EURO SI’ EURO NO ( BERLUSCONI ) – GLI 80 € ( GIANNINI ) – LEGGE SEVERINO KO – DUE CONVEGNI A NAPOLI – E ALTRO ANCORA…


EURO SI’ EURO NO ( BERLUSCONI ) – GLI 80 € ( GIANNINI ) – LEGGE SEVERINO KO – DUE CONVEGNI A NAPOLI – E ALTRO ANCORA… 
  

O G G I EURO SI’ EURO NO ( BERLUSCONI ) – GLI 80 € ( GIANNINI ) – LEGGE SEVERINO KO – DUE CONVEGNI A NAPOLI – E ALTRO ANCORA…
[“AZ.-NEWS”:3.11.’14]- https://azimutassociazione.wordpress.com 

[“AZ.-NEWS”:3.11.’14]- https://azimutassociazione.wordpress.com 
 
Fabio Pisaniello – webm. adm. des.

IN COPERTINA

Matteo Renzi (Ansa)
STACCARE LA SPINA – BASTA !
Da: Ferruccio Massimo Vuono –  massimovuono@libero.it
Data: 2 -nov.-2014 – “azimut” ufficio stampa
associazioneazimut@tiscali.it
azimutassociazione@libero.it  <an.arenella@libero.it>
Oggi: ULTIME NOSTRE E.MAIL ANTEPRIMA DI WEB – SERVIZI GIA’ IN RETE
( PER LEGGERE TUTTO – VEDI :OLTRE )
[“AZ.-NEWS”:3.11.’14]- https://azimutassociazione.wordpress.com 

———————————————————————————–

<< CORSI E RICORSI >> – LA STORIA – RICEVIAMO  E PUBBLICHIAMO –

——– Original Message ——–

Subject: Articolo
Date: Sun, 2 Nov 2014 09:27:44 +0100
From: “Filippo Giannini” <fg@filippogiannini.it>
To: associazioneazimut@tiscali.it
Reply-To: filip.giannini@tiscali.it

Questo articolo sarà pubblicato su “Il Borghese”.

 

 

Visita il sito http://www.filippogiannini.it

————————————————————————————

GLI OTTANTA EURO DEL BENE ASSOLUTO

Straordinari di Filippo Giannini

Ma chi sarebbe il Bene Assoluto? Qualcuno mi chiede; ma buon Dio è Matteo Renzi!

Dopo aver dato (e ripreso) gli ottanta Euro <ai pensionati con meno di cinquecento Euro>, un lettore mi chiede, io rispondo <Santo Dio, che domanda fate, ma quali pensionati – di questi si attende la loro morte – ma gli ottanta Euro sono destinati a chi ne guadagna 1.500 di Euro>. No, cari lettori, non storcete la bocca, il Bene Assoluto intende estendere gli ottanta Euro anche alle mamme che dopo il primo gennaio partoriranno un bimbo. Bene…bravo….bis…tris….claps, claps (applausi).

Qualcuno dirà che sono un nostalgico del Male Assoluto. Perché, non si vede? Rispondo. Prima di andare avanti apro, per essere chiaro al massimo, uno dei più noti dizionari italiani, il De Agostini, nella voce nostalgico e leggo e trascrivo: <Che rimpiange un regime politico del passato, in particolare il fascismo>. Avvalendomi anche della rivista Paralleli, desidero ricordare che l’idea di premiare le mamme che concepivano un bambino era nata nella mente del perfido Male Assoluto ben 77 (dico: settantasette) anni fa. Infatti nel 1937 la campagna demografica offriva agli operai che si sposavano un assegno nuziale di 700 lire. L’assegno nuziale era inoltre corredato da un prestito senza interessi non inferiore alle 1.000 lire che veniva elargito a quanti sposati entro i venticinque anni, guadagnavano meno di mille lire lorde al mese, ossia la stragrande maggioranza degli italiani. A sei mesi dalla concessione del prestito si cominciava a restituire nella miserabile misura dell’1% al mese. Ma ora, caro Don Matteo attenzione: dopo la nascita di ciascun figlio la restituzione veniva sospesa per un anno e il prestito si riduceva del 10% del totale al primo figlio, del 20% al secondo, del 30% al terzo, del 40% al quarto, dopo di che veniva condonato. Alle madri riconosciute ufficialmente prolifiche, con almeno sette figli, il Male Assoluto inviava o consegnava personalmente in fastose cerimonie a Palazzo Venezia 5.000 lire più una polizza di assicurazione di 1.000 lire. Altre facilitazioni (attento don Matteo!), come per esempio la tessera gratuita per tutti i mezzi pubblici, arrivava loro dal fascio locale (oh mamma c’ho detto!!!! Ho nominato il Fascio). Don Matteo, no, non ho finito: i capifamiglia con prole numerosa godevano di privilegi straordinari negli impieghi statali, nei contratti di lavoro collettivi, nella concessione di prestiti a interesse,  e di forti sconti nell’affitto degli appartamenti. Anche gli assegni familiari erano ragguardevoli: 3,60 lire la settimana per gli operai con un figlio, 4,80 per quelli con due o tre figli; 6 lire da quattro figli in su. Per gli impiegati (sempre alla settimana) 4,80, 6,50 e 7,20. Per i dipendenti del commercio, infine, gli assegni potevano essere anche più elevati.

Don Matteo, ma senta  cosa ho letto oggi, non posso citare la fonte perché è un foglio anonimo: <Renzi, nella bramosa caccia al denaro con il quale mantenere almeno il 10% di quanto promesso, ha idea di far pagare il bollo di circolazione ai passeggini>. Don Matteo, lei mi dice che questa è una cattiveria?! Bene, allora ecco un’altra cattiveria. Sempre nello stesso foglio leggo: <Renzi vuol distribuire il TFR (liquidazione): vana speranza di riavviare così il consumo e quindi la produzione. Curioso: Mussolini lo inventò per garantire il lavoratore e dargli una vecchiaia serena. Renzi lo vuol depredare per fregargli con le tasse anche il futuro. Allora si costruì lo stato sociale, venendo dal medio evo. Oggi i sinistri ci vogliono risprofondare nei secoli bui. Bravi! Bene!>.

E in merito a quanto periodicamente accade in Italia (vedi ad esempio il caso di Genova), ecco quanto ha scritto l’anonimo cattivo: <Per la cronaca, l’ultimo che dragò seriamente i fiumi in Italia, fu Mussolini. Ma non si può dire, perché è apologia>. E infatti io non lo dico!

Torniamo ai beati tempi di oggi e termino citando una osservazione di Alessandro M. Questi, se possibile, è più ingrifato di me circa il Fascismo e il suo Capo. Leggiamo e trasmetto al Bene Assoluto, a don Matteo: <Quasi nessuno, tra i figli dei lavoratori che non vi risiedessero abitualmente, aveva mai  potuto, in precedenza, passare periodi di vacanze ai monti o al mare, per l’ovvio motivo che a una famiglia di quei tempi, spesso famiglie numerose e monoreddito, una volta soddisfatto l’obiettivo primario della sussistenza, non rimanevano certamente denari per mandare i figli in villeggiatura. La villeggiatura era un privilegio dei benestanti. Non rari, nelle famiglie operaie, erano i casi di rachitismo o di malattie dell’apparato respiratorio, causate da condizioni di vita non certo ideali. Mediante questa istituzione (Alessandro M. si riferisce all’Opera Balilla e Colonie Marine e Montane per i ragazzi, opere concepite e volute nel periodo della truce tirannia) tutti i figli dei lavoratori che ne facessero richiesta e che si trovassero nelle condizioni di idoneità previste dai regolamenti, potevano usufruire di periodi di vacanza gratuiti ed essere assistiti in apposite strutture costruite a centinaia ai monti e al mare.

Tali strutture sorgono in tutto il territorio nazionale: da Massa a Bardonecchia, dal Sestriere alla riviera romagnola, dal Trentino a Ostia, dalla Sila alle coste della Sicilia. Anche in questo caso l’istituzione voluta dal Fascismo interviene al fine di equilibrare la fruizione di un bene, ridimensionando un privilegio ed estendendolo alle fasce deboli e stabilendo il principio che i bambini dei lavoratori hanno gli stessi diritti alla gioia ed alla salute di quelli dei ricchi.

E oggi? Fortuna che abbiamo un don Matteo che favorisce l’opposto di quanto fece il Male Assoluto. Altrimenti che Male Assoluto sarebbe?!

Per chiudere ripropongo una mia precedente domanda: sarebbe stato concepibile un Marchionne al tempo del Male Assoluto? A Voi la risposta!

—————————————————————————————-

TRATTO DAL WEB – BERLUSCONI E L’EURO ( E NON SOLO )

—————————————————————————————-

 
Le tre condizioni di Berlusconi per restare nell’euro. O così o fuori

Le tre condizioni di Berlusconi per restare nell’euro. O così o fuori

Girolamo Fragalà Home livello 1 Berlusconi, condizioni, euro, Renzi, Vespa O commenti

1/11/2014

«Solo se si verificheranno tre condizioni l’Italia potrà restare nell’euro. Diversamente, sarà la realtà stessa della nostra economia che ci costringerà a riprenderci la nostra sovranità monetaria». Ad affermarlo è Silvio Berlusconi a Vespa per il suo ultimo libro Italiani Voltagabbana.

Le tre condizioni necessarie:

1. La Bce deve fare la banca centrale e garantire i debiti sovrani degli stati dell’euro, stampando moneta, se necessario.

2. L’euro deve tornare alla parità col dollaro

3. La Bce deve immettere nell’economia ingenti quantità di liquidità come hanno fatto e fanno Stati Uniti, Giappone e Cina.

Il nostro governo, secondo Berlusconi, !deve assolutamente pretendere e ottenere un cambiamento della politica monetaria dell’Unione europea. E per convincere gli euro burocrati e la Merkel, queste richieste dovranno venire da tutti i paesi del Mediterraneo insieme. Solo così, ci potrà essere qualche speranza di ottenerle».

In arrivo un nuovo aumento delle tasse

Ma non solo. «Il governo Renzi ha applicato una patrimoniale nascosta ai danni della classe media – incalza Berlusconi – mentre il premier annuncia una inesistente riduzione delle tasse sulle famiglie è in arrivo proprio sulle famiglie un nuovo aumento della pressione fiscale. Dal nostro ultimo governo le tasse sulla casa sono aumentate di oltre venti miliardi di euro, sono aumentate quelle sul risparmio e sulla previdenza complementare. Inoltre i tagli previsti da regioni e comuni causeranno ulteriori aumenti delle aliquote locali e tagli dei servizi. Nessuno ha invece pensato a mettere mano alle municipalizzate, forse perché sono macchine di consenso per il Pd pagate da tutti i cittadini. Sulle riforme, compresa quella dell’articolo 18, mi limito a ricordare che tra le promesse e la loro realizzazione pratica c’è ancora in mezzo un lungo cammino».

——– Original Message ——–

Subject: Convegno su Politiche EDA e ruolo EE.LL. 5 novembre – Palazzo San Giacomo
Date: Sun, 2 Nov 2014 11:53:32 +0000
From: IImanuII <noreply@doceda.it>
To: <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: IImanuII <reply-j6fd=490b19f4-6256-4670-a012-232512e22475@tinyletter.com>

Scopri istella, il nuovo motore per il web italiano.
Istella garantisce risultati di qualità e la possibilità di condividere, in modo semplice e veloce, documenti, immagini, audio e video.
Usa istella, vai su http://www.istella.it?wtk=amc138614816829636

————————————————————————————————-

RICEVIAMO  E PUBBLICHIAMO –
Ricorrenze E CELEBRAZIONI
 

————————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: comunicazione 405.2014
Date: Fri, 31 Oct 2014 11:02:28 +0000
From: “Segreteria – Fondazione AN” <segreteria@fondazionean.it>
To: “‘associazioneazimut@tiscali.it'” <associazioneazimut@tiscali.it>

————————————————————————————————-

Carissimi,

facendo seguito all’ultima comunicazione, inviataVi qualche giorno fa, nella quale si dava informazione della manifestazione che si terrà a Milano tra l’8 ed il 9 novembre p.v. sono con la presente a fornirVi qualche ulteriore aggiornamento, in tempo reale, circa le ultime iniziative e, parimenti, ad introdurre alcuni temi di riflessione sul piano operativo che, confido, possano essere di stimolo per le nostre future attività.

Innanzi tutto devo informarVi che, procedendo nel solco di analoghe precedenti iniziative, la Fondazione è stata presente con un proprio stand al convegno nazionale del Movimento Prima l’Italia, tenutosi ad Orvieto nei giorni 24/26 ottobre u.s., riscuotendo notevole successo in termini di frequentazione dello stand medesimo ove era ampiamente documentata la nostra attività e, parimenti, esposti documenti di grande interesse storico-politico facenti parte dell’archivio in costante aggiornamento da parte nostra.

Ciò detto e prendendo lo spunto dall’iniziativa nazionale di Milano che sarà preceduta dalla deposizione, da parte della Fondazione, di una corona il 4 novembre p.v. innanzi al sacello del Milite Ignoto, ritengo che sarebbe auspicabile in varie forme, anche a livello locale, vi fosse un’adeguata commemorazione di tale ricorrenza e a tal riguardo attendo di conoscere se questa mia riflessione a voce alta sarà condivisa nei fatti attraverso eventi che sicuramente potranno trovare supporto da parte della Fondazione.

Dico questo anche perché, come il 2014 è stato l’anno delle celebrazioni almirantiane, che sono andate ben oltre il mero dato commemorativo consentendo di ribadire l’attualità di un pensiero forte fatto di valori, principi e programmi, oggi forse più attuali che ieri, il 2015 ben potrebbe essere l’anno della identità e dell’unità nazionale.

Il 24 maggio 1915 l’Italia, come ben sapete, entrò in guerra e la prima Guerra Mondiale è stata, al di là di ogni giudizio storico per le sue ragioni, il vero grande collante dell’unità nazionale ed il momento più autentico nel quale si ebbe la consapevolezza di essere tutti appartenenti alla stessa comunità.

Il tema dell’identità nazionale, per una molteplicità di motivi, è oggi di straordinaria attualità e quindi ben potrebbe costituire il filo conduttore di una pluralità di eventi che lo affrontino in sintonia con il nostro comune sentire a tal riguardo.

Lo scopo della Fondazione, non dobbiamo mai dimenticarlo, è quello di far si che le radici profonde di un pensiero comune non gelino mai ed, anzi, quel pensiero comune possa tradursi, anche in una diversità di posizioni esterne, comunque in un percorso comune sotto il profilo valoriale ed ideale.

Cominciamo, quindi, a scaldare i motori anche in previsione di questo prossimo importante scenario di future attività.

Un cordiale saluto.

Sen. Avv. Franco Mugnai

[ IL SERVIZIO CONTINUA ]

————————————————————————————————-

RICEVIAMO  E PUBBLICHIAMO-
(COMPLEANNI DI AMICI) 

————————————————————————————————-
—-Messaggio originale—-
Da: notification+kr4mymgan4wn@facebookmail.com
Data: 02/11/2014 17.12
A: “Ferruccio Massimo Vuono”<massimovuono@libero.it>
Ogg: Carla Sorrentino, Carla Schiraldi e altri 4 amici compiranno gli anni tra poco

facebook
Aiuta Carla Sorrentino, Carla Schiraldi e altri 4 amici a festeggiare i loro compleanni
Martedì 4 novembre
Mercoledì 5 novembre
Venerdì 7 novembre
Lunedì 10 novembre
Martedì 11 novembre
Accedi a Facebook
Pianifica un evento
Questo messaggio è stato inviato a massimovuono@libero.it. Se non vuoi più ricevere questo tipo di e-mail da Facebook, annulla l’iscrizione.
Facebook, Inc., Attention: Department 415, PO Box 10005, Palo Alto, CA 94303

————————————————————————————————
“AZIMUT – ONLINE”  ( ARTICOLI RECENTI – TRE LINK )

————————————————————————————————-

 
ULTIME NOSTRE E.MAIL ANTEPRIMA DI WEB – SERVIZI GIA’ IN RETE
[“AZ.-NEWS”:2.11.’14]
 
 
azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut (per Production Reserved)

———————————————————————————–
 “CIAO NINO”
 Oggi: CIAO NINO – FESTA DI OGNISSANTI E COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI – IL TRIONFO DI PUTIN A BELGRADO E IL PIANO DI BERLUSCONI A MARZO – ALTRE NEWS… ( MOSTRA FUTURISMO A COSENZA, ECC. )

 [ “AZ.-NEWS” : 30 OTT. ’14 ]
———————————————
 PRIMO SERVIZIO – LINK
———————————————-
–>

1 Vote

CIAO NINO – FESTA DI OGNISSANTI E COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI – IL TRIONFO DI PUTIN A BELGRADO E IL PIANO DI BERLUSCONI A MARZO – ALTRE NEWSContinua a leggere

Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da Fabio Pi · ( . . .)
CIAO NINO – FESTA DI OGNISSANTI E COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI – IL TRIONFO DI PUTIN A BELGRADO E IL PIANO DI BERLUSCONI A MARZO – ALTRE NEWS

CIAO NINO – FESTA DI OGNISSANTI E COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI – IL TRIONFO DI PUTIN A BELGRADO E…
azimutassociazione.wordpress.com
CIAO NINO – FESTA DI OGNISSANTI E COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI – IL TRIONFO DI PUTIN A BELGRADO E IL PIANO DI BERLUSCONI A MARZO – ALTRE NEWS UNA BUONA LETTURA ! “CIAO NINO” Oggi: CIAO NINO – FESTA …
———————————————-
UNA BUONA DOMENICA E UNA BUONA LETTURA !
anteprima di web – tra breve in rete
 
[ “AZIMUT” ] OGGI : GIORGIO NAPOLITANO E L’AGONIA DEL BEL PAESE – INIZIO’ CON MR. MONTI( IL ROBOTICO ILLUMINATO ) E A RUOTA MONSIEUR LETTA ( IL NIPOTE ) POI CON IL MATTEO IL BARONETTO (<< “RENZISPOT” & “RENZISCOOP” >>) –  E’ ORA DI “STACCARE LA SPINA”  – 
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : DOMENICA, 2 NOVEMBRE 2014 ]
[ “AZ.” ] LA “CORTINA FUMOGENA”  – RIFORME ! RIFORME ! – RIFORME ! – OVVERO LA GRANCASSA MEDIATICA ( LO SCHERMO ) : MANCA SOLO LA “TASSA SUL MACINATO” ! ! !
[“AZ.” ] L’AGONIA… E, IN ULTIMO,  VENNE IL GIOVIN SIGNORE DELLA SINISTRA – “RE TRAVICELLO” E IL “FUNAMBULO TESTA DI TURCO” – PER COMPLETARE L’OPERA…..
 E LO STATO DELL’ARTE – E PER LA GODURIA DEI SATRAPI DI BRUXELLES…]
–>

 
 
 
 
 

 

 
1 Vote

GIORGIO NAPOLITANO E L’AGONIA DEL BEL PAESE-INIZIO’ CON MR. MONTI(IL ROBOTICO ILLUMINATO) E A RUOTA MONSEUR LETTA(IL NIPOTE) POI CON IL MATTEO IL BARONETTO( << “RENZISPOT” & “RENZISCOOP” >>)-E’ ORA DI “STACCARE LA SPINA” Continua a leggere
——————————————————————

Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da WordPress · ( . . . )
GIORGIO NAPOLITANO E L’AGONIA DEL BEL PAESE-INIZIO’ CON MR. MONTI(IL ROBOTICO ILLUMINATO) E A RUOTA MONSEUR LETTA(IL NIPOTE) POI CON IL MATTEO IL BARONETTO( <>)-E’ ORA DI “STACCARE LA SPINA”
GIORGIO NAPOLITANO E L’AGONIA DEL BEL PAESE-INIZIO’ CON MR. MONTI(IL ROBOTICO ILLUMINATO) E A…
azimutassociazione.wordpress.com
GIORGIO NAPOLITANO E L’AGONIA DEL BEL PAESE-INIZIO’ CON MR. MONTI(IL ROBOTICO ILLUMINATO) E A RUOTA MONSEUR LETTA(IL NIPOTE) POI CON IL MATTEO IL BARONETTO( << “RENZISPOT” & “RENZISCOOP” >>)-E’ ORA DI “STACCARE LA SPINA” [ 5101 more words. ]
Associazione Azimut
t

——————————————————————

[ OGGI : << SERVIZIO MONOTEMATICO >> ]

( e solo altra notizia su Papa Francesco  – al termine del servizio )
[ “AZ.” ] – ANNUNCIATA IN CALABRIA – A PARAVATI – CAUSA BEATIFICAZIONE DI NATUZZA EVOLO
[“AZIMUT-NEWSLETTER” : 1 NOV. ’14 ]
“…Oggi che la Chiesa fa festa per i santi del Paradiso, noi siamo convenuti anche per ricordare il passaggio di Natuzza da questa terra al cielo. Quest’anno poi è una circostanza speciale perché ricorrono 5 anni del suo pio transito”. Lo ha detto questa mattina monsignor Luigi Renzo, vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea, celebrando la Messa a Paravati (Vv) nel quinto anniversario della morte di Natuzza Evolo. Davanti a migliaia di fedeli il presule ha annunciato l’avvio della causa di beatificazione della mistica calabrese e la nomina del postulatore, don Enzo Gabrieli, dopo aver ottenuto il nulla osta dalla Conferenza episcopale calabra. “È un compito delicatissimo quello che mi viene oggi affidato – spiega don Gabrieli – e spero di servire al meglio la Chiesa e i tanti devoti di Natuzza che attendono di vederla additata come testimone. La santità – aggiunge – è una delle vie che san Giovanni Paolo II ci ha additato per la pastorale della nuova evangelizzazione”. Natuzza, “laica e mamma di famiglia, ci indica la via dell’umiltà e ci spalanca le porte del cielo. Interceda lei per il nostro lavoro…”
[ tratto dal web – domenica, 1 novembre 2014 ]
( TUTTE LE NOTIZIE – VEDI : OLTRE )
—————————————————————–
TERZO SERVIZIO – LINK
——————————————————————
 –>

1 Vote
ANNUNCIATA IN CALABRIA – A PARAVATI – CAUSA BEATIFICAZIONE DI NATUZZA EVOLO

Continua a leggere

——————————————————————

Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da WordPress · ( . . . )
ANNUNCIATA IN CALABRIA – A PARAVATI – CAUSA BEATIFICAZIONE DI NATUZZA EVOLO

ANNUNCIATA IN CALABRIA – A PARAVATI – CAUSA BEATIFICAZIONE DI NATUZZA EVOLO
azimutassociazione.wordpress.com
ANNUNCIATA IN CALABRIA – A PARAVATI – CAUSA BEATIFICAZIONE DI NATUZZA EVOLO [ 1551 more words. ]
——————————————————————
IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE
A PRESTO SENTIRCI
VISITA IL SITO
——————————————————————
 ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” – NAPOLI
 Da “Azimut” – Ufficio Stampa :
 Ferruccio Massimo Vuono
 massimovuono@libero.it –  03/11/2014
IL SERVIZIO ODIERNO
———————————————————————————————————————————————————————————

4 NOVEMBRE 2014 – 96.mo Anniversario della Vittoria

Bollettino della Vittoria

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Il Bollettino della Vittoria è il documento ufficiale con cui il generale Diaz, comandante supremo dell’Esercito Italiano, annunciò la vittoria dell’Italia e la disfatta nemica nella prima guerra mondiale. Il suo autore materiale sarebbe stato, in realtà, il gene

Lapide commemorativa presso il Comune di Monza

rale Domenico Siciliani, capo dell’Ufficio stampa del comando supremo[1].

Il testo, fuso nel bronzo delle artiglierie catturate al nemico, è esposto in tutte le caserme e i municipi d’Italia.

 « Comando Supremo, 4 novembre 1918, ore 12
La guerra contro l’Austria-Ungheria che, sotto l’alta guida di S.M. il Re, duce supremo, l’Esercito Italiano, inferiore per numero e per mezzi, iniziò il 24 maggio 1915 e con fede incrollabile e tenace valore condusse ininterrotta ed asprissima per 41 mesi, è vinta.

La gigantesca battaglia ingaggiata il 24 dello scorso ottobre ed alla quale prendevano parte cinquantuno divisioni italiane, tre britanniche, due francesi, una czeco slovacca ed un reggimento americano, contro settantatré divisioni austroungariche, è finita.

La fulminea e arditissima avanzata del XXIX Corpo d’Armata su Trento, sbarrando le vie della ritirata alle armate nemiche del Trentino, travolte ad occidente dalle truppe della VII armata e ad oriente da quelle della I, VI e IV, ha determinato ieri lo sfacelo totale della fronte avversaria. Dal Brenta al Torre l’irresistibile slancio della XII, della VIII, della X armata e delle divisioni di cavalleria, ricaccia sempre più indietro il nemico fuggente.

Nella pianura, S.A.R. il Duca d’Aosta avanza rapidamente alla testa della sua invitta III armata, anelante di ritornare sulle posizioni da essa già vittoriosamente conquistate, che mai aveva perdute.

L’Esercito Austro-Ungarico è annientato: esso ha subito perdite gravissime nell’accanita resistenza dei primi giorni e nell’inseguimento ha perduto quantità ingentissime di materiale di ogni sorta e pressoché per intero i suoi magazzini e i depositi. Ha lasciato finora nelle nostre mani circa trecentomila prigionieri con interi stati maggiori e non meno di cinquemila cannoni.

I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano discese con orgogliosa sicurezza.

Il capo di stato maggiore dell’esercito, il generale Diaz »

 ——————————————————————————————————————————————————————————–
CORRISPONDENZE
———————————————————————————————————————————————————————————
  ——- Original Message ——–

Subject: Noi, nostalgici
Date: Mon, 3 Nov 2014 21:40:19 +0100
From: “Claudio Guzzo” <claudioguzzo@tiscali.it>
To: <Undisclosed-Recipient:;>


Carissimi,
nel ricordo del compianto Alberto B. Mariantoni, autore del noto “Le storture del Male Assoluto”, e di tutti gli altri camerati deceduti, ivi compreso mio padre, Salvatore, ma, soprattutto, in memoria del Duce d’Italia e dell’Impero, S.E. Benito Mussolini,
vi allego un interessante articolo dell’arch. Giannini, che spiega perché ancora oggi ci sono persone di tutte le età che, come me, provano nostalgia per ordinamenti, come quello Romano, fondati sulla Patria e la Giustizia, e pena per la nostra srepubblica usurata italiana dominata dalle plutocrazie e dall’antifascismo, rectius sfascismo.
Vale!
Claudio
[ “AZIMUT” – IL PEZZO SEGNALATO, DAL NOSTRO GIOVANE AMICO L’AVV. CLAUDIO GUZZO ( ROMA ), RISULTA GIA’ INSERITO NELL’ANTEPRIMA DI WEB ( 03.11.’14 ) E SERVIZIO ODIERNO TRA BREVE IN RETE ]
————————————————————————————————————————————

pezzo uscito domenica 2.11.2014

[ sul  “Roma” di Napoli ]

Mon. 3 Nov 2014

 Arturo  Stenio Vuono – associazioneazimut@tiscali.it
il pezzo uscito domenica in prima pagina su De magistris dopo  la decisione del Tar.
———————————————————————————————————————————————————————————

L’OPINIONE– Il giustizialismo a senso unico

DI ARTURO STENIO VUONO*

Dunque il sindaco de Magistris non è più tra color che son sospesi. Ma il tormentone partenopeo appare cosa sempre più irrisolvibile e nessuno sembra poter salvare Napoli.

segue a pagina 31
( continua )
 

L’interesse per la città non c’entra, prevale l’aspetto di quel che appare come una faida nella sinistra; lungi da una difesa di de Magistris, mai condiviso, cosa però dire delle teste d’uovo, filosofi e intellettuali, usi a filippiche avverso l’Amministrazione ma che non hanno mai mosso un muscolo per un vero rinnovamento? Come si sa, chi esce dal seminato non è nei loro programmi e chi tocca i fili muore, mentre non si risparmiano, da parte dell’ex (?) sindaco, i micidiali colpi da fuoco amico verso tante icone e i molti santuari rossi. La denunciata anomalia della legge Severino e la interferenza nella dinamica democratica che, nella fattispecie, ha originato la sospensione su cui è poi intervenuto il Tar, è un vero autogol: manda in frantumi l’impostazione dogmatica di liceità allorché si colpiva in direzione antiberlusconiana. La verità? Coloro che confidarono nella ventata arancione, la medicina per guarire tutti i mali di Napoli, davano per scontato che una linea eterodossa non li avrebbe giammai colpiti. D’altra parte tacciare, oggi, di  ( continua )

giustizialismo de Magistris registra il secondo autogol. Il giustizialismo, che nulla ha in comune con la stragrande parte della magistratura, infatti, ha operato e agito sempre a senso unico, poco ha colpito a sinistra, ha fatto strame del garantismo e dello Stato di diritto. Dov’erano i tanti che solo oggi lo rigettano? Adesso ( continua ), solo adesso, si scopre l’acqua calda. Noi, che siamo per la opposizione, non tifiamo né per l’arancione De Magistris e la maggioranza dei gattopardi che lo sostiene, né per l’attuale e frammentata “opposizione”, a sinistra come a destra. Così stando le cose, nulla potrà cambiare.( continua )

Il puzzle Napoli è sotto gli occhi di tutti, ora anche a sinistra. Non si tratta solo d’una democrazia amputata e non si risolve con la scorciatoia giudiziaria, i funambolismi e la doppiezza.

ARTURO STENIO VUONO*

*presidente Associazione

Culturalsociale “Azimut” Napoli

———————————————————————————————————————————————————————————

———————————————————————————————————————————————————————————

lunedì 3 novembre 2014

ANDREMO AL VOTO ANTICIPATO La prova che smaschera Renzi…

Dagospia, la prova che dimostra che si andrà al voto anticipato: il piano di Matteo Renzi
[ tratto dal web ]
Le voci sul voto anticipato, tra smentite e sussurri, si rincorrono da tempo. Ma la “prova provata” del fatto che le urne siano incombenti, ben presenti sui radar di Matteo Renzi, l’ha trovata Dagospia, che s’interroga: “Da zero a dieci quanto gliene frega al premier della Farnesina?”. Una domanda alla quale dà una risposta un ambasciatore (anonimo): “Meno di cinque”. A rincarare, poi, è un diplomatico più giovane, sempre anonimo: “Non vuole grane, ha scelto uno che gli ubbidisca e non dia problemi”. Un’opinione comune e serpeggiante alla Farnesina: la scelta di Paolo Gentiloni è un segno di indifferenza da parte di Palazzo Chigi.
 
La scusa buona – Sarebbe questa la “prova provata” del voto anticipato. Come sottolinea Dago, questa noncuranza “ha un solo nome: elezioni anticipate”. L’ipotesi, infatti, è che Renzi abbia accettato un’ipotesi di compromesso con Giorgio Napolitano perché tanto, ormai, del suo governo gli interessa poco. L’unica cosa che gli interessa è il voto, magari già a primavera. Quello che serve, ora, è la scusa buona. E anche per la “scusa buona” c’è una concreta ipotesi: il Jobs Act, che potrebbe rivelarsi “fatale” per l’esecutivo.
 
La ricostruzione – Dago ricostruisce poi cosa accaduto al Colle nel giorno della nomina di Gentiloni. Da un parte Renzi, convinto di Lia Quartapelle o di Marina Serafini. L’inquilino del Colle, però, esigeva maggiore esperienza, magari Lapo Pistelli. Napolitano avrebbe anche proposto Marta Dassù, oppure Emma Bonino. Altri due niet di Renzi, che comunque con Re Giorgio non ha voluto rompere (troppo importante, oggi, l’appoggio del Quirinale alle riforme). Alla fine, Matteo, ha rinunciato alla “figurina rosa”, dando il suo ok Paolo Gentiloni. Una soluzione perfetta, per Matteo. Una mediazione sulla quale Napolitano non ha avuto nulla da ridire. E Renzi, forse perché convinto che tanto saranno gli ultimi mesi di questo suo governo, neppure.

———————————————————————————————————————————————————————————

IN EVIDENZA :

Luigi Mercogliano
Luigi Mercogliano 3 novembre 16.45.30
***ATTENZIONE***
Per ragioni logistiche l’incontro con Mario Adinolfi viene spostato presso la sala del Consiglio comunale di Napoli in via Verdi 35.
Dateci una mano ad avvisare tutti i partecipanti.
Grazie!
L’organizzazione.
facebook
Carlo Alberto Paolino ha aggiornato:
Presentazione del libro “Voglio la mamma” di Mario Adinolfi
Martedì 4 novembre alle ore 17.30 presso Sala Consiliare Comune di Napoi – via Verdi, 35 -NA-
Arturo Stenio Vuono, Alessandro Sansoni e altre 4 persone sono stati invitati.

———————————————————————————————————————————————————————————

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...