I NOSTRI AUGURI PER LA SANTA PASQUA 2016 – Con le parole più belle sul Cristo Gesù il Risorto – Ritorna l’unica cosa legale in Italia l’ora – Poi l’aprile dell’Italia liberata che ignoreremo e altre news


I NOSTRI AUGURI PER LA SANTA PASQUA 2016 – Con le parole più belle sul Cristo Gesù il Risorto – Ritorna l’unica cosa legale in Italia l’ora – Poi l’aprile dell’Italia liberata che ignoreremo e altre news

I NOSTRI AUGURI PER LA SANTA PASQUA 2016 – Con le parole più belle sul Cristo Gesù il Risorto – Ritorna l’unica cosa legale in Italia l’ora – Poi l’aprile dell’Italia liberata che ignoreremo e altre news [ “Az.-News” : 26.03.’16 ]
se trovi spazi in bianco
prosegui ugualmente
il servizio continua
 

QUESTA LA DEDICO A CHI VUOLE OPPRIMERE LA NOSTRA PATRIA

ANZI….DOVREBBE DIVENTARE IL NOSTRO INNO!

GIUSEPPE VERDI – Nabucco – Va, Pensiero Nabucco è la terza opera (il titolo originale completo è Nabucodonosor) di Giuseppe Verdi e quella che ne decretò il …
YOUTUBE.COM
VISITA IL SITO

Associazione Azimut – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

… di meno Milano e Roma,… azimutassociazione.wordpress.com/2016/03/06/pri … …. 43,003 Visite su Wordpress a cui vanno sommati 99.660 visite ricevute sul …

Hai visitato questa pagina molte volte. Ultima visita: 15/11/15
Risultati immagini per pasqua 2016
 
I NOSTRI AUGURI PER LA SANTA PASQUA 2016 – Con le parole più belle sul Cristo Gesù il Risorto – Ritorna l’unica cosa legale in Italia l’ora – Poi l’aprile dell’Italia liberata che ignoreremo e altre news
la tua immagine del profilo I NOSTRI AUGURI – Le parole più belle sul Cristo Gesù…..
 

https://azimutassociazione.wordpress.com – I NOSTRI AUGURI PER LA SANTA PASQUA 2016 – Con le parole più belle sul Cristo Gesù il Risorto – << … GESU’ CRISTO SI VEDE A BETLEMME, SI CONOSCE A NAZARETH, SI AMMIRA SUL TABOR, E’ CREDUTO SUL GOLGOTA, SI AMA ATTRAVERSO IL VANGELO…..E’ L’UNICO, IL VERO RIVOLUZIONARIO CHE DELLA SUA CROCE FECE LEVA E BANDIERA PER SOLLEVARE IL MONDO AGLI SPLENDORI DELLA FEDE DIVINA…..IO LO VEDO COME L’ASSE DELLA STORIA ED I SECOLI DANZARGLI INTORNO…..GLI UOMINI SI APPOGGIANO ALLA CROCE, GUARDANO I SUOI OCCHI CHE RISCHIARANO LE VIE DELL’ETERNITA’… >> – [ Benito Mussolini – Dicembre 1944 ]

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut
AZIMUTASSOCIAZIONE.WORDPRESS.COM
———————————————————————————————————————————————————————————
Edda Negri Mussolini 
Andrò controcorrente e forse qualcuno non amerà leggere queste mie righe. Si avvicina aprile mese per la mia famiglia infausto. 
Quest’anno come al solito l’ultima domenica di aprile vi sarà una messa in suffragio del nonno. C’è sempre una messa. In Chiesa non vi saranno applausi o esaltazioni ma si ricorderà una persona cara che non vi è più. Questo perchè come mi è stato insegnato da mia nonna Rachele, vi sono luoghi sacri che bisogna rispettare. Così anche davanti alla cripta diremo una preghiera per ricordare il nonno, mia madre e tutti i miei cari. Non vi saranno comizi o cose similari.Il rispetto dei luoghi e delle persone e uno di quei valori inportanti per quello che è stata la mia famiglia e per quello che sarà per le nuove generazioni. Incominciamo a dare il buon esempio. Rispettiamo i luoghi sacri e chi vi è sepolto.
———————————————————————————————————————————————————————————
 Poi l’aprile dell’Italia liberata che ignoreremo 

[ “AZ. – 21.04.’15 – Da “archivio azimut online” ]

————————————————————————————————————————————-

IN COPERTINA
Risultati immagini per partigiani e repubblichini
————————————————————————————————————————————-
forbidden

PER LEGGERE TUTTO – VEDI : SOTTO

  • …..forbidden, prohibited: vietato dalla legge prohibited by law, forbidden by law; è vietato scrivere sui libri it is forbidden to mark books with pencil or ink…..

————————————————————————————————————————————-

L’ITALIA LIBERATA

OGNI VENTICINQUE APRILE, GIA’ DA GIOVINETTO, SONO UN RAGAZZO CLASSE ’43, FORSE PERCHE’ FIGLIO DELLA GUERRA E FIGLIO DELLA LUPA – SEPPURE PER SOLO VENTIDUE GIORNI -, PRIMA DI DIVENIRE FIGLIO DI NESSUNO; FORSE PER CONTAMINAZIONE O FORSE PER ISTINTO, NON SAPREI, MAI MI SPELLAI LE MANI ED ESERCITAI IL BATTIMANI PER LA COSIDDETTA “ITALIA LIBERATA” [ SIC ]. IN TEMA – E PER QUANTO COLLEGATO – MOLTO ABBIAMO SCRITTO E DOCUMENTATO. NULL’ALTRO DOBBIAMO AGGIUNGERE. Quest’anno si enfatizzano i settanta anni di pace e la cacciata del “nazifascismo”, la liberazione dagli “oppressori” e la repubblica viva e vegeta. Almeno, lor signori, così si auto celebrano. Per intanto, ormai da vecchio, dico chiaro e tondo, che ignorerò il balbettio, in uno con il solito reiterare dell’arcinota vulgata,  da parte gli occupanti – abusivi delle massime istituzioni, ad iniziare dal capo dello Stato. e così via, che – dopo avere tanto pazientato – non riesco più a giustificare.Oggi, la mia è una forte insofferenza che, nonostante ogni buona volontà, è andata sempre più crescendo; a partire dai verdi anni, da studente e fatto più grandicello – seppure non ancora maggiorenne -, consideravo che non ci potesse essere festa nel giorno in cui ricorreva il concludersi d’una sanguinosa guerra civile, tra fratelli d’una stessa terra, l’inizio del regime a sovranità limitata per la nazione e per un paese del discrimine. Spiace non potermi allineare ai gendarmi della memoria, manifestando liberamente il mio pensiero – ch’è garantito dalla nostra costituzione, che ho sempre rispettato – anche se negato quello di riformarla alle nuove generazioni – , resto della convinzione, in rapporto a quel ch’era stata l’Italia del << prima >>, di un ventennio di progresso, modernizzatore e di alta socialità, con profonda aspirazione alla pace giusta; tant’è che, via via, venendosi a smantellare l’ossatura, siamo al ritorno dell’Italietta che fu. L’avvenuta e forzosa interruzione del perfetto quadro liberaldemocratico, è da attribuirsi alle opposizioni eversive che scelsero l’impotenza dell’Aventino e bene avrebbero fatto, invece, a percorrere la linea del Gramsci a non negarsi il parlamento.Quanto ai nei, in ambito del fascismo, circa l’introdotta normativa razziale, conseguenza delle sanzioni – con la sola solidarietà germanica – e d’una concessa e simbolica linea di politica estera, le leggi però rimasero disapplicate e gli appartenenti al popolo ebraico –  prima e dopo l’armistizio e le vicende che ne seguirono – potettero sempre giovarsi dello schermo protettore di Mussolini; per l’entrata nel secondo conflitto, dato che il duce propendeva per il neutralismo attivo e riteneva prioritaria la completa realizzazione dell’Eur ( Esposizione Universale di Roma ) entro il 1942, le sue riluttanze furono superate dalle assicurazioni dei circoli che si collegavano ai due opposti fronti : primo, che l’America non sarebbe intervenuta; secondo : che la Gran Bretagna e la Francia ritenevano già scontato il risultato favorevole alla Germania per effetto della guerra lampo; terzo, che le democrazie occidentali contavano sulla presenza al tavolo della pace dell’Italia – così com’era stato già per la conferenza di Monaco – quale contrappeso e per funzioni di mediazione ed equilibrio; quarto : che la Germania non avrebbe aperto un secondo fronte d’invasione della Russia sovietica; quinto : che non si trattasse di strategie menzognere ma di veri impegni. Quanto alla Repubblica Sociale Italiana, con buona pace dei detrattori e di coloro che si esercitano nel dispregiativo della Rsi di Salò, fu uno Stato che si interpose fra due eserciti che, in mancanza, avrebbero dispiegato alla massima potenza – con conseguenza ancora più gravi – lo scontro tra armate di occupazione e in tutta l’Italia come immenso campo di battaglia; salvò il salvabile, e impedì che la guerra civile scoppiasse anche al sud. La resistenza, checchè se ne dica, non acquisì mai un consenso popolare e fu egemonizzata dalle formazioni rosse che operavano per imporre una dittatura comunista. I celebrati alleati – i liberatori – in verità costituivano, al contrario, truppe di occupazione e in tal guisa, dopo le precedenti devastazioni e i crimini in danno delle popolazioni civili, non solo al suono dei confetti da fortezze volanti,  s’imposero e si comportarono; la lotta avverso il “nazifascismo” , con la quale e per la quale si giustificò e si giustifica tutto, merita almeno una postilla : una << dottrina nazifascista >> non è mai esistita, non ha costrutto e non ha mai avuto una dignità storica; e come dire che l’alleanza militare tra angloamericani e sovietici, i cui interessi coincidevano, come coincidevano e coincidono le coordinate dell’anonimo capitalismo finanziario e del collettivismo, fosse pure il frutto d’una << ideologia capitalcomunista >>. La verità è che, con il fascismo o senza, la guerra sarebbe stata ugualmente contro gli interessi dell’Italia. Tutto ciò detto, qualche più che autorevole conferma di quanto siano idiozie le “verità” che – a tutt’oggi – resistono nel nostro sistema di potere; e ne scegliamo una, per alto magistero e per tradizionale prudenza, e saggezza, millenarie della Chiesa, volendo ricordare – come di recente – Bergoglio Papa Francesco, nel denunciare il genocidio degli armeni, ha ricordato – parimenti – quelli del nazismo ( n.d.r. non nazifascismo ) e dello stalinismo, e – dunque – nessuno da addebitarsi alla responsabilità del fascismo; e che, scontato che l’Italia sia ormai oggetto e non più soggetto della politica internazionale, facile per chi ci governa celebrare un settantennio di pace, nel mentre il Pontefice ha affermato, in chiare lettere, ch’è in corso “una terza guerra mondiale a pezzi”. Per concludere, molto ancora avrei da scrivere, ma dove sta scritto che c’è obbligo di frequenza delle parrocchie della religione antifascista.Compreso ?

———————————————————————————————————————————————————————————
altre news
 
 

—— Original Message ——–

Subject: Lehner: il Belgio ci imita
Date: Thu, 24 Mar 2016 12:27:13 +0000
From: Giancarlo Lehner
To:  ( . . . )


In Belgio, polizia e magistratura lasciano liberi, dopo averli fermati e senza neppure spettinarli, i terroristi. E poi dicono che i poteri repressivi italiani all’estero non sono presi a modello.
Giancarlo Lehner 
 
 
 
[ per leggere tutto – visita il sito ]

——– Original Message ——–

Subject: Fwd: CIVG Informa N° 86
Date: Wed, 23 Mar 2016 09:26:23 +0100
From: “info@civg.it” <info@civg.it>
To: CIVG <info@civg.it>

[ “Az.-News” : 23.03.’16 ] –  IL TERRORE A BRUXELLES E L’EUROPA MOLLE
Le cronache del Belgio insanguinato sono l’occasione giusta, seppure dolorosa, per ribadire ciò che non vogliamo; non L’Europa acefala, ectoplasma continentale, che ormai è alla mercè del terrore che si ritrova in casa, basisti sono all’opera e sono tra di noi, consentono che si colpisca quando e come si vuole; l’entità di geopolitica, si fa per dire, che conosciamo, impotente e molle, non dispone di sovranità poichè è il risultato della negazione di sovranità dei popoli che ne fanno parte.Non batte una moneta propria, non dispone di esercito proprio neppure di un proprio governo di decisori eletti; gestita da commissioni, e commissari, con una duplice e servile funzione di acquiescenza a trattati imposti e per imporne le cosiddette direttive a quel che resta degli esecutivi nazionali. Non si può vivere di insicurezza che limita le libertà, di politica del monetarismo a solo ossigeno di banche e delle cosiddette riforme strutturali che comprimono le risorse per i bisogni. L’accoglienza, aperta a tutti, senza meccanismi di controllo e selezione, è l’errore da cui nascerà il resto che ne decreterà il tramonto e la fine. Cosicchè sorge spontaneo il ricordo del parallelo storico che, in illo tempore, vide l’unità d’Italia accompagnarsi con la grande spoliazione del sud; i meridionali furono ridotti a una massa di disperati e di emigranti  ( . . . ), per non dire di altro. E la storia si ripete, e non si può accettare questa Europa unita che vuole vivere e prosperare sull’impoverimento e la decadenza delle nazioni. I buonisti di oggi sono i razzisti di ieri, e di sempre, che spingono in tale direzione.Bisogna difendersi ! 
Arturo Stenio Vuono *
 * presidente Associazione Culturalsociale “Azimut” Napoli

TUTTO IL MONDO DEVE VEDERE COSA CI NASCONDONO!!

Chi c’è dietro a questi attacchi terroristici in Francia? Chi fornisce queste armi ai terroristi? L’occidente si deve sentire responsabile di aver dato in mano le…
ATTIVOTV.IT
 
———————————————————————————————————————————————————————————
NOI IN RETE
 
ARTICOLI RECENTI – TRA BREVE IN RETE
QUANDO PINUCCIO CI DICEVA CHE PER LA POLITICA CHE VOLA ALTA OCCORRE SEMPRE AVERE UN SOGNO E ALTRE NEWS
[ “AZIMUT-NEWSLETTER : 19 MARZO 2016 ]
 
ITALIA MALATA  SU NAPOLI E ALTRO LIGNOLA NARDIELLO SCALERA ( DAL “ROMA” ) L’EDICOLA ( IL “SECOLO D’ITALIA” ) E ALTRE NEWS 
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 21 MARZO 2016 ]
 
 
SGABELLO PUNTELLO STAMPELLA PER I DEMOCRAT SCADE IL TEMPO DI POPOLARI E MODERATI PER LA SINISTRA RIFORMISTA PRIMA O POI FINIRANNO CON IGNOMINIA ALTRE NEWS
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 22 MARZO 2016 ]
 
IL TERRORE A BRUXELLES E L’EUROPA MOLLE ALTRE NEWS
[ “Az.-News” : 23.03.’16 ]
 Silvio Berlusconi, intervista al direttore del Mattino Alessandro Barbano, dalla politica internazionale a quella italiana e altre news


[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 24 MARZO 2016 ]
 
TERRORISMO BUONISMO E NON SOLO INTERVENTI  GIANCARLO LEHNER IL POST DI  ARTURO STENIO VUONO E LE DICHIARAZIONI DI GIORGIA  MELONI… 
( “SECOLO D’ITALIA” ) ALTRE NEWS [ “Az.-News” : 25.03.’16 ]
 
 
———————————————————————————————————-
OGGI

TRA BREVE IN RETE

[ “AZ.” ] – I NOSTRI AUGURI PER LA SANTA PASQUA 2016 – Con le parole più belle sul Cristo Gesù il Risorto – Ritorna l’unica cosa legale in Italia l’ora – Poi l’aprile dell’Italia liberata che ignoreremo e altre news

[ “Az.-News” : 26.03.’16 ]
“Azimut” associazione – Via P. Del Torto n. 1 – 80131 Napoli 
Telfax 081 – 7701332 Info 340 – 3492379
E.mail: an.arenella@libero.it (segreteria)-massimovuono@libero.it (ufficio stampa)
[per sostenere l’associazione-solo su su c/c  banc. intestato Arturo Stenio Vuono]
Iban IT74 YO1O 1003 4351 0000 0003 506  BIC IBSPITNA         Banco Napoli SpA Filiale Na. 35 Via Onofrio Fragnito nn. 28/52   80131 Napoli
 
————————————————————————————————-
 
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
 direzione responsabile: presidenza Associazione
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
Uff. Stampa Associaz. “Azimut�: 
 
Ferruccio Massimo Vuono
 
azimutassociazione@libero.it

 “Associazione Azimut”<associazioneazimut@tiscali.it>

VISITA IL SITO

Associazione Azimut – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

… di meno Milano e Roma,… azimutassociazione.wordpress.com/2016/03/06/pri … …. 43,003 Visite su Wordpress a cui vanno sommati 99.660 visite ricevute sul …

Hai visitato questa pagina molte volte. Ultima visita: 15/11/15
A PRESTO !
——————————————–
Annunci

1 commento su “I NOSTRI AUGURI PER LA SANTA PASQUA 2016 – Con le parole più belle sul Cristo Gesù il Risorto – Ritorna l’unica cosa legale in Italia l’ora – Poi l’aprile dell’Italia liberata che ignoreremo e altre news”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...