ROMA O MOSCA ADIEU TURCHIA E MEDIO ORIENTE DEL SANGUE LE 63 PRIMAVERE DI PUTIN E ALTRE NOTIZIE


 Prec Succ

ROMA O MOSCA ADIEU TURCHIA E MEDIO ORIENTE DEL SANGUE LE 63 PRIMAVERE DI PUTIN E ALTRE NOTIZIE

ROMA O MOSCA ADIEU TURCHIA E MEDIO ORIENTE DEL SANGUE LE 63 PRIMAVERE DI PUTIN E ALTRE NOTIZIE
   
 
 
 Associazione Culturalsociale “Azimut”
Napoli
ROMA O MOSCA ADIEU TURCHIA E MEDIO ORIENTE DEL SANGUE LE 63 PRIMAVERE DI PUTIN E ALTRE NOTIZIE [ “AZ.” – 11 OTT. ’15 ]
 
Risultati immagini per putin e berluscono  LE 63 PRIMAVERE DI PUTIN  [  SU  PUTIN – VEDI : OLTRE ]
————————————————————————————————————————————————————
IN COPERTINA
SOVRANITA’ PERDUTA
————————————————————————————————————————————————————–
Alessandro Sansoni ha aggiornato la sua immagine di copertina.·

SIGONELLA, 30 ANNI FA…

"SIGONELLA, 30 ANNI FA..."
————————————————————————————————————————————————————

01:04  – Alta tensione in Israele. Due palestinesi, tra cui un ragazzo, sono stati uccisi dalle forze di sicurezza israeliane a Gerusalemme e altri due ragazzini sono morti a sud di Gaza, presso Khan Yunis, negli scontri con l’esercito di Tel Aviv. Un quinto palestinese è morto nella notte tra venerdì e sabato colpito dagli agenti duranti disordini nei pressi del campo profughi di Shuafat (Gerusalemme).

[ LEGGI IL RESTO SILLA STAMPA QUOTIDIANA ]
————————————————————————————————————————————————————-
ANKARA – 30 MORTI  E OLTRE CENTO FERITI [ TRATTO DAL WEB – DATI PROVVISORI ]
————————————————————————————————————————————————————-

Le esplosioni di stamani vicino alla stazione di Ankara prima di una manifestazione per la pace hanno causato 30 morti e 126 feriti. Lo ha reso noto il ministero dell’Interno turco.La manifestazione per la pace nel conflitto con il Pkk curdo in Turchia, prevista per oggi ad Ankara, è stata annullata dopo le violente esplosioni. Gli organizzatori hanno invitato i partecipanti a tornare a casa e chiesto a quelli che stavano raggiungendo Ankara da altre città di tornare indietro nel timore di ulteriori attacchi.Il premier turco Ahmet Davutoglu ha convocato una riunione urgente sulla sicurezza nella sua residenza ufficiale.

————————————————————————————————————————————————————-
IN COPERTINA – RENZI E MARINO
“NOLEGGIATI” PER FAR LA PARTE DI CHI GOVERNA E FUORI UNO…..
QUANDO TOGLIERANNO LO SCUDO PER L’ALTRO?
————————————————————————————————————————————————————-
Risultati immagini per totò ci stiamo guadagnando un piatto di minestra
E ANTONIO DE CURTIS – ALIAS TOTO’ – DIXIT ( IN “MISERIA NOBILTA’…” ) – “…CI STIAMO GUADAGNANDO UN PIATTO DI MINESTRA…”
A ROMA
————————————————————————————————————————————————————-
IL  VIDEO
[ da messaggio su facebook ] 
 

( . . . )
Ride ben chi ride per ultimo……..🌙
🌙🌙

foto di Silvana D'Angelo.
————————————————————————————————————————————————————-
E A NAPOLI – 2016, URNE E TORMENTONE RITORNA ANTONIO BASSOLINO ALIAS “TOTONNO” ? – ( sull’argomento ritorneremo )
————————————————————————————————————————————————————-
[ foto tratta dal web ]
Risultati immagini per totò ci stiamo guadagnando un piatto di minestra
“QUANDO C’ERA LUI…CARO LEI…!
————————————————————————————————————————————————————
A MILANO – POI – NON SAPPIAMO…..-
————————————————————————————————————————————————————-
————————————————————————————————————————————————————-

LO STIVALE DEI “PAPPONI” – 3 LINK / CLICCA E LEGGI )
————————————————————————————————————————————————————–
[ da messaggi su facebook ]
 

TE NE DEVI ANNA A FANCULOOOOOOOOOOOOOOO

Ignazio Marino ancora nei guai: spendaccione, giramondo e Pinocchio. La procura ha aperto un fascicolo sulle spese del sindaco di Roma, dopo…
SECOLODITALIA.IT|DI ROMANA FABIANI
Franco Scrivano e Francesca D’Andrea hanno condiviso un link.
Dopo il nostro articolo sui 185 vitalizi erogati mensilmente agli ex consiglieri regionali o ai loro parenti con assegno di reversibilità (clicca qui per leggere),…
21RIGHE.IT
  • E si tratta della sola Calabria! Ma quando li sciogliamo i Consigli Regionali, veri sanguisuga!?!?

Politici, pensioni d'oro e vitalizi: la top ten
————————————————————————————————————————————————————-
A PROPOSITO DI CHI SI DIFENDE ( ESPOSTO AL PUBBLICO LUDIBRIO )
————————————————————————————————————————————————————-
[ da messaggio su facebook ] 
( . . . )

C’è una subcultura contro la quale è necessario insorgere con inflessibile fermezza. Quella di chi, con incivile protervia, pretende affermare che esiste un limite al valore dei beni , al di sotto del quale, non sarebbe consentito alla vittima reagire alla spoliazione armata intrapresa dall’aggressore. Quale sarebbe questo limite? E chi lo stabilisce, il predatore o la preda? La libertà, nella sicurezza della persona e del frutto del proprio lavoro, è quella che conta sopra ogni altra. Se è necessario il far west per affermarla, ben venga il far west. Rispetto alla giungla delle belve feroci, il far west è pur sempre un passo avanti!

 
E ANCORA A RIGUARDO DELL’AUTODIFESA…
VINCENZO MANNELLO DA CATANIA
 

—-Messaggio originale—-
Da: info@vincenzomannello.it
Data: 08/10/2015 15.42
A:  ( . . . )
Ogg: avanti un’altra…all’obitorio

Continua il massacro di donne ammazzate con ferocia dai loro “compagni” (in carica o meno che siano) in nome di un “amore” dai contorni perlomeno diabolici. Che,peraltro,coinvolge spesso pure vittime innocenti quali i figli delle vittime e relativi parenti. Immancabilmente,ad ogni episodio criminoso,segue il pubblico dibattito con esperti ed autorità che spiegano al popolo “perché e per come”. Con. in prima fila,gli scienziati della psiche e della sociologia che troppo spesso si trincerano (nella spiegazione degli omicidi) con il “non si poteva prevedere arrivasse al tanto”. Io non ho titoli di competenza specifica per ribattere queste analisi e tesi. Da uomo della strada,da quel che vedo,sento,leggo e riesco a capire mi sembra evidente una cosa : istituzioni ed esperti ci prendono in giro. Non sono in grado di fermare questo fenomeno con i mezzi messi a disposizione dalle vigenti leggi e dalle cure mediche e sociologiche da applicare ai potenziali assassini.Una per tutte : oggi,all’indomani del brutale omicidio della giovane mamma di Nicolosi (Ct) ho sentito con le mie orecchie un alto magistrato “consigliare” alle donne vittime di stalker di non accettare “in luoghi chiusi e da sole inviti ad un incontro chiarificatore”. Come se,la cronaca nera abbonda,questa precauzione potesse bastare a fermare un potenziale assassino…,peraltro facendo fuori pure eventuali “pacieri”.Mi sarei piuttosto aspettato dal magistrato la spiegazione per i due anni di attesa tra la denuncia della povera ragazza e la fine che la stessa ha fatto.Sorvolando su tutte le discussioni mediatiche arrivo alla mia personale conclusione,senza fronzoli e giri di parole : carcere immediato,con pene certe  di lunghissima durata,per colpevoli di atti violenti certificati oppure…diritto alla autodifesa preventiva,da parte della potenziale vittima sacrificale e dei suoi parenti.O,tanto per chiarire,lo stalker che passa ai fatti fisicamente nei confronti della preda personale viene istantaneamente sbattuto in galera per anni e anni (e poi strettamente vigilato all’uscita) oppure chi sia oggetto di queste pericolosissime attenzioni si difenda da se,in ogni modo possibile…con tutti i mezzi e con l’aiuto di chiunque,familiari per primi.Istigazione alla violenza la mia ?Certamente no…ma,visto che questi fatti si moltiplicano,la considerazione di un normale cittadino, genitore o meno che sia credo possa essere : meglio in galera che morta ammazzata “per amore”.   


Grazie per l’attenzione.
Vincenzo Mannello

————————————————————————————————————————————————————
————————————————————————————————————————————————————-
————————————————————————————————————————————————————
————————————————————————————————————————————————————-
DA ROMA – GIANCARLO LEHNER
————————————————————————————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: FW: Nobel della pace ad un serial killer?
Date: Fri, 9 Oct 2015 10:21:40 +0000
From: Giancarlo Lehner
To: ( . . . ) 


Può un serial killer ricevere il Nobel per la pace? 

Alla luce dei premi già assegnati a terroristi e guerrafondai (da Arafat ad Obama) e dei nominativi che circolano, il Nobel ad un Castro, un ayatollah o ad un antipapa islamista, è possibile che il premio 2015 vada all’ennesima figura sinistra.
Giancarlo Lehner
 

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: buon compleanno, Vladimir!
Date: Wed, 7 Oct 2015 10:00:57 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )


Oggi è il compleanno di Vladimir Putin. Non sarebbe una notizia se non ci fosse stata – e il flusso continua – la valanga di auguri da parte di migliaia di cittadini italiani, i quali, incazzati con Gentiloni, strangolati dalla politica estera islamista di Hussein Obama, angosciati dalle oscenità postmoderniste di Bergoglio, l’antipapa che svelle una ad una le radici giudaico-cristiane, vedono nell’ex colonnello del Kgb l’ultimo paradossale e pur solido muro, per evitare la catastrofe economica, antropologica, politica, culturale dell’Occidente. 
Giancarlo Lehner
GRANDE PUTIN – AUGURISSIMI PER IL COMPLEANNO : A QUOTA 63
IDDIO LO CONSERVI !     “AZIMUT” – NAPOLI
 

Alla faccia dell’Europa dei SENZAPALLE, questa mattina a Strasburgo il mio e il vostro GRAZIE alla Russia che, da sola, sta combattendo i TAGLIAGOLE islamici dell’ISIS. Se anche tu non ti arrendi, CONDIVIDI!

2:41/2:41
126mila visualizzazioni
 
[ da “Azimut – archivio online – alcuni link ]
clicca e leggi
—————————————————————————————————————————————————-
—————————————————————————————————————————————————–

(E IL BATTEZZATO) – LA DONNA CHE CAMBIO’ LA STORIA!

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/maria-ivanovna-putina-e-il-…

27 nov 2013 – Associazione Azimut Tuesday, November 26, 2013 MARIA IVANOVNA PUTINA ( E IL << BATTEZZATO >> ) – LA DONNA CHE CAMBIO’ LA …

Politica | Associazione Azimut | Pagina 122

https://azimutassociazione.wordpress.com/category/politica/page/122/

Associazione Azimut. Tuesday, November 26, 2013. MARIA IVANOVNA PUTINA ( E IL << BATTEZZATO >> ) – LA DONNA CHE CAMBIO’ LA STORIA ! LE VIE …

TERRA NATIA PROTETTA DA DIO – Associazione Azimut

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/arrivederci-a-settembre-russi…

03 ago 2015 – ( L’ALTRA STORIA ) DI OLIVIERI GIANCARLANTONIO PRIMA PUNTATA A … Un segreto che sessant’anni dopo lo stesso Putin ha voluto svelare alla ….. Certo, se Renzi ha cambiato idea sulla pressione fiscale non può che far piacere. ….. Per un uomo e una donna di destra, per chi come Noi vive di grandi …

Putin il battezzato – Apologia della geopolitica tedesca …

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/putin-il-battezzato-apologia-…

02 set 2014 – [ “AZIMUT-NEWSLETTER” : DOMENICA, 31 AGOSTO 2014 ] … e bruciano gli antichi manoscritti, conducono le donne cristiane velate in nero e in … Putin, l’ unico che ha debellato l’integralismo islamico, inascoltato, ha ancora …. particolarmente diffusa grazie alla conoscenza della storia culturale e religiosa …

Risultati di ricerca

PUTIN – OBAMA E LA SFIDA (TRA SATIRA E … – Facebook

https://www.facebook.com/AssociazioneAzimut/…/10203293043757032

Associazione Azimut · March 2, 2014 ·. PUTIN – OBAMA E LA SFIDA (TRA SATIRA E REALTA’) CHE L’UCRAINA DOCET – E TANTE ALTRE NOTIZIE…

Associazione Azimut – Facebook

Associazione Azimut, Naples, Italy. … Associazione Culturale Azimut. … DEL MIO COMPLEANNO – leggi anche su https://azimutassociazione.wordpress.com …. 2 OTTOBRE MANIFESTAZIONE DI “POLO SUD” PAPA SAN GENNARO PUTIN.

Hai visitato questa pagina in data 29/09/15

Associazione Azimut – Facebook

Foto. foto di Associazione Azimut. … 5,0 su 5 stelle · 1 recensione …. D’ITALIA”) 2 OTTOBRE MANIFESTAZIONE DI “POLO SUD” PAPA SAN GENNARO PUTIN.

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell’Associazione …

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut (per Production Reserved) … MATTEO COME IL PAVONE SI BALOCCA PUTIN E BERLUSCONI E ALTRE … 36,636 Visite su Wordpress a cui vanno sommati 99.660 visite ricevute sul …

Hai visitato questa pagina in data 03/10/15
————————————————————————————————————————————————————-
————————————————————————————————————————————————————-
————————————————————————————————————————————————————-
 
DAL << ROMA ( “il GIORNALE di NAPOLI” ) >>
————————————————————————————————————————————————————-

Le bugie hanno le gambe corte

Opinionista: 

Pietro Lignola

Lintervento militare russo in Siria sta contribuendo a fare chiarezza su quanto avviene in Medio Oriente. Ora sappiamo ufficialmente che l’abbronzato premio Nobel per la pace è il principale responsabile della guerra in Siria e sostiene militarmente i terroristi islamici. Egli è, di conseguenza, responsabile della diaspora di sette (o forse dieci) milioni di siriani, molti dei quali stanno invadendo l’Europa, usando la forza per varcare le frontiere (è accaduto, da ultimo, nel tunnel ferroviario sotto la Manica). La cosa è venuta fuori (ma già tutti sapevano che i tagliatori di gole usano soprattutto armi americane) quando il guerrafondaio premio Nobel per la pace ha messo in guardia Putin dal rischio che i suoi bombardamenti facessero la bua ai consiglieri militari statunitensi e, successivamente, ha mobilitato la Nato in difesa degli oppositori al regime di Assad. Ma chi sono questi oppositori che non coincidono con il sedicente califfato (califfato che, a parole, il guerrafondaio premio Nobel per la pace vuole combattere)? Si tratta, nientemeno, di al Nusra, braccio armato di al Qaida in Siria, che negli ultimi anni ha sconfitto i cosiddetti moderati amici degli Usa, rilevandone sedi, combattenti e armamento. Al Nusra gode anche di una spiccata simpatia del petrusinièllo Renzi. Costui, incapace di riportare in patria il militare ostaggio degli indiani, ha elargito ai terroristi dodici milioni e mezzo di dollari, pari a undici milioni di euro (cifra tenuta segreta per non far incazzare i contribuenti), al fine di riscattare Greta e Vanessa, le due pasionarie talmente coccolate dai loro amici qaidisti da programmare un altro viaggetto. Si vede che non sono state trattate come le donne yazide, sottoposte a stupri seriali; o forse sì e la cosa è loro tanto piaciuta. Ma torniamo agli Usa dell’abbronzato Nobel e supponiamo per un momento che l’opinione, assai diffusa, di una segreta alleanza tra americani, sauditi, turchi e tagliagole dell’Isis sia priva di fondamento. Supponiamo che Obama voglia davvero sconfiggere il sedicente califfato, anche se finora ha fatto soltanto quel che fa Renzi per risolvere i problemi dell’Italia: “Chiàcchiare abbacante”, per dirla alla napoletana, “chiàcchiare sulamènte e niénte cchiù”. Dovremmo, allora, concludere che l’intelligenza politica e le capacità gestionali dell’abbronzato presidente non si discostano da quelle dei sindaci Marino e de Magistris e del presidente Crocetta. Historia magistra vitae, diceva Cicerone. In questo caso Obama non ha bisogno di cercar lontano; gli basta un’occhiata alla storia recente del suo paese. Nel 1961 gli Usa decisero di intervenire nella seconda guerra d’Indocina, esplosa due anni prima, in sostegno a Ngo Dihn Diem, presidente cattolico del Sud Vietnam. John Kennedy (anch’egli cattolico) decise che Ngo era un dittatore cattivo ed ordinò alla Cia di attuare un colpo di stato e l’assassinio dello statista sudvietnamita. Egli ignorava, evidentemente, che “chi di spada ferisce, di spada perisce”: Ngo Dihn Diem fu assassinato il 2 novembre 1963, John Fitzgerald Kennedy appena venti giorni dopo. Il democraticissimo governo insediato dagli Usa in Vietnam non ebbe alcun ruolo nella guerra: i militari statunitensi impegnati salirono da sedicimila a duecentomila, ma non cavarono un ragno dal buco e così, il 29 aprile del 1975, gli americani furono costretti a una ignominiosa fuga, abbandonando l’Indocina alla conquista comunista. Assad, come Ngo, è un cattivo dittatore che opprime il suo popolo; insieme agli alleati russi, bombarda obiettivi civili e ammazza i bambini. Ma queste cose le dicono proprio gli americani, accusati di crimini contro l’umanità per avere, in questi giorni, bombardato e distrutto un ospedale di “Medici senza frontiere” in Afganistan? Quegli stessi americani che non si vergognano degli inutili massacri di Hiroshima, Nagasaki e Dresda né delle condizioni in cui hanno ridotto Iraq, Libia e Siria? Io vorrei mettere in bocca a Putin le parole appropriate per rivolgersi ad Obama: “Ragazzino, lasciaci lavorare!”. Aggiungerei, a titolo personale: “Smettila di dire bugie, ché hanno le gambe corte. Renzi, tuo fedele ammiratore, ha imparato molto da te. Per nostra disgrazia.

———————————————————————————————-
MEMENTO – A PROPOSITO DI “EMIGRAZIONE 
E INVASIONE”……
———————————————————————————————-
( da messaggio su facebook – e video )

Le donne bionde arrivano a tingersi i capelli di nero, le popolazioni scappano. Chissà se un solo BUONISTA avrà il coraggio di commentare!!!!!