“NON C’E’ SPERANZA!” L’EDITORIALE ( VUONO SENIOR ) – CORRISPONDENZE ( LEHNER – LUCIANI – MANNELLO ) – L’EDICOLA E ALTRE NEWS


“NON C’E’ SPERANZA!” L’EDITORIALE ( VUONO SENIOR ) – CORRISPONDENZE
( LEHNER – LUCIANI – MANNELLO ) – L’EDICOLA E ALTRE NEWS

“NON C’E’ SPERANZA!” L’EDITORIALE ( VUONO SENIOR ) – CORRISPONDENZE
( LEHNER – LUCIANI – MANNELLO ) – L’EDICOLA E ALTRE NEWS
E CI HANNO CONCESSO LA LIBERTA’ DI PAROLA MA SI SONO RISERVATI IL DIRITTO DI NON ASCOLTARE [UNA DELLE DOVIZIE DELLA LORO “DEMOCRAZIA]
VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

———————————————————————————————————-
OGGI ( anteprima di web – servizio tra breve in rete ) – “NON C’E’ SPERANZA!” L’EDITORIALE ( VUONO SENIOR ) – CORRISPONDENZE ( LEHNER – LUCIANI – MANNELLO ) – L’EDICOLA E ALTRE NEWS 
[ “AZ.” – 14/02/2017 ]
———————————————————————————————————-
IN COPERTINA
———————————————————————————————————-
SOTTO I RIFLETTORI
Matteo Renzi lascia il centro congressi dopo la direzione del Pd © ANSA
La cronaca della Direzione del Pd ( vedi : oltre )
 
———————————————————————————————————-
E A PROPOSITO E NON SOLO…..
276261_1002645712_5204015_n “AZIMUT” – IL POST DEL PRESIDENTE – Arturo Stenio Vuono
NON C’E’ SPERANZA !
———————————————————————————————————-
 
L'ultimatum della Raggi all'assessore: "Berdini pensi a lavorare, la pazienza ha un limite" I “MIGLIORI DEI PEGGIORI” ( ? ) FATE VOI !
 
ALLA RADICE DI OGNI MALE
UNIONE EUROPEA DELLE REPUBBLICHE SOCIALISTE SOVIETICHE
———————————————————————————————————————————————————————————
L’EDITORIALE
 
Ultime delle contorsioni, interne al Pd, e le giravolte di Matteo Renzi la cui cronaca diamo per letta e i fatti che diamo per scontati. Sospeso ogni giudizio, per quel che abbiamo scritto e riscritto, quanto all’area potenzialmente alternativa del centrodestra che, ancora, staziona in mezzo al guado. Non c’è speranza !
 
Sfogliamo le pagine del tormentone italico e vi troviamo vicende quotidiane della casta, intrise di bugie – salvo qualche rara eccezione – , e di continue dichiarazioni che vanno nella direzione opposta dei veri intenti; buone solo per tacitare quel che Lor Signori considerano il popolo bue.
 
Quelli che contano, e van per la maggiore, e si fa per dire, fanno l’occhiolino rassicurante ai peones – occupanti gli scranni da novizi – che puntano a durare almeno sino alla scadenza utile per il vitalizio.
 
Elezioni anticipate si o no, un semplice sfogliare la margherita – senza l’esito – per prendere tempo; per manovre e manovrine, nelle more del riposizionamento, in moto, che potenziali coalizioni, partiti e partitini, gruppi e gruppuscoli vanno ricercando.
 
L’oscar di tali sceneggiate, in primis, tocca evidentemente ai democrat, renziani e non, e seguono a ruota i sodali del Marchese del Grillo; per non parlare di fondatori e rifondatori, col vizietto del nuovo logo come specchietto per le allodole.
 
Chi pensa, e si illude, che lo scenario possa partorire una qualsiasi novità e l’anticipo della resa dei conti – stando così le cose – è completamente fuori strada; elezioni ora, soltanto voci clamanti nel deserto dei tartari; va detto, per la verità, che altro risulterebbe se la corte europea interrompesse la tenuta in ostaggio di Silvio Berlusconi cui, oggettivamente, spettano pronunce – avverso l’applicazione retroattiva di norme ad esclusione – già emesse per altri casi simili.
 
Che la situazione vada, sempre più, ad incancrenirsi non interessa più di tanto; c’è un paese allo sbando e una nazione a pezzi cui la Ue – totalmente indifferente – fa le pulci; ridotti, come siamo, a disporre la spesa anche di un solo euro semprechè autorizzati da Li Superiori.
 
Ah! benedetta sovranità smarrita; checchè ne dica il comandante Padoan, premier ombra, incaricato e delegato – dal vuolsi così colà dove si puote – del cuci e scuci dei conteggi; si continua a tessere la tela in subordine e nella solita impotenza.
 
Il terremoto, propagandato come priorità, per fare un solo esempio : però sistemazioni e risarcimenti, e la ricostruzione, possono attendere;i migranti, pardon i rifugiati, no;e le prefetture, in esecuzione rapida e tempestiva, si industriano per l’assistenza e i ricoveri, le requisizioni; che non si tratta di connazionali in pari se non in peggiore sofferenza.E, infatti, non manca – nella fattispecie – la benedizione della Ue ovvero Uerss, l’ineffabile Unione Europea delle Repubbllche Socialiste Sovietiche.
 
Non c’è speranza!
LA UE E' MORTA E NON LO SA. SALVIAMO L'EUROPA VERA.
———————————————————————————————————-
———————————————————————————————————-
———————————————————————————————————-
SOTTO I RIFLETTORI -La cronaca della Direzione del Pd ( tratto dal web )
———————————————————————————————————-
 

Via al congresso a partire già dall’assemblea che si terrà sabato o domenica prossimi, da organizzare in tempi stretti. E’ l’esito della direzione del Pd che, dopo una relazione nella quale Matteo Renzi morde il freno, approva un ordine del giorno della maggioranza che prevede tempi rapidi per la scelta del nuovo segretario.  “C’è un limite – ha detto Renzi – a tutto. De Luca ha detto che siamo dei masochisti, io non posso essere sadico: va bene tutto ciò che serve per creare un clima per sentirsi a casa ma quando si ha paura di confrontarsi con la propria gente con le modalità dell’ultimo congresso io credo che l’ennesimo passo indietro non sarebbe capito neanche dai nostri. Andiamo al congresso con il sorriso sulle labbra, così saremo un partito ancora più democratico, se altri vogliono farsi governare da un algoritmo è un problema loro”. L’ORDINE DEL GIORNO – La direzione del Partito democratico ha approvato l’ordine del giorno di maggioranza per avviare subito, con un assemblea che si svolgerà tra sabato e domenica, il congresso del partito. A favore hanno votato in 107 sì, 12 contrari e 5 astenuti. Il presidente Matteo Orfini ha deciso di mettere ai voti solo l’odg di maggioranza e considerare precluso quello presentato dalla minoranza. L’odg firmato da esponenti di tutte le correnti di maggioranza (renziani, Areadem, giovani turchi, Sinistra è cambiamento) per invitare “il presidente dell’assemblea nazionale a convocare l’assemblea per l’avvio dell’iter congressuale auspicando la definizione di regole analoghe a quelle utilizzate per lo svolgimento del congresso del 2013” sarà messo ai voti della direzione. A firmare l’odg Mirabelli (Areadem), Ermini e Marcucci (renziani), Paris (giovani turchi), Campana (area di Maurizio Martina) L CONGRESSO- TAPPE E TEMPI  “Dopo due mesi – ha detto Renzi – in cui tutte le volte in cui erano state avanzate proposte il giorno dopo ci è stato detto di cambiare posizionecredo che un punto vada messo. Non io ma l’assemblea sovrana, io sono perchè l’assemblea si faccia il prima possibile e ha la sovranità statutaria per decidere tempi e modalità del congresso”.”Credo che sia buon senso da parte di chi ha responsabilità di conduzione di una comunità accettare l’invito a fare il congresso prima delle elezioni”. Lo ha detto Matteo Renzi parlando alla cruciale direzione del Pd sul futuro del partito e sul voto dopo il referendum e la sentenza della Consulta sull’Italicum.”Non possiamo più prendere in giro la nostra gente – ha detto in un altro passaggio – potete prendere in giro me ma non la nostra gente. Nel pieno rispetto dello statuto, con le stesse regole dell’ultima volta” si faccia il congresso. “Così che non si discuta da domani sulle regole. Ma torni la politica”. “Io non sarò mai il custode dei caminetti, preferisco il mare aperto della sfida che la palude. Facciamo il congresso e chi perde il giorno dopo dia una mano, non scappi con il pallone, non lasci da solo chi vince le primarie, non faccia quanto avvenuto a Roma”.Bersani: “Garantire il voto nel 2018” – LE REAZIONI. Intanto Michele Emilianoi ufficializza la sua discesa in campo per il congresso: “Quella di candidarmi alla segreteria è una cosa che sento di fare, necessaria”. Ma, sottolinea Emiliano: “Un congresso ad aprile senza conoscere la legge elettorale, senza sapere quante sezioni sono commissariate e con la Pasqua in mezzo è una di quelle cose è una di quelle cose che fa rischiare la scissione”. No al congresso in favore di una conferenza programmatica da Andrea Orlando. Il ministro della Giustizia non ha partecipato, a quanto si apprende, alla votazione finale della direzione Pd sul congresso subito.”Io non voglio scissioni – ha detto – e se le voglio le vorrei sulla base di una discussione, se ci dovrà essere una scissione, e io spero di no, che sia senza alibi, non con l’alibi del calendario”.”Il voto e il congresso – ha puntualizzato – sono due concetti divisi e aggiungo che non sono più premier, non sono mai stato il ministro dell’Interno né sono il presidente della Repubblica. Quando si vota non lo decido io, questa visione ‘giucascaselliana’, quando lo dico io, va rimossa. Ci sono elementi positivi per votare prima e anche per votare dopo, è una discussione che fa chi ha responsabilità istituzionali. Ma sia chiaro a tutti che il congresso non si fa per decidere il giorno del voto”.Al banco della presidenza siede, al fianco del segretario Matteo Renzi, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, al quale Renzi ha ribadito la propria stima (“massima stima e amicizia di tutto il Pd. Nel rapporto decennale che ci lega non è la lealtà che manca”). In platea si vede tra gli altri il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. LE TASSE – “Il tema di non aumentare le tasse è un principio di serietà da parte nostra, discuteremo con Bruxelles per cercare gli accordi opportuni. La procedura di infrazione va evitata con tutti gli sforzi, i 3,4 mld si recuperano non aumentando le accise ma con un disegno che consenta di continuare la curva della crescita”. “Se evitiamo il referendum” sui voucher “male non fa dal punto di vista politico”, ha detto ancora. “Se digiti su google – ha esordito Renzi – ‘resa dei conti Pd’ emerge un dato sconvolgente… anche basta, diamoci una regolata tutti insieme. Evitiamo la personalizzazione del dopo referendum”. “Non voglio scissioni. Ma se deve essere sia una scissione sulle idee, senza alibi, e non sul calendario”, ha attaccato. “Ho un’idea alta del congresso e ancor di più della scissione. E’ un momento drammatico che mette in subbuglio i sentimenti. Discutiamo le linee politiche e poi ci dividiamo.Mai avrei pensato a una discussione sul calendario: o si fa il congresso prima delle elezioni o è scissione. E’ una specie di ricatto morale e sono allergico ai ricatti”. “Stop alla personalizzazione, la politica italiana è bloccata”, ha detto ancora sottolineando che “improvvisamente è scomparso il futuro dalla narrazione della politica italiana”. “Sel – ha sottolineato – sta per scindersi, Salvini e Berlusconi litigano, i Cinque stelle sono dilaniati al loro interno con una ferocia non immaginabile fino a poche settimane fa”.”Agli amici e compagni della minoranza voglio dire ‘mi spiace, se costituisco il vostro incubo ma non sarete mai il nostro avversario’. Gli avversari sono fuori da questa stanza”. “Io non voglio violare le regole europee – ha detto ancora Renzi –  voglio discuterle e se possibile cambiarle. Non è facile ma è un dovere morale per chi ha fatto una battaglia contro la politica dell’austerity e il pareggio di bilancio”. Renzi ha ringrato il ministro Pier Carlo Padoan presente in platea. Renzi sottolinea come un “passaggio straordinario” la possibilità di ridiscutere il fiscal compact: “Io penso che non funzioni”, afferma.

———————————————————————————————————-
GIANCARLO LEHNER – DA ROMA
———————————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: I: Lehner: col titolo di bugiardo si fa carriera
Date: Mon, 13 Feb 2017 10:24:09 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To: ( . . . ) 

Avendo superato a pieni voti il triennio di scienza del bugiardismo applicato, sono pronto, col diploma di bugiardo immarcescibile, a sostituire Berdini come assessore nel Comune di Roma; e, se mi va a ciccio, potrò col mio diploma abilitante divenire l’ennesimo ministro mentitore-millantatore della pubblica istruzione nell’Esecutivo Gentiloni.

E c’è di più, dissimulando, dissimulando, potrei diventare premier del IV Reich e continuare a negare l’evidenza – come per gli intossicati nell’aeroporto di Amburgo -, dicendo a priori che, stante la bontà degli islamisti, incidente fu, non attentato.

Giancarlo Lehner

——– Original Message ——–

Subject: I: Lehner: ricordiamo, a beneficio dell’informazione, il bambino Rolando Rivi.
Date: Sun, 12 Feb 2017 11:19:51 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )

Esistono religioni che chiedono in nome di Dio l’assassinio di innocenti? Forse, non esistono, ben supplite, tuttavia, dai loro professanti, vedi, oggi, gli islamici sedicenti martiri e sicari per Allah. 

D’altra parte, anche l’ateismo non propugna in nome della dea Ragione l’uccisione dei credenti, a meno che i professanti non siano comunisti, diretti discendenti, anche più rozzi, di Robespierre. 

Lo scrivo in ricordo di Rolando Rivi, seminarista bambino – aveva 14 anni – sequestrato, picchiato, torturato per 72 ore e, poi, ucciso, nel 1945, dai partigiani comunisti, in nome di Stalin, dio falso, criminale, bugiardo.

Purtroppo, l’egemonia culturale rossa sovvenzionata dai dollari del Pcus ha fatto sì che, oggi, nemmeno un italiano su diecimila sappia nulla di Rolando Rivi.

Giancarlo Lehner

———————————————————————————————————-
———————————————————————————————————-
VINCENZO MANNELLO – DA CATANIA
———————————————————————————————————-
——– Original Message ——–
Subject: permettete un minuto ? Grazie..
Date: Mon, 13 Feb 2017 16:41:05 +0100
To: ( . . . )
Come già chiarito in precedenti occasioni,io sono grato sinceramente a chiunque legga le note che pubblico sul mio sito,su Facebook e Twitter..indipendentemente se ne condivida o meno il contenuto e magari abbia critiche od opinioni differenti da evidenziare.
La premessa “quel che scrivo rappresenta sempre ciò che penso ma non sempre quel che penso lo posso scrivere” già mi rende consapevole del fatto di trattare,spesso e volentieri, argomenti e temi con valutazioni e tesi “politicamente scorrette” per cui (indipendentemente anche dalla forma e dal tono con cui sono messe “nero su bianco”) mi aspetto di tutto da parte di chi abbia la pazienza di leggere..dal plauso all’insulto,passando a volte pure dalla minaccia più o meno velata.
Però,non lo nego di certo, quello che mi spiace è l’indifferenza,mista magari ad una “prevenzione” ideologica o,presumibilmente,dovuta alla prevalenza del “che ca..o vuole questo ?”..
Quanto sopra,valido pure per i loro lettori, non posso automaticamente estenderlo alle testate,specie telematiche,cui normalmente invio le mie “opinioni” da pubblicare liberamente (e sempre senza compenso) in forma di “lettere” alle rubriche,visto che,non essendo “giornalista”, “articoli” non si possono definire.
So bene che ogni testata ha delle responsabilità da adempiere e rispettare, una linea editoriale da seguire e pure una opinione generale cui rendere conto..più esigenze pubblicitarie che hanno la loro importanza.
È per questo che,nei più di 40 anni di attività politica e sociale, ho scritto (ed inviato) di tutto..ciò di cui avessi un minimo di conoscenza tale da non sparare cavolate o “bufale” ante litteram. Carta stampata (raramente) prima, internet poi, ho trovato  ospitalità su varie testate..con la stranissima preventiva esclusione di tutte le più famose “di area” che (molto teoricamente) avrebbero dovuto essere le più disponibili ad ospitare un certo tipo di (contro)informazione differente dal “politicamente corretto“.
Oggi,con questa riflessione che spero non abbia tediato il lettore, desidero anche ringraziare quei Direttori che,magari soltanto in nome del pluralismo,mi hanno permesso di esporre liberamente e senza censura il mio modestissimo pensiero..non è da tutti,lo so bene..
Continuerò ?? Non lo so.,sempreché a qualcuno interessi davvero, forse neppure a me..🙂
Grazie per l’attenzione
Vincenzo Mannello
———————————————————————————————————-
ALTRE NEWS
———————————————————————————————————-
[ DA BOLOGNA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO ]
 
—-Messaggio originale—-
Da: “NINO LUCIANI” <nino.luciani@alice.it>
Data: 12/02/2017 10.28
Ogg: In attesa delL’ASSMBLEA della DC del 25/26 feb a Roma
Centro studi per l’ IMPEGNO Politico dei CATTOLICI
Sede in Bologna, via Titta Ruffo 7 
Direttore Prof. Nino Luciani
Ordinario di Scienza delle Finanze, Universita’
– Ai Soci DC iscritti nell’ultimo elenco disponibile, convocati dal Tribunale a Roma il 25/26 feb 2016, per assemblea dei soci ex-art. 20 c.c.;
– Ad Altri interessati
Per quanto riguarda l’Assemblea dei soci della DC, l’aggiornamento delle informazioni si trova in:http://www.impegnopoliticocattolici.bo.it/ .
Qui si trova anche il decreto del tribunale di Roma, che ha convocato l’assemblea; e il Comunicato dell’avviso sulla Gazzetta Ufficicia.
Circa la raccolta dei fondi per le spese raccomandate, trovate l’elenco dei contribuenti nel POSCRITTO, qui sotto. Raccolta totale Euri 5.630,00 (necessari Euri 7.800,00 circa)
Con l’occasione, vi informo che ho pubblicato sul Foglio On Line , UNIVERSITAS News, il codice etico e un possibile identikit della nuova Democrazia Cristiana, che avra’ vita (come spero) il 25/26 feb. 2017, all’Ergife a Roma
Trovate questo identikit , al punto 3 tra gli ARGOMENTI, qui sotto:
ARGOMENTI : 
1) QUALE UE-Unione Europea, IN UN FUTURO PROSSIMO ?
   – Per la Sig.ra MERKEL, bisognerà fare una UE a due velocità.
   –  Ma Draghi ne dubita, al momento. 
 Le premesse, per capirne qualcosa, di questi progetti
   
2) I RICERCATORI UNIVERSITARI fanno un documento che informa  le famiglie sul disagio delle universita’, dopo la legge Gelmini 
  e avanzano alla nuova Ministra FEDELI:
  -a)  un piano di reclutamento di 4.000 posti di ricercatore a tempo determinato, da immettere in ruolo di prof. associato, dopo abilitazione scientifica;
  -b) proposte di modifica alla legge Gelmini.
3) In un convegno a Bologna, e’ stato presentato un CODICE ETICO DEL CRISTIANO IMPEGNATO IN POLITICA.
    In casuale coincidenza il Tribunale Civile di Roma aveva convocato l’Assemblea dei Soci della DC, a 23 anni dal presunto scioglimento.
   Quale identikit di un partito di cattolici e di non cattolici (con uguali valori e programmi) nell’Italia di oggi ?
__________________________________________
POSCRITTO:
Ecco il dettaglio degli amici che hanno dato il contributo libero :
20.12.2016 BONIFICO N. ECRO000000003582169994 DISPOSTO DA: LUCIANI NINO-CONTRIBUTO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 20 
22.12.2016 BONIFICO N. ECRI000000003592034670 DISPOSTO DA: TOMIETTO MAURO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA TOMIETT 100 
27.12.2016 BONIFICO N. ECRI000000003605014725 DISPOSTO DA: RENZO GUBERT-Contributo spese Assemblea DC storica, Gubert Renz 500 
02.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003626637324 DISPOSTO DA: GIUSEPPE CANANZI-Contributo spese convocazione assemblea partito DEMOCRAZIA CRISTIANA storica 20 
06.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003642013661 DISPOSTO DA: DUO VIELMO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASS.DEMOCRAZIA CRISTIANA 50 
11.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003653719750 DISPOSTO DA: CANTELLI RAG GABRIELE-ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 20 
12.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003658541421 DISPOSTO DA: TERRANOVA ALBINO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 50 
13.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003664753803 DISPOSTO DA: MONTESANO CLAUDIO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DECONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE A 20 
16.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003669448315 DISPOSTO DA: BOCCHIO ISABELLA-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 100 
16.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003670165704 DISPOSTO DA: PORTACCI AMEDEO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DC STORICA 1000 
16.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003672229773 DISPOSTO DA: PESCHIERA FILIPPO CASALI LAURA-CONTRIB SPESE CONVOCAZ ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORI 50 
16.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003672229815 DISPOSTO DA: MORELLI GIUSEPPE-Giuseppe Morelli – contributo spese convocazione assemblea partito DEMOCRAZIA CRIS 30 
16.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003672429709 DISPOSTO DA: ZARDI CARLO-CONTR.TO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 20 
17.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003674128515 DISPOSTO DA: MAIOLO ILARIO-Contributo spese convocazione assemblea partito DEMOCRAZIA CRISTIANA storica 100 
17.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003675783514 DISPOSTO DA: GIOVINAZZO GIROLAMO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 300 
17.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003677737876 DISPOSTO DA: VELLO GIORGIO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 30 
18.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003678858683 DISPOSTO DA: LUIGI D’AGRO’-CONTR.SPESE CONV.NE ASSEMBLEA D.C.STORICA 100 
18.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003678858704 DISPOSTO DA: ANGELO MUSCO-CONTRIB. SPESE PER ARRIVARE ALLA CONVOCAZ. ASSEMBLEA NAZIONALE DEL PARTITO DEMOCRAZIA 50 
18.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003679704338 DISPOSTO DA: GIANNONE ANTONINO-CONTRIBUTO SPESE CONVOC. ASS. DC STORICA 200 
18.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003679731176 DISPOSTO DA: BONALBERTI ETTORE LIBONI FRANCESCA-Ettore Bonalberti contributo spese convocazione assemblea partit 200 
19.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003682432033 DISPOSTO DA: GIANFRANCO RUCCO-contributo spese convocazione assemblea partito De 50 
19.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003682432074 DISPOSTO DA: DE MONTIS PIETRO-CONTRIBUTO SPESE CONVOC.ASS.PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA-DE MONTIS PIETRO( 20 
19.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003682432118 DISPOSTO DA: ANDREASI ROBERTO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 200 
19.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003683184816 DISPOSTO DA: FERRONI MARCO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE 100 
19.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003683184835 DISPOSTO DA: VIALETTO LUIGI ANTONIO-contributo spese convocazione assemblea partito DEMOCRAZIA CRISTIANA storica 20 
20.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003685750916 DISPOSTO DA: GRECO GIACOMO-cONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 20 
20.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003685750998 DISPOSTO DA: MANNO LIBORIO-contrib spese convocaz assemblea part democrazia cristiana storica lucchese francesco 200 
20.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003686618168 DISPOSTO DA: MORETTI ANTONIO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA – PART. DE MOCRAZIA CRISTIANA STORICA 20 
20.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003686692128 DISPOSTO DA: COMIS ALFREDO-Contributo spese conv.assemblea dc 150 
22.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003689101130 DISPOSTO DA: BANCO DI NAPOLI S P A-CONTRIBUTO SPESE CONV. ASSEMBLEA PART. DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA DA PARTE 200 
23.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003689438270 DISPOSTO DA: PETRILLO F. E/O CRISCUOLO A.M. EU-CONTRIBUTO CONV.ASSEMBLEA DA PARTE DI PETRILLO FRANCESCO NAPOLI 100 
23.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003689438381 DISPOSTO DA: FINESSO LUCIANO,CORROCHER CINZIA-contr. spese convocaz. assemblea partito democrazia cristiana stor 50 
23.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003689778686 DISPOSTO DA: CICCARELLI ANTONIO-CONTRIBUTO SPESE ASSEMBLEA D.C. STORICA 100 
23.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003691191171 DISPOSTO DA: GUCCIONE IGNAZIO MARIA MAURILIO-Contributo spese convocazione assenblea patito DEMOCRAZIA CRISTIANA 200 
23.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003693270216 DISPOSTO DA: LO CURZIO ENRICO-AGGIORNAMENTO CONTRIBUTI SPESEASS.SOCI DC( 25/26 FEB) 250 
24.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003694905583 DISPOSTO DA: BONGIORNO GIORGIO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZ ASSEMBLEA P DC STORICA BONGIORNO GIORGIO GIGLIO FRANCES 80 
24.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003696290895 DISPOSTO DA: BARBUTO NICOLA CONCETTO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DECONTRIBUTO SPESE CONVOCAZ 100 
24.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003698895489 DISPOSTO DA: BERTE VITO-Contributo spese convocazione assemblea partito DEMOCRAZIA CRISTIANA storica 20 
25.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003698950797 DISPOSTO DA: ZILLI LUIGI-contributo spese convocazione assemblea partito DEMOCRAZIA CRISTIANA storica 100 
26.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003702573539 DISPOSTO DA: ARCIERI FRANCESCO-DEMOCRAZIA CRISTIANA 50 
27.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003706273609 DISPOSTO DA: ZOTTI GABRIELE-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 20 
30.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003712975706 DISPOSTO DA: CECCARELLI STEFANO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 100 
30.01.2017 BONIFICO N. ECRI000000003713660885 DISPOSTO DA: SACCOMAN ANTONIO-RIGOTTI EZIA-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA 20 
01.02.2017 BONIFICO N. ECRI000000003724654375 DISPOSTO DA: CIMATTI STEFANO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 200 
06.02.2017 BONIFICO N. ECRI000000003734326851 DISPOSTO DA: FOIS LUCA-Contributo spese convocazione assemblea partito Democrazia Cristiana eseguito da Luca Foi 10 
09.02.2017 BONIFICO N. ECRI000000003740616290 DISPOSTO DA: ORIOLI MATTIA-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 20 
BONIFICO N. ECRI000000003754129058 DISPOSTO DA: PIRILLO GIANTULLIO-ASSEMBLEA DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA 200 
09.02.2017      BONIFICO N. ECRI000000003755177036 DISPOSTO DA: RICCADONNA ANGELO-CONTRIBUTO SPESE CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PARTITO D.C. STORICA           20
09.02.2017      BONIFICO N. ECRI000000003755561835 DISPOSTO DA: AMMATURO COSIMO-CONTRIBUTO CONVOCAZIONE ASSEMBLEA DEMOCRAZIA CRISTIANA STORICA           50
TOTALE Euri 5630 
———————————————————————————————————-
———————————————————————————————————-
L’EDICOLA
———————————————————————————————————-
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Martedi, 14 Febbraio 2017
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

«Poi vi dico, la pazienza delle persone ha un limite…». Il sindaco di Roma Virginia Raggi risponde per le rime alle accuse del suo assessore Berdini, che denuncia la volontà di farlo fuori “per favorire le colate di cemento”.

Image
Image
Image

L’EDIZIONE DEL GIORNO

 

 

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Image
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
LUNEDI, 13 Febbraio 2017
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

Matteo Renzi ha sempre più fretta, sa bene che la permanenza del governo Gentiloni e le baruffe dentro il Pd, con lo spauracchio della scissione, potrebbero essergli fatali. Dopo settimane di incertezza e stop and go, l’ex premier avrebbe deciso le prossime scadenze per non farsi rosolare a fuoco lento dai suoi avversari interni.

Image
Image
Image

L’EDIZIONE DEL GIORNO

 

 

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Image
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
 
 
———————————————————————————————————-
DA MESSAGGI “POSTATI” SU FACEBOOK
———————————————————————————————————-
[ DOPO I LINK – IL SERVIZIO CONTINUA ]
SE TROVI SPAZI BIANCHI PROSEGUI UGUALMENTE E LEGGI ALTRO
———————————————————————————————————————————————————————————
post facebook di nostri amici
Pasquale Tucci ha condiviso un link.
Ancora un NO all’utero in affitto in seno al Parlamento Europeo, di fronte a un tentativo di risoluzione che avrebbe aperto spiragli all’ignobile pratica
Sandro Fabiano ha condiviso un link.·
Abbiamo sempre dato spazio a qualche calabrian più giovane, sia nella musica che nel cinema, questo è il caso dell’attore Carlo Fabiano, nato a Cosenza.
Giovanni Gentile ha condiviso il post di Renato Braccini.
L'immagine può contenere: una o più persone e sMS
 
Sabino Paciolla ha condiviso il suo post.
L'immagine può contenere: 2 persone, chitarra
Sabino Paciolla

Quella serata allo spettacolo di Amato e Povia. Così me la ricordo. Buona lettura.

http://www.culturacattolica.it/default.asp?id=17&id_n=39732

Italo Zicaro ha condiviso la foto di Dimissioni e tutti a casa.
L'immagine può contenere: 3 persone, sMS
Italo Zicaro ha condiviso il post di Politica.·

Da Fini a Casini, quanti comprimari hanno provato a sostituirlo. Con esiti disastrosi

Purtroppo per loro, con esiti infausti. La sfilza dei precedenti dovrebbe suggerire al numero uno del Carroccio, Matteo Salvini, massima prudenza.

Chi si ricorda più, infatti, di Marco Follini? Eppure nel 2005 l’alter ego di Pier Ferdinando Casini era personaggio politico assai potente: aveva ereditato dal collega la segreteria dell’Udc e sedeva come vicepresidente del Consiglio a fianco del cavaliere a Palazzo Chigi. I risultati poco felici per il centrodestra nelle amministrative ed Europee del 2004 e la sconfitta alle Regionali del 2005 lo indussero a tentare il tutto per tutto, provocando una crisi di governo. Il disegno era chiaro: sostituire Berlusconi e ridisegnare un centrodestra più «centrista» nel quale potesse ritagliarsi un ruolo di peso. Il successivo riavvicinamento fra Casini e il Cav con l’approvazione del cosiddetto Porcellum a fine 2005 segnarono la sua inconsistenza. Lasciò anche la segreteria e ripiombò in un anonimato dal quale uscì brevemente un anno e mezzo più tardi solo per fare da stampella al Senato al traballante governo di Romano Prodi.

Da Fini a Casini, quanti comprimari hanno provato a sostituirlo. Con esiti disastrosi
L'immagine può contenere: 10 persone
LE IMMAGINI DEL DOLORE E DELLA DIGNITÀ DEGLI EMIGRANTI A CACCIA DI LAVORO ALLA FIAT DI TORINO.
“C’erano nel loro viaggio il sole e la nebbia, fame e pazienza, resa e sfida, precarietà e speranza. Respiravano due vite insieme gli emigranti che negli Anni ‘50 e ‘60 salivano al Nord portando miseria e dignità in valigie e grandi pacchi chiusi con le corde. La Torino della Fiat era una delle stazioni più calde di arrivi nell’Italia di un boom economico, il «miracolo», che aveva messo casa soltanto lassù lasciando al Meridione echi di richiamo.”
Marco Neirotti – La Stampa
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 CONTINUA
———————————————————————————————————-
———————————————————————————————————-
A NAPOLI  CI PIOVE [ 13/02/2017 – IN DIFESA DELLA CASA ]
———————————————————————————————————-