LA REPUBBLICA DELLE BANANE NIENTE SACCIU E NIENTE VIDI E SE C’ERO DORMIVO GAETA 2015 – Identità in Movimento – 16, 17 e 18 Ottobre


LA REPUBBLICA DELLE BANANE NIENTE SACCIU E NIENTE VIDI E SE C’ERO DORMIVO GAETA 2015 – Identità in Movimento – 16, 17 e 18 Ottobre 

I DERETANI DI PIETRA COME LE TRE SCIMMIETTE
NIENTE SACCIU E NIENTE VIDI…..

e se c’ero dormivo…e se dormivo sognavo che non c’ero…

MA VAFFANCULO – YouTube

15 apr 2010 – Caricato da gianluca74660

You need Adobe Flash Player to watch this video. …. +Claudio G. come nel video :A FA LA SPESA MA …

   
 
  Associazione Culturalsociale “Azimut”
Napoli
 
LA REPUBBLICA DELLE BANANE NIENTE SACCIU E NIENTE VIDI E SE C’ERO DORMIVO GAETA 2015 – Identità in Movimento – 16, 17 e 18 Ottobre 
[ “Az.”-08.05.’15 ]
 
 
IN COPERTINA
 
Risultati immagini per mafia capitale
  • LA SOCIETÀ DEI MAGNACCIONI. Fatece largo che passamo noi, li giovanotti de sta Roma bella, semo ragazzi fatti cor pennello, e …

Lando Fiorini Ma che ce frega ma che ce importa – YouTube 

09 giu 2011 – Caricato da Gigi Cerrone

Lando Fiorini Ma che ce frega ma che ce importa. Gigi Cerrone. Subscribe SubscribedUnsubscribe 

foto di Nunzia Giovanni Brasiello.
 
“… Niente sacciu e niente vidi…e se c’ero dormivo…e se dormivo sognavo che non c’ero…e in questo sonno della repubblica…”

Ignazio Marino: “Per me è stata una bella giornata”

Il sindaco resta in sella e commenta: è una bella giornata. Il prefetto Gabrielli avverte: sul commissariamento deciderò a luglio LEGGI ANCHE Choc in Aula Giulio Cesare, tra pianti e paure
WWW.ILTEMPO.IT|DI SUSANNA NOVELLI
 
“… Niente sacciu e niente vidi…e se c’ero dormivo…e se dormivo sognavo che non c’ero…e in questo sonno della repubblica…”
 
NONOSTANTE I RICHIAMI DEL CAPO DELLO STATO…..
Risultati immagini per mattarella immagini 
SU CORRUZIONE – ANNESSI E CONNESSI – NON SENTONO E NON CAMBIANO…..
E IN QUANTO ALL’AFFARE DELLA ROMA BELLA…..
Risultati immagini per di maio cinque stelle DI MAIO GALOPPA – A COSE FATTE – CON IL BOLLETTINO DELLA VITTORIA…CHE “SIAMO L’UNICO PARTITO A RESTARNE FUORI”….
OHIBO’ ! NON BASTA ! ! !
MA DOVE STAVANO I CONSIGLIERI DEL Movimento 5 Stelle: Marcello De Vito, Daniele Frongia, Virginia Raggi ed Enrico Stefano; i suoi quattro eletti che stazionano in Campidoglio ? :“… Niente sacciu e niente vidi…e se c’ero dormivo…e se dormivo sognavo che non c’ero…e in questo sonno della repubblica…”
Risultati immagini per salvini lega nord SALVINI E LA LEGA : OGNI GIORNO UNA SISTEMATICA DENUNCIA DEGLI SBARCHI DI IMMIGRATI, FUORI CONTROLLO – NON REGOLATI, CHE SONO LA MATERIA PRIMA DEL BUSINES – ACCOGLIENZA.
 
——————————————————————
ROMA LADRONA E NAPOLI COGLIONA
——————————————————————
 
[ da messaggio “postato” su facebook ]

11.539 visualizzazioni

DE LUCA: <MA CHI SE NE FREGA DELLA SEVERINO> <CHI VINCE COMANDA> <PUNTO E BASTA>

 
VEDRETE CHE PRO “IL SALERNITANO” FARANNO MIRACOLI E CAPRIOLE PER INSEDIARLO E L’UNICA SOLUZIONE – NAPOLETANI DATEVI UNA MOSSA ! – RESTA QUELLA DI CACCIARLO A CALCI NEL DERETANO. MA VOI – COL “VIZIETTO” DI COLORO CHE  CREDONO DI ESSERE I FURBI DEL MOMENTO – FATE SEMPRE IL PASSO A META’. – PREVEDO CHE FARETE FINTA DI NIENTE ! ! !
 

[ da messaggio “postato” su facebook ]

siamo pecononiiiiiiiiii

foto di "Annamo bene!!! Annamo proprio bene!!!.".
AI LETTORI – AI VISITATORI – AI NOSTRI CONTATTI :
“AZIMUT” – IL PRESIDENTE ARTURO STENIO VUONO : SE DOPO AVERE LETTO ( SO CHE LO FATE E LO NEGATE ) ANCORA ARZIGOGOLERETE, FARETE I BASTIANCONTRARI O ORECCHI DI MERCANTE, VI DICO – ANCHE IO – RIPRENDENDO DA BARNARD :
Incendio all'impianto di Acerra, in fumo tremila balle di rifiuti

“…So bene che non siete capaci di reagire, non lo fareste neppure ad appiccarvi fuoco, inutili vigliacchi. Non mi scrivete…

——————————————————————————————————–
CAMPANIA – ELEZIONI REGIONALI E IL SALVATAGGIO DEL DE LUCA…..
 
VI DIAMO LA PROVA DI COSA SONO CAPACI DI ESCOGITARE QUESTI FARABUTTI ! CHE PROSEGUONO CON IL GOVERNO DI ABUSIVI…..
SANNO BENE CHE GLI OPPIATI CITTADINI PARTENOPEI – CHE PROTESTANO COL MUGUGNO O AFFIDANDOSI AI DI MAIO E AI FICO CHE LA DANZA LA MENANO PER LA LUNGA – NON ANDRANNO A CACCIARE I MERCANTI NEL TEMPIO ALLA PRIMA SEDUTA…..
 
———————————————————————————————————
 

È quella con cui il premier Renzi punta a superare gli ostacoli della legge Severino per …

De Luca-Renzi lunga telefonata per l’exit strategy

Il Mattino – ( . . . )
Una « road map » per evitare il ritorno alle urne Gerardo Ausiello Una road map. È quella con cui il premier Renzi punta a superare gli ostacoli della legge Severino per consentire a De Luca di governare la Campania, anche se da sospeso, attraverso un vice. L’accordo c’è. E, dicono i fedelissimi del neopresidente della Regione, sarebbe pure a prova di ricorso. Il presupposto su cui si fonda la strategia sull’asse Roma-Napoli è chiaro: se De Luca non potrà nominare la giunta, si dovrà tornare alle urne. Ma ciò, di fatto, trasformerebbe la sospensione prevista dalla legge Severino in decadenza, violando in un sol colpo lo spirito della legge e la sovranità popolare.
E allora, ripetono come un mantra gli artefici della vittoria dell’ex sindaco di Salerno, una soluzione va trovata. A studiarla ci hanno pensato gli uffici legali di Palazzo Chigi d’intesa con un pool di avvocati amministrativisti, di cui fanno parte il difensore di De Luca, Lorenzo Lentini, e Fulvio Bonavitacola, deputato salernitano vicinissimo al neogovernatore tanto da essere considerato il suo probabile vice a Palazzo Santa Lucia (anche se restano in campo le ipotesi del segretario regionale Assunta Tartaglione, caldeggiata dal Pd locale, e del presidente del Consiglio comunale di Napoli, Raimondo Pasquino).


La proclamazione degli eletti da parte dell’ufficio centrale regionale, sostengono, è un atto recettizio, che assume cioè la sua efficacia nel momento in cui giunge al destinatario. È come un contratto, valido solo se recepito e firmato dal contraente. La proclamazione dovrà allora essere portata a conoscenza del Consiglio. Tutto ciò dunque, è il ragionamento che si fa a Palazzo Chigi, potrà avvenire solo durante la prima seduta dell’assemblea, quando si eleggono il presidente e l’ufficio di presidenza. Nella seduta immediatamente successiva il governatore presenta invece il programma e la giunta.
Solo dopo scatterebbe la sospensione, che pure è un atto recettizio e dunque va notificata al Consiglio regionale, che deve prenderne atto. Stando così le cose, ci sarebbe tutto il tempo per la nomina del vicepresidente, chiamato a governare la Regione mentre De Luca resterà fuori dal Palazzo. «La sospensione presuppone necessariamente l’accesso alla carica – spiega l’avvocato Lentini – non è automatica ma va irrogata, ragion per cui il decreto del premier va trasmesso al Consiglio regionale. E poi la giunta deve necessariamente essere nominata prima della sospensione per evitare l’estinzione della carica». 
 
———————————————————————————————————
COSE DI CASA NOSTRA E SILVIO –  MA GLI ITALIANI ITALIBANI SONO IN CATALESSI…..E “IL NON POTEVA NON SAPERE” CHE E’ ATRIBBUITO IN ESCLUSIVA ! SOLO A LUI !
———————————————————————————————————
 
Risultati immagini per berlusconi 2015

INSOMMA SILVIO BERLUSCONI – DA SEMPRE E OVVIAMENTE – PER “LOR SIGNORI”: UNICO “SOTTOPOSTO” ( ALLA LEGGE ) E IL SOLO “PREGIUDICATO”…..C’E’ VERAMENTE DA SCOMPISCIARSI !

 
————————————————————————————————————————————————————-
LA STORIA – NON BISOGNA RISCRIVERLA : E’ SUFFICIENTE FARE CONOSCERE I FATTI
————————————————————————————————————————————————————-
[ DA MESSAGGIO “POSTATO” SU facebook ]
Antonello Schifalacqua ha condiviso il suo video.

OGNI TANTO RIASCOLTARE PAROLE CHE OGGI SEMBRANO MOLTO ATTUALI,NON FA MALE.

QUESTA INTERVISTA FATTA AL DUCE PRIMA DI MORIRE,LASCIANO UN SEGNO INDELEBILE CHE GLI ITALIANI DOVREBBERO MEMORIZZARE ED ASCOLTARE ATTENTAMENTE,IN QUANTO IN POC

Altro…

IL SERVIZIO CONTINUA
———————————————————————————————————
IN EVIDENZA – L’EVENTO
———————————————————————————————————
 
IN QUESTO NUMERO – TRA LE TANTE NOTIZIE:
GAETA 2015 – Identità in Movimento – 16, 17 e 18 Ottobre
[ per leggere tutto – vedi : al termine del servizio – dopo la locandina redazionale ]
 
————————————————————————-
 Gennaro Sangiuliano festeggia il compleanno
 
Sabato 6 giugno
 
 
 
Gennaro Sangiuliano
 
 
 
 NOSTRI AMICI
   
        “AZIMUT” NAPOLI – AUGURISSIMI
 
————————————————————————
 
DA ROMA – GIANCARLO LEHNER
———————————————————————————————————

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: rom fa rima con maestro
Date: Fri, 5 Jun 2015 09:54:46 +0000
From: Giancarlo Lehner >
To: ( . . . )


I rom dell’Urbe non sono cattivi, essendo soltanto precisi nel puntare, colpire, falciare birilli umani. Si stagliano, inoltre, come maestri nel prendersi gioco, con successo, di polizia, magistratura, istituzioni, opinione pubblica.  Altri Paesi, per giunta, ce li invidiano, vedi il plenipotenziario di Syriza, il quale, dovendo Tsipras far credere ai somari della Ue che gli asini volano, è testè piombato a Roma, per un corso accelerato presso l’Alta scuola della Monachella.
Giancarlo Lehner
————————————————————————————————————————————————————-
NOI IN RETE – ULTIME 2 E.MAIL ANTEPRIMA DI WEB
————————————————————————————————————————————————————-
 E.MAIL ANTEPRIMA DI WEB – SERVIZIO TRA BREVE IN RETE :
azimutassociazione@libero.it – scritto : 1 giugno 2015
“Associazione Azimut”<associazioneazimut@tiscali.it>

ELEZIONI 2005 – REGIONALI E AMMINISTRATIVE TUTTI I RISULTATI [ “AZIMUT-NEWS” : 2 GIUGNO 2015 ]
 
E.MAIL ANTEPRIMA DI WEB – SERVIZIO TRA BREVE IN RETE

azimutassociazione@libero.it
“Associazione Azimut”<associazioneazimut@tiscali.it>
” Ferruccio Massimo Vuono”<massimovuono@libero.it>

ROMA RUBA IL PALCOSCENICO A NAPOLI SVENTURATA E CAMPANIA (IN)FELIX COME NEL 1799 CHI HA PANE E VINO DEVE ESSERE DELUCHINO 
E ALTRE NEWS – [ “AZ.”- 05.06.’15 ]

OGGI – TRA LE TANTE NOTIZIE – MOLTO SULLA REPUBBLICA DELLE BANANE…...

———————————————————————————————————————————————————
DA ISCHIA ( NAPOLI )
ELEZIONI REGIONALI IN CAMPANIA – GLI ELETTORI HANNO SAPUTO SCEGLIERE – MARIA GRAZIA DI SCALA ( FORZA ITALIA )
————————————————————————————————————————————————————-
SUI CANDIDATI DEL CENTRODESTRA – NAPOLI E PROVINCIA [ LA NOVITA’ ]
 
L’UNICO VERO SUCCESSO E’ QUELLO DELL’AVVOCATO MARIA GRAZIA DI SCALA IN FORZA ITALIA ( DA ANNI IMPEGNATA NELL’ISOLA DI ISCHIA )
[ da messaggio “postato” su facebook ]
 

Domenica sera, alle 21.00 ci vediamo in Piazza Piedimonte. Sarà l’occasione per dirvi GRAZIE! Vi aspetto Emoticon wink

foto di Maria Grazia Di Scala.
ELETTA CON VOTI CHE LA PORTANO AL QUARTO POSTO, IN ASSOLUTO, DELLE PREFERENZE SU TUTTI I CANDIDATI ( 216 ) DELLE  OTTO LISTE PER LA COALIZIONE DEL CENTRODESTRA ( TERZA IN FORZA ITALIA )
ISCHIA HA BISOGNO DI COMPATTEZZA ED UNITA’ E DI DIVENTARE UN GRANDE COMUNE UNICO PER PESARE COME MERITA E DECOLLARE ADEGUATAMENTE. SERVONO PROGETTI ED OCCUPAZIONE OLTRE CHE VERE TUTELE PER IL TURISMO. FORZA MARIA GRAZIA !
 
PRIMO CONSIGLIERE REGIONALE – DONNA DELLA STORIA DI ISCHIA 
(14.443 PREFERENZE)
————————————————————————————————————————————————————-
DA ROMA – IL CENTRO CULTURALE LEPANTO
————————————————————————————————————————————————————-
—-Messaggio originale—-
Da: lepanto@lepanto.org
Data: 05/06/2015 8.01
A: <an.arenella@libero.it>
Ogg: 
La fragile Identità Cristiana dell’Occidente ed il Papa

 
Caro amico, gentile amica,


un editoriale apparso sul “Corriere della Sera”, commentando le notizie di stragi di fedeli cristiani denunciava una correità da parte di quegli Occidentali che rinnegano o connotano negativamente le radici cristiane dell’Occidente, “in cui tra l’altro siamo i primi a non voler essere identificati, un Occidente il quale paradossalmente esiste ormai solo per i suoi nemici”. 

 

Constatazione vera non tanto per la gente comune quanto per le oligarchie culturali, politiche ed economiche europee ed europeizzate che la Santa Sede volle definire nel XX secolo come “rinnegatori e distruttori dell’occidente cristiano”.

 

Che Dio Onnipotente, per l’intercessione di Maria, aiuti SS. Papa Francesco nella Sua azione in difesa della dignità degli uomini e della Creazione.

 

Soprattutto la Grazia lo aiuti nel convertire quegli intellettuali che non comprendono quanto la conversione dei cuori a Cristo porti la Sua luce nel viso degli uomini, nelle loro città, nello stesso paesaggio che ci circonda.

 

Su questo Le propongo una riflessione
che può leggere sul sito associativo
cliccando QUI.

 

La saluto, 

Suo

in Gesu’ e Maria.

 

    

Fabio Bernabei

 

Presidente 

Centro Culturale Lepanto

————————————————————————————————————————————————————-
ADDIO A SERGIO BOSCHIERO – TRATTO DAL “SECOLO D’ITALIA”
————————————————————————————————————————————————————-
Addio a Sergio Boschiero: idealità e coerenza morale di un monarchico

Addio a Sergio Boschiero: idealità e coerenza morale di un monarchico

venerdì 5 giugno 

 

Addio a Sergio Boschiero. Il leader dei monarchici italiani si è spento all’età di 79 anni a Colleferro. Non c’è militante di destra che non lo ricordi, che non ne ricordi l’onestà, la dirittura morale, la forte e nobile spinta ideale. Apparteneva a un mondo che non c’è più, il mondo della politica come missione e come testimonianza. Il Fronte monarchico giovanile, da Boschiero guidato negli anni Sessanta e fino ai primi anni Settanta, condusse tante battaglie a fianco della Giovane Italia prima e del Fronte della Gioventù poi. Giovani monarchici e giovani missini affrontarono inesieme, fianco a fianco, le difficiltà di un tempo difficile e canagliesco, tra repressione poliziesca e aggresioni dell’ultrasinistra. Boschiero fu uno degli animatori e uno dei punti di riferimento di quella stagione  drammatica ma esaltante, quando una intera generazione osò sfidare lo “spirito del tempo” e il conformismo diffuso, con il coraggio e la lucida follia di chi va  orgogliosamente controcorrente. «Ti piaceva formare i giovani .Al bello, al buono e al valore superiore della patria», ricorda in una commovente “lettera” dedicata allo scomparso Fabio Torriero su Intelligonews. «Incarnavi, nei fatti e nella tua leadership, il dna di una destra nazionale pulita, assolutamente non compromessa dal becerume, dalla violenza e dall’opportunismo. Un’intera generazione hai saputo valorizzare e far crescere. Tanti giovani, ora incanutiti, che hanno sfondato nella vita, nelle professioni, sempre nel segno dell’amore per la polis e per la res publica. Giovani, adesso uomini, che ti devono eterna riconoscenza. Eri un oratore irresistibile, di vecchia, antica, gloriosa scuola. Facevi venire i brividi quando comiziavi».

 

Fino al 1984, Boschiero è stato segretario nazionale dell’Unione monarchica italiana. E poi fu leader del Fert, che riuscì a radicare sul territorio in tutta Italia. Era molto legato a Napoli e ogni ogni  commemorava le vittime di via Medina. Nello  stile politico di Boschiero c’era la vocazione per le inziative dal forte signifato simbolico. Come il volo di Vittorio Emanuele, allora in esilio,  su Napoli nel 1966. O come le iniziative  contro le celebrazioni del bicentenario della Rivoluzione francese nel 1989. O come ancora la campagna contro il monumento a Bresci, l’anarchico che assassinò Umberto I. Frammenti di memoria e testimonianza di un modo alto di intendere la politica. I funerali di Sergio Boschiero si sono tenuti al Pantheon, dove riposano i re d’Italia.

————————————————————————————————————————————————————-
ALTRE NOTIZIE – CORRISPONDENZE – MESSAGGI
————————————————————————

Verrà scarcerato 19enne rom che a Roma ha investito 8 persone e ucciso una donna. Ecco come funziona la giustizia italiana. Sono disgustata.

——– Original Message ——–

Subject: VOTA NCMs…per l’innovazione – TBIZ Save the Date 17 e 18 giugno – Military Metrology for Aerospace
Date: Fri, 5 Jun 2015 13:12:00 +0200
From: “SMSengineering Marketing” <marketing@smsgroup.eu>
To: associazioneazimut@tiscali.it
Reply-To: marketing@smsgroup.eu

AL PREMIO BEST PRACTICES…VOTA…PER L’INNOVAZIONE
Sms Engineering Srl – NCMs: Non Conformity Management System

SAVE THE DATE: TECHNOLOGYBIZ  17 E 18 GIUGNO 2015
Il Presidente dell’ Area Tech Coroglio, dott. Bruno Uccello ed Il CEO della SMS Engineering, ing. Francesco Castagna
TI ASPETTANO!   www.tbiz.it    Città della Scienza, Napoli

MILITARY METROLOGY FOR AEROSPACE – ACCADEMIA AERONAUTICA DI POZZUOLI, 3 GIUGNO 2015 

Ing. Massimiliano Canestro
SMS Engineering – Vice President
AFCEA Naples Chapter Secretary
Rating Advisor

www.smsengineering.it – m.canestro@smsengineering.it
PEC: massimiliano.canestro@ordingna.it

Napoli  D:+39 0810155611  F:+39 0810155666  M:+39 3485905083
London  D:+44 2032393730  F:+44 2033180740  skype: m.canestro

—-Messaggio originale—-
Da: redazione@controcorrentedizioni.it
Data: 01/06/2015 19.13
A: “Redazione Controcorrente”<redazione@controcorrentedizioni.it>

Ogg: L’Abruzzo vince ancora contro le multinazionali: la città di Bomba scaccia le trivelle americane


L’Abruzzo vince ancora

 contro le multinazionali:

 la città di Bomba scaccia

 le trivelle americane

 

Siamo lieti di salutare un’altra grande vittoria del popolo abruzzese

contro gli avvelenatori dell’ambiente.

Ce la segnala la grande Maria Rita D’Orsogna, la coraggiosa scienziata che ha combattuto

tante battaglie per l’ambiente e la salute

e che è stata indimenticata protagonista del convegno organizzato a Napoli 

da L’Alfiere e da Controcorrente il 13 ottobre 2012.

 

‘A terra è ‘a nosta e nun s’adda tuccà!

  • Da    Il FattoQuotidiano.it
  • Gas naturale: Ribellarsi è giusto.
  • Nella città di Bomba, in provincia di Chieti,
  • 880 anime fermano le trivelle americane

di Maria Rita DOrsogna

È una storia di quelle che danno speranza e che ci fanno ancora credere che la mobilitazione intelligente, unita, informata, composta e persistente porta a risultati meravigliosi.

Siamo a Bomba, Abruzzo, provincia di Chieti. Popolazione: 880 anime. Un paesino tranquillo, dove non succede mai niente. Ci sono gli ulivi,  la Maiella , il fiume Sangro e il lago. I romani devono a Bomba parte della loro elettricità: negli anni cinquanta venne costruita una diga, le cui acque alimentano tuttora una centrale idroelettrica per gli usi della capitale d’Italia.

Vennero espropriati più di un milione e mezzo di metri quadrati. La diga venne completata nel 1962, con pure la morte di due persone a causa di incidenti. Assieme alla diga nacque il lago di Bomba, azzurro e circondato dal verde d’Abruzzo. Con il tempo, lungo il lago si sono sviluppate attività turistiche e ricreative. Un’oasi di pace.

E poi… nel 2009 arrivano quelli della Forest Oil Corporation di Denver, Colorado. Decidono che vogliono riprendere l’attività estrattiva portata avanti dall’Eni venti anni prima, quando avevano trivellato tre pozzi alla ricerca di gas, non avevano trovato nulla di appetibile e se ne erano andati.

La Forest Oil vuole riprovarci. Oltre a trivellare cinque nuovi pozzi, avrebbero anche costruito una centrale di desolforazione e raffinazione. Il tutto con emissioni a poche centinaia di metri dal paese, vasche per il contenimento di materiale di scarto, in un territorio geologicamente instabile, prono alla subsidenza, e non lontano dalla diga. Diga che era stata costruita ad un angolo di 45 gradi ed in terra battuta, non in cemento, proprio per l’instabilità del territorio. Secondo i petrolieri tutti i potenziali effetti sarebbero stati lievi e trascurabili.

Cosa può fare un paesino così piccolo di fronte ad un colosso americano del petrolio, in affari dal 1916 e che nel 2008 aveva registrato 1,65 miliardi di profitti?

La risposta è: tanto. Guidati da Massimo Colonna, di professione chimico, i residenti si sono riuniti nel Comitato Gestione Partecipata del Territorio e non si sono più fermati. E se uno pensa che questo sia uno dei tanti “comitatini” di tanto fumo e niente arrosto si sbaglia di grosso. Questo è stato un comitato che ha prodotto testi intelligenti, che ha dibattuto i petrolieri, che ha convinto i  politici ad agire, che si è letto le carte, ha rifatto i conti dei petrolieri, e che spesso ne sapeva di più dei petrolieri stessi. A ogni occasione hanno fatto vedere alla Forest Oil di che stoffa erano fatti.

Ad un certo punto, esasperati, quelli della Forest Oil hanno mandato i loro rappresentanti a cercare di placare gli animi, un volo da Denver a Bomba a promettere benessere e profumi, ma nessuno gli ha creduto. Gli 880 residenti di Bomba hanno dato alla Forest Oil quello che loro stessi hanno definito il peggior benvenuto nella loro intera storia corporativa di novant’anni.

Ci sono stati tanti episodi in questa storia di Bomba contro Forest Oil, a volte ci siamo quasi disperati, altre volte sembrava di avere la vittoria in tasca, ma in questi quasi sei anni, tutti abbiamo fatto la nostra piccola parte senza mai arrenderci. I balconi pieni di lenzuola No Forest Oil, la signora Filomena di un metro e mezzo che con la sua vuvuzuela le cantava a Giorgio Mazzenga della Forest Oil Italia, metà Abruzzo a mandare osservazioni di contrarietà, i bambini della maestra Assunta di Florio a scrivere ai ministri, gli eredi dello scrittore americano John Fante a scrivere ai politici, il Comitato e il Wwf a leggersi le carte, a spiegare a quelli della regione i pericoli della situazione, e a controbattere ai petrolieri parola per parola, e un po’ anche io dall’altro lato dell’oceano con testi e a scovare comunicati agli investitori dove pure  la Forest Oil  diceva che non era proprio tutt’a posto con la geologia di Bomba.

I petrolieri di Denver sapevano di essere quanto meno in ritardo sul loro programma di marcia. E così, nel 2012 hanno dovuto annunciare ai loro investitori dalle pagine del Wall Street Journal la perdita di 35 milioni di dollari di affari. La causa? Bomba!

Finalmente, dopo tanti alti e bassi, eccoci. Il giorno 18 Maggio 2015 il Consiglio di Stato ha decretato in maniera finale e definitiva che il progetto non s’ha da fare. Ci sono rischi di danni insostenibili per la collettività locale a causa dei rischi di subsidenza e occorre invocare il principio di precauzione. Il progetto dello sfruttamento di gas a Bomba è insostenibile.

Fine della storia.

La città e il popolo di Bomba hanno vinto.

Ecco, da oggi in poi nessuno potrà dire che a Bomba non succede niente. E successo che 880 persone di un paese minuscolo dell’Abruzzo hanno rimandato a casa una multinazionale del petrolio. Chapeau.

————————————————————————————————————————————————————-
IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE – A PRESTO !
—-IN QUESTO NUMERO – TRA LE TANTE NOTIZIE:
GAETA 2015 – Identità in Movimento – 16, 17 e 18 Ottobre
[ per leggere tutto – vedi : sotto – dopo la locandina redazionale ]
————————————————————————————————————————————————————-
“Azimut” associazione – Via P. Del Torto n. 1 – 80131 Napoli 
Telfax 081 – 7701332 Info 340 – 3492379
E.mail: an.arenella@libero.it (segreteria)-massimovuono@libero.it (ufficio stampa)
[per sostenere l’associazione-solo su su c/c  banc. intestato Arturo Stenio Vuono]
Iban IT74 YO1O 1003 4351 0000 0003 506  BIC IBSPITNA         Banco Napoli SpA Filiale Na. 35 Via Onofrio Fragnito nn. 28/52   80131 Napoli
 
—————————————————————————————
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut”: 
 
Ferruccio Massimo Vuono
 
—————————————————————————————————————————————–
DA NAPOLI – PREANNUNCIO DI UN GRANDE EVENTO
—————————————————————————————————————————————-

—-Messaggio originale—-
Da: redazione@controcorrentedizioni.it
Data: 03/06/2015 18.46
A: “Redazione Controcorrente”<redazione@controcorrentedizioni.it>

Ogg: GAETA 2015 – Identità in Movimento – 16, 17 e 18 Ottobre

FINE SERVIZIO

Annunci

Un pensiero su “LA REPUBBLICA DELLE BANANE NIENTE SACCIU E NIENTE VIDI E SE C’ERO DORMIVO GAETA 2015 – Identità in Movimento – 16, 17 e 18 Ottobre”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...