DEMOCRAT NULLA DI NUOVO SOTTO IL SOLE CON ZINGARETTI L’AMICO DI MOSCOVICI E DELLA “PREMIATA DITTA UE”


DEMOCRAT NULLA DI NUOVO SOTTO IL SOLE CON ZINGARETTI L’AMICO DI MOSCOVICI E DELLA “PREMIATA DITTA UE”

DEMOCRAT NULLA DI NUOVO SOTTO IL SOLE CON ZINGARETTI L’AMICO DI MOSCOVICI E DELLA “PREMIATA DITTA UE” [ “AZ.-NEWS” : 4 MARZO 2019 ] – anteprima di web –

———————————————————————————————————————————————————–

https://www.google.com/search?q=businessperson&tbm=isch&tbs=simg:CAQSnQEJmbh2WnITHE8akQELEKjU2AQaCggXCD0IQggVCAEMCxCwjKcIGmIKYAgDEijnDqYQkBzyGucfxRrEG-gOpRCkEOo_16z-NLs4-7STZOuokxjnsJM0-GjAkaVF_1HPzfNI5xKUmvH3k_1OzRjYlwcHsCiDxHIjOB5h92CPTW-DUwUbjFxZpOsXgkgBAwLEI6u_1ggaCgoICAESBPihL8AM&sa=X&ved=0ahUKEwjvstKF9-jgAhXVw8QBHSV3BOoQwg4IKSgA

“Azimut” – il presidente Arturo Stenio Vuono – commento

https://lh3.googleusercontent.com/Yy3tQn2rQ5LfMLpCSLelTo8z7xsfIL_-dvwzkaxuzW2SmRj5Y82l6Ries48eTfLhPDSg=s115ù+

A primarie Pd, non appena chiuse, immediato il primo dispaccio di benedizione a Zingaretti il vincente del commissario Moscovici, duro e puro, di Bruxelles; eventualmente non mancherebbe un secondo di scomunica ove il subentro di possibili dissidenti. Una riedizione della sinistra larga, aperta a tutti, incluso il gruppo delle faine che celebrarono la pregressa scissione, una sorta di centro sinistra e di neo ulivo, è la soluzione certamente cara a chi  – temendo  il prossimo ribaltone a Strasburgo con le europee – briga per determinare un fronte di resistenza italico che sia di esempio e monito per tutte le altre nazioni in Europa. Se dovessimo prendere posizione, considerata la linea dei satrapi Ue, ci toccherebbe schierarci, senza se o ma, a favore dell’esecutivo in carica.Ma a ben vedere le cose non stanno proprio così. Per intanto è da stigmatizzare che la chiamata a raccolta delle truppe cammellate, del cui esito numerico c’è poco da fidarsi,a nulla servirà.Facilmente, come previsto, ha prevalso  Zingaretti che tuttavia avrà una prima scudisciata in occasione delle elezioni di maggio: dopodichè si apriranno le danze, non più tregua,  con il neo segretario per il “partito allargato – ulivista”, Renzi in campo per il “neo partito di sinistra-centro” e il Calenda per il “neo partito europeista” (alla Macron). Ne vedremo delle belle e sii romperanno nuovamente. Per i patrioti, nazionalisti, sovranisti e populisti, non serve una caduta al buio dell’esecutivp giallo-verde che, allo stato, senza che si sia costruita una consistente alternativa, farebbe proprio il gioco del piano messo in campo dallo Zingaretti e sodali. A nostro avviso è di tutta coerenza la linea politica di Giorgia Meloni e il ruolo – in parlamento – di “Fratelli d’Italia”; non indebolire le iniziative di Matteo Salvini, sostenere provvedimenti condivisi e decisa opposizione a quelli non validi e imposti, sopratutto, dal M5S. A prescindere dalla durata del governo in carica, dipendendo dai risultati che si registreranno  e dalle vicende conflittuali in ambito del contratto sottoscritto tra i Cinquestelle e la Lega, conta in prospettiva – come prioritariamente la Meloni pensa – costruire una nuova area di centrodestra maggioritario “popular-populista”. Tutto il resto lo faranno i tempi e le situazioni che matureranno. A presto !

———————————————————————————————————————————————————–

I l commissario Moscovici si è congratulato con Zingaretti
tratto da : AGI – Agenzia Giornalistica Italia

HA VINTO ZINGARETTI  BENVISTO DALLA “PREMIATA DITTA UE”  [ “Azimut” ]

Il commissario Moscovici si è congratulato con Zingaretti

pd

nicola-zingaretti

pierreAl nuovo leader del Pd, Nicola Zingaretti, arrivano le congratulazioni di Pierre Moscovici: “Congratulazioni al mio amico Nicola Zingaretti per l’ampia vittoria alle primarie del Pd – scrive su Twitter il commissario Ue ed esponente socialista francese – la sinistra europea ha bisogno di un Pd forte e rinnovato”.

https://corrieredisiena.corr.it/upload/19a9f76cb63153c75e64b80f095cba9a.mp4

MEMENTO [ “Azimut” ]

Ciocca (Lega): “Carte di Moscovici calpestate? Parole contro l’Italia …

24 ott 2018

(Agenzia Vista) Roma, 04 marzo 2019 03-03-19 Zingaretti nuovo segretario del Pd i fogli con il …

Ciocca (Lega): “Carte di Moscovici calpestate? Parole contro l’Italia, gesto di legittima difesa”

24.10.2018

(Agenzia Vista) Strasburgo, 24 ottobre 2018 “Dopo quello che ha detto Moscovici in conferenza stampa contro l’Italia e contro gli Italiani il mio è stato un gesto quasi moderato e di legittima difesa.” Queste le parole dell’eurodeputato della Lega Angelo Ciocca spiegando le motivazioni del gesto compiuto nella sala stampa del Parlamento Europeo a Strasburgo in cui calpesta il testo di del Commissario per gli Affari Economici e Monetari Pierre Moscovici sulla bocciatura della manovra italiana da parte della Commissione Europea. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

———————————————————————————————————————————————————-

E’ TUTTO CHIARO….. [ “Azimut” ]

Moscovici all’amico Zingaretti ampia vittoria alle primarie

https://www.google.com/search?q=twist&tbm=isch&tbs=simg:CAQSmQEJUveoDiZYsc4ajQELEKjU2AQaBghCCBUIAAwLELCMpwgaYgpgCAMSKNgf2R-6G8UbwhvXH7sbkhvwGMYfrC78Ovs68S7bLdwt5S2tLoY7zToaMBffbtRwDGYlIJpSgX5LJr6xQkgzZcmCunW-imhFKIdIYeQ7tVfzq3iTWcVj9YWvLiAEDAsQjq7-CBoKCggIARIEEt8L5ww&sa=X&ved=0ahUKEwiS0vr57-jgAhVKaVAKHRYrDWUQwg4IKSgA

( TRATTO DAL WEB )

blob:https%3A//www.adnkronos.com/cd454705-b6a6-4d66-b16b-7d9ff1e3ec96

blob:https%3A//www.adnkronos.com/aa1c4f9b-3094-43fe-8d18-18bec046e863

Zingaretti nuovo leader

POLITICA

https://lh3.googleusercontent.com/E37XMAGSg01d9ExXq6BMbf0rRBwgpuUMc756ymj0o0OEtbenuXqSuhRVwixGm1TK8HOsFRY=s128

Nicola Zingaretti ( TRATTO DAL WEB )

Parte l’era del Pd di Nicola Zingaretti. Il neosegretario Pd è al 67,65% (795.833 voti), Maurizio Martina al 20,27% (238.479) e Roberto Giachetti al 12,08% (142.155). Sono queste le percentuali diffuse dal comitato Zingaretti su 1.176.467 voti scrutinati. Mancano ancora molti dati, si precisa: in particolare da Campania , Basilicata, Lazio , Sardegna, Piemonte, Calabria e Sicilia. – “Ci metterò tutto me stesso, ve lo giuro” e “non sarò mai un capo ma il leader di una comunità” dice Zingaretti arrivando al comitato al Circo Massimo dopo il conteggio delle schede alla primarie dem. L’affluenza ai gazebo potrebbe superare quella del 2017 con Matteo Renzi. Il renzismo si chiude qua, insomma. Il Partito democratico che Zingaretti vuole creare è un “nuovo partito” baricentro di “nuove alleanze” con “le porte spalancate” ai “molti che oggi sono tornati”, “ai delusi” e “a quelli che il 4 marzo non ci avevano votato” e che “oggi erano in coda ai gazebo. Molti sono tornati e molti torneranno”. Sfida non da poco che dovrà misurarsi, tra poco più di due mesi, alle Europee del 26 maggio. – PROCLAMAZIONE – Il primo atto del nuovo leader sarà “una sorpresa”, in giornata a Roma. Al Nazareno, secondo quanto riferito, il neosegretario non si farà vedere subito, anche perché la proclamazione ci sarà all’assemblea del 17 marzo. Ma alla segreteria Zingaretti lavorerà da subito: parole d’ordine “unità e ancora unità, cambiamento e ancora cambiamento”.  – LA DEDICA – “Farò di tutto per essere all’altezza. E essere all’altezza vorrà dire sapere ascoltare e sapere decidere. Apriremo una nuova fase costituente per un nuovo Pd che dovrà avere dei segnali chiari per far contare di più le persone”. Zingaretti dedica poi la vittoria aGreta, la ragazza svedese che si batte “la salvezza del pianeta”, ai “5 milioni di poveri”, ai giovani e ai disoccupati. Poi, a Matteo Salvini che parla di voti dimezzati alle primarie in 10 anni, il neosegretario ribatte lasciando per un attimo i soliti toni soft: “Salvini? Si vede che gli rode, non si aspettava quasi due milioni di persone”.

—————————————————————————————————————————-

IL SOLITO IMBROGLIO…..[ “Azimut” ]

( TRATTO DAL WEB )

https://external-mxp1-1.xx.fbcdn.net/safe_image.php?d=AQC50vXno6JNpbNA&w=540&h=282&url=https%3A%2F%2Fyoumediafanpage.akamaized.net%2Fvideo%2FVriPruSw34zboE3m_pd.jpg%3F1454937739018&cfs=1&upscale=1&fallback=news_d_placeholder_publisher&_nc_eui2=AeHNYzUTGTmbE-rqHtZV3ZlSbw0jp7VOEe86MdmYs8FmxacbT7AapAX78p6-EVjrbJlito5GWTWpnwSMYEWNcPkW21gGJnGuCLJGZjM9J-_zqA&_nc_hash=AQDG6fZaDmPuFCa2

https://t.co/vDZ0y66FPe?fbclid=IwAR01ud9ECa1lRw79rTl8fCX8ihv96q8yUu2_8Xz6ChswX_vXl3czW1vKsZs

YOUMEDIA.FANPAGE.IT
Noi di Fanpage.it siamo andati nei seggi delle primarie di Milano per vedere quanto scarsi fossero i controlli. In meno di un’ora siamo riusciti a votare ben 5 volte in 5 seggi diversi.

Come ho votato 5 volte in un’ora alle primarie di Milano

pubblicato il 8 febbraio 2016

Noi di Fanpage.it siamo andati nei seggi delle primarie di Milano per vedere quanto scarsi fossero i controlli. In meno di un’ora siamo riusciti a votare ben 5 volte in 5 seggi diversi. Solo in un caso ci hanno risposto che non essendo residenti in quell’area non potevamo votare, esattamente come previsto dal regolamento. Un regolamento che ovviamente vieta categoricamente di votare più di una volta e di votare fuori dal proprio seggio di residenza. – Il meccanismo per votare alle primarie è molto semplice: si va sul sito, si inserisce il proprio indirizzo di residenza e si controlla in quale seggio bisogna recarsi per votare. Qui gli scrutatori controllano in un apposito elenco fornito dal Comune la corrispondenza del nominativo con la residenza e il seggio. E come recita il regolamento i votanti devono “TASSATIVAMENTE” esibire al seggio un documento che indichi chiaramente l’indirizzo di residenza. Ma nei fatti basta dichiarare a voce di risiedere in una via limitrofe a quella del seggio per essere ammessi alla votazione, pur non risultando in elenco. È così che in meno di 60 minuti, ho votato 5 volte, ovviamente lasciando sempre scheda bianca.

—————————————————————————————————————————-
IL “LECCA…LECCA…” ( TRATTO DA FACEBOOK )
Aldo Cardoni ha condiviso un post.
-0:00
Visualizzazioni: 11.549
Giovanbattista Fazzolari

🔴 ‪ Assurdo a “Che tempo che fa”❗️

Sentite cosa dice Fabio Fazio al presidente francese Macron: “si dice che Parigi sia anche la capitale d’Italia”. Qualcuno ha mai sentito questa idiozia in vita sua? Non credo. È solo uno schifoso atto di sottomissione di un bieco lacchè. Cacciare subito dalla RAI questo traditore della Patria. ‬

https://lh3.googleusercontent.com/vpmjxsTw_gNI5eMuseQCLddKLATQ2HHZS3MwtUoTKw9JxCx8wEq8aIB3MzgZBHw5hsPeJQ=s163

Massimo Iaquinangelo ha condiviso un link.
ISTITUZIONI24.IT
Macron da Fazio, lezione di destabilizzazione di una nazione sovrana in prima serata sulla Rai Istituzioni24.it

Macron da Fazio, lezione di destabilizzazione di una nazione sovrana in prima serata sulla Rai – Di Pasquale Gargano – 

Come alimentare il clima di tensione in Italia grazie ai consigli di Emmanuel Macron. Quando si cerca di creare una ricetta per sollevare le sorti politiche della sinistra italiana, è meglio affidarsi a chi, da queste parta del traforo, viene visto come un modello da seguire e da perseguire. Per esperienza diretta, avendo preso parte a Parigi all’Acte 12 della protesta francese, ho avuto modo di comprendere la collera della working class nei confronti del proprio presidente. Argomento spinoso che non sfiora minimamente il nostro ‘vomitevole’ paese, anche se chi protesta in Francia, viene brutalmente malmenato dalla Gendarmerie. Sono ormai quattro mesi che oltralpe nei week end si respira aria di guerra civile, i gilet gialli da sedici settimane assediano i centri delle maggiori città transalpine protestando contro il caro vita frutto delle politiche del presidente Macron. “Pas mal”, un modello niente male, che di certo sta dando i propri frutti in particolar modo sotto l’aspetto dell’instabilità, soprattutto quella sociale. E se si chiedesse all’ospite intervistato da Fabio Fazio la ricetta segreta per ripristinare lo status quo e per spingere l’Italia nuovamente verso politiche più morbide nei confronti della comunità europea? Specialmente in chiave economica e in materia d’immigrazione, dove per stessa ammissione di Macron l’Italia è stata lasciata sola a gestire la crisi umanitaria dei flussi migratori dopo la caduta di Gheddafi. Il fenomeno migratorio è difficilmente controllabile, anche quando si è responsabili di affamare gli stati africani sotto la propria influenza politico-economico. Anche il tempo è tiranno, per questo, meglio glissare sugli aspetti concernenti l’ascendente che la grandeur ha nelle ex colonie africane, meglio parlare di Stendhal, di Napoli e di Eduardo de Filippo. Facendo le debite proporzioni, sarebbe come chiedere al Presidente Kim Jong Hun di tenere degli incontri rieducativi in materia di diritti umani. Sebbene il risultato delle urne di un anno fa, in Italia abbia posto in carica un governo frutto di un contratto Giallo-Verde che ha generato non poche sfumature di grigio, l’accordo tra le due forze politiche resta ben saldo in chiave di politica economica e in quello in materia d’immigrazione. Adesso, come nelle migliori competizioni canore nostrane, dopo l’esibizione del presidente francese, la giuria tecnica cercherà d’influenzare le scelte politiche del pubblico da casa, nell’attesa dell’ospitata del Presidente Conte sulle reti della France Télévisions. È ormai dato acclarato che, oggi, la sovranità appartiene al popolo ma esso è obbligato ad esercitarla nei limiti dell’interesse delle élite, è giusto modificare quel vecchio detto: “in politica, in guerra e prima del silenzio elettorale pre-elettorale di Maggio, tutto è lecito”.

—————————————————————————————————————————

MATTEO SALVINI ( IN VIDEO )

https://www.facebook.com/salviniofficial/videos/393867724526494/

( TRATTO DA FACEBOOK )

https://www.facebook.com/salviniofficial/videos/753641018354692/

-1:47:15
Visualizzazioni: 156.627

Amici, com’è stata la vostra settimana?
La mia è stata lunga e intensa, ma piena di emozioni. Eccone una sintesi!

—————————————————————————————————————————-

<< “NAPOLI NOBILISSIMA” MA SVENTURATA >> [  SU FACEBOOK ]

un post.
-2:36
Visualizzazioni: 9670

“Abbiamo 12 anni e in tasca abbiamo sempre un coltello”. A #GenerazioneGiovani, dalle 10:00, con Milo Infante raccontiamo le nuove baby-gang.

https://www.facebook.com/Rai2ufficiale/videos/295746477767588

———————————————————————————————————————————————————-

ULTIMO SU FACEBOOK

Post

-8:31
Visualizzazioni: 130.124

In diretta da Washington. Collegatevi! #CPAC2019

-6:38

Guarda questo video con i tuoi amici

“FRATELLI D’ITALIA” GIORGIA SULLA << STRADA MAESTRA >>  – SULLA “DRITTA VIA”

OGGI : TUTTA LA VERITA’ DEL DEGRADO INDOTTO DELL’ITALIA E I LIVREASERVENTI [ “AZ–NEWS”: 1 MARZO 2019 ] – [ anteprima di web servizio tra breve in rete – Associazione CulturalSociale “Azimut” Napoli – ] – VISITA IL SITO BLOG – BUONA LETTURA !

MARCELLO VENEZIANI A NAPOLI “CENTRO STUDI PIETRO GOLIA” PRESENTAZIONE DEL LIBRO ” NOSTALGIA DEGLI DEI” E AL CONVIVIO OSPITALE DELLA FAMIGLIA MANZO PRESSO “RISTORANTE EMOZIONI” [ “AZ.-NEWS” : 02/03/2019 ] -anteprima si web-“Azimut” Napoli

PRIMARIE PD AI SEGGI TUTTI “LI SUPERIORI” MA SI ROMPERANNO NUOVAMENTE [ “AZ.-NEWS” : 3 MARZO 2019 ] – anteprima di web servizio tra breve in rete – “Azimut” Napoli

FINE INTERVENTO

Associazione Azimut *
Raccolta di e-mail dell’Associazione Culturale Azimut
AZIMUTASSOCIAZIONE.WORDPRESS.COM

“Azimut” associazione – Via P. Del Torto n. 1 – 80131 Napoli Telfax 081 – 7701332 Info 340 – 3492379 – E. mail:an.arenella@libero.it( segreteria )-massimovuono@libero.it( ufficio stampa )

* a cura : Ferruccio Massimo Vuono Responsabile Ufficio Stampa e di Fabio Pisaniello webm. adm. des. [azimutassociazione@libero.it-associazioneazimut@tiscali.it]