BALLOTTAGGI QUI’ LO DICO E QUI’ LO NEGO CHE NULLA CAMBIERA’ – I TITOLARI DEGLI SCRANNI GIA’ ELETTI TRA FESTE E CENE E PANTOMIME – ENZO TORTORA ACCUSO’ LE SUE LETTERE – ANGELO MANNA L’INTERVENTO IN PARLAMENTO SUGLI USURPATORI DELL’INFRACESATO E ALTRE NEWS


BALLOTTAGGI QUI’ LO DICO E QUI’ LO NEGO CHE NULLA CAMBIERA’ – I TITOLARI DEGLI SCRANNI  GIA’ ELETTI TRA FESTE E CENE E PANTOMIME – ENZO TORTORA ACCUSO’ LE SUE LETTERE – ANGELO MANNA L’INTERVENTO IN PARLAMENTO SUGLI USURPATORI DELL’INFRACESATO E ALTRE NEWS

BALLOTTAGGI QUI’ LO DICO E QUI’ LO NEGO CHE NULLA CAMBIERA’ – I TITOLARI DEGLI SCRANNI  GIA’ ELETTI TRA FESTE E CENE E PANTOMIME – ENZO TORTORA ACCUSO’ LE SUE LETTERE – ANGELO MANNA L’INTERVENTO IN PARLAMENTO SUGLI USURPATORI DELL’INFRACESATO E ALTRE NEWS
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 17 GIUGNO 2016 ]
PRIMO PIANO
 
“Azimut” – Ufficio Stampa
 OGGI –  ENZO TORTORA ACCUSO’ LE SUE LETTERE – ANGELO MANNA L’INTERVENTO IN PARLAMENTO SUGLI USURPATORI DELL’INFRACESATO E ALTRE NEWS ( vedi : oltre )
Associazione Culturalsociale “Azimut” Napoli
info 340 3492379 
 
info 339 2004026
 azimutassociazione@libero.it
 “Associazione Azimut”<associazioneazimut@tiscali.it>
Tel. 081 7701332
 
Team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
IN COPERTINA
DI MAIO E RENZI – POVERA PATRIA – ARRIVA IL DIRETTORE…..

foto di Amodio Giuseppe.

44. Povera Patria, de Franco Battiato – YouTube

25 ott 2007 – Caricato da EvoluzioneSFC

Povera Patria, del album Come un cammello in una grondaia (1991) … TI PRENDO IL VIDEO E LO …

Arriva il Direttore – YouTube

https://www.youtube.com/watch?v=Yt7riYUbXPc

NATALINO OTTO. ARRIVA IL DIRETTORE. 1954. 78 giri. – YouTube

https://www.youtube.com/watch?v=C19crqVg7tQ

05 apr 2012 – Caricato da IlMaurone

License. Standard YouTube License …. Loading… Loading… Loading… About · Press · Copyright · Creators …

 
———————————————————————————————————————————————————————————

——- Original Message ——–

Subject: domenica appuntamento da non mancare
Date: Wed, 15 Jun 2016 17:44:00 +0200
From: <cerchionapoli@gmail.com>
To: <Undisclosed-Recipient:;>


LEGGI ALLEGATO
 
———————————————————————————————————————-

Siamo lieti di comunicare ai tanti Amici e lettori de Il Cerchio che domenica prossima rientreremo a Napoli per il voto del ballottaggio che non potremmo far mancare, come quello di tutti voi, a Lettieri, convinti come siamo della necessità di  un radicale cambiamento nella conduzione di questa città.

Il prossimo numero della nostra Rivista, ormai in preparazione, naturalmente ospiterà riflessioni e approfondimenti  di qualificate firme, di ogni orientamento, per motivare ancora le ragioni della nostra comune esigenza di affidare Napoli a nuove energie in grado di affrontare adeguatamente le problematiche e le  opportunità dei prossimi cinque anni.

Paola e Giulio Rolando 

 
 
“Azimut” – il presidente
LA DISSACRAZIONE DEI MITI FASULLI 
( per leggere tutto – vedi : oltre )

BALLOTTAGGI QUI’ LO DICO E QUI’ LO NEGO CHE NULLA CAMBIERA’ – I TITOLARI DEGLI SCRANNI  GIA’ ELETTI TRA FESTE E CENE E PANTOMIME…..
————————————————————————————————————————————————————–
 

Associazione “Azimut” Napoli – https://azimutassociazione.wordpress.com – [ “AZ.” – i nostri prossimi servizi in rete ] – ARTURO STENIO VUONO dedicato a renzi il tirannicello e ai sodali partenopei : –
Arriva il Direttore – YouTube https://www.youtube.com/watch?v=Yt7riYUbXPc
NATALINO OTTO. ARRIVA IL DIRETTORE. 1954. 78 giri. – YouTubehttps://www.youtube.com/watch?v=C19crqVg7tQ

VOTO ITALY 2016 E LA NAPOLEIDE DEI LUDI CARTACEI LE SCUDISCIATE DI LEHNER E DI MANNELLO L’EDICOLA ALTRE NEWS.
[ “AZ.-NEWSLETTER” – 11 GIU. 16 ]
SILVIO BERLUSCONI AL SAN RAFFAELE DI MILANO PER L’INTERVENTO AL CUORE LA PREGHIERA DEL DEGENTE FORZA PRESIDENTE E ALTRE NEWS
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 12 GIUGNO 2016 ]
LA DISSACRAZIONE DEI MITI FASULLI E LA DERIVA DEL NULLA PER NAPOLI ( ARTURO STENIO VUONO E VINCENZO NARDIELLO ) L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 14 GIUGNO 2016 ]
( . . . ) Più volte abbiamo messo in evidenza che lo schema elettorale consentito, il renzismo imposto e il grillismo di riserva, è una perfetta derivazione dei satrapi del’Ue; maggioranza e opposizione di sua maestà, nel’attuale democrazia di minoranza, possono avere ruoli intercambiabili. Non a caso, con riferimento ai prossimi ballottaggi – ad esempio – per Roma e Torino, i pentastellati si affannano a ribadire la loro ripulsa del populismo e dell’antipolitica, si chiamano fuori all’insegna del movimento di lotta e di governo. Da anni lo diciamo. Scenario tripolare, sulla carta, nel protettorato Italia e nella repubblica napoletana, il tutto è consentito fuorchè una logica alternativa di un possibile centrodestra rinnovato; e Milano – l’eccezione, pure in caso di riuscita, è una rondine che non fa primavera. ( . . . ) a Napoli, nel clima torbido di sempre, mai sono consentite nuove entrate, sia per il comune che per le municipalità, e vi troviamo i soliti noti – uscenti che festeggiano il rinnovato scranno; il fenomeno del trionfo di bottini preferenziali, con il continuo cambio di casacca, è vieppiù accentuato nell’ambito del disastro che si registra per il centrodestra, giunto a fatica al secondo turno, su un Pd lacerato e a pezzi. Sia che vinca de Magistris o Lettieri, gli ineffabili campioni che esultano dei loro personali risultati, ottenuti a condizione di non togliere neppure un voto ad arancioni e rossi, andranno a scaldare i banchi senza nulla aggiungere e nulla togliere. Capolavori del suicidio, tanto per dirne una, come nella zona collinare dove il centrodestra è ormai sparito per portare in consiglio solo il candidato – presidente e qualche presenza. D’altronde, se vincente al ballottaggio, per il centrodestra poco cambia; ai già eletti, in sollucchero, si aggiungerebbero – tra altri – diversi per passaggio monarchico. Uno scenario senza altro commento. Questo passa il convento !

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut
AZIMUTASSOCIAZIONE.WORDPRESS.COM
GIANCARLO LHNER – DA ROMA
 
 

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: Letta-zio si abbatte su Forza Italia
Date: Wed, 15 Jun 2016 09:18:27 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )


Parecchi anni fa, sull’innocente quotidiano “Il Tempo” di Roma cadde addosso la dannosa direzione di Gianni Letta.Grazie alla valente e coriacea redazione, il giornale, pur uscendone malridotto, sopravvisse. Ora, il medesimo destino tocca a Forza Italia, già umiliata e ristretta a misura di Calippo. Nonostante i forzisti di qualità e di aguzzo cervello – son pochi ma ci sono -, il partito non reggerà all’impatto con Letta-zio.

 

Giancarlo Lehner

 

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: Belzebù e l’operazione Male nostrum
Date: Tue, 14 Jun 2016 08:51:52 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )


Alcuni preti  augurano a Berlusconi di morire sotto i ferri. Costoro, essendo atei e materialisti dialettici, non credendo, non temono l’Inferno. Eppure, da fonti autorevoli si apprende che Satana stia ampliando la metratura delle bolge, per accogliere l’inarrestabile flusso di dannati provenienti dai porti ideologicamente controllati da Jorge Mario. Belzebù, insomma, per la degna accoglienza del clero in fuga dalle radici giudaico-cristiane, ha già avviato l’ operazione Male nostrum.

 

Giancarlo Lehner

————————————————————————————————————————————————

SITI CHE RIPRENDONO – A RIFERIMENTO – INTERVENTI TRATTI DAI NOSTRI SERVIZI IN RETE

————————————————————————————————————————————————-

Risultati di ricerca

[PDF]e la madonna di kazan che converti stalin la guida del

topjbook.dynu.com/e-la-madonna-di-kazan-che-converti-stalin-la-guida-de…

caos degli uomini e disegno di dio di olivieri – azimutassociazione wordpresscaos degli uomini e disegno di dio di olivieri risultati di ricerca iosif stalin iosif .

———————————————————————————————————————————————————————————
TRATTO DAL WEB
———————————————————————————————————————————————————————————

Le 45 lettere di Enzo Tortora scritte alla compagna dal carcere

Enzo Tortora scrive alla compagna Francesca Scopelliti 45 lettere raccolte in un libro “Lettere a Francesca”

Rachele Nenzi – Lun, 13/06/2016 

“Mi sento umiliato fino al midollo”. Così Enzo Tortora scrive alla compagna Francesca Scopelliti in una delle 45 lettere raccolte in un libro “Lettere a Francesca” di cui il quotidiano La Repubblica pubblica un estratto.

Il conduttore di Portobello nel 1983 finisce in carcere e da Regina Coeli inizia la corrispondenza con la compagna. Nella prima missiva scrive: “È stato atroce, Francesca. Uno schianto che non si può dire. Ancora oggi, a sei giorni dall’arresto, chiuso in questa cella 16 bis, con altri cinque disperati, non so capacitarmi, trovare un perché. Trovo solo un muro di follia. Mi verrebbe da ridere, amore, se la cella non fosse vera, le manette autentiche, le notizie emesse sul serio. È come se mi avessero accusato di avere ucciso mia madre, e dicessero di averne le prove”. Negli scritti ci sono tutti gli elementi della follia giudiziaria che ha investito Tortora. Il 2 luglio 1983 scrive: “Visto? Annullato questo interrogatorio. Non hanno niente in mano. Ora cercano follie fiscali, si ridurranno a dimostrare che non ho pagato l’Iva o che i soldi della Grappa Piave (di cui Tortora era testimonial) erano di Turatello. Non ridere. È così”.Pochi giorni dopo Tortora scrive: “Ricevo i tuoi messaggi e ti so almeno, al mare. Chissà perché si dice “al fresco”. Io muoio di caldo, in cella. Balza fuori da ogni cella d’Italia un criminale che pur di guadagnarsi uno sconto mi accusa di ogni pazzia, spero la difesa passi duramente al contrattacco. Mi sono rapato e sono atterrito dal vedere come questa mia esperienza mi abbia trasformato: non ho più un pelo nero. Guarda per me il mare, baciami un fiore”.Infine le accuse durissime al mondo televisivo: “Non mi parlare della Rai, della stampa, del giornalismo italiano. È merda pura. A parte pochissime eccezioni mi hanno crocifisso, linciato, sono iene. Sai, non esco a fare l’ora d’aria perché i tetti sono pieni di fotoreporters”. Poi, quando Tortora viene trasferito nel carcere di Bergamo continua a scrivere a Francesca: “Cicciotta, ho un tremendo mal di testa. Fuori piove, e io come casalinga (debbo lavare, pulire, spazzare, eccetera, a Regina Coeli almeno facevamo i turni) mi sto rivelando una frana. Sto accarezzando l’idea di chiedere il cambio di cittadinanza. Questo Paese non è più il mio”. E ancora: “Il mio compito è uno: far sapere. E non gridare solo la mia innocenza: ma battermi perché queste inciviltà procedurali, questi processi che onorano, per paradosso, il fascismo, vengano a cessare. Perché un uomo sia rispettato, sentito, prima di essere ammanettato come un animale e gettato in carcere. Su delazioni di pazzi criminali”.

———————————————————————————————————————-

L’EDICOLA

DOPO L’EDICOLA IL SERVIZIO CONTINUA – SE TROVI SPAZI BIANCHI PROSEGUI UGUALMENTE E LEGGI : ANGELO MANNA L’INTERVENTO IN PARLAMENTO SUGLI USURPATORI DELL’INFRACESATO…..

———————————————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: 16 giugno – Leggi le principali notizie del giorno
Date: Thu, 16 Jun 2016 05:34:06 +0200
From: “Secolo d’Italia” <newsletter@secoloditalia.it>
To: “associazioneazimut@tiscali.it” <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: newsletter@secoloditalia.it
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Giovedì, 16 giugno 2016
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

Cosa faranno domenica gli elettori 5Stelle? Sui ballottaggi che vedono coinvolte città importanti come Roma, Milano, Torino e Bologna, potrebbe risultare decisivo il comportamento degli elettori del Movimento 5 Stelle nelle sfide in cui un loro candidato non sarà presente. E’ quanto scrive, in una nota, l’Istituto Cattaneo secondo cui risulta difficile, però, capire dove finiranno i loro voti.

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

L’IDEA DI DESTRA DEL GIORNO

 
BALLOTTAGGI QUI’ LO DICO E QUI’ LO NEGO CHE NULLA CANBIERA’ – I TITOLARI DEGLI SCRANNI GIA’ ELETTI TRA FESTE E CENE E PANTOMIME – TORTORA ACCUSO’ LE SUE LETTERE – ANGELO MANNA L’INTERVENTO IN PARLAMENTO SUGLI USURPATORI DELL’INFRANCESATO E ALTRE NEWS


BALLOTTAGGI QUI’ LO DICO E QUI’ LO NEGO CHE NULLA CANBIERA’ – I TITOLARI DEGLI SCRANNI GIA’ ELETTI TRA FESTE E CENE E PANTOMIME – TORTORA ACCUSO’ LE SUE LETTERE – ANGELO MANNA L’INTERVENTO IN PARLAMENTO SUGLI USURPATORI DELL’INFRANCESATO E ALTRE NEWS
———————————————————————————————————————————————————————————
IL SERVIZIO CONTINUA
——————————————————————————————————————————————————————————-
 

Alcuni passi di un famoso intervento dell’Onorevole Angelo Manna, al Parlamento Italiano,(4 marzo 1991)

“La nostra memoria offesa e condannata all’oblio, affinché non fosse minimamente possibile sospettare o anche soltanto immaginare la nostra vera storia di popolo facoltoso, unito già da mille anni e con Napoli magnifica capitale, culla di ricchezza, arte, cultura e progresso.
L’Ufficio dello Stato Maggiore dell’Esercito italiano è l’armadio nel quale l’unificazione tiene so

Altro…

foto di Gennaro Mattiucci.
-sotto chiave il proprio fetore storico: quello dei massacri bestiali, delle profanazioni e dei furti sacrileghi, degli incendi dolosi, delle torture, delle confische abusive. delle collusioni con Tore e Crescienzo (all’anagrafe Salvatore De Crescenzo) e con la sua camorra, degli stupri di fanciulle, delle giustizie sommarie di cafoni miserabili e inermi, delle prebende e dei privilegi dispensati ai traditori, assassini e prostitute. 
Quali studiosi hanno potuto aprire questi armadi infami, signor sottosegretario? I crociati postumi, gli scribacchini diventati cattedratici per aver saputo rinnegare la propria origine e per aver saputo rinunciare alla ricerca della verità storica, per avere dimostrato di saper essere i sacerdoti del sacro fuoco del mendacio.

L’Ufficio storico dell’Esercito italiano custodisce e protegge le prove storiche che fu quella sacra epopea che fu detta Risorgimento non fu, se non una schifosa storia di rapine e di massacri e che fu scritta da un’orda barbarica nel Regno di Napoli, che, oltre la vita e i beni, rubò al Sud e portò nell’infrancesato Piemonte financo il nome di Italia”
Angelo Manna

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

FINE SERVIZIO
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...