LA CORSA AL VOTO SULL’ORLO DEL BARATRO ( NARDIELLO SUL “RONA” ) – MESSAGGI PER GOLIA – L’EDICOLA – ALTRE NEWS – ELOGIO DEL RUBINETTO


LA CORSA AL VOTO SULL’ORLO DEL BARATRO ( NARDIELLO SUL “RONA” ) – MESSAGGI PER GOLIA – L’EDICOLA – ALTRE NEWS – ELOGIO DEL RUBINETTO

https://azimutassociazione.wordpress.com

VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

———————————————————————————————-

IL SERVIZIO ODIERNO – anteprima di web tra breve in rete

LA CORSA AL VOTO SULL’ORLO DEL BARATRO ( NARDIELLO SUL “RONA” )  – MESSAGGI PER GOLIA – L’EDICOLA – ALTRE NEWS – ELOGIO DEL RUBINETTO

———————————————————————————————-

MESSAGGI PER GOLIA ( per leggere tutto – vedi oltre  ) – [ “AZ.” – 05/02/2017 ]

Risultati di ricerca

———————————————————————————————-

TRATTO DAL << ROMA ( “il GIORNALE di NAPOLI” ) >>

———————————————————————————————-

La corsa al voto sull’orlo del baratro

Opinionista:

Vincenzo Nardiello

I gufi sono passati di moda. I pagliacci no. Quelli restano. La loro ultima esibizione è semplicemente esilarante. Dopo aver fatto oltre 20 miliardi di deficit aggiuntivo e altri 150 di debito pubblico, adesso con chi se la prendono? Con l’Europa, colpevole di chiedere a Gentiloni e Padoan di saldare i conti lasciati in sospeso dal loro capo. Sì, quello che vuol correre alle urne perché sente la terra franargli sotto i piedi. La ragione è semplice: dopo aver fatto deficit e debito a più non posso, la situazione economica dell’Italia si è ulteriormente aggravata. L’Ue aveva consentito a Renzi di sforare tutti i conti scommettendo sulla vittoria dei Sì al referendum. E ora che il treno dell’illusionista di Rignano si è schiantato contro un muro di No, reclama il rispetto dei patti. Creato il buco per distribuire bonus finalizzati ad acquisire consenso, l’ex premier addirittura arriva a minacciare elezioni a giugno pur di non saldare il debito con i suoi amici di Bruxelles. Più volte da queste colonne avevamo avvertito che la politica economica renziana avrebbe ulteriormente precipitato l’Italia nel caos. Tre anni di fallimenti che avrebbero dovuto rilanciare l’economia non sono trascorsi invano. Abbiamo gettato dalla finestra una quantità pazzesca di risorse (circa 30 miliardi). Il mini taglio delle imposte alle imprese e i soldi a go-go che hanno accompagnato il Jobs Act hanno prodotto sull’occupazione i risultati che l’Istat ha illustrato ieri: disoccupazione al 12%, 5mila occupati in meno nell’ultimo trimestre e i giovani senza lavoro saliti a quota 40%; l’aumento di Iva e accise è una spada di damocle da 20 miliardi che continua a pendere sulla testa di tutti i contribuenti; gli 80 euro non hanno spinto i consumi, mentre “Industria 4.0” già si candida a diventare l’ennesima occasione persa, se non una nuova fonte di clientele. La conseguenza è che adesso la situazione è grave. L’Italia resta ferma, immobile, ancorata a una crescita decimale, zavorrata da una crisi del credito che non accenna a finire e da un rischio bancario che la nazionalizzazione di Mps non ha affatto scongiurato. A segnalarlo, due giorni fa, è stato il terremoto partito da Unicredit che ha travolto Piazza Affari. Che l’Ue, dopo aver concesso a Renzi tutto ciò che aveva chiesto, ora voglia chiarezza è il minimo. Non è solo una questione di soldi, ma di credibilità. Renzi aveva annunciato 4,5 miliardi per la ricostruzione, nella legge di bilancio ce ne sono appena 1,6. Chiedere che fine abbia fatto il resto è giusto. Correre alle urne per non pagare lo scotto elettorale dell’inevitabile manovra correttiva da 3,4 miliardi la dice lunga sulla statura del fu rottamatore. Altro che spese per il terremoto. Qui l’unico terremoto finanziato è stato quello delle marchette elettorali. Un sisma devastante, alimentato dalla vorace necessità di comprare un consenso che comunque alla fine non è arrivato, facendo così saltare il banco renziano. Il risultato è che lo spread è tornato a galoppare pericolosamente. È il segnale che i nodi stanno venendo al pettine. Per questo il leader Pd ha così tanta fretta di votare. È un contesto serio che rischia di diventarlo ancora di più, di fronte al quale occorrerebbero politici all’altezza, pronti ad assumersi la responsabilità di far prevalere l’interesse generale. Lo spettacolo al quale assistiamo è invece desolante: alla linea irresponsabile di Renzi, si contrappone un’opposizione dominata dall’impraticabile sovranismo monetario di Lega e M5S e dall’incapacità del centrodestra di mettere in campo una proposta di governo alternativa e credibile. Se nei prossimi mesi si ballerà sapremo chi ringraziare.

———————————————————————————————-

GIANCARLO LEHNER – DA ROMA

———————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: comunicato Lehner: l’analfabetismo ci sotterrerà
Date: Sun, 5 Feb 2017 09:50:04 +0000
From: Giancarlo Lehner
To:  ( . . . )

600 docenti universitari lamentano che arrivano loro discenti semianalfabeti. Meglio tardi che mai – il fenomeno, in verità, è di antica data, ormai, almeno da quando insegnanti di matematica e fisica al liceo classico Mamiani di Roma dedicarono il loro biennio per spiegare e far studiare la lunga marcia di Mao -.

I 600, però, denotano anch’essi un radicato analfabetismo politico, giacché chiedono la soluzione del problema a Gentiloni, già disceso ben oltre il ridicolo, per aver nominato al dicastero dell’Istruzione una signora in possesso – come direbbe Mourinho – di zero tituli.

Giancarlo Lehner

———————————————————————————————-

MESSAGGI PER GOLIA ( per leggere tutto – clicca su altro o su continua a leggere )

———————————————————————————————-

E DA “AZIMUT ARCHIVIO ONLINE” ( con video 2012 )

———————————————————————————————-

IL RICORDO

———————————————————————————————-

CLICCA SU INTERVISTA A NOSTRO SUD… ( VEDI: SOTTO ) PER IL VIDEO

Arturo Stenio Vuono

SE GOVERNA LA FINANZA…

1° parte intervista ad Arturo Stenio Vuono

http://www.youtube.com

Intervista a Nostro Sud. Programma condotto da Pietro Golia. In studio Arturo Stenio

Vuono

Arturo Stenio Vuono

SE GOVERNA LA FINANZA….

2° parte intervista ad Arturo Stenio Vuono

http://www.youtube.com

Intervista a Nostro Sud. Programma condotto

da Pietro

Golia

associazioneazimut.blogattivo.com – Blog Associazione Azimut …

22 giu 2012 … 21/06/2012 – Il presidente dell’Associazione CulturalSociale “Azimut” di Napoli

[  A Teleakery e online su http://www.napolinova.com – in ambito del …

http://associazioneazimut.blogattivo.com/Azimut-b1/DOMANI-ORE-1900-A-TELEAKERY-DIGITALE-TERRESTRE-CANALE-92-b1-p58532.htm –

Tele Akery

Emittente Televisiva Regionale Campana – Canale 92 sul Digitale Terrestre.

http://www.teleakery.com/

Arturo Stenio Vuono Quando il fraterno amico Pietro Golia – che conduce su “Teleakery” ( Napoli Nova ) interviste settimanali – mi ha sollecitato , per così dire, a…. “bucare il video”, ho deciso di non negarmi; in verità, per il ritorno in Tv (cessate le mie tante “apparizioni” – sin dagli ultimi anni Novanta – ), piuttosto che l’intervista – ormai a 69 primavere compiute – era utile ( politicamente ) un “testamento” : ritornare, sì,  ma < una tantum >, come per una franca conversazione con l'< irriducibile > , e per come – affettuosamente – lo stesso mi definisce ( io preferisco, da qualche tempo,come noto…, dirmi soltanto un < appartato > ). Mi son detto, dunque, disponibile…[ memento: ( vedi <  La rivolta ideale > ) : “…non sbigottir, chè io vincerò la prova…”  ].Riascoltandomi, a posteriori, ne ho tratto che “…C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole / anzi di antico…”; e che, in fin dei conti, per via di dove si viene, e di dove s’è giunti, resta -oggi-pur sempre valido il necessario < Progetto > per un “Polo della Libertà”. Cosa dicono i < vertici > ?

*Ma ( il < Progetto > )da dove nasce ?

“…non sbigottir, chè io vincerò la prova…”

“…C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole / anzi di antico…”

< “CORSI” & “RICORSI” >

 

*—“Noi rappresentiamo non un sistema diverso incompatibile con l’attuale;noi rappresentiamo la novità – e credo anche la capacità – di spostare l’asse della politica italiana, l’asse istituzionale e costituzionale, ( . . . . . ), in una direzione naturalmente democratica , garantista al massimo di ogni libertà e di ogni diritto, ma anche di ogni dovere. Noi rappresentiamo, ( . . . . . .), la volontà di tanta parte del popolo italiano di rivedere integralmente le istituzioni, non per renderle meno garanti della libertà e di diritti, ma per renderle, se possibile, molto più garantiste e di diritti e di libertà. — Noi rappresentiamo – e credo sia questa la grande sorpresa ( . . . ) – la volontà di spostare l’attuale sistema politico italiano verso direzioni che diano finalmente agli italiani, (…)sopratutto al mondo del lavoro e della produzione, la possibilità esprimersi ai massimi livelli di libertà e, al tempo stesso, di giustizia e di progresso”.

[ INTERVENTO ( ALLA CAMERA, DI GIORGIO ALMIRANTE DEL 10 AGOSTO 1983 ] : “A Palazzo Chigi arriva il decisionista.Nell’annodi grazia 1983 il presidente del consiglio

è il socialista Bettino Craxi ( . . . ) . Craxi parla di sghettizzazione, Almirante sottolinea che, in realtà, si tratta di un processo avviato dal popolo italiano con i grandi consensi tributati ( . . . ) e non certo di una concessione ( … ) – < Fu un discorso che Craxi e i vecchi socialisti gradirono ( . . . . . . . .); le ripetute sottolineature sulla revisione delle istituzioni nel rispetto – e nel miglioramento – delle libertà acquisite e sempre…. e solo nell’interesse dei lavoratori ( e degli italiani ) non potevano che essere condivise da un governo che affermava essersi posto pregiudizialmente ( . . . . . ) il problema ( . . . . . )

dell’ammodernamento, per la prima volta. ( . . . ) >.

Napoli “Azimut” – associazione  |  Associazione CulturalSociale

[ Via Pasquale del Torto, 1  – “Rione Alto” – ( V^ Municipalità di Arenella – Vomero ) 80131 Napoli ]

Azimut” – associazione  |  Associazione CulturalSociale Napoli

<<  La Storia non ha i binari obbligati come le ferrovie  >>

direzione responsabile: presidenza Associazione

team azimut online: Fabio Pisaniello webm. adm.

Uff. Stampa Associaz. : Ferruccio Massimo Vuono

[Legum omnes  servi sumus ut liberi esse possimus]

(Arturo Stenio Vuono – presidente di “Azimut” – Napoli)

TEL. 340. 34 92 379

Piero Cafasso

Quando muore un amico d’infanzia, si porta via una parte di te, e senti come un vuoto dentro che niente potrà colmare. Hai anche la brutta sensazione che la vita sia passata troppo in fretta, mentre eri troppo occupato dal quotidiano. Allora capisci ancora di più quali sono le cose veramente importanti, e desideri ardentemente che lui potesse chiamarti ancora un’altra volta dicendo: “Ciao giovane. Ce lo prendiamo un caffè?” E vedersi, e parlarne insieme, e sorridere, e dirsi quanto è bello conoscersi, confidarsi con fiducia, volersi bene. Ma non si può più, e non puoi fermare le lacrime.

Max Fati

IN MEMORIA DI UN RIVOLUZIONARIO

Pietro Golia ci ha lasciati il 1 febbraio 2017.

L’ho definito un “rivoluzionario”. Egli credeva nella valenza rivoluzionaria della cultura e delle idee.

Quando, nel corso delle nostre lunghe chiacchierate serali negli ultimi quattro anni (in cui i nostri incontri si erano fatti più frequenti) ci capitava di adoperare il termine “rivoluzionario”, finivamo per ridere di questa definizione che davamo a noi stessi, ben conoscendo il nostro caratter…

Continua a leggere

Max Fati

2 febbraio 

Oggi il camerata Pietro Golia ci ha lasciati. Un amico fin dalla seconda metà degli anni ’60.

Era rimasto l’ultimo baluardo della cultura alternativa, con la sua libreria e con le edizioni “controcorrente”.

Ora ci lascia tutti orfani del suo fervore e della sua presenza nel mondo culturale.

Da chi andremo per chiedere un libro di quelli che non si trovano in circolazione ?…

Altro…

E’ morto Pietro Golia. Un amico, un uomo sempre controcorrente

Se n’è andato a 67 anni quasi in punta di piedi, con eleganza, Pietro Golia. Con quell’eleganza che l’ha sempre contraddistinto. E ha lasciato tutti stupiti. In pochi sapevano della sua patologia. Nessuno…

SECOLODITALIA.IT|DI GIROLAMO FRAGALÀ

Stefano Arcella·

PER LA MEMORIA STORICA

Nei momenti di passaggio da una fase ad un’altra, il possesso di un archivio storico ben ordinato diviene uno strumento fondamentale per far consocere la storia di un autore, di un editore, di una comunità.

Pertanto ho deciso di pubblicare, giorno per giorno, i documenti che riguardano la storia dell’attività editoriale e di promozione culturale di Pietro Golia, che spesso s’intreccia anche con la mia attività culturale. Potrò andare avanti per mesi….preparatevi a farvi una cultura storica su Golia, Controcorrente e me…

Stefano Arcella ha aggiunto 2 nuove foto

Per la memoria storica

9 Febbraio 2008: Controcorrente organizza con l’editrice Irradiazioni la presentazione a Napoli dell’ultimo libro di Pio Filippani Ronconi: Zarathustra e il Mazdeismo. Pietro Golia e Valerio De Martino svolsero gli interventi di saluto e d’introduzione. Le relazioni furono svolte da me e da Alfonso Piscitelli. Fu in quella occasione che conobbi i figli di Filippani che vennero appositamnete da Roma insieme alla editrice, Eleonora Gargallo di CastelLentini.

Stefano Arcella ha condiviso il post di barbadillo.it.

PIETRO GOLIA E LA SINTESI DELLA ‘SCUOLA’ NAPOLETANA

Non sempre sono concorde con quanto scrive Marco De Marco; tuttavia devo diire che in questo intervento ha visto giusto. E a tale riguardo, voglio aggiungere una testimonianza personale. Due anni orsono, Pietro Golia volle fortemente che io intervenissi al convegno di Gaeta sulla figura di Ladislao d’Angiò-Durazzo Re di Napoli (1386-1414), il Re che aveva tentato – e ci stava riuscendo – ad unificare l’Italia all’inizio del…

Altro… del 400, partendo da Napoli.

Avevo già scritto per la rivista L’Alfiere diversi articoli su questa interessantissima figura storica che avevo scelto di approfondire e far conoscere per quattro motivi fondamentali: 1) Il Regno di Napoli va considerato nell’interezza della sua storia e quindi non soltanto con riferimento alla importante dinastia dei Borbone, ma anche a tutte quelle precedenti. 2) La figura di Ladislao era il punto di sintesi fra la fiera rivendicazione della storia del Regno di Napoli e il sentimento nazionale, riletto in una chiave revisionista, che superava il manicheismo fra Sud e Italia, Borbone e Risorgimento. Ladislao era il re di Napoli che aveva proiettato il Sud in una prospettiva italiana, forse addirittura di tipo imperiale, considerando che egli era anche – seppure come titolarità nominale – Re d’Ungheria; 3) Il regno di Napoli al tempo di Ladislao (ma anche prima e dopo), aveva un vocabolario delle istituzioni politiche e giurisdizionali che si ricollegava direttamente a quello del diritto romano e quindi all’Imperium; 4) La letteratura storiografica su Ladislao era fiorita, non a caso, nel periodo del Fascismo, poiché in quel clima politico-culturale si vedeva in Ladislao un precursore, un antesignano dell’Unità d’Italia.

La scuola napoletana di Pietro Golia rappresenta proprio questa intelligente operazione di sintesi. La sollecitazione che Pietro mi diede a parlare al convegno di Gaeta su questo tema va collocata in questo contesto.

barbadillo.it

La tradizione napoletana “controcorrente” e Pietro Golia

Il ricordo. Pietro Golia e la tradizione politica napoletana “Controcorrente” | Barbadillo

La figura esemplare di Pietro Golia, distintasi per il suo straordinario impegno ultra quarantennale, prima con il centro di diffusione libraria “Controcorrente”…

BARBADILLO.IT

———————————————————————————————-

———————————————————————————————-

FATTI & MISFATTI

———————————————————————————————

LA STORIA ( per leggere tutto – clicca su altro )

———————————————————————————————

da messaggi “postati” su facebook

———————————————————————————————-

Giovanni Gentile ha condiviso la foto di Ettore Muti.

Ettore Muti

Il 21.6.1944 Mussolini firmò il decreto n.446 (uscito sulla “Gazzetta ufficiale” n.180 del 3.8.44) che ordinava la militarizzazione del Partito Fascista Repubbl…

Altro…

Giovanni Gentile ha condiviso il post di Gabriele Limido.

Gabriele Limido

50 min

IL VIGNETTISTA GIORGIO FORATTINI E’ SEMPRE UN GRANDE.

Giovanni Gentile ha condiviso il post di Giacinto Reale.

I “liberatori” !

Giacinto Reale

 a 

…hanno detto che siamo da galera…

VENGONO DA LONTANO….

“ Soldati! Questa volta non è solo la libertà delle vostre terre che vi offro se vincerete questa battaglia. Alle spalle del nemico vi so…

Altro…

Attività recenti

Giovanni Gentile ha condiviso il post di Faro Francesco Crispi 1924 – Capo Guardafui.

Faro Francesco Crispi 1924 – Capo Guardafui

Ieri alle 20:30

Negli ultimi 70 anni la sinistra ha creato uno sciatto nozionismo basato sulle bugie di una storiografia marxista scritta in malafede, mentendo sapendo di mentire, per creare ignoranza e negare quella consapevolezza storica che dovrebbe essere l’identità di ogni nazione.

Le foto del colonialismo italiano che fanno crollare l’egemonia culturale di sinistra – Sostenitori delle Forze dell’Ordine

SOSTENITORI.INFO

Giovanni Gentile ha condiviso il post di Giacinto Reale.

Giacinto Reale

 a 

…hanno detto che siamo da galera…

2 febbraio 

I “COMPAGNI” DELLA RSI

“Non sono qui a farvi una propaganda spicciola, o compagni piemontesi, sono qui per parlarvi chiaro. Non date retta a quei dirigenti di i…

Altro…

Giovanni Gentile ha condiviso la foto di L’arpa birmana RSI.

Onore a Lei e a tutti i Caduti della R.S.I.

L’arpa birmana RSI

31 gennaio 

Donne e proiettili, quando si muore per la Patria

“Fra pochi minuti sarò fucilata. Una consolazione devo darti: fucilazione al petto e non alla schiena”
Una let…

Altro…

———————————————————————————————-

MEMENTO

———————————————————————————————-

Roberto Spadaro ha condiviso il suo post nel gruppo:Vecchia Guardia FdG.

Roberto Spadaro 

Roma notte del 2 febbraio 1983. Paolo Di Nella (19 anni) militante del Fronte della Gioventù, mentre affigge manifesti nel quartiere Trieste Salario. viene aggredito a sprangate da un gruppo di comunisti, morirà (il 9 Febbraio) dopo sette giorni di coma.

———————————————————————————————-

A NAPOLI CI PIOVE….

———————————————————————————————-

Andrea Santoro ha condiviso il video di Andrea Santoro.

-7:38

nuovo video: Consiglio Comunale di Napoli – 3 febbraio 2017.

La commemorazione delle vittime del drammatico incidente alla Piscina Ariete avvenuto il 16 gennaio 2017 …

Andrea Santoro ha aggiunto un nuovo video:Conferenza stampa Santoro.

Giusto per fare chiarezza sulla vicenda degli immobili oggetto di condono e per spiegare i motivi per cui contestiamo l’operato dell’amministrazione comunale di De Magistris… Ecco la conferenza stampa del consigliere comunale di Napoli Andrea Santoro di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionaletenuta nei giorni scorsi con Pietro Diodato Ione Abbatangelo Pietro LauroLezzi Salvatore Antonio Varriale Giovanni Tammaro

-29:40

Andrea Santoro ha condiviso la foto di Andrea Santoro.

Andrea Santoro

Questo il documento di cui sono primo firmatario e sottoscritto da molte forze politiche, comprese Mara Carfagna e Valeria Valente…

Andrea Santoro ha condiviso il video di Andrea Santoro.

13 h ·

-3:47

 un nuovo video: Santoro in azione…

Con grande pazienza e responsabilità ho provato fino all’ultimo a convincere la giunta De Magistris ad aprire un confronto… Solo silenzio. Ma io non mollo e so di stare nel giusto perchè difendo i miei concittadini da pretese ingiuste da parte dell’amministrazione DeMagistrs…

Andrea Santoro ha condiviso il video di Andrea Santoro.

-0:06

un nuovo video.

Giornata intensa oggi in Consiglio comunale. Mi sono battuto per difendere i diritti di seimila famiglie napoletane che vivono in immobili oggetto di condono ed…

Altro…

Andrea Santoro ha condiviso la foto di Andrea Santoro.

2 febbraio

Andrea Santoro con Andrea Santoro e altre 3 persone.

2 febbraio  

L’articolo de il Roma sulla conferenza stampa tenutasi ieri mattina presso il Palazzo del Consiglio comunale di Napoli. Insieme a me Pietro Diodato, Antonio Var…

Altro…

Raffaele Barbato ha condiviso un link — con Andrea Santoro

1 febbraio 

Napoli, Oliva (FdI-An): pieno sostegno a Santoro a difesa proprietari immobili colpiti da ordinanza di acquisizione | Agenparl

AGENPARL.COM

———————————————————————————————

L’EDICOLA

———————————————————————————————-

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Domenica, 5 Febbraio 2017
Trump contro il giudice: «Ma se anche alcuni Paesi islamici concordano col bando…»
IProsegue in queste ore il braccio di ferro tra la Casa Bianca e i il giudice che ha bloccato l’ordine di Trump sugli ingressi nel Paese di perosne provenienti da sette Paesi islamici.

Leggi tutto ›

Sondaggio per il nuovo soggetto di destra: “destra” no, “fiamma” sì

Leggi tutto >

Brexit, Londra avvisa la Ue: sia corretta o faremo un paradiso fiscale

Leggi tutto >

Pirozzi torna alla carica: «Come si fa a far pagare tasse a chi ha perso tutto?»

Leggi tutto >

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contro Bergoglio non solo manifesti, anche un incontro segreto di Salvini in Vaticano
Sondaggio Demos: crollano M5S e Pd, balzo in avanti di Fratelli d’Italia e FI

 

“Sovranità”. Così Giorgia Meloni ha portato in piazza Bodin e Schmitt
L’EDIZIONE DEL GIORNO
Caro abbonato, per leggere l’edizione completa di oggi del “Secolo d’Italia” in versione sfogliabile, clicca qui o sulla prima pagina del giornale
Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00

———————————————————————————————-

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

———————————————————————————————-

—-Messaggio originale—-

Da: “Circolo Culturale Excalibur” <circolo.excalibur@libero.it>

Data: 4-feb-2017 16.53

A: <azimutassociazione@libero.it>

Ogg: ELOGIO DEL RUBINETTO

In allegato formato PDF

Se non si legge correttamente cliccare QUI

 

ELOGIO DEL RUBINETTO

Fino a qualche decennio fa si beveva l’acqua del rubinetto poi, non si sa bene come, è incominciata a diffondersi l’idea che l’acqua di casa fosse poco sicura o, addirittura, non potabile. E da allora, spinti dalla pubblicità martellante che millanta presunte proprietà terapeutiche, tutti a riempire il carrello del supermercato con confezioni di acqua cosiddetta ”minerale”.

Se ci domandiamo cosa ha in più l’acqua in bottiglia rispetto all’acqua del rubinetto la risposta è: nulla, assolutamente nulla. Solo il costo.

Anzi, dal punto di vista igienico, l’acqua che giunge nelle nostre case è molto più sicura dell’acqua confezionata in quanto costantemente controllata dai laboratori chimici dell’Asl e disinfettata da piccole quantità di cloro. L’acqua del supermercato invece, non essendo sotto vuoto ed essendo stata imbottigliata in ambiente non sterili, contiene quei batteri e microorganismi presenti nell’aria che quando le bottiglie sono stoccate in estate sotto il sole, si moltiplicano rendendo l’acqua “della salute” stagnante e tutt’altro che salutare.

A differenza dell’acqua di montagna, che altro non è che acqua piovana la quale scorrendo in superfice è resa minerale dall’abrasione delle rocce, l’acqua delle falde acquifere diventa pura grazie all’azione filtrante del terreno che l’arricchisce di quei sali minerali indispensabili per il nostro organismo.

Senza alcun ritegno e ritenendoci tutti degli sciocchi, una nota casa distributrice si è inventata l’acqua “povera di sodio”: In pratica acqua distillata (quella che usiamo per il ferro da stiro).

A parte il fatto che demonizzare il sodio naturale è da criminali in quanto indispensabile per i normali processi fisiologici del nostro organismo(1), privare un litro di acqua naturale di quei pochi microgrammi di sodio è come togliere un granello di sabbia da una spiaggia. Qualunque alimento assumiamo, sia esso di origine vegetale o animale, contiene sali minerali tra cui sodio.

Il sale di cucina che rende saporiti i nostri piatti altro non è che Cloruro di… Sodio (NaCl) che scomposto libera Cloro e, perlappunto, Sodio. Che senso ha bere acqua povera di sodio quando qualunque alimento assumiamo ne contiene, in proporzione,  a tonnellate?

Se vogliamo gustare un’ottima e sicura acqua frizzante basta un semplice gasatore, un apparecchietto da tenere in cucina che introduce nella bottiglia di acqua del rubinetto la quantità desiderata di bollicine. Eviteremmo anche la seccatura di smaltire le bottiglie di plastica.

Non facciamo abbindolare dalla pubblicità e affidiamoci alla natura che sa come mantenerci in salute.

Gianfredo Ruggiero, presidente Circolo Culturale Excalibur

 

Nota

1)    Il sodio riveste un ruolo fondamentale nel nostro organismo. Per esempio lo troviamo nei processi di trasmissione elettrica del sistema nervoso, nelle strutture cellulari, insieme al potassio regola il bilancio idro-salino dell’organismo, è presente nelle ossa, nei denti, nella cartilagine. Non a caso alle persone debilitate in ospedale si somministra la cosiddetta soluzione fisiologica costituita da acqua e sale. Chiaramente, come per tutto ciò che ingeriamo, un suo eccesso o una sua carenza provoca effetti negativi.

E’ disponibile il libro di Gianfredo Ruggiero “ECOLOGIA SOCIALE”. Per informazioni cliccare QUI

IL SERVIZIO ODIERNO – anteprima di web tra breve in rete

LA CORSA AL VOTO SULL’ORLO DEL BARATRO

( NARDIELLO SUL “RONA” )  – MESSAGGI PER GOLIA – L’EDICOLA – ALTRE NEWS – ELOGIO DEL RUBINETTO

——————————————————————————————————————————————————————————–

“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :

direzione responsabile: presidenza Associazione

team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.

Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono

(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)

“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI

[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )

TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332

https://twitter.com/AssAzimut

 

Associazione Azimut, Naples, Italy.

 http://www.facebook.com/AssociazioneAzimu

 

https://azimutassociazione.wordpress.com

FINE INTERVENTO

Annunci

Un pensiero su “LA CORSA AL VOTO SULL’ORLO DEL BARATRO ( NARDIELLO SUL “RONA” ) – MESSAGGI PER GOLIA – L’EDICOLA – ALTRE NEWS – ELOGIO DEL RUBINETTO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...