B A S T A ! BASTA CON L’INVERTIMENTO IL PERVERTIMENTO E AL SOVVERTIMENTO DI TUTTI I VALORI. ABBIAMO PECCATO D’UNA COLPEVOLE PAZIENZA ! ALTRO


B A S T A !      BASTA CON L’INVERTIMENTO IL PERVERTIMENTO E AL SOVVERTIMENTO DI TUTTI I VALORI. ——- ABBIAMO PECCATO D’UNA COLPEVOLE PAZIENZA ! ALTRO

B A S T A !      BASTA CON L’INVERTIMENTO IL PERVERTIMENTO E AL SOVVERTIMENTO DI TUTTI I VALORI. ——- ABBIAMO PECCATO D’UNA COLPEVOLE PAZIENZA ! ALTRO [“AZ.-NEWS” : 21/01/2017-UNA BUONA LETTURA E UNA BUONA DOMENICA!]

anteprima di web – servizio tra breve in rete

21 GENNAIO 2017
<< Quando la verità non è più libera, la libertà non è più reale >>
—————————— —————————— —————————— —-
I soccorritori a lavoro © EPA
Post

Associazione Azimut ha aggiunto una nuova foto.
Pubblicato da Ferruccio Massimo Vuono ·  
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
O N O R E  !
[ ultima dal web ]
ULTIMA DAL WEB – IL MIRACOLO DEI BUONI ITALIANI – I VOLENTEROSI CHE PENSANO AL PROPRIO LAVORO COME A UNA MISSIONE  E LA LATITANZA DEI GOVERNANTI  – UNA DECINA I SOPRAVVISSUTI CON GLI ULTIMI QUATTRO – SI CONTINUA….. ( AD OGGI CINQUE LE VITTIME ACCERTATE ) …..STABILITO UN CONTATTO CON ALTRI ANCORA VIVI.
O N O R E  !
O N O R E  !
 
E IN QUANTO AL TERREMOTO :
 da messaggi su facebook –  il post di Vittorio Sgarbi.·

Vittorio Sgarbi

#terremoto

Ad Amatrice solo 20 case per i terremotati. Che saranno affidate a «sorteggio» (sic)!
Ma cos’è, la lotteria della disperazione ?

Gentiloni, vuoi muovere il culo (tu, e quegli altri ministri anonimi) per evitare questa figura di merda davanti a tutto il mondo?
 
 

Il terremoto dell’Aquila, ecco cosa fece il governo Berlusconi nel 2009.

—————————— —————————— —————————— —-
 post su facebook –  la foto ( . . . )
—————————— —————————— —————————— —-
IN COPERTINA 
[ da : il “Secolo d’Italia” ]
 
Donald Trump giura sotto la pioggia: «Restituisco tutto il potere al popolo»

Donald Trump giura sotto la pioggia: «Restituisco tutto il potere al popolo»

venerdì 20 gennaio 2017

In attesa del giuramento di Donald Trump come 45° presidente degli Stati Uniti, la folla riunita sotto il Campidoglio urlava “Usa, Usa”. Poi Donald Trump è salito sul palco, ha giurato secondo la formula consolidata, e dopo ha baciato la moglie e i familiari. E pochi minuti dopo, concentrato e serio, ha pronunciato il suo atteso discorso. «Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo è diventato di nuovo governante. Gli uomini e le donne dimenticati del nostro Paese non lo saranno più. Tutti adesso vi ascoltano», ha esordito Trump, nel suo primo discorso da presidente degli Stati Uniti. «Stiamo trasferendo il potere da Washington Dc e lo restituiremo a voi, il popolo. Non sarete mai più ignorati, la vostra voce, le vostre speranze, i vostri sogni, confluiranno nel destino americano». Così, in un passaggio del suo discorso inaugurale, Trump si è rivolto direttamente a ogni americano. Il presidente americano ha poi sottolineato che in questi anni «Washington ha prosperato, ma la gente non ha condiviso la sua ricchezza. Questo è il vostro giorno, è la vostra celebrazione, e gli Stati Uniti d’America sono il vostro Paese», ha proseguito Trump, riferendosi al popolo, «agli uomini e le donne dimenticati del nostro Paese, che non saranno più dimenticati». In questi anni, ha accusato, «l’establishment ha protetto se stesso, ma non i cittadini del nostro Paese. Noi cittadini d’America siamo ora riuniti in un grande sforzo nazionale per ricostruire il nostro Paese e ripristinare la sua promessa per tutto il popolo».

Trump: spazzeremo via il terrorismo islamico

Trump nel suo discorso d’investitura ha precisato che «insieme determineremo il corso dell’America e del mondo per molti anni a venire. Ricostruiremo il nostro Paese con il lavoro e le mani americane», ha detto, ribadendo che ogni decisione sarà presa per proteggere i lavoratori e le famiglie americane. «La protezione porterà ad una maggiore prosperità e forza – ha scandito Trump – Combatterò con tutto il fiato che ho in corpo e non vi abbandonerò mai. L’America tornerà a vincere di nuovo, a vincere come mai prima. Riavremo i nostri posti di lavoro, i nostri confini, la nostra ricchezza ed i nostri sogni». Chiare anche le intenzioni sul fronte della politica estera: «Uniremo il mondo civilizzato contro il terrorismo radicale islamico, che cancelleremo completamente dalla faccia della terra» e «cercheremo alleanza con tutti i Paesi del mondo». Verso la fine del suo breve discorso, Trump ha detto che ora «il tempo delle parole è finito, adesso arriva il momento dell’azione. Non lasciate che qualcuno vi dica che non si può fare. Non falliremo – ha scandito – Il nostro Paese prospererà di nuovo. Renderemo l’America di nuovo forte, di nuovo ricca, di nuovo orgogliosa e, sì, insieme, renderemo l’America di nuovo grande». Così Donald Trump ha concluso il suo primo discorso da presidente degli Stati Uniti, tutto concentrato sulle famiglie ed i lavoratori americani. «Grazie, Dio vi benedica, Dio benedica l’America».

—————————— —————————— —————————— —-

USA  MARCIA CON TRUMP ITALIA AL PALO SINO A QUANDO? 

—————————— —————————— —————————— —-

ImageBASTA !

—————————— —————————— —————————— —

I VIDEI

—————————— —————————— —————————— —-
MEMENTO
 
21 GENNAIO 2017
<< Quando la verità non è più libera, la libertà non è più reale >>

Dissero di MUSSOLINI – Politici e Statisti 1° parte – YouTube

26 ago 2012 – Caricato da NERO ITALICO

Dissero di Mussolini: religiosi, scienziati e ricercatori, poli tici e statisti, scrittori, poeti e … GUARDA …

Dissero di MUSSOLINI – Politici e Statisti 2° parte – YouTube

26 ago 2012 – Caricato da NERO ITALICO

Dissero di Mussolini: religiosi, scienziati e ricercatori, poli tici e statisti, scrittori, poeti e … GUARDA …

 
—————————— —————————— —————————— —-
MEMENTO
“Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo.”(Johannes Wolfgang von Goethe, scrittore e statista tedesco. 28 agosto 1749 – 22 marzo 1832) – “Ormai conosciamo la legge segreta di questo vocabolario e sappiamo che oggi la guerra più terribile può essere condotta solo in nome della pace, l’oppressione più terrificante solo in nome della libertà e la disumanità più abietta solo in nome dell’umanità”. C. Schmitt —
—————————— —————————— —————————— —-
IL SERVIZIO ODIERNO
—————————— —————————— —————————— —-
BASTA CON L’INVERTIMENTO IL PERVERTIMENTO E AL SOVVERTIMENTO DI TUTTI I VALORI. ABBIAMO PECCATO D’UNA COLPEVOLE PAZIENZA !
—————————— —————————— —————————— —-
[ da messaggi “postati” su facebook ]

Generazione Famiglia – La Manif Italia

GENDER/GENERAZIONE FAMIGLIA: CONTRO “FA’AFAFINE” È UNA RIVOLTA POPOLARE
Il portavoce Savarese: “Porteremo al Ministro Fedeli oltre 100.000 firme”

“Con 70.000 firme raccolte in poco più di due giorni si può dire che quella contro Fa’afafine è ormai una vera e propria rivolta di popolo, che il Miur non può più assolutamente far finta di non sentire e vedere: si tratta di un lavaggio del cervello di massa da regime totalitario”. Lo afferma in una nota Filippo Savarese, portavoce dell’associazione co-promotrice del Family Day Generazione Famiglia, commentando il continuo successo della petizione lanciata tramite CitizenGO Italia (www.citizengo.org/it) contro lo spettacolo teatrale “Fa’afafine”, in scena in questi giorni per gli alunni dagli 8 ai 16 anni sulla storia di un “bambino-bambina” transgender che si sente maschio i giorni pari e femmina i giorni dispari, e aspira ad avere un “terzo sesso” indistinto.
“Sui social network la campagna è virale – continua Savarese – la stampa si sta interessando sempre più a questo caso e anche la politica inizia a schierarsi con nettezza: penso alla protesta dell’Assessore alla Scuola del Veneto Donazzan, e alla condivisione della petizione da parte di Giorgia Meloni. Si stanno mobilitando anche le Regioni Lombardia, su impulso dell’Assessore Cappellini, e Liguria, e altri esponenti della Lega, di Forza Italia e di Idea, ed è un bene che il centrodestra provi a ritrovare una convergenza su temi così essenziali. Puntiamo alle 100.000 firme in pochi giorni, che stamperemo e porteremo al Ministro Fedeli perchè veda coi suoi occhi che qui c’è in ballo un allarme serio e fondato delle famiglie italiane sui gravi abusi che la scuola pubblica sta compiendo ai danni del loro diritto di priorità educativa”, conclude Savarese.

Firma qui >>>> http://citizengo.org/…/ 40268-stop-gender-scuola-no- allo-spe…
Ufficio Stampa Generazione Famiglia

( . . . ) un link.
Acquistiamo i libri di Silvana de Mari: antidoto contro gli attacchi lgtb di #DavideVairani Uno dei modo per sostenere Silvana De Mari dagli attacchi…
Mi piace
Love
Ahah
Wow
Sigh
Grr
( . . . )  un link.
Il dott. Jordan B. Peterson si è rifiutato di usare pronomi neutri e di sottostare alle politiche gender. I suoi video sono diventati virali e non sono mancate…
 
 
 ( . . . )  un link.
Parla Silvana De Mari, la psicoterapeuta nel mirino
—————————— —————————— —————————— —-
BASTA CON L’INVERTIMENTO IL PERVERTIMENTO E AL SOVVERTIMENTO DI TUTTI I VALORI. ABBIAMO PECCATO D’UNA COLPEVOLE PAZIENZA! ALTRO [“AZ.-NEWS” : 21/01/2017 ]
—————————— —————————— —————————— —-
 
 
[ TRATTO DAL WEB ]

19 GENNAIO 2010

La menzogna non ha più veli: il racconto dell’agonia di Eluana Englaro

Nelle carte il gelo di un’agonia procurata e nude verità

Eluana non era «devastata» ma è stata straziata

di Lucia Bellispiga

 

© Avvenire – 14 gennaio 2010 – pagina 2

 

«In data 9 feb­braio il cadavere del­la signorina E­luana Englaro veniva trasferi­to all’obitorio della ‘Quiete’ su barella in ac­ciaio. Trattasi di cadavere fem­minile, della lunghezza di circa 171 centimetri, del peso di 53.5 chili, cute liscia ed elastica, ca­pelli neri… Entrambi i lobi pre­sentano un foro per orecchini. Indossa una camicia da notte in cotone rosa». Il resto ve lo rispar­miamo. Dura 133 pagine la ‘Re­lazione di consulenza tecnica medico-legale’, letta la quale il gip di Udine l’altro giorno ha de­finitivamente stabilito che il tut­to è avvenuto ‘regolarmente’.


Un testo che si regge a fatica e che toglie il sonno, e non tanto nelle pagine dell’autopsia, quan­do ormai Eluana è morta, ma in quelle tragiche, disumane dell’agonia, quando era viva e nelle stanze udinesi della ‘Quiete’ la si faceva morire.

Ora lo sappiamo: nei giorni e nelle notti in cui alla giovane donna venivano sottratti l’acqua e il nutrimento (il sostegno vita­le, lo chiama il documento), l’é­quipe del dottor De Monte sede­va accanto a lei e la osservava, prendeva appunti, diligentemente compilava di ora in ora la ‘Scheda di rilevazione degli ele­menti indicativi di sofferenza’.


Una crocetta alla voce ‘respiro affaticato e affannoso’ ne indica frequenza e durata, un’altra rile­va ‘l’emissione di suoni sponta­nei’, un’altra ancora i singoli la­menti sfuggiti a Eluana ‘durante il nursing’, ovvero mentre le ma­ni di medici e infermieri nulla ‘potevano’ per salvarle la vita e dissetarla (il Protocollo parlava chiaro, e loro erano lì per appli­carlo, volontari), ma sul suo cor­po continuavano a operare quel­le piccole attenzioni richieste dallo stesso Protocollo: ‘Si pro­cederà all’igiene giornaliera di routine al fine di garantire il de­coro…’. Il decoro.


Sono pagine meticolose, capilla­ri. Gelide. Il 3 febbraio, primo giorno di ricovero alla ‘Quiete’ di Udine (nel cuore della notte la giovane era stata prelevata da un’ambulanza e strappata alla clinica di Lecco dove viveva da quindici anni), la voce di Eluana si è sentita sette volte, e l’équipe solerte le ha annotate tutte. I suoni si moltiplicano il 4, e poi il 5, finché il 6 (all’alba di quel giorno si è smesso definitiva­mente di nutrire e dissetare la giovane) la mano di un’infermie­ra scrive per la prima volta: ‘Sembrano sospiri’. E forse lo sono, se il giorno 7 cessano an­che quelli. Eluana morirà im­provvisamente già il 9 febbraio alle 19 e 35, senza più la forza di gemere: ‘nessun suono’, ma ore e ore di ‘respiro affaticato e af­fannoso’. Nei palmi delle mani, strette, i segni delle sue stesse unghie.


Ancora più esplicite le pagine del diario clinico di quei sette giorni udinesi, racconto di un’a­gonia che inizia sull’ambulanza, quando il dottor De Monte an­nota la terribile tosse che scosse Eluana, e prosegue con asettico cinismo: Eluana si lamenta, E­luana non ha quasi più saliva, non suda nemmeno più, le mu­cose si asciugano, ‘iniziata umi­dificazione’, ‘idratata la bocca’, ‘frizionata su tutto il corpo con salviette rinfrescanti’. Il decoro.


L’igiene. C’è anche lo spasmo con cui la prima notte arrivò a e­spellere il sondino: allora lo scri­vemmo e ci diedero dei bugiar­di… ‘Non eseguito cambio pan­nolone perché non urina più’: è il giorno della morte. Tutto rego­lare, dicono i magistrati, tutto perfettamente annotato. A parte quella mezzoretta tra il decesso e la registrazione dell’elettrocar­diogramma, un ‘ritardo dovuto alla difficoltà di reperimento del­lo strumento’, scrive il capo dell’équipe… A parte, ancora, quelle tre ore che l’8 febbraio, il giorno prima della morte, in pie­na agonia, una giornalista di Rai 3 Friuli e un fotografo trascorro­no nella stanza di Eluana ripren­dendone gli affanni.


Ci avevano detto che Eluana non avrebbe sofferto, e veniamo a sa­pere che morì tra gli spasmi, con 42 di febbre. Che da molti anni pesava 65 chili. Che risultava «obiettivamente in buone condi­zioni generali e di nutrizione, con respiro spontaneo e valido, vigile durante buona parte della giornata». Che da due anni ave­va di nuovo «il mestruo». Che l’alimentazione col sondino «non aveva mai dato complican­ze » e i «parametri vitali si erano sempre mantenuti stabili, la pa­ziente non ha presentato mai patologie ad eccezione di spora­diche bronchiti-influenzali, prontamente risolte con antipi­retici ». Ce l’avevano descritta co­me un corpo ‘inguardabile’, u­na vista ‘devastante, piagata dal decubito, magra come uscita da un campo di concentramento’.


È pure calva, aggiunse Roberto Saviano… ‘Ha capelli neri, cute liscia ed elastica, corpo normale, nessun decubito’, recita ora l’autopsia. Ma lo attesta il perito: «Le disposizioni sono state mi­nuziosamente seguite».

—————————— —————————— —————————— —-
E’ TEMPO DI RIVISITARE IL NOSTRO PASSATO A FRONTE DEL MISERABILE PRESENTE, UNO DEI CONTENUTI DEL NOSTRO ULTIMO POST – FACEBOOK…..
—————————— —————————— —————————— —-
 
Associazione Azimut
Pubblicato da Arturo Stenio Vuono · ( . . . ) ·

GIGANTI IERI MANUTENGOLI OGGI

Dissero di MUSSOLINI – Religiosi e Scienziati – YouTube

▶ 5:10

26 ago 2012 – Caricato da NERO ITALICO

Altro…

Dissero di Mussolini: religiosi, scienziati e ricercatori, politici e statisti, scrittori, poeti e artisti del ‘900. Da Padre Pio a Gandhi; da Ungaretti a Pa…
—————————— —————————— —————————— —-
 
GIGANTI IERI MANUTENGOLI OGGI

Dissero di MUSSOLINI – Religiosi e Scienziati – YouTube

26 ago 2012 – Caricato da NERO ITALICO

Dissero di Mussolini: religiosi, scienziati e ricercatori, poli tici e statisti, scrittori, poeti e artisti del …

USA  MARCIA CON TRUMP ITALIA AL PALO SINO A QUANDO? L’EDICOLA  ALTRO [AZ. 20.01.’17] – anteprima web  tra breve in rete https:// azimutassociazione.wordpress. com – RIGOPIANO IL MIRACOLO DEI BUONI ITALIANI E LA LATITANZA DEI GOVERNANTI SINORA UNA DECINA I SOPRAVVISSUTI – GLI UMORI IN RETE che si condivida in pieno, o meno, ma la rabbia cresce…..ADESSO BASTA! ( . . . ) Mandarli a CASA! – L’ultimo saluto del BonbObama – L’INSEDIAMENTO : Trump ha assicurato che sotto la sua presidenza restituira’ il sogno americano agli americani. “Il momento delle chiacchiere è finito, è l’ora di agire ( . . . ) – [“AZIMUT” : E TE PAREVA – PER L’OCCASIONE GLI IMMANCABILI DELLE COMPAGNIE DI VENTURA MERCENARIE – TRANSNAZIONALI – OVVERO I GUERRIGLIERI SU CHIAMATA, IN SERVIZIO PERMANENTE EFFETTIVO CON LICENZA DI “AGIRE” ( CAPITE ? ); QUESTA VOLTA IN AMERICA…. (..)”Scontri a Washington nel corso delle proteste anti-Trump. Un gruppo di manifestanti, tutti vestiti di nero e con il volto coperto che ricordano i black block, si stanno scontrando con la polizia in assetto anti-sommossa” ( …) ] – LEHNER : Lehner: Hollywood in crisi di nervi e di astinenza – due parole in onore di Bettino Craxi – Costa libica, svolta in un vicolo cieco ( Pietro Lignola – << Roma – “il Giornale di Napoli” >> )  – L’EVENTO – GIORGIA MELONI INVITA TUTTI ALLA MOBILITAZIONE ! [ “ITALIA SOVRANA IN PIAZZA” : A ROMA IL 28 GENNAIO ] – DA “AZIMUT ARCHIVIO ONLINE” – LA  “DEMOCRAZIA DI MINORANZA” –  “AZIMUT” – IL PRESIDENTE ARTURO STENIO VUONO NON CON IL SENNO DI POI – NOI ANALIZZIAMO E LO SCRIVIAMO – E PREVEDIAMO….. – ULTIMO NOSTRO POST FACEBOOK “LO SCHERMO PROTETTORE”:TRUMP AL GOVERNO DELL’AMERICA – IL MIRACOLO DEI MIRACOLI : LA VITA – INTERVENTI LEHNER E MANNELLO – IL FASCISMO E GLI EBREI E ASPETTI DELLA FAMIGLIA MUSSOLINI, etc. ( VIDEI ) – ALTRE NEWS : “Misteri Antichi e Pensiero Vivente” recensito da EreticaMente – Le molte verità…… sconosciute.. LA STORIA [ VIDEI ] – L’EDICOLA (  gli aricoli .: “Secolo d’Italia” ) – per leggere tutto e ascoltare e riflettere visita il sito blog – UNA BUONA LETTURA E A PRESTO – “Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo.”(Johannes Wolfgang von Goethe, scrittore e statista tedesco. 28 agosto 1749 – 22 marzo 1832) – “Ormai conosciamo la legge segreta di questo vocabolario e sappiamo che oggi la guerra più terribile può essere condotta solo in nome della pace, l’oppressione più terrificante solo in nome della libertà e la disumanità più abietta solo in nome dell’umanità”. C. Schmitt —
 
—————————— —————————— —————————— —-
L’EDICOLA
—————————— —————————— —————————— —-
 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Sabato, 21 Gennaio 2017
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

«Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo è diventato di nuovo governante. Gli uomini e le donne dimenticati del nostro Paese non lo saranno più. Tutti adesso vi ascoltano».

Image
Image
Image
Image

L’EDIZIONE DEL GIORNO

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Image
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
—————————— —————————— —————————— —-
BASTA CON L’INVERTIMENTO IL PERVERTIMENTO E AL SOVVERTIMENTO DI TUTTI I VALORI. ABBIAMO PECCATO D’UNA COLPEVOLE PAZIENZA ! ALTRO

[“AZ.-NEWS” : 21/01/2017-UNA BUONA LETTURA E UNA BUONA DOMENICA!]
—————————— —————————— —————————— —————-
 
 
“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI
[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
FINE INTERVENTO 
 
Annunci