AIUTATE LA CALABRIA FATE PRESTO! TREGUA DEL FERRAGOSTO CHE A SETTEMBRE SONO CAPPERI TUOI SVEGLIATEVI ! E OSTELLINO NON RISPONDE


AIUTATE LA CALABRIA FATE PRESTO! TREGUA DEL FERRAGOSTO CHE A SETTEMBRE SONO CAPPERI TUOI SVEGLIATEVI ! E OSTELLINO NON RISPONDE [ “AZ.” – 15.08.2015 ]

AIUTATE LA CALABRIA FATE PRESTO!TREGUA DEL FERRAGOSTO CHE A SETTEMBRE SONO CAPPERI TUOI SVEGLIATEVI ! E OSTELLINO NON RISPONDE
 
AIUTATE LA CALABRIA 
– FATE PRESTO !
 
——————————————————————
GRADIMENTI PER “AZIMUT”
Piace a 207 persone 0 questa settimana
 
 
Gianluca Cantalamessa e altri 36 amici
 
Piace a 207 persone 0 questa settimana
Vincenzo Savarese e altri 36 amici
 
Piace a 207 persone 0 questa settimana
Roberto Matragrano e altri 36 amici
 
Piace a 207 persone 0 questa settimana
Andrea Santoro e altri 36 amici
 
——————————————————————
Il fatto del giorno
——————————————————————
[ da un messaggio “postato” su facebook ]
( . . . ) tramite Briganti
Devastante alluvione in Calabria, Corigliano e Rossano sommerse dal fango: si temono decine di morti
METEOWEB.EU
 
 
[ tratto dal web ]
Calabria.

Auto ammassate e strade franate. Il Presidente della Regione chiede stato di calamità naturale – FOTO

LINK – clicca leggi e ascolta
[ “AZ.” ] Ogni riferimento o collegamento con i fatti di Rossano e Corigliano Calabro, comuni del cosentino sconvolti dal violento nubifragio che li ha colpiti -, dopo la numerosa serie di uguali emergenze in tutta Italia, è da considerarsi puramente casuale.
 
LINK – clicca leggi e ascolta
 

La guerra del clima (History Channel) on Vimeo 

vimeo.com › system_failure › Videos
05 ago 2010

Il documentario di History channel, “Non è possibile! La guerra del clima”, illustra il tema delle armi …

La guerra del clima è realtà!! – quanto e quant’altro – Blogger 

quantoequantaltro.blogspot.com/…/rai-2-la-guerra-del-clima-e-realta.htm…

27 giu 2013 – RAI 2 : La guerra del clima è realtà!! HAARP & SCIE CHIMICHE: TERREMOTI ARTIFICIALI & URAGANI. La guerra climatica può destabilizzare …

——————————————————————
[ da un messaggio “postato” su facebook ]
 la foto di Carlo Trapani.· 
foto di Carlo Trapani.

Meravigliosa….

 
Risultati immagini per matteo renzi dc TREGUA DEL FERRAGOSTO CHE A SETTEMBRE SONO CAPPERI TUOI SVEGLIATEVI ! E OSTELLINO NON RISPONDE
 
Risultati immagini per vampiri di statoRisultati immagini per renzi e padoan
 
 Pericolo di salasso. – Attenzione alla legge di stabilità, e alle partite di giro del comandante Padoan, che il Renzi copre  con il combinato disposto della tassa da abolire per incrementarne o istituirne altra. ATTENZIONE AL RENZISPOT – RENZISCOOP !
 
Risultati immagini per chi tocca i fili muore TREGUA DEL FERRAGOSTO CHE A SETTEMBRE SONO CAPPERI TUOI SVEGLIATEVI ! E OSTELLINO NON RISPONDE
[ “AZ.” – 15.08.2015 ]
 
IN COPERTINA
 
VOTA ANTONIO ! VOTA ANTONIO ! VOTA ANTONIO !
 
Antonio La Trippa.jpg
( foto : dal film “Gli Onorevoli” – con il principe Antonio De Curtis alias Totò e Altri )
VOTA ANTONIO LA TRIPPA !
———————————————————————————————————————————————————————————
azimutassociazione@libero.it
associazioneazimut@tiscali.it
REPETITA  IUVANT – vedi : oltre
——————————————————————————————————————————————————————————–
15 AGOSTO 2015 : IL GIORNO DELLE DUE FESTE
 
Per invio E.mail ( anteprima )
 Risultati immagini per ferragosto 2015
   
 
 
 Associazione Culturalsociale “Azimut”
——————————————————————————————————————————————————————
GIANCARLO LEHNER : GIOVANI –  DROGHE E INNEVATI FAMOSI…..
——————————————————————————————————————————————————————————–

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: non piango per chi muore di sballo
Date: Tue, 11 Aug 2015 09:42:04 +0000
From: Giancarlo Lehner
To:  ( . . . )


Assordante, infingardo vocìo massmediale sui ragazzi, drogati e/o bevuti, che perdono la vita. Se valesse anche in Italia il principio della responsabilità personale, invece di piangere chi si è voluto, di fatto, suicidare, si potrebbe affermare la libertà di sballo, liberalizzando l’uso delle droghe, con un’unica coercizione: dover sottoscrivere un’assicurazione a proprie spese, affinché il vizio non pesi sul servizio sanitario nazionale. Non è giusto, come è capitato, che i problemi di Lapo Elkann ricadano sul pensionato a 400 euro al mese.-L’alternativa alla libertà di farsi sino a morire potrebbe essere, di contro, la sanzione  durissima anche  per i consumatori di droghe,  complici oggettivi della criminalità organizzata.-Credo sia urgente finirla con la presa in giro della miriade di drogati delle Istituzioni, della politica, dello spettacolo, del cinema, del teatro, dei mass media, insomma gli innevati famosi che, magari, osano pure pontificare sul contrasto alla mafia, alla camorra, alla ‘ndrangheta.
Giancarlo Lehner
———————————————————————————————————————————————————————————
A.D.R. – A DOMANDA (NON)RISPONDE
———————————————————————————————————————————————————————————
—-Messaggio originale—-
Da: azimutassociazione@libero.it
Data: 11-ago-2015 16.29
A: <piero.ostellino@ilgiornale.it>
Ogg: ALLA C.A. DR. OSTELLINO IL VIDEO E L’EDITORIALE – 10 AGOSTO 2015


ALLA C.A. DR. OSTELLINO

CON PREGHIERA DI RISCONTRO
GRAZIE E MOLTE CORDIALITA’
 
 
 
[ da un messaggio “postato” su facebook ]
NESSUNA RISPOSTA
 
[“AZIMUT”-LA PRESIDENZA. Nell’Italia liberata, com’è noto, ci hanno concesso pure la libertà di parola ma si sono riservati il diritto di non ascoltare; non è una barzelletta ma una delle realtà democratiche e repubblicane. Non fa eccezione il democraticissimo dottor Ostellino, editorialista illustre e opinionista di spicco, ex direttore di quotidiani organici e impegnati(e allineati) che, di certo, non può abbassarsi al livello di chi, come noi, l’ha commentato…]
——————————————————————————————————————————————————————————–
REPETITA  IUVANT
COSI’ AVEVAMO SCRITTO E ARGOMENTATO
———————————————————————————————————————————————————————————
[ al termine dell’editoriale – il video ]
 
IL PERSONAGGIO CHIAMATO MATTEO RENZI BATTIAM BATTIAM LE MANI CHE ARRIVA IL DIRETTOR E OSTELLINO SU IL GIORNALE

 

Da: azimutassociazione@libero.it
L’EDITORIALE – 10 AGOSTO 2015

 
 Associazione Culturalsociale “Azimut”
Napoli
————————————————————————————————————————————————————-
“AZIMUT” NAPOLI – il presidente Arturo Stenio Vuono
BATTIAM BATTIAM LE MANI, CHE ARRIVA IL DIRETTOR 

Agli eletti, e al loro appropinquarsi al buen retiro, per metà già vacanzieri,  che progettano il loro rientro, dopo il riposo del guerriero, bene abbronzati e impomatati, per riprendere la solita routine dei giochi di palazzo e il solito esercizio del bizantinismo, cosa dire se non tre domande, tre:sono sempre dell’avviso che il sistema non potrà collassare? di durare sino al 2018? che ventitre milioni di italiani continuino a disertare le urne? L’architrave della formula che li ispira, a ben vedere, è tutta quì e può riassumersi nel gattopardesco che cambi tutto affinchè non cambi nulla; e la certezza delle tre risposte pleonastiche che nulla di diverso può accadere. A prescindere dallo scontato gioco delle parti, salvo qualche isolato bastiancontrario, nelle camere si riprenderà come se nulla fosse il battiam battiam le mani, che arriva il direttor;e che il variegato mondo dei dissidenti, e delle opposizioni di routine parlamentare, con un capo dello Stato non interventore – come se non fosse il suo – , si salvano l’anima per via del sistematico porre la questione di fiducia. Piero Ostellino, su il Giornale di Milano, domenica nove agosto, ha reso molto bene lo stato dell’arte.Dipinto, a cesello, il personaggio, chiamato Matteo Renzi, ch’è il vuoto assoluto e che fa male all’Italia;fondo condivisibile, e lo diamo per letto, tutto giusto se non fosse che, more solito, non è dato capire da chi discenda la colpa del male, dato che non una sola volta si cita chiaramente la sinistra, con il vizietto di accostamenti impropri, e assolutamente fuori luogo, al fascismo e a Mussolini. Non si comprende il perchè, dopo avere denunciato il disastro, non lo si attribuisca ai filone comunista, sia marxismo rosso o bianco, ch’è sino a prova contraria il padre putativo del presidente del consiglio, imposto e non eletto. Che naviga nello squallore del trasformismo e che, se perde pezzi, è una spugna assorbente i pezzi altrui a soccorso.Una vera indecenza, nessuna compravendita per carità che la moglie di Cesare è sempre aldisopra di ogni sospetto; il neo patriottismo dei tanti, senza il famoso vincolo di mandato e con l’arcinoto ed osceno balletto dell’impudico cambio di casacca, la fa da padrona.Quanto al  gregge, per Lor Signori, basta e avanza la metà degli iscritti a votare che ancora votano cosicchè, in tale ambito, contano sempre di più i fedeli delle truppe cammellate – titolari della classica scodella di riso -, e, giocoforza, gli immancabili precettati che si difendono, egregiamente, il loro piatto di minestra.Elezioni, solo l’optonial.Quando, e come, sarà risponderanno alla chiamata; sufficiente, per la maggioranza, il consenso di due italiani su dieci per primeggiare; uno su dieci per l’opposizione a sua maestà ovverosia a quella consentita al Grillo per i grulli; percentuali, in rapporto al voto integrale, di cui si pasce questa democrazia prepotente.Sempre più pochi, ahinoi, quelli che vorrebbero opporsi a tutto ciò e che credono l’alternativa possibile dalle urne;giunti, però, a questo punto purtroppo può solo venire dalla piazza.Uno squallore, tutto italico, tanto da far dire che il confronto con le vituperate tirannie, di certo, non li premia. E per ritornare a noi, la cosiddetta dittatura del ventennio, che non è stata figlia del fascismo ma conseguenziale, inevitabilmente,  al tentato golpe dell’Aventino, almeno sino a quando l’altro golpe del venticinque luglio la mise fuori gioco, si preoccupò innanzitutto, e sopratutto, a voler parlare di cose serie, modernizzando un paese afflitto da grande arretratezza, di assicurare ad ogni italiano diritti primi : la casa, il lavoro, a ognuno un  letto e un pasto, cure mediche appropriate, eccetera, beninteso senza che il nessuno lasciato solo, invero, annullasse il ciascuno secondo i propri meriti e capacità; ma la propaganda, sostituitasi alla Storia, non dice questo e altro ancora, completando l’opera di disinformazione e in aggiunta che il Duce, e non i circoli che lo pressarono, portò lui la nazione alla guerra; quei circoli che, successivamente, optarono per la badogliata ed il capovolgimento di fronte ed eccitarono gli alleati al battesimo coi confetti delle fortezze volanti. E la dice lunga, in questa democrazia amputata, la persistente demonizzazione del ventennio che nasconde, dopo settanta anni, la realtà dell’Italia – che dicono antifascista – retrocessa alla disgraziata realtà del prefascismo; e,infatti, solo per fare qualche esempio,  i giovani ritornano ad emigrare, quelli che restano possono pure suicidarsi in discoteche, sempre più numerosi gli italiani che prendono  
posto nel bracciantato – di fame e dei caporali -, crescono gli indigenti cui non è dato di fruire dei benefici erogati dall’industria dell’accoglienza dei migranti, e l’aumento dei suicidati; ma si sa, quello che poi conta è la ritrovata libertà; un concetto dello Stato – ritornato liberale -, che, però, molto zoppica e contraddistinto da un sistema di potere dove può accadere di marcire per anni in gattabuia, preventivamente – in attesa di giudizio -, e, in moltissimi casi, non per reati  di malavita. Amen!
 
 ·