GLI UOMINI PASSANO, LE IDEE NO : PASSATI NOI PERO’ ALTRI, POI, CI SEGUIRANNO


GLI UOMINI PASSANO, LE IDEE NO : PASSATI NOI PERO’ ALTRI, POI, CI SEGUIRANNO [ A.S. VUONO ] – “AZ.” : 10 OTTOBRE 2016 –

No, non rimpiango niente! ( Non, je ne regrette rien )

Edith Piaf – No je ne regrette rien – YouTube

28 apr 2009 – Caricato da Lorena Molinari

Scena tratta dallo spettacolare film “La vie en rose” dedicato alla vita della cantante francese Edith …

 ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE “AZIMUT” –Crea il tuo blog   NAPOLI

GLI UOMINI PASSANO, LE IDEE NO : PASSATI NOI PERO’ ALTRI, POI, CI SEGUIRANNO [ A.S. VUONO ] – “AZ.” : 10 OTTOBRE 2016 –
 
———————————————————————————————————-
[ ( FRANCO CARDINI DIXIT ) : “…alla settantina si perdono tanti bei piaceri e tanti invidiabili vantaggi, forse non si diventa nemmeno tanto più saggi (anzi, per la verità c’è il pericolo di rimbambire…), ma in cambio si acquista l’impagabile diritto di dir ormai quel che si vuole…”  ( anche per me…Arturo Stenio Vuono ) “Azimut” Associazione – NAPOLI ]
———————————————————————————————————-

 

Gli uomini passano, le idee no; passati noi però altri, poi, ci seguiranno [ A.S. Vuono ]
———————————————————————————————————PROSSIMO SERVIZIO IN RETE : RITORNEREMO ! ! !  ( ? ? ? ) [ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 9 OTTOBRE 2016 ]  anteprima di web – Con il Msi – poi con An e ancora oltre… le idee non muoiono e le radici non gelano… – ULTIMI NOSTRI TRE PREAVVISI GIA’ SU FACEBOOK – POI SERVIZI GIA’ IN RETE : vedi sotto.
———————————————————————————————————————————————————————————
1
 
Quando incrociai la mia vita col Msi ( era nel ’58 ed io avevo solo quindici anni ed il movimento ne aveva solo dodici ), fu un vero e proprio “colpo di fulmine”, diciamo “un’amore a prima vista
——————————————————————————————————————————————————————————–
 10014535_10202470967307786_2065421009_nRisultati immagini per msi logo

1

Canto degli Italiani – Inno Movimento Sociale Italiano – YouTube
 
AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE VOTIAMO NO ! – FONDAZIONE AN MOSTRA SUI 70 ANNI MSI – BOBBIO E LIGNOLA  GIUDICI FUORI DAL CORO – ALTRE NOTIZIE [ “AZ.” – 7 OTT. ’16 ] – servizio tra breve in rete – visita il sito e leggi tutto – 
 
Da “azimut archivio online” La storia del Msi, vissuta da un militante – ( uno stralcio, dal sito  – 22 novembre 2006) –  ” ( . . . ) – Quando incrociai la mia vita col Msi ( era nel ’58 ed io avevo solo quindici anni ed il movimento ne aveva solo dodici ), fu un vero e proprio “colpo di fulmine”, diciamo “un’amore a prima vista” già in incubazione: da più piccolo avevo assistito alla scena di un comizio missino, sciolto di viva forza dalla “celere”, ricordavo le foto dei giornali sulla restituzione – in una cassa di imballaggio – delle spoglie mortali di Benito Mussolini, m’era impressa la scena d’una grande manifestazione di giovani nazionali ( a sostegno della “rivolta ungherese” ) – nel ’56 – contro il comunismo russo; eravamo, all’epoca così tanto pochi ( ad esporci ) che la conoscenza – anche personale ( e più stretta ) – del leader massimo, sia sul piano nazionale che locale, come di tutti gli altri dirigenti, ad ogni livello, era inevitabile; cosicchè, solo e per questo, posso aggiungere qualcosa di personale.Nel 1965 ( avevo 22 anni, non compiuti ) alla vigilia dell’VIII° Congresso Nazionale di Pescara, lo incontrai insieme ad altri ( nella “Sala Donato”, in Cosenza, nel popolarissimo quartiere ove sono nato : vi avevano abbondato i vecchi socialisti, poi – nel dopoguerra – con tanta gioventù di destra ), avendo un breve “scontro” incruento ( intendo dialettico ) ; che, nel prendere la parola ( quale più giovane delegato eletto in Italia ), gli contestai di avere preso le distanze, dalla segreteria di Michelini ( col quale aveva, comunque, cogestito la cosiddetta politica di “centro”, nel partito, sostenuta dalla “destra interna” dell’onorevole Romualdi ) , solo strumentalmente, per inquadrare – ed assorbire – il malcontento che stava, invece, portando “l’ala sinistra” ( sempre interna : degli onorevoli Leccisi e Manco ) a posizioni di forza impreviste; solo strumentalmente per , poi, a Pescara, “rientrare” ( cosa che, in effetti, avvenne); e fu, da parte sua, solo uno sguardo di meraviglia, una non risposta ( per comprensione ), e più tardi ne metabolizzai il senso ed il suo scopo ch’era invece mirato, unicamente, alla preservazione del movimento. In effetti, come vedremo, ognuno dei segretari del Msi ( o a chi a tale missione fosse chiamato, più che aspirare ) si pose sempre al centro e come equilibratore “di destra e di sinistra, interne” ( al partito ); una costante di tanti e tanti anni difficili e di immensi affanni, resistendo a tutto e a tutti, onde continuare ad essere una “riserva morale” per l’Italia che l’attuale, diverso, più comodo scenario di Alleanza Nazionale non può appieno fare comprendere. ( . . . ) –  [ TRATTO DA ” 50 ANNI DI MOVIMENTO : LA STORIA DEL MSI, VISSUTA DA UN MILITANTE ” di Arturo Stenio Vuono “STAMPATO IN PROPRIO DA A.G.- ARENELLA – NAPOLI – 1997″ ] –  [ ” ( . . . )  CON ALMIRANTE, NEL MIO PICCOLO ( E PER QUEL CHE HA CONTATO )…, MOLTI DI NOI HANNO AVUTO UN RAPPORTO ASSAI STRANO : MAI – COMPLETAMENTE – CONDIVIDENDO LA SUA POLITICA, IN POSIZIONE DI DISTINGUO NELLA DINAMICA DELLA DIALETTICA INTERNA; SEMPRE – IN ULTIMA ANALISI – CON IMMENSA FIDUCIA PERO’ NELLA SUA FIGURA DI “REGGITORE” E DI “TIMONIERE” DI CUI – E’ CHIARO – CHE NON SI POTEVA FARE A MENO E DI CUI, COMUNQUE, CI SI POTEVA – CERTAMENTE – FIDARE; E ALMIRANTE : COME LA “STELLA POLARE”, UOMO BUONO E GIUSTO NONCHE’ MITE, BENCHE’ IRRIDUCIBILE, PIENO DI SENTIMENTI UMANI, MASSIMAMENTE APERTO AL COLLOQUIO CHE NESSUNA BARRIERA DELLA POLITICA, PURE IN PRESENZA DI ASPRI CONTRASTI, AVREBBE POTUTO – PER LUI – IMPEDIRE. E SPESSO NON SI POTEVA EVITARE…CHE I SUOI SENTIMENTI UMANI SOPRATUTTO T’INONDASSERO E L’ACQUA, COSI’, CADENDO SUL FUOCO….. >> ( . . . ) ” –  [ TRATTO DA ” 50 ANNI DI MOVIMENTO”….. ]
 

quella “nostalgia dell’avvenire” verso il … – Associazione Azimut

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/quella-nostalgiadellavvenir

27 dic 2015 – QUELLA “NOSTALGIA DELL’AVVENIRE” VERSO IL SETTANTENNIO DI NASCITA DEL MOVIMENTO SOCIALE ITALIANO ( anteprima di web …

 
——————————————————————
2
QUANDO CI SI ACCORGE DI TROVARSI SUL “VIALE DEL BEL TRAMONTO”… IL PENSIERO CI PORTA A QUEGLI ENTUSIASMANTI ANNI SESSANTA, IN PIENA E GENEROSA GIOVINEZZA, AUTENTICAMENTE MILITANTE,  DELLE NOTTI CAPITOLINE
——————————————————————
276261_1002645712_5204015_n Risultati immagini per fuan caravella romaRisultati immagini per fuan caravella roma
2
 
“I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA” – “PLANANDO SOPRA BOSCHI DI BRACCIA TESE” – SPECIALE 70 ANNI DEL MSI [ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 9 OTTOBRE 2016  – servizio tra breve in rete ] associazioneazimut@tiscali.it – da “azimut archivio online” – uno stralcio dal servizio 

10/03/2012 20.08 – an.arenella@libero.it 
AMARCORD : < NOSTALGIA DELL’AVVENIRE > ; … “L’UOMO CHE VIDE IL FUTURO”… ;BIRRA – CULTURA – POLITICA, ETC. 
[ “Azimut-NewsLetter: domenica, 11 marzo 2012 ] 
 
– 

Arturo Stenio Vuono : QUANDO CI SI ACCORGE DI TROVARSI SUL “VIALE DEL BEL TRAMONTO”… IL PENSIERO CI PORTA A QUEGLI ENTUSIASMANTI ANNI SESSANTA, IN PIENA E GENEROSA GIOVINEZZA, AUTENTICAMENTE MILITANTE,  DELLE NOTTI CAPITOLINE : era buona la bevuta della “birra nera alsaziana”, portata in stivali di vetro ( litri due ), nel locale alle spalle di piazza Colonna – prima che ci si portasse alla fontana di Trevi – , oppure – in alternativa – si optava per le speciali “bruschette universitarie” presso “Meo Patacca” a Trastevere ( ascoltando musica e ballando, era di casa, allora, la “new roman jazz band” ) ; le “frequentazioni”, più strettamente politiche, “pendolavano” tra: vicoletto del Pantheon ( pure con l’appendice, nel sottostante locale del palazzo,  per l’immancabile pizza …) , via degli Scipioni, piazza del Risorgimento e Via Domenico Fontana…etc., etc., etc. ( erano tutte – come si diceva – “sedi extraparlamentari”… ); tra via delle IV Fontane, via Sommacampagna, etc., e la facoltà universitaria di piazzetta della Fontanella Borghese, etc., in “luoghi ortodossi” – come si diceva – della destra missina; all’Istituto di Cultura Austriaco in  Italia, in conferenze con il buffet di “crauti al senape” ( in via dei Parioli ) ; pure in via Rovereto (per lavoro – presso studio legale – in modo da “arrotondare”) e, parimenti, in via dei Taurini ( alla tipografia – in locale piano terra della direzione e redazione del giornale – per integrare: come correttore di bozze ) , etc.; e potremmo continuare ( quanti splendidi ricordi… ) . La nostra gioventù!ALTRI UOMINI – ALTRI TEMPI ! ! !  – VISITA IL SITO – BLOG : 

AMARCORD: “NOSTALGIA DELL’AVVENIRE”; … “L’UOMO CHE VIDE …

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/amarcord-nostalgiadellavve

10 mar 2012 – [ “Azimut-NewsLetter: domenica, 11 marzo 2012 ] [ puoi – anche … March 10, 2012 – AMARCORD : < NOSTALGIA DELL’AVVENIRE > ; 

 
——————————————————————
3
Quando, tra i tanti progetti per il futuribile, Giuseppe Tatarella indicò come l’obiettivo principe la federazione dell’area vasta, alternativa alla sinistra – da sempre maggioritaria ma mai maggioranza elettorale -, non si sbagliava; oggi più che mai la sua antica prospettiva è di estrema attualità.
——————————————————————
1920295_10202465161282639_78825379_nRisultati immagini per alleanza nazionale

3

“PLANANDO SOPRA BOSCHI DI BRACCIA TESE” – EDITORIALE MARZO 2016 Arturo Stenio Vuono  https://azimutassociazione.wordpress.com – PER LA POLITICA CHE VOLA ALTA OCCORRE SEMPRE AVERE UN SOGNO — 

Quando, tra i tanti progetti per il futuribile, Giuseppe Tatarella indicò come l’obiettivo principe la federazione dell’area vasta, alternativa alla sinistra – da sempre maggioritaria ma mai maggioranza elettorale -, non si sbagliava; oggi più che mai la sua antica prospettiva è di estrema attualità. Occorre sempre avere un sogno, certo che sì. — Fatto il lavoro sporco, segnatamente per gli anni dalla fine del 2011 ad oggi, i solerti picconatori all’interno, e all’esterno, del centrodestra – con l’avallo dell’apparato istituzionale e dei soliti noti poteri forti – devono iniziare daccapo.Proprio così. — La loro combinata alternativa allo schema bipolare, destra-centro e sinistra-centro, non s’è in effetti ancora concretizzata; apparentemente l’indotta diaspora della destra, la provocata autoliquidazione dell’ex PdL – come partito unico del centrodestra – , l’estromissione di Silvio Berlusconi dall’agone parlamentare, può far credere il contrario. Resta certo perciò, oggettivamente, che all’attuale spaccottamento della riva destra non ancora si riesce a consolidare – come compatta ed egemone – quella di sinistra-imposta; e la consentita opposizione di sua maestà del sodalizio di “Casaleggio” & “Grillo” con il codazzo a cinque stelle;il tutto non funziona, arranca e non sfonda. — Al tradizionale e innovatore schema bipolare, non è subentrato definitivamente , e irreversibilmente, lo schema autorizzato del Renzi designato e del Grillo ratificato; la maggioranza degli abusivi è in difficoltà e la cosiddetta rivoluzione in rete non ha sortito il risultato, almeno fino ad oggi, di metabolizzazione della protesta.La gente per bene, nell’interesse dell’Italia intera, prima o poi ritornerà a schierarsi; e il fuoco cova sotto la cenere. — Detto ciò, veniamo all’attuale ed è pacifico che democrat e grillini sono pesci che nuotano nell’acqua della democrazia di minoranza e che si nutrono di astensionismo; sulla metà dei cittadini, iscritti nelle liste elettorali, decisi al voto per ogni competizione tripolare – entrambi – contano sul vantaggio di potersi guadagnare il ballottaggio.A parte che i loro vertici, nell’implicito gioco delle parti – in cui vuoi o non vuoi sono coinvolti -, non vanno oltre lo scontato scontro parlamentare, gli italyoti che ne votano i simboli hanno, in gran parte, un comune orientamento ovverosia confluire, al secondo turno, su chi dei due ha prevalso onde battere, comunque sia, l’eventuale terzo incomodo. — Uno scenario dal quale sembra non si possa uscire e per il quale s’è costruito il meccanismo della neo legge elettorale, il cosiddetto italicum ovvero il tirannicum, ; troppo semplice si dirà, se non fosse che quanto da noi prospettato è soltanto il “Piano B” di riserva e di ripiegamento; c’è, ovviamente, dell’altro – un “Piano A” per il “Partito della Nazione” – e si chiama riedizione di quella ex balena bianca che abbiamo già conosciuto, un blocco centrale e di presunti moderati che parli a destra per guardare a sinistra;contrariamente a quel che si pensi, con buona pace dei voltagabbana – puttani – trasformisti, dei maramaldi del puntello e del soccorso e del loro “Berlusconi – uomo finito” , un tale partito unico, oltre il 40% e che governi il delineato sistema monocamerale, e con un senato di consulenti – consigliori, difficile che possa costruirsi; se non impossibile che vi si possa contrapporre, anche se solo elettoralmente e per occasioni contingenti, un fronte variegato del dissenso di elettori del M5S, Lega, euroscettici e nostrani lepenisti; allo stato solo ipotesi di fantapolitica. E noi ? — Occorre, per l’appunto, avere sempre un sogno; certo che sì. — Intanto la disintegrazione del centrodestra, se non rimossa, coincide – come i fatti dimostrano – con quella della nazione; l’antiberlusconismo che vagheggia l’ultimo colpo di grazia, per il “vituperato cavaliere” , ove non scongiurato, coinciderà solo e soltanto con un cupio dissolvi del paese. Berlusconi, cui – in più occasioni – non abbiamo lesinato di critiche ma corrette e costruttive, resta sempre un lungimirante, un generoso e un patriota ed è il solo “nemico pubblico numero uno” per il verminaio – politicamente immondo – che ci (s)governa. Per fortuna, nonostante il logorio – stanchezza – tradimenti -, a tutt’oggi, non ha sgombrato il campo; dato e considerato che in verità più successori designati. e delfini indicati, hanno – nel tempo – rifiutato il gravame antisistema e preferito il “colui che per viltà fece il gran rifiuto”; ma come ben sappiamo chi il coraggio con ce l’ha, non se lo può dare. Tant’è che resta l’unico non salvaguardato, alla gogna mediatica per l’esclusiva dell’applicazione della “legge Severino” e di montate inchieste da “vizi privati e pubbliche virtù”, appeso sempre all’arcinoto e presunto conflitto di interessi. Tutti, tutti gli altri – per carità – duri e puri, puliti ed immacolato. — Pinuccio ci diceva che per la Politica che vola alta occorre sempre avere un sogno, La lezione di Tatarella impone la ricomposizione più che mai dell’area vasta, una coalizione ariosa e, per l’oggi, rispettosa delle diverse sensibilità;di collegamento delle autonomie disponibili ed aperta a tutti i cofondatori disponibili alla sottoscrizione del nuovo patto. L’alleanza, anche se limitata e in embrione, c’è già; e non si comprende l’autolesionismo di discordanze, inspiegabili, tra Forza Italia e Lega – Fratelli d’Italia la cui unione in lista unica, seppure in presenza dell’avvenuta disarticolazione dell’ex centrodestra, risulta competitiva quanto a tutti gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto per le prossime amministrative; non solo idonea a competere ma in grado potenzialmente di superare il primo turno. — E non solo. Aprirsi ancora ad altre alleati, ridare nuovamente una ragione a coloro che non votano di schierarsi, superando la giustificatissima astensione, si deve e si può; significa irrompere sul campo e puntare al massimo dei risultati che vanificherebbe, e il disegno opposto di esclusione dai ballottaggi, e di impedire l’eventualità del prevalere già in prima battuta, superando il 40% dei consensi. Difficile ma non impossibile.[ tratto da anteprima di web : IL NO DEI POPOLI BATTERA’ L’OLIGARCHIA ( VINCENZO NARDIELLO SUL “ROMA” ) E ALTRE NOTIZIE [ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 9 OTT. ’16 ] – servizio tra breve in rete EDITORIALE MARZO 2016] 

QUANDO PINUCCIO CI DICEVA CHE PER LA POLITICA CHE VOLA …

https://azimutassociazione.wordpress.com/…/quandopinucciocidiceva-…

26 mar 2016 – QUANDO PINUCCIO CI DICEVA CHE PER LA POLITICA CHE VOLA ALTA OCCORRE … [ “AZIMUT-NEWSLETTER : 19 MARZO 2016 ].

 
 
———————————————————————————————————————————————————————————
4 GIUGNO 2008 – Il RAID ALL’ARENELLA 
 
anteprima – associazioneazimut.blogattivo
    ( “Azimut – archivio “  ) Chiamiamo ribelle chi nel corso degli eventi si è trovato isolato, senza patria, per vedersi infine consegnato all’annientamento. Ma questo potrebbe essere il destino dei molti, forse di tutti – perciò dobbiamo aggiungere qualcosa alla definizione: il Ribelle è deciso ad opporre resistenza, il suo intento dare battaglia, sia pure disperata. Ribelle dunque è colui che ha un profondo, nativo rapporto con la libertà; il che si esprime oggi nell’intenzione di contrapporsi all’automatismo e nel rifiuto di trarne la conseguenza etica, che è il fatalismo. [ Ernst Junger ]
——————————————————————————————————————————————————————————–
 
4 GIUGNO 2008 – Il RAID ALL’ARENELLA 
Risultati immagini per alleanza nazionaleRisultati immagini per il popolo della libertà
[ TRATTO DAL QUOTIDIANO << — ROMA ( “il Giornale di Napoli” ) — >>, diretto da Antonio Sasso, www.ilroma.net  | L’OPINIONE | articolo  pag. n. 12 – a firma di GIANCARLO LEHNER ( Lehner su “camorra rossa ) | domenica, 15 giu.’08 ]
L’OPINIONE – POLITICA | Il RAID ALL’ARENELLA: SE A COLPIRE E’ LO SQUADRISMO ROSSO ALLORA TUTTI ZITTI E MOSCA
  La politica deve pensare alle persone in carne ed ossa. A Napoli, vive  ed opera un antico, onesto, creativo uomo di Destra, talora non conforme e rompiscatole, tuttavia prodigo delle sue energie per inseguire il sogno, e realizzarlo, di Tatarella, quello, cioè, di un grande partito unico del centrodestra. Ha già un nome questo partito, il Pdl, tuttavia bisogna ancora seminare, predicare, tessere, compattare, facendo scaturire, magari dal popolo e non dalle nomenklature, la classe dirigente di domani. E  c’è bisogno del contributo di tutti, quand’anche non dirigenti, non parlamentari, non noti a livello nazionale, basta che siano militanti capaci di proporsi attraverso una Weltanschauung organica, coerente, credibile. Parlo di Arturo Stenio Vuono, creatore ed animatore dell’associazionei Azimut, al cui interno vive ed opera  il circolo “Almirante” e il circolo di Azione Giovani “Ramelli”. Per dirla con Junger, arriva sempre il momento nel quale gli uomini veri vanno a rubare i cavalli. E  Vuono di cavalli ne ha rubati e come, ogni qual volta è stato costretto a criticare in foggia politicamente scorretta, per spronare e rilanciare al galoppo la sua Destra, talora impigrita o distratta.La politica alta e nobile non è genericamente umanitaria – anche Gramsci in una lettera a Giulia Schucht si domandò che senso avesse far politica per amore dell’Uomo,quando egli stesso non era riuscito a voler bene neppure ai propri familiari -, bensì attenta alle persone in carne ed ossa, con nome e cognome. Bisogna, prima di tutto, voler bene a Pasquale, il vicino di casa, e a Giuseppe, il collega, rifiutando l’idea indistinta ed astratta, e che non costa niente, di Prossimo. Ed oggi, amici lettori, scrivo, appunto, per esprimere amicizia e solidarietà verso un valido e costruttivo ribelle della destra napoletana. Il ribelle, come intuì Junger, ”è deciso ad opporre resistenza, il suo intento è dare battaglia, sia pure disperata. Ribelle dunque è colui che ha un profondo, nativo rapporto con la libertà”. Ebbene, Vuono è da anni oggetto delle attenzioni della criminalità rossa organizzata, con tanto di avvertimenti mafiosi, nonché esplicite minacce di morte e distruzione, verniciate sui muri contigui alla sede di Azimut. Pochi giorni fa, la camorra rossa è passata alle vie di fatto, penetrando e svaligiando i locali, in presenza degli operatori dell’associazione, allibiti e impossibilitati a reagire. Racconto la vicenda anche per riparare all’altro torto subito da Arturo a causa di politici e giornalisti partenopei, che hanno frettolosamente derubricato l’azione marcatamente politica a “normale” fatto di cronaca in un habitat tristemente e fatalisticamente abituato ad ogni scorribanda delinquenziale.Gli uomini del Pdl hanno diritto – se il raid avesse colpito un circolo di sinistra, si sarebbe gridato sui giornali e in tv al risorto squadrismo fascista – non solo ad esser sostenuti e difesi, ma anche a ricevere solidarietà, quando siano vittime dello squadrismo rosso, questo sì sempre attivo e operante. 
[ Giancarlo Lehner ] AZ. news giugno / 16  – 2008
 
———————————————————————————————————————————————————————————
ARTICOLI RECENTI – NOI IN RETE / DODICI LINK clicca e leggi
———————————————————————————————————————————————————————————
 

AARCHIVIO

———————————————————————————————————————————————————————————
PER ARGOMENTI CORRELATI – ALTRI 9 ARTICOLI RECENTI – GIA’ IN RETE / PER LEGGERE TUTTO VAI AL LINK SITO – vedi : sotto – clicca e leggi
———————————————————————————————————————————————————————————

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Home · Info · Login · Azimut Blogattivo · Azimut su Facebook · Associazione Azimut 1 sito · Azimut su Twitter · Azimut Video · Archivio Azimut. Ricerca per: .

 

Associazione Azimut | Facebook

it-it.facebook.com › Luoghi › Napoli

Associazione Azimut, Napoli. Piace a 218 … https://azimutassociazione.wordpress.com – E.mail anteprima di web ( Artur…o Stenio Vuono ) . UNA BUONA ..

 

Associazione Azimut (@AssAzimut) | Twitter

https://twitter.com/assazimut

The latest Tweets from Associazione Azimut (@AssAzimut): “1-giu-2016 – ALLE URNE ! ALLE URNE ! ALLE URNE ! … azimutassociazione.wordpress.com.

———————————————————————————————————————————————————————————
GLI UOMINI PASSANO, LE IDEE NO : PASSATI NOI PERO’ ALTRI, POI, CI SEGUIRANNO [ A.S. VUONO ] – “AZ.” : 10 OTTOBRE 2016 –
———————————————————————————————————————————————————————————
 
“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI
[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
 
 
 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...