LE RADICI NON GELANO E LE IDEE NON MUOIONO – PASSATI NOI ALTRI CI SEGUIRANNO – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 05/03/2017 ]


LE RADICI NON GELANO E LE IDEE NON MUOIONO – PASSATI NOI ALTRI CI SEGUIRANNO – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 05/03/2017 ]

LE RADICI NON GELANO E LE IDEE NON MUOIONO – PASSATI NOI ALTRI CI SEGUIRANNO – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 05/03/2017 ]
———————————————————————————————————-
IN COPERTINA 

I primati del Regno delle Due Sicilie prima dell’occupazione …

11 lug 2011 – Caricato da FelicitaAnnoZero

L’Italia è una creazione dei Rothschild! Prima dell’occupazione piemontese il Regno delle Due …

Pietro Golia per andare ancora più avanti 
LE RADICI NON GELANO E LE IDEE NON MUOIONO – PASSATI NOI ALTRI CI SEGUIRANNO – NEL PROSSIMO NUMERO : REPORT IN MEMORIA DI PIETRO GOLIA – A NAPOLI ( SABATO 4 MARZO ) :  CONVEGNO “ANDARE AVANTI PER ANDARE PIU’ AVANTI ANCORA” LA MESSA  IN SUFFRAGIO << UNA VITA SPESA PER LA VERITA >> [ OGGI :  UN LINK – clicca e leggi ]
( . . . )  un link.
L’esperienza di Controcorrente, dalla politica nazional popolare alla casa editrice di Giuseppe(Pino) Marro Nel ricordare Pietro, Emi…
———————————————————————————————————-
DAL “SECOLO d’ ITALIA” ( DUE ARTICOLI )
———————————————————————————————————-
 
Morto il generale dell’Arma Domenico Gasparri, padre di Maurizio

Morto il generale dell’Arma Domenico Gasparri, padre di Maurizio

sabato 4 marzo 2017 

È scomparso questa mattina a Cava de’ Tirreni Domenico Gasparri, padre del vice presidente del Senato, Maurizio Gasparri e del generale dell’Arma Clemente. Generale dell’Arma dei carabinieri in pensione, ha esercitato la professione di avvocato. Nato a Roscigno, in provincia di Salerno, aveva 97 anni. Molti i messaggi di cordoglio da parte dei colleghi. «Sono affettuosamente vicino all’amico Maurizio Gasparri in questo giorno di immenso dolore», scrive il ministro degli Esteri Angelino Alfano: «La scomparsa di un genitore è una perdita senza tempo, perché spezza un filo che però sopravvive comunque attraverso l’eredità impalpabile che ogni figlio raccoglie. Mi stringo con affetto a lui e ai suoi cari». «Sono vicino all’amico Maurizio Gasparri e mi unisco al cordoglio per la scomparsa del padre», dichiara il senatore di Forza Italia, Altero Matteoli. “Sono vicino in questo triste momento all’amico Maurizio per la perdita del suo amato padre e lo abbraccio con affetto, anche a nome dei senatori di Forza Italia”, ha dichiarato Paolo Romani, presidente del gruppo di Forza Italia al Senato. A Maurizio Gasparri giungano le più sentite condoglianze della redazione e della direzione delSecolo d’Italia e della Fondazione Alleanza Nazionale.

(foto Flickr)

Sondaggio Ixè: il centrodestra sorpassa il Pd (in caduta libera) e M5S

Sondaggio Ixè: il centrodestra sorpassa il Pd (in caduta libera) e M5S

venerdì 3 marzo 2017 

Non si arresta l’emorragia di consensi del Pd, che in sette giorni cala dal 28,1% al 26,9% e subisce il sorpasso sia del centrodestra (che unito è la prima forza del Paese) che del M5S (al 27,1%, in ulteriore calo dello 0,7%). È quanto emerge dalle intenzioni di voto dell’Istituto Ixè fatte per Agorà (Raitre).La Lega Nord si attesta al 12,8%, Forza Italia viaggia intorno al 12,7%. Entrambe le forze politiche sono il lieve flessione a beneficio di Fratelli d’Italia (5,2). Il partito di Giorgia Melonicresce dello 0,7% in una settimana.  Prima rilevazione per Democratici e Progressisti, la nuova formazione di Speranza,Rossi e Bersani, accredita del 2,9%.

sondaggio-ixe

 

Nel sondaggio Fratelli d’Italia in ulteriore crescita

Secondo il sondaggio Ixe, il 47% degli elettori, se potesse scegliere, vorrebbe andare al voto prima possibile. Al 18% andrebbe bene andare al voto dopo l’estate, mentre solo il 28% si accontenta di andare a votare a fine legislatura, nel 2018. In un sondaggio condotto tra gli elettori di centrodestra, il 31% degli elettori vede bene Matteo Salvini come leader di coalizione e futuro premier. Il dato sul segretario della Lega Nord, secondo il sondaggio, è condizionato dal plebiscito tra gli elettori del Carroccio (80%) mentre solo il 13% di quelli di Forza Italia vedrebbe Salvini a Palazzo Chigi. A seguire Luca Zaia raccoglie il 23% di consensi, davanti a Silvio Berlusconi al 20% e Giorgia Meloni al 13%.

Gasparri: “Bene il sondaggio, centrodestra unito è avanti a tutti”

Il sondaggio motiva la coalizione di centrodestra. Non nasconde la soddisfazione Maurizio Gasparri su Twitter:«Ottimi sondaggi ad #agorarai  centrodestra unito largamente avanti a Pd e gGrillo,con #Berlusconi in campo @forza_italiacerto prima».

———————————————————————————————————-DURI E PURI (FATICA SENZA FATICA:GUADAGNARSI UNA ZUPPA DI  MINESTRA)
———————————————————————————————————-
LINK – clicca e leggi
da messaggio “postato” su facebook· 

Millantatori

Beppe Grillo più povero dei parlamentari del M5S
———————————————————————————————————-
NOI IN RETE
———————————————————————————————————-
VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

————————————————————————————————————————————-
SU  Medjugorje ( LINK – clicca e leggi )
———————————————————————————————————-

Ricordo agli amici cristiani (agli altri l’argomento Medjugorje non può interessare) tutto quello che dovette sopportare padre Pio e il fatto che Santa Giovanna d’Arco andò al rogo.

Le immagini sembrerebbero mettere in dubbio l’autenticità delle apparizioni della Gospa, ma spetta alla Chiesa la decisione definitiva sulla vicenda
————————————————————————————————————————————-
ex Gran Ghetto di Rignano Garganico….
IL  “NON POTEVA SAPERE” ( A COPERTURA DELLA CLASSE DOMINANTE… )
————————————————————————————————————————————-
Rogo nel Gran Ghetto di Rignano  ANSA/CAUTILLO © ANSA
[ 4 Marzo 2017 – tratto dal web ] – ( … ) Proseguiranno anche oggi e per tutta la giornata i lavori di abbattimento e di bonifica all’interno dell’ormai ex Gran Ghetto di Rignano Garganico dove nella notte tra giovedì e venerdì sono morti in un incendio due migranti che vivevano nella baraccopoli. Il Ghetto ospitava fino a ieri centinaia di migranti sfruttati come schiavi nelle campagne del Foggiano. Da ieri sera quattro ruspe e un centinaio tra agenti di polizia, carabinieri e vigili del fuoco, coordinati dalla questura di Foggia, stanno lavorando per abbattere ciò che resta. Nell’incendio sono morti Mamadou Konate e Nouhou Doumbia, di 33 e 36 anni, fuggiti dal Mali. Il rogo probabilmente è stato causato da una stufa o da un fornello. Ieri sera, dopo che la bidonville è stata sgomberata e gli immigrati sono stati trasferiti in due strutture, le ruspe hanno cominciato ad abbattere le baracche:operazione che,a tarda ora, è stata interrotta perché in alcune baracche erano ancora presenti bombole di gas.Le ruspe sono tornate in funzione questa mattina.( … )
 
———————————————————————————————————-
UN BREVE COMMENTO : “Azimut” – il presidente Arturo Stenio Vuono
———————————————————————————————————-
la tua immagine del profilo, L'immagine può contenere: 1 persona I NUOVI SCHIAVI SONO UNA DELLE TANTE CONDIZIONI CHE SONO NORMALMENTE PREVISTE IN AMBITO DELL’EGEMONIA, DISPOTICA E TIRANNICA – E DISUMANA – , DEI GLOBALIZZATORI, UEISTI E BANKSTER; QUANDO, PER INCIDENTI DI PERCORSO ED IMPREVISTI, LA VERGOGNA VIENE ALLA LUCE PREVALE IL LAVORIO DEI MEDIA DEL  BUGIARDO E SQUALLIDO “NON POTEVA SAPERE” ( A COPERTURA DELLA CLASSE DOMINANTE ), AVVIENE DOVUNQUE E QUI’ DA NOI; E IL RESTO LO FANNO I COSIDDETTI INEFFABILI << “BUONISTI” & “ACCOGLIENTI” >>  CHE SANNO, “COPRONO” E DEPISTANO CON L’IPOCRITO E IL SOLITO INDIGNARSI…..
TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA – FASCISMO : CONVITATO DI PIETRA….

IL FASCISMO E’ PER SEMPRE – YouTube

03 giu 2015 – Caricato da NERO ITALICO

Il Fascismo è Eterno, c’era, c’è e ci sarà sempre. Perché Fascismo è … Guarda anche il video ..

 
TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA – VERI SCOPI  DELL’IMMIGRAZIONE….

Immigrazione: LA GRANDE SOSTITUZIONE – YouTube

18 set 2015 – Caricato da NERO ITALICO

Immigrazione: LA GRANDE SOSTITUZIONE. NERO ITALICO …. GUARDA E DIFFONDI TUTTI I VIDEO …

Boldrini – La grande sostituzione – YouTube

06 set 2016 – Caricato da Gianni Sabatini

Boldrini: “Ho fatto i nomi di chi mi insulta sui social perchè tutti devono sapere chi sono” – Duration: 1:14 …

 
———————————————————————————————————-
———————————————————————————————————-
LA NUOVA AMERICA DI TRUMP
———————————————————————————————————-
( . . . )  un link clicca e leggi

La bellezza del populismo. Il contenuto del discorso tenuto dal 45* presidente degli Stati Uniti, tre giorni or sono innanzi al Congresso, potrebbe esaurire il programma di governo di un qualsiasi partito politico che aspira a rappresentare integralmente i bisogni degli italiani. In particolare Trump ha annunziato che intende stimolare l’approvazione di un grande piano di 1000 miliardi investimenti pubblici, introdurre dazi sulle importazioni di prodotti non realizzati nel s

 
 
E LA SOLITA ITALIA CHE GALLEGGIA FUORI TEMA
( . . . )  un link clicca e leggi
Carmine Ippolito ha condiviso la foto di Andrea Santoro.

Un discriminatorio attacco contro l’intera città di Napoli. La gravità dei contenuti discriminatori, intrisi di pregiudizio antimeridionale, non ne sminuisce la risibilità. Stando ai giornalisti della testata settentrionale, la depredazione nei confronti del popolo meridionale deve continuare indisturbata, e deve perpetuarsi, anche sul piano sportivo, mediante l’opera di un mortificante arbitraggio su un rettangolo di gioco trasmesso in diretta televisiva di tutti gli schermi

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Andrea Santoro, consigliere comunale di Napoli per Fratelli d’Italia ha rilasciato la seguente dichiarazione:

«La prima pagina di Libero con il titolone “Piagni

Altro…

BENE LA MELONI

Questa è la lettera di Giorgia Meloni inviata al quotidiano Libero per l’indecente titolo di ieri.
Oltre questo,un associazione di napoletani che si riconoscono nel Gruppo di Azione Meridionale,tra i quali il sottoscritto,Carmine Ippolito,Andrea Santoro,Pietro Lignola,Nando Dice’,Sergio Angrisano ed altri,presenterà un esposto alla Magistratura per valutare il reato di discriminazione.

Caro Direttore,

dispiace che un quotidiano importante come Libero dedichi apertura e quattro pagine per attaccare il Sud. Per Fratelli d’Italia questa generalizzazione è ingiusta e mi aspetto una presa di distanza anche dalle altre forze politiche e dai loro leader, dal mondo dell’informazione e della cultura. Credevamo che lo stereotipo del meridionale “assenteista”, “corrotto” e “disonesto” fosse ormai superato, visto che in alcun modo corrisponde alla verità, ma evidentemente ci sbagliavamo. Non è dove si nasce o dove si vive a rendere una persona automaticamente fannullona, corrotta o disonesta. Se così fosse, persone come Falcone o Borsellino dovrebbero essere nate in Veneto o in Lombardia che invece erano fieramente siciliani.

E per far capire che il problema non è geografico non serve ricordare i grandi scandali che hanno fatto il giro del mondo, come l’Expo o il Mose: basta citare i “furbetti del cartellino” di Sanremo o gli assenteisti di Biella che, in orario di ufficio, usavano l’auto di servizio per andare in palestra o a giocare alle slot. Non mi risulta che Sanremo sia in Campania e Biella in Calabria. Dopo il vostro titolo francamente incomprensibile, mi sento di rivolgere la mia più sentita solidarietà a tutti i napoletani e gli italiani del Sud, vittime di un pregiudizio avvilente. Sono tornata a Napoli all’indomani del referendum sulla riforma costituzionale: proprio lì dove il no a Renzi ha stravinto, ho avuto l’ennesima conferma che c’è tanta gente perbene che non intende arrendersi e che “non si fa comprare da una frittura di pesce”.

Parliamo di uomini e donne che vogliono rimboccarsi le maniche nonostante il Mezzogiorno sia stato cancellato dall’agenda politica di governi che preferiscono occuparsi del sud del mondo ma non del sud dell’Italia. Non lo dico io ma i dati del rapporto Svimez: il Sud ha perso 1,2 milioni di persone, soprattutto di giovani in età da lavoro, è a rischio desertificazione e subisce un calo demografico “compensato” dal saldo migratorio. Dividere l’Italia significa, soprattutto ora, indebolirla: l’obiettivo che deve coinvolgere tutti, giornalisti e politici per primi, è piuttosto quello di creare un’unità sostanziale nazionale che non siamo mai riusciti a costruire. Perché l’Italia può crescere solo se è unita e se ci sono le stesse opportunità di sviluppo e crescita al Nord e al Sud. Questa è la sfida da vincere, la priorità nella nostra agenda politica e mi aspetto che anche un quotidiano autorevole e coraggioso come il vostro combatta questa battaglia al nostro fianco.

Vedi altre reazioni

 
IL SERVIZIO CONTINUA
———————————————————————————————————-
“DEMOCRATICI” E << POPULISTI >> [ LEGGI E SCEGLI ]
———————————————————————————————————-

( . . . )   la foto di Rimborso Bancario.
L'immagine può contenere: 4 persone, sMS
( . . . ) il post di Libmov. ·

Libmov

Parentopoli del Giglio Magico, “caso Napoli”, ecc. ecc. Presunzione di innocenza innanzitutto, per quel che riguarda gli aspetti penali, ci mancherebbe. Politicamente parlando, invece, tutto quel che emerge conferma che non è un gran bell’ambientino. Anche a prescindere da dissensi e consensi sui contenuti politici, prudente e raccomandabile tenersi a debita distanza.

Vedi altre reazioni

sabato 04/03/2017

I compagni di merende
di Marco Travaglio
L’altroieri, mentre i carabinieri arrestavano Alfredo Romeo a Napoli e perquisivano Carlo Russo a Scandicci, si spegneva a 86 anni, in un ospizio vicino a Firenze, Fernando Pucci, l’ultimo dei “compagni di merende” balzati agli onori delle cronache giudiziarie negli infiniti processi per i delitti del mostro di Firenze. Per anni il suo nome fu associato a quelli degli altri compari: Pietro Pacciani, Mario Vanni e Gian…

Continua a leggere

L'immagine può contenere: 1 persona, schermo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
———————————————————————————————————-
DA “TISCALI REDAZIONE” – 3 Marzo 2017 ( Paola Pintus)
———————————————————————————————————-
COME AL SOLITO IL SOLITO ARZIGOGOLARE SU MATTEO SALVINI
LEGGI
———————————————————————————————————-

Caso Follonica, il leader del Carroccio denunciato da un esponente di Possibile prima modifica il tweet che invoca la ruspa contro le nomadi, poi attacca

———————————————————————————————————-
“Ma questa gente si può sfidare a duello? Anche se è vietato chi se ne frega”. “Mi auguro che gli zingari vadano a casa sua a fargli qualche bel lavoretto”. Sono solo alcuni dei commenti, intrisi di insulti e di violenza, provenienti dagli scatenati follower di Matteo Salvini all’indirizzo di Andrea Maestri, avvocato e deputato di “Possibile” che il 28 febbraio aveva presentato un esposto contro l’eurodeputato leghista per aver compiuto pubblica apologia di reato istigando all’odio razziale attraverso i canali social twitter e Facebook.La vicenda è quella ormai nota delle due donne di etnia rom rinchiuse in una gabbia  nella zona scarti di un supermercato Lidl a Follonica e poi riprese col telefonino, costata la sospensione dal lavoro e l’iscrizione nel registro degli indagati ai due dipendenti autori del gesto, condiviso migliaia di volte su Youtube .Denunciato dal deputato Andrea Maestri per istigazione all’odio, il leader leghista Matteo Salvini prima modifica il tweet che invoca la ruspa sulle zingare,poi attacca l’esponente di Possibile Immancabile il risalto mediatico dell’episodio, con l’opinione pubblica divisa in due nel web: non soltanto espressioni di condanna, ma anche tantissimi commenti in difesa dei due giovani magazzinieri  e di esplicita approvazione del loro gesto. Fra questi, anche il tweet di Matteo Salvini che il 24 febbraio sul suo profilo twitter scrive:  “Io sto con i LAVORATORI (li contatterò già oggi per offrire loro tutto il nostro sostegno, anche legale) e non con le Rom “Frugatrici”. Ma quanto urla questa disgraziata? #ruspa e CONDIVIDI”.Dopo la denuncia il leader lombardo prima modifica il tweet incriminato, rendendolo innocuo con l’eliminazione dell’attributo “disgraziata” e dell’hashtag “ruspa” e poi attacca Maestri, indicandolo alla gogna dei suoi follower con tanto di fotografia. “Roba da matti! Signore e signori, ecco a voi il deputato sinistro Andrea Maestri”.Puntuale arriva il linciaggio mediatico, ma l’esponente di “Possibile” replica pubblicando gli screenshot del cinguettio, prima e dopo la cura, ora agli atti della procura di Ravenna.  Il web si divide ancora, ma stavolta l’odio è controbilanciato dall’hashtag #tutticonMaestri, lanciato dai colleghi del raggruppamento Possibile. Le motivazioni dell’esposto Nell’esposto di Maestri viene citato il combinato dell’articolo 414 del codice penale, che disciplina l’istigazione a delinquere, e ne aumenta la pena corrispondente “se il fatto è compiuto attraverso strumenti informatici o telematici”, con l’articolo 1 della Legge Mancino che disciplina il reato di discriminazione razziale, etnica e religiosa, prevedendo pene dai 3 ai 4 anni di reclusione per chi incita alla violenza o diffonde in qualsiasi modo “idee fondate sulla superiorità o sull’odio raziale e etnico, ovvero incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi raziali, etnici, nazionali o religiosi”.Con ogni evidenza- dice Maestri nell’esposto- è stato dolosamente e coscientemente travalicato il limite del legittimo esercizio del diritto di manifestazione del pensiero” ed anche le prerogative attribuite in questo senso ai parlamentari: “Lungi dall’ esprimere un’opinione nell’ambito dell’esercizio del proprio ruolo politico, il Signor Salvini ha fatto pubblica apologia di un reato ed ha istigato (con la parola in maiuscolo “condividete” ) all’odio razziale, fornendo copertura mediatica e politica ad un fatto che costituisce oggettivamente reato”.
 
———————————————————————————————————-
ALTRE NEWS [ TRE LINK – clicca i testi e leggi ]
———————————————————————————————————
( . . . ) il  post.
( . . . )

Interpretazione giuridico/pratica.

Articolo di Francesco Farri, avvocato a Firenze, in esclusiva per il sito del Centro Studi Livatino. E’ ingenuo pensare che la legalizzazione…
il post.
L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, occhiali_da_sole e primo piano

CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DI MONS. VINCENZO PAGLIA

Anche io, da subito, sono rimasto sconcertato dalle lodi sperticate fatte sulla figura di Pannella da mons. Pag

Altro...

———————————————————————————————————-
DALLE CALABRIE ( COSENZA )
———————————————————————————————————-
clicca e leggi
( . . . ) il post di Cosenza 2.0.

Muore nella notte la moglie di Pino Gentile…

Ci uniamo al dolore dei familiari. Rip…

Dopo una lunga malattia, è venuta a mancare la moglie di Pino Gentile, attuale vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria.
———————————————————————————————————-
L’EDICOLA
———————————————————————————————————
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Sabato, 4 Marzo 2017
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

Non è dove si nasce o dove si vive a rendere una persona automaticamente fannullona, corrotta o disonesta. Se così fosse, persone come Falcone o Borsellino dovrebbero essere nate in Veneto o in Lombardia che invece erano fieramente siciliani.

Image
Image
Image
Image
Image

L’EDIZIONE DEL GIORNO

 

 

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Image
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

LE RADICI NON GELANO E LE IDEE NON MUOIONO – PASSATI NOI ALTRI CI SEGUIRANNO – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 05/03/2017 [
——————————————————————————————————————————————————————————————————————–
“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI
[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
 
FINE INTERVENTO

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...