NIZZA LA BARBARIE ALTRA STRAGE ALLE PORTE DELL’ITALIA ORIANA FALLACI CI AVVISO’ “SIAMO IN GUERRA” (IL COMMENTO DI “AZIMUT)


NIZZA LA BARBARIE ALTRA STRAGE ALLE PORTE DELL’ITALIA ORIANA FALLACI CI AVVISO’ “SIAMO IN GUERRA” ( IL COMMENTO DI “AZIMUT” ) 

 
NIZZA LA BARBARIE ALTRA STRAGE ALLE PORTE DELL’ITALIA ORIANA FALLACI CI AVVISO’ “SIAMO IN GUERRA” ( IL COMMENTO DI “AZIMUT” ) 
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 15 LUGLIO 2016 ]
 
info 340 3492379 
 
info 339 2004026
 azimutassociazione@libero.it
 “Associazione Azimut”<associazioneazimut@tiscali.it>
Tel. 081 7701332
 
NIZZA ( FRANCIA ) : 14 LUGLIO 2016
© EPA

[ dal web ] – “…..Camion piomba sulla folla a Nizza: spari all’impazzata, ucciso autista. 80 morti – Le immagini atroci della folla che fugge terrorizzata fanno il giro dei social…”(molti bambini tra le vittime e tanti feriti, bilancio provvisorio)

“Azimut” – Ufficio Stampa
 
 NIZZA LA BARBARIE ALTRA STRAGE ALLE PORTE DELL’ITALIA ORIANA FALLACI CI AVVISO “SIAMO IN GUERRA” ( IL COMMENTO DI “AZIMUT” ) 
 
[ Le prime notizie – tratte dal web ] – “…Terrore e strage in Francia nel giorno della Festa Nazionale del 14 luglio. Un camion si è scaraventato contro la folla durante le celebrazioni a Nizza, nel sud del Paese. I fatti si sono svolti sulla promenade Des Anglais, il lungomare della cittadina transalpina, durante lo spettacolo dei fuochi artificiali- Il bilancio delle vittime dell’attentato è di almeno 80 morti. Lo riferisce Le Figaro che cita fonti della sicurezza francese. Il presidente Hollande ha lasciato Avignone per rientrare d’urgenza a Parigi…”
 
 ORIANA FALLACI CI AVVISO’ “SIAMO IN GUERRA” 
 
———————————————————————————————————————————————————————————
GRADIMENTI
Piace a 218 persone +1 questa settimana
Vincenzo Mannello e altri 41 amici
Piace a 218 persone +1 questa settimana
Barbara Vuono e altri 41 amici
 
DA CATANIA E COSENZA
———————————————————————————————————————————————————————————
[ DA “AZIMUT – ARCHIVIO ONLINE LINK ]

INVASIONE IMMIGRAZIONE ACCOGLIENZA E BUSINESS IL CASO …

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/invasioneimmigrazioneacc

14 giu 2015 – INVASIONE IMMIGRAZIONE ACCOGLIENZA E BUSINESS IL CASO … 15.06.’15 ] “Azimut” gradimenti facebook Piace a 208 persone 0 questa …

IMMIGRAZIONE ACCOGLIENZA INVASIONE VERRA’ L’ORA CHE …

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/immigrazioneaccoglienzai

02 apr 2016 – IMMIGRAZIONE ACCOGLIENZA INVASIONE VERRA’ L’ORA CHE CANTI … LA LETTERA DI ROSALBINO – con traduzione a cura “Azimut” ].

( IL COMMENTO DI “AZIMUT” )
 
“Azimut” – il presidente
  REPETITA IUVANT – ABBIAMO GIA’ SCRITTO ( REPLICA ) – LEGGI –
————————————————————————————————————————————-
2 APRILE 2016
VERRA’ L’ ORA CHE CANTI LA MITRAGLIA
————————————————————————————————————————————-
Lumini, fiori, scritti di dediche alle vittime; un copione che compendia tutta l’impotenza, senza fine, a riguardo delle stragi che insanguinano l’Europa; per non parlare della vile noncuranza verso le mattanze di cristiani in tutto il mondo. L’accoglienza, senza controllo e selezione, è una gigantesca bomba ad orologeria, destinata prima o poi ad esplodere. Il vecchio continente è strapieno di basisti che consentono di colpire come, dove e quando si vuole.Per i cristiani, poi, il linguaggio dei mansueti cade, sistematicamente, nel vuoto e la croce è il bersaglio di tutti i fondamentalismi e gli integralismi.
 
Governi e istituzioni internazionali balbettano di pace, coesistenza, convivenza e integrazione. Dribblano sul terrore. Cosa si nasconde dietro il cancro del terrorismo ? Nessuno potrà mai saperlo completamente: di certo è verità lampante l’intreccio con l’industria delle armi, il mercato nero del petrolio, l’ambiguità politica di esportazione delle democrazie e le connivenze, per non dire altro, che prosperano all’interno dell’islamismo e in gran parte delle nazioni che lo praticano.
 
Dove sta scritto che l’Europa debba abbracciare la società multiculturale e multirazziale ? e il rispetto per gli Altri senza che rispettino i valori della casa in cui stanziarsi ? Con l’impiego di risorse, negate alle categorie di appartenenza meno abbienti, accettando che risultino come l’appannaggio, in esclusiva, di chi arriva con i barconi ? Arrivano donne e bambini, e rifugiati, profughi, certo che sì;ma arrivano i migranti cosiddetti economici, non detti più clandestini,  e perchè no anche fanatici per altre ragioni; in sostanza, vuoi o non vuoi, una biblica invasione, “pacifica” sino a quando ?, di sradicati comunque sia da paesi, non sempre in guerra, e dalle proprie etnie.
 
Quali le responsabilità ? Chi i responsabili ? Possiamo rispondere che coloro i quali hanno provocato questo universo caos, a tutt’oggi impuniti, sono tutti coloro che continuano a spingere in tale direzione e pretendono di fare la nuova storia, sulla pelle dei popoli in fuga e quelli di approdo, per mezzo della cultura del miscuglio dal quale, però, si conservano immuni.
 
In quanto alla sinistra politica di affiancamento del disastro epocale, pilotata da tutte le sinistre – fedeli esecutrici -, la grancassa mediatica – falsamente caritatevole e compassionevole, “umanitaria” – si accompagna a sterili proclami per la sicurezza; tanto per stigmatizzare le cose di casa nostra, solo un bluff.
 
E’ sufficiente un giro in uno dei quartieri delle nostre città, per osservare, provare per credere.Non c’è tabacchi, bar, supermercato, eccetera, che non veda stazionarvi per la questua immigrati, giovani e in carne, a fare – per così dire – il loro lavoro quotidiano; e noi italiani, com’è noto, non neghiamo l’obolo; è vero che l’accattonaggio non è più un reato ma la sua organizzazione e predisposizione – a turni e posti interscambiabili – certamente sì. Chi sono ? regolari o no, con permessi di soggiorno o no, con documenti o no ? ; per i commissariati di pubblica sicurezza, le stazioni dei carabinieri e i comandi della polizia municipale, evidentemente, vale il disposto del “lasciar fare”.
 
E quì che sorge, spontanea, una domanda delle cento pistole : e, poi,  se decidessero di assegnarli ad altri “compiti” ? ristorando, vita natural durante, le loro famiglie di origine e spingendoli a guadagnarsi il loro paradiso ? Insomma, dove gli italiani non sono che l’enclave, nei quartieri ancora nostri – e sotto le nostre finestre –  , visibili i parcheggi di potenziali e futuri “soldati dell’Islam”.
 
Se si vuole che il problema possa avere una risoluzione culturale, è pacifico che non debba proseguire – ad iniziare dalla scuola e dalla prima infanzia –  col biascicare di tolleranza ad ogni costo; l’acquiescenza e l’arrendovolezza, propinate ai nostri figli e nipoti, ovviamente non paga;meglio prepararli, con buona pace dei  complici “buonisti”,  all’eventuale  difesa dal basso che non solo è legittima ma sacrosanta. No al suicidio. Verrà l’ora che canti la mitraglia!
—————————————————————————————————————–
Quali le responsabilità ? Chi i responsabili ?
MEMENTO
12799419_1038878619519844_9187452836236140552_n Mattarella ha firmato. Ecco come cambia la legge elettorale
AMERIKA – AMERIKA – AMERIKA E << REPUBBLICA NAPOLITANA >> – “PROTETTORATO ITALIA” – QUI VULT CAPERE CAPEAT …..
——————————————————————————————————————————————————————————–
NIZZA LA BARBARIE ALTRA STRAGE ALLE PORTE DELL’ITALIA ORIANA FALLACI CI AVVISO’ “SIAMO IN GUERRA”…..
E A PROPOSITO  ( E NON SOLO ) – TRATTO DAL “SECOLO d’ITALIA” 
——————————————————————————————————————————————————————————–
Giorgia Meloni: «Istituire il reato di predicazione fondamentalista» (Video)

Giorgia Meloni: «Istituire il reato di predicazione fondamentalista» (Video)

giovedì 14 luglio 2016 

 

Divenga reato la predicazione dell’islam fondamentalista, quello wahabita e salafita, che prevede la pena di morte per l’apostasia o per la blasfemia. Lo chiede Fratelli d’Italia con una proposta di legge, illustrata in conferenza stampa da Giorgia Meloni, Ignazio La Russa, Fabio Rampelli, Edmondo Cirielli e Giovanna Petrenga. Il testo, ha spiegato la Meloni, verrà proposto anche agli altri gruppi parlamentari per averne sostegno, ma su esso verrà lanciata una Petizione popolare, con una raccolta di firme così che “a settembre la proposta abbia in Parlamento un sostegno popolare”.

Meloni: la petizione per introdurre il reato di integralismo

La Proposta di legge punisce con la reclusione da quattro a sei anni «chiunque, al fine di o comunque in maniera tale da mettere in concreto pericolo la pubblica incolumità propugna o propaganda idee dirette a sostenere sotto qualsiasi forma a) l’applicazione della pena di morte per apostasia, omossessualità, adulterio o blasfemia; b) l’applicazione di pene quali la tortura, la mutilazione e la flagellazione; c) la negazione della libertà religiosa; d) la schiavitù, la servitù o la tratta di esseri umani». In più la stessa pena si applica anche a chi finanzia «organizzazioni che svolgono, anche nei luoghi di culto, attività dirette a commettere il reato»  introdotto dalla proposta di legge. Va incontro ad una pena da tre a cinque anni «chiunque riceve da uno Stato straniero o da organizzazione o soggetti stranieri, beni o denaro destinati a essere in tutto o in parte utilizzati al fine di commettere il reato». La proposta di legge mira quindi ha colpire la predicazione dell’Islam fondamentalista non solo nei luoghi di culto, bensì anche, ha sottolineato La Russo, attraverso il web.

No al referendum: tre buoni motivi

Parallelamente giorgia Meloni ha ribadito forte e chiaro il suo impegno e di FdI per il No al Referendum costituzionale: un referendum che non ablisce il Senato e soprattutto non recepusce nulla della battaglia storica della destra italiana per un vero presidenzialismo. In ultimo, la personalizzazione del referendum sulla persona del premier rende ancora più bassa la qualità delle modifich che si iintndono apportare alla Costituzione (ecco il video)

———————————————————————————————————————————————————————————
OGGI : 
NIZZA LA BARBARIE ALTRA STRAGE ALLE PORTE DELL’ITALIA ORIANA FALLACI CI AVVISO’ “SIAMO IN GUERRA” ( IL COMMENTO DI “AZIMUT” ) 
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 15 LUGLIO 2016 ]
team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 
 
FINE SERVIZIO
Annunci

1 commento su “NIZZA LA BARBARIE ALTRA STRAGE ALLE PORTE DELL’ITALIA ORIANA FALLACI CI AVVISO’ “SIAMO IN GUERRA” (IL COMMENTO DI “AZIMUT)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...