGY5A

http://www.youtube.com/watch?v=uMIXKYXk0TI

Fonti:

http://rt.com/news/173672-malaysia-plane-crash-putin/

http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_17/Clamorosa-indiscrezione-al-posto-del-Boeing-malese-doveva-essere-abbattuto-laereo-di-Putin-5043/

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/07/17/aereo-di-linea-malese-caduto-in-ucraina_3ca655eb-a994-4bcd-9d85-cd9f2e15a365.html

http://www.imolaoggi.it/2014/07/17/testimoni-boeing-malaysia-abbattuto-da-un-caccia-ucraino/

Per ulteriori approfondimenti leggere qui:

http://lenewsdiangeloiervolino.altervista.org/blog/3149

Autore: Angelo Iervolino

( tratto da www.stampalibera.com )

——————————————————————————-

<< “FATTI” & “MISFATTI” >>

——————————————————————————-

( da messaggio – “postato” su facebook )

Pina LA Peste ha condiviso una foto sul gruppo DX e CDX uniti per restituire la dignità agli Italiani.

10457773_524433497656239_3851116219820942199_n

Energia Plurale

La domanda nasce spontanea … a cosa servono questi ” ladri a vita ” ?? Pina (Riva Destra)

——————————————————————————

OGGI – E TRA BREVE IN RETE

——————————————————————————-

anteprima di web : an.arenella@libero.it

https://azimutassociazione.wordpress.com : associazioneazimut@tiscali.it

Associazione Culturalsociale “Azimut” NAPOLI – July 31, 2014

OGGI : A SETTEMBRE (RI)COMINCIA LA PARTITA – PER USCIRE FUORI DAL GREGGE – “REPUBBLICA NAPOLITANA” STOP ! “PROTETTORATO ITALIA” KO !  ALTRO : Il dialogo salverà il Tibet. etc.

[ “AZIMUT-NEWS” : 1 AGOSTO ’14 ]

——————————————————————————

GIA’ IN RETE – PUBBLICATO

——————————————————————————-

Associazione Azimut ha condiviso un link.

Pubblicato da WordPress · ( . . . )

USA E UE I GEMELLI SIAMESI – CINA GIALLA E CAPITALCOMUNISMO ROSSO – MADRE RUSSIA ANTI VILLAGGIO GLOBALE – NO COCA COLA! BEVETE VINO! E ALTRO… http://wp.me/p2IJHA-Q1

USA E UE I GEMELLI SIAMESI – CINA GIALLA E CAPITALCOMUNISMO ROSSO – MADRE RUSSIA ANTI VILLAGGIO…

  1. azimutassociazione.wordpress.com

USA E UE I GEMELLI SIAMESI – CINA GIALLA E CAPITALCOMUNISMO ROSSO – MADRE RUSSIA ANTI VILLAGGIO GLOBALE – NO COCA COLA ! BEVETE VINO ! E ALTRO… [ 9210 more words. ]

——————————————————————————

DELLA CAPITALE E DELL’INEFFABILE MARINO – SINDACO

——————————————————————————

Circolocentogiovani Roma
Circolocentogiovani Roma 29 luglio 21.11.18
L’Associazione 21 Luglio nota associazione che protegge gli interessi di tutti i Rom nella Capitale… Su 4-5 domande nostre dirette, civili su Fb… ha deciso di risponderci semplicemente non facendoci accedere più al loro profilo, senza un minimo di risposta e con le domande censurate stile dittature comuniste asiatiche.

Questa noi la chiamiamo Business-Mafia-Rom!

—-Diffondete amici questo schifo di Lobby legalizzata e spalleggiata politicamente da Marino tutto il Pd romano e ovviamente Sel.

Visualizza post su Facebook · Modifica impostazioni e-mail · Rispondi a questa e-mail per aggiungere un commento.

 

<< “NAPOLI NOBILISSIMA” MA SVENTURATA >>

( NELLA CITTA’ DI DE MAGISTRIS – ALIAS PER I LAZZARI “GIGGINO ‘A MANETTA”…

——————————————————————————

Facebook Logo Inviti da parte degli amici
Ciao Arturo,
Stefano Pisaniello ti ha invitato a cliccare su “Mi piace” su De Magistris sindaco Scaduto
page_profile_picture De Magistris sindaco ScadutoComunitàPiace a Pietro Foderini e Stefano Pisaniello.
Mi piace

 

 

27 luglio alle ore 19.40 ·

….meravigliatevi….sta tutto dove vivo io…..N A P O L I ….

Giovanna Bruno

Una cara amica mi ha fatto questo regalo ed io lo condivido con voi…

03:34

 

Massimo Iaquinangelo
Massimo Iaquinangelo 29 luglio 13.02.10
Il Decreto Cultura è legge: “E’ arrivato il momento di investire in cultura e turismo”

http://www.corriereuniv.it
Finalmente il Decreto Cultura è legge. Tutte le novità che riguardano studenti, giovani, lavoratori,…

——————————————————————————

SUL << CASO MATACENA >>

——————————————————————————

( tratto da www.stampalibera.com )

Intelligence » Osservatorio Italiano intervista Amedeo Matacena. La Giustizia all′italiana
banja luka etleboro | 25-07-2014 Categoria: Politica

Tweet

“Il mio caso farà giurisprudenza. Quando nulla sarà più possibile per ottenere riconosciuta legalmente la mia innocenza sarò pronto a rientrare”. Questo quanto affermato  nell’intervista rilasciata all’Osservatorio Italiano dall’ex parlamentare Amedeo Matacena, il quale si trova attualmente a Dubai, in attesa di un riscontro al ricorso presentato alla sentenza della Cassazione, per poi ricorrere eventualmente alla Corte Europea di Strasburgo. Il caso Matacena getta così ulteriori ombre sugli abusi della magistratura, estremamente politicizzata ed oltre i limiti posti dallo stato di diritto. Tali distorsioni vanno ad indebolire ancora di più l’economia italiana, che diviene maggiormente vulnerabile alle pressioni delle lobbies straniere. Dopo la sentenza di assoluzione dell’ex Premier Berlusconi, ci si pone molte domande sulle metodologie di indagine della Procura, e sull’eccessiva strumentalizzazione dei media, che hanno fatto del ‘gossip’ uno strumento di pressione e di diffamazione gratuita. Molti sono ormai i casi di criminalizzazione dell’imprenditoria italiana per il  cosiddetto “concorso esterno in associazione mafiosa”, che hanno consegnato poi a gruppi di interesse stranieri interi patrimoni, ormai svalutati. Bisogna, a questo punto, definire con maggiore puntualità che cos’è la “mafia”, perché anche i cartelli di lobbying e le società di consulenza agiscono con “metodologie di stampo mafioso”, ricorrendo a ricatti, violenze ed attentati. In questa congiuntura economica storica, anche la criminalità ha cambiato il suo volto, e mentre la magistratura insegue inchieste ‘”da gossip”,  l’Italia è sempre più esposta agli attacchi economici esterni.

“E’ nostro dovere batterci e difendere il diritto alla legalità, ma nessuno creda di avere l’esclusiva della legalità e della moralità”.

Secondo lei, esiste il ragionevole dubbio che l’indagine che la riguarda possa essere stata condizionata da appetiti verso le sue attività imprenditoriali?
Certamente è possibile che, avendo provato nel passato la società di famiglia ad esercitare una leale concorrenza sullo stretto di Messina, alcuni interessi di parte abbiano condizionato l’indagine. Bisogna aggiungere a ciò che la società di famiglia sta conducendo in questo momento un’azione risarcitoria nei confronti dello Stato italiano per circa  190 milioni di euro. Non riesco ad immaginare le conseguenze se l’azione risarcitoria dovesse riconosciuta dal Consiglio di Stato ora o dalla Corte Europea, alla quale si può ricorrere dopo in caso di soccombenza. Credo di non esagerare nel dire che ci sia molta attenzione nei miei confronti.

Da dove deriva tale ingente somma di risarcimento?
L’azione risarcitoria deriva dalla mancata autorizzazione da parte dell’Autorità Marittima Italiana, di attivare la linea di collegamento navale tra le due sponde dello stretto di Messina,  alla società di famiglia, che era in concorrenza con le Ferrovie dello Stato (Bluvia e un altro operatore privato). Si chiedeva di rompere un monopolio, nel rispetto della legge italiana e della relativa direttiva europea, per la quale nessuna azienda può operare in regime di monopolio o utilizzare in esclusiva le banchine dei porti italiani e comunitari.

Si è parlato molto degli investimenti energetici nei Balcani, di grandi affari ma pochi andati a buon fine, su cui l’Osservatorio Italiano ha più volte sollevato dubbi. Qual è il suo parere circa la fattibilità di questi progetti?
Non ho mai provato a fare un investimento nei Balcani, di nessun tipo e genere. Mi è stato proposto un investimento in Albania nel settore idroelettrico, sul quale ho ricevuto un business plan, che ritenevo potenzialmente valido. Tuttavia, la mia attuale posizione mi impedisce qualsiasi tipo d’impegno imprenditoriale.

Come vede da Dubai l’evoluzione della politica italiana, rispetto a quella degli altri paesi europei?
Vedo un Paese che sta provando a fare ogni sforzo con intelligenza per ammodernarsi ed uscire dalla crisi globale presente in forme e modi diversi, anche a Dubai. Infine, mi sembra che siano sotto gli occhi di tutti gli ultimi dati economici sulla Germania, che sta cominciando ad accusare la crisi.

A suo parere, l’economia italiana è esposta maggiormente a pressioni di lobbies economiche esterne oppure alle distorsioni innescate dal sistema giudiziario?
Ad ambedue.

Le recenti vicende giudiziarie dello scenario italiano vedono aumentare sempre più la strumentalizzazione dei media da parte della magistratura. Un circuito vizioso, che l’Osservatorio Italiano ha definito “Mafia del Gossip”, in cui i media pilotati da interessi privati, vengono utilizzati dai magistrati per inquinare i processi, estorcere prove e incutere pressioni psicologiche. Considerando anche la sua personale vicenda, Lei crede che l’assoluzione di Berlusconi abbia dato i primi segnali del fallimento di questo sistema?
Se non fosse una domanda sarebbe la mia risposta. Il caso Berlusconi è in assoluto inquietante, perchè la differenza di valutazione tra il primo ed il secondo grado di giudizio è incredibile, è intervenuta una decisione diametralmente opposta.

Può delineare con maggiore precisione le responsabilità dei media, e quindi evidenziare quali sono stati i punti su cui i media hanno fatto maggiore disinformazione, danneggiandola? Cosa hanno deliberatamente omesso, e su cosa hanno intenzionalmente mentito?
Hanno deliberatamente omesso che rappresento l’unico caso giudiziario nella storia italiana alla quale vengono arrestate contemporaneamente madre e moglie, nonostante la mia persona sia sempre stata assolutamente identificabile e collocabile a Dubai. Sono libero di circolare, di frequentare luoghi pubblici, con l’unica restrizione dell’obbligo di firma una volta a settimana, per confermare la mia presenza localmente. Infatti, esiste una sentenza delle sezioni unite della Cassazione penale (n. 21035/03 del 26/3/2003, Caridi, Cassazione penale 2003, 2549 s.), che evidenzia che da quando sono stato arrestato a Dubai, non sono più formalmente latitante.

Inoltre, non è stato evidenziato – in particolare – che quanto supposto dalla Procura, commesso da mia madre e mia moglie, si configurerebbe solo come “favoreggiamento”. Tuttava, avendo le mani legate, perchè entrambe non imputabili di tale reato, per colpirmi, hanno “aggirato l’ostacolo” inventando quelli di ipotetica “interposizione fittizia” e di “tentato favoreggiamento” nell’evitare lo sconto della pena. Reati questi che, di fatto, si configurano sempre e solo in eventuale forma di favoreggiamento. L’arresto simultaneo, con la scusa di favorire la mia “latitanza e fuga a Beirut”, si è dimostrato totalmente fallimentare, in quanto Beirut ha estradato ma Dubai no. Personalmente non mi è mai passato per la testa di andare in Libano. Pertanto mia madre e mia moglie sono ambedue in carcere, senza motivi reali. Nessun media ha voluto approfondire questo barbarico aspetto dell’arresto preventivo. Sfido i media a dimostrare un altro caso (mafia, terrorismo, criminalità) in cui sono state arrestate madre e moglie contemporaneamente!

Può spiegarci perché ha sentito il desiderio di scappare?
In primo grado sono stato assolto perchè il fatto non sussiste. In secondo grado sono stato assolto perchè il fatto non sussiste. Viste le due assoluzioni, non ho presenziato alla Cassazione perchè mi sentivo tranquillo, in base a ciò che mi evidenziavano i miei legali Alfredo Biondi e Franco Coppi.  Ero fuori per motivi legati all’acquisto di un immobile alle Seychelles. Per cui non ho mai sentito il desiderio di scappare, ma quello di non tornare, ritenendomi vittima di una situazione di cui alla vostra domanda e mia risposta precedente. Pertanto, sto provando a richiedere ed ottenere asilo politico, e mi sono appellato alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Intanto, incredibilmente, la Cassazione ammette un primo errore e mi ha ridotto la pena da 5 a 3 anni. Conoscete altri casi di questo tipo? Farà giurisprudenza. Ora ricorrerò anche per i 3 anni. Quando nulla sarà più possibile per ottenere riconosciuta legalmente la mia innocenza sarò pronto a rientrare.

Commenti (0)

Nessun commento presente

——————————————————————————

LO << SCUDISCIO >> DI GIANCARLO LEHNER

——————————————————————————

—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner

To: ( . . . ) -Sent: Thursday, July 31, 2014 8:48 AM

Subject: Lehner sul musulmano Barack Obama

Stando all’avanzata del fondamentalismo islamico in tutte le regioni – in Egitto, per fortuna, i militari ci hanno messo una pezza laica – oggetto delle “primavere” scatenate dalla Casa Bianca, si direbbe che Obama sia un fratello musulmano, benché si possa ipotizzare in lui buona fede marcata da devastante incapacità.
Ora, Obama ordina alla UE di sanzionare pesantemente la Russia, col retro pensiero di metterci ulteriormente in ginocchio.
Insomma, dall’impero del male comunista siamo passati all’imperialismo apparentemente liberal, tanto bulimico quanto cretino, il quale, stante l’oblomovismo ristagnante  in Europa, incontra da noi esecutori in preda alla bischeraggine del cupio dissolvi.

Giancarlo Lehner

—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner

To: ( . . . ) –  Sent: Wednesday, July 30, 2014 2:22 PM

Subject: Lehner: l’ignoranza di Della Valle

Qualcuno avverta Diego Della Valle che alla Historia non si dovrebbero mettere i piedi sopra, visto che non è una sua tomaia. Per delegittimare Renzi, Verdini e la Boschi, ha, infatti, tirato fuori Togliatti, il carnefice di antifascisti italiani (e non solo), nonché nazicomunista dal settembre 1939 al giugno 1941, in foggia di padre della Costituzione.

Diego Della Valle, se per caso leggesse un libro di storia, scoprirebbe che il ventriloquo di Palmiro anche riguardo alla stesura della Carta costituzionale si chiamava Giuseppe Stalin, vedi il secondo comma dell’art. 3, dettato direttamente dal Cremlino a Togliatti ed al socialcomunista Lelio Basso, l’uno e l’altro, non a caso, destinatari dei dollari del Pcus.

Giancarlo Lehner

—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner

To: ( . . . ) – Sent: Wednesday, July 30, 2014 10:47 AM

Subject: Lehner: la verità sull’Unità

Sarebbe ora di raccontare la verità, in luogo delle leggende propalate sino a divenire luoghi comuni.

Riporto la documentazione, inserita nel mio ultimo saggio, attestante che L’”Unità” non è la creatura di Gramsci.

La disegnano, la finanziano, la impongono i comunisti russi, i quali impartiscono ordini anche su chi ci dovrà scrivere.

Lo comunica Gramsci stesso, settembre 1923, quando si trova ancora a Mosca:

« Cari compagni,

nella sua ultima seduta il Presidium ha deciso che in Italia sia pubblicato un quotidiano operaio redatto dal comitato esecutivo al quale possono dare la loro collaborazione politica i terzinternazionalisti esclusi dal partito socialista…».

Il 26 gennaio 1924, Humbert-Droz informa Zinov’ev:

«Il quotidiano è sulla buona strada. Abbiamo una tipografia e dopo che i contratti saranno stati firmati e il denaro depositato, ci vorrà una quindicina di giorni per farlo uscire…».

Il 1° febbraio 1924, nell’ennesimo rapporto confidenziale a Zinov’ev, aggiunge:

«Il quotidiano – Abbiamo trovato la tipografia e il contratto è stato firmato. Il giornale uscirà a Milano il 1° febbraio. Il compagno Michailov mi aveva avvertito che per il quotidiano era già stata depositata una certa somma… mi sono assunto la responsabilità di chiedere al compagno Michailov di anticipare sulla somma depositata le 50 mila lire necessarie per la firma del contratto…».

L’8 febbraio, da Mosca,  Iosif Piatnitzkij scrive a Humbert-Droz:

«… Prima ancora di aver ricevuto la vostra lettera avevo spedito tutto quello che potevo per le elezioni, il giornale e i fuc…».

Progetti, linee politiche, denaro ed anche armi, dunque: a tutto pensano e provvedono i bolscevichi, il cui potere deriva dal denaro, più che da effettiva autorevolezza.

A Gramsci rimane soltanto la libertà di scegliere il titolo, riprendendolo dalla testata di Salvemini, ma non in onore dell’antifascista pugliese, bensì per significare l’adesione alla nuova linea unitaria dell’Internazionale:

« Io propongo come titolo “L’Unità” puro e semplice, che sarà un significato per gli operai…».

<!–[if !supportFootnotes]–>

—– Original Message —– From: Giancarlo Lehner

To:  ( . . . ) – Sent: Tuesday, July 29, 2014 4:22 PM

Subject: Lehner su Alitalia

I lavoratori di Alitalia sono cari a tutti gli italiani, quand’anche sindacalisti di mestiere.

Non si preoccupino, dunque, se, prevalendo l’ottusità,  Alitalia chiuderà per sempre e loro perderanno il posto di lavoro.

Non contino, però, su Pantalone, che ha già dato e troppo, per tenere in vita un cadavere defunto vent’anni fa, quando le hostess scioperavano per modificare il cappellino.

Basterà, in compenso, bussare alle porte dei rappresentanti sindacali, i quali saranno ben lieti di adottarli e di donare ai loro rappresentati un giaciglio ed un pasto caldo quotidiani, vita natural durante.

Giancarlo Lehner

——————————————————————————

SULLA COSTA CONCORDIA

——————————————————————————-

—– Original Message —– From: ivanmeacci@libero.it

To: Sent: Sunday, July 27, 2014 12:37 PM

Subject: Comitato Promotore Conservazione Costa Concordia

La nave Costa Concordia nell’immaginario collettivo è ormai divenuta un’icona di rilevanza internazionale.
La nostra associazione intende preservare il relitto della Concordia –se tecnicamente possibile- per adibirla a struttura museale, habitat per manifestazioni culturali e musicali. Invece di dilapidare altri milioni di euro per l’opera di smontaggio di questo colosso del mare sarebbe giusto e bello trasformare quell’evento luttuoso e tragico in una nuova realtà positiva,umana e ricreativa.
L’associazione, a favore della conservazione della Costa Concordia, intende battersi per trasformare l’incubo del naufragio al Giglio nella rinascita nel mare di Genova.

Giancarlo Lehner
Rolando Peccatori
Ivan Meacci

——————————————————————————

PAPA FRANCESCO ( DI RECENTE A CASERTA )

——————————————————————————

TRATTO DAL “ROMA” DI NAPOLI

Primo piano

27/07/2014

IL PAPA: VERRÒ A NAPOLI

  1. « Chi diventa amico di Dio, ama i fratelli, si impegna a salvaguardare la loro vita e la loro salute anche rispettando l’ambiente e la natura. Ciò è particolare importante in questa vostra terra bella che deve essere preservata e tutelata, richiede di avere il coraggio di dire no da ogni forma di corruzione e di illegalità. Non fatevi rubare la speranza ». Parla principalmente del Regno dei Cieli, Papa Francesco, nella sua prima volta in Campania. Ma parla soprattutto di speranza. Ed è un messaggio di speranza e di invocazione al coraggio quello che il Santo Padre ha portato ieri nella città di Caserta, davanti ad una platea di 200mila fedeli giunti da ogni parte della regione ma anche da oltre. Francesco usa parole semplici, nella sua omelia sulla parabola del povero bracciante e il mercante. Quando il successore di Pietro giunge in piazza Carlo III, a bordo della Papamobile, è accolto da sorrisi, pianti, grande commozione dei presenti di ogni età. Giro multiplo tra il popolo di Dio, per poi portarsi sull’altare allestito sul palco davanti la reggia. Con lui, 40 vescovi e 300 sacerdoti.

—————————————————————————

IL PAPA : VERRO’ A NAPOLI

—————————————————————————

“ESERCITO DI SILVIO”

—————————————————————————-

 

“ESERCITO DI SILVIO”

Alessia Maria Munaro
Alessia Maria Munaro 28 luglio 23.41.54
Ambasciatore: “Terroristi usano i barconi per venire in Italia”

voxnews.info
L’ambasciatore italiano a Tripoli, Giuseppe Buccino, lancia l’allarme. Quindi la pensa diversamente …
——————————————–
——————————————–
E A PROPOSITO E NON SOLO ( DA MESSAGGIO “POSTATO” SU FACEBOOK

Questi sarebbero i nostri “Fratelli…..musulmani” !
Grazie Napolitano, Renzi, Kyenge, Boldrini, Marino, Pisapia………….

00:25

سالم الموسوي

ماتقولون لهذا الخنزير اليهودي

—————————————————————————–

ESTATE E LETTURA

  1. ilroma.net

A PARTE DELLA PUBBLICAZIONE DI TUTTI GLI INTERVENTI DI VINCENZO NARDIELLO – SEMPRE DA NOI INVIATI IN RETE – ECCO TUTTE  ( O QUASI ) LE FIRME DEL “ROMA” DI NAPOLI ( E GLI ARTICOLI PIU’ RECENTI ) : PER LEGGERE – EVENTUALMENTE – ANDARE DIRETTAMENTE AL SITO ONLINE DEL QUOTIDIANO.

—————————————————————————–

L’opinione di

Orazio Abbamonte

Costituzione da riformare

L’intervento di

Giuseppe Cacciatore

Gli opposti estremismi dell’ostruzionismo

L’opinione di

Aldo De Francesco

Prove d’orchestra per il dopo de Magistris

L’opinione di

Fabrizio Carloni

Promuovere l’etica della responsabilità

L’opinione di

Pasquale Mastrangelo

La politica ammiccante dei biscotti della fortuna

L’opinione di

Ottorino Gurgo

Evitiamo di diventare la Repubblica delle banane

La riflessione di

Pietro Lignola

Giggino e la capitale universale della cultura

L’opinione di

Giuseppe Scalera

Prove tecniche di riconciliazione

L’intervento di

Orazio Abbamonte

La legge è costruita per giudicare i fatti

ASSIST di

Giuseppe Scalera

Il patto del Nazareno? È solo fantapolitica

[ “AZ:” ]

——————————————————————————

AMICI DI NOSTRI AMICI CHE CI LASCIANO

——————————————————————————

Ercole Porco

Non è più tra noi GIANNI ARNONE chi lo ricorda faceva parte di quel gruppo di cantanti che negli anni 50/60 si esibiva nel gazebo della vecchia Villa Comunale ; con Lui la fisarmonica di D’elia, il violino di Colautti e poi Franco Mazzitelli , Lucio Addante e Franco Covello.Noi spettatori privilegiati dal balcone di casa al 3* piano dell’Ex Hotel Vetere …….tempi duri ma spensierati.

  • Piace a Barca Eugenio.
  • Salvatore Padula con FRANCO MAZZITELLI abitavamo nello stesso palazzo alla via Campagna, e tu eErcolino li avevi vicino casa.

Arturo Stenio Vuono LA NOTIZIA VERAMENTE MI RATTRISTA – IN RICORDO QUESTO POST SARA’ TRA BREVE IN RETE – https://azimutassociazione.wordpress.com

azimutassociazione.wordpress.com

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimu
  • Arturo Stenio Vuono A GIANNI ARNONE SAREBBE PIACUTO MOLTO RIASCOLTARE…NELL’ATTUALE…
www.youtube.com/watch?v=RhZFCM3fk3I3 feb 20094 minCaricato da vitulia
I Calabria Logos, gruppo di musica etnico-popolare di Campana (Cosenza), esegue un …

COSENZA FOLK , DI GINO BRAILE – YouTube 

► 9:28

 

www.youtube.com/watch?v=Mg6wq2vMGtk30 ago 20119 minCaricato da jek colan
You need Adobe Flash Player to watch this video. … ”GAROFALICCHIU MIU” canzone …
 E – ANCORA – DA COSENZA
facebook
 
Pasquale Perri ti ha invitato al suo evento:
FESTA DEL PERDONO D’ASSISI – S. Maria degli Angeli
Venerdì 1 agosto alle ore 12.00 presso Santuario SS. Crocifisso – Cosenza
Annarita Vuono, Pasquale Perri e altre 3 persone sono stati invitati.
[ IL SERVIZIO CONTINUA ]
 —————————————————————————

Enough is enough. Change your profile picture and stand in solidarity with children.http://save.tc/zBwZ

E A PROPOSITO – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

—————————————————————————-

—– Original Message —– From: Vincenzo Mannello

Sent: Monday, July 28, 2014 8:50 AM

Subject: fuggire via mare da Gaza

Giorni fa,su La Sicilia,Tony Zermo (giornalista che considero unico per capacità di sintesi degli argomenti proposti al lettore) si chiedeva :
“perché i palestinesi non fuggono per mare” (sottinteso,da Gaza) ?
Semplice,ma Zermo lo sa benissimo : perché gli israeliani “bloccano” pure questa “via di fuga” così ferreamente dall’essere estremamente feroci.
Come dimostrato dalle cannonate sparate sui 4 bambini palestinesi che giocavano a palla sulla spiaggia.
Assassinati senza pagar dazio (come al solito), non  perchè scambiati per miliziani di Hamas ma affinché “piccoli terroristi non crescano”.
Questo avviene troppo spesso a Gaza ed in Cisgiordania ove bimbi innocenti perdono la vita in quanto “effetti collaterali” della difesa di Israele.
Zermo sa altrettanto bene che è sempre stato così dalla artificiale creazione di Israele in poi.
Una Palestina multi religiosa che,tutto sommato,vedeva convivere in pace ebrei,cristiani e musulmani veniva, il 14 maggio del 1948 ,scaraventata nell’abisso della guerra con l’indipendenza del neonato Stato di Israele.
Creatura aliena ,frutto delle manipolazioni politico-economiche degli Usa e Gran Bretagna.
Vero che il nuovo stato venne subito attaccato da quelli arabi confinanti ma cosa ci si poteva aspettare,allora come ora,che facessero salti di gioia nel cedere territori e sovranità ai confratelli semiti ?
Cosa fecero i vari Ben Gurion,Golda Meir,Rabin,Dayan,Sharon e soci (alcuni ex terroristi certificati dagli inglesi) di diverso  dal “buon” Bibi Netanyahu ? Niente…,nessun rispetto per le risoluzioni dell’Onu,nessun si alla creazione dello Stato Palestinese,niente Gerusalemme “città aperta” e via di seguito.
Con l’aggiunta della annessione di fatto sempre di Gerusalemme,di vasti territori della Palestina araba,della costruzione di mura ciclopiche,supercarceri e colonie ebraiche ove possibile e pure dove non dovrebbero starci.
Si,verissimo,vivono in costante stato d’allarme gli israeliani. Sono pur vittime di terrorismo sanguinoso.
Ma hanno l’esercito piú organizzato del mondo,i servizi segreti piú efficienti,persino le atomiche che nessuno (specie l’Onu) ricerca.
Quando Israele agisce o reagisce,sono migliaia di morti e feriti. Nessuno la ferma e neppure è in condizione di fermarla.
Fa (quasi tutto) quel che vuole,come e quando ritiene piú opportuno con il consenso,assolutamente maggioritario,del proprio popolo.
Temono,gli israeliani,solo due cose : la guerriglia urbana,casa per casa,ed i kamikaze.
Hamas non si arrende ? Ci penseranno droni e bombe,oppure sicari in trasferta. Qualcuno difende davvero,sul campo,i Palestinesi  ? Chi voglia farlo è impotente davanti alle armi israeliane ed alla copertura politica degli Usa.
Mai il “buon” Bibi permetterà la nascita di uno Stato Palestinese e neppure chi guiderà Israele nel futuro lo farà,lo sappiamo tutti.
Piuttosto Israele cercherà di annettere quanto piú territori possibile,espellendone gli attuali abitanti. Ecco perchè Zermo,che ha sempre avuto a cuore la sorte dei Palestinesi,intelligentemente propone loro di fuggire via mare…per salvarli dalla “pulizia etnica”.
Un dato è incontrovertibile : milioni di ebrei sono giunti in Palestina da tutto il mondo e milioni di Palestinesi (secondo gli israeliani) devono pertanto andarsene.
Con le buone o le cattive….ma le “buone” a Tel Aviv non le conoscono.

Grazie per l’attenzione.
Vincenzo Mannello

 

—————————————————————————

DELLA NUOVA << SCIENZA ITALICA >>

—————————————————————————

—– Original Message —– From: Vincenzo Mannello

To: Sent: Wednesday, July 30, 2014 7:11 AM

Subject: Campioni del mondo in “maturi” di stato

Chi l’avrebbe mai detto,in periodo di crisi profonda ?
Siamo primi assoluti,in tutto il globo,per “maturità” dei nostri studenti : 99,2% per quella classica,99,7 per la media !
Dopo il disastro pallonaro in Brasile ci siamo subito presi una rivincita.
Non sappiamo piú giocare al calcio ma i nostri virgulti sono proprio pozzi di scienza universale.
Forse la Merkel e la sua Deutschland può arrivare a queste percentuali ?
Vogliamo mettere la conoscenza scolastica di un crucco (magari multietnico) tedesco con quella del più scadente diplomato a Roccacannuccia ?
Confrontiamo quella che può avere una studentessa della Costa Rica oppure della Corea,della Nigeria,Togo od Iran a fronte della preparazione certificata di una qualunque nostra fanciulla di Vattelapesca  ?
Tutte e tutti “maturi”,l’albero della cultura ha dato i suoi frutti estivi ed è rimasto spoglio fino all’anno scolastico prossimo.
Oddio,si intravede lassù in alto quel 0,3/0,8 che resta pervicacemente attaccato al ramo della “conoscenza” come immaturo.
Ma,in fin dei conti,siamo in Italia e non in Paradiso : la perfezione assoluta non è di questa Terra.

Grazie per l’attenzione.
Vincenzo Mannello

—————————————————————————

NON SOLO POLITICA

—————————————————————————

Gaetano Daniele ha pubblicato qualcosa in Esercito di Silvio

Gaetano Daniele 29 luglio 8.40.45
il Notiziario: Calendario serie A: via il 31 agosto Subito duello Roma-Fiorentina, Alla terza…

ilnotiziariolocale.blogspot.com

[ IL SERVIZIO CONTINUA ]

—————————————————————————

CORRISPONDENZE – DA CAPRI

—————————————————————————-

—– Original Message —– From: Yacht Club Capri

To: associazioneazimut@tiscali.it

Sent: Wednesday, July 30, 2014 5:17 PM

Subject: Gli allievi della scuola vela dello Yacht Club Capri alla quarta tappa del Campionato Optimist Trofeo Nazario Gallo di Sapri

YACHT CLUB CAPRI

COMUNICATO STAMPA

 

Gli allievi della scuola vela dello Yacht Club Capri alla quarta tappa del Campionato Optimist Trofeo Nazario Gallo di Sapri

CAPRI – 30 luglio 2014

I giovani velisti della scuola vela dello Yacht Club Capri hanno partecipato con successo alla quarta tappa del Campionato Zonale Optimist Trofeo Nazario Gallo, con l’organizzazione del locale Circolo Nautico, che si è svolta a Sapri (Salerno). Ben 4 allievi della scuola isolana hanno preso parte alla competizione, tra i 30 timonieri iscritti in rappresentanza di molti circoli della “Quinta Zona FIV”, sotto lo sguardo vigile degli istruttori Valerio Granato e  Raffaele Di Stasio e del Direttore Sportivo della scuola vela Conny Vuotto.

Il campionato è iniziato domenica, dopo che la prima giornata di sabato erta stata annullata per assenza di vento, e ha visto gareggiare con un bel vento da ovest-sud ovest di 11-15 nodi con onda formata gli allievi capresi nella categoria cadetti, i nati nel 2005, i più piccoli della flotta. Nelle due prove riservati a questa categoria hanno gareggiato i miniatleti dello Yacht Club Capri Salvatore Sposito, Simone Colavecchia, Andrea D’Apice e Christian di Salvo.

Nella flotta degli under 10 velisti capresi ha portato a conclusione la prova solo Salvatore Sposito (Sasi) che, anche se pratica da solo un anno l’attività velica, è arrivato al termine della competizione nonostante le difficili condizioni del mare. La tenacia e l’abilità velica hanno visto il giovane Sasi Sposito conquistare un meritato secondo posto che gli ha fatto raccogliere i complimenti del presidente dello Yacht Club Capri Marino Lembo, dei tecnici del circolo isolano e anche del Presidente della “Quinta Zona FIV”, Francesco Lo Schiavo, che ha invitato i giovani velisti capresi a partecipare alla prossima tappa che si terrà il prossimo 28 settembre a Torre del Greco.

Yacht Club Capri

Capri Press – Ufficio Stampa

capripress@capripress.com

081 8389455

events@yccapri.org

secretariat@yccapri.org

 

 

—– Original Message —– From: Verso Capri – Selene D’Alessio

To: associazioneazimut@tiscali.it

Sent: Tuesday, July 29, 2014 12:49 PM

Subject: La Mostra Verso Capri, Cronaca in Immagini e Parole di un Viaggio di Ritorno all’Isola, di Selene D’Alessio. Dal 1 al 20 Agosto Hotel Syrene Capri

COMUNICATO STAMPA

Si terrà a Capri presso l’Hotel Syrene, in Via Camerelle, 51, dal 1 al 20 agosto, 2014  la mostra Verso Capri, Cronaca in Immagini e Parole di un Viaggio di Ritorno all’Isola, di Selene D’Alessio. Si tratta di 26 immagini fotografiche, alcune delle quali acquerellate, tutte rigorosamente scattate con piccole macchine fotografiche tascabili, che documentano i luoghi della memoria ed i paesaggi dell’anima. La mostra, che si avvale del patrocinio della Città di Capri-Assessorato alla Cultura, si snoda come un itinerario virtuale che ripercorre, con l’ausilio di immagini e testi originali, alcune tappe del viaggio decennale che l’autrice ha compiuto dall’isola, passando per New York, Venezia e la Costiera Amalfitana, per poi tornare all’isola. Selene D’Alessio, appassionata di storia e cultura locale, è nativa dell’isola ma ha vissuto per anni all’estero ed in particolare a New York, dove si è professionalmente impegnata nel sociale, pur continuando a coltivare il suo grande interesse per l’arte. La sua eclettica ricerca personale ha portato a varie collaborazioni musicali con musicisti dell’isola, oltre che alla pubblicazione di quattro volumi di poesie ed a varie partecipazioni a mostre fotografiche collettive.

Questa mostra si colloca, insieme al documentario Voci (realizzato con il talentuoso musicista anacaprese Al Martino, e già presentato anche agli studenti di alcune scuole locali), in un piú ampio progetto di ricerca e conservazione di una memoria personale e storica dell’Isola. Il progetto sarà presente su web e nei social networks in un format innovativo ed ha recentemente lanciato la pagina Facebook “Verso Capri immagini e parole”, uno spazio libero che consente a tutti i partecipanti di condividere le proprie esperienze fotografiche e non dell’Isola.

L’inaugurazione si terrà all’Hotel Syrene il 1 agosto 2014 alle 19:00, con rinfresco a cura dell’Enoteca Segreta Capri.

BREVE NOTA BIOGRAFICA

Selene D’Alessio è nata a Capri ed ha vissuto principalmente all’estero, in particolare a New York. Laureatasi alla New York University con il massimo dei voti in Letteratura Comparata, ha poi conseguito una laurea in giurisprudenza alla City University di New York, dove si è distinta come migliore studente di corso. Dopo aver vinto varie borse di studio e riconoscimenti, tra i quali il Gallatin Publication Award e la Fellowship di Giurisprudenza Comparata all’Università dell’Avana, Cuba, ha esercitato professione forense a New York. Da sempre appassionata di arte e comunicazioni, a suo attivo ha anche collaborazioni con la RAI Corporation, la rivista multiculturale Colors, la nota galleria di arte contemporanea Massimo Audiello (New York/Città del Messico), ed artisti di fama internazionale quali Jonathan Lasker e Marlyse Brunner. Ha pubblicato quattro volumi di poesia: Giochi di Luce (1987); Black and White (1989); Il Naufragio (2001); A Volte In Amore (Vele Bianche Editori, Salerno 2009). Ha partecipato a mostre fotografiche collettive tra cui: Forme, Capri, Centro Documentale, 2002; Microcosmi, Capri, Centro Cerio, 2004; Persone, Capri, Centro Cerio, 2006. Attualmente, si sta dedicando ad un progetto di ricerca antropologica e artistica che comprende la produzione del documentario Voci con l’artista anacaprese Al Martino.

 

—– Original Message —– From: ADP Eventi

To: associazioneazimut@tiscali.it

Sent: Monday, July 28, 2014 10:34 AM

Subject: Capri Cine Galà 2014 – Ferie d’Agosto a Capri con Sabrina Ferilli alla Certosa di San Giacomo

 

Associazione Culturale “Aurea A”

 

CAPRI CINE GALA 2014

Certosa di San Giacomo

Comunicato stampa

Sabrina Ferilli con “Ferie d’agosto” alla Certosa di Capri

Capri venerdì 1 agosto ore 21 – Chiostro piccolo della Certosa di S.Giacomo

Sarà Sabrina Ferilli la protagonista del Capri Cine Galà 2014, l’evento dell’estate che unisce cinema, cultura e glamour. Un mix che le associazioni Aurea A e Adp di Annalisa De Paola in collaborazione con il Comune di Capri e l’Assessorato alla Cultura ed Eventi Culturali e con il patrocinio dell’Azienda di Soggiorno e Turismo e del MIBACT,hanno ancora una volta realizzato per l’appuntamento di quest’anno che avrà luogo nel chiostrino della Certosa di San Giacomo a Capri venerdì 1 Agosto alle ore 21.00. Una serata di relax intelligente che prevede come piatto forte un conciso e disinibito faccia a faccia tra lo storico e critico del cinema Valerio Caprara e l’attrice romana, la cui nota verve e l’indiscussa popolaritá sono state recentemente incrementate dall’apprezzato ed enigmatico ruolo interpretato nel film premio Oscar “La grande bellezza” di Sorrentino.  Tra i temi della conversazione, alla quale potranno partecipare alcuni tra gli invitati, ci sarà sicuramente spazio per quelli veicolati con garbo e humour da “Ferie d’agosto” il film di Paolo Virzì del 1996 che verrà proiettato a seguire. Come molti spettatori ricordano, la commedia -non a caso insignita del David di Donatello per il miglior film nello stesso anno- si avvale di un cast affiatatissimo che vede protagonisti, insieme, appunto, alla prorompente Ferilli, attori in stato di grazia come Silvio Orlando, Ennio Fantastichini e Laura Morante e tramanda uno spaccato ironico e sferzante del Belpaese mettendo in scena una grottesca tenzone tra un’alquanto sguaiata tribù di destra e un’altra non meno ridicola di alternativi radical-chic di sinistra. “Ferie d’agosto” -come annotava Caprara in una sua recensione coeva- non tradisce mai il suo spiritaccio iniziale, trasformando gli stereotipi in caratteri e rifinendo intriganti sfumature morbose di contorno”. Un film e un soggetto, in effetti, che divertiranno il pubblico come un tempo, per di più dimostrando come molti pregiudizi o fraintendimenti e altrettante adesioni a precari schemi ideologici si siano oggi evoluti nella forma, restando peraltro sempre gli stessi.

Capri – Lunedì 28 luglio 2014

Press e comunicazione

Info

ADP Eventi  cell:335 7703934 – 3478565954

Annalisa De Paola E-Mail : info@annalisadepaola.com

Capri Press  Cell: 337843958 Email : capripress@capripress.com

—– Original Message —– From: Angela Puttini Capri

To: associazioneazimut@tiscali.it

Sent: Sunday, July 27, 2014 1:27 PM

Subject: Quando il gioiello diventa un’arte (sacra): Antonella Puttini, designer caprese di monili, dedica una collezione a Sant’Anna.

QUANDO IL GIOIELLO DIVENTA UN’ARTE (SACRA):

ANTONELLA PUTTINI, DESIGNER CAPRESE DI MONILI,

DEDICA UNA COLLEZIONE A SANT’ANNA

Per la tradizionale festa di Sant’Anna, che ha animato l’antico Borgo cittadino ieri sera, la giovanissima flautista Francesca Vacca ha indossato il “Ciondolo Sant’Anna” creato dall’artista dell’Isola Azzurra

CAPRI, 27 luglio 2014 – “I gioielli non sono solo accessori preziosi da sfoggiare in occasioni più o meno importanti. Un gioiello può e deve raccontare una storia: da sempre io mi ispiro alla storia di Capri, nei temi e nei materiali che scelgo di utilizzare per realizzare le mie creazioni. E, attraverso queste creazioni, una donna racconta se stessa”. Antonella Puttini, designer di gioielli della maison caprese “Angela Puttini Capri”, si è ispirata a Sant’Anna per raccontare la storia, particolare e suggestiva, della chiesetta di Sant’Anna, protagonista ieri sera (sabato 26 luglio) della tradizionale festa diSant’Anna al Borgo. Qui, nel corso della manifestazione religiosa organizzata dalla Parrocchia di Santo Stefano Protomartire di Capri con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Capri, la giovanissima musicista Francesca Vacca si è esibita in un concerto per flauto, indossando il “ciondolo Sant’Anna” dell’omonima collezione realizzata, interamente a mano, dalla designer Antonella Puttini.

“Ho voluto creare questo gioiello, ispirandomi e rendendo omaggio a Sant’Anna, dopo che una sera avevo assistito alla presentazione di un libro che raccontava la storia della chiesetta di Sant’Anna, dei suoi affreschi e dei riti di purificazione che avvenivano all’interno dell’edificio sacro a partire dal 1500 – spiega Antonella Puttini – Ogni mia collezione si ispira alla storia di questa Isola stupenda che il mondo intero ci invidia. Sono rimasta così affascinata da quello che stavo ascoltando che ho voluto riprodurre su un ciondolo in oro e argento intitolato a Sant’Anna, con una miniatura su rame, l’affresco della Vergine situato all’interno della chiesa del Borgo, impreziosendolo con diamanti in taglio rosa e con una perla australiana barocca. Aver potuto vedere indossato questo ciondolo nel corso della festa popolare di Sant’Anna al Borgo mi ha riempito di gioia e di orgoglio”.

Dopo la Santa Messa solenne celebrata dal parroco, don Carmine del Gaudio, la flautista Francesca Vacca si esibita nell’Ave Maria di Gounod per poi proseguire il concerto sul sagrato della chiesa, con le note della Sarabanda e Bourée Angloise di Johann Sebastian Bach Bach, la Sonata in la minore di Carl Philipp Emanuel Bach e la Fantasia numero 2 e numero 6 di Telemann.  E dopo il mini concerto al flauto è stata la volta di Gianni Lembo che, accompagnato dalla sua chitarra, ha cantato alcuni brani famosissimi del repertorio napoletano ed internazionale, seguito dal reading di Paolo Federico, il tutto alla presenza di numerosi ospiti, abitanti del borgo, turisti italiani e stranieri, e le istituzioni, il Sindaco di Capri Gianni De Martino e l’assessore alla Cultura Caterina Mansi.

La festa di Sant’Anna al Borgo, che rivive oggi come momento di gioia popolare, in omaggio alle celebrazioni antiche di ringraziamento e purificazione, era iniziata alle 10.30 di ieri mattina, sempre nella chiesetta di Sant’Anna, con una Santa Messa per celebrare l’affidamento delle mamme in attesa e la benedizione dei bambini e si è conclusa nella tarda serata con un momento di degustazione gastronomica, a base di tarallucci e vino.

Per tutta la durata della manifestazione religiosa, la titolare della maison caprese “Angela Puttini Capri”, situata a poche centinaia di metri dalla chiesetta di Sant’Anna, ha voluto rendere omaggio a Sant’Anna, mettendo nella vetrina della sua boutique di gioielli il Ciondolo Sant’Anna accanto a un libro dedicato a Capri e alla sua storia.

Clicca qui per la fotogallery

Antonella Puttini è l’artista e designer dei gioielli “Angela Puttini”, omonima boutique nel cuore di Capri, aperta nel 1988 dalla madre Angela. Antonella Puttini, da più di vent’anni, porta avanti con passione l’intento familiare di realizzare gioielli unici e non ripetibili insieme a piccoli monili preziosi, scegliendo per le sue creazioni prevalentemente pietre tipiche dei luoghi natii: dai coralli alle perle, dalla pietra lavica agli ori, i bronzi e agli argenti.

I gioielli “Angela Puttini” nascono ispirandosi in un primo momento ai Putti, i bambocci paffuti ed allegri per niente sacri che rappresentano la figura infantile di Eros, il dio dell’Amore, per poi farsi suggestionare dalle storie e dalle atmosfere di Capri e dalle radici culturali del golfo, così da imprimere su anelli, bracciali, ciondoli, spille e collane la leggenda di Tiberio, di Pompei, dall’arte settecentesca e della tradizione partenopea. Nelle mani dell’artista caprese sono concentrate non solo la tradizione orafa e artigianale del Mediterraneo, ma soprattutto il gusto originale e sempre attento alle esigenze estetiche della gioielleria contemporanea.

“Le mie creazioni nascono dal desiderio di trasmettere delle emozioni vere ” spiega Antonella Puttini “come la gioia e la serenità, per ricordare i momenti unici e magici della nostra storia”.

Antonella Puttini è l’artista e designer dei gioielli “Angela Puttini”, omonima boutique nel cuore di Capri, aperta nel 1988 dalla madre Angela. Antonella Puttini porta avanti con passione l’intento familiare di realizzare gioielli unici e non ripetibili: ha iniziato rappresentando in un primo momento i putti per poi lasciarsi ispirare dalle storie dei luoghi nativi, impresse su anelli, bracciali, ciondoli, spille e collane. Oggetti creati con la sapienza artigianale, in un continuo rimando tra passato e modernità.

Angela Puttini Capri

Via Le Botteghe, 23

80073 Capri

  1. 081-8378907
  2. puttini.com

Aqqua Zone srl – Ufficio Stampa

Via Fiori Chiari, 10 – 20121 Milano

  1. +39 02 4390230 – fax. +39 02 45496289

info@aqquazone.it –  www.aqquazone.it

—– Original Message —– From: Press and Communication

To: associazioneazimut@tiscali.it

Sent: Tuesday, July 29, 2014 5:48 PM

Subject: Situazione sanitaria a Capri vertice in Comunicato

COMUNICATO STAMPA

Incontro in Comune sulla situazione sanitaria a Capri

CAPRI – 29 luglio 2014 – Nella sala comunale della Città di Capri si è svolto un incontro con una rappresentanza intercomunale di Capri e di Anacapri, il Direttore sanitario dell’Ospedale Capilupi, dott. Papaccioli ed il nascente comitato civico cittadino “nati a Capri”.

All’incontro hanno partecipato, su propria iniziativa in qualità di consiglieri comunali, Marino Lembo, Salvatore Ciuccio, Ludovica Di Meglio e Paola Mazzina, rappresentanti del Gruppo consiliare Avanti Capri, forza politica che rappresenta il 49% del Paese.

Più che delle iniziative intraprese da parte dell’Amministrazione comunale di Capri relative alle problematiche dell’Ospedale Capilupi, i presenti si sono potuti confrontare con il Direttore sanitario in merito alla campagna di disinformazione riguardante la chiusura del servizio di ginecologia ed ostetricia che nelle ultime settimane ha allarmato molto la popolazione isolana.

Le risposte rassicuranti che ha offerto il Direttore Papaccioli sono le stesse che una rappresentanza del Circolo dell’Isola di Capri del Partito democratico nelle persone della prof.ssa Paola Mazzina e del componente del Direttivo Paolo Federico – unitamente all’On. le Mario Casillo – aveva direttamente assunto dal Direttore generale dell’Asl NA/1 il 14 luglio u.s. nel corso di un incontro svoltosi alla Direzione generale dell’Asl/NA1 e rese ampiamente note sui mezzi di comunicazione. In quell’occasione le parole espresse dal Vertice dell’Asl NA/1 furono molto chiare: né il servizio di ginecologia ed ostetricia, né il servizio dialisi chiuderanno. Il dott. Esposito riferì – parole confermate anche oggi dal direttore Papaccioli – dell’incremento anche dei servizi ambulatoriali, ossia di tutti quei servizi che costringono i nostri concittadini a rivolgersi a strutture private che nella maggior parte dei casi sono presenti solo su terraferma con aggravi di disagi e spese.

Dal momento che la vicenda delle ultime settimane dimostra quanto abbia pesato la cattiva informazione, il Direttore del Capilupi ha altresì precisato che le informazioni dei servizi presenti in Ospedale sono già in possesso dei medici di base i quali, più di tutti, vantano un contatto quotidiano e diretto con i pazienti.

Press e Comunicazione:  349.4732337

———————————————————————————-

“DA JIUPPITER GROUP” ( RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO )

 

———————————————————————————-

 

—– Original Message —– From: Iuppitergroup

To: Iuppiter Edizioni

Sent: Tuesday, July 29, 2014 5:57 PM

Subject: Aggiornamento sito IUPPITERNEWS – webzine e blog company di Iuppiter Group

Caro lettore di iuppiternews,

abbiamo aggiornato l’innovativo webzine di storie, attualità, passioni e media ideato e realizzato da Iuppiter Group.

Puoi visitare il sito, leggere gli ultimi articoli e scoprire le novità dalla blog-company cliccando sul sito www.iuppiternews.it

Diffondi i nostri contenuti, condividendoli su facebook, su twitter e tra i tuoi amici.

Ecco le ultime novità:

L’EDITORIALE – Più librerie e meno pensiero fritto – La presunta morte del libro e l’assenza delle istituzioni – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=310

CULTURA – Posteggia trillante – Nella chiesa di Santa Croce al Mercato, l’omaggio alla napoletanità di commentatori e musici – http://www.iuppiternews.it/site//art.php?id=322

LIBRI – Terro(m)nia – Il libro di Magliacano ad agosto sbarca a Castellabate – http://www.iuppiternews.it/site//art.php?id=320

LIBRI 2 – Vedimi piccola – Una giovane donna e la voglia di volare –http://www.iuppiternews.it/site//art.php?id=324

MOVIE&MEDIA – I frutti del lavoro – Cinema e impegno civile per il corto di Andrea D’Ambrosio – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=317

IL BLOG – Le ricerche di mercato – Vantaggi e tipi di analisi da effettuare – http://www.iuppiternews.it/site//art.php?id=321

IL BLOG 2 – Il target group – Le strategie per rivelare possibilità di successo – http://www.iuppiternews.it/site//art.php?id=323

IL BLOG 3 – Quando la differenza è nei den – La Cassazione in tema di rapina – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=313

L’EVENTO – Premio Facenight 2014 – Consegnati gli Oscar della movida partenopea – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=316

TEATRO – La Cavalleria torna al San Carlo – Al Massimo napoletano lo spettacolo diretto da Pippo Delbono – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=314

MOSTRE – Spalletti al Madre – Fino al 18 agosto, l’esposizione dell’artista abruzzese tra geometrie e tinte tenui – http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=318

I VIDEO CONSIGLIATI DA IUPPITER TV:

L’imprenditore scugnizzo – La presentazione del nuovo libro di Gianni Lettieri
http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=302

Napoli salsa festival 2014 – Successo per la terza edizione della manifestazione
http://www.iuppiternews.it/site/art.php?id=308

Invita i tuoi amici a cliccare “MI PIACE” alla pagina facebook di IuppiterNews https://www.facebook.com/iuppiternews 

Utilizza il box in alto a destra nella pagina per aggiungere tutti i tuoi amici!

E a chi utilizza twitter, suggerisci di cinguettare con @iuppiternews dalla pagina https://twitter.com/IuppiterNews

Iuppiter News è un prodotto editoriale di Iuppiter Group

Via dei Mille, 59

80121 – Napoli

  1. iuppiternews.it

edizioni@iuppitergroup.it

 

—– Original Message —– From: Iuppitergroup

To: Iuppiter Edizioni

Sent: Monday, July 28, 2014 5:07 PM

Subject: IL LIBRO “SUPERSUD” DI MIMMO DELLA CORTE E L’OPERA LIRICA “LA CANTATA DI SUPERSUD” PRESENTATI A PORTICI

Comunicato stampa

Mercoled� 6 agosto 2014 – ore 20,30

IL LIBRO �SUPERSUD� DI MIMMO DELLA CORTE E L�OPERA LIRICA �LA CANTATA DI SUPERSUD� SARANNO PRESENTATI ALLO “02”

via Diaz – Portici (Na)

Il libro �Supersud – Quando eravamo primi�, di Mimmo Della Corte (Iuppiter Edizioni), sar� presentato nel corso del concerto dell�ensemble strumentale �Musincanto�, diretta da Giancarlo Amorelli, che si terr� presso il locale �02� di Portici, in via Diaz, il prossimo 6 agosto dalle ore 20,30.

Alcuni brani tratti dal libro, divenuto poi opera lirica, saranno parte del concerto che seguir� una breve celebrazione dei fatti avvenuti il 6 agosto 1863 nella fabbrica di Pietrarsa.

Dopo il successo nelle librerie e l�adozione in alcune scuole del Meridione, il saggio storico “Supersud� del giornalista ed economista Mimmo Della Corte � infatti stato trasformato in un’opera lirica dal titolo �La cantata di Supersud�, opera musicale composta dal maestro Amorelli presentata lo scorso mercoled� 2 luglio, presso il Circolo Ufficiali di Napoli, a piazza del Plebiscito.

Il saggio �Supersud�, con una dettagliata ricostruzione della storia dell’Unit� d’Italia, rappresenta, come ha scritto nella prefazione Marcello Veneziani, “una ragionata difesa del Meridione e delle sue ragioni storiche non solo ripercorrendo i primati del Sud ma anche dedicando la seconda parte del saggio ai giornali meridionali pro e contro il processo risorgimentale che mostrano un fervore e una presenza attiva di una borghesia intellettuale e civile nel sud tutt’altro che marginale�.

Il maestro Amorelli e il tenore Stornaiuolo, affermati artisti e tra gli esperti pi� apprezzati della musica del Settecento napoletano, hanno avuto l�idea di interpretare musicalmente il saggio di Della Corte per �ricreare sonorit� e sensazioni dell�epoca attraverso un intreccio di parole e note pensato, soprattutto, per far rivivere al pubblico le passioni, le attese e le speranze del popolo del Sud�.

Mimmo Della Corte, giornalista, economista e meridionalista ha scritto “Sud Oggi” (1988), “La scelta: la destra prima e dopo Fiuggi” (1996), “Una citt�, una scuola” (2003), Buio a Sud (2005), “Bassolino Amici e Compagni” (2007). Per Iuppiter Edizioni ha curato “Magnanapoli” (2010) il libro-intervista di Francesco D’Ercole, sulle clientele e gli sprechi dell’era Bassolino, e ha pubblicato il libro �Supersud� (2011). Collabora con varie testate tra cui �Il Borghese� e �Chiaia Magazine�, dove cura la rubrica �Il sudista�.

Giancarlo Amorelli ha conseguito il diploma di laurea di canto con la prof. Elisabetta Fusco, diploma di laurea in Direzione di Coro e composizione col Maestro Carmine Pagliuca, il diploma di laurea di contrappunto e fuga ed alta composizione col M� Michele Salerno e specializzazione del Settecento napoletano col Maestro Alfonso Vitale, il diploma di laurea di Direzione d�Orchestra col Maestro Francesco Vizioli e didattica della musica in Ungheria nel liceo musicale di Budapest. Dal 1987 � artista del coro in qualit� di baritono in pianta stabile. � direttore dell�Ensemble �Musincanto� vocale e strumentale. Collabora con le eccellenze del teatro di San Carlo di Napoli.

Iuppiter Edizioni

Via dei Mille, 59

80121 – Napoli

  1. iuppitergroup.it

edizioni@iuppitergroup.it

 

———————————————————————————-

RICHIESTA LIBRI – INFORMAZIONE

 

———————————————————————————-

 

 

—– Original Message —– From: an.arenella@libero.it

To: associazioneazimut@tiscali.it

Sent: Monday, July 28, 2014 8:03 AM

Subject: I: informazione

—-Messaggio originale—-
Da: an.arenella@libero.it
Data: 24/07/2014 20.10
A: <libreriabarbarossa@live.it>
Ogg: R: informazione

 

Dispiace ma abbiamo solo una copia – si può tentare di richiedere il libro a Controcorrente Edizioni Napoli – chiedere del presidente Pietro Golia o Mauro ( tel. 081-421349 – 081.5520024 ). Cordiali saluti. Arturo Stenio Vuono

—-Messaggio originale—-
Da: libreriabarbarossa@live.it
Data: 31/05/2014 10.28
A: <an.arenella@libero.it>
Ogg: informazione

Salve, sono Antonia della Libreria Barbarossa di Benevento sarei interessata a questo testo e volevo sapere se è possibile reperirlo.

 

Autobiografia di un “fucilatore”

di Giorgio Almirante ( Edizione del Borghese – Settembre 1973 )Grazie

———————————————————————

RICORRENZE – AUGURI

———————————————————-

facebook
Aiuta Alessandro Sansoni, Ciro Torrente e altri 8 amici a festeggiare i loro compleanni
Martedì 29 luglio
Pako Borrelli
Scrivi sul suo diario
Mercoledì 30 luglio
Fortuna Borrelli
Scrivi sul suo diario
Ciro Torrente
Scrivi sul suo diario
Giovedì 31 luglio
Giovanni Fiorello
Scrivi sul suo diario
Venerdì 1 agosto
Alessio Romano
Scrivi sul suo diario
Sabato 2 agosto
Daniela Spagnolo
Scrivi sul suo diario
Domenica 3 agosto
Domenico Grasso
Scrivi sul suo diario
Mercoledì 6 agosto
Tiziano Trevisani
Scrivi sul suo diario
Giovedì 7 agosto
Luciano Schifone
Scrivi sul suo diario
Sabato 9 agosto
Alessandro Sansoni
Scrivi sul suo diario
Accedi a Facebook
Pianifica un evento
Questo messaggio è stato inviato a massimovuono@libero.it. Se non vuoi più ricevere questo tipo di e-mail da Facebook, annulla l’iscrizione.
Facebook, Inc., Attention: Department 415, PO Box 10005, Palo Alto, CA 94303

 ———————————————————————————

ESTATE E MUSICA

 

——————————————————————————————————————————————————————-

Cosenza – Madonna du Pettirutu – Antonio Serra – YouTube

► 3:40

 

www.youtube.com/watch?v=P618QmAqQzo2 nov 2010 – 4 min – Caricato da tvcalabrese
From the Tarantelle e Canzoni di Calabria CD.. Some Photos: ViDelCoVideo …

 

Tarantella Calabrese Antonio Serra al Pettoruto 2011 – YouTube

► 6:04

 

www.youtube.com/watch?v=-S4LH93rj6k1 ott 2011 – 6 min – Caricato da Giovanni Sicilia
Antonio Serra Suona L’organetto e una Bella Tarantella Calabrese all … You need …

 

Musica Calabrese: «Etnosound» Concerto 2010 – 16/17 – Tarantella …

► 5:07

 

http://www.youtube.com/watch?v=L2TaYl3_6ZM9 ago 2010 – 5 min – Caricato da Toni Condello
You need Adobe Flash Player to watch this video. … da parte del pubblico, trascinato …

 

accordi; 5 Libri e Biografie; 6 Siti e Fan club … Canzoni popolari …

Calabrese Folk – L’ultima Calabrisella – Video Dailymotion

► 3:36

 

http://www.dailymotion.com/video/x38d71_calabrese-folk-l-ultima-calabrisell_music17 ott 2007 – 4 min
About; Export; Add to. Mimmo Lamonaca & Turi Rugolo from their CD “Cantamu a …

Cariati – Canti Popolari Calabresi – – YouTube

► 2:20

 

http://www.youtube.com/watch?v=QdAqup-e6lU31 dic 2010 – 2 min – Caricato da 1calabruzi1
You need Adobe Flash Player to watch this video. … OH NERO NERO CantiPopolari …

 

””U VINUZZU”” Canzone popolare Calabrese – YouTube

► 3:15

 

http://www.youtube.com/watch?v=1LZhuRmXXCg16 mar 2013 – 3 min – Caricato da dante innocente
You need Adobe Flash Player to watch this video. … Emigrante che vieni Emigrante che …

 

Mix canzoni popolari calabresi cantate da Antonio Londino – YouTube

► 7:25

 

http://www.youtube.com/watch?v=XCs6Xu7EgLo21 nov 2012 – 7 min – Caricato da latteemiele2008
canzoni folkloristiche calabresi canta antonio Londino e Salvatore Giordano da …

 

OH NERO NERO Canti Popolari Calabresi musica folk – YouTube

► 5:49

 

http://www.youtube.com/watch?v=wridjm2Hc4Y6 feb 2010 – 6 min – Caricato da Mimmo Caparrotta
This video is unavailable. You need Adobe Flash Player to watch this video. … OH NERO NERO …

 

canti popolari calabresi”se nzuratu michuzzu” – YouTube

► 3:27

 

http://www.youtube.com/watch?v=K2VxZto6AiE17 feb 2009 – 3 min – Caricato da doctortroy2
canti popolari calabresi. … This video is unavailable. You need Adobe Flash Player to …

 

I POPULANI – Canti Popolari Calabresi – YouTube

► 8:18

 

http://www.youtube.com/watch?v=QkmkortsNE02 giu 2013 – 8 min – Caricato da Domenico Perlongo
Il Gruppo di Canto Popolare “I Populani” formatosi a Catanzaro nel 2003, ha svolto …

 

Canzoni Calabresi Fior Di Cucuzza – YouTube

► 3:30

 

http://www.youtube.com/watch?v=tKh1d7MffFc2 mar 2011 – 4 min – Caricato da mariastella1000
You need Adobe Flash Player to watch this video. … OH NERO NERO CantiPopolari …

 

U Pezzente – Calabria Logos – Musica Popolare Calabrese – YouTube

► 3:51

 

http://www.youtube.com/watch?v=RhZFCM3fk3I3 feb 2009 – 4 min – Caricato da vitulia
I Calabria Logos, gruppo di musica etnico-popolare di Campana (Cosenza), esegue un …

 

Canzoni calabresi popolari – YouTube

by Giuse49; 22 videos; 105,513 views; 11 likes; 1 hour, 38 minutes. Play all … OH
NERO NERO Canti Popolari Calabresi musica folk · Mimmo Caparrotta. 5:49.

I CANTI DELLA CALABRIA – TARANTELLE CALABRESI – YouTube

► 5:18

 

http://www.youtube.com/watch?v=-t8j_sPonWk3 nov 2012 – 5 min – Caricato da clubamicidellamusic1
You need Adobe Flash Player to watch this video. …. Mix canzoni popolari calabresi …

 

  1. Canzoni Folk Calabresi

    Ann.www.ask.com/Canzoni+Folk+Calabresi‎Cercavi Canzoni Folk Calabresi? Trova I Tuoi Risultati Con Ask.comAsk.com ha 14.714 follower su Google+

  2. Canti Popolari Calabresi

    Ann.www.wow.com/Canti+Popolari+Calabresi‎Cerca Canti Popolari Calabresi Trova Subito i Migliori Risultati

  3. Video

Raccolta di proverbi calabresi parte 3 – YouTube

► 3:22

 

http://www.youtube.com/watch?v=wB2OasQcJ5o31 mar 2012 – 3 min – Caricato da marcuscalabresus
You need Adobe Flash Player to watch this video. Download it … Canzoni Calabresi …

Radioforia presenta… Canzoni popolari Regionali – YouTube

► 10:57

 

http://www.youtube.com/watch?v=MAqnghrU-Sw8 set 2011 – 11 min – Caricato da MarsiglieseX
Raccolta di canti popolari suddivisi per regione. … This video is unavailable. You need …

——————————————————————————

  1. 513 visualizzazioni 5:44 CICIRINELLA TENEVA TENEVA [VIDEOCLIP UFFICIALE] Tequila e Montepulciano Band di Tequila e Montepulciano Band 1.309.008 visualizzazioni
  1. 361.239 visualizzazioni 109 video Riproduci tutto CANZONI DI UNA VOLTAdi fernando de Chellis4:38 Il Regno più bello (Regno delle Due Sicilie – Napoli – Palermo – Francesco II di Borbone) di

Ilovenaples2007 Consigliati per te

  1. 892 visualizzazioni

4:50 Te c’hanno mai mannato a quel paese di sgo9 1.803.530 visualizzazioni9:11 MARIA NAZIONALE – Medley di successi della canzone napoletana diCantaNapoli2011 67.033 visualizzazioni

————————————————————————–

LA “BALLATA MILITARE” ( IN RETE )

————————————————————————–

Belli belli i paraca…si son puliti il culo con bandiera rossa…Forza Folgore

Il filmato mette i brividi e sta facendo il giro della rete.
cronacaeattualita.blogosfere.it
 ————————————————————————–
MEMENTO – LA << LOTTA SINDACALE >> DEL TEMPO CHE FU…E I “CRUMIRI ROSSI”…
 ————————————————————————-
 

ricordo..

La Cisnal di battaglia occupa la stazione centrale di Napoli, anni '90. In prima linea, Ronghi.

La Cisnal di battaglia occupa la stazione centrale di Napoli, anni ’90. In prima linea, Ronghi.

  • .
  • Assocasa Barletta Bisogna tornare al passato sindacale, altrimenti non abbiamo futuro..!!!
  • Giovanni Espositoo allora gente diversa nel sindacato CISNAL bei tempi
  • Pietro Cacciola anni 90 forse un lontano passato di uomini veri con grandi ideali ,, ho iniziato il mio percosso con la cisnal. tante battaglie al fianco di uomini veri,. anno 2014 disastro totale forse dovremo ritornare al passato altrimenti non ce futuro,…..
  • Arturo Stenio Vuono RICORDIAMO IL PIU’ GRANDE SCIOPERO FERROVIARIO IN ITALIA CHE PARTI” DA NAPOLI – ANNO 1975 – E POI PARALIZZO’ PER DIECI GIORNI GRAN PARTE DELLA RETE – ALLORA PROMOSSO DALL’USFI SINDACATO DI CATEGORIA DELLA CISMAL – QUESTA STORIA NON A CASO E’ STATA CANCELLATA COME SE NON FOSSE MAI ESISTITA ( ALL’USFI SI ACCOMPAGNARONO I SINDACATI AUTONOMI E QUELLI BASE COSTITUENDO UN FRONTE TRASVERSALE DEI LAVORATORI ) – MOLTI SCALI FERROVIARI FURONO OCCUPATI E IL GOVERNO DELL’EPOCA INVIO’ FORZE DELL’ORDINE CHE PER GIUNGERE ALLO SGOMBERO NON ESITARONO A SPARARE MEL MENTRE LA CGIL – CONFEDERAZIONE SINDACALE ROSSA – PRESTO’ “FERROVIERI VOLONTARI” ( OSPITATI – IN TRASFEERTA – NEGLI ALBERGI – COME IL TERMINUS DI NAPOLI ) PER RIPRISTINARE IL SERVIZIO. EPPURE LA RIVENDICAZIONE DEGLI SCIOPERANTI ERA SACRIOSANTA E PER MIGLIORAMENTI SALARIALI RICHIESTI E PER L’APPLICAZIONE DELLO STATUTO DEI LAVORATORI ANCHE NELLE FERROVIE DELLOm STATO. ER, ALL’EPOCA, IL SEGRETARIO DELLA COMMISSIONE INTERNA DELLA STAZIONE DI NAPOLI CENTRALE… ( E MI FERMO QUI’ ) – L’ON.LE GIANNI ROBERTI, ALLORA SEGRETARIO GENERALE DELLA CISMAL, IMPEGNATO IN UNA CONFERENZA INTERNAZIONALE A GINEVRA, SI MANTENNE SEMPRE IN CONTATTO TELEFONICAMENTE E IN UNA CONFERENZA STAMPA ACCUSO’ L’ESECUTIVO DELL’EPOCA DI VOLERE AGIRE ALLA BAVA BECCARIS – https://azimutassociazione.wordpress.com

    azimutassociazione.wordpress.com

    Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut
 [ IL SERVIZIO CONTNUA ]
 ————————————————————————-
CONTROCORRENTE – NAPOLI
 ————————————————————————-

—-Messaggio originale—-Da: redazione@controcorrentedizioni.it
Data: 30/07/2014 19.48
A: “Redazione Controcorrente”<
redazione@controcorrentedizioni.it>
Ogg: Dove trovare “Quel ponte sul fiordo di Furore” sulla costiera amalfitana

Sulla costiera amalfitana

potete trovare il libro di Enzo Capuano

“Quel ponte sul fiordo di Furore”

nei seguenti punti vendita:

 

• Hotel Pasitea – Positano

• Bar Internazionale – Positano

• Libreria Edicolè – Amalfi

• Bar Bianca Zita – Furore

• La locanda del Fiordo – Furore

• L’angolo della spesa – Conca dei Marini

• Tabacchi Ruocco di Ruocco – Praiano

[ IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE – MA GUARDA E LEGGI : SOTTO ]

————————————————————————–
IL SERVIZIO TERMINA – MA DOPO LA LOCANDINA REDAZIONALE LEGGI :
 Il dialogo salverà il Tibet. Drogati all’inferno dei Laogai. Cina:nessuno scampo per parenti di cittadini scomodi. Pesticidi nei concimi dalla Cina

 

ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT”  NAPOLI 
  
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
 LEGGI : VEDI SOTTO

 

 

 ————————————————————————-

 

 

—– Original Message —– From: Laogai Research Foundation

 

 

Sent: Monday, July 28, 2014 7:59 AM

 

Subject: Il dialogo salverà il Tibet. Drogati all’inferno dei Laogai. Cina:nessuno scampo per parenti di cittadini scomodi. Pesticidi nei concimi dalla Cina

 

 

Newsletter della Laogai Research Foundation Onlus
Leggi questa email sul tuo browser

TIBET – CINA. Dalai Lama: Pechino impari dal Medio Oriente, solo il dialogo salverà il Tibet

Il leader del buddismo tibetano: “Serve un approccio realistico alla situazione. Se continuiamo a guardare al passato finiremo come israeliano e palestinesi, in un conflitto permanente”. Spronati anche i tibetani: “Basta usare soltanto il prisma della storia”.

Cina e Tibet “rischiano di finire come Israele e Palestina, impelagate in un conflitto decennale che non accenna a finire. Bisogna mettere da parte il prisma della storia e adottare un approccio realistico per risolvere la situazione, partendo dal concetto che abbiamo uguale dignità”. Lo ha detto questa mattina il Dalai Lama, leader del buddismo tibetano, durante un’intervista concessa al servizio tibetano di Radio Free Asia.

continua…

In Cina non c’è scampo neanche per i parenti dei cittadini scomodi. L’odissea di tre cristiani perseguitati per fuggire dal paese

In Cina non c’è scampo neanche per i parenti dei cittadini scomodi. L’odissea di tre cristiani perseguitati per fuggire dal paese. Sono i familiari di un pastore protestante condannato dal regime comunista a 12 anni di carcere per «assembramento illegale». Intervista a Bob Fu, presidente di ChinaAid, che li ha aiutati a scappare negli Stati Uniti.

continua…

Drogati all’inferno dei Laogai

La nuova legge antidroga cinese definisce l’uso di droga una malattia e non piú un reato. In realtá la popolazione tossicodipendente finisce in gran numero nei campi di concentramento, i famigerati Laogai, per venire sfruttati in lavori forzati di beni che vengono poi venduti in Occidente.
E’ opinione comune che se una nazione sceglie politiche liberali sulle tossicodipendenze abbracciando la cd. “riduzione del danno”, se non risolverá le cause prossime e remote della diffusione di droga, almeno garantirá migliori condizioni alla propria popolazione di drogati rispetto ad un regime “proibizionista”.
continua…

Commercianti e artigiani cinesi nei guai a Monselice, Bastia e Saletto

Commercianti e artigiani cinesi, controlli in Veneto: 69 denunce, 17 sequestri. Controlli a tappeto dei carabinieri in tutto il Veneto. 4 le attività sospese nel Padovano. Rilevati abusi edilizi, la mancata osservanza delle norme igienico-sanitarie e l’impiego irregolare di manodopera straniera.

Un blitz mirato nei confronti delle attività commerciali e artigianali gestite da cinesi e coordinato a livello regionale è stato realizzato negli ultimi giorni dai carabinieri dei sette comandi provinciali di tutto il Veneto (più Nas, Noe, Nil e Dpl).
continua…

Pesticidi nei concimi dalla Cina, maxi sequestro in Puglia e Sardegna

Un giro d’affari di 3,5 milioni di euro per i prodotti nocivi contenenti “matrina”, tossici come il Ddt arrivati dalla Cina e dall’India.
Sessantacinque tonnellate di concimi tossici a base di pesticidi stoccate e smerciate nel settore agroalimentare. Sotto inchiesta della Gdf sono finiti P.S, di 49 anni, di Taviano (Lecce), rappresentante legale della ditta Icas di Milano, operante nel settore agroalimentare, che avrebbe conservato nei propri magazzini con sedi anche a Cagliari, Brindisi e Foggia prodotti con principi attivi destinati a entrare in contatto con derrate alimentari non conformi alle legislazione e ritenuti pericolosi per la salute.
continua…

SOSTIENICI!

La Laogai Research Foundation Italia vive solo grazie al supporto economico dei propri soci e sostenitori: per rimanere imparziale e indipendente infatti, non accetta soldi dai governi o dai partiti. 

Ogni piccolo contributo è benvenuto. Contiamo su di te, aiutaci !

Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Website
Website
Copyright © 2014 Laogai Research Foundation, All rights reserved.
Ricevi quest email perchè iscritto alla newsletter della Laogai Research Foundation

Our mailing address is:

Laogai Research Foundation

Largo della Caffarelletta 7

Rome, Rm 00179

Italy

Add us to your address book

unsubscribe from this list    update subscription preferences

Email Marketing Powered by MailChimp

FINE SERVIZIO

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...