NON SOLO L’INFORMAZIONE – CON AZIMUT ONLINE “CATTURATE IL VENTO NELLE VOSTRE VELE – ESPLORATE SOGNATE E SCOPRITE”


NON SOLO L’INFORMAZIONE – CON AZIMUT ONLINE “CATTURATE IL VENTO NELLE VOSTRE VELE – ESPLORATE SOGNATE E SCOPRITE” [ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 29 MARZO 2018 ] . anteprima di web servizio tra breve in rete –

NON SOLO L’INFORMAZIONE – CON AZIMUT ONLINE “CATTURATE IL VENTO NELLE VOSTRE VELE – ESPLORATE SOGNATE E SCOPRITE” [ “AZIMUT-NEWSLETTER” : 29 MARZO 2018 ] . anteprima di web servizio tra breve in rete –

———————————————————————————————————————————————————–

Associazione Azimut
Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut
AZIMUTASSOCIAZIONE.WORDPRESS.COM

Fabio Pisaniello
Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto, ma di quelle che non avete fatto. Allora mettetevi in gioco, levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri e catturate il vento nelle vostre vele.

Esplorate. Sognate. Scoprite.

ARCHIVIO [ GIA’ IN RETE ]

[ prossimamente il servizio odierno e precedente : ESECUTIVO IN EMBRIONE GIA’ IN PANNE SENZA ACCORDI LA << TERZIETA’ >> PER LA GODURIA DELLA << TROIKA >> – L’EDICOLA LA STORIA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 28/03/2018 ] – anteprima di web servizio tra breve in rete – ]

 “AZIMUT” NAPOLI – il presidente Arturo Stenio Vuono [ IL COMMENTO ]

SCALZATA L’OKKUPAZIONE TOTALIZZANTE CATTOCOMUNISTA E CONSOCIATIVA DEI PIU’ ALTI SCRANNI REPUBBLICANI ( DURAVA DAL 1948 ) E NON CI SEMBRA POCO ( * ) ; GLI ELETTORI – UNA VOLTA TANTO – HANNO COSTRETTO A QUESTA PRIMA << SVOLTA >> ( VORRA’ PUR DIR QUALCOSA ! ) – DELLA SITUAZIONE POSSIAMO PENSARE TUTTO IL MALE POSSIBILE MA QUALCOSA DI BUONO – PER ORA – C’E’ ! VEDREMO SE, NEL PROSIEGUO, SENATORI E DEPUTATI SI PORTERANNO ALLE ESTREME CONSEGUENZE DELL’INEVITABILE SCONTRO CON I POTENTATI APOLIDI DI BRUXELLES E DI FRANCOFORTE SUL MENO CHE TIRANO LA VOLATA AL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE. – LA SUDDITANZA ALLE “SUPERIORI DIRETTIVE”, IN UNO CON IL COLLABORAZIONISMO DELLA SINISTRA ( 1 ), HA INGINOCCHIATO L’ITALIA E HA IMPEDITO – SINORA – DI AFFRONTARE LA QUESTIONE DELLE VECCHIE  E NUOVE POVERTA’, E DELLE TUTELE PENSIONISTICHE ( 2 ), NONCHE’ DI ESERCITARE il << PRIMATO DELLA POLITICA >>.

( * ) aggiornamento – ( dal web )

Dopo il voto di ieri per il Senato, anche alla Camera ha scelto i componenti dell’ufficio di presidenza. I vicepresidenti sono: Mara Carfagna (Fi), Maria Edera Spadoni (M5S), Lorenzo Fontana (Lega) e Ettore Rosato (Pd).I questori sono Riccardo Fraccaro (M5S), Gregorio Fontana (Fi) ed Edmondo Cirielli (Fdi).Sono stati eletti segretari: Francesco Scoma (Fi), Silvana Comaroli(Lega), Marzio Liuni, (Lega), Raffaele Volpi (Lega), Azzurra Cancelleri (M5S), Mirella Liuzzi (M5S), Vincenzo Spadafora (M5S),Carlo Sibilia (M5S).La vicepresidente più votata è stata Mara Carfagna, che ha incassato 259 voti; il questore anziano sarà Riccardo Fraccaro con 269 voti. Giacchè non è stato eletto nessun componente del gruppo Misto, come prescrive il regolamento sarà necessaria una nuova votazione suppletiva per eleggere un deputato segretario, già in calendario per martedì 3 aprile alle 14. Soddisfatto il capo politico del M5S, Luigi Di Maio: “Riccardo Fraccaro e Maria Edera Spadoni sono appena stati eletti rispettivamente Questore e Vicepresidente della Camera dei Deputati. È una grande gioia per me e per tutto il MoVimento 5 Stelle. In bocca al lupo e buon lavoro”, afferma su Twitter e pubblica una foto che lo ritrae con i due nuovi componenti dell’Ufficio di Presidenza della Camera.

( 1 ) – [ dal web ] –  ( . . . ) –   “La situazione politica è chiara: il Pd starà all’opposizione. E stando all’opposizione potrà dare un aiuto al Paese portando un clima di civiltà e rispetto del Governo che nei nostri confronti purtroppo non c’è stato. L’opposizione si può fare bene, come spiega splendidamente Pierluigi Castagnetti qui, e può farci bene, molto bene.Chi ha vinto le elezioni si metterà d’accordo, prima o poi: del resto Cinque Stelle e Centrodestra stanno facendo accordi in tutti i passaggi istituzionali”. Così Matteo Renzi nell’e-news.  – [ dal web ] –  ( . . . ) –

( 2 ) – [ dal web ] –  ( . . . ) – Le pensioni private erogate dall’Inps vigenti nel 2018 sono 17,88 milioni, di queste 12,8 milioni, ovvero il 70,8%, sono inferiori a 1.000 euro. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sulle pensioni appena pubblicato secondo il quale la percentuale delle pensioni fino a mille euro arriva all’86,6% per le donne. Il dato non tiene conto delle pensioni pubbliche (con la media di importo molto più alta) e di quelle dello spettacolo. Bisogna comunque ricordare che si tratta solo delle singole pensioni e non dell’importo totale spettante a ogni pensionato che può godere di più trattamenti.Nel complesso le pensioni vigenti al primo gennaio 2018 erogate dall’Inps per il settore privato sono 17.886.623, circa 143.000 in meno rispetto all’inizio del 2017, per un valore di 200,5 miliardi, in aumento dell’1,57% sull’anno precedente.Le pensioni di natura previdenziale sono 13,97 milioni mentre 3,9 milioni sono le prestazioni assistenziali.- [ dal web ] –  ( . . . ) –

———————————————————————————————————————————————————–

IL PUNTO DI VISTA – SECONDO FRANCO CARDINI

Franco Cardini

4 giorni fa – Fino dal maggio 2012, il quotidiano “Le Monde” e il sito “Mediapart” avevano pubblicato un documento libico nel quale si parlava di un sostanzioso finanziamento da parte di Gheddafi a Sarkozy per la sua campagna presidenziale del 2007, che lo condusse all’Eliseo. In seguito, nell’aprile del 2013, una …

———————————————————————————————————————————————————–

EFFEMERIDI DELLA CRISI

DOVE ANDREMO A FINIRE: CIOE’ A COMINCIARE?

Ipotesi: governo Cinque Stelle-Lega, Cinque-Stelle-Centrodestra, ritorno (entro quando?) alle urne. Soluzioni pessime, peggiori mali possibili? Probabilmente. Soluzioni alternative? Allo stato delle cose, nel coma della società civile italiane, sono tutte soluzioni pessime, tutti peggiori mali possibili. E allora?Dal momento che il peggio deve ancora venire, prepariamoci. Non è detto che qualcosa non cambi: ad esempio in politica estera. Certo non potremo uscire dall’euro, ma forse potremmo collaborare a una ridefinizione dell’Unione Europea: forse c’è un’uscita alternativa al micronazionalismo sovranista, forse passerà di nuovo l’autobus di un europeismo rinnovato che non sia soltanto acquiescenza alle lobbies, al Fondo monetario Internazionale e alla NATO. FC

Pubblicato in MC

———————————————————————————————————————————————————–

L’INFORMAZIONE – I NUOVI ASSETTI ISTITUZIONALI

———————————————————————————————————————————————————–

IN COPERTINA

SENATO DELLA REPUBBLICA [ 28 MARZO 2018 – tratto dal web ]

IN COPERTINA

CAMERA DEI DEPUTATI [ 29 MARZO 2018 – tratto dal web ]

———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

L’INFORMAZIONE – CAMERA DEI DEPUTATI [ 29 MARZO 2018 – tratto dal web ]

———————————————————————————————————————————————————–

[ 29 MARZO 2018 – tratto dal web ] – Dopo il voto di ieri per il Senato, anche alla Camera si scelgono i componenti dell’ufficio di presidenza. Anche a Montecitorio il Pd non dovrebbe avere un questore ma solo un vicepresidente, per la cui carica i Dem candidano Ettore Rosato. E’ quanto emerge dall’ Assemblea del gruppo del Pd alla quale il presidente Graziano Delrio sta riferendo l’esito dei contatti con M5s e il centrodestra. Il Pd, inoltre, non avrà nemmeno uno degli otto segretari d’Aula, benchè nella passate legislature sia stata sempre assicurata la presenza di tutti i gruppi tra gli otto. I Dem voteranno un proprio esponente per il collegio dei questori, Maria Rosa de Giorgi, e uno per i segretari, Alessia Morani, ma si tratta di candidature di bandiera.Mara Carfagna (Fi) e Lorenzo Fontana (Lega). Sono i due nomi che Forza Italia, che ha riunito i suoi deputati questa mattina, e Lega voteranno per due delle quattro vicepresidenze alla Camera. Per i questori le indicazioni sono quelle di Gregorio Fontana (Fi) e Raffaele Volpi (Lega) mentre i segretari sono quattro: Francesco Scoma (Fi), Catia Polidori (Fi), Marzio Liuni (Lega), Silvana Comaroli (Lega). Resta da capire la posizione di Fdi.E’ Maria Edera Spadoni la candidata M5s per la vicepresidenza della Camera. Il suo nome è risultato più votato rispetto a Giuseppe Brescia al ballottaggio fatto dall’assemblea del gruppo M5s.Il M5s voterà un solo nome per la vicepresidenza della Camera, quello di Maria Edera Spadoni. E’ quanto si apprende da ambienti del M5s. I cinque stelle ripeteranno, quindi, lo schema già attuato al Senato, lasciando bianca la scheda per il quarto vicepresidente. [ 29 MARZO 2018 – tratto dal web ] –

———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

L’INFORMAZIONE – SENATO DELLA REPUBBLICA [ 28 MARZO 2018 – tratto dal web ]

———————————————————————————————————————————————————–

[ 28 MARZO 2018 – tratto dal web ] L’Aula di Palazzo Madama ha eletto i suoi 4 vicepresidenti:Roberto Calderoli della Lega con 164 voti e Ignazio La Russa per Fratelli d’Italia con 119 voti, Paola Taverna del M5S con 105 e Anna Rossomando del Pd con 63 preferenze. I senatori hanno eletto i tre Questori: Antonio De Poli, per FI, il più votato con 165 preferenze; Paolo Arrigoni, per la Lega, con 130;Laura Bottici in quota M5S con 115. Al Pd non è toccato nessun Questore perché il candidato Gianni Pittella ha ottenuto solo 59 voti. Lucio Malan (FI) ha incassato 3 preferenze, Bergonzoni 1, Calderoli 1, Fedeli 1. Schede bianche 2. Una sola nulla. Bottici e De Poli avevano ricoperto il ruolo di Questore anche nella precedente legislatura. “Una cosa molto grave, mai successa: la maggioranza che ha già eletto i presidenti ha deciso di non dare possibilità di accesso all’opposizione” nei ruoli dell’ufficio di presidenza al Senato. Così al Tg3 il capogruppo Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci parlando della giornata odierna, mentre si attende l’esito delle votazioni per eleggere vicepresidenti, questori e segretari d’Aula. Quanto accaduto, secondo Marcucci, “rafforza un rapporto basato sulla spartizione e sull’assenza di trasparenza tra M5S e Lega”. Sarà opposizione per il Pd, quindi? “Il metodo è chiaro – risponde il presidente dei senatori dem -: già non c’è nessuna affinità in termini programmatici, a voi le conclusioni…”. Ed è ancora aperto il nodo degli incarichi Pd nell’ufficio di presidenza della Camera. Al termine di una giornata di contatti, i Dem, che hanno bisogno del voto di altri gruppi per eleggere i propri nomi, attendono risposte su una vicepresidenza. I Cinque stelle potrebbero però decidere, come ventilato, di tenerla per sé magari offrendo al Pd un altro incarico come quello di questore. Ma i Dem a quel punto decideranno cosa fare: non sembrano infatti, riferiscono diverse fonti, intenzionati ad accettare scambi perciò, se gli verrà negata la vicepresidenza, potrebbero decidere di tirarsi fuori da tutto e non partecipare al voto sulle cariche istituzionali alla Camera. Sono stati eletti come segretari d’Aula Paolo Tosato (Lega), Francesco Giro (FI), Tiziana Nisini (Lega), Vincenzo Carbone (FI), Michela Montevecchi (M5S), Sergio Puglia (M5S), Giuseppe Pisani (M5S), Gianluca Castaldi (M5S). Nessun segretario d’Aula per il Pd.[ 28 MARZO 2018 – tratto dal web ] M5s avvia il confronto con i gruppi sui programmi incontro alla Cameratra i capigruppo di M5s con Forza Italia. Danilo Toninelli e Giulia Grillo hanno incontrato Anna Maria Bernini e Maria Stella Bernini. “E’ stato un incontro molto utile: abbiamo ascoltato le loro proposte e abbiamo presentato le nostre. Andremo avanti con un confronto parlamentare continuativo al livello dei capigruppo”, ha detto la Bernini al termine. Incontro anche con i capigruppo del Carroccio Giancarlo Giorgetti e Gian Marco Centinaio. I pentastellati hanno incontrato poi LeU. “Noi abbiamo detto che non ci sottraiamo al dialogo e al confronto sulle cose concrete anzi vediamo positivamente il fatto che si esca da una fase in cui si parla di poltrone. Sul confronto parlamentare diamo la nostra totale disponibilità”. hanno detto lasciando la riunione che si è tenuta alla Camera con i capigruppo M5s i rappresentanti di Leu, Loredana De Petris e Federico Fornaro.  Intanto sono in corso le votazioni per l’elezione dell’ufficio di presidenza della Camera. Ieri la votazione degli uffici di presidenza al Senato.  Le consultazioni al Quirinale inizieranno mercoledì 4 marzo. Ma il primo giro rischia di andare a vuoto. Perché la via di un’intesa giallo-verde è irta di ostacoli, a partire dalla volontà di Salvini di includere Forza Italia. Il M5s prova a rilanciare la propria iniziativa convocando già per domani un incontro “sui programmi” dei capigruppo di tutti i partiti. Ma il Pd, corteggiato dai grillini e agitato dalle sue divisioni, si tira fuori: “Non avranno i nostri voti”, dice Matteo Renzi. Anche Salvini, che ieri in serata tiene un comizio a Venafro in vista delle elezioni molisane, prova a spingere sull’acceleratore: “O parte un governo o si va subito al voto. Non ci sto a tirare a campare, discutere per un anno di legge elettorale sarebbe devastante”. Il leader della Lega assicura che il centrodestra è “granitico”, anche se al primo giro di consultazioni ognuno si presenterà per proprio conto. E aggiunge che con il M5s “c’è un dialogo”: un governo è possibile. I Cinque stelle proseguono in realtà un corteggiamento sotto traccia al Pd. Ma Salvini, che fa sapere che non accetterebbe un incarico “al buio” senza avere prima un accordo, mostra di non crederci: “Voglio veder Di Maio trovare 90 voti in giro che si convincono…”. Il leader della Lega esclude un esecutivo con i Dem, ma assicura che M5s non ha l’esclusiva dei contatti: “Sento tutti i pezzi del Pd”. L’accenno di Salvini ai “pezzi” del Pd non è casuale, perché dietro l’unità sulla linea dell’opposizione, il partito democratico sembra diviso in due, tra renziani e orfiniani che rifiutano ogni dialogo e il correntone “governista” che non vuole l’Aventino.Ma per consentire a un governo M5s di nascere servirebbero un centinaio di voti e tutti i parlamentari Dem dovrebbero dire sì alla fiducia, mentre per un esecutivo del centrodestra basterebbe il sostegno esterno di una cinquantina di deputati Pd. Ecco perché Di Maio alla provocazione di Salvini risponde: “Vuole fare il governo con i 50 voti del Pd di Renzi? Auguri!”. “I voti del Pd non sono a disposizione. Decidiamo noi”, replica il capogruppo Graziano Delrio. E nel giorno in cui i Dem lamentano di essere stati tagliati fuori da M5s e Lega dagli incarichi negli uffici di presidenza di Camera e Senato, tutto il partito tiene la linea. “Opposizione”, ripete come un mantra Matteo Renzi, che sottoscrive le parole di Matteo Orfini, che a Di Maio su Twitter risponde: “Scusate se interrompo il corteggiamento, ma il Pd starà all’opposizione”. In serata, infine, è il reggente Maurizio Martina a tirare per ora fuori il partito, rispondendo picche all’invito dei capigruppo M5s a un confronto sui programmi: “Non parteciperemo, attendiamo con rispetto le consultazioni del Quirinale”. Lo fanno “per ripicca”, ribattono i capogruppo M5s Giulia Grillo e Danilo Toninelli, che domani in mattinata riceveranno i presidenti dei gruppi Fi e Lega. I Cinque stelle sperano di dipanare la matassa governo a partire dai programmi. L’incontro difficilmente sarà risolutivo ma l’assenza del Pd al tavolo potrebbe indicare la via maestra: un accordo M5s-centrodestra.[ 28 MARZO 2018 – tratto dal web ]

———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

PROSSIMAMENTE IN RETE ( NOSTRE ULTIME E.MAIL – ANTEPRIMA DI WEB )

———————————————————————————————————————————————————–

[ ULTIMO NOSTRO POST SU FACEBOOK ]

Post

Associazione Azimut
Pubblicato da Arturo Stenio Vuono · 28/03/2018 ·

INFORMAZIONE E CONTROINFORMAZIONE STORIA E CONTROSTORIA CRONACA E ATTUALITA’ SPAZIO LIBERO, APERTO A TUTTI, SENZA FILTRI O CENSURE – TRA BREVE IN RETE ANTEPRIMA DI WEB –
FABRIZIO FRIZZI CI HA LASCIATO – VERSO IL NUOVO ESECUTIVO – L’EDICOLA E ALTRO [ “AZ.” : 26/03/2018 ]
PALAZZO – CHIGI : CHI SARA’ IL NUOVO INQUILINO ? L’ITALIA INTERA E SINCERA PIANGE FRIZZI E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 26/03/2018 ] – anteprima web –

“CAMBIERA’ ? NON CAMBIERA’ – SI’ CHE CAMBIERA’! MA PER ORA GOVERNA GENTILONI ( DAL SITO DI MAURIZIO BLONDET ) E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 26/03/2018 ] – anteprima di web servizio tra breve in rete – VISITA IL SITO –

IL PARLAMENTO SI RINNOVA ( ! ? ) E LE << GRANDI MANOVRE >> – NARDIELLO SUL “ROMA” – L’EDICOLA E ALTRO [ “AZ.-NEWS” : 27/03/2018 ] – anteprima di web servizio tra breve in rete

OBIETTIVO : IMPEDIRE L’ASSE TRUMP PUTIN ( INTERVENTI LIGNOLA E MANNELLO ) – IL NOSTRO SUD ( Strage di Pontelandolfo – Verità e Menzogne sul Brigantaggio – Novità Controcorrente ) – [ “AZ.” – 28/03/2018 ] – anteprima di web –

ESECUTIVO IN EMBRIONE GIA’ IN PANNE SENZA ACCORDI LA << TERZIETA’ >> PER LA GODURIA DELLA << TROIKA >> – L’EDICOLA LA STORIA E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 28/03/2018 ] – anteprima di web servizio tra breve in rete –

OGGI – SU ARNAUD BELTRAME E NON SOLO ( FRANCO CARDINI ) – “LA CROCE DI PAPA FRANCESCO” ( DA I << CHIAROSCURI >> ) E ALTRE NEWS [ “AZ.” – 28/03/2018 ] . anteprima di web servizio tra breve in rete – VISITA IL SITO BLOG –

Associazione Azimut
Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut
AZIMUTASSOCIAZIONE.WORDPRESS.COM

———————————————————————————————————————————————————–

———————————————————————————————————————————————————–

ALTRE NEWS

———————————————————————————————————————————————————–

1

Daniela Liotti ha condiviso un link.

VEDETE BENE QUESTO VIDEO, SPIEGA TUTTA LA VERITA’ DEL DEBITO PUBBLICO ITALIANO E CHI NE HA COLPA….
FATE GIRARE IL PIU’ POSSIBILE A TUTTO IL WEB…GRAZIE

Dona oggi, resta libero domani. Con Paypal: https://www.pa…
YOUTUBE.COM

 

2
Gaetano Daniele ha condiviso un link.

Maurizio Gasparri umilia Roberto Fico: “Così costi ancora meno”. Il grillino viaggia in skateboard

Roberto Fico, il neo-presidente della Camera grillino, a Montecitorio ci è andato in autobus. Ovviamente lo ha fatto facendosi immortalare da fotografi e cortigiani. Chiaro il messaggio che voleva far passare: i grillini non pesano sulle casse dello Stato (il fatto che prima dell’elezione Fico girasse in taxi è un dettaglio…). E ora, contro Fico, scende in campo anche Maurizio Gasparri. Lo fa su Twitter, dove posta un’immagine che ritrae il grillino a bordo di uno skateboard e attaccato un furgoncino. A corredo il messaggio: “Così costa ancora meno”. Touché.

 3

Ha lottato come un leone

Ha combattuto come un leone, ma alla fine ha dovuto arrendersi. Florindo Buffardi, politico locale ed ex consigliere comunale del Popolo della Libertà, si…
INTERNAPOLI.IT

Melito in lutto, è morto l’ex consigliere Buffardi: una vita tra lavoro e politica

Ha combattuto come un leone, ma alla fine ha dovuto arrendersi. Florindo Buffardi, politico locale ed ex consigliere comunale del Popolo della Libertà, si è spento nella giornata di ieri dopo oltre un mese di agonia.

Buffardi aveva 59 anni e non è riuscito a superare l’ultimo intervento chirurgico al quale era stato sottoposto, il suo cuore si è fermato così come le speranze di moglie e figli quando hanno ricevuto la tristissima notizia dai medici.

Florindo era molto conosciuto in città come commerciante ed anche come politico. Melitese doc, si era interessato alla politica sin da piccolo. Da sempre vicino alle idee di destra, Buffardi era attivamente impegnato in politica a Melito.

Nel 1998 fu co-fondatore dell’associazione politico-culturale Melito 2000 che un anno più tardi si presentò alle elezioni amministrative, contribuendo alla vittoria dell’attuale sindaco Antonio Amente (1999-2002).

Buffardi fu protagonista anche del terzo trionfo di Amente, nel 2008 quando fu candidato ed eletto in consiglio comunale con il Pdl e successivamente nominato capogruppo.

Nel 2011 e nel 2013 provò nuovamente ad entrare in consiglio comunale senza però riuscirvi. Nell’ultima circostanza fu inizialmente indicato come eletto, salvo poi essere escluso dalla commissione elettorale dopo la verifica dei verbali di scrutinio.

Nel 2017, dopo un lunga tira e molla, decise di sostenere esternamente l’amico e candidato sindaco Antonio Amente, rinunciando alla quinta candidatura a consiglio comunale.

Il resto è storia d’oggi, con Melito che saluterà Florindo per l’ultima volta domani mattina alla parrocchia Santa Maria delle Grazie, dove si svolgeranno le esequie di Buffardi.

 4
Ferdinando Perri ha condiviso un link.

Questo brano veniva sistematicamente proposto ad ogni nostro comizio . Quanti ricordi…

Luciano Pavarotti – La campana di San Giusto Per le…
YOUTUBE.COMi

 

5

Marina Benefico ha condiviso il suo post.
Marina Benefico

“Preghiera dell’agnello”.
“Signore, sono un piccolo agnello, nato da un sogno della Tua creazione. A noi agnelli, per breve tempo ci è dato di brucare, sulle colline, l’erba madida di rugiada e scaldata dai primi raggi del sole.

C’è chi crede di poter festeggiare la Tua Pasqua vittoriosa con la nostra morte, una morte lunga, crudele.

Assieme ad altri agnelli resterò appeso, da vivo, perché la mia a sia più bianca, in attesa che l’ultima goccia di sangue esca dalle mie vene tra immense sofferenze.

Con la sensibilità allo spasmo e gli occhi lacrimanti, guarderò a Te, che hai voluto essere chiamato Agnello di Dio. Per questa tua partecipazione al mio dolore, fa che possa almeno vivere assieme ai miei amici in quel soggiorno felice che è il Tuo paradiso, per specchiarmi per sempre nella limpidezza del Tuo amore eterno.

Amen”.

(Mons. Carlo Canciani)

..caro Fratello Cristiano per questa Pasqua risparmia di far male ad altre creature innocenti e soddisfa il Cuore di Gesù…

(grazie ad Anna Maurantonio)

———————————————————————————————————————————————————–

L’EDICOLA ( “Secolo d’Italia” ) – VEDI : OLTRE

———————————————————————————————————————————————————–

IL FATTO DEL GIORNO

PAGLIACCIATA…DA 20 ANNI ESISTONO QUESTE SOCIETA’ , CAMBIANO I NOMI MA DA QUANDO ESISTONO I CELLULARI SIAMO MANIPOLATI, PRIMA MA TV ORA I SOCIAL SU INTERNET.. MA QUANDO USCI LO SCANDALO DI BUSH ED ALTRI… SEMBRA UN COMPLOTTO… SERVE SOLO ULTERIORMENTE A CONDIZIONARE LA GENTE… CASO STRANO QUESTO SCANDALO E’ USCITO SUBITO DOPO UNA CERTA SITUAZIONE…MAH!!!!

-3:34:05
Visualizzazioni: 525.517

Cambridge Analytica whistleblower Christopher Wylie appears before the digital, culture, media and sport committee in the House of Commons.

== note ==== bibliografia ==== altri progetti ==== collegamenti esterni sito ufficiale

·

———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

L’EDICOLA ( “Secolo d’Italia” ) – RASSEGNA STAMPA [ ARTICOLI – LINK – clicca e leggi ]

Giovedi 29 Marzo 2018

La beffa. Il marocchino naturalizzato arrestato, pronto a colpire, non doveva stare in Italia. «Il ragazzo arrestato oggi a Torino con l’accusa di essere affiliato all’Isis era già stato condannato per istigazione a delinquere con finalità di terrorismo. Cosa ci faceva ancora in Italia?». 

Leggi tutto ›

GLI ALTRI ARTICOLI PIU’ LETTI

L’EDIZIONE DEL GIORNO

Caro abbonato, per leggere l’edizione completa di oggi del “Secolo d’Italia” in versione sfogliabile, clicca qui o sulla prima pagina del giornale

Il “Secolo d’Italia” è il quotidiano on line della destra italiana: fondato a Roma nel 1952, nel 1963 divenne l’organo di partito del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e nel 1995 di Alleanza Nazionale.

Nel 2009 è stato uno dei quotidiani del Popolo della Libertà. Attualmente è organo della Fondazione Alleanza Nazionale.

———————————————————————————————————————————————————–

FINE INTERVENTO

———————————————————————————————————————————————————-

“AZIMUT” ASSOCIAZIONE CULTURALSOCIALE NAPOLI – IN RETE :

direzione responsabile: presidenza Associazione team azimut online: Fabio Pisaniello webm. adm. des. Uff. Stampa Associaz. “Azimut” : Ferruccio Massimo Vuono (Arturo Stenio Vuono : presidente di “Azimut” Napoli)

“AZIMUT” – VIA P. DEL TORTO, 1 – 80131 [ Telfax 081-7701332 / Tel. 340 – 34 92 379 ]