E NON FURONO ( PIU’ ) I FIGLI DI UN DIO MINORE LA GIOVANE DESTRA COLLINARE A NAPOLI


E NON FURONO ( PIU’ ) I FIGLI DI UN DIO MINORE LA GIOVANE DESTRA COLLINARE A NAPOLI

E NON FURONO ( PIU’ ) I FIGLI DI UN DIO MINORE LA GIOVANE DESTRA COLLINARE A NAPOLI [ “AZ.-NEWS” : 21/04/2019 ] – anteprima di web servizio tra breve in rete – Associazione “Azimut” NAPOLI –

——————————————————————————————————————————————

IN COPERTINA

( nella foto : F.Massimo Vuono – oggi )

https://lh3.googleusercontent.com/SIlgqD6AL1Tu9SVNtQpKa2TTVTLYpCrw-ETUmZGPHqHaBoWk6RtUseKcMk_bpgOFOFRCkYs=s128

 

Post – massimovuono@libero.it – 20 aprile 2019

Fratelli d’ITALIA Arenella-Vomero
Pubblicato da Arturo Stenio Vuono · 20/04/2019  ·

Il mio messaggio pasquale, sempre cattolico – apostolico – romano, è per voi tutti e famiglie. Tanti sinceri Auguri ! Da martedì – per le prossime europee – saremo in moto per riportare la nostra Collina a destra.E’ necessario : invitiamo a barrare il simbolo di lista – sulla scheda elettorale – di “GIORGIA MELONI FRATELLI D’ITALIA SOVRANISTI CONSERVATORI”; non è obbligatorio scrivere le preferenze che vanno da una a tre; nel caso che non siano per una o due candidature e che siano tre , fare attenzione in quantochè devono essere di genere diverso ( di candidate e candidati ), pena la nullità dell’ultima preferenza. Con l’occasione il nostro particolare appello ai giovanissimi militanti – anni novanta – di Arenella e Vomero, oggi quarantenni (e qualcosa in più ) e tutti ben inseriti nella società civile, molti accasati e con figli.DATECI UNA MANO – RITORNATE IN CAMPO ! GRAZIE ! [ prossimamente in rete – sul sito blog di “Azimut” Napoli – un servizio che farà rivivere il loro impegno : “E NON FURONO ( PIU’) I FIGLI DI UN DIO MINORE – LA GIOVANE DESTRA COLLINARE A NAPOLI” – “Az.-News” : 21/04/2019 – ] A PRESTO !
https://lh3.googleusercontent.com/SIlgqD6AL1Tu9SVNtQpKa2TTV…
F.MASSIMO VUONO – PRESIDENTE CIRCOLO TERRITORIALE DI FRATELLI D’ITALIA ARENELLA VOMERO ( Via P. DEl Torto, 1 – tel. 081 – 7701332 )

LH3.GOOGLEUSERCONTENT.COM

——————————————————————————————————————————————

MEMENTO

 ( nella foto : Gianfranco Fini ) – QUANDO ERA SULLA DRITTA VIA – E PERCORREVA  LA STRADA MAESTRA…IL DOPO E’ ABBASTANZA NOTO !

——————————————————————————————————————————————

IL SERVIZIO ODIERNO

LA GIOVANE DESTRA COLLINARE A NAPOLI – ANNI NOVANTA – i giovanissimi militanti di Arenella e Vomero, oggi quarantenni (e qualcosa in più )…..

       

NELLE FOTO : ANTONIO CASAPULLO – ALESSANDRO SANSONI – VINCENZO NARDIELLO –  FRANCESCO PIANO – ANDREA SANTORO E MASSIMO VUONO, I MILITANTI DEL “LABORATORIO POLITICO DELLA COLLINA” E DELLA “MITICA ARENELLA” CHE OPERAVANO – NEGLI ANNI NOVANTA – PRESSO LA SEDE STORICA EX SECONDA TRAVERSA DOMENICO FONTANA – OGGI VIA P. DEL TORTO AL “RIONE ALTO” CIRCOLO DEI “FRATELLI D’ITALIA” – E CHE SUBENTRARONO AI MAURIZIO CANDILIO – RODRIGO RODRIGUEZ – MARCO CIPRIANI E IVAN TAMMARO DELLA PRIMA SEDE  MSI-DN DI VIA ARENELLA.- NELLE DUE SEDI L’ATTIVISMO COINVOLGEVA CENTO E PIU’ CENTO COETANEI MOLTO MOTIVATI. [ “Azimut” ]

[ POLITICA – UNA SVOLTA CHE SI CHIAMA “GIOVANE DESTRA” – ALLARMI ! SIAM DI FINI – L’estate “militante” e l’autunno frenetico di destra. Tra meeting e feste tricolore, in piazza ritornano a cantare.Il diritto sulla questione giovanile ed identità nazionale. Skinheads o nuovo movimento della gioventù nazionale? Cosa succede a Napoli? —- Tratto da “il Settimanale” Periodico di attualità politica, difesa dell’ambiente, spettacolo, satira. – Anno IV – N.38 – 20 Ottobre 1992 – Direttore Responsabile Genny Bruzzano – Condirettore Gianni Filosa – a pag. 12 Francesco Lepore ]

E’ l’ultima in ordine di tempo, ma non è l’unica cronaca che ha fatto piu’ notizia, salvo che ad interessarci da più vicino di “naziskins” a Napoli non c’è traccia e, se vogliamo, nonostante che piaccia pensare al contrario, differentemente che in Germania, “skinheads” e altrettanto “mods”, i nuovi seguaci della resuscitata “workersclass”  inglese, si accapigliano intorno alle discoteche per conquistare, in esclusiva, l’ingresso, spesso avviene a Lucca  – Viareggio – al lido di Camaiore e un poco in tutta la Versilia; e, ciò, ovviamente , finisce per essere funzionale a quel che si definisce “il montare del fenomeno delle teste rasate”.

Ma cosa c’entra mai, se vogliamo, il “crescendo del dimenarsi” l’ondata di calore e d’inconsueta effervescenza delle masse giovanili, con l’incalzare della “Giovane Destra” ? C’entra, o almeno sembrano pensarlo, poichè intanto pare interessare, tutto questo, e seriamente, cinque questori della nostra Campania; c’è stato un vertice a Napoli il 24 settembre e, poi, perchè lo stesso ministro degli interni, il democristiano Mancino, l’ha già considerato un problema nazionale : con la “riunione operativa”, svolta ventiquattrore prima, di ben sedici questori delle diverse province italiane. Le zone calde ? A parte la nostra Versilia , con baruffe in discoteca, c’è un Nord in specie il Veneto ove spira l’insofferenza verso lo straniero e, al Centro, Roma piazza più organizzata col suo “Meridiano Zero”, sodalizio essenzialmente ideologico-culturale, in capitale e dintorni neppure totalmente vietato ai ragazzi del FdG – Fronte della Gioventù nonchè con circoli sparsi nei quartieri periferici e in tutto il suo circondario il “Movimento Politico Occidentale” tanto “extraparlamentare”e con annessi da stadio della domenica, i gruppi aggregati di “skinheads” agli ultras sportivi; e, per il Sud, l’intera provincia di Caserta  che, com’è noto, registra insediamenti di un altissimo numero di extracomunitari clandestini la cui rilevante presenza, tanto per bandire ogni ipocrisia, non sembra proprio essere gradita localmente. Certo, di naziskins napoletani non si parla, qualche manifesto è apparso considerato di grande interesse ma d’una vera e propria “rassegna” in grande stile non s’è fatto nulla, nè prima dell’estate  e neppure in inizio d’autunno come consigliato: l’appuntamento a Napoli, in piazza Fuga, era più un richiamo di “prova” per censire giovani vicini al Msi-Dn di Arenella-Vomero e di altre zone, eventualmente interessati, andato completamente deserto senza prosieguo evidentemente. C’entra, dunque, la “Giovane Destra” nella misura che alle cosiddette “teste rasate”, privilegiate ampiamente da tutti o quasi i canali d’informazione, possa invece incanalarsi su basi solide e radici politiche certe, il più ampio e mai pubblicizzato riflusso d’una giovanissima generazione di “destra” non più suggestionabile proprio verso i lidi sicuri delle diverse organizzazioni parallele allo stesso Movimento Sociale.

Un Msi che a Napoli come altrove non sembra più registrare regressi e, ciò, nonostante che la Lega continui a dilagare nelle proprie zone, seppure in calo la percentuale dei votanti, come ha dimostrato di recente il minitest amministrativo per Mantova e in tutti i comuni sparsi per la penisola , ove direttamente si votava con la proporzionale. A voglia di dire Bossi , parlando col suo linguaggio colorito, d’una “Repubblica del Nord” ma dei “ragazzotti” di destra , così come a lui piace definirli, non c’è proprio nulla da “criminalizzare”: erano in forza ovunque, quest’anno , si siano svolte decine di “feste tricolori”; questi, insomma, i veri protagonisti sia del “Meeting della Giovane Destra” , a Padova dal 18 al 20 settembre, e, in gran parte, alla “Festa Nazionale del Secolo d’Italia”  quotidiano del Msi che ha visto, fra l’altro, la partecipazione a Milano  dal 20 al 27 settembre di tutte le forze politiche o quasi ai dibattiti programmati dagli organizzatori. E poi, in entrambi i casi, sempre più confortati dalla presenza dell’on. Fini che il 27 settembre ha chiuso con la manifestazione finale  in piazza del Duomo insolitamente affollata, proprio coi “ragazzotti” in vena di mostrare striscioni contro tasse e tangenti e con tanti “Forza Di Pietro”, massicciamente presenti; una scena , per la verità, che s’è ripetuta a Roma sabato 17 ottobre nella marcia “contro la vessazione fiscale e per la giustizia sociale”, seppure tra l’altalena delle cifre di parte, stimata in non meno cinquantamila persone che, da Napoli, ha registrato il confluire di almeno dieci bus di militanti, appunto in gran parte giovanissimi.Insomma che lo si voglia o non, rientrano in un quadro piuttosto variegato da “Italia indefinibile” con una frana al Nord dei partiti tradizionali che, da parte di commentatori accreditati, sembra doversi ritenere irreversibile e un Sud temporaneamente in attesa che s’attarda all’operazione; non sembri un “paradosso” se la Lega comunque è trionfante ma ferma “al palo” della dimensione regionale, la recente visita a Roma del Bossi nulla di concreto ha prodotto e la novità, perchè no, potrebbe divenire questa nuova presenza dei giovanissimi di “destra” , “erba” e “raduni” nonchè “ritrovi di piazza” permettendo, a ricordare ii ben noti “anni settanta” che non votano oggi ma voteranno domani.

Chi sono mai ? Che il dott. Vito Mattera convochi riunioni per la sicurezza giustamente non ci piove ma per quanto ci riguarda di garantire un certo ordine simile a quello dei “professorini” ripresi dalle smanie “sessantottine” da più tempo in soffitta che riguarderebbe gli anni ’90 non può certamente essere la stessa cosa. Cosicchè per questa Giovane Destra s’è trattato, prima del gran rientro in istituti e facoltà universitarie, di passare da un capo all’altro della Penisola per svolgervi una “campagna militante”; ragazzi napoletani , sedicenni e giù di lì, con banchetti per chiedere le firme dei cittadini “contro i partiti delle tangenti” e la “cacciata Di Goria” , hanno rappresentato un più che vistoso panorama estivo e abbastanza legale, dal lidi di Torvaianica e sino alla nostra ridente Agropoli nel Cilento.

E in fondo che non si tratti di teste senza idee lo prova il continuare in Città a richiedere le stesse firme ed una sottoscrizione popolare di fondi a sostegno del “movimento” , loro il Msi per la verità preferiscono chiamarlo così, che i cittadini sinanche nella “vietata” d’un tempo piazza Medaglie d’Oro, il 2 u.s., sembrano avere molto gradito. Da dove vengono ? Invadono silenziosamente, facendo gruppo, i loro licei classici Sannazzaro – Genovesi – Vico, ecc., decimo e undicesimo scientifico, gli istituti tecnici e industriali Serra – De Nicola – VI Itcs, Porzio – Giordani, ecc., nonchè istituti privati e parificati Iervolino – Padre Pio, ecc., pure affiancati “dai più grandi” che riprendono l’agibilità perduta a medicina e giurisprudenza, ingegneria ed economia e commercio e s’affacciano sinanche a lettere all’Orientale.

Insomma tanto per chiarire rivendicano per l’avvenire libertà di idee e ritorno di “liste” per il prossimo appuntamento di questo fine ottobre che certamente riguarderà più l’opposizione di apparati scolastici che quella degli studenti.Cosa succede a Napoli ? Partecipano i giovanissimi, con i loro striscioni, ai cortei sindacali dei loro docenti, il 2 u.s. per lo sciopero del pubbllco impiego a fianco del sindacato Cisnal, dibattono in Città e provincia su “immigrazione e pressione fiscale”, domenica 11 u.s. a Frattamaggiore c’erano le rappresentanze giovanili locali, di Caivano e Grumo Nevano, del quartiere Arenella di Napoli, di Caserta e circondario; diffondono le loro pubblicazioni, c’è il “Notiziario-non conformista” diretto dall’urologo Pietro Buono, che ospita i loro interventi come la “Giovane Destra” e senza farsene un problema hanno indetto una giornata di “lotta anticamorra” il 19 u.s., distribuendo volantini e manifesti in onore e memoria del giudice Borsellino a tre mesi dalla sua morte ed una celebrazione del 28 ottobre 1992 presso la sezione Msi-Dn di Arenella; ma non disdegnano neppure di andare alla scuola di partito, i venerdì dell’Arenella, cui partecipa il FdG locale e aperto ai cittadini degli altri quartieri cittadini. Cosa accade ? Accade che nel ventennale della costituzione del Fronte della Gioventù – FdG si preparano al ricambio e sempre a Napoli il 25 settembre c’è stata una sorta di conferenza spontanea del FdG  e lanciano l’ipotesi per un nuovo ” Movimento della Gioventù Nazionale” – M.d.G.N. che i “vertici” nazionali del Msi-Dn non potranno di certo ignorare; e col nuovo movimento giovanile, in via sperimentale, vogliono inaugurare le nuove strutture , dicono le articolazioni vicine alla società giovanile; dicono infatti d’una associazione per i soli studenti medi A.d.S.M “Giovane Italia” e confermano per gli universitari il Fuan – “Giovane Destra”; vogliono costruire le organizzazioni per giovani occupati e non rispettivamente denominate F.d.G.L. Fronte dei Giovani Lavoratori e U.N.a.S.L. Unione Nazionale dei senza lavoro; pensano di far funzionare il Se.Ci.G. Servizio Civico della Gioventù per occuparsi di promozione sociale – volontariato effettivo e di vera ecologia.

Rifondano, per gli anni duemila, un nuovo FdG e ritornano – i giovanissimi del ’92 – decisi più che mai con un “All’Armi ! Siam di Fini”. Li abbiamo visti il 10 settembre, li vedranno il 24 ottobre p.v. a Ischia, nei convegni Msi, altro che “teste Rasate”.

——————————————————————————————————————————————

E NON FURONO ( PIU’ ) I FIGLI DI UN DIO MINORE LA GIOVANE DESTRA COLLINARE A NAPOLI [ “AZ.-NEWS” : 21/04/2019 ] – – anteprima di web servizio tra breve in rete – Associazione “Azimut” NAPOLI –

FINE INTERVENTO *
“Azimut” associazione – Via P. Del Torto n. 1 – 80131 Napoli Telfax 081 – 7701332 Info 340 – 3492379 – E. mail: an.arenella@libero.it ( segreteria ) – massimovuono@libero.it ( ufficio stampa )
[ per sostenere l’associazione – solo su su c/c banc. intestato Arturo Stenio Vuono ] Iban IT96T0306903568100000001278 – Banco Napoli SpA Filiale Na. 35 Via Onofrio Fragnito nn. 28/52 80131 Napoli
* a cura : Ferruccio Massimo Vuono Responsabile Ufficio Stampa e di Fabio Pisaniello webm. adm. des. [ azimutassociazione@libero.it -associazioneazimut@tiscali.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...