ALMIRANTE IL MSI LA DESTRA E I GIOVANI NAZIONALI NON E’ UN REVIVAL MA UNA DOVEROSA RIVISITAZIONE


ALMIRANTE IL MSI LA DESTRA E I GIOVANI NAZIONALI NON E’ UN REVIVAL MA UNA DOVEROSA RIVISITAZIONE [ “AZIMUT-NEWS” : 14 GENNAIO 2017 ]

anteprima di web – servizio tra breve in rete
tutti i link su Almirante – per leggere visionare e ascoltare clicca i testi dei post
———————————————————————————————————————————————————————————
 
ALMIRANTE IL MSI LA DESTRA E I GIOVANI NAZIONALI NON E’ UN REVIVAL MA UNA DOVEROSA RIVISITAZIONE [ “AZIMUT-NEWS” : 14 GENNAIO 2017 ]
 
[ tratto da “Giorgio Almirante – blog” ]
 
———————————————————————————————-
prima del servizio odierno
———————————————————————————————-
Una domanda al Prefetto Morcone (venuto oggi a Napoli per chiedere di dare 60 milioni alle Onlus che devono guadagnare su altre migliaia di clandestini che devono venire in Campania) “ma Lei, quale rappresentante dello Stato, non ritiene che come prima cosa oggi si sarebbe dovuto recare sulla tomba di quel giovane campano, padre di famiglia, morto di freddo e di fame appena 3 giorni fa, perché non aveva una casa, a chiedergli scusa, come minimo ? IO DI UNO STATO COSI MI VERGOGNO!!!! Un plauso a Simona Sapignoli ; a Rosanna Ruscito ; a Bona Mustilli ; a Ciro Pisacani ; a Giancarlo Borriello a Carlo Alberto Paolino ed a Gennaro Sanseverino per essere scesi in piazza e dirgli democraticamente “C’ è un’ altra Italia che non la pensa come voi”.
Gianluca Cantalamessa
———————————————————————————————-
 
 
 
14 GENNAIO 2017
<< Quando la verità non è più libera, la libertà non è più reale >>
IN COPERTINA
 

Video toccante che riprende alcuni tratti salienti di Giorgio Almirante, padre politico indiscusso delle nuove generazioni post #Fascismo. Con lui ha proseguito quell’ideale di #libertà, per lui continuerà quel sentimento di#nazionalità.

Nino Forin

( . . . )

L'immagine può contenere: 1 persona, sMS
 
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
 

Giorgio Almirante
( . . . )

Omaggio allo storico Segretario del MSI, una strada di Levico Terme a Giorgio Almirante. E’ questa la richiesta di Claudio Taverna. Claudio Taverna, a nome delle Associazioni che fanno capo al Progetto Trentino Libero, ha chiesto alle Autorità della città di Levico Terme l’intitolazione di una nuova strada della città termale a Giorgio Almirante, lo storico Segretario del MSI.

Omaggio allo storico Segretario del MSI, una strada di Levico Terme a Giorgio Almirante. E’ questa la richiesta di Claudio Taverna. Claudio Taverna, a nome
.

Beppe Grillo, leader del Movimento Cinque Stelle, ha avuto un passato fascista? La domanda circola in queste ore sui social network con una certa insistenza. O meglio, da alcuni giorni circolano su internet diversi retroscena che danno ben quattro esponenti in Lombardia del M5s come ex militanti missini. A rivelarlo è stato Vincenzo Forte, un avvocato dell’Unione Patriottica, che una settimana fa ha iniziato a far circolare questa nota sui candidati lombardi M5s: «I quattro eletti in Lombardia avrebbero militato nella Fiamma tricolore di Pino Rauti fino al 2002 e poi, in seguito, avrebbero mantenuto i contatti con l’area della destra radicale, con gli ambienti culturali come il Centro studi Polaris di Gabriele Adinolfi, il Movimento Zero di Massimo Fini e il comitato Destra per Milano di Roberto Jonghi Lavarini».

Beppe Grillo, leader del Movimento Cinque Stelle, ha avuto un passato fascista? La domanda circola in queste ore sui social network con una certa insistenz

La strage di via Acca Larentia, al Tuscolano, quartiere di Roma, ha molte analogie con il delitto Zicchieri. L’ultrasinistra vuole «punire» l’impegno militante della gioventù missina nelle zone a più forte radicamento popolare e dove si nota un grande consenso alle battaglie nazionali. In questo clima matura l’assassinio di Franco Bigonzetti e Stefano Ciavatta, il 7 gennaio 1978, uccisi da un ben organizzato gruppo terroristico. Poche ore dopo l’imboscata, un capitano dei carabinieri spara a altezza d’uomo contro altri giovani missini, senza alcuna necessità: viene colpito Stefano Recchioni, morirà qualche giorno più tardi, senza riprendersi dal coma.

Seduta del 10 gennaio 1978 La strage di via Acca Larentia, al Tuscolano, quartiere di Roma, ha molte analogie con il delitto Zicchieri. L’ultrasinistra vuo

10 gennaio 1979, Centocelle: un agente spara alla nuca del giovane militante. Acca Larentia miete la sua quarta vittima. Solo dopo giorni di fango e di menzogne si fa luce sul delitto: quando gli anni di piombo uccidono due volte.

10 gennaio 1979, Centocelle: un agente spara alla nuca del giovane militante. Acca Larentia miete la sua quarta vittima. Solo dopo giorni di fango e di men

“Alternativi al sistema”, si autodefinivano i giovani, della Giovane Italia prima e del Fronte della Gioventù poi, nei terribili ma gloriosi anni di piombo, gli anni Settanta. Che poi si protrassero anche per parte degli anni Ottanta, con la stessa violenza e la stessa intolleranza da parte proprio di quel “sistema”, quel “regime”, che il Msi combatteva dentro e fuori il parlamento. Essendo contrapposta a quella dell’establishment, la politica dei giovani del Msi non poteva che essere alternativa, e così, quando nacquero le prime radio libere, molte di esse si nominarono proprio Radio Alternativa, da cui poi derivò la caratterizzazione di tutte le emittenti anticomuniste o nazionali che dir si voglia.

La militanza dei giovani missini, non solo manifesti e megafoni. “Alternativi al sistema”, si autodefinivano i giovani, della Giovane Italia prima e del….

Ma cosa spingeva un ragazzo a voltare le spalle al proprio tempo e ai suoi tabù e scegliere di entrare nel Movimento Sociale Italiano?

Cosa spingeva un giovane o un anziano – nel dopoguerra e fino a vent’anni fa – a rifiutare il voto clientelare e ribellarsi al potere, alla retorica e all’ideologia dominante e avvicinarsi alla fiamma tricolore pur sapendo di scottarsi?

Almirante e non solo. Se torna di moda il MSI Ma cosa spingeva un ragazzo a voltare le spalle al proprio tempo e ai suoi tab� e sc
Seduta del 10 gennaio 1978 La strage di via Acca Larentia, al Tuscolano, quartiere di Roma, ha molte analogie con il delitto Zicchieri. L’ultrasinistra vuo
 
Roberto Ramarini

( . . . )

L'immagine può contenere: sMS e spazio all'aperto
 

Il nostro Futuro ha le radici nel nostro Passato e la nostra Libertà di fare politica, anche attraverso un dito puntato, è stata conquistata anche grazie al sacrificio di questi Militanti.

Franco, Francesco, Stefano Presente!

7 gennaio 1978

 
Chichi Michele

 07.01.2014

L'immagine può contenere: 1 persona, spazio all'aperto
 

Sulla base di numerose testimonianze, centinaia di documenti e immagini, esperienza personale, l’autore fa la prima analisi storica sul più grande movimento giovanile in Italia degli anni Ottanta e Novanta. Sono proprio i decenni mai raccontati, tra luci ed ombre, contesti diversi, percorsi personali, conflitti e contraddizioni, profezie. Una generazione che anticipa alleanze, ecologia, globalizzazione, sovranità nazionale, superamento del neofascismo. Il Fronte Della Gioventù, nei suoi limiti, è stato l’avanguardia della destra (parola tabù per molti dirigenti) politica in Italia. Il saggio di Amorese ne analizza le diverse fasi, i congressi, le tradizioni, le guerre interne ed esterne, i movimenti studenteschi, la cultura, i leader ed i centri più importanti.

Fronte della Gioventù. La destra che sognava la rivoluzione: la storia mai raccontata

Da oggi è possibile votare questa pagina biografica di Giorgio Almirante, cliccate qua: www.facebook.com/almirantegiorgio/reviews

Segretario del Movimento Sociale Italianogiorgioalmirante.altervista.org

Per fortuna che la vicenda umana e politica di Giorgio Almirantesopravvive nonostante le svolte opportunistiche di Gianfranco Fini, che deve la sua carriera politica a quest’ uomo straordinario. Se Almirante non lo avesse designato come suo successore naturale, di Gianfranco Fini oggi non ci sarebbe stata traccia, e forse avremmo ancora una comunità e una destra giusta. Basta leggere le pagine della biografia che Vincenzo La Russa ha dedicato allo storico segretario del Movimento Sociale Italiano, per rendersi conto che questo libro sembra stato scritto per chi ha dimenticato troppo in fretta le proprie origini.

Giorgio Almirante era un uomo politico che faceva battere il cuore. I suoi comizi erano affollati. La gente di destra, e non solo, si ritrovava nelle piazz
 
 ( . . . )  un link.
Quanto sta accadendo alla libertà di espressione, sopratutto in questi giorni, ci sta lasciando a dir poco perplessi. A maggior ragione per quanto sta avve
 

Il Movimento Sociale Italiano non è totalitario ma ritiene lo Stato diverso e superiore al partito, non è nostalgico ma moderno, non è nazionalista ma europeista, non è conservatore-reazionario ma socialmente avanzato.

Giorgio Almirante – Sul Movimento Sociale Italiano
 

«Noi siamo caduti e ci siamo rialzati parecchie volte. E se l’avversario irride alle nostre cadute, noi confidiamo nella nostra capacità di risollevarci. In altri tempi ci risollevammo per noi stessi, da qualche tempo ci siamo risollevati per voi, giovani, per salutarvi in piedi nel momento del commiato, per trasmettervi la staffetta prima che ci cada di mano, come ad altri cadde nel momento in cui si accingeva a trasmetterla.»

«Noi siamo caduti e ci siamo rialzati parecchie volte. E se l’avversario irride alle nostre cadute, noi confidiamo nella nostra capacità di risollevarci. I
 

Buonanotte a tutti gli italiani!
Vi ricordiamo che questa pagina rappresenta la casa di tutti, quindi rimarrà sempre aperta come aperto era il cuore di Almirante verso il Popolo Italiano, quello vero!

Vivi come se tu dovessi morire subito, pensa come se tu non dovessi morire mai
 
Giorgio Almirante ( . . . ) un link — a Lanciano.
L’uomo accanto a Giorgio Almirante è mio nonno, Marino Ferretti, consigliere comunale del Movimento Sociale Italia di Lanciano all’epoca… quel giorno Alm
 
Giorgio Almirante ( . . . ) un link.
Almirante, a casa di una famiglia simpatizzante del MSI. Sono gli anni ’80, Almirante è ospite a casa della famiglia Pesciaroli a Canepina (Viterbo), a…..

La destra o è coraggio o non è, è libertà o non è, è nazione o non è, così vi dico adesso, la destra o è Europa o non è. E vi dico qualcosa di più: l’Europa o va a destra o non si fa.

Giorgio Almirante: La destra o è coraggio o non è, è libertà o non è, è nazione o non è, così vi dico adesso, la destra o è Europa o non è. E vi dico qualco
Conce Ang

Conce Ang GRANDE UOMO COME POCHI. ONORE A LUI

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano
 
———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-
ALMIRANTE IL MSI LA DESTRA E I GIOVANI NAZIONALI NON E’ UN REVIVAL MA UNA DOVEROSA RIVISITAZIONE [ “AZIMUT-NEWS” : 14 GENNAIO 2017 ]
———————————————————————————————
SEI ULTIMI NOSTRI SERVIZI IN RETE – LINK
———————————————————————————————

ARCHIVIO

———————————————————————————————-
ULTIMO NOSTRO PREAVVISO DI PROSSIMO SERVIZIO
———————————————————————————————-
 
SUD TERRE BENEDETTE DA DIO

” QUANDO FU IL GIORNO DELLA CALABRIA ” di LEONIDA REPACI  

► 4:33

  

http://www.youtube.com/watch?v=onNubrMM1ZQ2 apr 2013 – 5 min – Caricato da MARCELLO IUSI
59:00. Watch Later Discover the Calabria: Two Greedy Italians …still hungry. by tropeabiz 69 …
IL NOSTRO SUD E LE TERRE NATIE BENEDETTE DA DIO L’ATTUALITA’ E LA STORIA L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.-NEWS” : 13 GENN. ’17 ] – anteprima di web – servizio tra breve in rete – visita il sito https://azimutassociazione.wordpress.com
ATTUALITA’ AMERICA – FCA SOTTO ACCUSA : DIESEL INQUINA – SARA’ VERO O NO…MA SPIRA UN NUOVO VENTO : “COLPIRNE UNO, PER EDUCARNE CENTO ! “-

QUANDO FU IL GIORNO DELLA CALABRIA di LEONIDA REPACI : “Quando fu il giorno della Calabria Dio si trovò in pugno 15000 km. quadrati di argilla verde con riflessi viola. Pensò che con quella creta si potesse modellare un paese di due milioni di abitanti al massimo. Era teso in un maschio vigore creativo il Signore, e promise a se stesso di fare un capolavoro. Si mise all’opera, e la Calabria uscì dalle sue mani più bella della California e delle Hawaii, più bella della Costa Azzurra e degli arcipelaghi giapponesi…” – A 70 ANNI DALLA NASCITA DEL M.S.I A NAPOLI – OGGI : L’EVENTO PROIEZIONE FILMATO E DIBATTITO ( iniziativa promossa da Luciano Schifone – Arturo Stenio Vuono CARO LUCIANO, GRAZIE MOLTE PER IL TUO CALDO E PERSONALE INVITO MA L’INFLUENZA GALEOTTA MI IMPEDISCE FISICAMENTE DI ESSERCI – SONO UGUALMENTE TRA DI VOI – UN SALUTO A TUTTI : LEGGO I NOMI DEGLI INTERVENTORI – SIAMO STATI TUTTI IN QUELLA CHE ERA LA NOSTRA SECONDA CASA E LA NOSTRA SECONDA FAMIGLIA. – UN FORTE ABBRACCIO ! ) – ALITALIA : Lehner: Calenda è ignorante? – LA STORIA  da “archivio azimut online” – 17 maggio 2014 ( tratto dal web ) [ “AZ.” ] – CHI DECISE LA MORTE DI MUSSOLINI – L’EDICOLA: “Secolo d’Italia” :13-gen-2017Leggi le notizie.

 

PUBBLICATO : 13/01/2017
Arturo Stenio Vuono a ( . . . )

SUD TERRE BENEDETTE DA DIO
” QUANDO FU IL GIORNO DELLA CALABRIA ” di LEONIDA REPACI

► 4:33


http://www.youtube.com/watch?v=onNubrMM1ZQ2 apr 2013 – 5 min – Caricato da MARCELLO IUSI
59:00. Watch Later Discover the Calabria: Two Greedy Italians …still hungry. by tropeabiz 69 …
IL NOSTRO SUD E LE TERRE NATIE BENEDETTE DA DIO L’ATTUALITA’ E LA STORIA L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.-NEWS” : 13 GENN. ’17 ] – anteprima di web – servizio tra breve in rete – visita il sitohttps://azimutassociazione.wordpress.com
ATTUALITA’ AMERICA – FCA SOTTO ACCUSA : DIESEL INQUINA – SARA’ VERO O NO…MA SPIRA UN NUOVO VENTO : “COLPIRNE UNO, PER EDUCARNE CENTO ! “-
QUANDO FU IL GIORNO DELLA CALABRIA di LEONIDA REPACI : “Quando fu il giorno della Calabria Dio si trovò in pugno 15000 km. quadrati di argilla verde con riflessi viola. Pensò che con quella creta si potesse modellare un paese di due milioni di abitanti al massimo. Era teso in un maschio vigore creativo il Signore, e promise a se stesso di fare un capolavoro. Si mise all’opera, e la Calabria uscì dalle sue mani più bella della California e delle Hawaii, più bella della Costa Azzurra e degli arcipelaghi giapponesi…” – A 70 ANNI DALLA NASCITA DEL M.S.I A NAPOLI – OGGI : L’EVENTO PROIEZIONE FILMATO E DIBATTITO ( iniziativa promossa da Luciano Schifone – Arturo Stenio Vuono CARO LUCIANO, GRAZIE MOLTE PER IL TUO CALDO E PERSONALE INVITO MA L’INFLUENZA GALEOTTA MI IMPEDISCE FISICAMENTE DI ESSERCI – SONO UGUALMENTE TRA DI VOI – UN SALUTO A TUTTI : LEGGO I NOMI DEGLI INTERVENTORI – SIAMO STATI TUTTI IN QUELLA CHE ERA LA NOSTRA SECONDA CASA E LA NOSTRA SECONDA FAMIGLIA. – UN FORTE ABBRACCIO ! ) – ALITALIA : Lehner: Calenda è ignorante? – LA STORIA da “archivio azimut online” – 17 maggio 2014 ( tratto dal web ) [ “AZ.” ] – CHI DECISE LA MORTE DI MUSSOLINI – L’EDICOLA: “Secolo d’Italia” :13-gen-2017 Leggi le notizie.

———————————————————————————————-
ALTRO
———————————————————————————————-
ALMIRANTE IL MSI LA DESTRA E I GIOVANI NAZIONALI NON E’ UN REVIVAL MA UNA DOVEROSA RIVISITAZIONE
 [ “AZIMUT-NEWS” : 14 GENNAIO 2017 ]
———————————————————————————————-
IN RICORDO DI RODOLFO GRAZIANI
———————————————————————————————-
 
post su facebook – il post ( . . . )

Onore !

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e sMS
( . . . )

QUELL’UNDICI GENNAIO DEL 1955..IL CAMERATA RODOLFO GRAZIANI..LASCIAVA QUESTA TERRA..
RICORDIAMO TUTTI UN GRANDE CONDOTTIERO.UN CAMERATA..UN UOMO..UN ITALIANO CHE NON SEPPE COSA SIGNIFICASSE DIRE…..TRADIRE…
CAMERATA..R O D O L F O..G R A Z I A N I..
P……R……E……S……E……N……T……E……!!

ALLA SUA NOBILE FIGURA..VADA IL PENSIERO MIO E DI TUTTI I CAMERATI DEGNI DI QUESTO NOME….
GIUSEPPE CARRABINO..

 
———————————————————————————————-
LA BELLA FIABA [ vedi : sotto ]

Risultati di ricerca

———————————————————————————————————-

nno della X^ Flottiglia MAS – YouTube

04 feb 2012 – Caricato da emidmar72

Inno della X^ Flottiglia MAS. emidmar72. SubscribeSubscribedUnsubscribe 266266. Loading …

Inno della X^ Flottiglia M.A.S. – Canti del Ventennio – YouTube

22 dic 2009 – Caricato da MASEnrico

Quando pareva vinta Roma antica, sorse l’invitta Decima Legione, vinse sul campo il barbaro nemico …

Inno della Xª Flottiglia MAS – YouTube

29 apr 2015 – Caricato da Yukio Mishima

Sorse dal mar la “ X Flottiglia “ che prese l’armi al grido dell’Onore.Decima, Flottiglia nostra, Che …

———————————————————————————————-
IN RICORDO DI JUNIO VALERIO BORGHESE
———————————————————————————————
Risultati immagini per junio valerio borghese Risultati immagini per il nonno e il nipotino LA BELLA FIABA
———————————————————————————————-
post su facebook

In Questa Poesia Scritta da un Ignoto Marò c’è Tutta la Stima e L’ammirazione Per Loro Comandante Junio Valerio Borghese

DECIMA !!! MARINAI DECIMA !!! COMANDANTE

. LA POESIA DI UN MARÒ

Il giorno del funerale del Comandante Junio Valerio Borghese, uno dei suoi “vecchi” uomini, pose un foglietto piegato in due, sul suo feretro.
Era la storia del suo Comandante.

Leggetela tutta d’un fiato, perchè dopo vi mancherà l’aria….

“Raccontaci la storia, del Principe Borghese
ma tutta, tutta intera, nonnino sii cortese !
Così chiedono i bimbi, intorno al focolare,
e il nonno compiacente, comincia a raccontare:
C’era un volta un Principe, non aveva maniero,
né servi gallonati, né candido destriero,
né tocco di velluto, né cappa di broccato,
vestiva la modesta divisa del soldato,
e appeso alla divisa, portava il suo Tesoro :
un piccolo nastrino con la Medaglia d’Oro.
In quel tempo lontano, dall’antro nero e fondo
fuggita era la guerra e andava per il mondo,
dall’antro fondo e nero, fuggita era la guerra
e armata fino ai denti, correva sulla terra.
Attraversò una volta il piccolo Paese
che aveva visto nascere il Principe Borghese,
e come per incanto, in quel triste giorno,
fiorirono le armi, a mille a mille intorno;
girarono le eliche, rombarono i motori,
cantando si avventarono, nel cielo gli aviatori,
passaron sulle strade i cingoli sonanti,
ritmando le canzoni nostalgiche dei fanti
e i sommergibilisti del Principe Borghese
lasciarono le sponde del piccolo Paese.
Discesero nel mare e loro simbolo era
il motto “Per l’Onore, l’Onore e la Bandiera!”.
Votati al sacrificio, con supremo ardimento
ogni ostruzione infransero ed ogni sbarramento
fulminei penetrando nei porti più sicuri,
a cavallo dei loro terribili siluri.
Allora le superbe nemiche corazzate
lentamente sul fianco, piegarono squarciate.
Era ogni loro gesto una sfida alla morte
una gioconda e bella beffa a madonna morte
ed era nelle audaci e perigliose imprese
primo fra i primi, sempre, il Principe Borghese.

Ma dopo…

avanti nonno, tu non finisci mai
codesta bella favola di arditi marinai! –
Quando tornò la guerra nell’antro fondo e nero
Ebbe castelli e servi e candido destriero
il Principe Borghese, per aver tanto osato ?
E tocco di velluto e cappa di broccato ?
China la testa piano e chiude gli occhi il nonno
come se avesse tanto, ma proprio tanto sonno…
Il vecchio della “Decima” non può, non può narrare
ai piccoli seduti intorno al focolare
che in premio delle tante e tante audaci imprese
ebbe manette ai polsi, il Principe Borghese.”
Poesia di un anonimo marò, in ricordo del Principe Junio Valerio Borghese –
————————————————————————————————————————————————————————————
ACCA LARENTIA – 2017 ( I VIDEI )
—————————————————————————————–
 
 
—————————————————————————————–
 
L’EDICOLA
——————————————————————————————
 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Sabato, 14 Gennaio 2017
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

Per Manuel e Riccardo, i giovani assassini di Ferrara, è già cominciata la sagra del perdonismo. Basta leggere i giornali in questi ultimi due giorni, articoli che parlano di ragazzi “svogliati” e “fannulloni”, cresciuti non si sa bene come tra noia e spinelli.

Image
Image
Image
Image

L’EDIZIONE DEL GIORNO

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Image
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
 
 
———————————————————————————————————————————————————————————–
IL SERVIZIO VOLGE AL TERMINE – A PRESTO 
UNA BUONA DOMENICA E UNA BUONA LETTURA !
——————————————————————————————
ALMIRANTE IL MSI LA DESTRA E I GIOVANI NAZIONALI NON E’ UN REVIVAL MA UNA DOVEROSA RIVISITAZIONE
 [ “AZIMUT-NEWS” : 14 GENNAIO 2017 ]
—————————————————————————————–
 
———————————————————————————————-
 
 
“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI
[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
FINE INTERVENTO 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...