TRIUMVIRATO 5 STELLE “PARAFULMINE DEL SISTEMA” – IL NOSTRO SUD – DALLE CALABRIE – L’EDICOLA E ALTRE NEWS


TRIUMVIRATO 5 STELLE “PARAFULMINE DEL SISTEMA” – IL NOSTRO SUD – DALLE CALABRIE – L’EDICOLA E ALTRE NEWS

TRIUMVIRATO 5 STELLE “PARAFULMINE DEL SISTEMA” – IL NOSTRO SUD – DALLE CALABRIE – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 09/03/2017 ]
anteprima di web – servizio tra breve in rete
VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

———————————————————————————————————
IN COPERTINA
———————————————————————————————————-
 
IL PARAFULMINE
[ IL TRIUMVIRATO DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE ]
 
Luigi Di Maio, Roberto Fico e Alessandro Di Battista

IRisultati immagini per arturo stenio vuono

IL COMMENTO – Arturo Stenio Vuono *

Da  anni lo andiamo ripetendo, quel che s’era programmato :  bella e pronta, una montata e idonea, a far gioco per i grulli, << opposizione di sua maestà >>  ch’è tutta, in esclusiva, per il “Beppe “,  il “taccagno  e guitto nazional popolare”.Ah, questi italiani – << italibani >> ! Pronti a fare la rivoluzione di cartone, con chi gioca a cliccare in rete, e quando è in programma tutto, e intero, il copione che deve consentirsi, senza serie conseguenze e con i nuovi soliti noti in “servizio permanente effettivo”,  onde metabolizzare la giusta e sacrosanta rabbia a monte. I tre, e sodali, perfettamente integrati – che vivono ormai solo di politica – sono l’affascinante parafulmine del sistema di potere, con licenza di esercitare attacchi solo, e soltanto, virtuali,.Ah, questi << italibani >> , che attendono l’apocalisse e la “fine del mondo” secondo le profezie dei maya, e ignorano la catastrofe che li sta sommergendo irreversibilmente.La Sinistra dei gattopardi ha  partorito tutto ciò e ha consentito, in alternativa,  la sola variabile dipendente di vecchi e nuovi arnesi.Se così è,  per come detto,  agli italiani che per metà rifluiscono al solito richiamo delle sirene di “ludi cartacei” che non devono però cambiare nulla, e per l’altra buona metà frastornati e non più lucidi  che restano a casa,  concludiamo, dunque, chiaro e tondo, soltanto con un fottetevi e non ci sfottete più. Capite ?

* presidente Associazione “Azimut” – Napoli

Incendio all'impianto di Acerra, in fumo tremila balle di rifiuti
l’Italia.

( E PAOLO BARNARD, PREVEDENDO, CHIARAMENTE DIXIT : “…So bene che non siete capaci di reagire, non lo fareste neppure ad appiccarvi fuoco, inutili vigliacchi. Non mi scrivete… )

 
———————————————————————————————————-
IL NOSTRO SUD
———————————————————————————————————
DALLA PAGINA FACEBOOK – PIETRO LIGNOLA
———————————————————————————————————-

Una canzone da ascoltare.

“Mille”, bellissima canzone dall’ultimo e superbo album di Eugenio Bennato “Questione Meridionale”. Viene…

E dite che non è vero!

L’11 Maggio 1860, quasi Mille avanzi di galera sbarcarono a Marsala, violenti e malfamati, protetti dagli Inglesi, con a capo un Criminale massone di nome Giuseppe Garibaldi, un ladro di cavalli, a cui avevano mozzato le orecchie in…
Commenti
Arturo Stenio Vuono
CLICCA LINK ( VEDI : SOPRA ) E LEGGI TUTTO

Interessante riflessione dell’amico Pietro Lignola. Che ne pensi?

L’assessorato alla cultura del comune di Napoli..

dichiara inammissibile l’ordine del giorno del consigliere comunale Santoro ( FDI).
(segue nota di gruppo d’azione meridionale)
Il Gruppo d’azione meridionale aveva formulato un pubblico appello ad istituire la giornata della memoria in ricordo del genocidio del popolo meridionale deliberatamente perpetrato dal Regno Sabaudo per colonizzare il Meridione d’Italia e spogliarlo delle sue ricchezze. L’appello è stato recepito dai rappresentanti di diversi partiti che siedono nelle assemblee delle istituzioni locali. Il consigliere comunale di Napoli, Andrea Santoro, ne ha fatto oggetto di un ordine del giorno. L’assessore alla cultura del Comune di Napoli ha dichiarato l’iniziativa inammissibile. Il consiglio comunale di Napoli, pertanto, non potrà discutere il merito della proposta. E’ necessario lapidariamente osservare quanto segue: 1) rappresenta un fatto, e giammai una mera opinione controvertibile , che quella operata in danno delle popolazioni meridionali fu una crudele guerra di spoliazione e conquista; 2) che un reale processo di unificazione non è mai stato realizzato; 3) che quello in danno del popolo meridionale è un processo di discriminazione e spoliazione tuttora in corso da parte della classe di governo dello stato unitario; 4) che le generazioni più giovani hanno diritto di conoscere i processi storici e le cause che hanno relegato i loro territori in una permanente condizione di minorità. Tale consapevolezza diffusa rappresenta la premessa per il definitivo riscatto del Meridione. Una autentica prospettiva di riscatto presuppone la rivendicazione popolare, ferma e consapevole, della restituzione di un destino, cui gli abitanti di quello che una volta fu il più bel regno del mondo sono stati irrimediabilmente defraudati. L’amministrazione della città di Napoli non intende agevolare e sostenere autenticamente alcun civile processo di riscatto del popolo meridionale. Il resto è retorica, propaganda e bla bla bla di cui, ineluttabilmente, sarà necessario, un giorno, rendere conto alla storia ed alle generazioni che verranno.
L'immagine può contenere: cielo, albero, pianta, spazio all'aperto e natura
L'immagine può contenere: 1 persona, barba
L'immagine può contenere: cielo, casa, nuvola, spazio all'aperto e natura
Nessun testo alternativo automatico disponibile.

NELLE FOTO: PANORAMI DI CASALDUNI E PONTELANDOLFO, UNA SCENA DEL FILM “I BRIGANTI” E LA LAPIDE DI FENESTRELLE.

L’assessorato alla cultura del comune di Napoli d..L’assessorato alla cultura del comune di Napoli dichiara inammissibile l’ordine del giorno del consigliere comunale Santoro ( FDI).

(segue nota di gruppo d’azione meridionale)

Il Gruppo d’azione meridionale aveva formulato un pubblico appello ad istituire la giornata della memoria in ricordo del genocidio del popolo meridionale deliberatamente perpetrato

dal Regno Sabaudo per colonizzare il Meridione d’Italia e spogliarlo delle sue ricchezze. L’appello è stato recepito dai rappresentanti di diversi partiti che siedono nelle assemblee delle istituzioni locali. Il consigliere comunale di Napoli, Andrea Santoro, ne ha fatto oggetto di un ordine del giorno. L’assessore alla cultura del Comune di Napoli ha dichiarato l’iniziativa inammissibile. Il consiglio comunale di Napoli, pertanto, non potrà discutere il merito della proposta. E’ necessario lapidariamente osservare quanto segue: 1) rappresenta un fatto, e giammai una mera opinione controvertibile , che quella operata in danno delle popolazioni meridionali fu una crudele guerra di spoliazione e conquista; 2) che un reale processo di unificazione non è mai stato realizzato; 3) che quello in danno del popolo meridionale è un processo di discriminazione e spoliazione tuttora in corso da parte della classe di governo dello stato unitario; 4) che le generazioni più giovani hanno diritto di conoscere i processi storici e le cause che hanno relegato i loro territori in una permanente condizione di minorità. Tale consapevolezza diffusa rappresenta la premessa per il definitivo riscatto del Meridione. Una autentica prospettiva di riscatto presuppone la rivendicazione popolare, ferma e consapevole, della restituzione di un destino, cui gli abitanti di quello che una volta fu il più bel regno del mondo sono stati irrimediabilmente defraudati. L’amministrazione della città di Napoli non intende agevolare e sostenere autenticamente alcun civile processo di riscatto del popolo meridionale. Il resto è retorica, propaganda e bla bla bla di cui, ineluttabilmente, sarà necessario, un giorno, rendere conto alla storia ed alle generazioni che verranno.

Pietro Lignola ha aggiunto 4 nuove foto.

NELLE FOTO: PANORAMI DI CASALDUNI E PONTELANDOLFO, UNA SCENA DEL FILM “I BRIGANTI” E LA LAPIDE DI FENESTRELLE.

L’assessorato alla cultura del comune di Napoli dichiara inammissibile l’ordine del giorno del consigliere comunale Santoro ( FDI).

(segue nota di gruppo d’azione meridionale)

Il Gruppo d’azione meridionale aveva formulato un pubblico appello ad istituire la giornata della memoria in ricordo del genocidio del popolo meridionale deliberatamente perpetrato dal Regno Sa

Altro…

L'immagine può contenere: cielo, albero, pianta, spazio all'aperto e natura
L'immagine può contenere: 1 persona, barba
L'immagine può contenere: cielo, casa, nuvola, spazio all'aperto e natura
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
———————————————————————————————————-
LA SPERANZA – VIDEO [ dalle Calabrie – Cosenza ]
———————————————————————————————————-
Stenio Vuono ha condiviso il post di Mario Amodio.
Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for fair use for purposes such as criticism, comment, news reporting, tea…
———————————————————————————————————-
DALLA PAGINA FACEBOOK – PIETRO LIGNOLA
———————————————————————————————————-
opinionista << Rima ( “il Giornale di Napoli” ) >>
———————————————————————————————————-
 

LE COLPE DEI FIGLI

Cari amici lettori, io credo che nessuno possa accusarmi di simpatia verso Matteo Renzi, non più Petrusiniéllo da quando il 60% dei votanti referendari ha bocciato il suo tentativo di diventare il duce della seconda repubblica. Io ho, infatti, sempre espresso le mie opinioni sul suo modo di essere e di fare senza mai tentare di mostrarmi accomodante o politicamente corretto.

Oggi, però, senza in alcun modo modificare i precedenti giudizi,

 debbo verificare che i tre organi malati del sistema (politica, giustizia e media) si stanno comportando con l’uomo di Rignano, sia pure in tempi molto più ristretti, come avevano già fatto con Gianfranco Fini.

È una fortuna, per l’astro sorgente e poi eclissato della politica italiana, che non si fosse ancora provveduto a innalzare nelle piazze giganteschi monumenti riproducenti le sue giovanili fattezze; sarebbero, infatti, già stati abbattuti come le statue di Stalin e di Saddam Hussein.
Gli italiani, infatti, sapevano già da lungo tempo dei traffici attribuiti a papà Renzi. Nel settembre dello scorso anno Sperling & Kupfer editò un volume, scritto da Maurizio Belpietro con Giacomo Amadori e Francesco Borgonovo, che custodisco nella mia biblioteca: è intitolato “I segreti di Renzi” e reca in sovracoperta la dicitura “Tutto quello che non vogliono farvi sapere”. Vi sono esposti molti fatterelli interessanti, alcuni dei quali già pubblicati su “Libero” prima che Belpietro fosse licenziato dall’editore perché colpevole di “antirenzismo”.
La catastrofe referendaria non si era ancora abbattuta sul povero Matteo e, quindi, i fatti esposti da Belpietro erano ancora tabù.
Ora tutto è improvvisamente cambiato. In politica il suo partito si è scisso e quel che ne resta ha generato almeno due correnti che progettano la liquidazione del leader dimissionario, mentre i profughi del centro destra che lo sostenevano stanno progettando un salvifico ritorno in patria. La magistratura ha messo in movimento le inchieste su papà Renzi e i suoi amici, di cui i media hanno ricevuto e pubblicato notizie talmente precise e dettagliate che si è arrivati a sostituire il comando dei carabinieri incaricato delle indagini per garantire, dopo che i buoi erano scappati dalla stalla, un minimo di riservatezza. 
Nel “caso Fini” sono stati necessari sette anni perché si potesse sollevare il velo steso dal potere sulle antiche magagne; il politicamente corretto ha resistito tanto a lungo perché l’uomo del ditino non contava più nulla, mentre il nemico Berlusconi era ancora considerato pericoloso. Nel “caso Renzi” il politicamente scorretto è diventato velocemente corretto in quanto il personaggio da eliminare non s’è arreso e lotta per recuperare le poltrone.
La lezione della cronaca è abbastanza chiara. La malattia dei tre organi del sistema, ormai cronicizzata ma pervenuta a uno stadio preagonico, consiste nell’assoluta mancanza di un elemento più essenziale di qualsiasi vitamina: la verità. La verità dovrebbe essere l’unico obiettivo della magistratura e dei mezzi d’informazione e fondare l’azione politica. Aver sostituito la verità con la political correctness è stata un’operazione fallimentare poiché la verità non muta a ogni stormir di fronde, mentre il suo surrogato oggi in voga è più mutevole delle fasi della luna.
La società di oggi, in effetti, realizza pienamente il pensiero di Platone, il quale scrisse che l’uomo democratico “non accetta ragionamenti ispirati a verità e non li ammette nella sua anima”.
La correctness, come ogni pensiero ammalato di mancanza di verità, deve fare le sue vittime. Oggi la vittima è Renzi padre: per quanto garantisti si possa essere, non lo si può agevolmente supporre del tutto innocente, ma certamente oggi è inquadrato in un impietoso mirino.
Un tempo si discuteva dei figli che pagano le colpe dei padri; nel nostro caso, si tratta di un padre che rischia di pagare le colpe di un figlio.
 
———————————————————————————————————-
ALTRE NEWS ( DA ROMA E DA BOLOGNA )
———————————————————————————————————-

——– Original Message ——–

Subject: I: Lehner: grazie alle donne da parte mia ed anche da parte di Togliatti
Date: Wed, 8 Mar 2017 10:14:34 +0000
From: Giancarlo Lehner 
To:  ( . . . )

Per l’8 marzo è utile ringraziare le donne per averci salvato, nel 1948, dai Gulag e dalla miseria materiale e morale del comunismo(parole di Antonio Gramsci junior).

Fra l’altro, il voto femminile fece comodo, paradossalmente, anche a Togliatti che, dovendo obbedire a Stalin, non poteva disattendere gli impegni di Yalta, rischiando la medesima sorte di Slansky.

E pensare che i partigiani comunisti – quelli che poi blaterarono di “Resistenza tradita” – ce l’avevano messa tutta per ridurci all’inferno bolscevico, tant’è che, ad esempio, qualcuno di loro arrivò ad uccidere i prigionieri, squartandoli a colpi di vanga (la fonte insospettabile è Giorgio Bocca). Chissà se, così squartando esseri umani, la belva piemontese si prese anch’egli una medaglia d’oro ed una enfatica citazione da parte dell’Anpi.

Dunque, l’8 marzo è un grazie infinito alle donne che salvarono l’Italia.

 

Giancarlo Lehner

 

——– Original Message ——–

Subject: Esito dell’ASSEMBLEA della DC del 25/26 feb a Roma.
Date: Wed, 08 Mar 2017 09:29:45 +0100
From: NINO LUCIANI <nino.luciani@alice.it>
To: omnia1419@impegnopoliticocattolici.bo.it
 
Centro studi per l’ IMPEGNO Politico dei CATTOLICI
Sede in Bologna, via Titta Ruffo 7 
Direttore Prof. Nino Luciani
Ordinario di Scienza delle Finanze, Universita’
– Ai Soci DC iscritti nell’ultimo elenco disponibile, convocati dal Tribunale a Roma il 25/26 feb 2016, per assemblea dei soci ex-art. 20 c.c.;
– Ad Altri interessati
Oggetto:  ESITO dell’ Assemblea dei soci DC per elezione del presidente della Associazione
               
 1) I risultati della Assemblea dei soci della DC sono descritti sul sito:http://www.impegnopoliticocattolici.bo.it/
 2) In esso ci sono anche due articoli, dell’Ing. Ammaturo e del Dott. Tramonte: Clicca suhttp://www.impegnopoliticocattolici.bo.it/ARTICOLI.HTM#ARTICOLI e News
 3) Qui sotto c’è il rendiconto finale, in sintesi. 
    Per le raccomandate e Gazzetta Ufficiale:
  – Spesi (sul bilancio personale di Luciani) €  8.508,16;
  – Incassati da contributi € 7.460,00. 
   -Saldo rimasto da coprire € 1048,16.
    Qui sotto è riportato l’IBAN, per chi non ha ancora pagato la propria raccomandata.
 
______________
CONTRIBUENTI per le raccomandate, GU e altro: 
[ OMISSIS / “AZIMUT” [
_____________
Bonifico a favore di LUCIANI NINO, presso banca Carisbo (Gruppo INTESA SAN PAOLO): 
IBAN IT 10B0638567684510301829810
CAUSALE: contributo spese convocazione assemblea partito DEMOCRAZIA CRISTIANA storica..
 
———————————————————————————————————-
ULTIMO NOSTRO POST SU FACEBOOK
———————————————————————————————————-
Arturo Stenio Vuono a 08/03/2017

IL DUCE E LA VERITA’
L’ultima intervista a Mussolini – YouTube
▶ 8:47
https://www.youtube.com/watch?v=I9LN3kcaPFw
20 mag 2012 – Caricato da helmutstihl
… volta per tutte, l’antefatto a quest’ultima intervista a Sua Eccellenza, … Fossani, che, durante l …

PER LA STORIA NON C’E PRESCRIZIONE ! – LA FINE DEL DUCE E LA VERITA’ MAI SVELATA – SU MUSSOLINI LA MENZOGNA ARRIVO’ A DOMICILIO E POI IL SILENZIO – TOCCA SEMPRE E ANCORA AL PARLAMENTO INTERVENIRE – L’EDICOLA E ALTRO – anteprima di web servizio tra breve in rete [“AZIMUT-NEWS” : 08/03/ 2017 ]https://azimutassociazione.wordpress.com
“Azimut” – il presidente Arturo Stenio Vuono – “Potrà sembrare fuori tempo massimo e velleitario, ma non è così, il nostro caparbio intento di scoperchiare una delle pagine più vergognose e criminali alle quali, ancora oggi – dopo settantadue anni – , è proibito attingere e rivendicare al popolo italiano, il diritto a conoscere e di trasmetterne la verità alle nuove generazioni. E insistiamo, ci chiediamo come sia possibile – a tutt’oggi – che la nostra repubblica non eserciti, sovrana, i doveri propri a riguardo d’una vicenda secretata e rimossa dalla memoria per una sorta di perenne – disposto – impedimento a fare luce sugli ultimi giorni di Benito Mussolini; è invece tempo che le massime istituzioni se ne facciano carico e che si ponga fine alla bugiarda vulgata sulla barbarie omicida. DAL VIDEO : << IO NON HO CREATO IL FASCISMO, L’HO TRATTO DALL’INCONSCIO DEGLI ITALIANI ( BENITO MUSSOLINI ) >> [ DALL’ULTIMA INTERVISTA DEL DUCE ] – per leggere tutto e le altre notizie visionare ascoltare e riflettere visita il nostro sito blog. A PRESTO !
Questo Video, vorrebbe chiarire una volta per tutte, l’antefatto a quest’ultima intervista a Sua Eccellenza, il Cav. Benito Mussolini. Egli non fu intervista…
———————————————————————————————————-
L’EDICOLA
———————————————————————————————————-
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Giovedi, 9 Marzo 2017
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

Tra i paesi presi in considerazione, inoltre, a sorpresa l’Italia evidenzia un +6% nelle assunzioni femminili in importanti ruoli manageriali, raggiungendo un valore complessivo di 27.5% e attestandosi, così, al nono posto della Top 10 delle nazioni che hanno registrato il maggior aumento di nuovi manager in rosa.

Image
Image
Image
Image
Image

L’EDIZIONE DEL GIORNO

 

 

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Image
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
———————————————————————————————————-
[ dalle Calabrie – RITORNO ALLA TRADIZIONE DEL BUON CIBO  ]
———————————————————————————————————-

Su CalabriaBox.it troverai un’ampia scelta di prodotti buoni come una volta!

100% di clienti soddisfatti! Leggi le recensioni dei nostri clienti 🙂
WWW.CALABRIABOX.
———————————————————————————————————-
 
TRIUMVIRATO 5 STELLE “PARAFULMINE DEL SISTEMA” – IL NOSTRO SUD – DALLE CALABRIE – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 09/03/2017 ]
———————————————————————————————————-
“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI
[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
 
FINE INTERVENTO
 

———————————————————————————————————-

UNA BUONA LETTURA – A PRESTO !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...