ITALIEIDE E CENTRALISMO DELLA ROMA DEI PALAZZI – C’E’ CHI DA LE CARTE E “RENZIE-PINOCCHIO” IL SOCCORSO DEL “MARCHESE DEL GRILLO” E LA “BALLATA DEI PEONES”


ITALIEIDE E CENTRALISMO DELLA ROMA DEI PALAZZI – C’E’ CHI DA LE CARTE E “RENZIE-PINOCCHIO” IL SOCCORSO DEL “MARCHESE DEL GRILLO” E LA “BALLATA DEI PEONES” 

O G G I
[ anteprima di web – 4.12.2014  ]
ITALIEIDE E CENTRALISMO DELLA ROMA DEI PALAZZI – C’E’ CHI DA LE CARTE E “RENZIE-PINOCCHIO” IL SOCCORSO DEL “MARCHESE DEL GRILLO” E LA “BALLATA DEI PEONES” 
[ “AZ.”. – 3 DIC. ’14 ]
 
Associazione Azimut, Naples, Italy.


[ ULTIMO – NOSTRO – SERVIZIO IN RETE ]

Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da WordPress · 30 novembre
LA LETTERA ( SEN. FRANCO MUGNAI ) – SUL “PRODE SIGNOR PRODI” http://wp.me/p2IJHA-Wq
LA LETTERA ( SEN. FRANCO MUGNAI ) – SUL “PRODE SIGNOR PRODI”
azimutassociazione.wordpress.com
LA LETTERA ( SEN. FRANCO MUGNAI ) – SUL “PRODE SIGNOR PRODI” [ 2838 more words. ]
————————————————————————————————————————————————————-
ITALIEIDE E CENTRALISMO DELLA ROMA DEI PALAZZI – C’E’ CHI DA LE CARTE “RENZIE-PINOCCHIO” IL SOCCORSO DEL “MARCHESE DEL GRILLO” E LA “BALLATA DEI PEONES” 
[ “AZ.”. – 3 DIC. ’14 ]
——————————————————————————————————–
ITALIEIDE E CENTRALISMO DELLA ROMA DEI PALAZZI 
 
 IN QUESTO NUMERO :
ABROGARE LA COLONIA MEZZOGIORNO 
 IL POST DEL PRESIDENTE
 FATE PRESTO
 [ per leggere tutto – vedi : oltre ]
———————————————————————————————————
 “Azimutassociazione”<azimutassociazione@libero.it>
Oggi ( tra le tante notizie) :  Evento: il grido silente dei LAOGAI. Occupy Central, arrestato leader. Storia di una schiava. Cinesi e fisco. Tibet: 13 anni per denuncia alla polizia. Processo segreto ad allievi di Ilham Tohti. Birmane vendute “come spose”.

[ per leggere tutto – vedi : al termine del servizio ]
——————————————————————————————-

C’E’ CHI DA LE CARTE E “RENZIE-PINOCCHIO”

——————————————————————————————-
Foto di una parete di un bar di Muravera (provincia di Cagliari).Che ne pensate?
 [ libero ritratto – “postato” su facebook ]
—————————————————————————————————————————————–
IL SOCCORSO DEL “MARCHESE DEL GRILLO” E LA “BALLATA DEI PEONES” 
—————————————————————————————————————————————–
  [ libero ritratto – “postato” su facebook ]
[ “AZ.” ] – IL KAPO E IL DIRETTORIO M5S   ( SU 5 / 4 CAMPANI / E SU 4 – 3 NAPOLETANI ) – IL TRIPLICE RUOLO DEI GRILLINI “RIVOLUZIONARI DI CARTONE”( CHE LE CONCESSE INVETTIVE & SCENEGGIATE – PER I GRULLI – ORMAI NON COPRONO PIU’ ) : 1° – LIQUIDARE ( ! ! ! )  – UNICAMENTE ED ESCLUSIVAMENTE – SILVIO BERLUSCONI / 2^ – MANTENERSI, COMUNQUE
SIA, LA DIARIA DEL <<CADREGHINO>> SINO  AL 2018 / 3° – PUNTELLARE – ALL’OCCORRENZA – IL << SISTEMA DI POTERE >> CON IL “DISTACCO” – CONCORDATO – DI “DISSIDENTI”  E/O LA CONFLUENZAIN VOTAZIONI….. 
“UTILI PER IL PAESE” …. ( MA…..DI “AUSILIO” ALL’ESECUTIVO ),
——————————————————————————————-
SENZA PAROLE…..
——————————————————————————————-

L'Italia del Governo Renzi e dell'euro ha il tasso di disoccupazione più alto da quando sono iniziate le rilevazioni statistiche trimestrali, nel 1977: http://goo.gl/SZMlza

 
  [ libero ritratto – “postato” su facebook ]
——————————————————————————————-
SENZA PAROLE…..
——————————————————————————————-
 
UN CONTROLLO FINANZIARIO GLOBALE DOMINA SULLA POLITICANel 1919 si rivelava impossibile riproporre il sistema finanziario in vigore prima della Grande Guerra, per questo i poteri forti del capitalismo finanziario dell'epoca si prefissero un obbiettivo di ben piu' vasta portata: Nient'altro che la creazione di un SISTEMA MONDIALE DI CONTROLLO FINANZIARIO NELLE MANI DI RISTRETTI GRUPPI DI PRIVATI IN GRADO DI DOMINARE IL SISTEMA POLITICO DI OGNI PAESE E L'ECONOMIA GLOBALE DEL MONDOTale sistema doveva essere organizzato in un SISTEMA FUDALE INCENTRATO SULLE BANCHE CENTRALI DI TUTTO IL MONDO o in grado di agire di concerto, attraverso accordi segreti raggiunti nei frequenti incontri privati e nelle conferenze al vertice. Il culmine del sistema doveva essere la Bank fur Internationalen Zahlungsausgleich, o BANK of INTERNATIONAL SETTLEMENTS, la Banca dei Regolamenti Internazionali di BASILEA in Svizzera, una banca privata di proprietà, e sotto controllo delle banche centrali mondiali, a loro volta istituti privati. Ogni banca centrale, nelle mani di governatori come Montagu Norman della Bank of England, Benjamin Strong della Federal Reserve Bank of New York, Charles Rist della Banque de France e Hjalmar Schacht* della Reichsbank, si prefiggeva di DOMINARE I RISPETTIVI GOVERNI grazie alla capacità di controllare i PRESTITI del Tesoro, gli interventi sul corso delle valute estere, l'influenza esercita sul livello delle attività economiche nazionali e di condizionare i politici disposti a collaborare con incentivi premiali di business. (Carroll Quigley)*Hjalmar Horace Greeley Schacht, massone di alto grado, fu governatore della Reichsbank dal 1923 al 1930 nella Repubblica di Weimer e dal 1933 al 1939 durante il Terzo Reich, nonché ministro delle Finanze di Hitler dal 1934 al 1937, periodo in cui divenne uno dei principali protagonisti del "miracolo economico" tedesco, grazie anche ai finanziamenti della City e di Wall Street.
 
  [ libero ritratto – “postato” su facebook ]
—————————————————————————————————————————————–
I LURCHI INIZIANO A “FARSELA SOTTO”…E INDORANO LA PILLOLA….. 
[ tratto dal web ]
—————————————————————————————————————————————–

DER SPIEGEL: ”SE L’ITALIA USCISSE DALL’EURO, IN UN COLPO SOLO DIVENTEREBBE NUOVAMENTE COMPETITIVA. E’ GIUSTIFICATO”

BERLINO – Clamorosa presa di posizione del “Der Spiegel” sull’Italia e sull’euro.

“Uno dei motivi per cui oggi esiste l’euro e’ l’ampio consenso politico – denuncia il settimanale tedesco – in tutti quei Paesi che piu’ tardi l’avrebbero adottato. E anche l’approvazione dei partiti all’opposizione e’ stata importante perche’, nel corso dei 15 anni, quasi tutti sono saliti al governo: l’Spd in Germania, i Socialisti in Francia e in Spagna.

L’euro ha superato anche molti cambi di governo dalla sua introduzione, quasi 16 anni fa. Ma con la crisi dell’euro questo consenso e’ diminuito: in Germania governo  e parte dell’opposizione sono ancora favorevoli all’euro, ma “Alternativa per la Germania” ha trionfato alle elezioni regionali proprio con un programma che pone al primo punto il ritorno del marco.

Anche in Francia il governo socialista è favorevole all’euro – ma l’opposizione del Front National, oggi primo partito, � nettamente avversa alla valuta unica europea.

“La situazione e’ diversa invece in Italia – scrive lo Spiegel – dove tutti i partiti all’opposizione sono contrari all’euro. I Socialdemocratici intorno al segretario Matteo Renzi hanno una larga maggioranza in Parlamento e vantano di un grande – seppur non piu’ schiacciante – consenso nella popolazione. Ma nelle democrazie prima o poi le opposizioni vanno al governo ed ora e’ quindi importante sapere – precisa il tedesco ��Spiegel” – se un simile governo attuerebbe una politica anti-euro”.

Prima delle elezioni europee il Movimento 5 Stelle, il piu’ grande partito all’opposizione, si era detto favorevole ad un referendum sull’euro. Fino a quel momento il Movimento era si’ euroscettico, ma la sua posizione non era drastica come lo è oggi. Di recente il suo leader, Beppe Grillo, si è schierato, dichiarando che i 5 Stelle vogliono lasciare l’eurozona il prima possibile.

Alle elezioni regionali in Emilia Romagna il Partito democratico di Renzi ha vinto, ma la Lega Nord ha ottenuto un successo grande e imprevisto. La Lega Nord ha abbandonato le velleità di secessione del Nord Italia, per avviare invece una crociata contro l’euro: una posizione che è stata premiata dagli elettori.

E Silvio Berlusconi ha accolto questa situazione con grande favore: ovviamente l’ex cavaliere non è mai stato un europeista convinto – aggiunge lo Spiegel – e, 

( . . . )  anche lui adesso mette in dubbio il futuro dell’euro. Ma non solo: il suo partito, Forza Italia, chiede di riconquistare la sovranità monetaria, introducendo allo stesso tempo una moneta parallela che venga scambiata liberamente con l’euro.

Stipendi, salari e naturalmente anche i prezzi dei prodotti verrebbero pagati con questa nuova moneta. Inizialmente il vecchio euro affiancherebbe la nuova moneta italiana con un cambio uno a uno: successivamente la nuova moneta verrebbe emessa liberamente – operazione che farebbe subito crollare la sua quotazione del 50 per cento. In un colpo solo, quindi, l’Italia diventerebbe nuovamente competitiva. Ma per il resto dell’eurozona questo sarebbe il peggiore di tutti i possibili scenari di crisi.

E’ vero pero’ che dall’entrata nell’euro l’Italia non e’ piu’ cresciuta: la disoccupazione e’ alta, quella giovanile spaventosa, conclude Der Spiegel – e quindi l’uscita dall’euro è ampiamente giustificata.

—————————————————————————————————————————————-

IL << SOGNO COMUNE >> …..
—————————————————————————————————————————————–
ABROGARE LA COLONIA MEZZOGIORNO 
 IL POST DEL PRESIDENTE
 FATE PRESTO
———————————————————————————————————————
AI LETTORI
Oggi voglio parlarvi, a viva voce, di latenti sentimenti e di intenzioni in incubazione, ancora senza una dimensione collettiva, che interessano le mie tante conoscenze; sono incontri individuali;che si tratti con chi, sino ad oggi, politicamente, aveva privilegiato frequentazioni diverse – di amici, compagni, camerati – il risultato è veramente sorprendente; una perfetta e comune coincidenza, inizio a pensare che fratelli li compendia tutti. Da anni, come loro, ormai, non partecipo a convegni e iniziative diverse, convocati dalle varie e note nomenklature che vogliono platee di sodali silenti e usi solo all’esercizio dell’applauso facile.Ero, com’è noto, da sempre, abituato  a parteciparvi con convinzione sino a quando furono consentiti e concessi gli  interventi a braccio; e a ben vedere le successive assenze a conclave, essere dispensati, non mi dispiace; che quando, infine, ci si ritrova  oggi, sul viale del bel tramonto si temono le dimenticanze e le emozioni (  “… Io sono vecchio: e passata la settantina si perdono tanti bei piaceri e tanti invidiabili vantaggi, forse non si diventa nemmeno tanto più saggi (anzi, per la verità c’è il pericolo di rimbambire…), ma in cambio si acquista l’impagabile diritto di dir ormai quel che si vuole. Cari fratelli di non so più quale sponda, siamo stati felici anche quando eravamo … degli Arrabbiati. In fondo, il mondo era nostro: …, ma anche Signori dell’Isola-Che-Non-C’è…” ; e dico questo – che non è mio ma in cui mi ritrovo ). Oggi il sogno comune, al termine delle conversazioni, è ritrovarsi  in una  giornata fausta, speciale, per Napoli, dove ognuno può e deve approdare con la sua storia personale, di cui non vergognarsi, e perchè non c’è bisogno di pentiti e dissociati o rinnegati. Dico e lo dicono loro che il centralismo è sempre stato ed è  la controparte per i meridionali; vi sono centralismi piccoli, vi sono centralismi grandi e centralismi – Stato come nel caso della Roma dei Palazzi. Confesso che, in cinquant’anni di militanza politica – senza mai avere richiesto mercede alcuna ,spazio non ci fu per la cosiddetta questione meridionale ma l’impegno di portare l’immenso masso in vetta non ce lo consentiva; e solo in questo avviato e successivo decennio, a Dio piacendo verso il traguardo del 2018, ne ho preso completa coscienza. Credo che rialzare il vessillo – stendardo glorioso e della dignità smarrita – che ci porti
al riscatto, il tentativo di far muovere da Napoli una vasta aggregazione di tutti i movimenti che,in tutto il sud, reclamano riparazioni che non vi sono mai state; ricompattare tutti quelli che, giustamente, sono decisi a creare un nuovo rapporto di forze fra gli italiani, già appartenenti all’ex Regno delle Due Sicilie, e l’apparato della prima repubblica – che si rigenera e si ricicla da sempre – non solo sia una giusta aspirazione ma una necessità che potrà rappresentare uno sbocco fecondo per l’intera Italia.In termini politici, in termini economici e in termini istituzionali.Abrogare, oggi,  la colonia mezzogiorno è una priorità ? Certo che sì; e almeno per due motivi: liberare energie, potenzialità e aspirazioni soffocate; riabilitare l’inventiva, la produzione e fantasia creatrice, impedite. Questo nuovo – comune sogno di ricostituzione del  fronte sudista combattente, perciò, non solo può essere incoraggiato ma, per quel poco che si può, sostenuto e condiviso senza se o ma. Come già per il Regno delle Due Sicilie si vide la grande spoliazione, per l’attuale si assiste all’opera di devastazione dell’Italia intera da parte degli ueisti e dei mondialisti. Chi più di noi meridionali può muovere la giusta battaglia ? Le mie sono elucubrazioni, credo di no e credo di essere in buona compagnia. Recentissimamente, in contesto assai più vasto, direi immensamente planetario, nel quale diviene di fatto vieppiù   incluso il sacrificato nostro mezzogiorno, lo stesso Papa Francesco ha testualmente detto  che : “E’ giunta l’ora di costruire assieme l’Europa…(ma) No a sistemi uniformanti di potere finanziario al servizio di imperi sconosciuti”. 
Vi dico, con grande convinzione, che – quì da noi – per riformare assieme l’Italia, occorre a maggior ragione ricostruire il mezzogiorno d’Italia. Diamoci, dunque, questa consegna. D’altronde, come millenni di storia insegnano, sono state sempre le minoranze attive – controcorrente – a godere del carisma di innovare e portare alla sintesi delle antitesi. Quale sviluppo, per il futuro?. Nessuno può dirlo ma occorre e serve procedere 
per andare oltre; oltre gli schemi, oltre gli steccati e oltre l’attuale. E si può. Verrà, ne siamo certi, e i tempi sono già maturi, il  giorno di rinnovata speranza e di  intraviste, utili, opportunità per tutti i meridionali e per gli italiani.L’ ITALIEIDE , CENTRALISMO DELLA ROMA DEI PALAZZI non è cosa che ci appartiene. ABROGHIAMO LA COLONIA MEZZOGIORNO ! A chi, per giovinezza ed energie, lo può ; per favore FATE PRESTO !
Arturo Stenio Vuono
presidente Associazione Culturalsociale
Napoli

———————————————————————————————————————

GIANCARLO LEHNER HA SCRITTO…..
———————————————————————————————————————

——– Original Message ——–

Subject: Lehner su Alemanno
Date: Wed, 3 Dec 2014 15:15:43 +0000
From: Giancarlo Lehner <giancarlolehner
To:
( . . . )
Premesso che disistimo Alemanno tanto da averlo definito “l’abominevole uomo delle nevi capitoline”, gli offro, tuttavia, incondizionata solidarietà, perché disistimo assai di più i ricorrenti plot sensazionalistici inventati e sceneggiati dal circo mediatico-giudiziario.

Dal caso Tortora in poi, sociologismo e amplificazione letteraria, sovrappostisi al Diritto, non hanno distrutto soltanto centinaia di persone, ma hanno minato, in sinergia con la decadenza della politica, i fondamenti stessi della liberaldemocrazia. 
La verità è che, in attesa del novello Duce, il manganello e l’olio di ricino  mediatico-giudiziarii riproprongono giorno dopo giorno devastanti marce su Roma.

Giancarlo Lehner

—-Messaggio originale—-Da: giancarlolehner
Data: 02/12/2014 15.20 – A: ( . . . )
Ogg: Lehner: come combattere gli ultras

 
Posto che il sesso sia il motore mobile dell’umanità, perché non utilizzarlo per contrastare certi abominii sociali? Riguardo ai vandalismi ed alle violenze sino all’omicidio degli ultras di tutto il mondo, potrebbe risultare utile antidoto la ronda internazionale di ben dotati seduttori di Stato addetti, nei giorni delle partite, ai derby d’alcova con mogli, madri, fidanzate, figlie e sorelle dei tifosi fuori di testa. 
Gli speaker ufficiali delle varie squadre potrebbero scandire a mo’ di deterrente, minuto per minuto e tra un gol e l’altro, ai pazzoidi ed agli squadristi il divenire delle loro corna.
 
Giancarlo Lehner 


———————————————————————————
 
Vincenzo Mannello
VINCENZO MANNELLO HA SCRITTO…..
 
———————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: le pietre dell’Etna si rifanno il trucco ??
Date: Fri, 28 Nov 2014 10:53:04 +0100
From: Vincenzo Mannello <info@vincenzomannello.it>
To: ( . . . )


Continua,a distanza dalla segnalazione ospitata da La Sicilia del 24 ottobre scorso e da numerose testate online, la “inspiegata” chiusura del Museo Vulcanologico dell’Etna di Nicolosi.
Come ipotizzato (facilmente) a suo tempo si segue il solito iter in uso per le pubbliche strutture : niente informazioni !! Tranne che a qualcuno risulti il contrario, nessuno si è degnato di dare pubblicamente la minima spiegazione in merito. Grazie al precedente intervento è solo “scomparsa” la targa della (ex) Provincia Regionale di Catania che era l’ente gestore della struttura.  Bel risultato per la sbandierata “trasparenza” delle istituzioni…che io chiamerei volgarmente “arrogante maleducazione del potere (??) !!

n.b. oh…come da foto allegata ora un quadratino di carta parla di “rifacimento degli spazi espositivi”. Rifacimento da parte di chi ? Con quali soldi ? A spese del contribuente ? Continua il mistero…che sembra riguardare solo l’area dell’Etna e Nicolosi ma,in realtà, è un malcostume diffuso in tutta Italia.

Grazie per l’attenzione.
Vincenzo Mannello

——– Original Message ——–

Subject: meglio tardi che mai
Date: Wed, 3 Dec 2014 10:57:09 +0100
From: Vincenzo Mannello <info@vincenzomannello.it>
To:
( . . . )


Che bello aver almeno smosso le acque…:
sul quotidiano La Sicilia di oggi la corrispondente da Nicolosi si è resa conto che il Museo Vulcanologico dell’Etna era chiuso da lungo tempo.
E che nessuna istituzione aveva dato spiegazione alcuna…meglio tardi che mai !!

Grazie per l’attenzione.
Vincenzo Mannello

———————————————————————————

GAETANO DANIELE HA SCRITTO…..
 
———————————————————————————-
 
 
 
———————————————————————————
GRADIMENTI
 
—-Messaggio originale—-
Da: notification+kr4mymgan4wn@facebookmail.com
Data: 02/12/2014 11.10
A: “Ferruccio Massimo Vuono”<massimovuono@libero.it>
Ogg: Scopri a chi piace la tua Pagina
———————————————————————————-
Facebook Logo Associazione Azimut ha nuovi “Mi piace”
Ciao Ferruccio Massimo,
A Rossella Ambrosio piace Associazione Azimut.
 
Aggiorna la tua Pagina
Vedi tutte le notifiche
 
Grazie,
Associazione Azimut
———————————————————————————-
L’INDIGNAZIONE ( DA MESSAGGIO “POSTATO” SU FACEBOOK )
—————————————————————————————————————————————–

Padri che sterminano famiglie, madri che uccidono i propri figli o coprono chi ha compiuto un atto cosi orrendo….c`e chi dice che queste cose sono sempre successe, io forse apro gli occhi solo ora…nn ci credo molto, ma Dio se esisti forse e arrivato il momento di farci fuori….

—————————————————————————————————————————————–
L’ANTICA CAPITALE DEI BRUZI
—————————————————————————————————————————————–
E GLI AMICI – IVI O LONTANI – CHE LA RICORDANO
—————————————————————————————————————————————–
REPORT FOTO DALLE CALABRIE ( COSENZA )
 [ da messaggi o “postati” su facebook ]
—————————————————————————————————————————————–
da Roberto Matragrano
Bella...
VEDUTA DELLA COSENZA ANTICA
 
da Stenio Vuono e Tonino Linori
ti ricordi?
VEDUTA DEL RIONE RIFORMA
da Stenio Vuono e Nino Alò
ti ricordi?
VEDUTA DELL’EX VIA DELLE ALPI – POI VIA ANTONIO MONACO
da Roberto Matragrano
foto di Cosenza Nel Cuore.
VEDUTA DELLA CITTA’ NUOVA
 —————————————————————————————————————————–
E ANCORA : VISIONABILI TRA BREVE IN RETE E CON NOSTRA SUCCESSIVA E.MAIL
——————————————————————————————

——– Original Message ——–

Subject: a cucina i na vota
Date: Sat, 29 Nov 2014 08:35:07 +0000 (UTC)
From: stenio vuono <stevu48@yahoo.it>
To: “arturo s. vuono” <associazioneazimut@tiscali.it>
a furnaceddra

——– Original Message ——–

Subject: visita di Michele Bianchi in Sila 1927
Date: Sat, 29 Nov 2014 07:08:55 +0000 (UTC)
From: stenio vuono <stevu48@yahoo.it>
To: “arturo s. vuono” <associazioneazimut@tiscali.it>
in questa immagine si trova alla Fossiata e nella foto è quello poggiato con i gomiti sul tavolo.
in allegato parte del suo discorso
———————————————————————————
L’INFORMAZIONE
———————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: Evento: il grido silente dei LAOGAI. Occupy Central, arrestato leader. Storia di una schiava. Cinesi e fisco. Tibet: 13 anni per denuncia alla polizia. Processo segreto ad allievi di Ilham Tohti. Birmane vendute “come spose”.
Date: Sun, 30 Nov 2014 13:16:49 +0000
From: Laogai Research Foundation <info@laogai.it>
To: associazioneazimut@tiscali.it


Evento: il grido silente dei LAOGAI. Occupy Central, arrestato leader. Storia di una schiava. Cinesi e fisco. Tibet: 13 anni per denuncia alla polizia. Processo segreto ad allievi di Ilham Tohti. Birmane vendute “come spose”.

Problemi di visualizzazione? Prova a visualizzare la newsletter nel tuo browser.

 
---

[Evento] Una vergogna senza confini. Il grido silente dei LAOGAI

Mostra di pittura sui campi di concentramento

dal 5 al 15 Dicembre 2014: Centro Teatro Sant’Anna, Via Belgio 1, Verbania-Pallanza (VB)

Orario: 9.00 – 12.30 / 16.00-19.00

Leggi tutto.

---
Occupy Central, arrestato leader degli studenti

Occupy Central, arrestato leader degli studenti

È stato arrestato il leader studentesco di 18 anni Joshua Wong, nel corso dello sgombero di Mongkok, una delle aeree di Hong Kong sotto occupazione da quasi due mesi da dimostranti che chiedono pieno suffragio universale. Per il secondo giorno consecutivo la polizia e gli ufficiali giudiziari stanno portando avanti lo sgombero forzato delle aree occupate, con duri scontri durati tutta la notte, diversi feriti e più di 100 arresti.

Leggi tutto.

---

Mafia cinese a Modena: la storia di una schiava

Il terribile racconto di una donna venduta ad un clan per sanare un debito Costretta a prostituirsi e a lavorare in nero. Sfruttamento e gioco d’azzardo.

Leggi tutto.

---
Scoperte dittecinesi che frodano il fisco: beni sequestrati

Scoperte ditte cinesi che frodano il fisco: beni sequestrati

La guardia di finanza di Città di Castello ha eseguito un sequestro preventivo di crediti e beni, finalizzato alla confisca, nei confronti di alcuni imprenditori cinesi, responsabili di un’articolata frode fiscale.

Leggi tutto.

---
CINA-TIBET: “Tibetani condannati a 13anni: hanno denunciato la polizia per il massacro di Drango”

CINA-TIBET: “Tibetani condannati a 13 anni: hanno denunciato la polizia per il massacro di Drango”

Un gruppo di 10 persone ha ricevuto nei giorni scorsi la sentenza per “sovversione del potere statale”. Avevano chiesto giustizia per i fatti del Capodanno cinese 2012, quando la polizia per sedare una manifestazione sparò e uccise almeno cinque tibetani.

Leggi tutto.

---
Cina, processo segreto a 7 allievi di Ilham Tohtidissidente uighuro condannato all'ergastolo

Cina, processo segreto a 7 allievi di Ilham Tohti dissidente uighuro condannato all’ergastolo

Sette allievi di un prominente studioso della minoranza uigura, Ilham Tohti, sono sotto processo in un tribunale cinese per separatismo.

Leggi tutto.

---
BIRMANIA-Cina, sgominatauna banda che vendeva birmane La polizia di Pechino ha arrestato 31 persone nell’Inner Mongolia, accusate di traffico di esseri umani. Fra le vittime vi sono anche 11 persone – fra donne e bambini – provenienti dal Myanmar. Dietro la pratica la politica del figlio unico e gli aborti selettivi, che hanno creato uno squilibrio di genere in Cina. Secondo gli ultimi dati ogni 100 femmine vi sono 118 maschi.

Leggi tutto.

---

Continua a seguirci anche sui social network

---

SOSTIENICI!

La Laogai Research Foundation Italia vive solo grazie al supporto economico dei propri soci e sostenitori: per rimanere imparziale e indipendente infatti, non accetta soldi dai governi o dai partiti.

Ogni piccolo contributo è benvenuto. Contiamo su di te, aiutaci !

Se hai ricevuto erroneamente questo messaggio e non sei interessato: cancella iscrizione – Gestisci la tua iscrizione

Laogai Research Foundation Onlus Italia
http://www.laogai.it
Roma


FINE SERVIZIO
[ “AZIMUT” – ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE – NAPOLI]

Immagine del profiloImmagine del profilo
COORDINATORI TEAM ONLINE AZIMUT
 
L’INFORMAZIONE NON COMFORMISTA – TRA CRONACA E STORIA – CONTRO IL < SISTEMA DELLA MENZOGNA > 

Azimut” – associazione  |  Associazione CulturalSociale Napoli
<<  La Storia non ha i binari obbligati come le ferrovie  >> 
direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online: Fabio Pisaniello webm. adm.
 Uff. Stampa Associaz. : Ferruccio Massimo Vuono   
[Legum omnes  servi sumus ut liberi esse possimus]  
 (Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081. 770 13 32  
FINE INTERVENTO
Annunci

1 commento su “ITALIEIDE E CENTRALISMO DELLA ROMA DEI PALAZZI – C’E’ CHI DA LE CARTE E “RENZIE-PINOCCHIO” IL SOCCORSO DEL “MARCHESE DEL GRILLO” E LA “BALLATA DEI PEONES””

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...