COMPUTER CHE NON MEMORIZZA IL 7% DI ITALIANI IN POVERTA’ ASSOLUTA COME DIRE CHE PER IL GIOVIN SIGNORE DELLA SINISTRA VALE IL “CHISSENEFREGA” ! ! ! ALTRE NEWS


COMPUTER CHE NON MEMORIZZA IL 7% DI ITALIANI IN POVERTA’ ASSOLUTA COME DIRE CHE PER IL GIOVIN SIGNORE DELLA SINISTRA VALE IL “CHISSENEFREGA” ! ! ! ALTRE NEWS

 
COMPUTER CHE NON MEMORIZZA IL 7% DI ITALIANI IN POVERTA’ ASSOLUTA COME DIRE CHE PER IL GIOVIN SIGNORE DELLA SINISTRA VALE IL “CHISSENEFREGA” ! ! ! ALTRE NEWS
“Az.-News”, 16.03. ’16
 UNA BUONA LETTURA
 ”Azimut” – Ufficio Stampa
 
IN COPERTINA
Renzi primo in Europa su Twitter, la Merkel primeggia su Facebook
COMPUTER CHE NON MEMORIZZA IL 7% DI ITALIANI IN POVERTA’ ASSOLUTA COME DIRE CHE PER IL GIOVIN SIGNORE DELLA SINISTRA VALE IL “CHISSENEFREGA” ! ! !
VISITA IL SITO

Associazione Azimut – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

… di meno Milano e Roma,… azimutassociazione.wordpress.com/2016/03/06/pri … …. 43,003 Visite su Wordpress a cui vanno sommati 99.660 visite ricevute sul …

Hai visitato questa pagina molte volte. Ultima visita: 15/11/15
se trovi spazi in bianco
prosegui ugualmente
il servizio continua
Grazie per l’attenzione
————————————————————————————————————————-
IL 19 LUGLIO 2014 SCRIVEVAMO… [ da “azimut archivio online” ]
 
UN POPOLO TAGLIEGGIATO DAL VORACE STATO FISCALE E IPNOTIZZATO DA NUOVI PROTAGONISTI MA DALL’ IMPOTENZA CONGENITA…..CHE SI GIOCANO, CINICAMENTE, LA GRANDE PARTITA TRUCCATA…..

—————————————————————————————————————————

19 LUGLIO 2014 ( replica )

DEDICATO AI “SERVI ITALY” DEI COSIDDETTI << PADRONI DEL MONDO >>….

————————————————————————————————————————-
2016 – SI AVVICINA LA PASQUA – VACANZE PER NON PENSARE ( ? )
E IL 2014 – AI “VACANZIERI”….
 “AZIMUT” – IL POST DEL PRESIDENTE
Malavacanza e buona riflessione
di Arturo Stenio Vuono
Lettori, visitatori, collaboratori e molti dei nostri “contatti”, ci chiedono chiarezza. Per intanto non considerateci nel novero degli apprendisti stregoni ; che, facendo il gioco dei vetero repubblikanes , hanno “lavorato” per eliminare il cosiddetto < male assoluto > , per liberarsi del vituperato < cavaliere >, e per insediare, prima. il “contabile – professore”  , cioè tutto il < bene assoluto > ( sic ! ), poi i Letta e i Renzi; però esplicitando  la non condivisione già al < passaggio della campanella >> ; che malissimo  ha fatto, a suo tempo,  il solo e uscente  leader eletto  ad “assecondare”  o ad “abdicare”  oppure a “piegarsi”. Da allora  è tutto un bluff. Squilli di tromba, ripetuti, per equità, sviluppo, occupazione e riforme; ben’altro, però, si continua a perseguire nel “protettorato Italia” : una “grande indigestione”  per l’enorme massa del danaro, che la Bce impresta,  a costo zero, solo utile a “far cassetta” di banche che si limitano al “gioco dello spread”, e alla gestione  degli “usurai interessi” sui titoli pubblici  che pagheremo e pagheranno i nostri figli, e i figli dei nostri figli. Lo < Stato – “cravattaro” > fa il resto e strangola,  pretendendo di riscuotere ma di non dare corso ai pagamenti di quanto dovuto; e, il cosiddetto < debito pubblico >, cioè l’imbroglio,  cresce e “straripa” ! Per tacitare la famelica macchina della  spesa pubblica  , l’ < apparato > e le clientele,  la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate  danno la  caccia all’evasione, ma evadere il fisco significa possesso del danaro che non si versa; e il “trasgressore” – occorrerebbe provarlo – dove lo nasconde ? ; poi, tutti i lavoratori, dipendenti o autonomi, devono pagare il “pizzo” : l’accise sul carburante e lo “strapotere delle 7 sorelle”, per potersi portare sui luoghi di lavoro, dove già il loro magro reddito è tassato; i cittadini devono sobbarcarsi, al posto delle già note addizionali, che  erano solo a integrazione dei  trasferimenti  dello Stato  , una serie odiosa  di continui “balzelli”……;  cioè una doppia o tripla tassazione; etc.; chi ha una casa, non per “una tantum”,  l’Ici non fu mai abolito per coloro che incassavano , deve – comunque sia – versare il resto. Pagare e “zittire”. Corre una strana aria da  “tassa del macinato” e da latente minaccia alla < Bava Beccaris > ! In questo  squallido scenario, buona parte degli eletti non sono – ormai – che una pura, inutile, e semplice comparsa, ogni esecutivo in carica ricorre sempre al  soccorso tecno – grigio  e si avvale , innanzitutto e sopratutto, del  soccorso rosso ; il popolo è confuso, frastornato, vuole uscire dal “tunnel” ma non sa come; in Italia mancano i decisori e siamo, per tradizione, disposti ad innamorarci  del < guitto – capopolo di turno > ;e cadiamo nella trappola degli “eroi a chiamata” , oltre che dell’ < incendio a comando >, ma  dove stanno, da tempo immemorabile, , tutti  i soliti noti, gli ineffabili < antagonisti > ? Nelle latrine ! Verso un 2015,  saranno settant’anni dall’assalto finale all’ideologia italiana, questo residuo simulacro di Stato avrà azzerato  tutto  d’una  < scuola > che ha fatto  la Storia; in illo tempore,  in economia, nulla concedendo alla  collettivistica filosofia  dell’apparato pubblico, che accompagna “dalla culla alla morte” ,  ma non sposando una  soluzione  di  “…laisser faire…”, “…laisser aller…” , che escludesse la priorità del  superiore interesse  e, se del caso,  l’intervento dello Stato. Il futuro è tutto all’insegna  della rinuncia alla Politica, alla guida del < primato >; d’una  (senza demos)crazia  che consente solo  “delegare il governo” all’esecuzione di “opzioni anonime” e  delle decisioni dei < poteri forti >.Quanto, poi, alle Camere, in preda alla propinata morfina letale che ne consente il durare ma vegetando,  tuttavia la chiamata alle urne non potrà essere sospesa all’infinito e, parimenti, lo sgombero di Palazzo Chigi.Vedrete che, in tal caso, tutti i “borsaioli” , non quelli dello “scippo” ma dei noti < affari >, scenderanno a “…più miti consigli”; e, nella delineata ipotesi d’una nuova – futura e legittima compagine governativa, eletta dal < popolo sovrano >, sarà proprio e unicamente il  nuovo governo a potere “sparare a pallettoni”, avendone tutta – e intera – l’autorità, potendosi dimostrare che i solerti e  zelanti < mercatisti > , a tutt’oggi, sempre  il bluff, impugnavano solo  e soltanto una “scacciacani”, contrabbandata da “revolver puntato alla nuca”.Chi vuol dare lo < scacco matto >, dunque, si faccia avanti ! Prima che sia troppo tardi ! In un modo, o nell’altro, dunque, i manchevoli vanno cacciati ! Tutti ! ! ! Converrano – ne siamo certi –  i molti, tutti coloro che restano intellettualmente onesti , “a destra”, e al < centro >, come “a sinistra” , che ciò si pone quanto mai urgente, anzi urgentissimo. Non ci si addice il regime  con curatori che tengono le redini della loro  Italietta ; proconsoli o “affidatari”, vassalli, valvassori, valvassini – che siano – e < livrea – serventi >; e servili  in politica interna, e in politica energetica, e in politica economica, e in politica estera. Non possiamo, non dobbiamo e non vogliamo che, già passati dallo stato clientelare  allo < stato assistenziale > , ci si ritrovi  con lo < stato fiscale >; e, poi,  con l’inevitabile  “sbocco” a dimensione di solo < stato di polizia > ! Noi, non abbiamo fatto parte e non facciamo parte, non faremo  mai  parte delle note e diverse – numerose – “schiere interessate” di  apologeti acritici  oppure di  detrattori per pregiudizio; ma questa  loro < repubblica napolitana >> , tutta a propaganda mendace e usa al maquillage, non ci piace e la rigettiamo. Basta col tassa e ritassa e l’impoverimento generale; basta con il crescendo dell’indigenza assoluta, del non lavoro ai giovani; e basta con le aziende che chiudono, e la catena quotidiana dei suicidi; basta con le ripetute estorsioni per decreto e la casa – catasto come bancomat. Basta ! Più chiari di così ! ? Non ci pare ! ! !
—————————————————————————————————————————–
ITALIA E MONDO
—————————————————————————————————————————–
ALTRE NEWS
————————————————————————————————————————————————————————
CORRISPONDENZE
————————————————————————————————————————————————————————-
VINCENZO MANNELLO – DA CATANIA


Putin : “missione (in)compiuta in Siria”
——– Original Message ——–

Subject: Putin : “missione (in)compiuta in Siria”
Date: Tue, 15 Mar 2016 11:39:15 +0100
From: Vincenzo Mannello <info@vincenzomannello.it>
To: ( . . . )


Se BombObama è stato colto di sorpresa dall’annunciato ritiro dalla Siria di gran parte delle forze russe,figuriamoci io che non sono e non conto nulla…
Avrei pure voluto vedere la faccia di Assad al momento della telefonata di Putin che annunciava la lieta novella…
Lieta sicuramente per alcuni..i cosiddetti “ribelli” filoccidentali (allevati ed armati dagli Usa ed Arabia Saudita),in grande difficoltà sul campo per l’offensiva “alleata” (governativi,Hezbollah,Pasdaran e milizie sciite con corpi speciali russi in appoggio),potranno ora consolidare le proprie restanti posizioni in attesa degli esiti dei “colloqui di pace” di Ginevra.
“Proseguirà la lotta al terrorismo”,ha aggiunto Mosca per riaffermare parte dell’impegno militare…ove si intende “contro” Isis e (forse) al Nusra che controllano indisturbate larghe zone (montuose) della Siria.
Assad ha “ringraziato” Putin per “l’impegno profuso” nel raggiungimento di “comuni obiettivi”…sicuramente vero,visto che la fascia costiera,alauita,e Damasco sembrerebbero in sicurezza…
Ma..?? Ed il resto del territorio nazionale come e con chi finirà ??
La mia modestissima opinione è che Putin abbia fermato il valoroso esercito (di leva,popolare) di Assad (ed alleati) per “eccesso di successi”…
Arrivati ad Aleppo,Palmira e non troppo lontani da Raqqa, i governativi avevano bisogno di un appoggio russo maggiore per dare una spallata decisiva ai “ribelli” e un forte colpo allo Stato Islamico.
Troppo,anche per Putin…in fondo lui deve tutelare gli interessi russi,non coincidenti del tutto con quelli siriani.

BombObama,alla fine del mandato,non potrebbe tollerare l’annientamento dei “ribelli”,in fondo sono sue creature…
E l’altro figlio (rinnegato),il Califfo,si arrangia già da solo…visto il pericolo a Raqqa,tenta di traslocare in Libia,non si sa mai…

Non trattengo oltre l’attenzione di quanti leggano,c’è il rischio di incartarsi in un groviglio di ipotesi…la piú probabile,a questo punto,è quella che pure Putin pensi ad una soluzione “federale” per la Siria : una parte (con Damasco) alauita,sciita e cristiana ; una sunnita (non si intraveda governata da chi) ; una curda a Kobane.
Non so se Assad potrà mai essere d’accordo,figuriamoci il Califfo o al Qaeda..,forse i curdi..
La realpolitik è pilotata dalle grandi potenze,io ancora ribadisco quel che penso : la Siria dovrebbe restare unita e solo i siriani potrebbero decidere (magari sotto controllo Onu) se avere Assad od un altro presidente…


Grazie per l’attenzione
Vincenzo Mannello


Giancarlo Lehner
 – DA ROMA

——– Original Message ——–

Subject:  Lehner: Vendola è un vero marxista-leninista
Date: Mon, 14 Mar 2016 12:20:34 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To: ( . . . ) 

Chi nega che Vendola sia un autentico marxista-leninista sbaglia. 
E’ vero che Antonio Gramsci si sarebbe vergognato d’averlo vicino, ma Gramsci, appunto, fu bollato d’eresia, rimanendo vittima dello stalino-togliattismo.
Del marxismo-leninismo Vendola ha ripreso, infatti, l’essenziale: 1) il bricolage lessicale per indorare e falsificare la realtà, vedi il conio dell’espressione « maternità surrogata di tipo solidale »  tratta di peso dal vocabolario di tipo nuovo, cioè bolscevico; 2) lo sfruttamento spietato dei ceti e delle categorie in nome dei quali i veri comunisti si cementano, dal 1917, carriere politiche, potere e poltrone.
Prevedo che da parte dei compagni risuoneranno, accanto al “proletariato surrogato”, altre truffaldine parole in libertà, tipo “ovaia stakhanovista”, “mater democratica”, “gestazione di lotta e di governo”, “utero di tipo nuovo” o canzoni come “El pube unido jamas serà vincido” e “Vagina rossa la trionferà”.
E per chi osasse criticare, rieducazione e lavoro forzato nel Gulag.
 
Giancarlo Lehner
—————————————————————————————————————————-
POVERA PATRIA !
—————————————————————————————————————————-
DA COSENZA – POSTATO SU FCE$BOOK

Basta ripassare i nomi che dettero vita all’unità d’Italia per avere la conferma che a ridurla così sono stati soltanto loro

I liberi muratori eleggono il nuovo Gran Maestro. Che guida 802 logge e 22 mila iscritti. “L’Espresso” è entrato nella Nuova Casa. Tra misteri, potenti sotto inchiesta e giovani adepti sedi sfarzose che non pagano l’Imu. E le denunce…
ESPRESSO.REPUBBLICA.IT
————————————————————————————————————————–
DA NAPOLI
NON SOLO POLITICA ( TRATTO DAL “ROMA” )
————————————————————————————————————————–
 

La Vecchia Signora non scappa ma le gare vanno chiuse prima

Opinionista: 

Salvatore Caiazza

Colpo su colpo, senza fermarsi. Corre la Juve, non rallenta il Napoli. È bastato un rigore del solito Higuaìn per tenere vivo il sogno scudetto della squadra di Sarri. L’importante era vincere col Palermo e gli azzurri l’hanno fatto con il minimo sforzo. Sarebbe stato opportuno chiuderla prima la partita, evitando di tenere aperto il risultato fino alla fine. Ma ha ragione Reina quando dice che «anche un 1-0 vale tre punti». Non sempre si può impallinare il portiere avversario. Soprattutto uno come Sorrentino che ha evitato l’imbarcata ai suoi compagni. L’estremo difensore campano ha evitato a Higuaìn, Insigne e Mertens di abbondandare nel risultato. Sperava la Juve nel miracolo di Novellino contro il suo Napoli. Anche la Roma si augurava una frenata dei partenopei per sperare di accorciare le distanze col secondo posto. Nessuna delle due avversarie, però, ha potuto godere perché la squadra di Sarri è stata sempre la solita. Ha comandato il gioco in lungo e in largo concedendo un solo tiro in porta ai siciliani. Quello di Vasquez che Reina è riuscito a deviare in angolo con il guantone. Poi nulla più. Il pallone è girato veloce tra i piedi di Jorginho e company e il risultato finale è meritatissimo. A decidere l’incontro è stato il solito Higuaìn. Il Pipita non ha perdonato dal dischetto. Il suo destro potente è finito nel sette con Sorrentino dall’altra parte della porta. E siamo a ventisette griffe personali, ventinove totali in stagione. Ha già eguagliato il suo record personale del passato. Nella classifica cannonieri ha fatto il vuoto alle sue spalle. Salirà lui sul podio più alto dei bomber della serie A. Inutile dire vorrebbe festeggiare un doppio trofeo. Se uno ce l’ha già in tasca, l’altro non può che essere lo scudetto. Una parola sdoganata che fa sognare addirittura un cinico come Sarri. Adesso che mancano nove gare alla fine del torneo, la matematica dice che il tricolore non è impossibile da agguantare. Ad oggi i numeri sono tutti dalla parte di Maurizio Sarri. Che può andare fiero di aver già collezionato un punto in più del Napoli dello scorso anno guidato da Benitez. Rafa, con molte difficoltà, riuscì ad arrivare a 63. Oggi si è già a 64 con un calendario che tutto sommato potrebbe favorire gli azzurri. Domenica c’è il Genoa al San Paolo mentre la Juventus è impegnata nel derby con il Toro. Qualcuno dice di doversi guardare anche alle spalle dove c’è una Roma che ha vinto a Udine l’ottava partita consecutiva. I giallorossi vorrebbero addirittura andare in Champions direttamente ma già nel prossimo match dovranno fare di tutto per avere la meglio contro l’Inter. Il duello in vetta, dunque, continua. La Juve non si ferma e non lo fa neanche il Napoli. Non ce ne voglia la Signora, ma chi sta facendo cose straordinarie è la formazione di Sarri visto che tiene bene il passo. Vincere diciotto gare nelle ultime diciannove vuol dire che si è dei cannibali. Eppure Higuaìn e compagni non si arrendono. Sono sempre sul pezzo per cercare di coronare un sogno scudetto che manca ormai da troppo tempo. Non si sa a che cosa possa servire, ma i tifosi napoletani farebbero bene a tifare Juve contro il Bayern Monaco mercoledì sera all’Allianz Arena. Il passaggio ai quarti di finale di Champions League potrebbero distrarre per un po’ i bianconeri lasciando così qualcosa in campionato. A quel punto si dovrebbe piazzare il colpo vincente evitando di perdere punti fino alla fine. Ad oggi, comunque, i tifosi devono essere fieri di un gruppo che sta facendo grandi cose e non finisce mai di stupire con un gioco che risulta essere sempre il migliore in Italia. Adesso testa alla sfida col Genoa sperando nella rinascita del Toro. 

Facebook0 Twitter Google+ Share

—————————————————————————————————————————–
COMPUTER CHE NON MEMORIZZA IL 7% DI ITALIANI IN POVERTA’ ASSOLUTA COME DIRE CHE PER  IL GIOVIN SIGNORE DELLA SINISTRA VALE IL “CHISSENEFREGA” ! ! ! ALTRE NEWS 
[“Az.-News”, 16.03.’16]
 
“Azimut” associazione – Via P. Del Torto n. 1 – 80131 Napoli 
Telfax 081 – 7701332 Info 340 – 3492379
E.mail: an.arenella@libero.it (segreteria)-massimovuono@libero.it (ufficio stampa)
[per sostenere l’associazione-solo su su c/c  banc. intestato Arturo Stenio Vuono]
Iban IT74 YO1O 1003 4351 0000 0003 506  BIC IBSPITNA         Banco Napoli SpA Filiale Na. 35 Via Onofrio Fragnito nn. 28/52   80131 Napoli
 
—————————————————————————————————————————–
 
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut”: 
 
Ferruccio Massimo Vuono
 

IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE

azimutassociazione@libero.it

 “Associazione Azimut”<associazioneazimut@tiscali.it>

VISITA IL SITO

Associazione Azimut – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

… di meno Milano e Roma,… azimutassociazione.wordpress.com/2016/03/06/pri … …. 43,003 Visite su Wordpress a cui vanno sommati 99.660 visite ricevute sul …

Hai visitato questa pagina molte volte. Ultima visita: 15/11/15
FINE SERVIZIO
——————————————–
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...