ERDOGAN VINCE MAMMA! LI TURCHI IL POST DI CARMINE IPPOLITO SUL RENZISMO E IL DIBATTITO AEROSPAZIOCAMPANIA AEROPOLIS ALENIA ( ATR, licenza trasformazioni cargo ceduta a società svizzera ) ALTRE NOTIZIE


ERDOGAN VINCE MAMMA! LI TURCHI IL POST DI CARMINE IPPOLITO SUL RENZISMO  E IL DIBATTITO AEROSPAZIOCAMPANIA AEROPOLIS ALENIA ( ATR, licenza trasformazioni cargo ceduta a società svizzera ) ALTRE NOTIZIE
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 3 NOVEMBRE 2015 ]

Associazione Azimut
Associazione Culturale Azimut
IL POST DI CARMINE IPPOLITO ( VEDI : OLTRE )

[ “Azimut” – Napoli. Il post dell’amico Ippolito di Napoli, icastico e sintetico, merita la massima evidenza; e la conclusione ci trova perfettamente d’accordo ( i

l pd renziano è la manifestazione più deteriore della politica che la Nazione abbia mai conosciuto dall’unità ad oggi ). C’è, poi, il quesito posto ( chi ci salverà dal baratro civile, economico, etico nel quale stiamo sprofondando? ) al quale è assai opportuno rispondere; in materia abbiamo già molto scritto e non mancheremo, tuttavia, di ritornare sull’argomento. Nelle more, l’invito – alle nostre gentili lettrici ed ai nostri cortesi lettori – ad intervenire. APRIAMO UN DIBATTITO ( ogni intervento che riceveremo sarà da noi pubblicato ). Nel prossimo servizio ne daremo conto. ]

————————————————————————————————————————————————————-
IN COPERTINA
Erdogan trionfa (ANSA)Europa.

L’Akp torna alla maggioranza assoluta con il 49,4% dei voti e 316 seggi. Curdi ancora in Parlamento ma esplode rabbia,scontri nel sud-est. Polizia spara a un sospetto davanti a palazzo presidenziale…..

( TRATTO DAL WEB )
SULLA TURCHIA – DA ROMA GIANCARLO LEHNER
————————————————————————————————————————————————————-
—-Messaggio originale—-
Da: giancarlolehner
Data: 2-nov-2015 14.05
A:    ( . . . )
Ogg: l’Europa dei fratelli musulmani

Il fratello musulmano Erdogan vince; il fratello musulmano Hussein Obama esulta; “missione compiuta” sussurra Angela Merkel, gran figlia di Epeo. 
Intanto, gli europei esclamano di nuovo: Mamma! li turchi.

 
Giancarlo Lehner
————————————————————————————————————————————————————-
 
DA MESSAGGI SU FACEBOOK
————————————————————————————————————————————————————-

Titolo e sottotitolo. Titolo: Cantone afferma: Milano capitale morale d’Italia. Sottotitolo: stavolta il presidente dell’autorità anticorruzione ha detto a cazzata

Al presidente Anac il Sigillo della città: «In questo momento la capitale reale non sta dimostrando di avere gli anticorpi morali di cui ha bisogno», manca…
MILANO.CORRIERE.IT
Carmine Ippolito
( . . . )

La rottamazione della politica. Dai titoli dei giornali di ieri: 1) De Luca insulta la ministra Boschi dopo avere offeso la Bindi; 2) Il PD ritira i suoi eletti dal Campidoglio per costringere il sindaco piddino alle dimissioni; 3) Al Nazareno, sede romana del Pd renziano, un ufficio viene usato dai costruttori Pessina, per discutere di affari e appalti nella sede del principale partito di governo; 4) D’Alema attacca la rottamazione renziana: “nel nuovo gruppo di comando sostituiti miei coetanei con Verdini e Cicchitto. Persino Berlusconi declinante si trasferisce nel nostro campo”. Una conclusione oggettiva: il pd renziano è la manifestazione più deteriore della politica che la Nazione abbia mai conosciuto dall’unità ad oggi. Quesito: chi ci salverà dal baratro civile, economico, etico nel quale stiamo sprofondando?

————————————————————————————————————————————————————-
C’ERA UNA VOLTA L’ALTRA AMERICA
————————————————————————————————————————————————————-
[ TRATTO DAL WEB ]

 

 

La leggenda di Lupo Solitario

Si narra che molte lune orsono nella tribù del popolo degli uomini, che voi bianchi battezzaste con il nome di Sioux, vivesse una principessa così bella e radiosa e che ogni mattina al suo risveglio ella trovasse una rosa nel suo tepee proprio accanto al suo viso. Ella era molto corteggiata ed i più giovani e forti guerrieri della tribù facevano a gara per portare a suo padre Orso Saggio i più bei cavalli e le armi più decorate come voleva l’uso per chiedere la mano della principessa. E da tutte le tribù vicine ella era conosciuta ed amata e sarebbe stato fortunato colui che avesse avuto il suo cuore. Alba Radiosa , questo era il nome che la tribù le aveva dato per la sua solarità, viveva gaia e felice quindi in attesa di scegliere il suo compagno come era in uso nella tribù. Poco distante dall’accampamento, ai limiti della foresta, viveva in una modesta capanna un guerriero di nome Lupo Solitario, egli non era bello e nemmeno più giovane ma il suo cuore batteva per Alba Radiosa e batteva così forte che, quando vedeva la principessa, sembrava che i tamburi di guerra tuonassero all’unisono! Ed era lui che ogni notte sfidava le ire di Orso Saggio per posare la rosa accanto alla principessa. Una notte però calda e afosa la principessa si svegliò proprio mentre lui poneva la rosa accanto a lei. Lei gridò, Orso Saggio si destò e colpì col suo coltello Lupo Solitario al cuore. Ma la madre terra dea dei Sioux ebbe pietà di Lupo e lo tramutò in una costellazione, la Costellazione del Lupo. E se guardi a destra dell’Orsa Minore la vedrai e se ascolterai bene udrai anche un ululato lontano nella foresta al limitare dell’accampamento della tribù degli uomini è il lamento di Lupo Solitario per il suo amore mai realizzato.

La leggenda delle fragole (Cherokee)

Per i Cherokee all’inizio c’erano due mondi: quello dei cieli, chiamato Ga-lun-la-ti, e quello delle acque scure, che ricoprivano tutta la terra che noi conosciamo oggi, in cui vivevano le forze maligne. Il Ga-lun-la-ti, invece era popolato da animali, piante e uomini.Tutte le creature parlavano la lingua Cherokee e vivevano insieme in armonia. La Terra non era altro che un globo coperto di acqua dove vivevano pesci giganteschi e rettili. L’universo dei Cherokee si fondava sull’armonia e l’equilibrio. La luce era bilanciata dal buio, le cose virtuose e benigne erano bilanciate da quelle che si nascondevano nell’oscurità e fuggivano dalla luce. All’inizio non c’era il sole, ma un grande albero della vita, che cresceva al centro del Ga-lun-la-ti. Esso illuminava il mondo, così che si potesse vedere ovunque e irradiava la sua luce anche nel mondo oscuro delle acque. Il Creatore viveva sull’albero della vita da dove si prendeva cura delle piante e degli animali. A volte gli uccelli marini, i falchi e le aquile volavano nel mondo oscuro sottostante dove tartarughe giganti e ratti nuotavano nella pallida luce dell’albero del cielo. Il Creatore conduceva una vita solitaria. Quando il suo lavoro fu completato, si sedette sull’albero della vita e ammirò il mondo intorno a lui e sotto di lui. A volte, però, si sentiva solo e desiderava una compagna, forse una figlia, che si potesse sedere accanto a lui alla sera e vedesse la sua creazione vivere e crescere. Così il Creatore plasmò una fanciulla la cui grazia e bellezza gli toccarono il cuore. Egli sapeva, però, che anche lei aveva bisogno di qualcuno con cui correre e giocare, così creò un uomo e insegnò ai suoi figli le cose che conosceva. Il Creatore presto si accorse che sua figlia rideva troppo e cantava troppo; parlava costantemente. Essa poneva moltissime domande: perché brillano le fronde dell’albero della vita? Chi ha creato il mondo dei cieli? Chi ha dato il nome alle piante?…Il Creatore continuava ad amarla, perché era sua figlia, ma questo parlare e chiedere in continuazione, cosa avrebbe potuto fare? Il Creatore aveva detto molte volte ai suoi figli di stare lontano dall’albero della vita e di non giocare nei pressi del suo tronco. Ma, come tutti i bambini curiosi, la prima donna volle scoprire perché suo padre aveva detto queste cose. Il primo uomo insisteva affinchè essa non si recasse all’albero, ma essa tutti i giorni avrebbe voluto scalare l’albero fino alle sue fronde più alte. Un giorno trovò un buco ai piedi del tronco e vi entrò cadendo così al di fuori del Ga-lun-la-ti. Quando il Creatore tornò a casa non trovò la prima donna. Allora chiese al primo uomo:”dov’è mia figlia?”. Il giovane uomo rispose:”Io le ho detto più di una volta di non entrare nel buco ai piedi dell’albero della vita, ma lei non ha voluto ascoltarmi!”. Il Creatore non sapeva cosa fare per evitare che sua figlia cadesse nel maestoso oceano. Allora convocò gli uccelli del cielo affinchè la prendessero evitando di farla annegare. Essi formarono così una specie di grossa e soffice coperta con le loro ali piumate, con la quale presero la prima donna. Tuttavia, dove avrebbero potuto posarla? Così, mentre volavano sulla superfice delle “grandi acque”, il capostipite di tutte le tartarughe disse: “qui!, mettetela sul mio guscio!”. Quindi gli uccelli discesero con la giovane donna, da quel momento conosciuta come “Sky-Woman”, e la posarono sulla superfice della sua nuova casa. Tuttavia non vi era abbastanza spazio, così il ratto e la lontra si offrirono volontari e scesero sul fondo del mare riportando in superfice del fango, il quale, dopo essere stato messo sulla shiena della tartaruga , cominciò a crescere diventando la terra che oggi conosciamo come “Turtle Island”. Il Creatore, però, sapeva che essa avrebbe avuto bisogno di più cose, quindi mandò sulla nuova terra le piante e gli animali, affinchè si prendessero cura di sua figlia. Mandò il cervo, il bisonte, l’orso, il coniglio e lo scoiattolo, per fornirgli cibo e abiti. Mandò anche le piante medicinali: il cedro, la salvia, la sanguinaria-canadensis, la quercia e soprattutto il tabacco. Mandò poi sulla terra molte altre cose per provvedere alla sua futura generazione: i Kituwah, i Cherokee. Quando la prima donna fu soddisfatta, il Creatore mandò il primo uomo ad aiutarla a curarsi della sua creazione. Il primo uomo e la prima donna erano ora marito e moglie. Erano felici e tutto andava per il meglio, ma, come in tutte le buone cose, il male si insinuò tra loro e cominciarono a discutere e litigare. Furono dette parole dure da entrambi e, alla fine, la prima donna raccolse le sue cose e partì. “Vado a cercare un nuovo posto dove vivere” disse al marito “ tu sei indolente e non mi presti mai attenzione!”. In breve tempo il primo uomo si pentì delle sue azioni e cercò di raggiungere la moglie per scusarsi. Tuttavia si rese conto di non poterla ormai raggiungere, e pregò il Creatore di aiutarlo: “rallentala, Creatore, affinchè possa dirle cosa essa significhi per me!”. Il Creatore chiese:”il tuo spirito è uno con il suo?”. Il primo uomo rispose:”ne abbiamo uno solo fin da quando siamo stati creati! Ne abbiamo uno solo da quando tu hai soffiato la vita in noi e ne avremo uno solo fino alla fine del tempo stesso!”. Toccato dalle parole dell’uomo, il Creatore intervenne. Vide la strada che la prima donna stava percorrendo e cominciò a far crescere delle piante ai suoi piedi per rallentarla. Da un lato crebbero le more selvatiche, dall’altro i mirtilli, ma lei continuò il cammino. Allora fece crescere i ribes (uva spina), ma ancora, lei non si curò di essi e continuò il cammino. Il Creatore, però, sapeva di doverla rallentare a tutti i costi, così andò nel suo giardino, prese una manciata di piantine di fragole e le piantò sula terra. Quando atterrarono ai piedi della prima donna, cominciarono a crescere, fiorire e maturare. La prima donna si fermò a vedere gli splendidi rami e bacche della piantina di fragole, e si chinò per assaggiarne una. Appena mangiò la fragola dimenticò la sua rabbia e, preso un cestino, lo riempì velocemente e tornò verso il marito. Il primo uomo, intanto, si stava affannando per raggiungere la moglie e rimase sorpreso quando la vide tornare, e oh! Come batteva il suo cuore! Lei era sorridente! Lei mise la mano nel cestino, prese una fragola e la mise nella bocca del marito. Lui sorrise e ringraziò il Creatore. Presa la sua mano, la moglie lo condusse sul sentiero di casa, mangiando insieme le fragole lungo la via.

La leggenda di Faccia Bruciata

Un bambino indiano, giocando, cadde in un fuoco da campo e ne restò ustionato. Il suo nome divenne così Faccia Bruciata, e lui, sentendosi schernito e vergognandosi del suo aspetto, passo l’infanzia restando il più possibile chiuso nella sua tenda. Una volta cresciuto, lasciò la tribù e si isolò sulle montagne. Fu qui che costruì la prima Ruota, che simboleggiava per lui il cerchio di un villaggio invisibile, parenti, amici, compagni di vita che avrebbe voluto avere e non aveva più. Un giorno Faccia Bruciata, mentre piangeva la sua solitudine, vide un tornado avvicinarsi e tramutarsi in una Grande Aquila. Interrogato dall’aquila, Faccia Bruciata le rivelò il perché della sua tristezza. Allora l’aquila lo portò in volo fino al suo nido e gli fece conoscere i due aquilotti suoi figli, i quali gli chiesero in dono degli archi e delle frecce. Faccia Bruciata li costruì per loro, e venne ricompensato con uno specchio magico nel quale poteva rimirarsi con il volto miracolosamente intatto. In seguito, Faccia Bruciata uccise a pietrate una mitica Lontra del fiume, divoratrice di aquilotti. Per premiarlo d’aver salvato i suoi figli da una possibile minaccia, la Grande Aquila lo riaccompagnò al suo villaggio garantendogli per sempre la sua protezione sacra. Cosi Faccia Bruciata venne onorato, si sposò, e visse fino a diventare vecchissimo, insegnando a tutti a costruire cerchi di pietre. Il mito ci dice che sono proprio gli esclusi e gli emarginati a sentire più forte il bisogno della comunità e a capirne l’importanza. La Ruota rappresenta l’Appartenenza a qualcosa di più grande del nostro piccolo io, l’identità collettiva che ciascuno di noi porta in sé… e che è capace di grandi magie. Un singolo individuo, ci insegnano insomma gli Indiani d’America, può anche diventare un eroe leggendario, ma è insieme che si vince o si perde la battaglia della vita.

HOME-LEGGENDE

SAGGEZZA

MENU

————————————————————————————————————————————————————-
DA MESSAGGI SU FACEBOOK
————————————————————————————————————————————————————-
 
“A’ LIVELLA” ……non c’è bisogno di ulteriori descrizioni!! GRAZIE TOTò..
YOUTUBE.COM
 
 
Italo Zicaro ha condiviso la foto di LE FATE SOLARI.
foto di LE FATE SOLARI.
Io medico di famiglia mi autodenuncio perché per curare i miei assistiti sono costretto a violare la legge
DA MESSAGGI SU FACEBOOK

————————————————————————————————————————————————————-

NAPOLI – AEROSPAZIOCAMPANIA AEROPOLIS ALENIA
————————————————————————————————————————————————————-


——– Original Message ——–

Subject: ATR, licenza trasformazioni cargo ceduta a società svizzera
Date: Sat, 31 Oct 2015 14:47:25 +0000
From: Aerospaziocampania/aeropolis <dsalenia@libero.it>
To: <associazioneazimut@tiscali.it>
NEWSLETTER N°51 29 ottobre 2015
Per leggere la Newsletter sul WEB

Un altro piccolo pezzo di competenze aeronautiche campane che scompare … La licenza ed i Supplemental Type Certificate della conversione degli ATR da passeggeri a cargo è stata acquistata dall’azienda svizzera IPR Conversions Ltd. (IPR): il trasferimento della proprietà è iniziato in attesa delle approvazioni ufficiali di EASA, FAA and Transport Canada. IPR Conversions Ltd. diventerà responsabile della commercializzazione del velivolo che verrà venduto anche in leasing. Le attività di conversione verranno effettuate da una azienda di Tolosa, la ASI Maintenance, sotto la supervisione tecnica […]

Leggi il seguito di questo post »

I Velivoli a Pilotaggio Remoto, seminario a Napoli con esperti e studenti della Federico II

Postato il 25 ottobre 2015 Aggiornato il 25 ottobre 2015

Si conferma il successo dei seminari interdisciplinari di cultura aeronautica proposti  da Aeropolis con la rete delle associazioni.

foto2A distanza di una settimana dalla conferenza sulla mobilità del futuro del trasporto aereo nell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, organizzata nell’ambito delle attività di Futuro Remoto 2015, si ripete con grande successo il terzo appuntamento dei seminari tenuti presso la Scuola Politecnica e delle Scienze di Base. L’evento è stato promosso dalle associazioni AEROPOLIS, AIAN, AIDAA e le associazioni studentesche  BEST e EUROAVIA, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Napoli “Federico II”.Il tema della giornata di studio è stato dedicato all’innovazione e ricerca aerospaziale per i velivoli a controllo remoto.

Leggi il seguito di questo post »

Finmeccanica, Moretti: base di manutenzione se Perù acquisirà altri C-27J

Finmeccanica, Moretti: base di manutenzione se Perù acquisirà  altri C-27J. L’amministratore delegato di Finmeccanica, come sempre, non la manda a dire a nessuno, a proposito della notizia diffusa dalla Presidenza del Consiglio della possibilità di una base di manutenzione in Perù, ha chiarito, a margine di un convegno, che “con il governo peruviano oltre ai due aerei C27J stiamo trattando un’ulteriore fornitura di 6-8 velivoli; in questo caso potremmo impiantare una base di manutenzione in quel paese”, come ha annunciato nei giorni scorsi il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Leggi il seguito di questo post »

Lazio. Distretto dell’aerospazio, ritorna la crescita a due cifre

Postato il 28 ottobre 2015 Aggiornato il 28 ottobre 2015

Dopo un primo trimestre negativo ritorna a crescere del Distretto Tecnologico laziale dell’Aerospazio, raddoppiato l’export verso gli Usa.

dtalazioIl secondo rapporto di Intesa Sanpaolo sui distretti italiani registra un più 36,5% delle esportazioni dell’industria aerospaziale, un recupero importante sul primo trimestre del 2015 che aveva registrato un calo di oltre il 50%, dopo il boom del primo trimestre 2014.

La ripresa delle esportazioni tuttavia non porta in positivo il saldo annuale ancora negativo per 85,2 milioni rispetto all’analogo periodo del 2014.

Leggi il seguito di questo post »

C-27J , in Perù centro di manutenzione

Finmeccanica potrebbe avviare una partnership in Perù per garantire la manutenzione in loco degli aerei da trasporto militare C-27J venduti in quel Paese e in tutta l’area latinoamericana.

MC-27J_Dubai_18-11-2013_1Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi nel corso di uno degli appuntamenti della visita di stato che sta svolgendo a Lima.

“Noi ieri siamo saliti con un aereo di Alenia Aermacchi sino a Cusco e pensiamo non tanto al fatto che Alenia può vendere degli aerei al governo peruviano, ma al fatto che Alenia Aermacchi debba avere una ‘planta’ qui per poter utilizzare il Perù come hub di tutta l’area, per il Pacifico o un’area anche più grande”, ha detto Renzi nel corso di un incontro a Lima.

Una fonte a conoscenza del dossier ha poi spiegato che “Finmeccanica ha registrato un grande interesse da parte dei peruviani per i C-27J di cui ne sono stati venduti due esemplari di recente. Se la collaborazione si allargherà, c’è la disponibilità a realizzare una partnership che garantisca la manutenzione in loco”.

EasyJet investe a Capodichino. Assunzioni e nuove tratte…

Postato il 23 ottobre 2015 Aggiornato il 23 ottobre 2015

40 nuove assunzioni di giovani, sette nuovi collegamenti  in Europa, un aereo in più,  un traffico passeggeri stimato di 2,2 milioni l’anno: così Easyjet rilancia e investe sull’aeroporto di Napoli Capodichino, una delle sue tre basi italiane oltre a Milano e Venezia.

EasyJet_A319_Tailfins

“L’apertura della base a Napoli – spiega Frances Ouseley, direttore di Easyjet Italia – è stato un grande successo che ha portato finora tre aerei, milioni di passeggeri e posti di lavoro per la città, contribuendo al turismo e all’occupazione. Ora aggiungiamo un quarto aeromobile e sette nuove destinazioni, basate anche sui gusti dei napoletani”. Le nuove rotte sono Amsterdam, Barcellona, Vienna, Praga, Cagliari, Lione e Minorca; saranno attive da fine marzo e sono in vendita già da oggi con le tipiche tariffe di Easyjet a partire da 29 euro. Una fetta consistente del traffico della compagnia inglese è poi quello business, sia in uscita da Napoli che in incoming. “Per la clientela business – spiega il direttore della compagnia – abbiamo in particolare quattro partenze al mattino presto verso Parigi, Londra, Venezia e un’alternanza tra Praga e Atene. Leggi il seguito di questo post »

FUTURO REMOTO 2015. Successo del seminario di Aeropolis

Postato il 23 ottobre 2015 Aggiornato il 23 ottobre 2015

di Alessandra Schiavone & Adelchi Maria Rendola

Il 17 ottobre si è tenuto a Napoli presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici – Palazzo Serra di Cassano – il seminario sulle sfide del trasporto aereo del futuro, organizzato dall’associazione Aeropolis in collaborazione con Campania StartUp, AIDAA e l’associazione studentesca EUROAVIA Napoli “Umberto Nobile”. Il seminario rientra in una delle attività informative e formative previste nel corso della XXIX edizione di Futuro Remoto 2015.

smDSC_6638Il successo dell’iniziativa è stato testimoniato dalla sala gremita in ogni ordine di posto in cui ingegneri, studenti ma anche semplici appassionati di aviazione hanno avuto l’occasione di aggiornarsi sulle novità offerte dalle aziende campane nello sviluppo di velivoli di nuova generazione. Sono interventi all’iniziativa Dario Scalella di K4A, Nello Cozzolino di Piaggio Aerospace, il direttore dell’aeroporto di Capodichino ing. Gennaro Bronzone, Marco Iserna di Desà Enginnering, Gennaro Russo del Center for Near Space e Leonardo Lecce presidente di AIDAA. I lavori sono stati aperti dal presidente di Aeropolis, Antonio Ferrara, che ha rimarcato l’importanza di questi appuntamenti per la divulgazione prettamente tecnica di tematiche legate all’aerospazio e di come sia necessario porsi degli obiettivi nel confrontarsi con le sfide del trasposto aereo del futuro poiché queste si traducono in sviluppo e occupazione. Leggi il seguito di questo post »

Ryanair assume 5800 lavoratori in Puglia e Sicilia. Ecco come candidarsi

Postato il 23 ottobre 2015 Aggiornato il 23 ottobre 2015

L’aerolinea Ryanair estende il network nel Sud Italia e assume 5800 unità lavorative in Puglia e Sicilia per gli aeroporti di Bari, Brindisi, Palermo, Catania e Comiso. A dare notizia è stato il Gruppo stesso tramite alcuni comunicati pubblicati sul sito ufficiale. Le nuove assunzioni saranno effettuate in vista delle nuove rotte per i voli in partenza dalla Puglia e dalla Sicilia.
ryanair-aircraft-(8)Per quanto riguarda Aeroporti di Puglia, la compagnia irlandese mette a disposizione 1500 posti di lavoro “in loco” all’anno presso l’Aeroporto di Bari, con l’introduzione della nuova rotta per Berlino; 975 posti di lavoro “in loco” all’anno presso l’Aeroporto di Brindisi, con l’introduzione della nuova rotta per Manchester.
I profili ricercati saranno riservati soprattutto al personale di bordo, in particolare con assunzioni per Assistenti di Volo.
Per candidarsi è necessario visitare la pagina dedicata alle carriere e selezioni (http://corporate.ryanair.com/careers/) , registrando il curriculum vitae nell’apposito form online.

Nessun ridimensionamento dell’Italia nel progetto del radiotelescopio SKA

Postato il 22 ottobre 2015

Intervista al prof. Massimo Della Valle – Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte

di Alessandra Schiavone & Adelchi Maria Rendola

dellavalle

Il prof. Massimo della Valle è uno dei massimi esperti mondiali nello studio delle novae, supervnovae e lampi gamma. Dopo la laurea in Astronomia e il dottorato di ricerca nell’ex Unione Sovietica e poi a Padova, è stato post-doc presso la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste e ha lavorato, tra l’altro, presso l’osservatorio di Arcetri e nella telescope – division di ESO a Monaco in Germania. Ha collaborato con Saul Perlmutter, Brian Schmidt e Adam Riess, vincitori del premio Nobel per la fisica nel 2011. Dall’aprile del 2010 ricopre il ruolo di direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte.

Leggi il seguito di questo post »

Frontex userà versione di Tecnam P2006T a controllo remoto

Postato il 21 ottobre 2015

Il gruppo Indra e Tecnam guidano un gruppo di 5 aziende che hanno sviluppato una nuova piattaforma per la sorveglianza marittima. Al progetto partecipano anche alla SELEX Galileo e le aziende FLIR Systems and Remote Sensing e Sensor Integration company Airborne Technologies. La società Indra che sviluppa la piattaforma sistemistica è un multinazionale spagnola di consulenza e tecnologia che opera nel settore della sorveglianza marittima, nei giorni scorsi a Londra in occasione della conferenza Maritime reconnaissance & surveillance ha presentato la versione UAV  del Tecnam P2006T MRI.

Leggi il seguito di questo post »

FUTURO REMOTO 2015

Napoli 17 ottobre Palazzo Serra di Cassano – Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

La mobilita’ del futuro. La sfida del mezzo aereo

Interviste ai protagonisti

Polo aeronautico campano, ripartire da una nuova generazione di manager e imprenditori

Nei giorni scorsi su giornali locali si è discusso del Polo Aeronautico Campano.

Il tema e’ stato innescato dalla pubblicazione dei dati sull” export dell ’ Osservatorio sui Distretti industriali promosso dal Banco San Paolo. L ’ istituto ha rilevato un dato negativo -32% del secondo trimestre 2015 dell’ export delle imprese aeronautiche campane. In recenti occasioni noi stessi avevamo rilevato la pericolosa tendenza, infatti il dato attuale e’ il terzo consecutivo con segno negativo che conferma i segnali di rallentamento di un’ industria che era sempre cresciuta anche nell ‘ export…..

Leggi il seguito di questo post »

Stenio Vuono ha condiviso la foto di Sonia Bordonaro.
foto di Sonia Bordonaro.
DA MESSAGGIO SU FACEBOOK

——————————————————————————————————————————————————————————–

ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut”: 
 
Ferruccio Massimo Vuono

FINE SERVIZIO – scritto : lunedì, 2 novembre 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...