CENTRODESTRA IL DIBATTITO DOPO BOLOGNA LE DUE PIAZZE E IL TEMA DEL POPULISMO SVOLGIMENTO DI DUE PENNE ZELANTI CALISE E ADINOLFI SU “IL MATTINO” DI NAPOLI E ALTRE NOTIZIE


CENTRODESTRA IL DIBATTITO DOPO BOLOGNA LE DUE PIAZZE E IL TEMA DEL POPULISMO SVOLGIMENTO DI DUE PENNE ZELANTI CALISE E ADINOLFI SU “IL MATTINO” DI NAPOLI  E ALTRE NOTIZIE



Risultati immagini per via matteo renzi
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 11 NOVEMBRE 2016 ]
 
IN COPERTINA
( RESISTERE ! RESISTERE ! RESISTERE ! )
La televendita “Mamma!li populisti”.
FINIRA’ CON IGNOMINIA PRIMA DI QUANDO SI PENSI…..
——————————————————————————————————————————————————————————————————————-
A BOLOGNA
———————————————————————————————————————————————————————————LE DUE PIAZZE E TRE VIDEO:L’EVIDENTE SALDATURA TRA POPOLO E FORZE DELL’ORDINE-LA PANTOMIMA DEI FIGLI DI PAPA’, BEN PASCIUTI, A COPERTURA DEI VIOLENTI-GUERRIGLIERI IN SERVIZIO, PERMANENTE EFFETTIVO, SU CHIAMATA DE LI SUPERIORI…..
——————————————————————————————————————————————————————————–
da messaggi su facebook 
 

Eh vai col ballo, x iniziare!!! guardate la faccia dei poliziotti che trattengono il sorriso

1:24/1:24
Visualizzazioni: 204.224


Il corteo contro la lega viene bloccato dalle forze dell’ordine. Per più di due ore la polizia trattiene i manifestanti impedendo a chiunque di andarsene. Ecco 

Altro…

 

questo è il trattamento che noi riserviamo a chi ci tutela per pochi euro al mese. GRAZIE RAGAZZI !!!!

0:15/0:15
Visualizzazioni: 176.523

Noi le forze dell’ordine le trattiamo così! GRAZIE!

 
1:14/1:14
Visualizzazioni: 3492


Ennesimo esempio di violenza antidemocratica da parte delle ZECCHE dei centri sociali durante la manifestazione di Bologna dell’8 Novembre. Questa è la sinistra violenta! Queste sono le ZECCHE

———————————————————————————————————-
IL SERVIZIO ODIERNO – TRA BREVE IN RETE
———————————————————————————————————-
 
anteprima di web
Associazione Azimut
Associazione Culturale Azimut
 
 
CENTRODESTRA IL DIBATTITO DOPO BOLOGNA LE DUE PIAZZE E IL TEMA DEL POPULISMO SVOLGIMENTO DI DUE PENNE ZELANTI CALISE E ADINOLFI SU “IL MATTINO” DI NAPOLI  E ALTRE NOTIZIE 
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 11 NOVEMBRE 2016 ]
———————————————————————————————————————————————————————————
Risultati immagini per il centrodestra a bologna 8 novembre Risultati immagini per scontri a bologna 8 novembre
“Azimut” – il presidente
DIBATTITO
276261_1002645712_5204015_n LE DUE PIAZZE 
Arturo Stenio Vuono
——————————————————————————————————————————————————————————–
Alla vigilia della manifestazione di Bologna che, domenica scorsa, ha visto nascere l’embrione di un fronte comune contro la piaga, purulenta, del renzismo;qualche giorno prima, così:Una rivolta civile, democratica – nazionale – popolare, prima che si compia – nel 2018 – il declino della Patria. Quel che accade e accadrà, se non li fermiamo. è la manifestazione più deteriore della politica che la Nazione abbia mai conosciuto dall’unità ad oggi; interrompiamo la marcia di Lor Signori che ci conduce verso il baratro civile, economico, etico nel quale già stiamo sprofondando.
 
E non con il senno di poi, noi scrivevamo che :Per intanto qualcosa si muove; certo troppo poco, eppur si sta muovendo : Berlusconi va a Bologna, in Parlamento Lega Fi e Fdi uniscono le forze contro Renzi e la sua manovra; e per intanto non c’è di meglio, però un buon inizio che dovrà essere attentamente monitorato, nei suoi prevedibili sviluppi, e – oggettivamente – il giudizio va sospeso; una svolta che presuppone il distinti e distanti dagli Alfano, Fitto, Tosi, Verdini et similia, e lor sodali, che sbavano – con il solito bla bla bla del moderatismo e del riformismo – per l’imbroglio del cosiddetto “Partito della Nazione”( sic ).
 
E per concludere che: Ma c’è ancora da dire che, in ambito del rimescolamento di carte nel versante opposto della sinistra, oltre il fatto che Salvini marcia ormai per trasformare la Lega in un partito nazionale, Fratelli d’Italia intende pure trasformarsi in “Terra Nostra con Giorgia Meloni”; e che, per quanto riguarda Forza Italia, Silvio Berlusconi progetta, già da tempo, un nuovo soggetto politico, adatto ad affrontare le nuove circostanze; e, al momento, si registra – nei sondaggi – che il potenziale neo centrodestra, complessivamente, cresce. Si sta concretizzando, sempre più, la possibilità che un listone unico, composto dalle tre forze, possa superare, per la nuova legge elettorale – il truffaldino tirannicum – , il Pd o il nuovo partito di Renzi. Può essere una prima risposta al come salvarsi.Ma ciò non basta e non potrà risolvere il problema del quesito posto del chi ci salverà?”. Insomma, se son rose fioriranno, e semprechè buona parte di quella metà degli italiani – che si sono appartati – ritrovi buone ragioni per riprovarci e ritrovi validi motivi per deporre una scheda nell’urna.
Parlando di tali prospettive, in maniera disincantata e asettica, a posteriori, oggi, contano le verifiche; e riprendiamo dalla stampa, “Il Mattino” di Napoli, “Sancita l’alleanza con Salvini e Meloni.Tensione alla manifestazione:feriti e raid contro la tav.Berlusconi-Lega, patto a Bologna.Il Cavaliere:insieme vinciamo con il 40%.Dalla piazza applausi e fischi.” – E, poi, seguono due interventi di spalla, sempre in prima pagina, “La destra e il demone populista” e”L’intesa a Nord che nega il sud ai moderati”.Si tratta del solito filone, banale e disinformatore, di cui diremo; prima qualche stralcio del compitino, assegnato a due penne zelanti, rispettivamente Mauro Calise e Massimo Adinolfi,; il primo : “Ha fatto bene Berlusconi a unirsi – in posizione subordinata – al raduno leghista di Bologna?O era meglio, come molti suggerivano che se ne fosse rimasto a casa?Certo il risultato numerico non è stato dei più esaltanti.In una piazza poco gremita, la presenza di Forza Italia è risultata smaccatamente minoritaria.E i fischi e i segnali di impazienza che hanno scandito l’intervento dell’ex-Cavaliere sono stati la prova lampante che la sua stella, ormai, è tramontata.Questo, però, lo sapevamo già. Perchè, allora, Berlusconi si è auto-inflitto questa umiliazione?Cosa voleva, a cosa mirava? – ( . . . ) – ” Meglio provare a sopravvivere aggregandosi al carro populista di un giovane rampante e accattivante. Con l’aura – almeno fino ad oggi – di vincere”. ( . . . ) -“Più, infatti, le estreme si avvicinano alla possibilità di vittoria, più sono spinte ad attenuare i toni più bellicosi.Consapevoli che una volta entrate nella cabina di regia, bisognerà cominciare a fare quadrare i conti.Del bilancio ma anche della convivenza civile.Lo ha fatto Tsipras in Grecia, lo sta facendo Marine Le Pen in Francia.E a Salvini non può che fare comodo che, quando fa la faccia feroce, ci sia al suo fianco un passo indietro – il sorriso bonario di Berlusconi”; e il secondo:”Gli basta dire ( n.d.r: a Salvini ) che < non è più il 1994, questa non è la Casa delle Libertà, è una nuova storia e la guidiamo noi, il passato non torna >. Gli basta perchè è proprio così: non è il Novantaquattro, quando il Cavaliere vinse clamorosamente le sue prime elezioni, sbaragliando la macchina da guerra del centrosinistra di Achille Ochetto? Il berlusconismo era un’emulsione di liberalismo e populismo.La parola è ben scelta.Vuol dire che i due ingredienti si mescolano, ma non si uniscono per davvero, e possono quindi separarsi di nuovo, in condizioni diverse. A guardare il centrodestra di oggi, e la rappresentazione che ne ha offerto la piazza bolognese, l’impressione è che le condizioni sono parecchio cambiate e che dei due ingredienti fondamentali uno , quello populista, ha preso decisamente il sopravvento. – ( . . . ) – “Questa è dunque la partita che la Lega di Salvini impone.Berlusconi andando a Bologna dimostra di non aver la forza per ridisegnare un centrodestra in cui il moderatismo di centro si senta a suo agio.L’emulsione teneva insieme cose fra loro incompatibili grazie anche al carisma personale del Cavaliere.Quel carisma si è appannato, e le due componenti ideologiche del berlusconismo si separano.Con quale fortuna elettorale è difficile dire”. 
Da quanto riportato, solo funisterie di addetti ai lavori, a riprova di come sia difficile al pigro conformismo calarsi nella realtà che muta, l’unica evidenza è che il populismo – anche in Italia – inizia a preoccupare gli occupanti del prospero bastimento di regime e che, chiaramente, non lo si consideri più destinato ad essere l’opzione della sconfitta; dunque, più d’una conferma a quel che, seppure – noi –  non disposti, come nel passato, ad accettare tutto a “scatola chiusa”, sempre alla vigilia di Bologna, c’eravamo chiesti:Chi ci salverà dal baratro civile, economico, etico nel quale stiamo sprofondando? Nei nostri ultimi editoriali, purtroppo ancora una domanda senza risposta; però abbiamo denunciato la propaganda da regime, bugiardo, fatta da miserabili tremebondi, a registro altrui e la vera vergogna degli invertebrati che ci (s)governano, dati incontestabili dell’attuale degrado politico e sociale;e che, vuoi o non vuoi, il populismo trasversale resta, comunque sia, l’ultima risorsa che, prima o poi, dovrà scegliere l’Italia.Per non morire! 
 
Ora, tutto si potrà dire, e tutto si dice, di Silvio Berlusconi, meno che mai sia uno stupido – o un politico sprovveduto -, e il livore dei sottoposti al sistema di potere – ieri come oggi – una costante, indubitatamente ha sempre operato con coordinate in sinergia allo spirare del buon vento e non in conflitto con gli interessi dell’Italia; con qualche interruzione sbagliata che presupponeva il dialogo, e la tregua, in direzione di avversari rivelatisi inaffidabili come intrisi di doppiezza;e circondato, purtroppo, dai molti che di coraggio ne avevano poco.L’uomo, con la sua storia che ha registrato – elettoralmente – altissime punte di consenso , di certo ha suscitato e suscita pure critiche ma il rispetto, in verità, non può mai venire meno.
 
La cronaca di Bologna, e tutto ciò la dice lunga, è risultata monca; nessuna vera analisi delle due piazze che – per l’ebollizione in corso – si vanno ormai fronteggiando : una è quella nazionale – popolare, pacifica e propositiva, interclassista che reclama l’uscita dalle sofferenze e, per l’appunto, trasversale; come hanno dimostrato gli interventi che hanno accompagnato quelli di Berlusconi, Giorgia Meloni e Salvini.L’altra, quella di sempre, a guida – questa sì – da un demone, il demone della violenza e dell’intolleranza che, pure questa volta, ha usufruito di benevolenze e deroghe eccellenti al dovere della condanna.La piazza può essere democrazia.Come si evolverà la prima?Come si salderà l’altra alla sinistra della sinistra?Si vedrà, e chi vivrà vedrà;ma l’unica piazza che non ha futuro – a conti fatti – è quella di sinistra-centro, con il leader imposto, non in grado di materializzarsi; che, per l’oggi, vagheggia ed ambisce di sostituirsi a quella che, non in preda alla crisi, fu descritta come l’area centrale – moderata.Così è, se vi pare.
 
E prima di Bologna, con una riflessione su Italia-Europa, abbiamo anche scritto :L’occasione ci serve per ribadire che sull’Italia, come su tutte le nazioni del vecchio continente, i limiti imposti dall’Ue e dal sistema bancario centrale della moneta unica, non sono più tollerabili;Lehner(n.d.r. per intervento riportato) utilizza, giustamente, il termine EUrss ovvero l’identificazione in Europa Unita delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, e non si sbaglia;infatti, cessato il sistema centralista del comunismo, per implosione, con una Russia sovietica che imponeva la sua egemonia sui cosiddetti paesi satelliti dell’est europeo, al suo posto, il subentrato predominio delle consorterie mondialiste, con il codazzo dei proconsoli del dinero, ha realizzato e realizza quello che non è riuscito, definitivamente,  al marxismo-leninismo; e, cioè l’azzeramento totale della sovranità dei popoli e delle nazioni. Dire che occorre, però, rifuggire dai nazionalismi e dai populismi, fare muro contro muro con gli euroscettici, discettare su “lepenismi”, lungi dal risolvere il problema, significa soltanto farsi coinvolgere nell’inarrestabile cupio dissolvi proprio dell’Europa.Non rinegoziare i trattati, non rivedere i meccanismi di funzionamento dell’euro, eccetera, al contrario, è un grave errore di cecità politica; questo sì porta dritto, per legittima difesa, all’uscita dall’euro onde stampare propria moneta, etc., e alla dissoluzione d’una Europa Unita.
 
Altro che “La Destra e il demone populista” ;e “L’intesa a Nord che nega il sud ai moderati”. Assist all’apparato che vuole sopravvivere – i due articoli – e l’arcinota cortina fumogena della solita disinformazione. 
Non solo ci vogliono nella gabbia, per loro dorata, ci vogliono impedire una democrazia partecipata che ne reclami il cambiamento;e servono il sottostare alle televendite del Renzi che finirà, con ignominia, prima di quando si pensi. Non funzionerà, di certo, il “Mamma!li populisti”.
———————————————————————————————————————————————————————————
LINK – CLICCA E ASCOLTA
——————————————————————————————————————————————————————————–
Salvini: "Uniti vinciamo. Alfano cretino". Risposta: "Quaquaraquà" Risultati immagini per la lega e salvini a bologna 8 novembre
 

L’intervento di Giorgia Meloni a Bologna | LA7 – Video e …

http://www.la7.it/…/giorgiameloni-fdi-basta-al-duo-comico-renzi-alfano-09-1…

10 ore fa – L’intervento integrale di Giorgia Meloni alla Manifestazione del centro destra a Bologna.

L’intervento a Bologna di Silvio Berlusconi | LA7 – Video e …

http://www.la7.it/…/berlusconi-ficon-matteo-giorgia-e-silvio-non-ce-ne-sara-pi…

10 ore fa – L’intervento integrale di Silvio Berlusconi alla Manifestazione del centro … di Giorgia Meloni alla Manifestazione del centro destra a Bologna.

Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale |

FratellidItaIia – RT @AcquaroliF: L’intervento integrale di @GiorgiaMeloni in Piazza Maggiore a #Bologna https://t.co/dc43kmbUsI #Meloni #FdIAn # FronteAntiR …

 #BOLOGNA – INTERVENTO INTEGRALE DI MATTEO #SALVINI #liberiamoci +++
 
 
 
——————————————————————————————————————————————————————————–
———————————————————————————————————————————————————————————
“Secolo d’Italia” – mercoledì, 11 novembre – Link ( clicca e leggi )
——————————————————————————————————————————————————————————–
Una rivoluzione forse non così inaspettata: il Matteo Salvini del dopo-Bologna si spinge ad annunciare una svolta clamorosa. Potrebbe essere cancellato, dallo Statuto del partito, quell’articolo uno che indica come obiettivo strategico l’indipendenza della Padania incompatibile con l’alleanza con Fratelli d’Italia, che proprio questo passaggio aveva più volte invocato. Ciò costituirebbe il definitivo addio alla Lega secessionista dell’era Bossi.
———————————————————————————————————————————————————————————
———————————————————————————————————————————————————————————
 
L’EDICOLA – “Il Secolo d’Italia”
———————————————————————————————————————————————————————————

——– Original Message ——–

Subject: Speciale centrodestra
Date: Mon, 09 Nov 2015 05:40:03 +0100
From: “Secolo d’Italia” <newsletter@secoloditalia.it>
To: “associazioneazimut@tiscali.it” <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: newsletter@secoloditalia.it


Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Speciale “Liberiamoci”
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
“Ho l’orgoglio di aver riunito le opposizioni per bene, ma non ci sarà nessun ritorno al passato, non possiamo vivere di nostalgia e di ricordi, viviamo guardando al futuro. Questa – prosegue – non è la piazza del rancore e dell’odio”.
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
​Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
———————————————————————————————————————————————————————————
DA ROMA – GIANCARLO LEHNER
———————————————————————————————————————————————————————————
 

——– Original Message ——–

Subject: FW: Fittipaldi e Nuzzi santi subito
Date: Mon, 9 Nov 2015 09:37:17 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To: ( . . . ) 


Emiliano Fittipaldi e Gianluigi Nuzzi santi subito? Certo è che hanno dato e continueranno a dare una mano a Bergoglio nell’opera di distruzione di Santa Romana Ecclesia. L’ultima prova inconfutabile che Franceschiello primo progetta di spargere sale sull’eredità di San Pietro? Un pontefice cattolico, rispettoso della tradizione giudaico-cristiana, Bibbia alla mano, avrebbe detto: rubare è peccato.L’antipapa duale e marx-peronista, invece, quasi da presidente dell’Anm, codice penale alla mano, ha affermato: rubare è reato.

Giancarlo Lehner


 

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: l’eterno orrore di comunisti e nazisti
Date: Sun, 8 Nov 2015 10:23:11 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )


Mi dicono che è stato rifondato, a Roma, il partito comunista italiano. Ebbene, non ci credo, così come non crederei alla rinascita del partito nazionalsocialista. Gulag, lager, Shoah e patto Molotov-Ribbentrop li marchiano a fuoco per l’eternità come belve criminali.
Giancarlo Lehner
——————————————————————————————————————————————————————————–

Risultati immagini per guccini

E A PROPOSITO DELLE DUE PIAZZE DI BOLOGNA
 
“Il Secolo d’Italia”
——————————————————————————————————————————————————————————–
 

Guccini: “Ora resistenza contro Salvini”. La replica: <Stai con i violenti>

lunedì 9 novembre 2015 

« Io sono stato lontano da piazza Maggiore, ho visto un po’ in televisione come è andata, e mi viene da dire solo una frase storica: ora e sempre, resistenza ». Così Francesco Guccini, in un’intervista a Repubblica, lancia il suo allarme dopo che «la sua città è stata invasa dalla destra». Domenica ha abbandonato Bologna e si è rifugiato nella sua casa di Pavana, sull’Appennino tra Bologna e Pistoia. «Da lì ha osservato la “sua” piazza, tenendosi “alla larga”, come aveva chiesto il presidente dell’Anpi», racconta il cronista di Repubblica. « Io spero solo che non prendano Bologna alle urne », ha sottolineato l’autore dell’Avvelenata, « e lo dico per le mie inclinazioni politiche. Comunque non si sa mai, ma spero proprio di no ». Poi la benedizione nei confronti degli antagonisti e di chi ha messo a ferro e fuoco la città per contestare la manifestazione con Salvini, Meloni e Berlusconi. « Tutti hanno diritto di manifestare, e quindi anche i ragazzi dei centri sociali o gli studenti che sono andati in piazza per contestare Salvini. Perché la sua è stata chiaramente una provocazione », ha incalzato Guccini. La tesi del “compagno Francesco” è chiara: « Chi non sta a sinistra e osa manifestare il suo punto di vista è un “provocatore”. Chi invece incendia le stazioni e devasta la città, è legittimato a farlo, se lo fa sotto una bandiera con “falce e martello”.

La replica di Salvini non si fa attendere. « Francesco Guccini, cantautore che ascolto da sempre, ha idee confuse ». Così il leader della Lega Nord risponde su Facebook a quanto scritto dall’artista modenese, che ha definito la manifestazione del Carroccio di domenica, in piazza Maggiore a Bologna, “una provocazione”. « Francesco – ha aggiunto Salvini – danneggiare treni e tirare bombe carta ai poliziotti ti piace? Andare in giro a volto coperto e coSalvini: « La resistenza va fatta agli imbecilli che attaccano i poliziotti »

———————————————————————————————————————————————————————————
DALLE CALABRIE – COSENZA ( da messaggi su facebook )
——————————————————————————————————————————————————————————–

L’arrivo di Papa Francesco a Firenze in occasione del 5° Convegno Ecclesiale nazionale.

2:08/2:08
Visualizzazioni: 25.387


L’arrivo di Papa Francesco a Firenze in occasione del 5° Convegno Ecclesiale nazionale.

LA SALITA CHE PORTA AL CONVENTO CAPPUCCINI RIFORMA

Pasqualì, attento che Google Maps si sta pedinando…

foto di Demetrio Grandinetti.
SALVIAMO L’ANTICO MANUFATTO “VILLAGGIO DEL FANCIULLO”

Don Luigi Maletta durante la costruzione del Villaggio del Fanciullo – Suggerirei agli Amministratori di tenere questa foto come post in evidenza

foto di Luigi Tuoto.
Alfonso Monetti

Alfonso Monetti Questa foto che ritrae don Luigi mentre con i suoi ragazzi costruisce il Villaggio (dalle notizie che abbiamo) è parte integrante del logo del 70* del CS 1 (logo disegnato dalla ns Giusy Tuò Tuoto)

 

Antonio Medaglia

Antonio Medaglia ….onore ad un UOMO SACERDOTE che non ha avuto uguali in Cosenza …..io mi onoro di averlo avuto come padrino di battesimo e di essere stato nella sua Parrochia come lupetto scout rover per un lungo periodo di tempo ….avevo sei anni e sono uscito Altro…

 

Stenio Vuono ha condiviso la foto di Burloni.
·
foto di Burloni.
COSENZA RIVUOLE PADRE FEDELE

tutti, Uomini di Pace: SOSTIENI PADRE FEDELE

Petizione di Maurizio Parise . 79 sostenitore

tutti, Uomini di Pace: SOSTIENI PADRE FEDELE

Raggiungi il prossimo traguardo

5 giorni fa, hai firmato questa petizione. Aiutala a raggiungere 100 firme.

Condividi questa petizione

o promuovila contribuendo con € 5 o più
MODI IN CUI PUOI DARE IL TUO AIUTO

Condividi

Moltiplica la tua firma condividendo la petizione. Ti faremo sapere quando i tuoi amici firmano, così che tu possa vedere il tuo impatto.

Condividila allora →

Promuovi

Il tuo contributo di $5 o più presenterà la petizione a dozzine di utenti di Change.org che la pensano allo stesso modo.

Promuovila allora →

Questa email è stata inviata da Change.org a azimutassociazione​@libero​.it.Puoi modificare le preferenze sulle notifiche annullare l’iscrizione alle email di Change.org.

Lancia una petizione   ·   Contattaci   ·   Informativa sulla privacy
Change.org   ·   548 Market St #29993, San Francisco, CA 94104-5401, SUA

———————————————————————————————————————————————————————————
  
Associazione Azimut, Naples, Italy.  
  
 
FINE SERVIZIO –  A PRESTO !
————————————————————————————————————————————-
 
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut”: 
 
Ferruccio Massimo Vuono
Annunci

2 pensieri riguardo “CENTRODESTRA IL DIBATTITO DOPO BOLOGNA LE DUE PIAZZE E IL TEMA DEL POPULISMO SVOLGIMENTO DI DUE PENNE ZELANTI CALISE E ADINOLFI SU “IL MATTINO” DI NAPOLI E ALTRE NOTIZIE”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...