VASSALLI POTENTINI D’EUROPA IN PIAZZA PARIGI VAL BENE ALTRO 11 SETTEMBRE CUI PRODEST ? MA PER STRAGI CRISTIANI ZERO FOLLE CON IL Je suis Jésus


VASSALLI POTENTINI D’EUROPA IN PIAZZA PARIGI VAL BENE ALTRO 11 SETTEMBRE CUI PRODEST ? MA PER STRAGI CRISTIANI ZERO FOLLE CON IL  Je suis Jésus
 [ “AZ.-NEWS”-12 GENN.’15 ]

————————————————————————————————————————————————————
ARTICOLI RECENTI – LINK
————————————————————————————————————————————————————

A CIASCUNO IL SUO UNDICI…..

11
PARIGI – DOMENICA 11 GENNAIO 2015
ALMENO DUE MILIONI DI PERSONE A PARIGI PER LA MARCIA REPUBBLICANA +++
‘Je suis Charlie, flic, Juif’, ‘Sono Charlie, poliziotto, ebreo’. E’ lo slogan di Place de la République a Parigi, gremita per la marcia repubblicana in ricordo delle vittime dei fratelli Kouachi e di Amedy Coulibaly. Il presidente Hollande riunito all’Eliseo con i ministri ha affermato che oggi ‘Parigi è la capitale del mondo’. La Casa Bianca ha reso noto che il 18 febbraio ospiterà un vertice straordinario sulla lotta al terrorismo. Intanto si riapre il dossier Schengen: ‘Bisogna valutare possibili modifiche al sistema’, ha detto il ministro Cazeneuve. In disaccordo l’Italia. Alfano: ‘Schengen è una grande conquista di libertà, non si può regalare ai terroristi il successo di tornare indietro’. All’Eliseo tra gli altri Renzi, Netanyahu, Abu Mazen. Lungo abbraccio tra Merkel e Hollande. Anche Sarkozy e Carla Bruni…”
 
'Je suis Charlie' © AP
VASSALLI POTENTINI D’EUROPA IN PIAZZA PARIGI VAL BENE ALTRO 11 SETTEMBRE CUI PRODEST ?
... 2000 morti in Nigeria trucidati e lasciati per strada...
Figli senza matita di un Dio minore.  Je suis Jésus
MA PER STRAGI CRISTIANI ZERO FOLLE CON IL  Je suis Jésus
L’OLOCAUSTO DEI MANSUETI – UNO STERMINIO CHE NON CESSA – NON INTERESSA PIU’ DI TANTO ….NESSUNA PIAZZA SI MOBILITA PER I MARTIRI DELLA FEDE CRISTIANA E QUESTA ANOMALIA LA DICE LUNGA SULLE PIAZZE CHE MUOVONO – SI DICE – CONTRO IL TERRORISMO…MA QUALE TERRORISMO INTEGRALISTA PUO’ ESSERE PIU’ GRANDE DI QUELLO CHE COMBATTE CRISTO ?
ARTURO STENIO VUONO – presidente di “Azimut” Arturo Stenio Vuono

…Ci si sorprende che i 2 fratelli, pur essendo già schedati dai servizi segreti francesi come pericolosi terroristi, andassero e venissero liberamente dalla Siria. Dov’è la sorpresa? In Siria combattevano contro Assad, di cui la Francia è il più convinto avversario in occidente, ed inoltre erano entrambi salafiti wahabiti, come i cari amici sauditi di Hollande…

…Solo Siria, Russia ed Iran oggi combattono attivamente il terrorismo islamico: sono questi Stati a lottare ogni giorno militarmente e politicamente contro…
lintellettualedissidente.it
———————————————————————————————————————————————————————————
PRIMA DELLA MARCIA REPUBBLICANA
———————————————————————————————————————————————————————————

Una Parigi con i nervi a fior di pelle prepara “misure di sicurezza eccezionali” per la marcia “repubblicana” di oggi, a cui è prevista una grande affluenza di gente comune e la presenza di una lunga lista di leader politici, europei e non solo. Il ministero dell’Interno francese ha mobilitato 2000 poliziotti e 1350 militari per blindare due differenti percorsi tra la place de la Republique e la place de la Nation, punto di partenza e di arrivo del corteo. Il dispiegamento di forze sarà impressionante: cecchini sui tetti, 24 unità della riserva nazionale, 20 squadre della brigata anti crimine della polizia di Parigi “che garantiranno l’identificazione delle persone a rischio”, 150 agenti in borghese “incaricati della protezione delle alte personalità e della sicurezza generale”. Lungo i due percorsi ci sarà divieto assoluto di parcheggiare veicoli, e molte fermate della metropolitana resteranno chiuse.E l’attentato di Parigi  – secondo informazioni raccolte dall’americana Nsa, secondo Bild am Sonntag dovrebbe essere il primo di una serie di attentati in Europa e  Roma sarebbe fra gli obiettivi del terrorismo. “Nelle intercettazioni – si legge sul tabloid tedesco – è stato fatto anche il nome di Roma. Piani concreti tuttavia non sono noti”.

Il presidente Francoise Hollande ha aperto la giornata della grande marcia repubblicana contro il terrorismo, incontrando i rappresentanti della comunità ebraica francese. All’incontro partecipano anche il premier Manuel Valls e i ministri dell’Interno Bernard Cazeneuve. All’Eliseo sono arrivati, tra gli altri, il grande rabbino di Francia Haim Korsia e il presidente del Consiglio che rappresenta le istituzioni ebraiche di Francia (Crif), Roger Cukierman.

A Parigi il vertice dei ministri dell’Interno e della Giustizia per discutere di misure per la lotta al terrorismo. Sul posto è arrivato il ministro Angelino Alfano. Partecipa anche il Commissario europeo all’Immigrazione e Affari interni, Dimitris Avramopoulos e il coordinatore Antiterrorismo Ue Gilles De Kerkhove ed i ministri Usa della Giustizia Eric Elder e quello canadese della Sicurezza pubblica Steven Blaney. In tutto le delegazioni sono 15 11 di queste di Paesi Ue.

Eppure, a Parigi e in tutta la Francia c’è chi non ritiene sia abbastanza, e chiede di annullare la manifestazione per paura di nuovi attacchi. Nei profili Twitter transalpini impazza l’hashtag#AnnulezLaMarcheDu11Janvier, ‘annullate la marcia dell’11 gennaio’, postato da migliaia di utenti ancora sconvolti dagli avvenimenti degli ultimi giorni. Un nervosismo che il Paese non riesce a scrollarsi di dosso, e che nelle strade della capitale diventa palpabile, come dimostrano i numerosi falsi allarmi scattati ieri. Il più clamoroso, intorno a mezzogiorno, è stato a Disneyland Paris, dove lo scherzo di cattivo gusto di una giovane visitatrice, che dalla finestra della sua stanza d’albergo ha urlato di essere Hayat Boumeddiene minacciando di far esplodere l’edificio, ha portato a un’evacuazione generale. La storia finirà lunedì davanti al tribunale di Meaux, dove la procura ha già promesso grande severità per l’incauta turista e per chiunque dovesse tentare un gesto simile.

I leader politici, però, non intendono lasciarsi scoraggiare. La lista delle personalità che hanno annunciato la loro partecipazione alla marcia ha continuato ad allungarsi, includendo anche qualche nome a sorpresa, come quello del capo della diplomazia di Mosca Serghiei Lavrov, che giungerà a Parigi a capo di una delegazione russa. Ci sarà anche il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu, la cui partecipazione era stata esclusa in un primo momento per ragioni di sicurezza. A quanto riportato dall’emittente i-Télé parteciperanno alla marcia anche il re di Giordania Abdallah II e la regina Rania. Anche il presidente dell’Autorita’ nazionale palestinese Abu Mazen sarà alla Marcia repubblicana.

Nel frattempo, la Francia ha già cominciato a scendere in piazza in numerose grandi città e centri di medie dimensioni. In totale, dice il ministero dell’Interno, circa 700 mila persone hanno sfilato in decine di cortei differenti, da Lille a Marsiglia, dalle regioni basche a quelle atlantiche. La mobilitazione più ampia è stata a Tolosa, città vittima nel 2012 della follia omicida dell’integralista islamico Mohamed Merah, dove le ultime stime parlano di almeno 120 mila manifestanti, una cifra “mai vista” secondo le autorità locali.

———————————————————————————————————————————————————————————

A CIASCUNO IL SUO UNDICI…..

11
CUI PRODEST ?

———————————————————————————————————————————————————————————

DIFFONDETE IN RETE CONTRO LA CENSURA MEDIATICA ITALIANA!! Tutta la verità sull’11 Settembre 2001!! E non solo.. Non facciamoci prendere in giro dagli americani!
attivo.
———————————————————————————————————-
CORRISPONDENZE
———————————————————————————————————-
—-Messaggio originale—-
Da: giancarlolehner
Data: 10/01/2015 14.01
A: ( . . .)
…la scorta di Sallusti…

–>

Purtroppo, Alfano non possiede quid, nè quorum e tantomeno un decente QI, ma il suo meriggiare pallido e assorto davanti alla follìa di togliere la scorta a Sallusti, proprio in cotesta cruenta temperie di caccia ai giornalisti non tremolanti, non addomesticati e non subalterni al Jjhad, è un inno alla bischeraggine di lotta e di governo.

Giancarlo lehner
———————————————————————————————————-
AZIMUT ONLINE
———————————————————————————————————-
 [ “AZIMUT-NEWSLETTER” – 11 GENNAIO  2015]
E.mail
 
L’INFORMAZIONE ONLINE NON CONFORMISTA – TRA CRONACA E STORIA –CONTRO IL SISTEMA DELLA MENZOGNA –
azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut (per Production Reserved)
————————————————————————————————————————————————————-
PREAVVISO
————————————————————————————————————————————————————-
 [ “AZ.” ] TRA BREVE IN RETE  – TRATTO DA << LA CONTEA >> ( MENSILE DI POLITICA E DI CULTURA / N.15 -16, MARZO  – APRILE 1986 )
  1*PROFEZIE ?
1986
EDITORIALE
FUORI DAGLI SCHEMI CLASSISTI 
PER UNA RIFORMA DELL’IMPRESA 
USCIRE DALLA LOGICA CAPITALISTA DI GESTIONE DELLE RELAZIONI TRA LE PARTI SOCIALI SIGNIFICA PUNTARE NON ALLA RIFORMA DEL SALARIO MA A QUELLO DELL’IMPRESA.
 
[ TESTO INTERVENTO NEL PROSSIMO SERVIZIO ( . . . ) … ]
[ Testo dibattuto nel corso del seminario di studi  indetto dal del Msi-Dn  – pubblicato anche sul foglio sezionale Il << Notiziario >> , Intervento di Arturo Stenio Vuono – Segretario Politico della Sezione Territ.le Msi.Dn di Arenella “Aurelio Padovani” a Napoli  – Tavola rotonda : due relatori Pietro Golia e Antonio Cantalamessa – sul tema : << Partecipazione in economia – La Terza Via ? >> – Comunicazioni : Bifani, Candilio, Chiantera, Cosentino, De Leo, Guzzo, Lo Russo, Maffettone, Iovine, Cafaro, Carrino, Bartoli e Simonelli.]
*PROFEZIE ? ( dibattito : venerdì, 27 giugno 1986 – ore 19:00 )
TRASCORSO CIRCA UN TRENTENNIO – GIA’ DIBATTITO APERTO A NAPOLI –
( . . . . . ).
[ PUO’, FORSE, FARE COMPRENDERE LE RAGIONI, ALLA RADICE,  DEL PERCHE’ DELL’ATTUALE IMPOSSIBILITA’ D’UNA RISPOSTA ADEGUATA AL PROGETTO DISGREGATORE DELLA PRODITORIA E  INDOTTA << GRANDE CRISI >>.  IL PRIVILEGIARE, IN ITALIA, LA COSTITUZIONE DI UN “FRONTE DEL LAVORO” ( PRODUTTORI – PRESTATORI D’OPERA / UNITI, ETC.), SINO A QUANDO SI POTEVA, AVREBBE MESSO IN SICUREZZA, PER IL FUTURO, TUTTO L’APPARATO PRODUTTIVO CHE, OGGI, APPARE IN COMA… ]
———————————————————————————————————————————————————————————
DA CATANIA
——————————————————————————————————————————————————————————–

——- Original Message ——–

Subject: Cardinal Bagnasco…medaglia d’alloro al valor UEista !!
Date: Tue, 6 Jan 2015 18:58:12 +0100
From: Vincenzo Mannello <info@vincenzomannello.it>
To: ( . . . )
Continua il Presidente della Cei (Comunità  Episcopale Italiana),nonché autorevole cardinale della Chiesa universale, ad intromettersi nelle questioni che riguardano le scelte politiche dei cittadini.
Ieri,non bastandogli l’Italia,ha rivolto il suo sguardo alla vicina Grecia allargando il tutto alla Europa intera.
Intervistato da Avvenire ha così esposto il suo pensiero :
“L’uscita della Grecia dall’Unione europea sarebbe un male…La Grecia è una radice del nostro patrimonio culturale, della nostra cultura occidentale e in particolare europea. Perdere la presenza della Grecia con questa ricchezza culturale, con il suo patrimonio storico e di civiltà, sarebbe sicuramente un tagliare una radice alla nostra cultura. Sarebbe un male”.
Certo,Eminenza…chi può mettere in dubbio il legame tra la Grecia e la civiltà europea ? Inutile perderci tempo,è assodato.
Quello che non quadra è il collegamento con la (eventuale) uscita dalla Unione Europea..,entità politica ed economica (sia pur virtuale) che con la civiltà non ha proprio niente a che vedere…
Anzi,visti i guasti prodotti,la Ue rischia proprio di riportare i popoli europei che ne fanno parte ad uno stato di regressione economica e sociale di qualche secolo fa,in Grecia ed in quasi tutti gli stati che ne fanno parte…specie quelli dell’area mediterranea con maggior presenza cattolica/ortodossa.
Scelta politica quindi…il cardinal Bagnasco non è nuovo a queste uscite.
Ricordo agli smemorati (senza voler andare indietro nel tempo) il vero e proprio ordine ai cattolici per “andare a votare” sia alle ultime elezioni politiche italiane sia a quelle europee.
Allineando così la
Chiesa ed il Papa (che non lo smentì) ai vari personaggi politici che definiscono “antipolitici” quanti dissentano da istituzioni comunitarie e nazionali ritenute totalmente delegittimate moralmente e politicamente.
Con una differenza…che politici e soci “laici” difendono proprie posizioni non solo vessando di fatto il popolo ma pure criminalizzando chi non ci sta…mentre la Chiesa dovrebbe pensare al bene  di tutti,specie di chi sta peggio.
E la Grecia…docet !!
Perché se il popolo greco scegliesse di uscire dalla istituzione Europa (non certo dalla civiltà europea) sarebbe un male ?
Per chi ? Perché,dato che Bagnasco proprio se la cerca (fatte le debite proporzioni di visibilità),la Chiesa non si rivolge al 60% di europei che ci siamo astenuti dal voto non credendo nello UEismo e nei suoi profeti di Roma e Bruxelles ?
Siamo noi gli emarginati,quelli che stiamo peggio,i colpiti dai vincoli finanziari e burocratici di Commissioni non volute e votate dalla maggioranza elettorale.
Siamo noi,Eminenza…le vittime dell’euro che ci affama sempre piú !!
Disastro la (eventuale) uscita dallo UEismo  della Grecia ?? Chi glielo ha confidato ?? Vuol farci credere che “Qualcuno” le ha svelato il contenuto
di qualche “profezia” ??
E di noi peccatori che dallo UEismo vorremmo proprio uscire (e che siamo pure maggioranza) cosa accadrebbe nel caso la dittatura si sgretolasse ??
Finiremmo all’Inferno ??
Magari su Avvenire ma gradirei sapere…(pure a nome di altri)..
Per ora,in mancanza di chiarimenti “spirituali”…prendo atto della sua preoccupazione  e,nel mio piccolissimo,ritengo le vada attribuita la “medaglia d’alloro al valor UEista” per aver difeso strenuamente il potere temporale cui la Chiesa è (purtroppo) collegata : l’UEismo  !!

Grazie per l’attenzione
Vincenzo Mannello

———————————————————————————————————————————————————————————
DA NAPOLI
——————————————————————————————————————————————————————————–

I funerali della Sig.ra Anna Maria Fusco, mamma del ns. Amico e Camerata Geppy Marotta, si terranno domani, domenica 11 gennaio alle ore 9,30 alla chiesa dei Pallottini in corso Europa a Napoli

 

E’ morta la mamma di Geppy Marotta ! La Sig.ra Anna Maria Fusco nacque il 28 ottobre 1922, e questa circostanza è stata sempre motivo di orgoglio per il Nostro Peppe, che raccontava di come quel giorno della nascita il nonno fosse assente alla nascita della figlia perchè impegnato a Roma per una Marcia che avrebbe segnato i destini e la storia del nostro Paese ! Si è spenta dopo poco più di sei mesi dalla morte del figlio e ci piace pensare che ora siano vicini e uniti, lontani dalle troppe miserie umane di questa terra !!! Addio Anna Maria, che la terra ti sia

———————————————————————————————————
DA TRENTO
———————————————————————————————————-

——- Original Message ——–

Subject: 14 gennaio – La seconda Guerra dei Trent’anni: Interpretazioni storiografiche
Date: Fri, 09 Jan 2015 14:42:54 +0100
From: CSSEO <info@csseo.org>
To: destinatari nscosti:;
Reply-To: info@csseo.org
INVITO


LA SECONDA GUERRA DEI TRENT’ANNI: INTERPRETAZIONI STORIOGRAFICHE

 

Mercoledì 14 gennaio 2015, alle 17,30, a Trento, nella Sala degli Affreschi della Biblioteca comunale (Via Roma 55) il Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale e la Fondazione Museo Storico del Trentino organizzano l’incontro-dibattito “La seconda Guerra dei Trent��anni: Interpretazioni storiografiche”. Interviene Paolo Pombeni. Introduce Massimo Libardi.

 

Più ci si allontana dallo scoppio della Grande Guerra, più questa non appare come un unicum, ma come l’inizio di una nuova era, l’irruzione del moderno, con il suo predominio della tecnologia, l’idolatria delle masse, la nascita di nuovi linguaggi (la propaganda, il cinema, il consolidamento della fotografia), il dominio delle ideologie. La Grande Guerra appare come l’inizio di un periodo di instabilità che si concluderà con il 1945, una epoca caratterizzata dai due conflitti mondiali – entrambi delle guerre totali completamente diverse da quelle che le hanno precedute –, dalle rivoluzioni sociali e dall’ascesa delle dittature.

Per questo il periodo che va dal 1914 al 1945 viene considerato dagli storici – pur all’interno di diverse prospettive storiografiche – come un periodo unitario variamente definito “seconda guerra dei Trentuno anni” del Ventesimo secolo (Eric Hobsbawm); “la Guerra dei Trent’anni della crisi generale del Novecento” (Arno Mayer); la “guerra civile europea” (Eric Nolte).

Come scrive Hobsbawm “entrambe furono carneficine senza eguali e si lasciarono dietro le immagini degli incubi tecnologici che ossessionarono i giorni e le notti delle generazioni successive […]. Entrambe si conclusero con il crollo della civiltà e con la rivoluzione sociale in larghe regioni dell’Europa e dell’Asia. Entrambe lasciarono le nazioni belligeranti prostrate e indebolite, a eccezione degli USA, che uscirono dalle due guerre senza aver subito danni, con una maggiore ricchezza e con il ruolo di signori economici del mondo”.

Nell’incontro “La seconda Guerra dei Trent’anni: Interpretazioni storiografiche”, che si terrà a Trento mercoledì 14 gennaio, alle ore 17,30, nella Sala degli affreschi della Biblioteca comunale (Via Roma 55), verranno affrontati queste importanti interpretazioni storiografiche.

Paolo Pombeni è professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Bologna, dove insegna “Storia dei Sistemi Politici Europei” e “Storia dell’Ordine Internazionale”. È direttore dell’Istituto Storico Italo-Germanico in Trento e del “Centro Ricerche per il Progetto Europeo” (Bologna). È stato direttore dell’Istituto di Studi Avanzati dell’Università di Bologna per il Triennio 2010-2012.

L’incontro è organizzato dal Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale e dalla Fondazione Museo Storico del Trentino. Interviene Paolo Pombeni, direttore dell’Istituto Storico Italo-Germanico di Trento e del “Centro Ricerche per il Progetto Europeo” di Bologna.

L’iniziativa rientra nel programma ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale per la commemorazione del centenario della Prima Guerra Mondiale.

Questo incontro è il quinto del ciclo “La seconda Guerra dei Trent’anni”, organizzato dal Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale e dalla Fondazione Museo Storico del Trentino.

Con il Patrocinio di: Comune di Trento; Provincia Autonoma di Trento; Presidenza del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento; Regione Autonoma Trentino-Alto Adige; Consiglio Regionale del Trentino-Alto Adige

  Il Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale è su  Facebook.
_________________________________________________________

———————————————————————————————————————————————————————————

GRADIMENTI AZIMUT ( FACEBOOK )
———————————————————————————————————————————————————————————
Piace a Paolo CuzzolaIlia Olivieri e altre 24 persone.

  • Andrea SantoroEnrico FlautoIlia OlivieriPaolo Cuzzola

 —————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–
“AZIMUT” – ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE A NAPOLI
ULTIMI 3 SERVIZI IN RETE ( CON DUE EDITORIALI )
PREAVVISO DI QUARTO ARTICOLO
[“AZ.”-10 GENN. ’15 ]

1
2015 ANNO II° E.R. ( ANNO SECONDO ERA RENZI ) DELLA TIRANNIA MA NON E’ DETTO  
 – PINO DANIELE NON E’ PIU

[ “AZIMUT-NEWS” : 9 GENN. ’15 ]

2 

LA STORIA E I 68 ANNI DI UNA GRANDE IDEA ( UN MODELLO DA RIVEDERE – 1986 )
 [ “AZIMUT-NEWSLETTER” – 9 GENNAIO  2015]
3
azimutassociazione@libero.it
<associazioneazimut@tiscali.it>
Oggi: NATALE PASSATO TRA SERENITA’ E TRISTEZZA – FRANCIA SOTTO ATTACCO – Terra, Tradizioni e Cultura – Dibattito e concerto a Polvica di Tramonti
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” – 9 GENNAIO 2015 ]

LINK FACEBOOK
Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da WordPress ·
NATALE PASSATO TRA SERENITA’ E TRISTEZZA – FRANCIA SOTTO ATTACCO – Terra, Tradizioni e Cultura – Dibattito e concerto a Polvica di Tramonti

NATALE PASSATO TRA SERENITA’ E TRISTEZZA – FRANCIA SOTTO ATTACCO – Terra, Tradizioni e Cultura -…
azimutassociazione.wordpress.com
NATALE PASSATO TRA SERENITA’ E TRISTEZZA – FRANCIA SOTTO ATTACCO – Terra, Tradizioni e Cultura – Dibattito e concerto a Polvica di Tramonti [ 4025 more words. ]

Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da WordPress ·
LA STORIA E I 68 ANNI DI UNA GRANDE IDEA ( UN MODELLO DA RIVEDERE – 1986 )
LA STORIA E I 68 ANNI DI UNA GRANDE IDEA ( UN MODELLO DA RIVEDERE – 1986 )
azimutassociazione.wordpress.com

Associazione Azimut ha condiviso un link.
Pubblicato da WordPress ·
2015 ANNO II° E.R. (ANNO SECONDO ERA RENZI) DELLA TIRANNIA MA NON E’ DETTO – PINO DANIELE NON E’ PIU
2015 ANNO II° E.R. (ANNO SECONDO ERA RENZI) DELLA TIRANNIA MA NON E’ DETTO – PINO DANIELE NON E’ PIU
azimutassociazione.wordpress.com
2015 ANNO II° E.R. ( ANNO SECONDO ERA RENZI ) DELLA TIRANNIA MA NON E’ DETTO – PINO DANIELE NON E’ PIU [ 3697 more words. ]

———————————————————————————————————————————————————————————

IL RITORNO DEEL << CAVALIERE >>

——————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

Associazione Azimut – 
T R E N T O T T E S I M O

CAMERATA ITALO:.."non ho ricordi più veri" IN ALTO I CUORI

IL 13 DICEMBRE DEL 1976 PERIVA IN MARE ( CHE LUI TANTO AMAVA ) IL MILITANTE MISSINO PARTENOPEO ITALO SOMMELLA – RECUPERATO IL CORPO LE ESEQUIE IL SUCCESSIVO 16 DI 38 ANNI ORSONO. NON LO ABBIAMO MAI DIMENTICATO.
—————————–
Arturo Stenio Vuono
presidente Associazione Culturalsociale “Azimut”
————————————————————————————————————————————————————-
IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE – A PRESTO SENTIRCI !
————————————————————————————————————————————————————-
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut”: 
 
Ferruccio Massimo Vuono

 

 

(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)

“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI

TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081 – 7701332
Noi, noi non navighiamo “a vista”…
          
INFORMATIVA AI SENSI DEL D.LGS. 196/2003. Si informano i destinatari della presente email che gli indirizzi sono stati forniti direttamente dall’interessato o, in alcuni casi, reperiti direttamente in internet. Inoltre tali indirizzi vengono utilizzati unicamente per le comunicazioni di carattere politico, culturale, economico, etc., dell’Associazione e non verranno nè comunicati, nè ceduti a terzi. I titolari possono, ai sensi dell’articolo 7 del D.lgs. 196/2003 richiedere la cancellazione; comunicando, nei modi d’uso, agli indirizzi di posta elettronica : ogni loro decisione in merito

——– Original Message ——–

Subject: Evento streaming: Laogai e contraffazioni. Attacco di cuore per le torture. Prodotti cinesi cancerogeni: ecco la lista. Tibet: contadini picchiati per non aver venduto le loro terre al Governo. Cina, attività religiose nel mirino.
Date: Thu, 8 Jan 2015 08:22:12 +0000
From: Laogai Research Foundation <info@laogai.it>
To: associazioneazimut@tiscali.it

Evento streaming: Laogai e contraffazioni. Attacco di cuore per le torture. Prodotti cinesi cancerogeni: ecco la lista. Tibet: contadini picchiati per non aver venduto le loro terre al Governo. Cina, attività religiose nel mirino

---

Laogai (campi di concentramento in Cina) e contraffazione dei prodotti “made in Italy” al Liceo Scientifico “V.Dini” di Pisa (diretta streaming)

Si terrà Sabato 10 Gennaio a partire dalle ore 10:00, presso l’auditorium del Liceo Scientifico “V. Dini” in via Benedetto Croce 36, Pisa. Una prima giornata dedicata all’incontro tra gli studenti e la Laogai Research Foundation.

Leggi tutto.

Diretta streaming Sabato 10 gen 2015 dalle ore 10:00

La Laogai Research Foundation utilizza la TV del futuro. Segui i suoi interventi in diretta streaming, vai alla pagina www.laogai.it/diretta-streaming/ e con un semplice click ti trovi comodamente seduto a partecipare all’evento.

---

Poeta cinese colpito da un attacco di cuore per le torture durante la prigionia

Wang Zang, poeta e attivista politico di Pechino, che si era mosso a sostegno del movimento democratico di Hong Kong, secondo il suo avvocato è stato sottoposto a torture e maltrattamenti durante la detenzione.

Leggi tutto.

---

Prodotti cinesi cancerogeni: ecco la lista delle cose da non comprare. Buttatele se le avete in casa

Chiunque di noi, più o meno frequentemente e più o meno consapevolmente, acquista prodotti di origine cinese.

Leggi tutto.

---
CINA-Tibet: �Quattro contadini picchiati selvaggiamente, si sono rifiutati di vendere le loro terre al Governo cinese”

CINA-Tibet: “Quattro contadini picchiati selvaggiamente, si sono rifiutati di vendere le loro terre al Governo cinese”

Quattro poveri contadini tibetani sono stati selvaggiamente picchiati da funzionari cinesi dopo essersi rifiutati di vendere le loro terre nella contea di Zamthang al Governo cinese.

Leggi tutto.

---
FACEBOOK come Bergoglio, corteggia la Cina e censura un articolo su auto immolazione in Tibet. Esuli infuriati

FACEBOOK come Bergoglio, corteggia la Cina e censura un articolo su auto immolazione in Tibet. Esuli infuriati

Uno scrittore tibetano denuncia la censura di Facebook per un suo post sulla auto-immolazione di un monaco nella provincia occupata dello Sichuan.

Leggi tutto.

Cina, attività religiose nel mirino: presto una lista ufficiale per i luoghi di culto

Cina, attività religiose nel mirino: presto una lista ufficiale per i luoghi di culto

Presto gli ufficiali cinesi pubblicheranno una lista dove saranno riportati i luoghi in cui le persone si potranno riunire per condurre attività religiose, ha riportanto la Reuters citando l’agenzia di notizie del Paese Xinhua. La mossa è stata presa per identificare e estirpare quei gruppi che coltivano “attività religiose illegali”.

Leggi tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...