SU SALVINI E GLI INCIDENTI <> ( TITOLO DE “IL MATTINO” ) MA IL LAVORO SPORCO, PER INTANTO, E’ STATO FATTO – CHI FOMENTA LE VIOLENZE ?


SU SALVINI E GLI INCIDENTI << NAPOLI NON E’ QUESTA >> ( TITOLO DE “IL MATTINO” ) MA IL LAVORO SPORCO, PER INTANTO, E’ STATO FATTO – CHI FOMENTA LE VIOLENZE ?

SU SALVINI E GLI INCIDENTI << NAPOLI NON E’ QUESTA >> ( TITOLO DE “IL MATTINO” ) MA IL LAVORO SPORCO, PER INTANTO, E’ STATO FATTO – CHI FOMENTA LE VIOLENZE ? [ “AZ.-NEWS” – 12/03/2017 ]
———————————————————————————————————-
NOI IN RETE
———————————————————————————————————-
VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut.

———————————————————————————————————-
———————————————————————————————————-
IN COPERTINA – LA FOTO….. CHI SONO ?

DATEVI VOI UNA RISPOSTA – VANNO E VENGONO – RISPONDONO ALLE CHIAMATE COME PER DIRE “QUANDO MAMMA CHIAMA PICCIOTTO RISPONDE” !
 
———————————————————————————————————-
IL DISCORSO CHE I MEDIA HANNO IGNORATO – ASCOLTATE E CAPIRETE IL PERCHE’ – PER SALVINI S’HA DA TENERE BANCO CON INCIDENTI E BASTA ! ! !
———————————————————————————————————-
Bagno di folla per Salvini a Napoli: "Prima gli italiani"
 

Intervento MATTEO SALVINI a NAPOLI 11 marzo 2017 – YouTube

14 ore fa – Caricato da Contributo Informativo

Intervento MATTEO SALVINI a NAPOLI 11 marzo 2017 … Scontri a Napoliper la visita di Salvini …

 
[ TRATTO DA “IL POPULISTA” ]
 

Bagno di folla per Salvini a Napoli: “Prima gli italiani” – Il Populista

17 ore fa – Bagno di folla per Salvini a Napoli: “Prima gli italiani”. “Chiedo di essere messo alla prova una volta, fatemi fare il ministro dell’Interno per sei ..

 

Standing ovation a Napoli per l’intervento di Matteo Salvini al Palacongressi (mentre fuori duecento esagitati mettevano a ferro e fuoco la città e poi, come da copione, fingevano di essere stati aggrediti dai poliziotti). Il Sud “non può essere rappresentato da de Magistris, Emiliano, Crocetta. Liberatevi”, ha detto il leader leghista all’iniziativa organizzata da NcS. “Il messaggio politico è un messaggio pacifico”, ha detto; “un segretario di un partito che passa dal 3 al 13% non ha bisogno di voti. Me ne stavo a casa con i miei bimbi. Sono venuto a Napoli perché dobbiamo vincere tutti insieme”.

E ancora: “Chiedo di essere messo alla prova una volta, fatemi fare il ministro dell’Interno per sei mesi e vediamo se non riesco a bloccare qualche barcone o rimettere ordine in qualche quartiere di Napoli”. “A me non interessa l’impero ma che tra 50 anni in Italia ci sia ancora qualche italiano”. E “ai centri sociali: quando andremo al governo dopo aver sgomberato i campi rom dico che toccherà a voi”.
“Chi vuole stare con me, e lo dico alle altre forze politiche, deve avere ben chiaro che vengono prima gli italiani”. Così Salvini che poi rivolgendosi alla platea ha chiesto: “È vero che devono venire prima gli italiani?” incassando il sì corale dei presenti.
 
[ TRATTO DAL WEB ]

Napoli, 11 marzo 2017 – “La prossima volta che vengo a Napoli la manifestazione la facciamo in piazza del Plebiscito, così vediamo”. Sono le prime parole Matteo Salvini alla Mostra d’Oltremare a Napoli. Il leader della Lega Nord risponde alla protesta dei centri sociali, sfociata in lancio di fumogeni, sanpietrini e bombe carta. “Vorrei che i conigli dei centri sociali fossero scesi in piazza contro la camorra ma forse hanno paura perchè qualche mamma o papà con la camorra ci campa”. 

La critica arriva fino al sindaco: “Napoli va ripulita dai quattro delinquenti che sono in giro a fare casino. Siamo con il cuore insieme alle ragazze e ai ragazzi delle forze dell’ordine che per 1.200 euro al mese stanno rispondendo a gente in piazza per devastare. Complimenti a Luigi De Magistris”. Il sindaco si era schierato contro la decisione del prefetto di concedere lo spazio alla Mostra d’Oltremare all’evento della Lega. 

E scherza sui contestatori: “Prima un giornalista mi ha chiesto cosa ne penso di ‘O zulu’ (cantante 99 Posse, ndr). Ma chi è sto Zulu? Uno dei 99 Posse. Sti ca… Io conosco Peppino Di Capri, De André…”. 

Salvini poi dà la sua ricetta di legalità:  “Una volta che saremo al governo, nel nome del ripristino della legalità, quando avremo finito di sgomberare i campi rom iniziamo con i centri sociali, l’utilità è identica”. Anche perché, secondo il leader del Carroccio: “Noi al governo abbiamo ministri razzisti verso i cittadini italiani, che odiano gli italiani. Questa è la verità”. 

“Chiedo di essere messo alla prova una volta, fatemi fare il ministro dell’Interno per sei mesi e vediamo se non riesco a bloccare qualche barcone o rimettere ordine in qualche quartiere di Napoli. A me non interessa l’impero ma che tra 50 anni in Italia ci sia ancora qualche italiano”, ha continuato Salvini.

“Posso aver sbagliato in passato, ma non ho intenzione di sbagliare sul futuro, e il futuro dell’Italia è il rispetto delle diversità all’interno del Paese”. Il segretario della Lega poi spiega perché è lì e cosa si aspaetta dalla città pertnopea: “Napoli è casa mia, Milano è casa mia, Bari è casa mia. Un Segretario che prende partito al 3% e lo porta al 13, potrebbe starsene a casa. Perché sono a Napoli? Perché sono convinto che si vinca insieme. Ci sono zone di Napoli – aggiunge – che non sono più “Italia”. Riprendiamocele pezzo per pezzo”.

Salvini poi ricorda che per lui “le adozioni gay sono un abominio contro diritto e contro natura. Non esiste genitore 1 e genitore 2, esistono mamma e papà e mi vergogno di quei giudici che vanno contro Costituzione”. 

Altro tema caldo è la scuola: “Bisogna cancellare quella schifezza della Buona Scuola che sta mandando in giro per l’Italia migliaia di insegnanti”.

Infine l’augurio: “Quando si vota? Boh. Non si sa quando si vota, con quale legge e poi si dice che la mancanza di democrazia è in Russia. Averne dieci di Putin in Italia, metterebbe un po’ di ordine”. 

Il leader della Lega, Matteo Salvini (Ansa)

Il leader della Lega, Matteo Salvini (Ansa)

da post su facebook  
“Napoli violenta”.
Regia: Luigi De Magistris.
L'immagine può contenere: 1 persona, meme e sMS
———————————————————————————————————-
LE NOSTRE OPINIONI [ anteprima di web già inviato – servizio tra breve in rete ]
DAL  REDUCISMO DEL LINGOTTO DI TORINO AGLI INCAPPUCCIATI DI  GIGGINO A NAPOLI  QUALCUNO LI AVVISI CHE IL VENTO E’ CAMBIATO E ALTRE NEWS 
[ “AZ.” – 11/03/2017 ] – anteprima di web servizio tra breve in rete 
Risultati immagini per arturo stenio vuono “AZIMUT” – ALLA VIGILIA AVEVAMO SCRITTO
 
 
Associazione Azimut
Pubblicato da Arturo Stenio Vuono · 10/03/2017·

NORD SUD UNITI LIBERTA’ !

GIUSEPPE VERDI – Nabucco – Va, Pensiero – YouTube

Video relativi a va pensiero video youtube▶ 4:16

https://www.youtube.com/watch?v=e1JkhNOcXGo

Continua a leggere

GIUSEPPE VERDI – Nabucco – Va, Pensiero Nabucco è la terza opera (il titolo originale completo è Nabucodonosor) di Giuseppe Verdi e quella che ne decretò il …
[ “AZ.-NEWS” : 11/03/2017 ]DA POST SU FACEBOOK : MATTEO SALVINI A NAPOLI E IL NOSTRO BENVENUTO –  “AZIMUT-NEWSLETTER” : 10/03/2017 – ( . . . ) – “…E, sopratutto, c’è da sperare che la città non si ritrovi compiacente con i soliti “sfascisti”  in “servizio permanente effettivo”, accompagnato dall’arcinoto copione da “lacrime di coccodrillo” se vi sarà una controvisita da incappucciati con tute nere.  ]
E A CALDO ABBIAMO SCRITTO [ POST SU FACEBOOK ]
IL POST – FACEBOOK SUI QUAQUARAQUA’ DA TORINO A NAPOLI….. ]
Associazione Azimut
Pubblicato da Arturo Stenio Vuono · 11/03/2017 ·

DA TORINO A NAPOLI
IL GIORNO DELLA CIVETTA – Uomini, mezz’uomini, ominicchi, ruffiani …
https://www.youtube.com/watch?v=3eLsTZladD8
DAL REDUCISMO DEL LINGOTTO DI TORINO AGLI INCAPPUCCIATI DI GIGGINO A NAPOLI QUALCUNO LI AVVISI CHE IL VENTO E’ CAMBIATO E ALTRE NEWS……. [“AZ.”-11/03/2017] – anteprima tra breve in rete –https://azimutassociazione.wordpress.com –
RENZI IL FUNAMBULO ARRANCA E BARCOLLA – QUALCUNO LO AVVISI CHE IL VENTO E’ CAMBIATO – SI RASSEGNI ! ! ! – COME VOLEVASI DIMOSTRARE ….sono arrivati i black bloc: giovani incappucciati, vestiti di nero….. AVEVAMO GIA’ ANTICIPATO TUTTO…..MANCO’ – NON SI SA PERCHE’ – SOLO LUIGI DE MAGISTRIS SINDACO ARANCIONE GATTOPARDO ALIAS ( PER I LAZZARI ) GIGGINO ‘A MANETTA….[ “AZIMUT” – NAPOLI ]  – ( . . . )  – PER LEGGERE TUTTO E LE ALTRE NOTIZIE : visionare ascoltare e riflettere visita il nostro sito blog.

Trasposizione cinematografica de “Il giorno della civetta” di Leonardo Sciascia.
———————————————————————————————————-
IN EVIDENZA – IL SOLITO “VIZIETTO” DEL QUOTIDIANO “IL MATTINO”….
SENZA PAROLE – C’E’ VERAMENTE DA SCOMPISCIARSI E DA PREOCCUPARSI….
———————————————————————————————————-
 
Intorno alla vicenda Salvini alla fine a Napoli è stata guerriglia urbana. « Vorrei riproporre – dice all’Ansa il sindaco Luigi de Magistris – le immagini del corteo: un fiume di diecimila persone che partecipavano ad una manifestazione pacifica, dove prevalevano unicamente l’orgoglio dei napoletani, l’ironia e il forte contenuto politico dell’iniziativa. Le immagini finali feriscono la potenza politica di quella manifestazione, dagli alti contenuti democratici. Prendo le distanze dai violenti che non incarnano lo spirito autentico, pacifico, della città che io rappresento ».
[ “AZIMUT” – OHIBO’ ! ]
 
———————————————————————————————————-
ABBIAMO SCELTO – DALLA RASSEGNA STAMPA – UN SOLO “PEZZO” CHE RIPERCORRE LA SCIAGURATA STRADA DELLA COPERTURA DEI VIOLENTI…..
NAPOLI NON E’ STATA IN PIAZZA…..MA I SOLITI PRECETTATI CHE, OVVIAMENTE, SONO STATI “INFILTRATI [ SIC ] – I GUAI DI NAPOLI PER L’ULTIMO VENTENNIO E “FRUTTO DEI GOVERNI DI CENTRODESTRA” [ SIC ! ] 
Il nostro commento ( tratto da “il Giornale” di Milano ) : ” ( . . . ) Un solido luogo comune, una sintesi sbrigativa e volutamente « evocativa » visto che la parola………. « Ventennio » richiama inevitabilmente alla memoria l’era fascista e produce una immediata assimilazione politica. Fatto sta che il famoso « Ventennio berlusconiano», oltre a non essere mai esistito visto che il Cavaliere è rimasto in carica poco più di 9 anni, può adesso essere sostituito – con la stessa logica e numeri alla mano – dalla dizione e dal marchio di « Ventennio rosso ». ( . . . ) “
———————————————————————————————————-

Salvini contestato a Napoli, sarebbe bastato chiedere scusa – Il Fatto …

17 ore fa – Salvini contestato a Napoli, sarebbe bastato chiedere scusa … Post | Articoli … Ammiccando a decenni di propaganda antimeridionale su cui, …

——————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Caro Matteo,

No, non lei Salvini, l’altro, quello padano. Deve proprio perdonarli, i napoletani. Davvero faticano a intender le ragioni di opportunità politica che oggi la distinguono dal Matteo che ebbe a dire, solo quattro anni fa, in un tweet, che: “Napoli… Italia…  Boh”. Ammiccando a decenni di propaganda antimeridionalesu cui, ancora in parte, si regge il suo tesoretto elettorale.
Li perdoni ma sa, ormai, la rete internet arriva pure al sud, nonostante l’arretratezza infrastrutturale a cui questo territorio è condannato dai governi di ogni colore che si avvicendano sui romanissimi colli. Compresi quelli sostenuti dal suo partito, che brillarono di fallimentare ispirazione neoliberista. Invero, sarà capitato loro di leggere quel suo tweet (magari anche altro) e un sussulto di dignità deve averli colti. Sa, qui al sud, a certe cose, ci teniamo ancora. E così, una paradossale eterogenesi dei fini ha fatto sì che ieri il “foglio di via” se lo sia beccato lei.

Le dirò, personalmente non sono poi entusiasta del suo allontanamento, perché credo fermamente nella libertà di espressione sancita dall’art. 21 della nostra Costituzione. Ma si insinua in me il fondato dubbio che lei non avesse affatto intenzione di andare da loro per scusarsi per aver scritto quel tweet e per il fatto che il suo partito abbia sostenuto certe perniciose politiche di esclusione sociale di cui oggi paghiamo le conseguenze. Se invece mi sbaglio, son pronto a porgere le mie, di scuse. Anzi le consideri già insite in queste parole.

Nel frattempo, cresce sempre più, anche a queste latitudini, la ferma consapevolezza che l’ultimo ventennio abbia portato il divario nord-sud a livelli postbellici. Questo potrebbe infastidire non solo i napoletani. Cresce la consapevolezza, al Sud, che il federalismo fiscale che avete introdotto abbia favorito la creazione dei presupposti (e non solo quelli) per un trattamento difforme tra cittadini della stessa Repubblica. E, badi bene, qui non parliamo solo di infrastrutture e opportunità di lavoro – anche se basterebbero quegli argomenti – ma anche di sanità: del modo in cui vengono curati i nostri bambini i nostri malati e i nostri anziani. E questo fa male, uccide dentro. Come uccide il fenomeno triste dei“migranti della sanità”. Addolora ogni fibra degli spiriti vivi che ancora si aggirano da queste parti e non hanno abbandonato la nave. Per ora. O perché non possono

Essere politici, ma restando umani. I governi sostenuti dal suo partito hanno fatto male al Sud ma si è alimentato dei voti di questa gente ingannata dafalse promesse. E ora non parlo solo a lei.

Oggi ci vogliono chiarezza e onestà. Oggi, far risorgere il Mezzogiorno significa far del bene anche alla sua gente e al suo territorio. Bisogna riconoscere che solo quando il sud cresceva quanto il nord il paese ha avuto il suo boom economico. L’alternativa è frammentare il paese e crollare tutti, prima o dopo. Nessuno si illuda. Personalmente credo che tutti questi elementi  siano più gravi delle proteste di ieri, dalle quali probabilmente lei trarrà più vantaggi e visibilità di quelli che avrà la sana discussione dei problemi di noi italiani. Altri passaggi in tv, altra tribunizia foga. La si butta nei soliti dibattiti polarizzati: nord sud, destra sinistra. E altre banalità.

Ai politici italiani mancano due parole: scusa e grazie. Anche a lei, forse.

———————————————————————————————————-

L’EDICOLA

———————————————————————————————————-

 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Domenica 12 Marzo 2017
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

Sull’ordine pubblico ha riconfermato le parole dell’ordine della Lega e del centrodestra: lotta alla criminalità, alla camorra, alla mafia, nessuno sconto per stupratori e pedofli, e infine sgombero dei campi rom abusivi e dei centro sociali violenti.

Image
Image
Image
Image
Image

L’EDIZIONE DEL GIORNO

 

 

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Image
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma
———————————————————————————————————————————————————————————
SU SALVINI E GLI INCIDENTI << NAPOLI NON E’ QUESTA >> ( TITOLO DE “IL MATTINO” ) MA IL LAVORO SPORCO, PER INTANTO, E’ STATO FATTO – CHI FOMENTA LE VIOLENZE ? [ “AZ.-NEWS” – 12/03/2017 ]
———————————————————————————————————————————————————————————
 
“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI
[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
 
FINE INTERVENTO
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...