TUTTO SUGLI OLOCAUSTI IGNORATI COMUNISMO FAME MORTE SCHIAVITU’ – DA INVESLAN BILBAO ( SPAGNA )


TUTTO SUGLI OLOCAUSTI IGNORATI COMUNISMO FAME MORTE SCHIAVITU’ – DA INVESLAN BILBAO ( SPAGNA )

—-Messaggio originale—-
Da: azimutassociazione@libero.it
Data: 18-feb-2015 12.57
A: <fabiopisaniello84@gmail.com>
Cc: “Fabio X”<fabiopisaniello@yahoo.it>
Ogg: TUTTO SUGLI OLOCAUSTI IGNORATI COMUNISMO FAME MORTE SCHIAVITU’ – DA INVESLAN BILBAO ( SPAGNA )

 
 
 
OGGI : TUTTO SUGLI OLOCAUSTI IGNORATI COMUNISMO FAME MORTE SCHIAVITU’ IN TUTTO IL MONDO  – da INVESLAN, un centro di ricerca sociale di Bilbao (Spagna )
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 19 febbraio 2015 ]
 
———————————————————————————————————————-
IN QUESTO NUMERO : 
da INVESLAN, un centro di ricerca sociale di Bilbao (Spagna ) – per leggere tutto vedi : oltre
———————————————————————————————————————-
CONTINUA : SU TUTTI GLI OLOCAUSTI
CHE NON HANNO DA ESSERE…
 
NOSTRI SERVIZI GIA’ IN RETE :
 
SU DRESDA E CITTA’ TEDESCHE –  ITALIA DEL SUD – INDIANI DI AMERICA  E I CRIMINI DEL COMUNISMO  IN URSS. ; e continueremo a pubblicare e a documentare tutto il resto  NEI PROSSIMI SERVIZI e su tutti i massacri.
 
  • I PROSSIMI SERVIZI :
  • 1 – CRISTIANI terrorismo sterminio persecuzioni e massacri nel mondo
  • 2 – COMUNISMO fame morte schiavitù in tutto il mondo
  • [ nel servizio odierno – tra breve in rete ]
 
  • 3 – GENOCIDIO ARMENO massacro dalla Turchia e altrove
  •  
  • 4 – MESSICO persecuzione dei cristiani 
  • 5 – CRIMINI COMUNISTI Cina Vietnam etc.
AI GIOVANI , CUI – PER TROPPO TEMPO – E’ STATO NEGATO DI SAPERE, IO DICO , CHIARO E TONDO, CHE DEVONO CONOSCERE TUTTA LA VERITA’ ; TUTTE LE BARBARIE CHE I “CATTIVI MAESTRI” – NEO GIACOBINI, HANNO CRIMINALMENTE NASCOSTO IN OGNI SCUOLA E UNIVERSITA’. F O R Z A   R A G A Z Z I, R I T R O V A T E   I   V E C C H I   I D E A L I. S A R E T E 
  P I U’   F O R T I   D I   L O R O. S I E T E   L A   N O S T R A   U N I C A –  S O L A   S P E R A N Z A !
ARTICOLI INIZIALI- LINK – clicca e leggi
[ SU  SHOAH E FOIBE PIU’ SERVIZI PUBBLICATI – ECCONE I 2 PRINCIPALI ]
VISITA IL SITO

10 FEBBRAIO GIORNO DEL RICORDO LA SHOAH D’ITALIA FOIBE ESODO E MASSACRI A ORIENTE D’ITALIA TRA I TANTI CRIMINI CONTRO L’UMANITA’ ESENTATI DA UNA NORIMBERGA

 
[ IL SERVIZIO CONTINUA ]
 

STOP QE DRAGHI ! “HOLOCAUST MEMORIAL DAY” – DA NAPOLI RISCOSSA DEL SUD – “Il mistero della corazzata russa” – Presentazione a Napoli – e altre news

———————————————————————————————————-
VISITA IL SITO
NOI IN RETE
L’INFORMAZIONE ONLINE NON CONFORMISTA – TRA CRONACA E STORIA –CONTRO IL SISTEMA DELLA MENZOGNA –
 
azimutassociazione.wordpress.com/
Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut (per Production Reserved)
 
————————————————————————————————————————
IL SERVIZIO ODIERNO
IN QUESTO NUMERO : 
da INVESLAN, un centro di ricerca sociale di Bilbao (Spagna)
—————————————————————————————————–
Arturo Stenio Vuono

   

ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 
anteprima di web – servizio tra breve in rete – scritto : 
mercoledì, 18 febbraio 2015
———————————————————————————————————————-
COMUNISMO FAME MORTE SCHIAVITU’ IN TUTTO IL MONDO
 
———————————————————————————————————————-
 
[ tratto dal web – stralci ]
 

 
OGGI : TUTTO SUGLI OLOCAUSTI IGNORATI COMUNISMO FAME MORTE SCHIAVITU’ IN TUTTO IL MONDO
 
 un primo bilancio in cifre approssimativo

– URSS, 20 milioni di morti,
– Cina, 65 milioni di morti,
– Vietnam, un milione di morti,
– Corea del Nord, 2 milioni di morti,
– Cambogia, 2 milioni di morti,
– Europa dell’Est, un milione di morti,
– America Latina, 150 mila morti,
– Africa, un milione 700 mila morti,
– Afghanistan, un milione 500 mila morti,
– movimento comunista internazionale e partiti comunisti non al potere, circa 10 mila morti.

 
 Falce e martello - Simbolo del comunismoCOMUNISMO fame morte schiavitù in tutto il mondo
 
 
– fucilazione di decine di migliaia di ostaggi o di persone imprigionate senza essere state sottoposte a giudizio e massacro di
centinaia di migliaia di operai e di contadini insorti fra il 1918 e il 1922;
– carestia del 1922, che ha provocato la morte di 5 milioni di persone;
– deportazione ed eliminazione dei cosacchi del Don nel 1920;
– assassinio di decine di migliaia di persone nei campi di concentramento fra il 1918 e il 1930;
– eliminazione di quasi 690 mila persone durante la Grande purga del 1937-1938;
– deportazione di 2 milioni di kulak (o presunti tali) nel 1930-1932;
– sterminio di 6 milioni di ucraini nel 1932-1933 per carestia indotta e non soccorsa;
– deportazione di centinaia di migliaia di polacchi, ucraini, baltici, moldavi e bessarabi nel 1939-1941, poi nuovamente nel 1944-1945;
– deportazione dei tedeschi del Volga nel 1941;
– deportazione-abbandono dei tatari della Crimea nel 1943:
– deportazione-abbandono dei ceceni nel 1944;
– deportazione-abbandono degli ingusceti nel 1944;
– deportazione-eliminazione delle popolazioni urbane della Cambogia fra il 1975 e il 1978;
– lento sterminio dei tibetani per mano dei cinesi dal 1950 eccetera. 
 
 
[ tratto dal web – stralci ]
 
 
“…La lista dei crimini del leninismo e dello stalinismo, spesso riprodotti in modo quasi identico dai regimi di Mao Zedong, Kim Il Sung e Pol Pot, potrebbe essere estesa all’infinito…
la storia… ha rivelato che la pratica dello sterminio di massa da parte dello Stato o di partiti-Stato… ( n.d.r. : continua ). La Bosnia e il Ruanda dimostrano che tali pratiche perdurano… Molti storici … non esitano a usare l’espressione « crimine contro l’umanità ».Ci sembra, quindi, che il ricorso a queste nozioni per caratterizzare alcuni crimini commessi dai regimi comunisti non sia illegittimo.
Oltre alla questione della responsabilità diretta dei comunisti al potere si pone anche quella della complicità…
…dagli anni Venti agli anni Cinquanta, i comunisti di tutto il mondo e molte altre persone hanno applaudito la politica di Lenin e poi quella di Stalin…  Negli anni Cinquanta-Settanta altre centinaia di migliaia di uomini hanno incensato il Grande timoniere della Rivoluzione cinese e hanno tessuto le lodi del Grande balzo in avanti della Rivoluzione culturale. Per giungere a tempi ancora più recenti, l’ascesa al potere di Pol Pot è stata salutata da un diffuso entusiasmo. Molti risponderanno che «non sapevano». Ed è vero che non era sempre facile sapere, poiché i regimi comunisti avevano fatto del segreto uno dei loro mezzi di difesa preferiti. Ma, spesso, quest’ignoranza era solo il risultato di una cecità dovuta alla fede militante: fin dagli anni Quaranta e Cinquanta, infatti, molti accadimenti erano noti e inconfutabili. E se molti di questi incensatori hanno oggi abbandonato i loro idoli di ieri, lo hanno fatto nel silenzio e nella discrezione. Ma che cosa si deve pensare dell’amoralismo innato di chi abbandona nel segreto del proprio animo un impegno pubblico senza trarne la debita lezione? …”
 
———————————————————————————————————————-
LIBIA – L’INFORMAZIONE ( SENZA – NOSTRE – PAROLE )
( tratto dal web )
———————————————————————————————————————
 
Il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, che ieri ha avuto un colloquio telefonico con il Segretario di Stato americano John Kerry, ha fornito una informativa alla Camera. Nel corso del colloquio con Kerry – si apprende alla Farnesina – i responsabili per la politica estera di Italia e Stati Uniti hanno discusso dell’evoluzione della crisi libica.”La Libia richiede massima attenzione” – A Montecitorio il ministro italiano ha evidenziato come in Libia “è evidente il rischio di saldatura tra gruppi locali e Daesh” che richiede la “massima attenzione. Mentre il negoziato muove i primi passi, la situazione in Libia si aggrava. Il tempo non è infinito e rischia di scadere presto, pregiudicando i fragili risultati raggiunti” dalla mediazione Onu sostenuta dall’Italia”, ha detto.”L’unica soluzione è quella politica” – “L’unica soluzione alla crisi libica è quella politica”, ha poi spiegato Gentiloni . “Il deterioramento della situazione sul territorio impone un cambio di passo da parte della comunità internazionale prima che sia troppo tardi. Dopo le due sessioni a Ginevra a gennaio, l’incontro (tra le fazioni libiche, ndr) a Ghadames dell’11 febbraio, ha visto per la prima volta anche la partecipazione del Congresso di Tripoli: è stato un passo verso la direzione giusta. E ci siamo arrivati con grande impegno, in primo luogo del nostro Paese che ha messo a disposizione delle Nazioni Unite non solo il proprio patrimonio di contatti politici ed economici, ma anche un’importante assistenza logistica per lo svolgimento delle varie sessioni di dialogo”, ha aggiunto il titolare della Farnesina.”Non vogliamo crociate” – Non vogliamo “avventure e tantomeno crociate – ha continuato l’esponente del governo – Chiediamo però alla comunità diplomatica di aumentare gli sforzi”. Dalla riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu di oggi “ci attendiamo la presa di coscienza al Palazzo di vetro della necessità di raddoppiare gli sforzi per favorire il dialogo politico” in Libia. “Dire che siamo in prima fila” nella lotta al terrorismo significa “quello che stiamo facendo nella coalizione anti-Daesh in Siria e in Iraq, è il modo in cui un Paese democratico risponde alla barbarie, e lo fa in amicizia con la stragrande maggioranza della comunità islamica che rifiuta di veder sequestrata la propria fede”, ha proseguito il ministro. “Di fronte alle minacce del terrorismo, la nostra forza è la nostra unità”.”La missione Unsmil sia dotata di mezzi” – “Lavoriamo con i nostri partner al Consiglio di sicurezza perché la missione Unsmil (missione Onu in Libia, ndr) venga dotata di un mandato, mezzi e risorse in grado di accelerare il dialogo politico per la stabilità e la formazione di un governo di unità nazionale”, ha aggiunto Gentiloni, ricordando che la missione dovrà essere rinnovata il 13 marzo. Ad avviso del ministro “le origini della crisi attuale vanno cercate negli errori compiuti anche dalla comunità internazione nella fase successiva alla caduta di vecchio regime”.”Errori compiuti dalla comunità internazionale” – In ogni caso “le origini della crisi attuale vanno cercate negli errori compiuti anche dalla comunità internazione nella fase successiva alla caduta di vecchio regime”.Il problema degli immigrati – Ma Gentiloni ha parlato anche dell’aggravarsi del problema immigrazione. La crisi in Libia sta portando “all’aggravarsi del dramma di migliaia di persone che fuggono su barconi verso le nostre coste: il numero degli sbarchi da inizio anno ad oggi è aumentato del 59% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Sono arrivate 5.302 persone contro le 3.338 di un anno fa”, ha detto l’esponente dell’esecutivo sottolineando che “l’Europa è una superpotenza economica e come tale può andare oltre i 50 milioni di euro all’anno, spesi oggi per fronteggiare una simile emergenza. Non era Mare Nostrum ad attirare i migranti, bensì il dramma delle aree di crisi su cui speculano, nel vuoto istituzionale libico, bande criminali assai agguerrite”, ha dichiarato Gentiloni. Del resto “di fronte alla crescita dell’onda migratoria una cosa è certa: non possiamo voltarci dall’altra parte lasciando i migranti al loro destino. Non sarebbe degno dell’umanità e della civiltà che ha fatto grande l’Italia”.
———————————————————————————————————————-
RIPRENDIAMO IL SERVIZIO ODIERNO
———————————————————————————————————————-
 
[ tratto dal web – stralci ]
 

martedì 22 dicembre 2009

Nelle dittature comuniste c’era l’ateismo di Stato

Sono pochi gli atei che si azzardano a parlare del ruolo che ha avuto la loro religione nella storia. Preferiscono spulciare qualche archivio per scovare piccole contraddizioni papali o fomentare campagne storiche revisioniste.

Quei pochi che hanno il coraggio (o il non pudore) di parlarne sostengono incredibilmente che le dittature atee fosserocasualmente anche comuniste (o viceversa), per cui i crimini compiuti da queste sarebbero imputabili alla mentalità comunista e non atea. Surreale vero?

Guarda un pò: ogni volta che uno Stato assunse come religione ufficiale l’ateismo, esso fu governato da una dittatura comunista e commise innumerevoli crimini all’umanità. Infatti le persecuzioni ai cristiani furono sistematiche sotto i regimi comunisti, proprio per l’intolleranza dell’ateismo di Stato, vedi qui.

Piccoli esempi di incredibili casualità. Partiamo dai giorni nostri.

In Vietnam l’ateismo di Stato iniziò nel 1954 per il solo Vietnam del Nord, governato (proprio dal 1954) dal partito socialista- comunista. Ecco i crimini e le persecuzioni che si compirono in questo periodo: vedi qui.
Dal 1976 l’atesimo di Stato si allargò a tutto il Vietnam, ed è ancora oggi la religione di Stato. Ecco qui i raccapriccianti risultati: le stime ufficiali dei genocidi, vedi qui, e altri crimini: vedi qui, quiper vedere come sia un divertimento l’uso della pena di morte, qui,qui e qui per la persecuzione ai cattolici e l’oppressione del governo addirittura impedendo di festeggiare il Natale con le proprie famiglie, e qui.

In Corea del Nord l’ateismo di Stato è dal 1948 la religione ufficiale e il governo è “casualmente” socialista-comunista, nato dalla fusione del Partito Comunista nel 1945, vedi qui.
Pensate che qui cambi qualcosa? Assolutamente no.
La Corea del Nord, Stato ufficialmente ateo, è fra gli ultimi paesi al mondo per i diritti umani, vedi qui, ed ecco i crimini perpretati dal governo ateo nord-coreano: vedi qui una stima dei genocidi e democidi.
Recentemente è stata scoperta una camera a gas dove il governo compie esperimenti chimici su detenuti usati come cavie e dove vi muoiono migliaia di persone ogni anno, vedi quiqui e qui.
La libertà di parola, di stampa e di religione non si sa neppure cosa sia, e le persecuzioni religiose sono all’ordine del giorno: vedi qui,qui.
La pena di morte è utilizzata anche per reati minori, vedi qui, e avvengono continui omicidi governativi per cittadini sudcoreani, vedi qui.
Ecco invece altri crimini commessi dopo il 1948 (da quando l’ateismo di Stato è la religione ufficiale): vedi qui

A Laos, piccolo stato asiatico, l’ateismo è la religione di stato dal 1975. “Casualmente” proprio nel 1975 salì al potere il governo comunista che istituì l’ateismo di Stato e organizzò un regime tra i più crudi, vedi qui. Ecco qui alcune stime di genocidi e domicidi commessi dal “tollerante” governo ateo.

In Cina l’ateismo di Stato è presente da oltre 50 anni. Risultato? Ho scritto un articolo apposta: guarda qui.

In Romania fu presente l’Ateismo di Stato tra gli anni 1945 e 1989. Il partito Comunista governò ufficialmente tra 1947 e 1989 in buona parte guidato dall’ateo Nicolae Ceauşescu, “casualmente” processato per genocidio nel 1989, anno in cui cadde il governo comunista e terminò il periodo di ateismo ufficiale del governo. Ecco quali crimini all’umanità “casualmente” accaddero proprio e solo in quel periodo di governo ateo e comunista: qui alcuni numeri, poi vedi qui.

In Cambogia l’ateismo di Stato è presente per pochi anni: dal 1975 al 1979. “Casualmente” questi pochi anni coincidono con la durata al governo del partito comunista di uno dei peggiori uomini della storia: il dittatore ateo Pol Pot (orgogliosamente rivendicato come uomo ateo dalla UAAR, vedi qui). Egli istituisce l’ateismo come religione di Stato e in questi 4 anni torturò e massacrò più di 2 milioni di persone, compresi donne, vecchi e bambini. Vedi qui. Ecco qui altri crimini commessi tra il ’75 e ’79 (anni dell’ateismo di Stato) e solo in questi anni: vedi qui e qui.
Attualmente la religione ufficiale è il Buddhismo, vedi qui.

In Bulgaria l’ateismo di Stato fu presente tra il 1944 e il 1989 e “casualmente” il governo comunista bulgaro governò tra il 1944 e il 1989, vedi qui. Ecco qui i crimini che “casualmente” accaddero proprio nel periodo di governo ateo e comunista: qui alcuni numeri, poi vedi qui.

In Polonia l’ateismo di Stato durò dal 1946 al 1949. “Casualmente” il regime comunista governò dal 1948 al 1989, vedi qui.
Risultati? Ecco qui alcuni numeri. Il partito era guidato da diversi dittatori atei, tutti processati per crimini contro la Polonia: vediqui.
Nel 1989 il cattolico Lech Walesa (Premio Nobel per la pace) riuscì a mettere fine all’oppressione atea e comunista, anche grazie al supporto della Chiesa Cattolica, e iniziare un periodo di democrazia riconoscendo i diritti umani e civili al popolo. (vedi qui).
Ecco quali crimini si compirono “casualmente” soltanto nel periodo di governo ateo e comunista: vedi qui e qui.

A Cuba l’ateismo di Stato venne istituito da Fidel Castro nel 1959, anno in cui salì al governo a capo del partito comunista, vedi qui. Venne tolto nel 1992. Cuba è stata spesso accusata di ledere i diritti umani, vedi qui ed è certo che il dittatore ateo (vedi sitoUAAR) Fidel Castro abbia ucciso e torturato migliaia di persone, vedi qui.

In Ungheria l’ateismo di Stato durò dal 1948 al 1989. “Casualmente” il regime comunista governò dal 1949 al 1989, vediqui. Ecco quali crimini “casualmente” si compirono sotto il governo ateo e comunista ungherese: qui alcuni numeri, poi vedi qui.
Attualmente il 74% della popolazione è cristiana: vedi qui.

In Albania l’ateismo di Stato durò dal 1944 al 1989. “Casualmente” la dittatura comunista guidò il paese dal 1946 al 1990, vedi qui.
Il comunismo albanese, per crudeltà, è ai primi posti, secondo soltanto a quello della Cambogia. Una dittatura spietata che nel 1967 decreta, per legge, che “Dio non esiste” e che si proclama “il primo stato ateo del mondo”. Il partito fu guidato maggiormente dal dittatore ateo e comunista Enver Hoxha, ecco quali crimini “casualmente” avvennero sotto il suo governo: qui alcuni numeri, poi vedi quiqui e qui. I leader che imposero lo stato ateo in Albania sono stati processati per genocidio e crimini contro l’umanità, vedi qui. Attualmente il 41% della popolazione è cristiana: vedi qui.

In Jugoslavia l’ateismo di Stato durò dal 1945 al 1991. Il governo socialista-comunista fu in carica “casualmente” tra il 1943 e il 1992, vedi qui. Il governo fu guidato dallo spietato dittatore ateo Tito (come ci tengono orgogliosamente a sottolineare gli atei italiani, vedi qui), colpevole di crimini contro l’umanità: vedi quialcuni numeri, e poi vedi qui.

In Afghanistan l’ateismo di Stato durò dal 1978 al 1992. “Casualmente” il partito comunista Afghano destituì il governo democratico con un sanguinoso colpo di stato (Rivoluzione d’Aprile) e istituì l’ateismo di Stato proprio nel 1978. Il partito cadde nel 1992 e con esso cessò l’ateismo come religione di Stato. Prese il potere la Repubblica Islamica dell’afghanistan (di male in peggio…).
Ecco i crimini all’umanità dell’governo ateo-comunista Afghano: vedi qui e qui.
Attualmente la religione principale è quella musulmana e la libertà religiosa è limitata. Vedi qui.

In Cecoslovacchia, l’ateismo di Stato durò dal 1948 al 1989. “Casualmente” proprio dal 1948 al 1989 prese il potere il Partito Comunista Cecoslovacco, vedi qui.
Ecco le solite conseguenze: genocidi, esecuzioni politiche e democidi (uccisioni commissionate dallo Stato): vedi qui; torture e persecuzioni, vedi qui, e qui; purghe e condanne a morte, vedi qui.
Dalla Cecoslovacchia nacque poi la Repubblica Ceca, dove il 58% della popolazione è aconfessionale ma non ateo, vedi qui.

Nell’Unione Sovietica per fortuna la storia è molto nota.
L’ateismo di Stato venne instaurato dal 1917 al 1989. Proprio nel 1917 Lenin propose al partito di assumere il nome di Partito Comunista Russo (vedi qui), che governò il paese fino all’arrivo di Gorbaciov nel 1989. Inutile dire che i due terribili dittatori, Lenin eStalin, furono orgogliosi atei (come ci tiene a sottolineare la UAAR, vedi qui e qui), nonchè due dei peggiori uomini della storia, responsabili, assieme al loro partito, di milioni e milioni di uccisioni, di torture e di ingiustizie inelencabili (qui trovate una piccola sintesi)

In Italia non c’è mai stato l’ateismo di Stato (per fortuna) e quindi i numeri dei crimini si abbassano notevolmente. I momenti più bui della storia italiana sono imputabilo ( . . . ). Poi è interessante citare l’indiscusso e più famoso capo del Partito Comunista Italiano, Palmiro Togliatti, noto ateo e anticlericale, come rivendica l’UAAR (vedi qui) e stimatore di Stalin. Sarebbe strano non trovare quindi alcun crimine commesso da quest’uomo e dal suo partito, infatti: vedi quiquiqui.

Conclusione
Si evince chiaramente che l’ateismo del governo delle dittature comuniste non fu una piccola coincidenza. Come ho avuto già modo di sottolineare (vedi qui), l’ateismo è la causa maggiore dei più grandi orrori della storia.

[ tratto dal web – stralci ]
 
———————————————————————————————————————-
DALLA SPAGNA ( CI SCRIVONO )
 
[ nei prossimi servizi la risposta ]
———————————————————————————————————————-
 
——– Original Message ——–
Subject: Proposta di partecipazione al progetto sulla Memoria. (Proposal of participation in Europe for Citizens Project)
Date: Wed, 18 Feb 2015 08:56:12 +0100
From: “Marisa Di Martino” <m.dimartino@inveslan.com>
To: <associazioneazimut@tiscali.it>
Cc: <an.arenella@libero.it>
Gentili Signori e Signore dell’Associazione Azimut,
sono Marisa e chiamo da parte di INVESLAN, un centro di ricerca sociale di Bilbao (Spagna).
Stiamo per concludere un progetto sulla memoria dell’olocausto in Spagna (2013-2015), finanziato dalla Commissione Europea, se volete visitare la pagina web, vi lascio il link. (http://www.juandelostoyos.com/memoria-historica/)
Vi scrivo oggi, perché stiamo per presentare alla Commissione Europea un altro progetto sulla memoria del totalitarismo in Europa e la violazione dei diritti umani durante la II Guerra Mondiale.
Stavamo cercando un Partner in Italia, che abbia esperienza varia in ricerca sulla memoria e studi e documentazione sulla resistenza e la deportazione, fascismo, nazismo, ecc.
Mi rivolgo a voi perché le vostre attivitá sono pienamente coerenti con il nostro progetto futuro.
In allegato vi mando la nostra proposta, é in inglese, se avete problemi, dubbi o volete piú informazioni, per favore, chiamatemi.
Se siete interessati, avrei solo bisogno del codice PIC (Participants Identification Code) che se non avete, dovreste generare, registrandovi sul seguente link:
Una volta che avete il codice PIC della fondazione, mi basta. Me lo mandate via email.
Inoltre, avrei bisogno che mi riempiate due formulari che vi mando in allegato, in caso mi serva informazione mentre sviluppo l’application on-line.
Spero che sia tutto chiaro,
Un abbraccio, cari saluti e grazie in anticipo per la vostra attenzione,
Marisa Di Martino
Técnica de Proyectos Internacionales
Lutxana 6. 4º Dpto. A
48008 Bilbao – SPAIN
Phone: + 34 944020284
m.dimartino@inveslan.com
[ IL SERVIZIO CONTINUA ]
 
———————————————————————————————————————-
L’ATTUALITA’ E ALTRE NEWS – LINK
———————————————————————————————————————-
[ da messaggi “postati” su facebook ]
 
Gaetano Daniele ha condiviso un link.
ILNOTIZIARIOLOCALE.BLOGSPOT.COM|DI GAETANO DANIELE
 
 

Il resto mandatemi a casa della boldrini..kyenge..e pdioti vari

LAMPEDUSA. Dopo l’approdo di stanotte del pattugliatore d’altura «Fiorillo» della Guardia costiera con a bordo 265 persone, nel centro d’accoglienza di…
AGRIGENTO.GDS.IT
 
———————————————————————————————————————-
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
———————————————————————————————————————-
 

——- Original Message ——–

Subject: Capodichino diventerà il centro internazionale della manutenzione
Date: Tue, 17 Feb 2015 14:11:23 +0000
From: Aerospaziocampania/aeropolis <dsalenia@gmail.com>
To: <associazioneazimut@tiscali.it>


Per leggere la Newsletter sul WEB 

NEWSLETTER N°34– 17 febbraio 2015

——- Original Message ——–

Subject: I: STORIA DI UNA TOTO’ TRUFFA GIUDIZIARIA ALL’ ITALIANA
Date: Tue, 17 Feb 2015 13:53:18 +0100 (CET)
From: “longolegal@libero.it” <longolegal@libero.it>
To:  ( . . . )

—-Messaggio originale—-
Da: longolegal@libero.it
Data: 17-feb-2015 13.52
A:
Ogg: STORIA DI UNA TOTO’ TRUFFA GIUDIZIARIA ALL’ ITALIANA

http://edoardolongo.blogspot.it/2015/02/malagiustizia-storia-di-una-toto-truffa.html

———————————————————————————————————-
LINK – CLICCA E LEGGI
———————————————————————————————————-
 
  • COMUNISMO: FAME, MORTE, SCHIAVITÙ, CRIMINI … 

    www.sandrodiremigio.com/…/comunismo_urss_cina_cambogia_vietnam…

    Uscire dal comunismo è come guarire da una nevrosi. ….. Albania, Spagna, Istriae Dalmazia, Corea, Vietnam, Cambogia, Nicaragua, Laos, Etiopia, Afghanistan …

    Mancanti: febbraio
  • Stato socialista – Wikipedia 

    it.wikipedia.org/wiki/Stato_socialista

    Uno Stato socialista o Repubblica popolare o Stato comunista è uno Stato …. alla guerra contro il Giappone e fondò uno Stato socialista in Corea del Nord. … vide inoltre i comunisti prendere il potere nel Laos e nella Cambogia nel 1975, ma il ….. presenti i crimini contro i diritti umani compiuti dall’Impero tedesco in Africa.

    Mancanti: febbraio
  • Partito Comunista di Kampuchea – Wikipedia 

    it.wikipedia.org/wiki/Partito_Comunista_di_Kampuchea

    Il partito dei Khmer Rossi è associato al genocidio cambogiano avvenuto tra il … sovranazionale deputato a giudicare i rei di crimini contro l’umanità e di genocidio. … Segretario Generale dal febbraio 1963 fino al 1981 (ma leader ufficioso fino …. pochi paesi comunisti (Nord Corea, Cuba, Cina, Laos, Yugoslavia, Albania).

  • MIA – Il libro nero del comunismo 

    11 dic 2003 – I crimini del comunismo non sono mai stati sottoposti a una …. L’attacco inopinato della Corea del Nord contro la Corea del Sud il 25 …. deportazione-eliminazione delle popolazioni urbane della Cambogia fra il 1975e il 1978; ….. In seguito all’ appello di Rousset, il 25 febbraio 1950, in un articolo sul …

  • I crimini contro l’umanità dei Khmer rossi e l’importanza … 

    https://lpiersantelli.wordpress.com/…/i-crimini-contro-lumanita-dei-khme…

    08 ago 2014 – La storia è un grande presente, e mai solamente un passato. … della Cambogia da parte del “Partito Comunista di Kampuchea”, chiamato anche … se non pochi paesi comunisti come Nord Corea, Cuba, Cina, Laos, Yugoslavia ed Albania. …. febbraio 2015 · gennaio 2015 · dicembre 2014 · novembre 2014 …

  • TecaLibri: Stéphane Courtois: Il libro nero del comunismo 

    3 I crimini del comunismo di Stéphane Courtois Parte prima UNO STATO … 508 513 II Corea del Nord, Vietnam, Laos: il seme del drago di Jean-Louis Margoline Pierre … di un comunismo in guerra, 530 541 III Cambogia: nel paese delcrimine ….. nel riconoscimento ufficiale dei crimini comunisti risale al 24febbraio 1956.

  • Le vittime dello stalinismo – sito comunista 

    www.sitocomunista.it/stalinismo/vittime.htm

    I crimini del comunismo non sono mai stati sottoposti a una valutazione … In termini relativi, la palma va incontestabilmente alla Cambogia, dove Pol Pot, in tre anni e ….. In seguito all’appello di Rousset, il 25 febbraio 1950, in un articolo sul ….. il comunismo è ancora al potere: Cina, Corea del Nord, Cuba, Laos eVietnam.

  • Ragione e Fede: Nelle dittature comuniste c’era l’ateismo di … 

    dallaragioneallafede.blogspot.com/…/nelle-dittature-comuniste-cera-lateis…

    22 dic 2009 – Ecco i crimini e le persecuzioni che si compirono in questo periodo: vedi qui. … In Corea del Nord l’ateismo di Stato è dal 1948 la religione ufficiale e il governo è … A Laos, piccolo stato asiatico, l’ateismo è la religione di stato dal 1975. ” Casualmente” proprio nel 1975 salì al potere il governocomunista che …

  • Storia illustrata del 20 secolo – Pagina 242 – Risultati da Google Libri 

    2000 – ‎History

    ECONOMIA E SOCIETÀ Francia Istituita a Parigi la CECA (Comunità europea del … 27 luglio Corea Firmato l’armistizio di Panmunjon che pone fine alla guerra. … sancisce la divisione del paese; riconosciuta l’indipendenza di Laos e Cambogia . … 1956 25 febbraio URSS Al XX Congresso del Partito comunista, Chruicev …


———————————————————————————————————————————-L’ATTUALITA’ E ALTRE NEWS – LINK

    ———————————————————————————————————————————
[ da messaggi “postati” su facebook ]
 

15 febbraio 2015
XXIV Convegno Tradizionalista della Fedelissima Città di Gaeta
terzo giorno e conclusione del Convegno

In questa domenica, giornata piovosa, ma che comunque ci ha trovati tutti presenti alla felice conclusione del Convegno. Ci siamo radunati ancora nella bella cattedrale di Gaeta. Altri amici ci hanno raggiunti in questa giornata, per partecipare alla solenne celebrazione della Santa Messa in suffragio dei nostri caduti.
Un momento davvero carico di emozioni e commozioni. A conclusione della Messa, prima della benedizione, è stata recitata dall’ambone la preghiera per la glorificazione di Re Francesco II. Tutti sono stati attenti e raccolti nella recita di questa preghiera.

Dopo la Santa Messa ci siamo recati tutti al Santuario della SS.ma Trinità alla Montagna Spaccata, luogo speciale anche questo dove si ricorda il sacrificio del Re del cielo, che sulla croce è morto per noi, ma è così vivo anche il sacrificio di Francesco II, che unito al Divino Re, si fece anche lui vittima, e ancora forte si unisce il sacrificio dei giovanissimi allievi della Nunziatella, di tutte le altre vittime, che per la difesa della Patria e del proprio Re offrirono la loro vita.

Una breve commemorazione in questo luogo, fatto anche sotto la pioggia persistente. E come non rammentarsi di quei giorni di febbraio che videro la caduta del Regno? Non rammentarsi del Re e della Regina, che eroicamente avevano lottato nella fortezza di Gaeta? Come non fare memoria dei caduti, che in queste acque di Gaeta ancora cantano il loro sogno di libertà?

Tutti noi su quelle mura, attraverso la preghiera, le lacrime e il ricordo e il saluto del fuoco a salve dei soldati, abbiamo voluto commemorare i caduti di ieri, perché il loro ricordo sia per tutti noi profezia per un nuovo futuro.

A conclusione di tutto il lancio della corona nel mare di Gaeta.

foto di Fondazione Francesco II Di Borbone.
foto di Fondazione Francesco II Di Borbone.
foto di Fondazione Francesco II Di Borbone.
foto di Fondazione Francesco II Di Borbone.
 
LINK –  CLICCA E LEGGI


 
 
 


Visualizza post su Facebook · Modifica impostazioni e-mail · Rispondi a questa e-mail per aggiungere un commento.


Pasquale Perri ti ha invitato al suo evento
 
MERCOLEDI’ DELLE CENERI
Mercoledì 18 febbraio alle ore 17.30
santuario SS. Crocifisso – Cosenza
 
Partecipa
   
Forse
   
Rifiuta
 
S. Messa solenne di inizio della Quaresima e rito di imposizione delle ceneri.
Anche Stenio Vuono e altre 5 persone sono nella lista degli invitati.
        
 
 
 
———————————————————————————————————————————-
IL FATTO DEL GIORNO
———————————————————————————————————————————-
 
 

ROMA, SALUTI ROMANI IN AULA GIULIO CESARE
AL CAMPIDOGLIO PER PROTESTA CONTRO LOGO ROMA

martedì 17 febbraio 2015

« Mercenari » e poi saluti romani: così un ( . . . ) gruppo di militanti del Fronte della Gioventù ha protestato in assemblea capitolina contro il nuovo logo di Roma Capitale (foto Agenzia Dire). « Il simbolo scudato con Spqr rappresenta le nostre radici », questo si legge su alcuni volantini gettati in aula. A intervenire per fermare la protesta commessi e vigili urbani. La presidente dell’assemblea capitolina Valeria Baglio, prima di interrompere per alcuni minuti la seduta, ha chiesto di « identificare tutte le persone che hanno fatto il saluto fascista in Aula Giulio Cesare ».I manifestanti durante il blitz hanno lanciato in aria dei volantini. « I ragazzi del Fronte della gioventù – si legge su uno di questi – si oppongono fortemente alla sostituzione del simbolo storico di Roma. Riteniamo che la mentalità politicamente corretta del sindaco Marino e della sua giunta non potrà mai infangare l’orgoglio romano con un simbolo squallido, banale e progressista, che cancella anni e anni di storia. Il simbolo scudato con croce Spqr rappresenta le nostre radici, la nostra cultura e la nostra tradizione ».
 
——————————————————————————————————————–
 
 
A NAPOLI
chi siamo e dove siamo
riferimenti
 
Map of Associazione Azimut
 
 
—————————————————————————————————————
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut”: 
 
Ferruccio Massimo Vuono

 

(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)

“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI

( FINE )

Annunci

2 pensieri su “TUTTO SUGLI OLOCAUSTI IGNORATI COMUNISMO FAME MORTE SCHIAVITU’ – DA INVESLAN BILBAO ( SPAGNA )”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...