ITALIA E POVERTA’ MIGRANTI E SBARCHI CHI SONO I DISPERATI ? “QUANDO C’ERA LUI CARO LEI !” ALTRE NEWS


ITALIA E POVERTA’ MIGRANTI E SBARCHI CHI SONO I DISPERATI ? “QUANDO C’ERA LUI CARO  LEI !” ALTRE NEWS

 
ITALIA E POVERTA’ MIGRANTI E SBARCHI CHI SONO I DISPERATI ? “QUANDO C’ERA LUI CARO  LEI !” ALTRE NEWS [ “AZ.” – 14/07/2017 ]
———————————————————————————————————-
ITALIANI E MIGRANTI
———————————————————————————————————-
IN COPERTINA
QUALI SONO I DISPERATI ?
———————————————————————————————————-
SENZA PAROLE
———————————————————————————————————-
Un bimbo chiede l'elemosina in una foto d'archivio © ANSA ITALIANI
[ TRATTO DAL WEB ] – ( . . . ) – Nel 2016 si stima siano 1 milione e 619mila le famiglie residenti in condizione di povertà assoluta, nelle quali vivono 4 milioni e 742 mila individui. Rispetto al 2015 si rileva una sostanziale stabilità della povertà assoluta in termini sia di famiglie sia di individui. L’incidenza della povertà assoluta sale al 26,8% dal 18,3% del 2015 tra le famiglie con 3 o più figli minori, coinvolgendo nel 2016 137mila 771 famiglie e 814mila 402 individui; aumenta anche fra i minori, da 10,9% a 12,5% (1 milione e 292mila).

La posizione professionale della persona di riferimento incide molto sulla diffusione della povertà assoluta. E’ quanto rileva l’Istat nel report “La povertà in Italia” relativo al 2016. Per le famiglie la cui persona di riferimento è un operaio, l’incidenza della povertà assoluta è doppia (12,6%) rispetto a quella delle famiglie nel complesso (6,3%), confermando quanto registrato negli anni precedenti. Rimane, invece, piuttosto contenuta tra le famiglie con persona di riferimento dirigente, quadro e impiegato (1,5%) e ritirata dal lavoro (3,7%). Come negli anni precedenti l’incidenza di povertà assoluta diminuisce al crescere del titolo di studio della persona di riferimento: 8,2% se ha al massimo la licenza elementare; 4,0% se è almeno diplomata. 

La povertà relativa nel 2016 risulta stabile rispetto all’anno precedente: riguarda il 10,6% delle famiglie residenti (10,4% nel 2015), per un totale di 2 milioni 734mila, e 8 milioni 465mila individui, il 14,0% dei residenti (13,7% l’anno precedente). E’ quanto rileva l’Istat nel report “La povertà in Italia”, diffuso oggi. Analogamente a quanto registrato per la povertà assoluta, nel 2016 la povertà relativa(calcolata sulla base della spesa familiare rilevata dall’indagine annuale sui consumi), è più diffusa tra le famiglie con 4 componenti (17,1%) o 5 componenti e più (30,9%). La povertà relativa colpisce di più le famiglie giovani: raggiunge il 14,6% se la persona di riferimento è un under35 mentre scende al 7,9% nel caso di un ultra sessantaquattrenne L’incidenza di povertà relativa si mantiene elevata per gli operai e assimilati (18,7%) e per le famiglie con persona di riferimento in cerca di occupazione (31,0%). [ TRATTO DAL WEB ] – ( . . . ) –

 
Operazione della Guardia Costiera libica al largo di Zawiya, nord ovest Libia, FOTO ARCHIVIO 27 giugno 2017 © EPA MIGRANTI

[ TRATTO DAL WEB ] – ( . . . ) -10 navi verso porti italiani, a bordo oltre 7.300. Oltre 4mila in salvo ieri in Libia – Sono 10 le navi che al momento si stanno dirigendo verso i porti italiani, con a bordo oltre 7.300 migranti salvati negli ultimi giorni al largo della Libia. L’arrivo delle navi, a seconda del porto di destinazione, è previsto tra oggi e la giornata di sabato. Al momento, gli scali indicati sono Corigliano Calabro e Vibo Valentia in Calabria, Bari e Brindisi in Puglia, Porto Empedocle e Catania in Sicilia, Salerno in Campania.. Sono saliti infine a circa 4.100 i migranti salvati nella giornata di ieri davanti alla Libia. La centrale operativa della Guardia Costiera di Roma ha coordinato oltre 20 operazioni di soccorso, che si sono concluse solo nella tarda serata. I migranti sono stati recuperati da navi della stessa Guardia Costiera, di Frontex, di Eunavformed e delle Ong.

Frontex, 85.000 in Italia in 6 mesi, +21% – A giugno sono stati 24.800 gli arrivi di migranti in Italia lungo la rotta del Mediterraneo Centrale, con un aumento dell’8% rispetto al livello del mese precedente. Nei primi sei mesi del 2017 sono stati 85.000 gli arrivi nel nostro paese, con un aumento del 21% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Guardando al flusso complessivo di migranti verso la Ue, nei primi sei mesi è stato di 166.000 persone, con un calo del dato generale del 68% rispetto al 2016. Lo comunica Frontex. Il flusso sulla rotta del mediterraneo centrale è risultato composto in maggioranza da cittadini di Nigeria e Guinea. I nigeriani sono al primo posto anche nei dati complessivi del primo semestre, davanti ai migranti da Bangladesh, Guinea e Costa d’Avorio. Nella rotta del Mediterraneo Orientale verso la Grecia – frequentata in maggioranza da siriani, pakistani e iracheni – gli arrivi a giugno sono stati 2.600, cifra analoga a quella del mese precedente. Nei primi sei mesi “circa 9.000 migranti hanno raggiunto le isole greche, il 94% in meno rispetto allo stesso periodo del 2016”, è scritto in una nota dell’agenzia Ue per il controllo delle frontiere. Frontex osserva anche che mentre il numero degli arrivi nelle isole greche orientali è “leggermente diminuito”, viceversa “è significativamente cresciuto” il numero dei tentativi di attraversamento illegale della frontiera terrestre fra Turchia e Grecia.[ TRATTO DAL WEB ] – ( . . . ) –

———————————————————————————————————-

anteprima di web

per leggere tutto e tutte le altre news – visionare ascoltare riflettere e commentare
VISITA IL SITO

Associazione Azimut | Raccolta di e-mail dell … – WordPress.com

https://azimutassociazione.wordpress.com/

Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azim

Centrosinistra, Pisapia gela tutti e fa un passo indietro: "Non intendo candidarmi alle elezioni" Fermare l'invasione dei migranti, ecco la mossa impossibile e disperata del ministro Minniti
———————————————————————————————————-
ITALIANI E MIGRANTI – QUALI SONO I DISPERATI ?
———————————————————————————————————-
A.D.R. – A DOMANDA (NON)RISPONDE
IL TRISTO / 1

Giuliano Pisapia – Wikipedia

Giuliano Pisapia (Milano, 20 maggio 1949) è un avvocato, scrittore, politico e giornalista italiano, deputato per due legislature e sindaco di Milano dal 1º giugno …

IL TRISTO / 2

Marco Minniti – Wikipedia

Domenico Luca Marco Minniti, detto Marco (Reggio Calabria, 6 giugno 1956), è un politico italiano, Ministro dell’interno nel Governo Gentiloni dal 12 dicembre …

———————————————————————————————
“QUANDO C’ERA LUI, CARO LEI !”
 

Il Duce e la Battaglia del Grano [Masha] – YouTube

14 ott 2012 – Caricato da PartitoFascistaITA

Il Duce e la Battaglia del Grano [Masha]. PartitoFascistaITA … BenitoMussolini: la trebbiatura del …

Mussolini trebbia il Grano – YouTube

17 feb 2010 – Caricato da CaesarXY

Benito Mussolini trebbia il grano in un filmato d’archivio dell’Istituto Luce. … che c’ è di nuovo in …

Mussolini trebbia il grano a Sabaudia: la folla lo acclama – YouTube

15 giu 2012 – Caricato da CinecittaLuce

Il Duce trebbia il grano a Sabaudia, nei pressi dell’Agro Pontino, … i film, i documentari e i video che …

Discorso del Duce Benito Mussolini al Lingotto Fiat di … – YouTube

06 giu 2013 – Caricato da VOCEDITALIA

Ma soprattutto parlano alla coscienza dei lavoratori perché voi … Qui al Lingotto batte il cuore di Torino …

Mussolini incontra gli operai degli opifici di Prato a villa … – YouTube

15 giu 2012 – Caricato da CinecittaLuce

Descrizione sequenze:Mussolini parla alle maestranze degli opifici di Prato nei … Mussolini si avvicina …

Mussolini visita il Lingotto e gli stabilimenti Unica – YouTube

15 giu 2012 – Caricato da CinecittaLuce

… della Fiat ; la folla enorme adunata lungo il percorso e davanti agli sta… … primo piano di Mussolini …

Discorso del Duce Benito Mussolini a Torino, 23 ottobre 1932 – YouTube

20 apr 2013 – Caricato da VOCEDITALIA

Discorso del Duce Benito Mussolini a Torino, 23 ottobre 1932 Benito Mussolini’s speech in Turin …

———————————————————————————————————-
IL VIDEO [ NON SOLO POLITICA ]
———————————————————————————————————-