DOPO SAN PIETROBURGO E TE PAREVA ! LA SIRIA E IL “CATTIVO ASSAD” – L’EDICOLA E ALTRE NEWS


DOPO SAN PIETROBURGO E TE PAREVA ! LA SIRIA E IL “CATTIVO ASSAD” – L’EDICOLA E ALTRE NEWS

DOPO SAN PIETROBURGO E TE PAREVA ! LA SIRIA E IL “CATTIVO ASSAD” – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [  “AZ.” – 4 APRILE 2017 ] – anteprima di web – 
VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimu

———————————————————————————————————
IN COPERTINA
———————————————————————————————————-
 
———————————————————————————————————
L’OPINIONE
———————————————————————————————————-
GIANCARLO LEHNER – DA ROMA
———————————————————————————————————-

Accoglienza agli islamici uguale a nuove cacce all’ebreo, anticipo canonico dei cristianicidi. 

Oggi, a Parigi, uno studente ebreo non può più, salvo rischiare la vita, frequentare la scuola pubblica, giacché sarebbe perseguitato, insultato e picchiato dagli studenti originari del Maghreb. 

Non può neppure iscriversi ad istituti ebraici, luoghi privilegiati degli attacchi terroristici. Ha solo il diritto di espatriare.

Si comincia sempre dalla caccia agli ebrei e, quando questi sono stati eliminati o costretti all’ennesimo esodo, si passa – come sta succedendo nell’Islam asiatico ed africano – a massacrare i cristiani.

Alla fine, saranno di turno altri infedeli a cominciare da laici, agnostici, teisti, atei, nonché buonisti, dialogisti, accoglisti.

I fautori dell’accoglienza, compresi quelli che ci lucrano sopra e quanti propalano in tv stronzate spermatozoiche del tipo: accogliere per ripopolare i piccoli centri! sono complici, neppure sempre inconsapevoli, dell’imperialismo islamista, fatto di demografia, sottomissione, pulizia etnico-religiosa, terrorismo.

Purtroppo, nel Vecchio Continente affermare queste evidenze probabilmente non serve a nulla, visto che gli europei di oggi sono più che mai eredi degli imbecilli di Monaco e dei vigliacchi suicidi, che non vollero morire per Danzica. 

Giancarlo Lehner

———————————————————————————————————-
DOPO SAN PIETROBURGO – E TE PAREVA ! – LA SIRIA E IL “CATTIVO ASSAD”…
 
INSOMMA IL “chiodo scaccia chiodo” ( compreso ? )
 
  • • La solita, fuorviante, offensiva mediatica ovverosia  un nuovo – presunto – fatto ne scaccia un altro dello stesso genere ma vero e più sgradevole…per farlo prevalere cosicchè  da dimenticare e iniziare altro…; traetene – Voi – le logiche conseguenze ! 
———————————————————————————————————-
 
E A PROPOSITO  DUE MESSAGGI “POSTATI” SU FACEBOOK E IL NOSTRO POST
——————————————————————————————————-
 

#Espresso Oramai,dopo le balle su #Aleppo,chi ragiona non casca più nella “indignazione a senso unico” !! E non crede ai sostenitori#Usa,Nato,UEisti e servi islamici dei #terroristifiloccidentali !!tantomeno ai media in prima linea contro #Assad..rassegnatevi,i tagliagole di Al Qaeda che sostenete non vinceranno contro il popolo siriano ed i suoi alleati 🙂

———————————————————————————————————-

ESTERI
Riapre la metro di San Pietroburgo. Segnale di efficienza e di forza per la Russia di Putin
Autore dell’attentato sarebbe kamikaze kirghiso. Trump telefona a Putin: “Sostegno totale”
29 minuti fa
Huffington Post

MOOMUSICIAN VIA GETTY IMAGES
Metropolitana di San Pietroburgo
Dare subito un messaggio molto chiaro ai terroristi e agli aspiranti tali: la Russia non si farà fermare dalla paura. All’indomani della strage nella metropolitana di San Pietroburgo, è questo l’atteggiamento assunto dal presidente russo Vladimir Putin, determinato a trasmettere un’immagine forte e decisa. Stamattina la metropolitana di San Pietroburgo ha già riaperto: “tutte le linee sono completamente operative, riaperte tutte le stazioni”, comunicano le autorità locali. Segno che la Russia di Putin non ha alcuna intenzione di farsi scalfire dal terrore, chi crede il contrario resterà deluso.

Subito dopo l’attentato, Putin ha riunito il comitato per la sicurezza e avviato un’indagine congiunta con le autorità kazake. Da questa collaborazione sarebbe già emersa l’identità del presunto kamikaze: un ventiduenne kirghiso, originario del Paese dell’Asia centrale. Lo ha detto il portavoce dei servizi di sicurezza della Repubblica del Kirghizistan, Rakhat Saoulaimanov. Stando a una fonte delle forze dell’ordine, sentita da Interfax, sarebbe “l’unico responsabile” dell’attentato, che prima ha lasciato l’ordigno (inesploso) alla stazione di Ploshchad Vosstaniya e poi è salito sul treno della linea blu.

Putin non ha ancora commentato sulla presunta identità del terrorista, ma sta seguendo in prima persona lo sviluppo delle indagini tenendosi in stretto contatto con i vertici della sicurezza a San Pietroburgo. Ieri sera l’ultimo incontro, nella città colpita dal terrorismo: dopo aver deposto un mazzo di rose rosse vicino al luogo dell’esplosione, il presidente si è ritirato per fare il punto della situazione senza lasciare alcun commento ai giornalisti. Poche parole; un gesto simbolico, quello delle rose, e il piglio di chi vuole mostrarsi ancora una volta saldo ai posti di comando. Putin sa bene che è impossibile minimizzare il colpo. Il bilancio dell’attentato, ancora provvisorio, è di 11 morti e 51 feriti. Una strage.

Nella notte è arrivata la telefonata del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Il leader americano ha espresso profondo cordoglio alle famiglie delle vittime dei “barbari” attacchi terroristici commessi ieri nella metropolitana di San Pietroburgo e ha chiesto a Putin di trasmettere parole di sostegno al popolo russo. I due presidenti hanno rilevato che il terrorismo è un male che va combattuto insieme.

L’omaggio di Putin alle vittime

La fuga dai vagoni colpiti

Putin: “Polizia e intelligence al lavoro”

Fumo all’interno della stazione

LA MIA OPINIONE
IL KICK (CALCIO) PER RIMUOVERE GLI EVENTUALI OSTACOLI AL
TRUMP-PUTIN

Il kamikaze kirghiso ha fatto un grosso favore a Putin e Trump.
Eterogenesi dei fini: Trump e Putin sono più vicini. E l’Europa matrigna dei burocrati non si sente troppo bene.
Anche Marine Le Pen se ne avvantaggia, malgrado i “soliti” sondaggi la diano perdente al ballottaggio con Macron.

guglielmo donnini

——————————————————————————————————

ATTACCO A PUTIN
TERRORISMO ATTACCO A PUTIN BOMBA A SAN PIETROBURGO – IL POPULISMO E LA GUERRA DELLE PAROLE – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 03/04/2017 ]
VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimu

anteprima di web – servizio tra breve in rete – in  questo numero : DOPO LE PROVOCAZIONI DI PIAZZA LA  BOMBA…COLPIRE EUROPA E OCCIDENTE MA ORA  SOPRATUTTO LA RUSSIA… –  e a proposito : IL VIDEO DI ORIANA FALLACI –
TRA CRONACA E STORIA CRAXI [ VIDEI ] – DAL << ROMA ( “il GIORNALE di NAPOLI” ) >>  ( L’ARTICOLO – PIETRO LIGNOLA ) : “I drammi del mare e l’onore del marinaio” .- IL POST ( CARMINE IPPOLITO ) : “Morale a cinque stelle. I cinque stelle sono a favore del popolo soltanto a parole, giammai nei fatti e neppure nelle frequentazioni. Lo dimostra la partecipazione di uno dei massimi rappresentanti della Trilateral Italia alla commemorazione di Casaleggio….” – per leggere tutto e tutte le altre notizie ( visionare ascoltare e riflettere visita il sito ) – A presto! A.S.VUONO.

——————————————————————————————————

ALTRE NEWS

——————————————————————————————————

[ DAL SITO DI MAURIZIO BLONDET – LINK  3 Aprile 2017 

I MANDANTI MORALI DOVREMMO CONOSCERLI – MAURIZIO BLONDET 

I MANDANTI MORALI DOVREMMO CONOSCERLI

“E’ stato Putin”-il primo  a buttarla lì è stato il noto Edward Luttwak, “ interpellato da Affari Italiani: “Tutto è possibile, incluso il fatto che si tratti di strategia della tensione. Si moltiplicano le dimostrazioni contro il presidente Putin e le bombe potrebbero servire a ricordare alla gente e all’opinione pubblica russa quanto sia importante l’ordine pubblico. Questa non è la mia tesi ma è certamente una possibile spiegazione di quanto accaduto oggi in Russia. Siamo alla pura speculazione, ma …

[ DA << ACCADEMIA DELLA LIBERTA’ >>  LINK 4 Aprile 2017 ]

——————————————————————————————————

“LE RADICI NON GELANO E LE IDEE NON MUOIONO – PASSATI NOI ALTRI ( CI ) SEGUIRANNO”

——————————————————————————————————

LA DIPARTITA DI VINCENZO GIOVANNI SAYA – GENEROSO E PURISSIMO MILITANTE DELLA DESTRA PARTENOPEA GIA’ SEGRETARIO SEZIONALE MSI A NAPOLI E, POI, SEMPRE IN PRIMA LINEA ( 2 APRILE 2017 – ERA TORNATO A CASA DOPO UNA LUNGA DEGENZA IN OSPEDALE E DOPO IN UNA CLINICA PRIVATA )
 
Mario Mormone ( . . . ) –  ( . . . )  

Rientro bagnato da Napoli dall’ospedale Loreto mare dove sono andato a trovare l’amico Vincenzo Giovanni Saya. Enzo sta un po’ meglio. Il leone è ferito ma combatte sempre. Mi ha chiesto di ringraziare tutti coloro i quali hanno scritto per avere sue notizie. In particolare mi ha chiesto di ringraziare gli amici Pietro Diodato e Gianluca Cantalamessa che si sono recati di persona a trovarlo e ad aiutarlo materialmente. Grazie di cuore anche da parte mia! Nobis

L'immagine può contenere: 1 persona, occhiali, barba e primo piano
 

napoli…….amarla e’ normale….la nostra capitale

L'immagine può contenere: cielo, notte, spazio all'aperto, acqua e natura
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
 
 

Enzo Saya è venuto a mancare!
3
Ho ricevuto la notizia dal Loreto mare dove era stato ricoverato d’urgenza stamattina.
Commenti

——————————————————————————————————-

L’EDICOLA

—————————————————————————————————–

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Martedi, 4 Aprile 2017
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

L�attentatore della metro di San Pietroburgo sarebbe stato ripreso dalle telecamere interne della sorveglianza e sarebbe tuttora ricercato in tutta la nazione. A riferirlo l’emittente televisiva Ren tv.

Image
Image
Image
Image
Image

L’EDIZIONE DEL GIORNO

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

 

Image
Email
Facebook
Twitter
Google+
Secolo d’Italia
Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976
Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma

—————————————————————————————————————————————————————————

DOPO SAN PIETROBURGO E TE PAREVA ! LA SIRIA E IL “CATTIVO ASSAD” – L’EDICOLA E ALTRE NEWS [  “AZ.” – 4 APRILE 2017 ] – anteprima di web – 

—————————————————————————————————————————————————————————

“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :
 direzione responsabile: presidenza Associazione
 team azimut online:  Fabio Pisaniello webm. adm. des.
 Uff. Stampa Associaz. “Azimut” :   Ferruccio Massimo Vuono 
(Arturo Stenio Vuono :  presidente di “Azimut” – Napoli)
“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 –  80131 NAPOLI
[ ex : Prima Traversa Domenico Fontana )
TEL. 340. 34 92 379 / FAX: 081.7701332
Annunci

Un pensiero su “DOPO SAN PIETROBURGO E TE PAREVA ! LA SIRIA E IL “CATTIVO ASSAD” – L’EDICOLA E ALTRE NEWS”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...