SUICIDIO COLLETTIVO DELL’EUROPA E I DECISORI VILI E FELLONI DEL FARE APPRODARE – 12 ANNI DI TERRORE DA MADRID A MONACO 1242 MORTI OLTRE CINQUEMILA FERITI – IL BALBETTIO TEDESCO E L’ITALIA DEI BARCONI E DELLA “CANNABIS LIBERA” IN ARRIVO


SUICIDIO COLLETTIVO DELL’EUROPA E I DECISORI VILI E FELLONI DEL FARE APPRODARE – 12 ANNI DI TERRORE DA MADRID A MONACO 1242 MORTI OLTRE CINQUEMILA FERITI  – IL BALBETTIO TEDESCO E L’ITALIA DEI BARCONI E DELLA “CANNABIS LIBERA” IN ARRIVO

SUICIDIO COLLETTIVO DELL’EUROPA E I DECISORI VILI E FELLONI DEL FARE APPRODARE – 12 ANNI DI TERRORE DA MADRID A MONACO 1242 MORTI OLTRE CINQUEMILA FERITI  – IL BALBETTIO TEDESCO E L’ITALIA DEI BARCONI E DELLA “CANNABIS LIBERA” IN ARRIVO [“AZIMUT-NEWSLETTER” : 26.07.’16]
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” NAPOLI
[ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 26 LUGLIO 2016 ]
 
 

———————————————————————————————-

L’ISLAM E NOI – GIANCARLO LEHNER DA ROMA / 2

———————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: bulli e pupe, loro i bulli, noi le pupe?
Date: Sun, 24 Jul 2016 08:27:41 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )


L’imperativo è salvare ad ogni costo la Merkel e tutti i complici accoglisti e filomaomettani, sino a truccare le elezioni presidenziali in Austria. Visto che esiste il terrificante precedente di Jorge Mario (” ‘Se uno mi offende la madre gli do un pugno”), il papa non buono, che volle glissare, giustificando di fatto la strage dei vignettisti di Charlie Hebdo,  adesso osano derubricare l’emergenza del terrorismo islamico a bullismo da aula scolastica. Ecco, dunque, i nemici mortali dei cittadini europei: da un lato, gli islamisti che ci vogliono sanguinosamente convertire; dall’altra, i disinformatori militanti che ci vogliono spegnere la fiammella del pensiero. A questi due spietati bulli, è bene far sapere che non siamo “pupe”, ma donne ed uomini ancora capaci di ragionamento critico.

Giancarlo Lehner

————————————————————————————————————————————————————-
TRATTO DAL “SECOLO d’ITALIA”
————————————————————————————————————————————————————-

Sorpresa, il killer di Monaco non è un neonazista ma un iraniano…

Sorpresa, il killer di Monaco non è un neonazista ma un iraniano…

sabato 23 luglio 2016 

Sorpresa, sorpresona. Il killer di Monaco non è un neonazista e nemmeno un imitatore di Breivik, il pazzo norvegese di funesta memoria, ma è Ali Sonboly, un 18enne iraniano malcresciuto in Germania. Smentiti così tutti i mass media che — imbeccati da fonti governative  — per un’intera notte hanno blaterato di “piste nere” e complotti interni.Rimane l’imbarazzo del governo di Berlino che si premura di escludere legami con l’attacco di lunedì scorso sferrato sul treno a Wurzburg da un afghano con l’ascia. “La strage non ha niente a che fare con l’Isis”, hanno assicurano i poliziotti teutonici che preferiscono parlare di “follia omicida”. Una scelta ipocrita quanto obbligata per la cancelliera e i suoi ministri, fautori di una demenziale politica d’accoglienza, ormai sempre più invisa dall’opinione pubblica, e sostenitori di un multiculturalismo fallimentare quanto insidioso.Insomma, meglio il pazzo — ovviamente vittima della società o del bullismo, e dunque da capire e compiangere — che affrontare gli intricati nodi di uno scenario sempre più inquietante e pericoloso. Fa nulla se proprio ieri, la polizia criminale federale (Bka) aveva avvertito della minaccia di nuovi attentati sui treni e, mercoledì scorso, persino il ministro degli Interni Thomas de Maiziere aveva parlato di una situazione sempre più grave e paventato possibili attacchi del terrorismo islamico.Mentre Monaco si appresta a seppellire i suoi morti e la Germania è sconvolta da terrore, la Zdf, la tv pubblica tedesca, è però in altre faccende affacendata. I televertici vogliono la cancellazione “eterna” della fortunata serie de L’Ispettore Derrik, tanto amata da Indro Montanelli e da milioni di spettatori.  Il motivo? Nel 2013 si era scoperto che il protagonista Horst Tappert, defunto nel 2008, aveva indossato la divisa delle Waffen SS nel lontano ’43. Orrore e conseguente epurazione postuma. Non vi è futuro per un paese ammalato di tabù, correctness e stupidità.

———————————————————————————————————————

L’EDICOLA

———————————————————————————————————————

——– Original Message ——–

Subject: Speciale strage Monaco di Baviera
Date: Sun, 24 Jul 2016 05:43:16 +0200
From: “Secolo d’Italia” <newsletter@secoloditalia.it>
To: “associazioneazimut@tiscali.it” <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: newsletter@secoloditalia.it
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Domenica, 24 Luglio 2016
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Sorpresa, sorpresona. Il killer di Monaco non è un neonazista e nemmeno un imitatore di Breivik, il pazzo norvegese di funesta memoria, ma è Ali Sonboly, un 18enne iraniano malcresciuto in Germania. Smentiti così tutti i mass media che — imbeccati da fonti governative — hanno blaterato di “piste nere” e complotti interni.                                                                                                                               Leggi tutto >
 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

 

 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

 

 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

 

 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

 

 

 

L’IDEA DI DESTRA DEL GIORNO

 
 
 
 
 
 
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma

 

——– Original Message ——–

Subject: 25 luglio – Leggi le principali notizie di oggi
Date: Mon, 25 Jul 2016 05:20:05 +0200
From: “Secolo d’Italia” <newsletter@secoloditalia.it>
To: “associazioneazimut@tiscali.it” <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: newsletter@secoloditalia.it
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Lunedì, 25 Luglio 2016
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
La crescita globale c’è ma “resta più debole di quanto desiderabile”: lo si legge nel comunicato finale del G20 finanziario di Chendgu. I benefici della crescita devono avere una più ampia diffusione “all’interno e tra i Paesi per promuovere l’inclusività”. C’è ancora “un ambiente di rischi al ribasso”, marcati da oscillazioni dei prezzi delle materie prime e da bassa inflazione in molti Paesi.                                                                                                                                                                               Leggi tutto >
 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

 

 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

 

 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

 

 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

 

 

 

L’IDEA DI DESTRA DEL GIORNO

 
 
 
 
 
 
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma

——– Original Message ——–

Subject: 26 luglio – Leggi le principali notizie di oggi
Date: Tue, 26 Jul 2016 05:08:21 +0200
From: “Secolo d’Italia” <newsletter@secoloditalia.it>
To: “associazioneazimut@tiscali.it” <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: newsletter@secoloditalia.it
Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Martedì, 26 Luglio 2016
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Strano a credersi, ma anche la severa Germania sembra ormai preda di quella sindrome da struzzo che imperversa in Europa sulla questione migranti. Dalla sua casa nella regione di Uchermark la cancelliera Angela Merkel si è detta giustamente «sconvolta» per l’ondata di violenze che nel weekend ha investito la nazione.                                                                                                                    Leggi tutto >
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

L’IDEA DI DESTRA DEL GIORNO

Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma

———————————————————————————————————————-

TRA CRONACA E STORIA ( ALTRE NEWS )

———————————————————————————————-
( da messaggi “postati” su facebook )
 
 
[ da messaggi “postati” su facebook ]
 

Tien Tsin, Cina – Il FORUM, palazzo della cultura italiana, da poco restaurato, mantendendo i fasci littori. Al suo interno una sala della pelota, una dei giochi d’azzardo ed una sala cinema.

 
 
Piero Fanara ha condiviso il post di Noi con Salvini.

RATZINGER PROFETICO
Benedetto XVI ci aveva avvertiti: “La Turchia non c’entra con l’Europa”

Già nel 2004, il Papa disse che la Turchia non è (e non sarà mai) Europa. Le sue riflessioni storiche e culturali si sono rivelate, perciò, ancora una volta…
WWW.ILPOPULISTA.IT
 
 
 

RITROVATO UN FASCICOLO DI PAOLO BORSELLINO, EMERGONO NOMI PESANTI
La ricostruzione dei giornalisti del Fatto Quotidiano, Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza, mette i brividi: Borsellino è stato ucciso perché stava indagando, formalmente, sulla trattativa Stato-Mafia.
La conferma arriva dal ritrovamento di un fascicolo assegnato a Borsellino in data 8 luglio 1992 (11 giorni prima di essere ucciso…) in cui viene fuori l’ufficialità dell’indagine e i nomi delle persone coinvolte.

Continua a leggere

foto di Ezio Ghidini Citro.
Giuseppe Turrisi ha condiviso un link.

·

Benito Mussolini e alcuni notabili salgono le gradinate dell’altare della patria. Il Duce brucia sulla fiamma perpetua alcune pagine del bilancio del debito …
YOUTUBE.COM

Mi piace

Mi piace
Love
Ahah
Wow
Sigh
Grrr

Commenta

Commenti
Antonio Pocobello
Antonio Pocobello Attenzione – Questo gesto pone fine alla sudditanza monetaria italiana dei banchieri usurai che ci fecero la schifezza dell’Italia unita per cazzi loro e per distruggere noi, in primis regno delle due Sicilie.
Altro…

foto di Antonio Pocobello.

Antonio Pocobello con Vincenzo Amato e altre 6 persone.

il Gran Libro del Debito pubblico venne istituito dalla legge n° 94 del 10 luglio 1861 (“Legge colla quale è istituito il Gran Libro del Debito pubblico del Reg

Altro…

NELLE NOSTRE RADICI, IL PASSATO, IL PRESENTE, IL FUTURO.
=====================================================
“…..Lungo sarà il cammino, ma con coraggio e con ardor, lanciamo i nostri cuori, nella battaglia ancor…..” (canto dei Parà).

foto di Gabriele Limido.
IGGI – SUICIDIO COLLETTIVO DELL’EUROPA E I DECISORI VILI E FELLONI DEL FARE APPRODARE… [ “AZ.” – 26.07.’16 ]
FINE SERVIZIO
ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT”  NAPOLI 
 
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut”:   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 NAPOLI
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...