“I DERETANI DI PIETRA” ( IL POST – ARTURO STENIO VUONO ) – IL NOSTRO 8 MARZO – SABATO SALVINI A NAPOLI ( E LE MINACCE ) L’EDICOLA E ALTRE NEWS


“I DERETANI DI PIETRA” ( IL POST – ARTURO STENIO VUONO ) – IL NOSTRO 8 MARZO – SABATO SALVINI A NAPOLI ( E LE MINACCE )  L’EDICOLA E ALTRE NEWS

“I DERETANI DI PIETRA” ( IL POST – ARTURO STENIO VUONO ) – IL NOSTRO 8 MARZO – SABATO SALVINI A NAPOLI ( E LE MINACCE )  L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 06/03/2017 ]
Risultati immagini per 8 marzo 2017  “AZIMUT” NAPOLI  L’8 MARZO 2017 VERO E DIVERSO…
IL MIO OTTO MARZO E’ PER LORO – LINK
 
VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

———————————————————————————————-
IN COPERTINA
IL VERO << CERCHIO MAGICO >> CHE INGABBIA L’ITALIA
———————————————————————————————-
GENTILONI : “NON SIAMO PROVVISORI”…..
[ L’HA DETTO VERAMENTE ]

NON SE NE PUO’ PIU’ !
GRILLO SPOT E RENZISCOOP [IL GIOCO DELLE PARTI-PER I GONZI…]
 
Risultati immagini per alfano angelino Speranza: "Luca Lotti deve dimettersi da ministro. Ma il Governo vada avanti"
SINISTRA TIRANNIA
 VECCHIE E NUOVE STAMPELLE VERSO IL 2018
DA ALFANO A SPERANZA
———————————————————————————————-
E A PROPOSITO
la tua immagine del profilo, L'immagine può contenere: 1 persona “AZIMUT” – IL POST DEL PRESIDENTE
Arturo Stenio Vuono
———————————————————————————————-
DERETANI DI PIETRA
Il gentile Gentiloni, stile bonario e tutto britannico, da input del Pippo Baudo – il resuscitato alla bisogna – , l’ha finalmente detto il “non siamo provvisori”; tutto un programma tracotante ed arrogante, lanciando il sasso e ritirando la manina, che la dice lunga sul vero stato dell’arte; non ci governano, si governano, veri deretani di pietra e fanno l’occhiolino agli occupati nelle camere : tutti, appassionatamente in uno, a far fatica – senza la fatica – per mantenersi, sine die, la sudata diaria e guadagnarsi una scodella di minestra. La lega dei mungitori di vacche, a prescindere dal gioco delle parti per i gonzi e delle diverse sceneggiate per i grulli, si dispiega – in stampelle per l’esecutivo di turno  – dagli autodefinitosi “moderati autentici” – capofila Angelino il siculo –  a quelli dell’autoreferenziale “democratici – progressisti autentici” Speranza docet , passando per i pentastellati  del Marchese del Grillo – i più bravi a rappresentarsi e a convincere per il “duri e puri”  – a minor costo -, nelle cui fila abbondano ex nullatenenti, e stracciafacendi, oggi agiati possidenti. Ci sovviene una delle tante canzoni, di intelligènte satira, che fecero furore nel lontano dopoguerra: “Onorevole Bricolle, deputato di Gioia del Colle, onorevole di qua e onorevole di là, un sorriso un bacio e un abbraccio, e tira a campà” E la storia si ripete. A chi il potere ? a noi ! A chi  il restar in sella ? a noi ! Veri deretani di pietra. Ma non dura minga, non può durar !?
 
Vi risparmiamo la mediatica prolusione del nostro, ventriloquo emerito a supplenza e licenza concessa dal fiorentin bizzarro – il Renzi defenestrato dalla spallata popolare dicembrina -, e i contenuti dell’irresponsabile ritornello; che l’Italia è in moto ma bisogna fare di più, e per il prosieguo di riforme strutturali, l’ulteriore abbattimento di tasse sul lavoro, interventi per i giovani e il mezzogiorno, eccetera, e tutte le cazzate a medio termine; quelle a lungo termine su equità e sviluppo per la futura legge di stabilità a sigla del comandante Padoan; il silenzio sulle definizioni della legge elettorale che verrà onde consentire che il popolo si pronunci e che scelga alfine da chi farsi governare e come la ricostruzione che verrà, eccetera; ma tant’è si può contare sulla compiacenza dei massimi livelli costituzionali e istituzionali, di casa nostra e in sede europea, che supportano l’anomalia della servile tirannica gestione. Sopratutto, e innanzitutto, a condizione che l’impalcatura, in subordine,  serva a garantire l’onere usuraio e truffaldino del cosiddetto debito pubblico ovverosia l’annuale corresponsione, in soli interessi, che ormai naviga verso i novanta miliardi di euro;vale ricordare, quanto mai attuale, che “la sovranità consiste nel diritto di emettere titoli misurati alla ricchezza nazionale, cioè moneta” ( Ezra Pound ). In ciò consiste il bandolo della matassa che non s’ha da sciogliere!
Tutto ciò detto, e basta e avanza, come biasimare l’embrione della protesta e della proposta che va nascendo attorno al polo che – da Lor Signori – si definisce, con malcelato dispregio-intolleranza-e di segno liberticida-, identitario e populista, sovranista ? Il resto lo fanno gli incappucciati, indossando le solite tute nere, su chiamata; come, ad esempio, in questi giorni, si preannuncia per la venuta di Salvini a Napoli. Di questa democratica casta di satrapi, già partoriti dalla liberazione dal fascismo e, in epoca recente, dai fustigatori dell’intruso – il Berlusca – , c’è da scompisciarsi e ne abbiamo le tasche piene. Cacciamoli ! ! !
———————————————————————————————-
GIANCARLO LEHNER – DA ROMA
———————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: Lehner. le minacce terrorizzanti di Gentiloni
Date: Mon, 6 Mar 2017 13:03:52 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )

Gentiloni allarma i diversamente scolarizzati. 

Con piglio ferino, ha, infatti, minacciato di aumentare il tasso medio di cultura degli italiani, ministri compresi. 

Valeria Fedeli, terrorizzata, ha chiesto l’intervento dei NOCS.

Giancarlo Lehner

———————————————————————————————-
“(..)come biasimare l’embrione della protesta e della proposta, identitario e populista, sovranista ? Con buona pace  degli incappucciati, indossando le solite tute nere, su chiamata; come, ad esempio, in questi giorni, si preannuncia per la venuta di Salvini a Napoli (…)” [ “Azimut” – Napoli ]
———————————————————————————————-
 ( . . . )
L'immagine può contenere: 1 persona, barba e sMS

Non conosco Ivo Poggiani. Alcuni amici che abitano nel suo quartiere me ne parlano bene e mi dicono che è una persona che si sta impegnando molto per migliorarlo e, da napoletano, ne sono contento. MI dispiace però vedere questo striscione fuori ad un palazzo del Comune. Potrà non essere d’ accordo con le idee di Salvini ed è più che legittimo. Ma far usare o usare un palazzo del Comune (e quindi di tutti) per esprimere delle idee che non sono di tutti non è corretto. Non è u

Altro…

L'immagine può contenere: 3 persone, persone in piedi
 
Maria Elena Boschi, Luigi De Magistris e Paolo Gentiloni © ANSA