SOSPENSIONE LUIGI DE MAGISTRIS SINDACO ARANCIONE GATTOPARDO (ALIAS PER I LAZZARI “GIGGINO ‘A MANETTA”) E LA NAPOLI NOBILISSIMA MA SVENTURATA – REPLICA VUONO FERRUCCIO SENIOR


SOSPENSIONE LUIGI DE MAGISTRIS SINDACO ARANCIONE GATTOPARDO (ALIAS PER I LAZZARI “GIGGINO ‘A MANETTA”) E LA NAPOLI NOBILISSIMA MA SVENTURATA – REPLICA VUONO FERRUCCIO SENIOR

Da: “Azimut – Ufficio Stampa” – Ferruccio Massimo Vuono
massimovuono@libero.ithttps://azimutassociazione.wordpress.com
Data: 04/10/2014 – aggiornamento : al 5.10.’14
Anteprima di web : associazioneazimut@tiscali.it
Oggi:  SOSPENSIONE LUIGI DE MAGISTRIS SINDACO ARANCIONE GATTOPARDO ( ALIAS PER I LAZZARI “GIGGINO ‘A MANETTA” ) E LA << NAPOLI NOBILISSIMA MA SVENTURATA >> – REPLICA VUONO FERRUCCIO SENIOR – [ “AZ.-NEWS” : 5 OTT. ’14 ]
——————————————————————————-

Notizie relative a oggi la supplica alla madonna di pompei


Supplica alla Madonna di Pompei domenica 5 ottobre

NapoliToday – 1 giorno fa
Nel Santuario di Pompei, un mese di ottobre intenso e completamente dedicato alla preghiera. Momenti centrali sabato 4 e domenica 5 ottobre …
[ IL SERVIZIO ODIERNO ]
————————————————————————————————————————————————————
04/10/2014 – IN QUESTO NUMERO ( TRA LE TANTE NOTIZIE )
– IL POST DEL PRESIDENTE SU DE MAGISTRIS E NAPOLI
( vedi : oltre – dopo l’intervento Nardiello ( dal “Roma” )
REPLICA – associazioneazimut@tiscali.it
Oggi:  REPLICA Vuono  Ferruccio senior (papà  e nonno ferruccio – vedi : oltre )
————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Scugnizzi – A Città ‘e Pulcinella – Domenica In – YouTube

► 4:21
http://www.youtube.com/watch?v=tHi6kSl0o3I12 feb 2011 – 4 min – Caricato da scungyful
Scugnizzi – A Città ‘e Pulcinella – Domenica In …. tutto il arte di questa citta , sonno …
NAPOLI – DOPO LA SOSPENSIONE DEL SINDACO
RESTA SEMPRE IL GRIDO DI BATTAGLIA DEGLI ELETTI
IL << POTERE >> A CHI ? A NOI !!! IL “RESTAR IN SELLA”  A CHI ? A NOI ! ! !
ECCO PERCHE’ NULLA ACCADRA’ ( E SPERIAMO DI SBAGLIARCI ) – LEGGI TUTTO [ VEDI : OLTRE ]

‘A città ‘e Pulecenella – Scugnizzi – YouTube

► 3:48
http://www.youtube.com/watch?v=zJ6_g1tlILo13 lug 2012 – 4 min -Caricato da SaxophoneMononoke
T’accumpagno vico vico sulo a tte ca si’ ‘n amico e te porto pe’ ‘e quartiere addò ‘o…

Sal Da Vinci scugnizzi(a città e pulicinella)napoli la più bella storia …

► 3:43
http://www.youtube.com/watch?v=gXzUwacs7os28 set 2009 – 4 min -Caricato da cristianNAPOLI1
dalla strepitosa voce di Sal Da Vinci e di scugnizzi un omaggio alla mia la vostra la …

‘A città ‘e Pulecenella – YouTube

► 3:35
http://www.youtube.com/watch?v=RCXKPYrzgGo23 gen 2008 – 4 min -Caricato da cozzetella
La rabbia di chi vede Napoli trasformata agli occhi del mondo intero in una discarica a …
[ DA “AZIMUT ARCHIVIO ONLINE ]
 –>

1 Vote
DELLA << CAMPANIA (IN)FELIX >> NELL’ITALIA DEL “BLA-BLA-BLA” E LA
<< “NAPOLI NOBILISSIMA” MA SVENTURATA >> (NARDIELLO E VUONO) ALTRO]
Thursday, January 09, 2014
(“Az.NewsLetter”: 10.01.’14]
IN COPERTINA
I NAPOLETANI COME I MILANESI HANNO SCELTO IL MEGLIO ( OHIBO’ )

DELLA << CAMPANIA (IN)FELIX >> ( E NON SOLO PER IL TERRITORIO… ) NELL’ITALIA DEL “BLA-BLA-BLA” ( E DELLO << SFASCIO >> ) E LA

<< “NAPOLI NOBILISSIMA” MA SVENTURATA >> (…NON CAMBIA… )

[ LINK ]
 DELLA << CAMPANIA (IN)FELIX >> NELL’ITALIA DEL “BLA-BLA-BLA”
January 09, 2014
sul Roma ( in prima e segue a pag. 24 )
 articolo di Vincenzo Nardiello
L’OPINIONE
C’E’ LA RIPRESA. DELLA CRISI
BASTA BALLE, SERVE AGIRE
Dunque, arriva la ripresa. Gli ultimi dati sulle esportazioni della Campania che il “Roma” pubblica oggi lo confermano: c’è la crescita. Della crisi. Si tratta di numeri drammatici, che in certi settori produttivi rivelano veri e propri crolli. L’export di comparti come l’elettronica e la farmaceutica segnalano cali tra il 40 e il 45%. Siamo vicini alla soglia del disastro. Finanche l’agroalimentare, tradizionale vanto della Campania Felix che fu, le cui esportazioni hanno retto anche all’urto della crisi e alla devastante vicenda della Terra dei fuochi, mordono il freno. Tutto ciò si somma ad un’industria in coma, un’edilizia che pare destinata ad un purgatorio prossimo all’inferno e al credito azzerato. In questo contesto, i dati diffusi ieri dall’Istat su disoccupazione e cassa integrazione che polverizzano nuovi record appaiono l’inevitabile corollario di una situazione ormai fuori controllo. Logica vorrebbe che un Governo minimamente degno di questo nome mettesse in campo provvedimenti concreti, almeno per provare ad arginare la valanga. Da questo punto di vista, l’irruzione di Renzi alla guida del Pd era stato salutato a ragione come una possibile scossa positiva per tutta la politica, ma ad un mese dalle primarie l’attivismo del segretario rischia di tramutarsi in una grossa delusione. Mentre la maggioranza mostra tutta la consapevolezza del dramma in atto, occupandosi di liberalizzazione delle droghe, unioni gay e rimpasto, i due cavalli di battaglia del sindaco si rivelano per quelli che sono: specchietti per le allodole nel migliore dei casi, pericolosi nel peggiore. Alla prima categoria s’iscrive la proposta di tagliare un miliardo di costi della politica abolendo – di fatto – il Senato. Per una riforma del genere è necessaria una legge costituzionale, ma avendo tutti dichiarato che nel 2015 si voterà non ci sarà tempo per approvarla. Chiacchiere senza neanche il distintivo. Alla seconda categoria, invece, appartiene il “piano lavoro”, che conterrà più tasse sulle cosiddette rendite finanziarie (un modo elegante per dire che verranno ri-tassati i risparmi, visto che le vere rendite sono all’estero), proprio mentre l’Italia tocca il nuovo record storico della pressione fiscale. Certo, Renzi promette che con quei soldi ridurrà le imposte sul lavoro, ma l’idea di abbassare una tassa aumentandone un’altra è vecchia quanto la sinistra. Quella peggiore, non quella riformista che il segretario a parole dice d’incarnare.
Nel frattempo siete tutti invitati al gran ballo dello spread, tornato ai livelli precrisi. Governanti stolti ed ignoranti scambiano rintocchi di campane a morto per una festa paesana. E’ chiaro a tutti che gli spread dei Piigs sono artificialmente bassi e che il loro valore non riflette un solo parametro dell’economia reale in miglioramento. Sui mercati sta accadendo qualcosa di poco chiaro, che forse soltanto le decisioni della Bce potranno svelare (soldi alle banche?). Non è escluso che gli gnomi della finanza stiano cucinando qualche altra polpetta avvelenata per le nostre già devastate economie.
E LA << “NAPOLI NOBILISSIMA” MA SVENTURATA >>
[ L’EDITORIALE ]
vuono
AL VISITATORE E AL LETTORE
OPPOSIZIONE SI’, OPPOSIZIONE NO
Arturo Stenio Vuono *
    Noi siamo contro l’arancione, Luigi De Magistris – Sindaco, e la maggioranza dei gattopardi che lo sostiene. E siamo per la
<< opposizione >>.
    Noi siamo contro l’esercizio ( in Consiglio e in Città ) dell’attuale “opposizione”.
    Tale nostra ( apparentemente contradditoria ) posizione è ( al contrario ) il contenuto di una lucida linea culturale e politica.
    E tentiamo di spiegarci ( dopo tanto – ma tanto – “pazientato” ).
    All’indomani della discesa in campo dell’attuale capo delle “opposizioni” ( solo il centrodestra, ad oggi, ne conta ben sette – con undici consiglieri comunali [ ! ], tutto un “programma” ) , Gianni Lettieri, per l’imprevista sua investitura a candidato – sindaco, raccolse – anche – il consenso da parte di pezzi della società civile – più o meno riconducibili agli attuali democrat – che, infatti, non gli lesinarono una sponsorizzazione in tutto il corso delle elezioni amministrative del 2011 ( già quando Lettieri era a capo dell’Unione Industriali, com’è noto, il Pd napoletano, che lo guardava con simpatia, addirittura lo voleva candidare dopo la Iervolino).
    Tale inedito affiancamento, seppure in tono minore, ovviamente, non avveniva a caso e non ispirato, nella fattispecie, dall’interessato. Si inseriva, e si inserisce, evidentemente, in un quadro politico cittadino i cui ingredienti sono : la cronica linea – compromissoria e consociativa – che, da sempre, ben incarna quella editoriale del maggiore quotidiano partenopeo, cioè, l’azione di sistematica critica alle insufficienze delle amministrazioni di sinistra e per poi, sistematicamente, ad ogni turno elettorale, richiamare –  la pubblica opinione – a un ricambio che mai venga, però, a determinarsi – per globale alternativa – con precisi connotati “a destra” ( solo Giorgio Almirante – negli anni ottanta – provò a smontare tale patologia, attaccò frontalmente il tabù e sfiorò solo per un soffio il debellare, una volta per tutte, questo vero e proprio cancro partenopeo ); l’incongruenza e le spaccature, nell’ambito della destra e – poi – del centrodestra, frutto d’una classe elettiva che ha – da sempre – privilegiato il proprio << particulare >> ( così, per l’oggi, la completa frammentazione in PdL Napoli, PdL, Liberi per il sud, Fratelli d’Italia, Futuro e Libertà, Forza Italia e il Nuovo centrodestra ); le garanzie di “moderatismo ( è solo un dolce eufemismo ) del candidato extra-sinistra ovvero che, prevalga o meno, ad essere – sempre – un << ponte >> verso l��apparato politico-istituzionale del centrosinistra ( per cui, prima, giocoforza, l’industriale Lettieri come figura “autonoma” e “indipendente”, dotata di un certo << neutralismo >> e, oggi, di certo non per sua scelta, che resta “fuori dall’agone delle polemiche di partito, e al di sopra dei partiti, una funzione che esercita sia in aula che – per così dire – in piazza ); d’altronde, a riguardo di tale comportamento, il massimo risultato, con qualche blitz – nei confronti di esponenti della giunta municipale in carica – sostenuto, pure, da eletti della maggioranza, in occasionale “eresia”, ha mostrato, per l’appunto, come i conti non tornano.
    Un quadro politico cittadino, cioè, nel quale, apparentemente eliminata la ipoteca della “sinistra classica” ( e in ultimo di Bassolino e della Russo Iervolino ), sempre vi sia via libera al consolidamento del solito, identico, e storico << assetto >> nel quale, come si vede, nessun problema è possibile risolvere.Maggiormente per l’affinamento – da parte dell’attuale primo cittadino ( alias, per i “lazzari”, << Giggino ‘a manetta >> ) – del marchingegno marxiano all’insegna del << partito delle tasse >> che, tanto per fare un solo esempio, utilizza anche la prima, e unica, casa come bancomat “per garantire i servizi” inesistenti ( leggasi : per oliarne le solite nomenklature di preposti e “dispensatori”) e “per ristorare le fasce disagiate ” ma non dei veri meno abbienti (leggasi : le clientele elettorali di sempre e i “falsi poveri” , perciò, da precettarsi ).
    Sembra che per contribuire e consolidare tale << modello >> ( di gestione – a “Palazzo San Giacomo” ) e il governo locale che si tinse di rosso ( dal 1976, in poi, salvo qualche risibile interruzione ) e, successivamente, presentato in rosa, indi in “arancione” ( con il “…che cambi tutto, affinchè nulla cambi…” ), non vi sia, al momento, strumento migliore che una “opposizione frammentata” e a copertura della quale egregiamente si prestano, purtroppo, e il sopraggiunto << bing bang >> del PdL e il ridefinire la nuova composizione delle aggregazioni consiliari che vi sono subentrate, o che subentrino, spacciate per una risultante di << politica nobile >> ( e non solo del e nel centrodestra, antesignani – per altri versi –  il già “pendolarismo” Udc, con la politica dei “due forni” e lo sterile velleitarismo  a volere essere buoni  di “Futuro e Libertà”;che contribuirono, seppure nel loro piccolo,  a consegnare la Città a De Magistris e al flop del rinnovamento nelle municipalità ).
    In tale quadro di presunta riconsiderazione e di ristrutturazione degli equilibri, nel quale si restringe e si rinserra – in specie e segnatamente – l’alternativa del centrodestra, invero, non v’è più spazio e posto per una reale e vera << opposizione >>; poichè venendone a mancare i presupposti fondamentali ed i soggetti idonei; e nessuna prospettiva, così stando le cose, esondando l’incoerenza, per il ripristino d’una normale fisiologia democratica di alternanza; e, per il futuro, salvo l’eventuale inversione di tendenza e provvidenziali svolte, possibilità scarsissime di ricambio degli eletti che “questuano” briciole di potere; di conseguenza nessuna appropriata candidatura che, come tale, dovrebbe disarticolare tutto ciò che – a tutt’oggi” – impedisce una fertile e salvifica << contrapposizione>> ( ciascuno dei protagonisti – quasi sempre gli stessi – per avere, politicmente, i propri “scheletri negli armadi” e, perciò, “preferiti” all’occupare gli scranni municipali ).
      Diciamo, quindi, e sempre << No >> all’attuale maggioranza in quanto non trova posto nelle prospettive per le quali operiamo.Diciamo altrettanto << No >> all’attuale “opposizione” in quanto ribadiamo, chiaro e tondo, che – stante le nostre prospettive – non intendiamo, oggi, lavorare per il consolidamento di un sistema politico cittadino che ha fatto il suo tempo e che, o si evolve diversamente o deve, inesorabilmente, approdare all’ultima tappa della metastasi di questa nostra << “Napoli – nobilissima” ma sventurata” >> .
* presidente Associazione Culturalsociale “Azimut” – Napoli

[ LO “SCUDISCIO” DI LEHNER ]

——– Original Message ——–

Subject: Lehner su ( . . . )
Date: Sat, 4 Oct 2014 10:54:42 +0000
From: Giancarlo Lehner
To: ( . . . )
Che Silvio Berlusconi sia un genio è ratificato dalla Storia. Il capolavoro finale,  gemma della sua follia erasmiana, sarà la liquidazione del movimento politico da lui creato. Tra i forzisti,troppi nani/e e ballerini/e per non abbandonarli alla loro mediocrità.

Giancarlo Lehner
De Magistris sta a Napoli come Mazzarri all’Inter.

Giancarlo Lehner
De Magistris sta a Napoli come Mazzarri all’Inter e Civati al Pd.

Giancarlo Lehner
———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-
[ “AZIMUT” – BERLUSCONI CON TATARELLA – foto di archivio ]
Giuseppe Tararella e Silvio Berlusconi
In tutta Europa avanza il centrodestra, in Italia no. È il momento di …

56 minuti fa … Ecco, i tagli delle tasse, altro punto-cardine del centrodestra. All’appello, per
adesso, manca solo l’Italia, perché da noi il centrodestra non ha …
[ per leggere l’articolo – vedi : sotto ]

L’Europa della Merkel e delle banche da una parte. L’Europa dei popoli dall’altra. E quei popoli, umiliati e strangolati dal rigore, possono e vogliono reagire, senza bisogno di far scoppiare l’inferno. C’è un dato di fatto: in tutto il Vecchio Continente – che mai come negli ultimi anni sta mostrando i segni del tempo, le rughe e i capelli bianchi – la gente vede uno spiraglio, un piccolo spiraglio. E dà fiducia al centrodestra.Sia chiaro, è un centrodestra che mostra forti differenze Paese per Paese, spesso anche contraddizioni forti e altrettanto forti tensioni. Ma è pur sempre unito da un comun denominatore, da una linea che ha punti-cardine chiari, che vanno dalle perplessità sui sacrifici chiesti per l’euro alle misure per contrastare l’immigrazione. È un centrodestra che non teme di essere accusato, come avviene da noi, di intolleranza, razzismo e catastrofismo: ha scelto una strada, crede in quella strada e non cambia per uniformarsi al politicamente corretto. I dati sono noti. In Francia i socialisti di Hollande non esistono quasi più, Marine Le Pen vola nei sondaggi e Sarkozy ha preparato nei dettagli il ritorno in grande stile. In Spagna c’è più o meno la stessa situazione, l’era di Zapatero è archiviata da tempo, le posizioni dei popolari sono consolidate. In Bulgaria prevale il centrodestra, per le sue ricette contro la povertà e la corruzione. In Ungheria non c’è storia. E ora i sondaggi danno un’altra brutta botta alla sinistra: per la prima volta dal 2012 – come riporta il Sun – i conservatori britannici guidati da David Cameron sono tornati in testa. Emerge così che i Tory raccolgono il 35% dei consensi, secondo il rilevamento, seguiti dai laburisti di Ed Miliband al 34%. Una distanza ravvicinata ma indicativa visto che è la prima volta in due anni che si registra un sorpasso rispetto all’opposizione, e questo a sette mesi dalle prossime elezioni politiche fissate per il 7 maggio 2015 per cui la battaglia e la campagna elettorale è di fatto già avviata. Il sondaggio – e questo è un dato importante – è stato condotto dopo il discorso del primo ministro Cameron a conclusione del congresso Tory a Birmingham con cui ha lanciato la sua sfida per restare a Downing Street, promettendo tagli alle tasse. Ecco, i tagli delle tasse, altro punto-cardine del centrodestra. All’appello, per adesso, manca solo l’Italia, perché da noi il centrodestra non ha ancora riacceso i motori, tanto da dare la sensazione di essersi addormentato. O peggio, di essere rassegnato. In attesa di chissà cosa. Ma è sbagliato attendere gli errori degli avversari. Bisogna svegliarsi e agire. Con le proprieidee. Con le proprie convinzioni. E soprattutto con coraggio.

[ FRANCESCO SIGNORETTA – OTTOBRE, 3 – 2014 ]

OGGI IN Il commento

“Daje Marino, vattene”: in piazza contro il sindaco di Roma anche i passeggini con mamma e papà

Daje, Marino, ne hai combinata un’altra. Un’altra delle tue. L’ironia impazza sul web, tra sfottò e battute pungenti. Per il sindaco di Roma – raffigurato […]

Commenta la notizia

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————

[ nella foto : Berlusconi con Putin e segue un video – da “Azimut-archivio online ]

Berlusconi e l’ Euro .. – YouTube

► 2:00
http://www.youtube.com/watch?v=rFiTEBMqEsw29 giu 2014 – 2 min – Caricato da MrDUILIOTS
You need Adobe Flash Player to watch this video. … Silvio Berlusconi: “Il vero …

[ tratto dal web ]

Putin a Milano, Forza Nuova in piazza contro il tentativo di separare Europa e Russia

NEWS, POLITICA martedì, 30, settembre, 2014

30 settembre – Putin a Milano. Fiore: “Forza Nuova in piazza per dire stop a sanzioni e bloccare tentativo di separare Europa e Russia”…. L’annunciata visita di Vladimir Putin a Milano, in occasione del vertice euroasiatico ‘Asia-Europe Meeting’ del 16/17 ottobre, è uno di quegli avvenimenti che divide; la sua sola presenza fa paura a chi ha creduto di poter isolare la Russia a forza di sanzioni.

Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova, ha annunciato la presenza in piazza del suo Movimento, tra i primi ad avere frequenti rapporti con la Russia, promotore di appelli a sostegno delle ragioni del Presidente della Federazione Russa.

“Manifesteremo – ha spiegato Fiore – perché stiamo fuori da quel coro stonato che accusa i russi di ogni nefandezza,nascondendo la testa sotto la sabbia, pur di non dispiacere ai padroni USA e UE, delle forti perdite economiche di moltissime nostre aziende.

E’ necessario ritirare le sanzioni e bloccare il tentativo autolesionista di separare i destini di Europa e Russia che, al contrario, devono sempre più convergere su una piattaforma comune che conduca all’isolamento dei veri nemici dei popoli europei: Stati Uniti e loro alleati – tra cui i finanziatori dei tagliagole Isis – avallati da alcuni Paesi della tirannica Unione Europea”.

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
ULTIMO NOSTRO SERVIZIO IN RETE – LINK

Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da WordPress · ( . . . )
“HANNO RUBATO L’ORO DELL’ITALIA” – UNA FISARMONICA SUONA IN PARADISO – VUONO FERRUCCIO SENIOR E COSENZA CITTA’ DEI BRUZI
“HANNO RUBATO L’ORO DELL’ITALIA” – UNA FISARMONICA SUONA IN PARADISO – VUONO FERRUCCIO SENIOR E…
azimutassociazione.wordpress.com
“HANNO RUBATO L’ORO DELL’ITALIA” – UNA FISARMONICA SUONA IN PARADISO – VUONO FERRUCCIO SENIOR E COSENZA CITTA’ DEI BRUZI [ 10454 more words. ]
  • PER LEGGERE UNO STRALCIO DEL SERVIZIO – PARTE VUONO FERRUCCIO SENIOR – VEDI : OLTRE Associazione Azimut
UNO DEI TANTI MESSAGGI RIOCEVUTI – DOPO L’ULTIMO SERVIZIO
Facebook
Alessandro Tammaro ha commentato la tua foto.
Alessandro Tammaro
3 ottobre alle ore 23.22
Quando una persona ci lascia, quando non è più qui e non possiamo più toccarla, o sentire la sua voce… sembra scomparsa per sempre. Ma un affetto sincero non morirà mai. Il ricordo delle persone che ci sono state care vivrà per sempre nei nostri cuori: più forte di qualsiasi abbraccio, più importante di qualsiasi parola.

———————————————————————————————————

Report foto ( da Cosenza ) – già in rete

[ Vuono Ferruccio senior – dalla sua gioventù alla tarda età ]

—– Original Message —– From: stenio vuono
Sent: Friday, October 03, 2014 9:57 AM
Subject: ferruccio
vedi
Carmela D'angelo e famiglia009
—– Original Message —– From: stenio vuono

Sent: Friday, October 03, 2014 10:00 AM
Subject: ferruccio.
10704066_837342919649087_6803060099636684389_nCarmela D'Angelo e Maia VuonoImmag006
vedi

—– Original Message —– From: stenio vuono
Sent: Friday, October 03, 2014 10:02 AM
Subject: ferruccio.
vedi
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
[ LE ULTIME SUE 2 FOTO CON IL FRATELLO STENIO A “VILLA BIANCA” IN APRIGLIANO ( COSENZA ) DOVE, NEGLI ULTIMI TEMPI. FU CURATO ]
[ IL SERVIZIIO CONTINUA ]
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
DELL’ITALIA E DEL MOMDO
Gaetano Daniele
Gaetano Daniele 3 ottobre 17.30.36

——– Original Message ——–

Subject: Sala giochi “BombObama”
Date: Sat, 4 Oct 2014 14:54:57 +0200
From: Vincenzo Mannello
To:
Non è una “fissazione” tirare in ballo il “nobel per la pace” ogni piè sospinto ma è proprio che “lui”, essendo “tanto”,furoreggia ovunque.
Non c’è nazione al mondo che non veda l’intrusione yankee nei propri affari interni ed esterni.
Forse,ad oggi ,solo su Hong Kong non ci è stata rivelata la verità assoluta : quella della “democrazia liberale” e come debba essere imposta.
Con le buone,in Occidente, o con le cattive in tutto il resto del globo.
Certamente ,quando i media asserviti al padrone americano trovano facile materia  di propaganda,diventa tutto più semplice per il nero presidente (nero perché non è  che  gli vada tutto bene) : blandire,minacciare e pure passare all’azione in modo esponenziale.
Vedi oggi Isis e sue conseguenze.
Tutto il can can sul Califfo e le sue milizie popolari (disturba il termine ma non sono pochi “terroristi” bensì milioni sparsi in tutti i continenti) è mediaticamente iniziato quando hanno preso a girare le immagini delle prime decapitazioni.
Prima,non molto prima,BombObama e soci avevano ricevuto Al Baghdadi
in pompa magna per utilizzarlo contro Assad. Biden addirittura ci si fece fotografare assieme.
Poi,solo dopo che il Califfo ha sgominato l’esercito iracheno iniziando a tagliare teste, il nobel ha percepito il pericolo.
Specialmente perché puzzava di petrolio,quello estratto dai “terroristi” dai pozzi conquistati e venduto al mercato nero.
Da quel momento è partita la “crociata” già sperimentata in passato con Saddam Hussein,Milosevic,Gheddafi,Mubarak ed altri e tentata contro Assad.
Quindi decapitazioni provvidenziali per gli Usa,specie quelle dei malcapitati occidentali di turno.
Come all’epoca giravano per l’Europa monaci ed artisti che atterrivano le corti ed il popolo con i racconti ed i disegni delle nefandezze di Saladino e maomettani vari,così le orrende immagini di sgozzamenti singoli e di massa toccano la paura, ancestrale o meno che sia,dei cittadini d’Occidente.
E tanti sono pronti a veder partire torme di “volontari” per le invocate “missioni umanitarie”.
Tanti perché non siamo “tutti” ad abboccare alle notizie propinateci da giornali,radio e televisioni ed “indirizzate” a senso unico per favorire lo sdegno e promuovere la guerra “all’assassino islamico”.
Oggi c’è internet,c’è l’informazione indipendente e la possibilità di ricevere pure notizie “diverse” da offrire a quanti (una marea,pure in Occidente) non intendiamo portare il cervello all’ammasso e neppure andare a combattere il Califfo in nome e per conto del “profeta della pace”.
Premesso che nessun “terrorista” Isis ha compiuto una qualunque azione in Europa,America ed Australia (e nessuno può contraddire questo dato), ci sa spiegare BombObama perché gli aerei ed i droni occidentali ammazzano miliziani e pure civili innocenti nei territori controllati dal Califfo ? Ci vuole mostrare (perché ci sono ed ogni tanto si intravedono in Tv) le riprese dei bersagli “ingaggiati” e poi annientati dai mirini telematici ?
Magari con gli osceni dettagli di corpi sbriciolati e smembrati.
Certo,per gli eroici piloti (che non rischiano attualmente nulla) è tutto sommato un “war game” e neppure sanno chi ci sia dentro mezzi,fortificazioni e semplici abitazioni distrutte.
Magari donne e bambini innocenti,cosa importa ?
Come mai è importato a BombObama.
Lui vede e dirige tutto dalla apposita Sala Giochi della Casa Bianca : in diretta “giochi di guerra” e chi (non) s’è visto……non si deve vedere.

Grazie per l’attenzione
Vincenzo Mannello

Quanto sopra,non essendo il sottoscritto “simpatizzante” dell’Isis,vuole solo essere un modesto tentativo di spiegare a quanti leggano il perché potremmo tutti (non i vertici di potere) essere in pericolo di qualche rappresaglia davvero terroristica.
Se andiamo fuori casa ad intrometterci in affari interni ad altre nazioni,per giunta massacrando miliziani e civili,come possiamo pretendere che questi non si difendano come possono ? In casa nostra.

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
04/10/2014
REPLICA : associazioneazimut@tiscali.it
Oggi:  REPLICA Vuono  Ferruccio senior (papà  e nonno ferruccio)
[ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI –  IN QUESTO NUMERO – TRA UNA NOTIZIA E L’ALTRA – PARLIAMO DI VUONO FERRUCCIO SENIOR – LEGGI ! ]

Mio Nonno Ferruccio e mia Nonna Carmela.

Mio Nonno Ferruccio e mia Nonna Carmela.
LEGGI TUTTO ( VEDI : OLTRE )
————————————————————————-
STRALCIO DALL’ULTIMO SERVIZIO IN RETE
————————————————————————–
 VUONO FERRUCCIO SENIOR
domenica, 28 settembre 2014
SCOMPARSO A 93 ANNI
ADDIO A PAPA’  E NONNO FERRUCCIO
EROE NORMALE
CLASSE DEL ’21
 
[ “AZIMUT” – I NOSTRI CARI CHE SONO RITORNATI ALLA GRANDE LUCE, TERMINATO IL LORO TRAGITTO TERRENO, ORA APPARTENGONO ALL’INVISIBILE; ESSI POTRANNO VEGLIARCI PIU’ FACILMENTE, CON GIOIA, SOLO SE POTREMO SUPERARE LE LACRIME DEI NOSTRI OCCHI ]

Raccolta di Canti Gregoriani – YouTube

► 14:35
www.youtube.com/watch?v=zZYpccB-ZB430 lug 2012 – 15 min – Caricato da germogliodirosa
Alcuni tra i più bei canti Gregoriani BUON ASCOLTO 1. Rosa Carmeli 2. Puer natus in …
[ per leggere tutto – vedi: oltre ]
———————————
———————————————————————————————————————————————
VUONO FERRUCCIO SENIOR
LA SUA AMATA CITTA’

Cosenza – Città dei Bruzi – YouTube

► 6:44
www.youtube.com/watch?v=cwOYkoqJACs19 ott 2013 – 7 min –Caricato da Lozion90
Cosenza – Città dei Bruzi. Una città … Si ringraziano le Alarc’h, duo cosentino
LA SUA AMATA FAMIGLIA
(  E LA DISCENDENZA )

Genealogia Famiglia Vuono

Dai Bisnonni ad oggi. di Stenio Vuono Junior. contatti e o invio materiale:
stevu48@yahoo.it · Contatore sito · Istruzioni · Torna alla pagina principale.
Vuono …

“Dai bisnonni ad oggi” – Genealogia Famiglia Vuono

“Dai bisnonni ad oggi”. Progetto di Stenio Vuono Junior sulla genealogia della
famiglia Vuono dal tempo dei Bisnonni ad oggi.

————————————————————————————-
COSENZA – IL COMMIATO
Cosenza, 30 di settembre dell’Anno del Signore 2014.
( VEDI : OLTRE ) 
UNA FISARMONICA SUONA IN PARADISO – VUONO FERRUCCIO SENIOR E COSENZA CIITA’ DEI BRUZI
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 2 OTT. ’14 ]
( per leggere tutto – vedi : sotto e ancora oltre )
[ dall’album di famiglia – i nonni – etc. ]

Ferruccio Massimo Vuono Li porterò sempre nel mio cuore.
Mio Nonno Ferruccio e mia Nonna Carmela. foto di Ferruccio Massimo Vuono.
 FOTO N. 1 : CON MIA NONNA CARMELA ( ZIO RITO E IL MIO PAPA’ ARTURO STENIO ) IN CORSO UMBERTO A COSENZA ( ZIO ROBERTO E ZIA ROSANNA VENNERO DOPO ) –FOTO N. 2 : CON LA SUA FISARMONICA ( NELL’ORCHESTRA DEL MAESTRO COLLUTO – A COSENZA )
foto di Ferruccio Massimo Vuono. foto di Ferruccio Massimo Vuono.
 FOTO N. 3 : A COSENZA CON IL FRATELLO ZIO FRANCO ( NELLA STANZA LABORATORIO RADIO ) – FOTO N. 4 : CON MIA NONNA CARMELA AL MARE ( SCALEA )
[ E SOTTO ] FOTO N. 5 : A SCALEA ( CON NONNA – E ARTURO STENIO / RITO / ROBERTO ) INSIEME A UNA DELLE CUGINE DELLA FAMIGLIA MILITO – FOTO N. 6 : A COSENZA ( CON I NIPOTI STEFANO E ALESSANDRO ) – FOTO N. 7 (COSENZA – NONNO E NONNA FIDANZATI)
foto di Ferruccio Massimo Vuono. foto di Ferruccio Massimo Vuono. foto di Ferruccio Massimo Vuono.
[ dall’album di famiglia – i nonni – etc. ]

Ferruccio Massimo Vuono Li porterò sempre nel mio cuore.
UNA FISARMONICA SUONA IN PARADISO – VUONO FERRUCCIO SENIOR E COSENZA CIITA’ DEI BRUZI
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 2 OTT. ’14 ]
( per leggere tutto – vedi : sotto e ancora oltre )
  1. COSENZA – IL COMMIATO
    Cosenza, 30 di settembre dell’Anno del Signore 2014.
    ( VEDI :  SOTTO E [ ANCORA ] OLTRE )
Valerio VuonoL’ULTIMO SALUTO  ( EPISTOLARE ) – IN CHIESA – LETTO DAL NIPOTE VALERIO ( programmatore – informatica e advisor aziendale nuova tecnologia – che ha ereditato dal nonno passione e lavoro già esercitati, in passato , da Ferruccio senior per la pregressa tecnologia e componistica di rai-tv ed elettronica )
domenica, 28 settembre 2014
SCOMPARSO A 93 ANNI
ADDIO A PAPA’  E NONNO FERRUCCIO
EROE NORMALE
CLASSE DEL ’21
Ferruccio Vuono senior , papà  e nonno ( era nato il 19 Luglio del 1921 a Cosenza ) se n’è andato. E ricordandolo con commozione ci accorgiamo  di dire addio non a una sola persona ma a tanti in lui riuniti. Ad iniziare dall’amata sua moglie Carmela  D’Angelo che l’aveva preceduto. Quest’uomo, eroe normale – classe del ’21, pacato, saggio, disicantato era stato giovanissimo combattente nel secondo conflitto mondiale. Via via, nella vita, sia lavoratore dipendente che autonomo. Era stato, e ne siamo tutti orgogliosi, uno dei ragazzi del muretto di via Antonio Monaco, al rione ferrovieri della riforma, un luogo simbolo della città che fu, legato per sempre a tanti suoi coetanei ( quasi tutti volati via ) da un’amicizia che era un legame d’affetto ma anche di idee e d’uno stile di vita ricco di fede e di valori. Di buona famiglia e di buoni studi medi tecnici, già  un ragazzo normale e poi un’uomo mite e buono, che aveva tuttavia un fondo di non conformismo e, a volte, l’insofferenza per i luoghi comuni e le piatte infatuazioni. Papà e nonno Ferruccio era da tempo molto malato. Ultimamente era colpito dall’aggravio dei malanni  che ci facevano pensare ad una fase terminale. Era stato accompagnato, seppure a modo suo, dalla fede e da certezze di credente che aveva maturato gradatamente. Crediamo che, se non visto da noi cosciente, però lui abbia  potuto e saputo di avviarsi verso la grande luce con coraggio e dignità. Addio carissimo e tanto amato Ferruccio. Addio. o arrivederci. La tua vita, con molte traversie e a volte sfortune, ma sempre laboriosa, però può e deve essere considerata vissuta con fortuna per tutti noi, tuoi figli, nuore e generi, e nipoti, che ti abbiamo avuto accanto e per quanto affetto ci hai dato. Sei stato anche l’esempio, per noi, di un buon italiano e un piccolo patriota, uomo esemplare ricco di sincerità e onestà. Non ti sei lasciato mai condizionare da periodi di grande difficoltà. Non ti dimenticheremo.Quando saremo assaliti da dubbi, come spesso capita, ci affideremo a te che che se non li risolvevi almeno li chiarivi. E li supereremo. Oggi che non ci sei più, mancato solo agli altri, inizia il dialogo che, con te in vita, per il troppo amore e per pudore, non abbiamo mai potuto compiutamente ultimare. Quante cose avremmo desiderato di dirti. Ci proveremo. Ferma per un’attimo la tua amata fisarmonica e in un  solo secondo diciamoci tutto che ad oggi non ci siamo detto.Grazie. Grazie di tutto. Che possa questo commiato, nella chiesa parrocchia della tua ultima residenza anagrafica, farci superare la tristezza, umanamente provata, e insieme, tutti, con tuo fratello e tua sorella della bella famiglia di origine ( già in paradiso ),  e in primis il tuo  primogenito Arturo Stenio ( o come preferivi il tuo Rino ), ch’è stato solo geograficamente il più lontano da te, confortarci e intonare l’elleluia. Alleluia, alleluia, alleluia. Ti salutiamo così, tutti noi, i tuoi cari
Cosenza, 30 di settembre dell’Anno del Signore 2014.
———————————————————————————-
( FU IL FISARMONICISTA DELLA STORICA ORCHESTRA – COSENTINA – DEL MAESTRO COLLUTO )
[ LA SUA AMATA FISARMONICA ]

FISARMONICA IMPAZZITA GRUPPO FOLK ‘O MARENARIELLO …

► 2:15
http://www.youtube.com/watch?v=JVedSXrxYqo3 gen 2012 – 2 min –Caricato da filmaiori
FISARMONICA IMPAZZITA GRUPPO FOLK ‘O MARENARIELLO …. Salvatore …

tarantella calabrese fisarmonica – YouTube

► 4:52
http://www.youtube.com/watch?v=HbOEiSPFb6A11 gen 2013 – 5 min – Caricato da Leonardo Ciccopiedi
tarantella calabrese fisarmonica …. Mimmo Mirabelli – mazurka per fisarmonica – folk …

fisarmonica folk music – YouTube

► 8:33
http://www.youtube.com/watch?v=hvL60esydos22 mag 2012 – 9 min – Caricato da Basilio Scaffidi
Storia di un Matrimonio “calabrese” Fisarmonica/chitarra & tamburello by lucio

——————————————————————————-

L’ULTIMO SALUTO  ( MUSICALE ) – IN CHIESA –  ESEGUITO DAL NIPOTE IL MAESTRO PROFESSOR  ALESSANDRO  – accompagnato da Altri – che ha ereditato dal nonno passione e grande talento musicale  già esercitati, in passato, da Ferruccio senior in orchestre  per fisarmonica solista.

———————————————————————————

[ tratto dal web – un curriculum di grande prestigio e prezioso valore ]

 
ALESSANDRO VUONO, pianoforte

Inizia lo studio del pianoforte sotto la guida di Mario Russo, esponente della scuola pianistica di Alfonso Rendano, diplomandosi a 22 anni presso il Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza. Nel 2006 riceve dal Ministero degli Affari Esteri una borsa di studio per perfezionarsi presso la Lithuanian Academy of Music and Theatre di Vilnius. Nel 2008 consegue con il massimo dei voti e la lode il Diploma Accademico di Secondo Livello in Pianoforte, sotto la guida di Antonella Calvelli. Nel 2010 consegue l’abilitazione all’insegnamento del Pianoforte. Si è perfezionato con György Sándor presso il Conservatoire de Musique di Ginevra, con Daniel Rivera e Irina Osipova presso l’Accademia Musicale Giulio Caccini di Montopoli in Val d’Arno e ha frequentato le masterclasses di Michele Campanella, Roberto Russo, Tiziano Mealli e Simone Soldati. Nel 2004 consegue, con il massimo dei voti e la lode, la Laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo presso l’Università della Calabria. La tesi di laurea è risultata vincitrice della borsa di studio Leonardo da Vinci della Comunità Europea e del Premio D.A.M.S. Festival dell’Università di Bologna. Vincitore di decine di premi e borse di studio in concorsi nazionali e internazionali (Harmoniae, Roma; Città di Massafra; Fryderyk Chopin, Catanzaro; Premio Musicale A.M.M.I., Salerno; Alessandro Longo, Torre Orsaia; A.M.A. Calabria, Lamezia Terme; ecc.), nel 2005 risulta tra i vincitori del Premio Nazionale delle Arti (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Roma), il premio più prestigioso del M.I.U.R. per gli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale. Ha tenuto concerti in diverse città italiane (Festival delle Nazioni di Roma; Lucca, Barga, Gioviano e Borgo a Mozzano; Festival Nazionale di Gioviano; Accademia Europea della Musica e dello Spettacolo, Palazzo Ricci, Montepulciano; Salone dei Marmi e Casino Sociale, Salerno; Auditorium Pio XII, Pisa; Giardino del Medioevo, Como; Saturnia Festival; Arezzo; Siena; ecc.) e in tutta laCalabria.Come componente del Bel Canto Ensemble ha tenuto concerti in Belgio (Bruxelles), Canada (Moncton e Halifax), Cipro (Larnaka e Nicosia), Croazia (Pula, Rijeka e Labin), Danimarca (Aarhus e Randers), Emirati Arabi Uniti (Abu Dhabi e Dubai), Francia (Andernos Les Bains, Bordeaux, Lyon, Nizza e Chy-Chazelles), Gabon (Libreville), Germania (Stoccarda, Heidelberg e Holzgerlingen), Malta (Victoria), Marocco (Casablanca e Rabat), Nigeria (Lagos, Abuja e Port Harcourt), Romania (Cluj-Napoca), Russia (Mosca e Kaliningrad), Slovacchia (Bratislava), Sri Lanka (Colombo), Svezia (Goteborg), Svizzera (Biel), Turchia (Izmir) e Ucraina (Odessa). È docente di Pianoforte presso le scuole statali secondarie di primo grado della provincia di Cosenza.

———————————————————————————

 DELLO << SFASCIO >>…..
zzz
 LA << REPUBBLICA NAPOLITANA >> E IL “PROTETTORATO ITALIA “…..
 DA QUESTO << SISTENA>> – DA QUESTA EUROPA – DA QUEST’EURO
TIRIAMOCI FUORI ! ! !
————————————————————————————————————————————————————-
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT”  NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
FINE SERVIZIO
Annunci

Un pensiero su “SOSPENSIONE LUIGI DE MAGISTRIS SINDACO ARANCIONE GATTOPARDO (ALIAS PER I LAZZARI “GIGGINO ‘A MANETTA”) E LA NAPOLI NOBILISSIMA MA SVENTURATA – REPLICA VUONO FERRUCCIO SENIOR”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...