E’ MORTO ARMANDO COSSUTTA INEDITI SULLA TRIADE NAPOLITANO FINI TREMONTI ( NEL LIBRO DI AMEDEO LABOCCETTA – PRESENTAZIONE 21 DICEMBRE A NAPOLI ) L’ATTESA E LE ZAMPOGNE IL “BISCOTTO” FRANCESE PER LE PEN LA GIUSTIZIA COSENTINA E ALTRE NEWS


E’ MORTO ARMANDO COSSUTTA INEDITI SULLA TRIADE NAPOLITANO FINI TREMONTI ( NEL LIBRO DI AMEDEO LABOCCETTA – PRESENTAZIONE 21 DICEMBRE A NAPOLI )  L’ATTESA E LE ZAMPOGNE IL “BISCOTTO” FRANCESE PER LE PEN LA GIUSTIZIA COSENTINA E ALTRE NEWS 

[ “Azimut-NewsLetter” : 15 dicembre 2015 ]
 
ULTIME DAL WEB
Addio ad Armando Cossutta: aveva 89 anni. Rischiò la fucilazione
LA DIPARTITA DI ARMANDO COSSUTTA – AVEVA 89 ANNI
 

Armando Cossutta – Wikipedia

https://it.wikipedia.org/wiki/Armando_Cossutta

È deceduto il 14 dicembre 2015 all’Ospedale San Camillo di Roma, dove era ricoverato da tempo, all’età di 89 anni. Armando Cossutta era ateo.

Biografia  – ‎Controversie su Cossutta e l’URSS  – ‎Opere  – ‎Note
Risultati immagini per craxi e lehner azimut

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: onore ad Armando Cossutta
Date: Tue, 15 Dec 2015 07:06:18 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To: ( . . . )


Scomparso Armando Cossutta, tutti ne ricordano la fedeltà all’Urss, nessuno la lucidità politica di sostenere il progetto di Bettino Craxi riguardo alla costruzione di un grande partito socialista sul modello dell’Spd, capace, cioè, di governare in alternativa alla Dc. Mentre i vari Occhetto e D’Alema si opposero all’unità socialista, Cossutta comunicò a Craxi di aderire ben volentieri, riservandosi soltanto l’opzione di organizzare una propria corrente interna. Craxi e Cossutta, dunque, pensavano al futuro della sinistra italiana, Occhetto e D’Alema soltanto ai governicchi con i demitiani e lo spiritista Romano Prodi.
Giancarlo Lehner
———————————————————————————————————-
VISITA IL SITO

Associazione Azimut – WordPress.com 

IN COPERTINA Risultati …
 
———————————————————————————————-
PRIMO PIANO
L’ATTESA E LE ZAMPOGNE
———————————————————————————————-
IL 2014 (NON) SI PRESENTA COL RAMOSCELLO D'ULIVO MA FACCIAMOCI GLI AUGURI! NESSUNO TEMI L'AVVENIRE. AVANTI! - IN COPERTINA: PARTICOLARE DEL PRESEPE (

Gli zampognari – Novena di Natale – YouTube

05 gen 2013 – Caricato da LivioTV

… Edizione 2012/13 (05.01.2013). Gli zampognari di Gricignano suonano la novena di Natale …

Mancanti: cosentini

La “zampogna” e il mistero del Natale | GLOBUS Magazine

http://www.globusmagazine.it/la-zampogna-e-il-mistero-del-natale/

22 dic 2014 – L’altra tipologia, detta zampogna a paro, con due canne di lunghezza … con la novena dell’Immacolata Concezione e la Novena di Natale, suonata dal 16 al 24 … Nelle zone del cosentino, gli zampognari giravano per le vie, …

————————————————————————————————————————————————————-
IN COPERTINA
( . . . )  la foto ( . . . ).
foto di Il dito nell'occhio Associazione culturale.
Il dito nell’occhio Associazione culturale

· 

PAROLE IN LIBERTA’
“Il popolo non elegge chi lo cura, ma chi lo droga.”
( Nicolás Dávila, scrittore, filosofo e aforista colombiano, 18 maggio 1913 – 17 maggio 1994 )

———————————————————————————————————————————————————————————
MEMENTO ITALY
MA NEL VENTENNIO CHE CI SIAMO LASCIATI ALLE SPALLE – ORMAI STORIA E NON CRONACA – UNA GRANDE OPERA DI DISINTOSSICAZIONE. INTERROTTA, PURTROPPO, DAL COMPLOTTO DI PALAZZO, DAI POTERI FORTI E DALLE CONSORTERIE INTERNAZIONALI. NEL LIBRO DI AMEDEO LABOCCETTA ( vedi : sotto ) TANTE PAGINE CON EPISODI INEDITI SULLA TRIADE NAPOLITANO – FINI – TREMONTI CHE FU PER E NEL GOLPE DELLA DESTITUZIONE  DI BERLUSCONI. A QUANDO UNA COMMISSIONE DI INCHIESTA ?
————————————————————————————————————————————————————-
leggi tutto : dalla pag. n.  59 alla fine –  circa 90 pagine in tema
————————————————————————————————————————————————————-
NAPOLI – L’APPUNTAMENTO
lunedì 21 p.v. ore 20:00 – nei saloni dell’Hotel Parker’s 
————————————————————————————————————————————————————-
IL LIBRO
“La vita è un incontro”
Il contributo di Amedeo Laboccetta alla Destra e al centrodestra.
 
foto di Dario Cigliano. 
( nella foto : Marcello Veneziani e Amedeo Laboccetta )
 
———————————————————————————————-
L’APPUNTAMENTO
———————————————————————————————
A NAPOLI – Presentazione del libro “La vita è un incontro” di Amedeo Laboccetta : lunedì 21 p.v. ore 20:00 – nei saloni dell’Hotel Parker’s Corso Vittorio Emanuele n°135 ( parcheggio gratuito ), con l’intervento di Marcello Veneziani che ne ha curato la prefazione; il libro – edito da “Controcorrente Edizioni” – non solo contiene la storia personale e familiare dell’autore, vi sono pagine che riassumono 40 anni di vita pubblica cittadina e nazionale, tutte le esperienze del politico di centrodestra ed eletto a livello comunale e camera dei deputati. Il contributo di Amedeo Laboccetta alla Destra e al centrodestra.
———————————————————————————————————————-
“La vita è un incontro”  in vendita a € 15,00
———————————————————————————————————————
PER RICHIEDERE IL LIBRO – RIFERIMENTI :
“CONTROCORRENTE EDIZIONI” – NAPOLI
TEL. NN. 081 – 421349 / 081 – 5520024
TELFAX – 081 . 4202514
E.MAIL 
redazione@controcorrentedizioni,it 
controcorrente_na@alice.it
————————————————————————————————————————————————————-
ALLA CORTE DEI MIRACOLI DEL GIOVIN SIGNORE DELLA SINISTRA
( . . . ) un link.
Per Roberto Saviano il ministro dovrebbe dimettersi, e c’è un problema con le critiche al governo Renzi
ILPOST.IT
————————————————————————————————————————————————————-
Renzi consegna l’Italia a Grillo
renzi_monti_letta
COME E PEGGIO DEI PRIMI DUE
————————————————————————————————————————————————————-
 

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: Renzi consegna l’Italia a Grillo
Date: Mon, 14 Dec 2015 09:30:25 +0000
From: Giancarlo Lehner
To:  ( . . . )


Il primato di Bersani come perdente naturale sta per essere conteso da Renzi. Schifarsi di chi, secondo lui, strumentalizza i morti, e non schifarsi di chi istiga al suicidio e, comunque, uccide un pensionato, è affermazione stupida ed autolesionistica, più che sufficiente per consegnare l’Italia agli avversari mortali del grano saraceno.Insomma, anche Renzi entra nella hit parade dei politici bischeri.
Giancarlo Lehner

 
————————————————————————————————————————————————————-
il “biscotto” francese indigesto per Le Pen
Vincenzo Mannello
 
Il premier Valls: "Se vince l'estrema destra rischio guerra civile"
————————————————————————————————————————————————————-
Francia..,non ci voleva molto per pronosticare quello che sarebbe accaduto : il “biscotto” per fermare il Front    National.Già il 7 dicembre lo avevo anticipato su quelle testate telematiche indipendenti che mi avevano onorato della loro ospitalità pluralista…Hollande e Sarkozy alleati “contro” FN avrebbero scippato al primo partito di Francia la rappresentatività del suffragio reale,quella del voto “per” qualcosa,per un programma ben definito e votato dalla maggioranza degli elettori.Una truffa elettorale…già messa in atto contro Le Pen padre alle presidenziali del 2002 ma con una differenza di non poco conto : la rappresentatività reale. All’epoca Jean Marie Le Pen non era capo del primo partito di Francia,ma del secondo…oggi sua figlia Marine invece lo è, il FN ha raccolto 6,6 milioni di voti ed il 27% di votanti.Risultato ? O (zero) presidenti di regione !!La chiamata a raccolta del marciume partitocratico di Hollande e Valls,che ha preconizzato addirittura la guerra civile in caso di vittoria delle due Le Pen,ha ottenuto il risultato voluto : fermare Blu Marine.Ci riuscirà,in previsione delle presidenziali 2017 ?
No,in termini di crescita di consenso popolare ed elettorale non credo proprio.Marine Le Pen andrà (mi raccomando,è una previsione al ungo tempo) al ballottaggio 2017.Ma non raggiungerà mai la soglia del50%+1 per l’elezione diretta,dovrà andare al ballottaggio.E,ancora una volta,rischierà il famigerato “biscotto” in salsa francese : il voto “contro” piuttosto che “per”… Signori,questa è la #democrazia occidentale…ci ritroveremo Carla Bruni all’Eliseo…

Grazie per l’attenzione
Vincenzo Mannello
—-Messaggio originale—-
Da: info@vincenzomannello.it
Data: 14/12/2015 8.43
A:  ( . . . )
Ogg: il “biscotto” francese indigesto per Le Pen
————————————————————————————————————————————————————-
A COSENZA – NELLA CITTA’ DEI SETTE COLLI
————————————————————————————————————————————————————
LA TRADIZIONE DELLE ZAMPOGNE

Novena di Natale – Zampogne 2012 (I) – YouTube

23 dic 2012 – Caricato da Sandro Sottile

Novena di Natale 22 Dicembre 2012 [Sandro Sottile – Sergio Vizza] Chiesa di S. Nicola (CS) . IT (I)

Gli zampognari – ‘U Misi e Natali, nella tradizione popolare …

‘U Misi e Natali, nella tradizione popolare del cosentino … Gli zampognaricalavano solo su Cosenza, per rimanervi per la durata della novena … davanti a quella “sacra raffigurazione” ogni sera, all’ora della novena. … Speciale di Natale .

————————————————————————————————————————————————————
GIUSTIZIA ALLA COSENTINA [ tratto da rivista in web ]
 

POSTED BY: IACCHITE 13 DICEMBRE 2015

Diciassette magistrati del panorama giudiziario di Cosenza e provincia risultano imparentati con altrettanti avvocati dei fori cosentini. Una situazione impressionante, che corre da anni sulle bocche di tutti i cosentini che hanno a che fare con questo tipo di “giustizia”.Il dossier Lupacchini, già dieci anni fa, faceva emergere in tutta la sua gravità questo clima generale di “incompatibilità ambientale” ma non è cambiato nulla, anzi.

La legge, del resto, non è per niente chiara e col passare del tempo è diventata anche più elastica. Per cui diventa abbastanza facile eludere il comma incriminato e cioè che il trasferimento diventa ineludibile “quando la permanenza del dipendente nella sede nuoccia al prestigio della Amministrazione”. Si tratta, dunque, di un potere caratterizzato da un’ampia discrezionalità.

E così, dopo un decennio, siamo in grado di darvi una lettura aggiornata di tutto questo immenso “giro” di parentele, difficilmente perseguibili da una legge non chiara e che comunque quantomeno condiziona indagini e sentenze. E coinvolge sia il settore penale che quello civile. Anzi, il civile, che è molto più lontano dai riflettori dei media, è ricettacolo di interessi, se possibile, ancora più inconfessabili.

Cerchiamo di capirne di più, allora, attraverso questo (quasi) inestricabile reticolo di relazioni familiari.

LE PARENTELE PERICOLOSE

Partiamo dai magistrati che lavorano nel Tribunale di Cosenza.

Il pubblico ministero Giuseppe Casciaro (chè tanto da qualcuno dovevamo pur cominciare) è sposato con l’avvocato Alessia Strano, che fa parte di una stimata famiglia di legali, che coinvolge anche il suocero Luciano Strano e i cognati Amedeo e Simona. – Il giudice Alfredo Cosenza è sposato con l’avvocato Serena Paolini ed è, di conseguenza, cognato dell’avvocato Enzo Paolini, che non ha certo bisogno di presentazioni. – Il gip Giusy Ferrucci, dal canto suo, è sposata con l’avvocato Francesco Chimenti. – Paola Lucente è stata giudice del Tribunale penale di Cosenza e adesso è in servizio alla Corte d’Appello di Catanzaro e mantiene il ruolo di giudice della commissione tributaria cosentina. Di recente, il suo nome è spuntato fuori anche in alcune dichiarazioni di pentiti che la coinvolgono in situazioni imbarazzanti riguardanti il suo ruolo di magistrato di sorveglianza. – Anche la dottoressa Lucente ha un marito avvocato: si chiama Massimo Cundari. – Del giudice Lucia Angela Marletta scriviamo ormai da tempo. Anche suo marito,Maximiliano Granata, teoricamente è un avvocato ma ormai è attivo quasi esclusivamente nel settore della depurazione e, come si sa, in quel campo gli interventi della procura di Cosenza, in tema di sequestri e dissequestri, sono assai frequenti. Quindi, è ancora peggio di essere “maritata” con un semplice avvocato.

Se passiamo al civile, la situazione non cambia di una virgola.

La dottoressa Stefania Antico è sposata con l’avvocato Oscar Basile. – La dottoressa Filomena De Sanzo, che proviene dall’ormai defunto tribunale di Rossano, si porta in dote anche lei un marito avvocato, Fabio Salcina. – La dottoressa Francesca Goggiamani è in servizio nel settore Fallimenti ed esecuzioni immobiliari ed è sposato con l’avvocato Fabrizio Falvo, che fino a qualche anno fa è stato anche consigliere comunale di Cosenza.

GIUDICI COSENTINI IN ALTRA SEDE

Passando ai magistrati cosentini che adesso operano in altri tribunali della provincia o della regione, il giudice penale del Tribunale di Paola Antonietta Dodaro convive con l’avvocato Achille Morcavallo, esponente di una famiglia da sempre fucina di legali di spessore. – Il giudice penale del Tribunale di Castrovillari, nonché giudice della commissione tributaria di Cosenza, Loredana De Franco, è sposata con l’avvocato Lorenzo Catizone. Anche lui, come Granata, non fa l’avvocato di professione ma in compenso fa parte da anni dello staff di Mario Oliverio. Che non ha bisogno di presentazioni. Catizone, inoltre, è cugino di due noti avvocati del foro cosentino: Francesco e Rossana Cribari. – Il neoprocuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla si trascina molto più spesso rispetto al passato la figura ingombrante del fratello Marco, avvocato. In più, lo stesso Facciolla è cognato dell’avvocato Pasquale Vaccaro. –Sempre a Castrovillari, c’è un altro giudice cosentino, Francesca Marrazzo, che ha lavorato per molti anni anche al Tribunale di Cosenza. E che è la sorella dell’avvocato Roberta Marrazzo. – La dottoressa Gabriella Portale invece è in servizio alla Corte d’Appello di Catanzaro (sezione lavoro) ed è giudice della commissione tributaria di Cosenza. Suo marito è l’avvocato Gabriele Garofalo. – Il dottor Biagio Politano, giudice della Corte d’Appello di Catanzaro già proveniente dal Tribunale di Cosenza e giudice della commissione tributaria di Cosenza, ha una sorella tra gli avvocati. Si chiama Teresa.

Non avevamo certo dimenticato la dottoressa Manuela Morrone, oggi in servizio nel settore civile del Tribunale di Cosenza dopo aver lavorato anche nel penale. Tutti sanno che è la figlia di Ennio Morrone e tutti sappiamo quanto bisogno ha avuto ed ha tuttora di una buona parola per le sue vicissitudini giudiziarie, sia nel penale, sia nel civile. – Morrone non è un avvocato ma riteniamo, per tutte le cause che lo vedono protagonista, che lo sia diventato quasi honoris causa.

Poiché non ci facciamo mancare veramente nulla, abbiamo parentele importanti anche per giudici onorari e giudici di pace.

La dottoressa Erminia Ceci è sposata con l’avvocato Alessandro De Salvo e il dottorFormoso ha tre avvocati in famiglia: suo padre e le sue due sorelle. – Tra i giudici di pace, infine, la dottoressa Napolitano è la moglie dell’avvocato Mario Migliano.

CHE COSA SIGNIFICA

Mentre le “conseguenze” delle reti personali nel settore penale sono molto chiare e riguardano reati di una certa gravità, le migliori matasse si chiudono nel settore civile, come accennavamo. – Numerosi avvocati, familiari di magistrati, sono nominati tutori dai giudici tutelari del Tribunale di Cosenza, per esempio gli avvocati De Salvo e Politano, ma anche curatori fallimentari oppure avvocati nelle cause dei tutori e della curatela del fallimento in questione. – Alcuni avvocati, per evitare incompatibilità, fanno condurre le cause ad altri avvocati a loro vicini. Cosa succede quando uno degli avvocati che cura gli interessi del familiare di un giudice ha una causa con un altro avvocato imparentato con un altro giudice?

Lasciamo ai lettori ogni tipo di risposta.

Un discorso a parte meritano le nomine dei periti del tribunale. Parliamo di una schiera pressoché infinita di consulenti tecnici d’ufficio, medici, ingegneri, commercialisti, geologi e chi più ne ha più ne metta. Pare che alcuni, quelli maggiormente inseriti nella massoneria, facciano collezione di nomine e di soldini. – Questo è il quadro generale, diretto, tra l’altro da un procuratore in perfetta linea con i suoi predecessori: coprire tutto il marcio e continuare a far pascere i soliti noti. – Questa è la giustizia “alla cosentina”. E nessuno si lamenta. Almeno ufficialmente.

————————————————————————————————————————————————————

( da messaggio su facebook )

AMARCORD – C’ERA UNA VOLTA IL VILLAGGIO DEL FANCIULLO

Villaggio del Fangiullo marzo 1957.Nella foto un gruppo di allievi,orfani di guerra, con la classica divisa invernale di marinaio. A dx in fondo alla foto , Don Luigi e altri sacerdoti.
.A sx accosciati:Vittorio Pitrelli, Paolo Moraldo, Domenico Vicchio, Domenico Bruno, Franco Rovella.In piedi da sx Pompeo Orsomarso, Vito Groccia, Pietro Dramisino, Pasquale Carelli, Antonio Saraceni, Gianbattista Serravalle, Giuseppe De Marco.

foto di Pompeo Orsomarso.
 
Vincenzo Serra
Vincenzo Serra A quei tempi sembrava impensabile che si potesse realizzare una simile opera.Bisogna combattere per rimetterla in sesto,ossia riportarla a quello splendore che Don Luigi seppe fare.
 
( . . . )
———————————————————————————————————————————————————–
ALTRE NEWS
da messaggio su facebook
( . . . ) il post ( . . . )
Alla luce del fatto che sauditi e qatarioti sembrano essere ormai usciti allo scoperto chiamando a raccolta le forze sunnite, ovviamente curdi esclusi…
BARBADILLO.IT
————————————————————————————————————————————————————-
L’EDICOLA
————————————————————————————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: 15 Dicembre – Leggi le principali notizie di oggi
Date: Tue, 15 Dec 2015 05:43:00 +0100
From: “Secolo d’Italia” <newsletter@secoloditalia.it>
To: “associazioneazimut@tiscali.it” <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: newsletter@secoloditalia.it


Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Martedì 15 Dicembre 2015
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
« La difesa dell’identità, il contrasto all’immigrazione, la centralità delle politiche della sicurezza, la tutela della famiglia e altri temi, devono essere al centro della proposta politica di chi vuole individuare le autentiche priorità. Resta poi il fatto che proposte troppo sbilanciate non riescono ad arrivare alla vittoria ». Per Maurizio Gasparri, «se i temi affrontati dalla Le Pen non possono essere ignorati, le soluzioni devono essere presentate con maggiore equilibrio e maggiore maturità. Ecco perché serve il centrodestra e non soltanto la destra, serve proporre e non solo protestare ». 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
​Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
————————————————————————————————————————————————————-
Associazione Azimut
Associazione Culturale Azimut
 
  
Associazione Azimut, Naples, Italy.  
  
 
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut”: 
 
Ferruccio Massimo Vuono
Annunci

Un pensiero su “E’ MORTO ARMANDO COSSUTTA INEDITI SULLA TRIADE NAPOLITANO FINI TREMONTI ( NEL LIBRO DI AMEDEO LABOCCETTA – PRESENTAZIONE 21 DICEMBRE A NAPOLI ) L’ATTESA E LE ZAMPOGNE IL “BISCOTTO” FRANCESE PER LE PEN LA GIUSTIZIA COSENTINA E ALTRE NEWS”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...