PARTE SECONDA SPECIALE LA LEZIONE DELLA FRANCIA A VITTORIO SGARBI NON MOLLARE ! E ALTRE NEWS


PARTE SECONDA SPECIALE LA LEZIONE DELLA FRANCIA A VITTORIO SGARBI NON MOLLARE ! E ALTRE NEWS

PARTE SECONDA

————————————————————————————————————————————-
SPECIALE LA LEZIONE DELLA FRANCIA BOZZI SENTIERI PARENTE SCALERA MAGLIARO BLONDET ( INTERVENTI TRATTI DAL WEB )  E’ MORTO LICIO GELLI E ALTRE NEWS


azimutassociazione@libero.it
16-dic-2015 – “Associazione Azimut”<associazioneazimut@tiscali.it>
[ aggiornamento : giovedì, 17 dicembre 2015 ]

————————————————————————————————————————————
ULTIMA DAL WEB
“Mi hanno detto: se lei non si fosse fermato, entro mezz’ora sarebbe morto. Quindi ero vicino alla morte e non ne ho avuto la consapevolezza. Perché si sarebbe interrotto il flusso di sangue nella coronaria e io, non fermandomi, sarei morto. Sono stato veramente vicino a morire dopo mezz’ora”. Lo racconta Vittorio Sgarbi in un video pubblicato su Facebook che lo riprende sul letto d’ospedale del policlinico di Modena, dove è ricoverato dopo il malore della scorsa notte.
IN COPERTINA
FORZA VITTORIO, NON MOLLARE !
 
 
( . . . )  il post di Il Giornale.

Il Giornale

( . . . ) 

I messaggi dei fan dopo il malore

————————————————————————————————————————————-
VISITA IL SITO

Associazione Azimut – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

… Associazione Culturale Azimut https://azimutassociazione.wordpress.com … Italy. http://www.facebook.com/AssociazioneAzimu IN COPERTINA Risultati …

———————————————————————————————————————————————————————————
SULLE REGIONALI IN FRANCIA : ABBIAMO GIA’ PUBBLICATO IL POST DEL PRESIDENTE DI “AZIMUT” ARTURO STENIO VUONO – DUE INTERVENTI DI VINCENZO MANNELLO  DA CATANIA E L’ARTICOLO DI PIETRO LIGNOLA ( DAL “ROMA” ) :
 
“DEMOCRATICI” E POPULISTI  – LA LEZIONE DELLA FRANCIA
 
Front National,la fregatura democratica colpirà Le (due) Pen ?
Il “biscotto” francese indigesto per Le Pen
 
LA SPERANZA DEL POPULISMO
———————————————————————————————————————————————————————————
 
L’ULTIMISSIMA DEI GRILLINI PER I GRULLI – I RIVOLUZIONARI DA OPERETTA…..
———————————————————————————————————————————————————————————
L’ABUSIVA MAGGIORANZA DEL CONDUCATOR E L’OPPOSIZIONE DI SUA MAESTA
—————————————————————————————————————————————————————
LINK

Consulta e non solo: i voti in comune Pd-M5s – Lettera43

http://www.lettera43.it › Capire le notizie

( . . . ) – Eletti i tre giudici costituzionali. … La terna di magistrati proposta 
dal Pd per la Consulta – Augusto … Ansa) Di Maio 
e, sullo sfondo, Grillo
.Risultati immagini per renzi e grillo Risultati immagini per cloaca maxima roma
IL RITORNO DEI TRINARICIUTI : CONTRORDINE COMPAGNI ! COME VOLEVASI DIMOSTRARE : UNA CLOACA MAXIMA – M5S IL GRUPPO DI CARTONE INNAMORATO DEGLI SCRANNI !
DUE VIDEO DEDICATI AI GRILLINI   

Risultati di ricerca

Uomini, mezz’uomini, ominicchi, ruffiani e … – YouTube

29 dic 2010 – Caricato da aliprando

Trasposizione cinematografica de “Il giorno della civetta” di Leonardo Sciascia.

‘Uomini, mezz’uomini, ominicchi, pigliainculo e … – YouTube

26 gen 2012 – Caricato da Comunicalo.it

http://comunicalo.it – “Gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con … Nel video che segue la .

E SEGUIRA’ LA SOLITA SCENEGGIATA DELLA MOZIONE DI SFIDUCIA ALLA “MINISTRESSA BOSCHI” – OVVIAMENTE ALLA CAMERA DEI DEPUTATI E NON AL SENATO DELLA REPUBBLICA DOVE POTEVA PASSARE…..

 

———————————————————————————————————————————————————————————
PRIMO PIANO
———————————————————————————————————-
Risultati immagini per licio gelli p2
A 96 ANNI E’ MORTO LICIO GELLI
 
( prima di leggere la notizia – LEGGI GIANCARLO LEHNER – da Roma ) .
 
La morte del conte Licio Gelli è l’occasione per riflettere sull’efferata ipocrisia del circo mediatico-giudiziario e la barbarie imbecille del capro espiatorio. Il ragionamento potrebbe prendere spunto da uno scoop iperamplificato sino alla falsificazione: il 17 marzo 1981, i magistrati Turone e Colombo, infatti, scoprirono l’acqua calda, visto che i famosi elenchi degli iscritti alla P2, a suo tempo consegnati da Gelli al procuratore Piero Luigi Vigna, erano in gran parte già noti e addirittura divulgati a mezzo stampa. 
Basta leggere “In difesa della giustizia”, libro di Vigna e Sturlese Tosi, edito a Milano nel 2011.

Giancarlo Lehner
 

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: il conte Licio Gelli
Date: Wed, 16 Dec 2015 06:52:26 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )

 

———————————————————————————————————————————————————————————
[ TRATTO DAL WEB ]

AREZZO. Licio Gelli è morto ieri notte all’età di 96 anni a Villa Wanda, la sua casa di Arezzo. La salma è stata esposta da stamani, poco dopo le 10, nella sede dell’Arciconfraternita della Misericordia di Arezzo, in via Garibaldi. La cerimonia funebre sarà celebrata domani, giovedì 17 dicembre, alle ore 15 a Pistoia nella chiesa della Misericordia.

Gelli sarà tumulato nella cappella di famiglia nel cimitero monumentale della Misericordia di Pistoia, dove già riposa la prima moglie, Wanda. In anni recenti, l’ex gran maestro si era risposato con Gabriella Vasile, che era al capezzale al momento del decesso. Gelli era molto legato a Pistoia: all’Archivio di Stato della sua città natale aveva donato una gran quantità di suoi documenti privati.

Il maestro venerabile della P2, la loggia massonica segreta accusata di essere eversiva, era nato a Pistoia il 21 aprile 1919. E’ stato protagonista delle trame oscure che hanno contrassegnato la storia della Repubblica italiana nell’ultimo mezzo secolo, dopo essere stato detenuto in Svizzera e in Francia, e dopo gli arresti domiciliari a villa Wanda per scontare la condanna a 12 anni per la bancarotta dell’Ambrosiano.

 

Figlio di un’umile famiglia, Licio Gelli partì volontario con la spedizione delle camicie nere mandate in Spagna da Benito Mussolini in aiuto di Francisco Franco. Proprio in Spagna perse in battaglia il fratello maggiore Raffaello. Nel 1939 tornò in Italia e collaborò con la federazione fascista di Pistoia, scrivendo nel settimanale locale, ”Il Ferruccio”, la sua esperienza di guerra. Dopo l’8 settembre 1943 aderì alla Repubblica di Salò e divenne un ufficiale di collegamento fra il governo fascista e il Terzo Reich. Quando tuttavia la vittoria della guerra cominciò a rivelarsi impossibile per i nazifascisti, Gelli passò a collaborare con alcuni partigiani.

Durante la seconda guerra mondiale, Gelli fu protagonista di un episodio dai contorni leggendari, che negli anni Novanta è stato ricostruito dal giornalista Gianfranco Piazzesi. Nel luglio 1942 come ispettore del Partito Nazionale Fascista, gli sarebbe stato affidato il compito di trasportare in Italia il tesoro di re Pietro II di Jugoslavia: 60 tonnellate di lingotti d’oro, 2 di monete antiche, 6 milioni di dollari, 2 milioni di sterline che il Servizio Informazioni Militare aveva requisito.

Nel 1947 il tesoro venne restituito ma all’appello mancavano 20 tonnellate di lingotti, che Gelli avrebbe trasferito in Argentina. E’ stato ipotizzato che parte di queste 20 tonnellate sarebbero tra i preziosi ritrovati nelle fioriere di villa Wanda, ma Gelli ha sempre smentito questa accusa.

E’ stato ipotizzato anche che alla fine degli anni Cinquanta Gelli sia stato arruolato nella Cia, su raccomandazione dei servizi segreti italiani; ma anche questa voce non ha avuto conferme ufficiali o autorevoli. Certo è che Gelli ha sempre potuto contare su amicizie importanti per la sua scalata all’interno della massoneria. Tra queste amicizie il Maestro Venerabile della Loggia P2 ha sempre pubblicamente rivendicato quella con il leader argentino Juan Domingo Peron.

Vissuto per molto tempo dietro le quinte, il nome di Licio Gelli balzò agli onori della cronaca il 17 marzo 1981 quando una perquisizione della polizia, su ordine della magistratura di Milano, nella sua villa a Castiglion Fibocchi (Arezzo) portò alla scoperta di una lunga lista di alti ufficiali delle forze armate, funzionari pubblici, professionisti, imprenditori, politici, ministri, giornalisti e personalità varie aderenti alla Loggia segreta P2.

In fuga, Licio Gelli scappò in Svizzera, dove fu arrestato mentre cercava di ritirare decine di migliaia di dollari a Ginevra; poi riuscì ad evadere dalla prigione e fuggì in Sudamerica, prima di costituirsi nel 1987. La scoperta della lista degli aderenti alla P2 creò uno scandalo nazionale, con forti ripercussioni sulle istituzioni pubbliche e non lasciò immune neppure la massoneria ufficiale. La corte centrale del Grande Oriente d’Italia, con una sentenza del 31 ottobre 1981, decretò l’espulsione di Gelli dall’ordine massonico.

Il Parlamento approvò in tempi rapidi una legge per mettere al bando le associazioni segrete in Italia e contemporaneamente (dicembre 1981) venne creata una commissione parlamentare d’inchiesta, presieduta da Tina Anselmi (Dc), che riferì alle Camere dopo due anni e mezzo di lavori, concludendo che la P2 di Gelli era stato ”un elemento di peso decisivo in vicende finanziarie, quella Sindona e quella Calvi, che hanno interessato il mondo economico italiano in modo determinante”, oltre a sottolineare ”un disegno generale di innegabile valore politico”.

Con Stefano Delle Chiaie e Francesco Pazienza, Licio Gelli è stato coinvolto nel processo per la strage di Bologna del 2 agosto 1980, nella quale furono uccise 85 persone e 200 rimasero ferite. Con la sentenza definitiva di Cassazione sulla strage di Bologna, il 23 novembre 1995 Gelli è stato condannato per depistaggio. Nel 1994 fu condannato a 12 anni di carcere dopo essere stato riconosciuto colpevole della frode riguardante la bancarotta del Banco Ambrosiano nel 1982 (era stato accertato un “buco” di 1,3 miliardi di dollari).

 15:06 16/12

 
———————————————————————————————————-
ALTRE NEWS
———————————————————————————————————-
DA MESSAGGI SU FACEBOOK
 

Ciao ragazzi, volevamo invitarvi alla Festa che abbiamo organizzato a Sant’Agnello (Penisola Sorrentina – NA) per Martedì 22 Dicembre. Per la prima volta insieme ci sarà il concerto di: Dario Sansone (dei Foja), Daniele Sepe, GNUT e Capone BungtBangt.
Ci sarà un’esposizione di giovani creativi, un contest di skaters, flash mob hip hop, panini gourmet, vin brulè e castagne offerte. Ci saranno band di giovani musicisti della Campania ad aprire il concerto. E’ una festa completamente dedicata al mondo giovanile, un’area che copre l’estensione di due piazze.
Siamo lì dalle 18:00 alle 24:00, in Piazzetta Angri (alle spalle della stazione della Circumvesuviana di Sant’Agnello).
Vi chiediamo la cortesia di ricondividere la locandina in allegato e saremmo onorati della Vostra presenza per trascorrere una bella serata assiemehttps://www.facebook.com/forumgiovanisantagnello/photos/a.1480519078844936.1073741828.1480514908845353/1717958075101034/?type=3&theater

MFA – Musica Faló Arte
22 dicembre, Piazzetta Angri, Sant’Agnello (NA).
MUSICA
• Dario Sansone (Foja), Gnut, Capone BungtBangt, Daniele Sepe.
• Premio “Michele Stinga” Band Emergenti.
ARTE
• Esposizione giovani creativi.
• Esibizione skater & hip-hop.
FALÓ
• Panini by Crusco’s
• Castagne
• Vin Brulè
Per la prima volta in Penisola Sorrentina un evento totalmente dedicato al mondo dei giovani.

 
 
Intervistiamo il saggista Maurizio Carta, autore del libro Attacco all’Ucraina edito da Sandro Teti, che ci parlerà della situazione in questo Paese martoriato ormai da tre anni di guerra civile.
DOMUS-EUROPA.EU
 

Un consiglio per un amico…

Attilio Mordini, Verità della Cultura, Il Cerchio, pag. 60, € 8,00.

Giocare in casa. E dopo alcuni decenni scoprire che riproporre un “classico” come questo breve e penetrante saggio di Attilio Mordini (il Maestro di Franco Cardini, Marco Tangheroni, Luigi De Anna…) torna ad aver carattere di provocatoria novità. Perché la maledizione degli uomini – com’è noto – è che essi dimenticano.

Altro…

foto di Adolfo Morganti.
 
———————————————————————————————————-
L’EDICOLA – “IL SECOLO d’ITALIA”
 
———————————————————————————————————-
 

——– Original Message ——–

Subject: 17 dicembre – Leggi la rassegna stampa di oggi
Date: Thu, 17 Dec 2015 09:27:06 +0100
From: “Secolo d’Italia” <newsletter@secoloditalia.it>
To: “associazioneazimut@tiscali.it” <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: newsletter@secoloditalia.it


Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Giovedì 17 Dicembre 2015
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
«Fi è al 12,5%» dice Berlusconi. «Con gli altri partiti il centrodestra è al 32,50%. Siamo, dunque, a due punti, due punti e mezzo sopra il Pd». L’attenzione resta puntata sulla selezione dei candidati per le Amministrative. Un processo avviato da tempo, ma che per ragioni tattiche entrerà nel vivo quando sarà definita la mappa degli uomini scelti da Matteo Renzi. 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 1622

——– Original Message ——–

Subject: 16 dicembre – Leggi le principali notizie di oggi
Date: Wed, 16 Dec 2015 05:37:06 +0100
From: “Secolo d’Italia” <newsletter@secoloditalia.it>
To: “associazioneazimut@tiscali.it” <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: newsletter@secoloditalia.it


Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Mercoledì 16 Dicembre 2015
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
L’ultima perdita è stata la storica azienda automobilistica Pininfarina, passata agli indiani senza colpo ferire della politica italiana. Era stata preceduta dalla Lamborghini, finita gruppo Volkswagen, e dalla Ducati, passata sempre in mano tedesche (Audi). Ma sono solo gli ultimi fuochi della colonizzazione italiana, iniziata alcuni anni fa, ai tempi dello smembramento dell’Iri da parte di Prodi e della svendita dei suoi gioiellini al primo che passava. 

 

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
​Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
 
———————————————————————————————————-
AVVISO AI LETTORI
———————————————————————————————————-
 
CI SCUSIAMO CON I NOSTRI LETTORI E VISITATORI – E CON TUTTI I NOSTRI “CONTATTI” – PER LE ANOMALIE CHE SI VERIFICANO, PER CAUSE NON DIPENDENTI DALLA NOSTRA VOLONTA’, RENDENDO SPESSO PROBLEMATICO L’INVIO E.MAIL – ANTEPRIMA DI WEB – CHE PRIMA DELL’INSERIMENTO IN SITO VIENE RESPINTO PER NON MEGLIO DEFINITI “FATTI DI POLIZIA” (SIC) OPPURE ATTO BOZZA E IN PROCINTO D’INVIO CANCELLATO. TUTTO CIO’ NE RENDE DIFFICILE IL RECUPERO – O LA RIPETIZIONE – PER IL SUCCESSIVO OPERATO DEL WEBM.
COPYRIGHT “AZIMUT” – ALL RIGHTS RESERVED
 
DISLAIMER – Costituzione della Repubblica Italiana Art. 21 : Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il nostro Sito, non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite sono quasi sempre tratte da internet;ove si violasse il dettato dei diritti  di autore, su richiesta, si provvede alla loro cancellazione. Gli Autori degli articoli non sono responsabili per gli eventuali commenti inseriti nei post, parimenti per i link esterni che si riproducono nel blog.I commenti dei lettori, ove lesivi dell’immagine e onorabilità dei terzi sono del tutto estranei agli autori, pure se espressi anonimamente o in forma criptata. Il blog, a richiesta delle autorità, collabora ai fini dell’individuazione dell’indirizzo IP del possibile diffamatore.Chi vi scrive condivide le condizioni di responsabilità per ciò che manifesta. Il Sito non è responsabile, nelle persone che lo dirigono e lo coordinano, e non ha assoluto controllo su tutti gli articoli di cui non è autore e chi vi partecipa con interventi, eccetera, si ritiene e accetta, implicitamente, l’essere responsabile di quanto sostiene e manifesta. [ Web Master : Admin ]
———————————————————————————————————-
 
L’ATTESA E LE ZAMPOGNE
OGNI ANNO NASCE IL BAMBINO
IL 2014 (NON) SI PRESENTA COL RAMOSCELLO D'ULIVO MA FACCIAMOCI GLI AUGURI! NESSUNO TEMI L'AVVENIRE. AVANTI! - IN COPERTINA: PARTICOLARE DEL PRESEPE (
 
A COSENZA – NELLA CITTA’ DEI SETTE COLLI
————————————————————————————————————————————————————
LA TRADIZIONE DELLE ZAMPOGNE

Novena di Natale – Zampogne 2012 (I) – YouTube

23 dic 2012 – Caricato da Sandro Sottile

Novena di Natale 22 Dicembre 2012 [Sandro Sottile – Sergio Vizza] Chiesa di S. Nicola (CS) . IT (I)

Gli zampognari – ‘U Misi e Natali, nella tradizione popolare …

‘U Misi e Natali, nella tradizione popolare del cosentino … Gli zampognaricalavano solo su Cosenza, per rimanervi per la durata della novena … davanti a quella “sacra raffigurazione” ogni sera, all’ora della novena. … Speciale di Natale .

 
———————————————————————————————————-
Associazione Azimut
Associazione Culturale Azimut
 
  
Associazione Azimut, Naples, Italy.  
  
 
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut”: 
 
Ferruccio Massimo Vuono
Annunci

Un pensiero su “PARTE SECONDA SPECIALE LA LEZIONE DELLA FRANCIA A VITTORIO SGARBI NON MOLLARE ! E ALTRE NEWS”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...