LE 70 PRIMAVERE DI OLIVIERI GIANCARLANTONIO LA NOSTRA BEFANA PER TUTTI I LETTORI VISITATORI CALABRESI E IN PARTICOLARE DI COSENZA ALTRE NEWS


OGGI – LE 70 PRIMAVERE DI OLIVIERI GIANCARLANTONIO LA NOSTRA BEFANA PER TUTTI I LETTORI VISITATORI CALABRESI E IN PARTICOLARE DI COSENZA ALTRE NEWS 
 
VISITA IL SITO
 

Associazione Azimut – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

… Marx voterebbe… azimutassociazione.wordpress.com/2015/12/29/app… …. 40,026 Visite su Wordpress a cui vanno sommati 99.660 visite ricevute sul …

 
contatore:/2015/12/28/… …. 39,835 Visite – /2015/12/29/ 40,026 Visite [ 191 die ]
 
Risultati immagini per renzi oggi alla borsa di milano per la ferrari
[ “AZ.” ] – IL PIFFERAIO FIORENTINO GIOCA CON LE MACCHININE…..
 
Palazzo della Borsa rosso Ferrari, con le bandiere della casa di Maranello sulla facciata. A Piazza Affari debutta il titolo del Cavallino Rampante dopo la separazione da Fca. L’avvio delle contrattazioni è scattato  alle 9: alla cerimonia partecipa il presidente del Consiglio Matteo Renzi. Davanti al Palazzo della Borsa, come era avvenuto a New York in occasione della quotazione a Wall Street, è esposta l’intera gamma della casa di Maranello: una decina di modelli tra i quali l’ultima nata, la F12 Tdf. [ tratto dal web  – 4 gennaio 2016 ]
 
———————————————————————————————-
IN COPERTINA
———————————————————————————————-
 
IL DONO
 
 
Risultati immagini per epifania 2016Risultati immagini per la befana porta i doni
 
 
Arturo Stenio Vuono [ LA NOSTRA BEFANA – A TUTTI I LETTORI E VISITATORI CALABRESI; IN PARTICOLARE A TUTTI I NOSTRI CORRISPONDENTI ONLINE DA COSENZA CHE, PERALTRO, E’ LA NOSTRA CITTA’ NATIA. “Azimut” – il presidente ]
———————————————————————————————-
 
LINK – CLICCA E LEGGI [ DA “AZIMUT – ARCHIVIO ONLINE” ]

DELLE CALABRIE E LA “MITICA COSENZA”: memoria …

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/delle-calabrie-e-la-miticacose

Posts about DELLE CALABRIE E LA “MITICA COSENZA”: memoria written by Production Reserved. … Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

Citta_Di_Cosenza
———————————————————————————————-
 
UNA LIETA RICORRENZA – IL COMPLEANNO
 
———————————————————————————————-
 
“AZIMUT” – IL NOSTRO AFFETTUOSO VIATICO DI TANTA SERENITA’ PER LUNGHI ANNI ! ! !
 
  “AZIMUT” NAPOLI 
   2° parte intervista ad Arturo Stenio Vuono Il presidente Arturo Stenio Vuono
———————————————————————————————————————-
LE 70 PRIMAVERE DI OLIVIERI GIANCARLANTONIO
COSENZA : 1 GENNAIO 2016
DOPPIA FESTA E DOPPIA RICORRENZA IN FAMIGLIA
———————————————————————————————————————-
( da messaggio su facebook )
Ilia Olivieri ha aggiunto 7 nuove foto — con Teresa Olivieri.
·

happy new year & auguri papyyyy 

foto di Ilia Olivieri.
foto di Ilia Olivieri.
foto di Ilia Olivieri.
foto di Ilia Olivieri.
foto di Ilia Olivieri.
+3

azimutassociazione@libero.it
1-gen-2016 
“Associazione Azimut”<associazioneazimut@tiscali.it>
A Giancarlo

Risultati immagini per buon compleanno Buon compleanno a uno dei miei più cari amici… Hai notato che non ho scritto “più vecchi”? (  Ti abbraccio – Arturo )
 
[ su facebook ]
foto di Ilia Olivieri. foto di Ilia Olivieri. foto di Ilia Olivieri.

foto di Ilia Olivieri. foto di Ilia Olivieri.TUTTE LE FOTO SONO VISIONABILI MEGLIO SULLA PAGINA FACEBOOK DI ILIA OLIVIERI ( PER GLI AMICI )
————————————————————————————————————————————————————-
LINK – CLICCA E ASCOLTA
————————————————————————————————————————————————————-

Tanti Auguri di Buon Compleanno !!!!!!! – YouTube

20 mag 2010 – Caricato da videoreporter0

Buon Compleanno! … Tanti Auguri di Buon Compleanno ! … Mix – Tanti Auguri di Buon Compleanno …

Canzoni di buon compleanno – YouTube

04 feb 2014 – Caricato da black dragon

Canzoni di buon compleanno. … BUON COMPLEANNO17/03/10 – UNA CANZONE PER TE – (VASCO …

Buon Compleanno – Le canzoni più famose per animare la …

13 lug 2014 – Caricato da World Hits Tribute

Buon Compleanno – Le canzoni più famose per animare la festa 

 
————————————————————————————————————————————————————-
LA BELLEZZA E LA SAGGEZZA DEL VERNACOLO CALABRESE

Dialetti calabresi – Wikipedia

Iji hannu tutti u ciriveju loru pemmu raggiùnanu e hannu a campàri unu cu l’atru comu frati figgji dâ stessa matri.” In dialetto reggino: “Tutti i cristiàni nàsciunu …

 
LE CURIOSITA’ – LINK
 

Is It Possible? – Ma daveru ca si su’ ricuati i circhi … – Facebook

More. Facebook © 2015. News Feed. Is It Possible? June 19, 2012 ·. Ma daveru ca si su’ ricuati i circhi a piazza fera? 19 Likes8 Comments · Like Comment …

Ma daveru ca si su’ ricuati i circhi a piazza fera?

Is It Possible? 19 giugno 2012 ·. Ma daveru ca si su’ ricuati i circhi a piazza fera? Piace a 19 persone8 commenti · Mi piace Commenta …

[CoordinamentoGAS] Vi siti ricuati? – WebFaction

23 ago 2012 – Prossimo messaggio: [CoordinamentoGAS] R: Vi siti ricuati? … To: cogas a utopiesorridenti.com > Subject: [CoordinamentoGAS] Vi siti ricuati?

Ritorno a Cosenza: una delusione per Marty | Spigaweb

24 ott 2015 – Ara fine si su ricuati aru parcheggio d’u spitale (€470 euro pi 7 ure i parcheggio) e ci hannu avutu i lassà in pegno i Nike autocalzanti e ru …

————————————————————————————————————————————————————-
( da messaggio facebook )
Italo Zicaro ha condiviso il post di Giovanni Leone.

Giovanni Leone

22 ore fa · 

DEDICO QUESTA Poesia – COPIATA – a coloro che capiscono l cosa vuol dire vivere di malinconia
A VRASCERA
Hajiu portatu sempre intra ssu core
u ricùardu de chire sire fridde
quannu, stancatu, tornannu de fore
vidìa bolare all’ariu le cicìdde.
Supra chiri carvuni chi russiavanu
na corchia ‘e mannarinu io cce muncìa
Vidìa chiri vampili chi arrivavano
Quasi quasi vicinu a manu mia!
Ohi cum’eranu bbelle chire sire!
Io me ricuardu a nanna, vijatidda,
Ch’intr’a vrascera cce mintìa a bbuddire
Nu cutrufìaddu ccu ra gagumidda.
Pue s’assettava, commuda, a na seggia
E ccu ru fusu se mintìa a filare
Ah chira manu sua cumu jìa lleggia!
Io restava ‘ncantatu a ra guardare!
Cum’era bellu, tutti ddà ricùati
Sentiamu a vuce de nannaMaria
Chi parrannu de fame e terrimùati
Parica ne facìa ra magarìa!
Però io tannu era nu gugliune
E tante cose nu re capiscìa
Mo’ ammece dicu: “Nanna avìa ragiune
Ah cum’avìe ragiune, nanna mia!”

“AZIMUT” : CON’E’ NOTO AI LETTORI E VISITATORI, CI GIOVIAMO DELL’INTERESSANTE E  PREZIOSO CONTRIBUTO DEL NOSTRO AMICO GIANCARLANTONIO OLIVIERI CHE DONA AL BLOG COMPONIMENTI LIRICI DI VERNACOLO CALABRESE, A DIR POCO STUPENDI; S’E ORA AGGIUNTO IL MESSAGGIO – FACEBOOK DI POESIA IN DIALETTO DA ALTRI. CI SCUSIAMO, IN MERITO, PER L’IMPERFETTA TRADUZIONE IN QUANTOCHE’ IL TESTO ORIGINALE DI NON FACILE COMPRENSIONE]
LA TRADUZIONE
 
IL BRACIERE
Ho portato sempre dentro questo cuore
il ricordo di quelle sere fredde
quando, stanco, rientravo da fuori
vedevo volare in aria le scintille.
Sopra quei carboni che rosseggiavano 
una corteccia di mandarino io ci mettevo.
Vedevo quelle fiamme che arrivavano
quasi quasi vicino alla mia mano.
Oh com’erano belle quelle serate!
Io mi ricordo mia nonna, beata lei.
Che dentro il braciere metteva a bollire 
una pentola di terracotta con la camomilla.
Poi si sedeva, comoda, a una sedia.
E con il fuso si metteva a filare.
Ah quella mano  sua come andava veloce.
Io restavo incantato a guardarla !
Com’era bello, tutti come rincasati 
sentiamo la voce di nonna Maria 
a chi parlando di fame e terremotati
sembrava che ci facesse una magia !
Però io allora ero un ragazzo
e tante cose non li capivo.
Adesso invece dico : “Nonna aveva ragione.
Ah come aveva ragione nonna mia”.
 
————————————————————————————————————————————————————-
ALTRE NEWS
————————————————————————————————————————————————————-
————————————————————————————————————————————————————-
 
( da messaggi su facebook – FOTO E LINK  )
 
Max Fati ha condiviso il post di Enrico Molari.

Il “parlar chiaro” di Bettino Craxi, senza peli sulla lingua.

Sentiamo, ad anni di distanza, le parole, oggi chiarissime, di Craxi, un uomo che sapeva e ci ha detto molto. Certe cose erano avanti coi tempi e difficilmente…
Francesco Fele ha condiviso la foto di Cecilia Martini.
foto di Cecilia Martini.
Cecilia Martini

STENTAVAMO A CREDERCI!

IL TG3 ELOGIA LUIGI DI MAIO……. DEDICANDOGLI UN INTERO SERVIZIO. GUARDATE CHE HANNO FATTO !

http://direttainfo.blogspot.it/…/stentavamo-crederci-il-tg3…

 
foto di 9 Dicembre Forconi.
9 Dicembre Forconi

+++ALFANO: PER ORA VADO CON RENZI…DOMANI VEDO DI ANDARE CON CASALEGGIO!!!!!!!!!!!!!!!+++
MA VAI A QUEL PAESE TU E RENZI!!I FARABUTTI SI UNISCONO SEMPRE DI PIU

Altro…

foto di 9 Dicembre Forconi.
9 Dicembre Forconie

QUESTE “DONNE” E LE LORO VIGLIACCHE COLLEGHE POLITICHE,DALLE PENSIONI D’ORO, SONO LA ROVINA DI TUTTE LE ALTRE DONNE….
A TUTTE LE NOSTRE MAMME E NONNE MISERIE 

Altro…

 
 
Italo Zicaro ha condiviso la foto di Roberta Radich.
 
 
Italo Zicaro ha condiviso la foto di Massimo Sada.
 ·
foto di Massimo Sada.
 
 
————————————————————————————————————————————————————-
CAVALLO SFORTUNATO RENZI IN PANNE DOPO LUCIA ANNUNZIATA ANCHE RODOTA’ LO LIQUIDA….. [ vedi intervento – tratto dal web ]
————————————————————————————————————————————————————-

– Andrea Fabozzi, 31.12.2015

Intervista a Stefano Rodotà. «Il premier Renzi governa come se ci fossero già l’Italicum e la nuova Costituzione. Il presidente Mattarella non distoglierà lo sguardo da questa situazione. Il bipolarismo crolla ma non c’entra il populismo. I partiti non sanno più leggere la società» — «Il populismo è una spiegazione troppo semplice. I partiti tradizionali non riescono più da tempo a leggere la società. Non è populismo, è crisi della rappresentanza». L’intervista con Stefano Rodotà comincia dal giudizio sui risultati elettorali in Francia e Spagna. «In entrambi i casi il bipolarismo va in crisi. Ma in Francia il fenomeno assume tinte regressive. Lì il Front National coltivava da tempo il disegno di sostituirsi ai due grandi partiti in crisi, ed è stato facilitato dalla rincorsa a destra di Sarkozy e Hollande, che hanno finito per legittimare Le Pen. In Spagna Podemos ha interpretato un movimento reale, quello degli Indignados, e ha predisposto uno strumento di tipo partitico per raccogliere il fenomeno. Il risultato pare essere un’uscita in avanti dal bipolarismo». — Renzi benedice la nuova legge elettorale italiana e sostiene che da noi non potrà succedere.Non coglie il senso di quello che sta succedendo e con la sua risposta non fa che aumentare la distanza tra il partito e la società. Sostanzialmente dice: «A me della rappresentanza non importa nulla, a me interessa la stabilità». Ma con un governo che rappresenta appena un terzo degli elettori ci sono enormi problemi di legittimazione, di coesione sociale e al limite anche di tenuta democratica. — In Spagna e Francia si è votato con sistemi elettorali non proporzionali. Di più, lo «spagnolo» è stato a lungo un modello per i tifosi del maggioritario spinto. I risultati dimostrano però che l’ingegneria elettorale da sola non basta a salvare il bipolarismo. Può fallire anche l’Italicum?L’ingegneria elettorale è un modo per sfuggire alle questioni importanti. In questi anni non soloè stato invocato il modello spagnolo, ma anche quello neozelandese e quello israeliano. Sembrava di stare al supermarket delle leggi elettorali. Tutto andava bene per mortificare la rappresentanza, sulla base dell’idea che ciò che sfugge agli schemi è populismo. Invece è una legittima richiesta dei cittadini di partecipare ed essere rappresentati. Il nuovo sistema italiano, l’abbiamo spiegato tante volte, presenta il rischio di distorsioni spaventose. Può aprire la strada a soluzioni pericolose, ma anche ad alternative interessanti. Penso per esempio alla stagione referendaria che abbiamo davanti: dal referendum costituzionale, a quelli possibili su Jobs act, scuola e Italicum. — Il primo referendum, quello sulle trivellazioni, il governo ha deciso di evitarlo. Renzi è meno tranquillo di quanto dice?È possibile, del resto le previsioni sul referendum costituzionale sono difficili, ancora non sappiamo esattamente come si schiereranno le forze politiche. Di certo la partita non è chiusa. E vorrei ricordare che nel 1974 una situazione elettorale che sembrava chiusa fu sbloccata proprio da un referendum, quello sul divorzio. I cittadini furono messi in condizione di votare senza vincoli di appartenenza politica e l’anno dopo si produsse il grande risultato alle amministrative del partito comunista. — In questo caso il presidente del Consiglio sta politicizzando al massimo il referendum, anzi lo sta personalizzando: sarà un voto su di lui ancora più che sul governo.Il fatto che abbia deciso di giocarsi tutto sul referendum costituzionale apre una serie di problemi, il primo è la questione dell’informazione. C’è già un forte allineamento di giornali e tv con il governo,la riforma della Rai non potrà che peggiorare le cose. Renzi ha già impropriamente politicizzato tutto il percorso della riforma, il dibattito parlamentare è stato gestito in modo autoritario. In teoria quando si scrivono le regole del gioco il cittadini dovrebbero poter votare slegati da considerazioni sul governo, in pratica non sarà così. Il gioco è chiaro: se dovesse andargli male, Renzi punterà alle elezioni anticipate con un messaggio del tipo: o partito democratico o morte, o me o i populisti. — La strategia è evidentemente questa. Il ballottaggio serve a chiedere una scelta tra il Pde Grillo, al limite Salvini. E se fosse un calcolo sbagliato? L’Italia non è la Francia, «spirito Repubblicano» da far scattare ne abbiamo poco.Può essere un calcolo sbagliato. l’Italia non è la Francia per almeno due ragioni. Il Movimento5 Stelle non fa paura come il neofascismo del Front National. E la mossa dei candidati socialisti in favore di quelli di Sarkozy è stata seguita perché lì la dialettica politica restava aperta. Da noi al contrario si rischierebbe l’investitura solitaria, rinunciare significherebbe consegnarsi pienamente a Renzi. L’appello al voto utile non credo funzionerà anche perché l’Italia non solo non è la Francia, ma non è più neanche l’Italia di qualche anno fa. Renzi non può chiedere il voto a chi quotidianamente delegittima, negando il diritto di cittadinanza alle posizioni critiche. Infatti si comincia a sentire che il vero voto utile, quello che può servire a mantenere aperta la situazione italiana, può essere quello al Movimento 5 Stelle. Sono ragionamenti non assenti dall’attuale dibattito a sinistra, mi pare un fatto notevole. — Sulle riforme costituzionali la sinistra spagnola va all’attacco, Podemos ha cinque proposte puntuali. Perché in Italia siamo costretti a sperare che non cambi nulla?Proposte ne abbiamo fatte per uscire dal bicameralismo in maniera avanzata, per favorire la rappresentanza e la partecipazione, non escludendo la stabilità. Sono state scartate, nemmeno discusse. Alcuni di noi avevano denunciato il rischio autoritario della riforma costituzionale, siamo stati criticati, poi abbiamo cominciato a leggere di rischi plebiscitari, «democratura» e via dicendo. Troppo tardi, ormai lo stile di governo di Renzi è già un’anticipazione di quello che sarà il sistema con le nuove regole costituzionali e la nuova legge elettorale. Il parlamento è già stato messo da parte, addomesticato o ignorato, com’è accaduto sul Jobs act per le proposte della commissione della camera sul controllo a distanza dei lavoratori. Lo stesso sta avvenendo sulle intercettazioni. — Dobbiamo considerare un’anticipazione anche il modo in cui è stata gestita l’elezione dei giudici costituzionali?È stata data un�immagine della Consulta come luogo ormai investito dalla lottizzazione, cosa che ha sempre detto Berlusconi. Un altro posto dove viene rappresentata la politica partitica, più che un’istituzione di garanzia. Lo considero un lascito grave della vicenda. La Corte dovrà prendere decisioni fondamentali, mi auguro che le persone che sono state scelte si liberino di quest’ombra, hanno le qualità per farlo. — L’altra istituzione di garanzia che finisce nell’ombra di fronte a questo stile di governo è il presidente della Repubblica. — Sulle banche il presidente Mattarella ha giocato un ruolo attivo. Le sue mosse possono essere considerate irrituali, ma di fronte al rischio per la tenuta del sistema bancario e per il rapporto tra cittadini e istituzioni ha fatto bene a intervenire. Stiamo scivolando verso una democrazia scarnificata, rinunciamo pezzo a pezzo agli elementi sostanziali — la rappresentatività, i diritti sociali e individuali — in cambio del mantenimento di quelli formali — il voto, la produzione legislativa. La situazione è grave ma le conclusioni un po’ affrettate per il momento me le risparmierei. Se questo orientamento proseguirà non credo che il presidente della Repubblica distoglierà il suo sguardo.


azimutassociazione@libero.it
5-gen-2016
” Ferruccio Massimo Vuono”<massimovuono@libero.it>
VISITE 2015 –  GLI ARTICOLI PIU’ LETTI

da statistica : a cura webm. adm. des. Fabio Pisaniello
  “AZIMUT” NAPOLI  [ le firme ]

Risultati immagini per lehner nardiello vuonoRisultati immagini per vincenzo mannellofoto di Ilia Olivieri.  

[ “AZIMUT” associazione culturalsociale NAPOLI ] – NELLE FOTO DI ARCHIVIO  : GIANCARLO LEHNER  (Roma) – VINCENZO NARDIELLO (Napoli) – ARTURO STENIO VUONO  (Napoli) –  VINCENZO MANNELLO (Catania) – GIANCARLANTONIO OLIVIERi (Cosenza)

 
Associazione Azimut
Pubblicato da WordPress · ( . . . )

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog. Ecco un estratto: La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 15.000 volte in 2015. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 6 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo. Clicca qui per vedere il rapporto completo.

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/04/analisi-del-2…

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog. Ecco un estratto: La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori….
AZIMUTASSOCIAZIONE.WORDPRESS.COM
 
UNA << QUESTIONE CONTROVERSA >>
 
 
[ 14 – 16 Novembre 1943 ]
 
I 18 PUNTI DI VERONA
IN MATERIA COSTITUZIONALE E INTERNA:
1) Sia convocata la Costituente, potere sovrano d’origine popolare, che dichiari la decadenza della monarchia, condanni solennemente l’ultimo re traditore e fuggiasco, proclami la repubblica sociale e ne nomini il Capo.
2) La Costituente sia composta dai rappresentanti di tutte le associazioni sindacali e di tutte le circoscrizioni amministrative, comprendendo i rappresentanti delle provincie invase attraverso le delegazioni degli sfollati e dei rifugiati sul suolo libero.
Comprende altresì le rappresentanze dei combattenti; quelle dei prigionieri di guerra, attraverso i rimpatriati per minorazione; quelle degli italiani all’estero; quelle della Magistratura, delle Università e di ogni altro Corpo o Istituto la cui partecipazione contribuisca a fare della Costituente la sintesi di tutti i valori della Nazione.
3) La Costituzione repubblicana dovrà assicurare al cittadino – soldato, lavoratore e contribuente – il diritto di controllo e di responsabile critica sugli atti della pubblica amministrazione.
Ogni cinque anni il cittadino sarà chiamato a pronunziarsi sulla nomina del Capo della Repubblica.
Nessun cittadino, arrestato in flagrante o fermato per misure preventive, potrà essere trattenuto oltre i sette giorni senza un ordine della autorità giudiziaria. Tranne il caso di flagranza, anche per le perquisizioni domiciliari occorrerà un ordine dell’autorità giudiziaria.
Nell’esercizio delle sue funzioni la magistratura agirà con piena indipendenza.
4) La negativa esperienza elettorale già fatta dall’Italia e l’esperienza parzialmente negativa di un metodo di nomina troppo rigidamente gerarchico contribuiscono entrambe ad una soluzione che concilii le opposte esigenze. Un sistema misto (ad esempio, elezione popolare dei rappresentanti alla Camera e nomina dei ministri per parte del Capo della Repubblica e del Governo e, nel Partito, elezione di Fascio salvo ratifica e nomina del Direttorio nazionale per parte del Duce) sembra il più consigliabile
 
 
[ 27 Gennaio 1995 ]


Dalle TESI DI FIUGGI:



Di un chiaro rapporto con la storia del Novecento non ha tuttavia necessità solo la Destra, che deve fare i conti con il fascismo al pari di quanto altri debbono fare con l’antifascismo.


Se è infatti giusto chiedere alla Destra italiana di affermare senza reticenza che l’antifascismo fu il momento storicamente essenziale per il ritorno dei valori democratici che il fascismo aveva conculcato, altrettanto giusto e speculare è chiedere a tutti di riconoscere che l’antifascismo non è un valore a sé stante e fondante e che la promozione dell’antifascismo da momento storico contingente a ideologia fu operata dai paesi comunisti e dal PCI per legittimarsi durante tutto il dopoguerra.


Nel dopoguerra non tutto l’antifascismo è stato infatti antitotalitarismo.


Erano certamente antifascisti anche coloro che proponevano, col modello di Stato sovietico, una gerarchia di valori assolutamente totalitari negatori della democrazia, dei diritti più elementari della persona umana e della libertà; il comunismo era antifascista, ma nessuno può negare che il totalitarismo è entrato nella scena politica europea di questo secolo con la Rivoluzione d’Ottobre e ne è uscito 72 anni dopo con la caduta del muro di Berlino. Quindi prima e dopo il regime fascista.
LINK

“20ANni” Docuweb sulla storia di An. CAPITOLO 1 (La …

26 gen 2015 – La Fondazione Alleanza Nazionale presenta “20ANni”, un documentario … ” 20ANni” Docuweb sulla storia di An. CAPITOLO 1 (La svolta diFiuggi) …. Pinuccio Tatarella – L’ordine dal disordine (video emozionale) – Duration: …

Vent’ANni, il documentario web sulla storia di An. Capitolo 7

08 mar 2015 – Vent’ANni, la docuweb su Alleanza Nazionale. Capitolo 7: i “non-missini” (Video). di Redazione. domenica 8 marzo 2015 … Print Condividi. Capitolo 7 del documentario web “Vent’Anni” promosso dalla Fondazione Ansulla storia di Alleanza Nazionale a vent’anni dalla svolta di Fiuggi. Titolo: “Non missini”.

La svolta di Fiuggi, vent’anni dopo: il video di quei giorni storici

www.secoloditalia.it/2015/…/svolta-fiuggi-ventanni-dopo-video-capitolo…

27 gen 2015 – La svolta di Fiuggi, vent’anni dopo: il video di quei giorni storici (capitolo 1) … 2.500 euro per chiudere vertenza sul lavoro: arrestati 2 sindacalisti Cisl 2.500 euro … Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

Alleanza nazionale, una storia per immagini (ecco il video …

25 gen 2015 – Pubblichiamo il video di presentazione del docu-web sulla storia di Alleanza … Il 25 gennaio, esattamente vent’anni fa, si aprì il congresso diFiuggi per la parte …. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.