unnamed

LEHNER SU “TUTTI CONTRO TRUMP” ( E TE PAREVA ! ) – LISTONE DI ALTERNATIVA AI VASSALLI UEISTI DELLA SINISTRA ( FORSE CHE SI’ E FORSE CHE NO ) – L’EDICOLA ( IL “SECOLO d’ITALIA” ) – ALTRE NEWS


LEHNER SU “TUTTI CONTRO TRUMP” ( E TE PAREVA ! ) – LISTONE DI ALTERNATIVA AI VASSALLI UEISTI DELLA SINISTRA ( FORSE CHE SI’ E FORSE CHE NO )  – L’EDICOLA ( IL “SECOLO d’ITALIA” ) – ALTRE NEWS 

LEHNER SU “TUTTI CONTRO TRUMP” ( E TE PAREVA ! ) – LISTONE DI ALTERNATIVA AI VASSALLI UEISTI DELLA SINISTRA ( FORSE CHE SI’ E FORSE CHE NO )  – L’EDICOLA ( IL “SECOLO d’ITALIA” ) – ALTRE NEWS

[ “AZ.” – 31/01/2017 ]

———————————————————————————————-

IL SERVIZIO ODIERNO – anteprima di web tra breve in rete

———————————————————————————————-

[ “AZ.” – 31/01/2017 ]

https://azimutassociazione.wordpress.com

VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

https://twitter.com/AssAzimut

 

Associazione Azimut, Naples, Italy.

 http://www.facebook.com/AssociazioneAzimu

 

https://azimutassociazione.wordpress.com

———————————————————————————————-

IN COPERTINA

———————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: uccideranno Trump
Date: Mon, 30 Jan 2017 12:38:55 +0000
From: Giancarlo Lehner
To: ( . . . )

Il popolo sovrano scelse di non dare la maggioranza ai bolscevichi, riducendoli, anzi, ad esigua minoranza della Costituente russa. Risultarono eletti, infatti, 370 erano socialisti rivoluzionari, 175 bolscevichi, 40 dell’ala sinistra dei socialisti rivoluzione, 16 menscevichi, 17 cadetti.

L’assemblea, dispiacendo a Lenin, fu sciolta manu militari. Questo avveniva un secolo fa in quel tragico e sfortunato Paese, che il comunismo arrossò di sangue.

Oggi, la stessa intolleranza nei confronti delle regole liberaldemocratiche si ripete negli Stati Uniti dei sinistroidi milionari, dei drogati, dei parassiti, dei morti di fama, dei razzisti al contrario, dei criminali delle primavere arabe, degli uteri in affitto, delle truppe cammellate del miliardario Soros, lo stesso che speculando sulla lira, derubò gli italiani di oltre un terzo del loro potere d’acquisto.

L’America antidemocratica non perdona a Trump d’aver spezzato le catene del politically correct.

L’intolleranza verso la cornice liberaldemocratica conduce diritti prima alla violenza – e Trump è già a rischio di attentati -, quindi alla fine della libertà.

Già oggi, del resto, in Occidente si vive sotto la dittatura del Grande Fratello politicamente corretto.

Giancarlo Lehner

——– Original Message ——–

Subject: Lehner: uccidere Trump, el Chapo libero!
Date: Tue, 31 Jan 2017 09:25:59 +0000
From: Giancarlo Lehner
To:  ( . . . )

I lavoratori lo sostengono, ma le Hollywood dell’Occidente ammazzerebbero Trump.

La ragione c’è: alzare i muri contro gli el Chapo ed i pusher dell’Isis significa per l’internazionale farinosa dei tossici di fama morire di fame.

Giancarlo Lehner

———————————————————————————————-

LA STORIA – PUNTI DI VISTA

———————————————————————————————-

da messaggio “postato” su facebook –  il post ( . . . )

Fascismo giacimento di valori incancellabili e attuali (Dio, Patria, Famiglia, Partecipazione popolare, Sovranità nazionale, Socialità ) da cui prendere esempio, ma non confondiamo i Valori che sono nel nostro Dna, con la Storia e gli simmiottamenti politici assai presenti in movimenti e partitini che con atti, fatti e comportamenti, in modo grottesco e anacronistico vorrebbero, senza riuscirci, risuscitare quello che è morto nel 1945. Il nostro modo di agire sia. come disse magistralmente Giorgio Almirante “NON RINNEGARE E NON RESTAURARE”.

Giacinto Reale

DE BENOIST E IL FASCISMO

Non sempre e non in tutto sono (stato) d’accordo con De Benoist. Credo però si possa condividere il senso (anche se la forma è un po’ t…

Altro…

DE BENOIST E IL FASCISMO

Non sempre e non in tutto sono (stato) d’accordo con De Benoist. Credo però si possa condividere il senso (anche se la forma è un po’ troppo drastica) di queste sue affermazioni contenute in un articolo pubblicato sulla rivista spagnola Elementos:

  1. Innumerevoli sono state le definizioni di Fascismo proposte nella storia. La più semplice, però, rimane la migliore: il Fascismo è una prassi politica rivoluzionaria, caratterizzata dalla fusione di tre elementi sostanziali: un nazionalismo di tipo giacobino, un socialismo non democratico ed il richiamo autoritario alla mobilitazione delle masse.
  2. Nella misura in cui lo si legge come ideologia, il Fascismo sorge come tentativo di orientare il Socialismo in una direzione ostile all’internazionalismo quanto al materialismo. In tal senso, pur indirizzandosi verso un elettorato “di destra”, il Fascismo ha avuto per lo più promotori “di sinistra”. Né il razzismo né tantomeno l’antisemitismo sono consustanziali al concetto fascista
  3. Il tempo del Fascismo e del Comunismo è finito. Nell’Europa Occidentale, tutto il “Fascismo” odierno non può essere nient’altro che una parodia. Stesso discorso si applica per il supposto “Anti-Fascismo”, il quale risponde al fantasma fascista con parole ancora più anacronistiche. Questo perché l’epoca dei Fascismi è morta in maniera così evidente da poterne parlare senza indignazione morale o nostalgia compiacente, come una delle pagine centrali della storia di un secolo che si è appena concluso.

———————————————————————————————-

CORRISPONDENZE

————————————————————————————————————————————————————-

  • ——– Original Message ——–
  • Subject: Invito alla partecipazione
    Date: Tue, 31 Jan 2017 14:18:27 +0100
    From: “Arch. Gaetano Troncone” <tronconestudio@tiscali.it>
    To: <associazioneazimut@tiscali.it>
    Reply-To: tronconestudio@tiscali.it
  • Gentile cittadina/o,
    desidero inviarti il link dove troverai tutte le delibere che saranno discusse e votate nel prossimo consiglio Comunale di Napoli, 3 febbraio alle 10.00. Con questa iniziativa intendo offrire l’opportunità di partecipare alle attività amministrative della nostra città, accogliendo suggerimenti, proposte ed emendamenti.
    Nel frattempo, il giorno 2 febbraio alle 16.00, presso la sede del consiglio comunale di Via Verdì, riceverò i cittadini che desiderano presentare personalmente le loro proposte.
    In attesa di una tua risposta, ti saluto e ti auguro buon lavoro.
     
    Consigliere Comunale Napoli
    • arch. Gaetano Troncone
     
    http://gaetanotroncone.blogspot.it/2017/01/invito-alla-partecipazione.html

——– Original Message ——–

Subject: AERONAUTICA NAPOLI Scuola-Lavoro Seminario: Introduzione a formazione ITS, all’universitaria e al Lavoro
Date: Tue, 31 Jan 2017 08:35:26 +0000
From: Aerospaziocampania/Aeropolis <dsalenia@gmail.com>
To: <associazioneazimut@tiscali.it>
Reply-To: <dsalenia@gmail.com>
AEROPOLIS – Per leggere la Newsletter sul WEB 

———————————————————————————————-

DALLE CALABRIE – COSENZA : TANTO TUONO’…CHE PIOVVE…

———————————————————————————————-

 ( da messaggio “postato” su facebook – il post ( . . . )

( . . . )

Città unica Cosenza-Rende, velocizziamo gli atti per la nuova realtà amministrativa: prima il Referendum, poi la fusione

(dal Quotidiano del Sud)

———————————————————————————————-

Gemellaggio Cosenza-Rende, Occhiuto e Manna danno nuovo impulso alla fusione

 

Domenica 29 Gennaio 2017

Ospite di un prestigioso convegno annuale dal titolo “L’etica nell’evoluzione dell’uomo” organizzato da Nuccia Carmagnola (presidente della delegazione Cosenza-Rende “Accademia Italiana del Peperoncino ONLUS”), il sindaco Mario Occhiuto, insieme al sindaco di Rende, Marcello Manna, ha approfittato della circostanza per tornare a parlare in maniera condivisa con il collega dell’agognata fusione tra la città di Cosenza e quella d’oltre Campagnano.  Entrambi i primi cittadini presenti alla manifestazione, hanno così celebrato un pubblico rito di gemellaggio fra i due territori che, di fatto, nel vissuto quotidiano sono già un’unica realtà.

“L’occasione è buona – ha affermato Occhiuto nel corso dell’incontro – per propiziare ed intensificare gli sforzi tesi alla concreta fusione che condurrà alla formalizzazione istituzionale-amministrativa dell’Area urbana Cosenza-Rende. Con il collega Manna siamo d’accordo sull’accelerare l’iter degli atti che devono essere portati nei rispettivi Consigli comunali per poi essere approvati e procedere dunque con il Referendum. Entrambi – ha aggiunto il Sindaco del capoluogo bruzio – conveniamo che, per essere considerato positivo, il Referendum debba raggiungere la maggioranza in ciascuna delle città oggetto della fusione, e non solo quindi complessivamente nei due Comuni, proprio come adesso prevede la Legge regionale nel caso resti tale senza che magari venga  modificata velocemente. Gli altri Comuni limitrofi eventualmente interessati (Castrolibero, Montalto, Mendicino, Zumpano, Carolei) potrebbero aderire con le stesse modalità. Speriamo quindi di riuscire – prosegue ancora Occhiuto – a realizzare il sogno di una Città unica tra Cosenza e Rende, e anche, appunto, insieme con gli altri centri urbani contigui interessati. Sarebbe un risultato davvero straordinario, di inimmaginabile miglioramento urbanistico e sociale per le comunità. Una città unica che ormai è già stata costruita negli ultimi decenni e densamente abitata senza soluzione di continuità, finalmente concretamente unificata da un punto di vista amministrativo con servizi integrati unici di trasporto pubblico urbano e di raccolta dei rifiuti, oltre che con caratteristiche di grande pregio storico che convivono con un centro culturale di scala superiore qual è l’Università della Calabria. Nascerebbe una delle più importanti e strutturalmente più avanzate città del nostro Paese, fra le prime quindici città italiane. Ai primissimi posti nel Sud Italia. Ci sarebbero anche grandi vantaggi da cogliere oggi, previsti dalla normativa nazionale che favorisce tali accorpamenti, e ingenti risorse aggiuntive cui potremmo accedere per realizzare investimenti e gestire i servizi in modo più efficiente. Ricordo che sono state create città da situazioni urbane molto meno caratteristiche e vantaggiose della nostra, come Lamezia che è composta da centri separati e non organicamente connessi (Nicastro, Sambiase e Sant’Eufemia), e stanno per nascere sul nostro stesso territorio provinciale altre nuove realtà urbane dalla fusione di centri abitati (vedi Corigliano e Rossano, che distano addirittura circa 15 km!) non funzionalmente connessi e integrati come nel nostro caso. L’area urbana di Cosenza-Rende – conclude Mario Occhiuto – rischierebbe, se la situazione restasse allo stato attuale, di passare in secondo ordine d’importanza e d’immagine anche rispetto alla stessa provincia di Cosenza. Mi chiedo allora: cosa stiamo aspettando?

TROVI – IN ULTIMO – IL PROGETTO, OGGI FATTO PROPRIO DAI DUE SINDACI, LANCIATO NEL LONTANO 1970 DALL’UNIONE BRUZIA ( PER LA CAMPAGNA ELETTORALE DEL 7 GIUGNO )

strill.it | Gemellaggio Cosenza-Rende, Occhiuto e Manna danno …

www.strill.it/…/cosenza/…/gemellaggio-cosenzarende-occhiuto-e-manna…

2 giorni fa – Con il collega Manna siamo d’accordo sull’accelerare l’iter degli atti che devono … per poi essere approvati e procedere dunque con il Referendum. Entrambi – ha aggiunto il Sindaco del capoluogo bruzio … Ai primissimi posti nel Sud Italia. … L’area urbana di CosenzaRende – conclude Mario Occhiuto …

Convegno con gemellaggio Cosenza-Rende: andando oltre il rito …

www.lavocecosentina.it/index.php?...convegno-concosenzarendee

2 giorni fa – Marcello Manna, Nuccia Carmagnola e Mario Occhiuto … condivisa con il collega dell’agognata fusione tra la città di Cosenza e quella … per poi essere approvati e procedere dunque con il Referendum. … “Ai primissimi posti nel SudItalia. … L’area urbana di CosenzaRende – conclude Mario Occhiuto …

Subito il referendum per unire Cosenza e Rende – Ottoetrenta

www.ottoetrenta.it/…/areaurbana-occhiuto-rilancia-subito-il-referendum

2 giorni fa – Area urbana, Occhiuto rilancia: «Subito il referendum per unire … torna a parlare della possibile fusione tra i comuni di Cosenza e RendeE‘ stato il primo cittadino del capoluogo bruzio a rilanciare il tema … per poi essere approvati eprocedere dunque con il referendum. … Ai primissimi posti nel Sud Italia.

Mancanti: quotidiano

Verso la creazione di un’unica grande città a Cosenza Il … – Il Quotidiano

www.quotidianodelsud.it/…/verso-creazione-ununica-grande-citt-cosenza

16 dic 2016 – CASTROLIBERO (COSENZA) – L’invito del vicepresidente della giunta regionale … sua città «la fusione dei Comuni, con Rende e Cosenza, può divenire reale. … procedere spediti verso la realizzazione della tanto discussa area urbana». … RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Quotidiano del Sud.

Mancanti: referendum

RITORNA IN CAMPO IL PROGETTO PER LA GRANDE COSENZA …

https://azimutassociazione.wordpress.com/...cosenzadellunione…/comm…

04 dic 2016 – La proposta di città unica CosenzaRende e Castrolibero è stata da me … La realizzazione della città dell’area urbana che potrebbe … coinvolgimento dei cittadini non serve un Referendum preliminare, …. cronaca di Cosenza, il 14, delquotidiano la < Gazzetta del Sud > ). … con tanti e diversi protagonisti.

———————————————————————————————-

ULTIMO NOSTRO POST SU FACEBOOK ( preavviso di prossimo servizio in rete )

———————————————————————————————-

Post

Associazione Azimut

Pubblicato da Arturo Stenio Vuono · 30/01/2017

FATE PRESTO ! BLOCCO NAZIONALSOVRANO

GIUSEPPE VERDI – Nabucco – Va, Pensiero – YouTube

▶ 4:16

https://www.youtube.com/watch?v=e1JkhNOcXGo

17 mar 2011 – Caricato da Peter Mark…

Altro…

GIUSEPPE VERDI – Nabucco – Va, Pensiero

GIUSEPPE VERDI – Nabucco – Va, Pensiero Nabucco è la terza opera (il titolo originale completo è Nabucodonosor) di Giuseppe Verdi e quella che ne decretò il …

YOUTUBE.COM

———————————————————————————————

FATE PRESTO ! BLOCCO NAZIONALSOVRANO

GIUSEPPE VERDI – Nabucco – Va, Pensiero – YouTube

▶ 4:16

https://www.youtube.com/watch?v=e1JkhNOcXGo

17 mar 2011 – Caricato da Peter Mark

GIUSEPPE VERDI – Nabucco – VaPensiero Nabucco è la terza opera (il titolo originale completo è …

FATE PRESTO ! PER UN BLOCCO NAZIONALSOVRANO : LA SINISTRA TI HA MESSO IN GINOCCHIO RIALZATI ITALIA ! NOI UNITI ITALIANI UNITEVI A NOI ! anteprima di web servizio tra breve in rete  [ “AZ.” – 31/01/2017 ] – LIBERTA’ E SOVRANITA’ PER IL NOSTRO POPOLO – LISTONE UNICO : I SIMBOLI  RACCHIUSI IN UN CERCHIO…PER il 40% E OLTRE….L’ULTIMA SPERANZA – L’UNICA CERTEZZA.FATE PRESTO ! ! ! VINCERE SI PUO’ ! Coalizzati in dieci :  Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Rivoluzione Cristiana, Il Popolo della Famiglia, Conservatori e Riformisti, Destra, Noi con Salvini, Azione Nazionale e Napoli Capitale. FATE PRESTO ! – per leggere tutto visita il sito https://azimutassociazione.wordpress.com [ “Azimut” ].

MELONI LANCIA “ITALIA SOVRANA”, PROPOSTA … – YouTube

▶ 5:45

https://www.youtube.com/watch?v=tbdQ77AoGq8

21 ore fa – Caricato da ta1news

Giorgia Meloni riunisce a Roma le tante anime del centrodestra, dalla … di piazza San Silvestro …

FATE PRESTO – COALIZZATEVI ELETTORALMENTE IN LISTA UNICA…..

 

CONSERVATORI E RIFORMISTI ( DIREZIONE ITALIA )

 

————————————————————————————————————————————————————-

LEHNER SU “TUTTI CONTRO TRUMP” ( E TE PAREVA ! ) – LISTONE DI ALTERNATIVA AI VASSALLI UEISTI DELLA SINISTRA ( FORSE CHE SI’ E FORSE CHE NO )  – L’EDICOLA ( IL “SECOLO d’ITALIA” ) – ALTRE NEWS

[ “AZ.” – 31/01/2017 ]

———————————————————————————————-

tratto dal “Secolo d’Italia”

———————————————————————————————-

CONSERVATORI E RIFORMISTI

Fitto: «Domani nasce a Roma un nuovo soggetto liberalconservatore»

di REDAZIONE

venerdì 27 gennaio 2017

«Domani all’Hotel Ergife, a Roma, nasce un soggetto politico liberalconservatore, inserito in un filone che richiama – in Italia – ciò che il centrodestra doveva essere e non è stato, e – in Europa – la tradizione dei più moderni  movimenti di centrodestra occidentale». Così Raffaele Fitto, leader dei Conservatori e Riformisti, promotore della Convenzione Blu.

Fitto: evidente il legame con i Tories

«È significativo – aggiunge – il nostro legame con i Tories inglesi: nella triplice forma dell’adesione al gruppo parlamentare europeo Ecr, alla fondazione New Direction (creata a suo tempo dalla signora Thatcher), all’alleanza Acre (che unisce partiti e movimenti

liberalconservatori non solo europei). La manifestazione del 28 – spiega Fitto – è la terza tappa di un cammino che il 5-6 novembre, con decine di personalità, ci ha portato a scrivere un programma innovativo (su Europa, tasse, spesa, debito, lotta alla burocrazia,

ecc) e il 17 dicembre ci ha portato a un patto con rilevantissime forze civiche e territoriali».

«Stiamo scegliendo il nome del movimento»

E poi aggiunge: «Stiamo scegliendo anche il nome del nostro movimento insieme a tutti coloro che si sono iscritti sul sito www.laconvenzioneblu.it. Nel centrodestra del futuro – conclude il leader dei Cor – con elezioni primarie, è vitale che si confrontino in una virtuosa sfida di idee l’opzione lepenista e l’opzione liberalconservatrice. Ognuno farà la sua parte. Da noi viene una chiamata ai delusi, agli astenuti, agli elettori in cerca di un centrodestra credibile, moderno, riformatore».

LINK

Risultati di ricerca

Raffaele Fitto – sito ufficiale

raffaelefitto.it/

Raffaele Fitto è un politico italiano ed europarlamentare. Ex presidente della … È una condizione necessaria, quella di cogliere la lezione della storia. Non è …

Chi sono · ‎Eventi · ‎Documenti · ‎Foto

Fitto: «Domani nasce a Roma un nuovo soggetto liberalconservatore …

www.secoloditalia.it/2017/01/434100/

4 giorni fa – «Domani all’Hotel Ergife, a Roma, nasce un soggetto politico … Lamanifestazione del 28 – spiega Fitto – è la terza tappa di un cammino che il …

———————————————————————————————-

DELLA “PASIONARIA ROSSA” DICONO…..

———————————————————————————————-

( da messaggio “postato” su facebook )

 

Vi avanza un Vaffanculo? Rieccola Laura Boldrini “sono una donna che viene dal popolo” …perchè, sapete, è prerogativa del popolo essere nipoti di petrolieri, vivere in una famiglia che dire ricca è poco e soprattutto ben ammanicata nelle stanze del potere, laurearsi in università privata e subito lavorare in ENI, RAI e FAO con compensi da capogiro !!

Vi avanza un Vaffanculo? Rieccola Laura Boldrini “sono una donna che…

Vi avanza un Vaffanculo? Rieccola Laura Boldrini “sono una donna che viene dal popolo” …perchè, sapete, è prerogativa del popolo essere nipoti…

NESSUNA-CENSURA.COM

———————————————————————————————-

Vi avanza un Vaffanculo? Rieccola Laura Boldrini “sono una donna che viene dal popolo” …perchè, sapete, è prerogativa del popolo essere nipoti di petrolieri, vivere in una famiglia che dire ricca è poco e soprattutto ben ammanicata nelle stanze del potere, laurearsi in università privata e subito lavorare in ENI, RAI e FAO con compensi da capogiro !!°°

 

Laura Boldrini lo ha detto di nuovo: “sono una donna che viene dal popolo”

 

All’indomani della prima volta che disse ‘sta cazzata, all’indomani del suo insediamento alla Camera, scrisse Siamo La Gente:

Un po’ sul serio, un po’ con ironia fioccano i paragoni tra Laura Boldrini e Papa Francesco. Già si preparano quelli con la missionaria madre Teresa di Calcutta, ma forse sarebbe meglio con qualche «pasionaria» rossa della guerriglia sudamericana.

E si presenta l’ex portavoce dell’Alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite come la nuova presidente della «Camera della carità», quella rivolta agli ultimi della terra, ai poveri, ai diseredati, alle donne maltrattate, ai profughi della terra.

Manca solo l’aureola. E la sua provenienza dalle fila del Sel di Nichi Vendola dà all’impegno umanitario quella luce di ideologia politica facile da enfatizzare. Ma troppo entusiasmo può riservare anche amare delusioni. Perché chi conosce bene Laura Boldrini e la sua folgorante carriera sotto i riflettori internazionali assicura che è figlia di una casta radical snob ben ammanicata nelle stanze del potere e il suo percorso è stato, per così dire, preferenziale. Tanto che il suo ruolo all’Unhcr scompare con lei, perché le è stato tagliato addosso come un vestito d’alta moda. Alla faccia di tanti che avrebbero voluto subentrare in quella posizione, così ricca di soddisfazioni e così libera del ferreo controllo riservato ad altri ruoli. La maceratese Laura viene da quella società marchigiana fatta di famiglie tradizionali e un po’ bucoliche, colte e all’antica, molte di riservata nobiltà altre di solidi patrimoni, che spesso avviano i rampolli ad un futuro in diplomazia o comunque in organismi internazionali. È sempre stato uno dei giardini più ambiti dall’alta società e con quell’obiettivo si fanno studiare i giovani nei migliori collegi, d’estate si iscrivono ai corsi di lingue e si organizzano viaggi per conoscere il mondo, li si iscrive a università di fama e si pagano stage e master all’estero dopo la laurea. Un’esperienza nel mondo del volontariato, in certi circoli radical-snob, è d’obbligo per far brillare il curriculum. Fa molto nobiltà d’animo e i genitori raccontano con orgoglio nei salotti le esperienze vissute lontano da casa dei figli. Se poi da grandi compiono il grande salto, certo è merito loro, ma il trampolino di lancio ad altri è precluso.

Laura, nipote di un petroliere, dopo la maturità vola nelle risaie del Venezuela e poi si regala un lungo viaggio in tutto il Centroamerica. Poi arriva la laurea. Ora che tutti si entusiasmano per il nuovo stile della presidente della Camera, che all’investitura si presenta con una giacchetta nera striminzita e sale a piedi al Quirinale per la prima visita al Capo dello Stato, bisognerà pur chiedersi se la Boldrini non abbia avuto la strada spianata come pochi. Visto che è entrata in Rai come giornalista negli anni Ottanta, ha fatto tappa all’agenzia giornalistica Agi di proprietà Eni, per poi dare un calcio ad un posto ambito e solido per tuffarsi nelle sue avventure nel mondo. Entrando, certo grazie alle sue doti e alla sua tenacia prima alla Fao, poi all’Onu nel 1989. Infine, l’approdo all’Alto commissariato per i rifugiati nel 1998. Medaglie e riconoscimenti si sprecano, compresa la nomina nel 2009 ad «Italiano dell’anno» di Famiglia Cristiana.

Laura, la francescana, ha lo stesso pedrigree sociale e castaiolo di una Melandri o di una Concita De Gregorio, solo che il suo orizzonte è più internazionale. Sa come incantare le masse e il potere. Su twitter ha raccontato il suo incontro con Napolitano. Il presidente l’ha salutata con queste parole: «Sangue freddo, fatica e successo». Nessuna paura: Laura Boldrini è una predestinata.

 

tratto da: http://blogdieles2.altervista.org/

———————————————————————————————-

L’EDICOLA

———————————————————————————————-

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Martedì, 31 Gennaio 2017
ONU contro Trump, ma lui replica agli attacchi liberal e va avanti
Lo attacca anche l’ONU. Ma Donald Trump va avanti per la sua strada. Senza infingimenti. Mentre il mondo liberal dei plurimiliardari Soros, Zuckerberg e compagnia cantando si strugge e organizza contestazioni mirate, il neo presidente Usa non pensa minimamente a far marcia indietro.

Leggi tutto ›

Più multe per tutti: la grillina Raggi rispolvera il solito modo di fare cassa

 

Leggi tutto >

Conti pubblici, Moscovici sbugiarda Renzi: «Ue ridicola? Senti chi parla»

Leggi tutto >

Fabio Rampelli: «Nessuna lezione a Trump da certi pupazzi europei»

Leggi tutto >

L’EDIZIONE DEL GIORNO
Caro abbonato, per leggere l’edizione completa di oggi del “Secolo d’Italia” in versione sfogliabile, clicca qui o sulla prima pagina del giornale
 

 

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della

———————————————————————————————-

UNA BUONA LETTURA !

——————————————————————————————————————————————————————————————–

A PRESTO !

———————————————————————————————-

———————————————————————————————-

LEHNER SU “TUTTI CONTRO TRUMP” ( E TE PAREVA ! ) – LISTONE DI ALTERNATIVA AI VASSALLI UEISTI DELLA SINISTRA ( FORSE CHE SI’ E FORSE CHE NO ) – L’EDICOLA ( IL “SECOLO d’ITALIA” ) – ALTRE NEWS

[ “AZ.” – 31/01/2017 ]

———————————————————————————————-

“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :

direzione responsabile: presidenza Associazione

team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.

Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono

(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)

“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI

[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )

TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332

FINE INTERVENTO

Advertisements

2 pensieri su “LEHNER SU “TUTTI CONTRO TRUMP” ( E TE PAREVA ! ) – LISTONE DI ALTERNATIVA AI VASSALLI UEISTI DELLA SINISTRA ( FORSE CHE SI’ E FORSE CHE NO ) – L’EDICOLA ( IL “SECOLO d’ITALIA” ) – ALTRE NEWS”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...