TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA : IL TESTAMENTO DI CRAXI – C’ERA UNA VOLTA IL NOSTRO SUD – ANCORA SU “DJ FABO” ( MAURIZIO BLONDET ) – PROSSIME AMMINISTRATIVE – GENTILONI E PIPPO BAUDO


TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA : IL TESTAMENTO DI CRAXI – C’ERA UNA VOLTA IL NOSTRO SUD – ANCORA SU “DJ FABO” ( MAURIZIO BLONDET ) – PROSSIME AMMINISTRATIVE – GENTILONI E PIPPO BAUDO

TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA : IL TESTAMENTO DI CRAXI – C’ERA UNA VOLTA IL NOSTRO SUD – ANCORA SU “DJ FABO” ( MAURIZIO BLONDET ) – PROSSIME AMMINISTRATIVE – GENTILONI E PIPPO BAUDO [ “AZ.” – 07/03/2017 ]

VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

———————————————————————————————————-

IN COPERTINA

UNIONE EUROPEA DELLE REPUBBLICHE SOCIALISTE SOVIETICHE

QUALCUNO LI AVVISI CHE SONO MORTI E SEPOLTI

[ PROSSIMAMENTE SI VEDRA’ ]

——————————————————————————————————————————————————————————————————————–

TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA  / 1

———————————————————————————————————-

BENEDETTO ( BETTINO ) CRAXI IL TESTAMENTO

[ CON I VIDEO – vedi : oltre ]

———————————————————————————————————-

LA ROSSA EVERSIONE ISTITUZIONALE ( tratto dal sito “La vita di tutti i giorni” )

———————————————————————————————————-

Una intervista a “Bettino” Craxi che racconta la sua verità sulla vicenda “Mani pulite” da Hammamet in Tunisia nei suoi ultimi anni di vita. Dove spiega che tutto il meccanismo politico funzionava a quel modo e che a pagare è stato, in sostanza, solo lui… Testimoniato dal suo intervento in parlamento, al dodicesimo minuto e cinquanta secondi del filmato, dove chiede a tutti i parlamentari capi di partito di giurare di non aver mai perso finanziamenti illeciti per il partito (cioè senza fattura) e dove tutto il parlamento si è ammutolito e non ha saputo rispondere… Segno di vergogna e silenzio assenso.

Comunque all’undicesimo minuto e trenta secondi del filmato dice una frase sulla allora futura entrata in europa e nella moneta unica. Questa frase dice: – … si presenta l’Europa come una sorta di paradiso terrestre, arriveremo al paradiso terrestre, ma per noi nella migliore delle ipotesi sarà un limbo e nella peggiore sarà un inferno! Quindi bisogna riflettere su ciò che si sta facendo. Perchè la cosa più ragionevole di tutte era quella di richiedere e pretendere, essendo noi un grande paese (…perchè se l’Italia ha bisogno dell’Europa, L’Europa ha bisogno dell’Italia…), una rinegoziazione dei parametri di Maastricht!…-

Evidentemente lo si sapeva già dove si sarebbe finiti con l’entrata in Europa e nella moneta unica, ma “gli altri tutti” non hanno voluto ascoltare difatti con Romano Prodi del PD siamo entrati a forza nella moneta unica (massacrati di tasse) e con Matteo Renzi ancora con il PD ci dobbiamo rimanere a forza (sempre massacrati di tasse e con limitazioni di produzione agricola e zootecnica) …! Ed ora con la collaborazione di un presidente della repubblica (Giorgio Napolitano del PDS) siamo al terzo governo PD senza elezione alle urne.

Craxi quello che sia stato sia stato probabilmente è stato uno degli ultimi statisti veri italiani così come Andreotti e pochi altri contemporanei, che come priorità avevano il bene dell’Italia senza scendere troppo a patti con altri capi di stato a discapito dell’interesse italiano.

Clicca per vedere il filmato su “Bettino” Craxi: Benedetto Craxi e il testamento inedito

Clicca per vedere il filmato sulla notte di Sigonella con al governo Craxi: La notte di sigonella e la sovranità nazionale

———————————————————————————————————-

C’ERA UNA VOLTA IL NOSTRO SUD !

TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA  / 2

———————————————————————————————————-

Da circa 150 anni i testi scolastici e i media nazionali hanno diffuso notizie false e disinformazioni vergognose sulla “vera” storia dell’invasione militare del Regno delle Due Sicilie – allora Stato libero ed indipendente – da parte inizialmente dei cosiddetti “garibaldini”, una milizia raccogliticcia di mercenari al soldo del Primo Ministro Camillo Benso di Cavour e dei Savoia: ( .. ) avanzi di galera di varie regioni e nazionalità. Successivamente “consolidata” dalle truppe piemontesi nel corso di parecchi anni, col ferro e col fuoco, (…) Crimini sociali, spoliazioni finanziarie, furti di ricchezze pubbliche e private, incarcerazioni massicce e massacri orrendi di paesi e villaggi furono compiuti ai danni di chi non osannava subito il “nuovo regno” degli “stranieri” Savoia (che parlavano francese e non italiano), diventando così automaticamente “un brigante”, famiglia e parenti compresi, come fossero ladri ed assassini locali, ( …), e non patrioti borbonici che difendevano il proprio Stato.

Ma di questa “verità” e della lunga, strenua quanto sanguinosa “Resistenza del Sud” non si è mai fatto cenno nei libri di storia nelle scuole italiane. E le menzogne continuano nell’indifferenza generale delle caste dei politici, del Ministero della Cultura, del Ministero dell’Istruzione (…), malgrado le numerose documentazioni incontrovertibili dell’epoca e degli studi e ricerche successivi compiuti da molti eminenti storici, scrittori e giornalisti.

Per ultimo il libro “TERRONI” di PINO APRILE, edito da PIEMME nel 2010.

Li chiamarono Briganti – film completo – YouTube

▶ 2:00:52

https://www.youtube.com/watch?v=Uw4cO5fTk2E

07 apr 2012 – Caricato da ONDA DEL SUD

Li chiamarono Briganti – film completo … Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non …

MICHELINA DE CESARE “BRIGANTESSA DEL SUD”

Il Sorriso di Michela (Eugenio Bennato – dedicato a tutte le … – YouTube

▶ 4:36

https://www.youtube.com/watch?v=BjwngolGl6Y

31 lug 2011 – Caricato da Ilovenaples2007

Il Sorriso di Michela, la canzone che Eugenio Bennato ha dedicato a Michela De Cesare, Donna del …

———————————————————————————————————-

LINK ( TUTTE LE CAMPANE ) clicca e leggi

———————————————————————————————————-

Il massacro di Napoli e del Regno delle Due Sicilie, appunti su un …

www.veja.it/…/il-massacro-di-napoli-e-del-regno-delle-due-sicilie-appunti-su-un-geno...

18 feb 2009 – Le navi mercantili del Regno delle Due Sicilie solcavano i mari di tutto il mondo e la … Camillo Benso di Cavour diede al generale Cialdini l’ ordine di distruggere ….. Nel Regno delle Due Sicilie l’emigrazione era una parola …

Diario di Rocco Biondi – Blog: I Savoia e il Massacro del Sud, di …

roccobiondi.blogspot.com/2010/07/i-savoia-e-il-massacro-del-sud-di.html

25 lug 2010 – Nel 1860, anno dell’annessione del Regno delle Due Sicilie al Piemonte, …. Il generale piemontese Cialdini, da Napoli, diede ordini precisi di …

Massacro di Pontelandolfo e Casalduni – Wikipedia

https://it.wikipedia.org/wiki/Massacro_di_Pontelandolfo_e_Casalduni

Il massacro di Pontelandolfo e Casalduni fu una strage di rappresaglia compiuta dal Regio … I due piccoli centri vennero quasi rasi al suolo, lasciando circa 3.000 … in molte parti dei territori dell’ex Regno delle Due Sicilie scoppiarono moti di … Uno di questi moti ebbe luogo il 7 agosto 1861 quando alcuni briganti della …

Briganti : La Resistenza nel Regno delle due Sicilie – Taverna Catena

www.tavernacatena.com/Briganti-Resistenza%20nel%20regno%20delle%20due%20Si...

Nel luglio 1861 Enrico Cialdini, già a capo di tutte le forze di repressione ed autore … censura dei documenti diplomatici delle Due Sicilie:”Il Governo di S.M. crede ….. delle truppe deputate alla repressione, citiamo l’episodio della strage della …

Giuseppe Garibaldi e il Regno delle Due Sicilie – Maat

www.maat.it/livello2/garibaldi.htm

Nel 1860 gli abitanti del regno delle Due Sicilie erano circa 9 milioni, di cui 2,8 …. Carlo Flores, bombardò per tutto il giorno Palermo, provocando inutili stragi. ….. Il 20 ottobre il generale piemontese Cialdini sconfisse il generale borbonico …

Il Risorgimento del Sud? 150 anni di falsità e disinformazione. |

megliotardichemai.myblog.it/…/il-risorgimento-del-sud-150-anni-di-falsita-e-disinfor...

29 ott 2010 – Nel decennio precedente il 1861 il Regno delle due Sicilie, con il Re … al Generale Enrico Cialdini di partire alla volta di Napoli con l’esercito …. e le stragi piemontesi al Sud a quelle di “Tamerlano, Gengis Khan e Attila”.

REGNO DELLE DUE SICILIE – ULTIMO ATTO – 1860-1962

cronologia.leonardo.it/storia/a1860i.htm

L’invasione piemontese delle Due Sicilie … Il piano della spedizione prevedeva che il IV corpo d’armata di Cialdini ed il V di ….. Mentre i napoletani erano in fase di ritirata verso il Garigliano, Cialdini tentò di agganciarli nel pomeriggio del 26 …

Nel Sud, a Napoli, in Sicilia (vedi) – Cronologia.it – Leonardo.it

cronologia.leonardo.it/mondo28t.htm

Con quella legge furono istituiti tribunali di guerra in tutto il Sud, i soldati avevano … Cavour diede ordine a Cialdini di sparare cannonate anche dopo l’armistizio, … ricorda le stragi, ricorda i crimini commessi in nome e per conto dei Savoia e si … Nel 1860 l’Italia il Regno delle Due Sicilie era il più ricco tra gli Stati italiani, …

Regno delle Due Sicilie: IL GIORNO DELLA MEMORIA …

reteduesicilie.blogspot.com/2012/08/il-giorno-della-memoria-pontelandolfo.html

14 ago 2012 – Possiamo ricordare i bersaglieri che nel paese di Pontelandolfo, per ordine … ad accontentare il Cialdini che aveva ordinato che non restasse di quel …. C’è poi chi, come il Mola, parlando della strage di Pontelandolfo in un …

I Savoia e il Massacro del Sud – Fondazione Terra D’Otranto

www.fondazioneterradotranto.it/2012/09/21/libri-i-savoia-e-il-massacro-del-sud/

21 set 2012 – Nel 1860, anno dell’annessione del Regno delle Due Sicilie al Piemonte, …. Il generale piemontese Cialdini, da Napoli, diede ordini precisi di …

Ricerche correlate a le stragi di cialdini nel regno delle due sicilie

pontelandolfo strage

i savoia e il massacro del sud pdf

il regno delle due sicilie tutta la verità

il regno delle due sicilie riassunto

antonio ciano

perchè si chiamava regno delle due sicilie

il sud prima dell’unità d’italia

regno delle due sicilie ricchezza

———————————————————————————————————-

DEL NUOVO TOTALITARISMO REPRESSIVO

———————————————————————————————————-

DAL SITO DI MAURIZIO BLONDET

TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA  / 3

———————————————————————————————————-

SUL CASO “DJ FABO” HO MANCATO DI RISPETTO AGLI “SNOWFLAKES” DE’ NOANTRI…..

SUL CASO “DJ FABO” HO MANCATO DI RISPETTO AGLI “SNOWFLAKES” DE’ NOANTRI.

Maurizio Blondet  6 marzo 2017  22

Al mio articolo sulla morte di “Fabo DJ ingannato per sempre da cattivi attori”, una lettrice simpatizzante ha commentato: “Caro direttore, chissà quanti insulti e rigurgiti che le pioveranno addosso dalla “rete”. Coraggio!”.

Era previsto, cara signora. Questo genere di articoli suscita una quantità  insolita  di insulti  idrofobi,  come  lei  ben dice  “rigurgiti” di odio  esplosivo, di rabbia sbavante, di soffi e strilli furiosi; una crisi di rigetto automatica e irrazionale, che evidentemente viene da strati sociali specifici.  E’chiaro infatti …

[ PER LEGGERE TUTTO – CLICCA  ]

———————————————————————————————————-

TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA  / 4

———————————————————————————————————-

FORSE NON TUTTI SANNO CHE CI SARA’ UN PROSSIMO TURNO DI ELEZIONI AMMINISTRATIVE ( SE NE PARLA POCO ) – L’ODIERNA SEGNALAZIONE DI FACEBOOK ( VEDI SOTTO ) E’ QUANTO MAI OPPORTUNA : COSA MAI E’ CAMBIATO A RIGUARDO DEL PRECEDENTE ? COSA CAMBIERA’ ? PROPRIO NULLA ( ! ) – SEMPRE PEGGIO – C’E’ POCO DA SPERARE ( ! ) – AHINOI ! ! !

———————————————————————————————————-

I tuoi ricordi su Facebook

Arturo, sei importante per noi così come lo sono i ricordi che condividi qui. Abbiamo pensato che ti avrebbe fatto piacere rivedere questo post di 1 anno fa.

Arturo Stenio Vuono

7 marzo 2016 ·

Ha ragione Giuseppe Scalera che nel suo recente intervento, “Acrobati del consenso verso le amministrative”, conclude che “la gente, giorno dopo giorno, preferisce rifugiarsi nel privato” ( 1 ); e se Napoli è in sofferenza, non di meno Milano e Roma, eccetera.La morte della politica, con la p in maiuscolo, si chiama democrazia di minoranza e, ove non si vada al ballotaggio, un qualsiasi sindaco è eletto al massimo con il consenso solo di un quarto dei cittadini iscritti a votare, figuriamoci al secondo turno. Disaffezione e astensionismo sono ormai fenomeni consolidati, l’anomalia e la patologia indotta che, con tutta evidenza e senza che nulla si faccia per rimuoverla, si registra quotidianamente e che, da sinistra a destra, e al centro, suona tra la gente annoiata ed irritata con il “delle amministrative chissenefrega”.L’alternativa in concreto non esiste, tra l’onanismo sterile e scontato della rete e i mal di pancia in ambito delle ex coalizioni opposte che furono;è tutto un bailamme di candidati alla poltrona a primo cittadino di sinistra che godono del dichiarato supporto di esponenti della società civile in odore di destra; e di quelli di presunta destra che si accompagnano a teste d’uovo notoriamente e da sempre a sinistra. Non mancano altri che, necessitando di rientri e di riposizionamenti, si inventano liste soltanto utili ad ambire a un quorum che consenta la conquista di uno scranno ed il loro ingresso in consiglio. Una gran confusione e la fine delle ideologie, tutte, e di quella che fu l’ex forma-partito.Il resto, a completare l’opera, lo fanno le cosiddette primarie, in programma o invocate e non svolte, l’affare del politichese tutto a domicilio privato delle clientele richiamate e delle truppe cammellate precettate, con buona pace anche dello “scassare” dei gattopardi. Primavera al voto sarà ma l’urna piange. Un tormentone indecoroso, così nasce il rigetto e l’aumentare degli appartati.

( 1 ) Scalera sul “Roma”

* presidente Associazione Culturasociale “Azimut” Napoli

Associazione Azimut

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut

AZIMUTASSOCIAZIONE.WORDPRESS.COM

———————————————————————————————————-

TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA  / 5

– DERETANI DI PIETRA –  Il gentile Gentiloni, stile bonario e tutto britannico, da input del Pippo Baudo – il resuscitato alla bisogna – , l’ha finalmente detto il “non siamo provvisori”…..

———————————————————————————————————

Associazione Azimut

Pubblicato da Arturo Stenio Vuono · 06/03/2017·

LA CASTA
https://www.facebook.com/iononvotorenzi/videos/1143791165739159/
DERETANI DI PIETRA
Il gentile Gentiloni, stile bonario e tutto britannico, da input del Pippo Baudo – il resuscitato alla bisogna – , l’ha finalmente detto il “non siamo provvisori”; tutto un programma tracotante ed arrogante, lanciando il sasso e ritirando la manina, che la dice lunga sul vero stato dell’arte; non ci governano, si governano, veri deretani di pietra e fanno l’occhiolino agli occupati nelle camere : tutti, appassionatamente in uno, a far fatica – senza la fatica – per mantenersi, sine die, la sudata diaria e guadagnarsi una scodella di minestra. La lega dei mungitori di vacche, a prescindere dal gioco delle parti per i gonzi e delle diverse sceneggiate per i grulli, si dispiega – in stampelle per l’esecutivo di turno – dagli autodefinitosi “moderati autentici” – capofila Angelino il siculo – a quelli dell’autoreferenziale “democratici – progressisti autentici” Speranza docet , passando per i pentastellati del Marchese del Grillo – i più bravi a rappresentarsi e a convincere per il “duri e puri” – a minor costo -, nelle cui fila abbondano ex nullatenenti, e stracciafacenti, oggi agiati possidenti. Ci sovviene una delle tante canzoni, di intelligènte satira, che fecero furore nel lontano dopoguerra: “Onorevole Bricolle, deputato di Gioia del Colle, onorevole di qua e onorevole di là, un sorriso un bacio e un abbraccio, e tira a campà” E la storia si ripete. A chi il potere ? a noi ! A chi il restar in sella ? a noi ! Veri deretani di pietra. Ma non dura minga, non può durar !?

Vi risparmiamo la mediatica prolusione del nostro, ventriloquo emerito a supplenza e licenza concessa dal fiorentin bizzarro – il Renzi defenestrato dalla spallata popolare dicembrina -, e i contenuti dell’irresponsabile ritornello; che l’Italia è in moto ma bisogna fare di più, e per il prosieguo di riforme strutturali, l’ulteriore abbattimento di tasse sul lavoro, interventi per i giovani e il mezzogiorno, eccetera, e tutte le cazzate a medio termine; quelle a lungo termine su equità e sviluppo per la futura legge di stabilità a sigla del comandante Padoan; il silenzio sulle definizioni della legge elettorale che verrà onde consentire che il popolo si pronunci e che scelga alfine da chi farsi governare e come la ricostruzione che verrà, eccetera; ma tant’è si può contare sulla compiacenza dei massimi livelli costituzionali e istituzionali, di casa nostra e in sede europea, che supportano l’anomalia della servile tirannica gestione. Sopratutto, e innanzitutto, a condizione che l’impalcatura, in subordine, serva a garantire l’onere usuraio e truffaldino del cosiddetto debito pubblico ovverosia l’annuale corresponsione, in soli interessi, che ormai naviga verso i novanta miliardi di euro;vale ricordare, quanto mai attuale, che “la sovranità consiste nel diritto di emettere titoli misurati alla ricchezza nazionale, cioè moneta” ( Ezra Pound ). In ciò consiste il bandolo della matassa che non s’ha da sciogliere!

Tutto ciò detto, e basta e avanza, come biasimare l’embrione della protesta e della proposta che va nascendo attorno al polo che – da Lor Signori – si definisce, con malcelato dispregio-intolleranza-e di segno liberticida-, identitario e populista, sovranista ? Il resto lo fanno gli incappucciati, indossando le solite tute nere, su chiamata; come, ad esempio, in questi giorni, si preannuncia per la venuta di Salvini a Napoli. Di questa democratica casta di satrapi, già partoriti dalla liberazione dal fascismo e, in epoca recente, dai fustigatori dell’intruso – il Berlusca – , c’è da scompisciarsi e ne abbiamo le tasche piene. Cacciamoli ! ! ! “AZIMUT” – IL POST DEL PRESIDENTE Arturo Stenio Vuono – VISITA IL SITO
Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com
https://azimutassociazione.wordpress.com/
Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut

——————————————————————————————————

OGGI [ ANTEPRIMA DI WEB – SERVIZIO TRA BREVE IN RETE ] :

TANTO PER RINFRESCARE LA MEMORIA : IL TESTAMENTO DI CRAXI – C’ERA UNA VOLTA IL NOSTRO SUD – ANCORA SU “DJ FABO” ( MAURIZIO BLONDET ) – PROSSIME AMMINISTRATIVE – GENTILONI E PIPPO BAUDO

[ “AZ.” – 07/03/2017 ]

——————————————————————————————————

https://twitter.com/AssAzimut

 

Associazione Azimut, Naples, Italy.

 http://www.facebook.com/AssociazioneAzimu

 

https://azimutassociazione.wordpress.com

“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :

direzione responsabile: presidenza Associazione

team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.

Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono

(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)

“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI

[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )

TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332

FINE INTERVENTO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...